Zebuntu ora è Beta 3

Si avvicina il rilascio della versione stabile di Zebuntu: il sistema operativo open source basato su Ubuntu su cui far girare le applicazioni BeOS

Roma – Ubuntu ha un nuovo derivato. Come gli appassionati del settore già sapranno, Ubuntu – che di per sé è già una derivata – ha un gran numero di distribuzioni derivate. Ufficiali (Kubuntu, Xubuntu, Edubuntu, Gobuntu etc.), non ufficiali (ebuntu, gOS, DevUbuntu, nUbuntu, Fluxuntu, Geubuntu, Goobuntu etc.) e persino qualche avventuroso progetto italiano come Ufficio Zero . Nel caso di Zebuntu si tratta di un sistema operativo free ed open source che monta Xfce ma con larghe influenze Zeta.

“Il nostro obiettivo è realizzare una nuova piattaforma per i clienti Zeta. Il software Zeta e BeOS, così come le applicazioni Haiku, funzioneranno nativamente su Zebuntu. Questo offre un grande vantaggio per gli sviluppatori Zeta – BeOS – Haiku: possono usare Zebuntu per sviluppare il loro software, usufruendo delle performance e della versatilità di Linux” – si legge nel manifesto -. In pratica Zebuntu è un Linux su cui è possibile far girare applicazioni BeOS.

Gli sviluppatori di Zebuntu sono teutonici ed il loro sito web ufficiale è allo stato attuale completamente in tedesco. Ad ogni modo Leszek Lesner, curatore del progetto, ha assicurato che il sito inglese è in dirittura d’arrivo. Non mancherà neanche il supporto a BeFS , il file system di BeOS.

BeOS è un sistema operativo closed source sviluppato dalla compagnia “Be Inc” fondata nel 1990 da Jean-Louis Gassée, già dirigente Apple. BeOS fu sviluppato per trarre il massimo dall’hardware dei computer negli anni in cui venne distribuito. Pur possedendo una shell dei comandi e compatibilità POSIX , BeOS non è da confondere come un derivato di UNIX.

L’ultima versione di BeOS è la R5.1 e risale al novembre 2001, dopo di che Be Inc è stata incorporata ad Palm Inc e BeOS ha cessato di essere sviluppato. Ma BeOS ha sempre goduto di una community di affezionati e ciò ha permesso la nascita di sistemi operativi BeOS-like, in grado di far funzionare software scritto per BeOS. Uno di questi è stato ZETA , il cui sviluppo ufficiale è però cessato il 5 Aprile del 2007. Diverso destino per Haiku , conosciuto anche come OpenBeOS, una riproduzione di BeOS con il canone dell’open source e completamente gratuito. Haiku è tutt’oggi in sviluppo.

Segue una galleria di immagini della versione Beta 3 di Zebuntu.

