YouTube ha i sottotitoli in giapponese

Il Tubo estende la tecnologia di generazione automatica dei sottotitoli a tutti i video in lingua giapponese. Si tratta della prima estensione in una lingua diversa dall'inglese

Roma – Era la fine del 2009 quando YouTube annunciava per la prima volta l’implementazione di un particolare sistema automatizzato per la generazione di sottotitoli, che avrebbe sfruttato la tecnologia di riconoscimento vocale per far apparire in video selezionati una serie di fedeli didascalie .

Dopo aver esteso la feature a tutti i filmati caricati in lingua inglese, la gigantesca piattaforma di Google ha ora annunciato la sua implementazione tra i video in lingua giapponese .

Si tratta della prima estensione della tecnologia – automatic captioning – in una lingua diversa dall’inglese. Gli utenti del Tubo potranno cliccare sul pulsante CC e poi selezionare l’opzione di traduzione dell’audio . Applausi da parte di tutte quelle associazioni impegnate nella tutela dell’accessibilità di persone affette da sordità. ( C.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Giulio scrive:
    Delude parecchi
    Delude parecchia gente, è addirittura piena di XXXXX!Altro che filtri per famiglie.http://www.atlantisway.com/articoli/web/item/581-facebook-senza-filtro-la-pagina-delle-note-si-trasforma-in-un-hub-XXXXX
  • Metal_neo scrive:
    Risultato più che ovvio
    Google e tutte le altre piattaforme se introducono innovazioni, quasi sempre passano per una fase beta pubblica, non sono invasive e spesso disattivabili se non gradite.Invece Facebook se ne sbatte dei diritti degli utenti, non avvisa nessuno delle sue novità, introduce novità non richieste o implementate male e spesso vanno a ledere pesantemente la privacy. A mio parere, le funzionalità del sito sono sempre più ostiche e fastidiose (magari si tornasse a qualche anno fa...). Se facebook ha così tanti utenti è solo grazie alla publicità che si è fatto e perchè per ora è l'unica piattaforma di SocialNetwork di un certo livello. Ha saputo trasformarsi in una specie di droga ed è entrato addiritura nel linguaggio comune. Non vedo l'ora che G+ finisca la fase beta e inizi ad attirare utenti. A mio avviso, il fatto che facebook ostacoli BigG nell'integrazione degli utenti attuali su G+ sta nel fatto che sanno benissimo che sono in una situazione precaria, e basta che arrivi un concorrente serio per far cadere il suo dominio.
    • hp sucks scrive:
      Re: Risultato più che ovvio
      parlando da utente ... a me ha dato molto fastidio la politica di facebook contro l'esport degli utenti: d'accordo che io mi sono iscritto a facebook accettando il fatto che MrZ potesse fare tutto quello che vuole con i miei contatti ... ma sempre rimangono i miei contatti!ora mi voglio iscrivere a google+ e mi sembra leggittimo chiedere di importare li ... i miei contatti di fb, in definitiva ho fatto la stessa cosa su fb usando il "trovaamici" e ho importato i miei contatti dalle email (tra cui gmail) tanto ormai è solo una questione di moda: prima msn messanger, poi myspace, skype, second life ... ora anche facebook dopo il boom iniziale passerà di moda e verrà sostituito da qualcos'altro
      • Pino scrive:
        Re: Risultato più che ovvio
        Anche solo una delle ultime modifiche mi ha fatto imbestialire... hanno tolto l'elimina messaggi e l'hanno sostituito con un "archivia messaggi".Con un po' di fatica, il modo di cancellarli c'è, ma ci vogliono 5 click per ogni messaggio. Una sola parola: vaff....Appena riesco ad entrare in Google Plus, addio Facebook!
      • Sgabbio scrive:
        Re: Risultato più che ovvio
        Msn massenger e Skype sono ancora stra usati se permetti.
    • DB S scrive:
      Re: Risultato più che ovvio
      Ancora non son riuscito ad intrufolarmi in Google+, quindi non ho esperienza diretta. Ma considerando che Google+ si integra con l'account google e con servizi realmente utili, come gmail etc., le sue potenzialità anche in ambito produttivo (e perché no, anche professionale) sono sicuramente molto elevate. Qual è il valore aggiunto di facebook invece? Poter chattare ad libitum con tutti i bimbiminkia possibili e immaginabili? Imho questo può essere l'inizio per la fine di faccialibro.
Chiudi i commenti