YouTube e le ricerche consapevoli

Infusione di semantica nel Tubo di Google per ricerche sempre più precise. Perché il contenuto di un video non necessariamente corrisponde al suo titolo. Spettatori e inserzionisti lo sanno
Infusione di semantica nel Tubo di Google per ricerche sempre più precise. Perché il contenuto di un video non necessariamente corrisponde al suo titolo. Spettatori e inserzionisti lo sanno

YouTube, il portalone video che ha recentemente raggiunto la ragguardevole cifra di un miliardo di sottoscrizioni , sperimenta con ricerche “raffinate” in grado di fornire risultati maggiormente corrispondenti a quello che gli utenti-spettatori desiderano realmente vedere. Alla base della nuova sperimentazione ci sono i “topic” trattati in ogni video, un elemento in cui fluiscono complesse analisi di tutte le informazioni disponibili.

Attualmente offerta come funzionalità sperimentale su TestTube , i topic di YouTube vengono elencati in alto nei risultati di ricerca e sono il risultato dell’analisi di commenti, abitudini di fruizione dei video e altri elementi , alla caccia dei contenuti maggiormente corrispondenti alle keyword ricercate.

Come spiega l’ingegnere Palash Nandy nel briefing sulla nuova funzionalità alla stampa d’oltreoceano, i topic di YouTube sono il nuovo strumento che Google si è inventata per sopperire alle difficoltà della ricerca applicata ai contenuti video. “Quando sei alla ricerca di intrattenimento, e cerchi qualcosa tipo “video divertenti” – dice Nandy – come potrebbe YouTube sapere che cosa è realmente divertente, e che cosa è semplicemente stupido eppure etichettato divertente lol! da qualche utente?”.

Per quanto possa risultare interessante per una vasta parte di pubblico, la funzionalità è attualmente confinata all’interno della sandbox sperimentale di TestTube e non si hanno notizie circa la volontà di Mountain View di implementarla direttamente su YouTube. Altrettanto sconosciuto – ancorché prevedibile – è l’interesse dei pubblicitari per una caratteristica che ben si sposa con i modelli di business che hanno sin qui reso grande (anzi gigante) il moloch del Googleplex.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 11 2010
Link copiato negli appunti