schermata
schermata
schermata
schermata
schermata
schermata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • cosmo scrive:
    Solo per la cronaca...
    1) Firefox 2.0.0.12 è stato rilasciato il 7 Febbraio 2008:http://www.mozilla.com/en-US/firefox/2.0.0.12/releasenotes/2) Iceweasel 2.0.0.12 è stato compilato da Eric Dorland il 7 Febbraio ed è entrato in unstable il giorno dopo: iceweasel (2.0.0.12-1) unstable; urgency=low * New upstream security release. * Fixes mfsa 2008-01 aka CVE-2008-0412, CVE-2008-0413; mfsa 2008-02 aka CVE-2008-0414; mfsa 2008-03 aka CVE-2008-0415; mfsa 2008-04 aka CVE-2008-0417; mfsa 2008-05 aka CVE-2008-0418; mfsa 2008-06 aka CVE-2008-0419; mfsa 2008-08 aka CVE-2008-0591; mfsa 2008-09 aka CVE-2008-0592; mfsa 2008-10 aka CVE-2008-0593; mfsa 2008-11 aka CVE-2008-0594. -- Eric Dorland Thu, 07 Feb 2008 23:15:05 -0500 3) Lo stesso Eric Dorland ha compilato Iceweasel 2.0.0.12 per Debian Etch (ramo stabile) l'8 Febbraio ed è entrato in stable-security il giorno dopo: iceweasel (2.0.0.12-0etch1) stable-security; urgency=critical * New upstream security release. * Fixes mfsa 2008-01 aka CVE-2008-0412, CVE-2008-0413; mfsa 2008-02 aka CVE-2008-0414; mfsa 2008-03 aka CVE-2008-0415; mfsa 2008-04 aka CVE-2008-0417; mfsa 2008-05 aka CVE-2008-0418; mfsa 2008-06 aka CVE-2008-0419; mfsa 2008-08 aka CVE-2008-0591; mfsa 2008-09 aka CVE-2008-0592; mfsa 2008-10 aka CVE-2008-0593; mfsa 2008-11 aka CVE-2008-0594. -- Eric Dorland Fri, 08 Feb 2008 00:57:28 -0500 4) Sulla mia Sid io uso Iceweasel 2.0.0.12 da 20 giorni.A questo punto mi chiedo: - Perché Enrico Giancipoli non s'informa prima di scrivere un pezzo per Punto Informatico? - Cosa spinge tanti lettori a commentare fatti di cui non sanno assolutamente nulla?cordiali saluti
  • CHE TRISTEZZA, LINUX FA FALLITO! scrive:
    FIGLI DI FIRESH|T,BLOATWARE DEL FUTURO!
    che sudica accozzaglia di nomi icecat,icevaselina,icecammello! che roba sti linari poi ste icone di animali impagliati, sono proprio ridicole.FIRESHIT, HA DECISO DI DIVENTARE ANCORA PIU' BLOATWARE, CREANDO UNA NUOVE PROLE, UNA STIRPE INSENSATA DI PROGRAMMI UTILI SOLO AD APPESANTIRE IL TUTTO.LINUX COME SEMPRE E' LA SCELTA N1 DEI FALLITI
  • maah.. scrive:
    Caro Overture...
    ..ma quante boiate stai dicendo :Dforse non ti è ben chiaro come è andata la cosa:codice firefox -
    open sourcelogo e nome -
    non open sourcese tu non distribuisci firefox TALE E QUALE a come te lo dà mozilla non puoi usare il nome e il logo, siccome è risaputo che debian applica delle piccole modifiche ai pacchetti che inserisce nei suoi repository ufficiali per garantire un'integrazione migliore con tutto il suo sistema ecc ecc, mozilla gli ha detto che non poteva più utilizzare il nome e il logo, quindi debian ha cambiato entrambi (per gli altri prodotti è la stessa storia).non ci sono assolutamente due rami di sviluppo (almeno per quanto riguarda firefox-iceweasel... tra l'altro penso che tu neanche sappia cosa significa il termine "ramo di sviluppo"...) ed in ogni caso le patch che vengono rilasciate per firefox vegono rilasciate anche per iceweasel, arrivano un po' dopo perchè prima di rilasciarle c'è comunque un tot di lavoro da fare, cosa che succede con praticamente qualsiasi altro pacchetto presente nei repository debian... in pratica per gli utenti debian. oltre al nome e al logo, non è cambiato ASSOLUTAMENTE NULLA.insomma, non hai capito un cazz e fai la figura di uno che dice cose a caso ;)
    • Overture scrive:
      Re: Caro Overture...
      Come mai le integrazioni che chiami in causa esistono su tutte le altre distribuzioni e non abbiamo SuseFox, FireHat, Thunderbuntu ecc.ecc. ?Tutti illegali ed immorali ? Solo i fanatici del mondo debian sono puri e giusti ?Perchè non fare qualcosa di utile: a Napoli il numero di ratti e cresciuto esponenzialmente negli ultimi 15 anni, potreste contribuire andando a catturarne un po' invece di farvi seghe mentali che sono solamente dannose per tutti, per gli utenti, l'open source e soprattutto linux...
      • who scrive:
        Re: Caro Overture...
        - Scritto da: Overture
        Come mai le integrazioni che chiami in causa
        esistono su tutte le altre distribuzioni e non
        abbiamo SuseFox, FireHat, Thunderbuntu ecc.ecc.
        ?Forse perchè Mozilla ha fatto solo problemi con Debian?http://www.osnews.com/thread?299141
        Tutti illegali ed immorali ? Solo i fanatici del
        mondo debian sono puri e giusti
        ?Non mi pare che nessuno ha detto questo. Vadi di non delirare.

        Perchè non fare qualcosa di utile: a Napoli il
        numero di ratti e cresciuto esponenzialmente
        negli ultimi 15 anni, potreste contribuire
        andando a catturarne un po' invece di farvi seghe
        mentali che sono solamente dannose per tutti, per
        gli utenti, l'open source e soprattutto
        linux...Bene, incomincia tu che nuoci gravemente alla specie umana.
  • Overture scrive:
    Potere dei fork...
    ...cosa sono questi icecosi ? Gli stessi identici che mozilla chiama fire e thunder...Si stava così bene che c'era la versione unica, compatibile con tutti. La collaborazione e l'accesso al sorgente non era mica precluso. Si poteva benissimo collaborare verso la versione unica cercando bug e consigliando le soluzioni migliori per correggerli. Se queste erano buone si preparava il codice "buono" e lo si distribuiva come update a tutti.Ma questo non stava bene a quei fanatici di Debian... bisogna, anzi no SI DEVE fare il fork !L'esistenza di un sorgente e di una licenza libera non viene intesa nella maniera che ho descritto sopra ma che se si può fare un fork allora si deve fare anche a costo solo di cambiare un caxxo di nome.Troppo brutto vedere un solo programma open source cavalcare le statistiche e stabilire percentuali che nessuna distribuzione linux s'è mai sognata di raggiungere.Questo dimostrava chiaramente l'errore fatto a suo tempo e continuamente perseverato finora che troppe distro, troppa scelta è male tanto quanto non averne proprio.Bisognava mistificare ad ogni costo perchè la linea politica ufficiale vuole che ogni fallimento del mondo open e gpl in particolare è colpa unicamente del complotto quotidiano organizzato da microsoft con la collaborazione della cia oggi e degli alieni domani.Ed intanto tornando a questi bidoni di fork cosa s'è ottenuto ? A parte il fatto che gli unici sfigati che lo usano sono gli utenti debian perchè i loro repository fanno di tutto per non far trovare gli originali adesso ci sono due rami di sviluppo, due rami di patch, due di tutto... per la stessa cosa...Ecco cosa intendevo qualche giorno fa quando ho scritto che anche scomparisse redmond in una voragine le cose non potrebbero cambiare a causa di troppa immaturità...Questo esempio è fin troppo chiarificatore...
    • pincopallo scrive:
      Re: Potere dei fork...
      iceweasel non è un fork... leggere qualcosa prima di sparare sentenze no eh?
    • Pippo360 scrive:
      Re: Potere dei fork...
      woot?
      Ma questo non stava bene a quei fanatici di Debian...woot???
      ...nome e logo Firefox, che sono invece trademark...di
      Mozilla.woot!
      Quindi tecnicamente IceCat può essere considerato un
      "fork" di Firefox, IceWeasel no.woooooooooot!!! ^_^Leggi meglio gli articoli prima di postare :DE' GNUzilla a forkare, Debian ha SOLO cambiato nome e logo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 febbraio 2008 00.45----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 febbraio 2008 00.45-----------------------------------------------------------
    • franco scrive:
      Re: Potere dei fork...
      Più che altro il tuo problema è quello di non conoscere la filosofia del free software.Lo scopo di gnu/linux non è un pinguino per ogni pc del pianeta,e questo lo deve capire sia chi viene da altri o.s sia i "nuovi arrivati" nel mondo GNU/linux.Lo scopo è di seguire dei principi e dei valori creando del buon software,uniformarsi per sostituirsi a M$,te lo ripeto,non è lo scopo principale di questo mondo.Se anche lo diventasse stai pur certo che i duri e puri andranno avanti seguendo le loro idee ed il loro credo.
      • franco scrive:
        Re: Potere dei fork...
        Non confondere free software con software gratis... il free indica la libertà,la definizione è un sinonimo di open source.Guarda,onestamente me ne frego di evangelizzare le persone motivando o spiegato perchè una cosa è migliore di un altra,non inizio di certo ora.Se uno ha tempo e voglia studia e si documenta per i cazzi suoi,se nella tua esperienza ci vedi solo aspetti negativi non mi frega proprio niente contraddirti.La rispostina al troll di turno per scherzare ci può anche stare e non mi tiro indietro,ma non è il tuo caso.
        • 4jfh201 scrive:
          Re: Potere dei fork...
          Ma gli stai anche a rispondere ?Dai, è fin troppo evidente: o non vuole capire, o non è in grado di farlo ;-)
        • Overture scrive:
          Re: Potere dei fork...
          Sai cos'è la libertà ? E' quella cosa della quale hai diritto finchè non la precludi al tuo prossimo. La Gpl ed il free software precludono la libertà al prossimo (favorendo tra l'altro quella di una massa di bit senz'anima... patetico è dir poco). Hanno trasformato lo spirito collaborativo dell'open source in un fanatismo per metà ideologico e l'altra metà pseudo-politico.Creare un fork per una stupida questione di nomi non è libertà perchè è un atto irresponsabile bensì anarchia.Sono 17 anni che linux deve sostenere una lotta impari non perchè microsoft organizza un paio di complotti al giorno ma perchè c'è sono una massa di cogli... che invece di collaborare crede di poter conquistare il mondo con una massa di progetti inconsistenti, avviati il più delle volte per motivazioni che muoiono da sole nel giro di pochissimo tempo.A conti fatti, hanno più possibilità 4 gatti di sviluppare un os completo, moderno e funzionale che tutta la massa del free software.Quando arriverà Haiku sarete costretti a capire... (o in alternativa potrete sempre inventarvi che Haiku inc. organizza complotti per danneggiare linux)
    • Firefox IceWeasel scrive:
      Re: Potere dei fork...
      - Scritto da: Overture
      Ma questo non stava bene a quei fanatici di
      Debian... bisogna, anzi no SI DEVE fare il fork!Sono stati COSTRETTI a causa del fatto che Firefox è marchio registrato: non puoi distribuire nessun Firefox che non sia stato compilato da Mozilla.Neanche se ricompili tu Firefox lo puoi distribuire con il nome di Firefox.Il problema non è di Debian, semmai di Mozilla che prima consentiva l'utilizzo del termine Debian Firefox (e non Mozilla Firefox), ma poi lo ha revocato.E poi non è un fork: come spiega l'articolo gli hanno solo cambiato nome. Non mi sembra un dramma, né fanatismo. Solo rispetto delle licenze e dei marchi.
      • Overture scrive:
        Re: Potere dei fork...
        II problema è di Debian.Se il programma si chiama Mozilla Firefox, si continua a chiamarlo Mozilla Firefox e non Debian Firefox, Gino Firefox o quello che vuoi.E' colpa della Fiat se l'opel volesse chiamare la 500, Opel 500 ?
        • franco scrive:
          Re: Potere dei fork...
          - Scritto da: Overture
          II problema è di Debian.

          Se il programma si chiama Mozilla Firefox, si
          continua a chiamarlo Mozilla Firefox e non Debian
          Firefox, Gino Firefox o quello che
          vuoi.
          E' colpa della Fiat se l'opel volesse chiamare la
          500, Opel 500
          ?No ma la 500 non è una macchina open source,ammetterai che la cosa è una contraddizione,e se,come quelli di debian,credi nel vero open source allora non puoi restare a guardare senza dire/fare niente
        • Firefox IceWeasel scrive:
          Re: Potere dei fork...
          - Scritto da: Overture
          II problema è di Debian.No, il problema è di Mozilla.
          Se il programma si chiama Mozilla Firefox, si
          continua a chiamarlo Mozilla Firefox e non Debian
          Firefox, Gino Firefox o quello che
          vuoi.
          E' colpa della Fiat se l'opel volesse chiamare la
          500, Opel 500 ?Mi sa che non vuoi capire.La Mozilla VIETA a CHIUNQUE di distribuire un qualsiasi programma di nome Firefox che non sia stato compilato da loro (e che non sia stato specificatamente approvato).È chiaro?Tutte le distribuzioni (in genere) ricompilano dai sorgenti e quindi non possono distribuire Firefox con il nome di Firefox (a meno che non sottopongano tutte le build all'analisi preventiva di Mozilla).
          • Overture scrive:
            Re: Potere dei fork...
            Se permetti, ci tengono a non fare figure di merda per i casini che compiono gli altri. Hanno pienamente ragione quelli di mozilla e totalmente torto quei mentecatti di Debian a creare un fork solo per cambiare un nome.Mettetevelo bene in testa: un fork è una cosa seria e va fatto SOLO quando ci sono dei motivi veramente validi. Rinominare un programma non è un motivo valido ma è una cagata !
      • kEsoNNo scrive:
        Re: Potere dei fork...
        - Scritto da: Firefox IceWeasel
        - Scritto da: Overture

        Ma questo non stava bene a quei fanatici di

        Debian... bisogna, anzi no SI DEVE fare il fork!

        Sono stati COSTRETTI a causa del fatto che
        Firefox è marchio registrato: non puoi
        distribuire nessun Firefox che non sia stato
        compilato da
        Mozilla.Questo è inesatto: fino a qualche mese fa (poco prima che Etch divenisse Stable) l'installazione standard di Debian preinstallava Firefox, che però aveva un'icona differente dall'originale (un pianeta blu) e veniva etichettato come "Browser Web" invece di "Mozilla Firefox", proprio a causa della licenza con la quale Mozilla Corp. rilascia nome e logo, incompatibile con le linee guida Debian.A quel punto Mozilla ha fatto le sue rimostranze e Debian di fare ciò che fa CentOS con Red Hat: prende i sorgenti e li ripulisce di tutti i riferimenti a materiale coperto da copyright.
        • Firefox IceWeasel scrive:
          Re: Potere dei fork...
          - Scritto da: kEsoNNo
          Questo è inesatto: fino a qualche mese fa (poco
          prima che Etch divenisse Stable) l'installazione
          standard di Debian preinstallava Firefox, che
          però aveva un'icona differente dall'originale (un
          pianeta blu) e veniva etichettato come "Browser
          Web" invece di "Mozilla Firefox", proprio a causa
          della licenza con la quale Mozilla Corp. rilascia
          nome e logo, incompatibile con le linee guida
          Debian.
          A quel punto Mozilla ha fatto le sue rimostranze
          e Debian di fare ciò che fa CentOS con Red Hat:
          prende i sorgenti e li ripulisce di tutti i
          riferimenti a materiale coperto da
          copyright.Esattamente ciò che ho scritto 2 righe più sotto...
    • eaman1 scrive:
      Re: Potere dei fork...
      Quale parte di marchio registrato vietata la redistribuzione non ti e' chiara?Che la mozzilla foundation la smetta con 'sta menata e rilasci i logotipi e nomi con una licenza compatibile con i sistemi liberi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 febbraio 2008 00.53-----------------------------------------------------------
      • Overture scrive:
        Re: Potere dei fork...
        Perchè esiste Mozilla Firefox per Ubuntu, Opensuse, CentOs, Mandriva e qualunque altra distribuzione tranne Debian ?Mozilla Firefox si trova in qualunque repository tranne quelli di Debian. Mi sa tanto che il problema è ben circoscritto e non è di mozilla...
        • eaman1 scrive:
          Re: Potere dei fork...
          - Scritto da: Overture
          Perchè esiste Mozilla Firefox per Ubuntu,
          Opensuse, CentOs, Mandriva e qualunque altra
          distribuzione tranne Debian
          ?http://www.debian.org/social_contract
          • Overture scrive:
            Re: Potere dei fork...
            Domani scrivo il mio contratto sociale dove pretendo che le mucche volino ok ?Esistono cose che superano licenze e contratti sociali e questa è la legge.Si scrive "Mozilla Firefox" e fine.
    • fabioamd87 scrive:
      Re: Potere dei fork...
      che cambia che si chiama firefox o icewease?tu per navigare usi un browser non è necessario sapere come si chiami.
      • Overture scrive:
        Re: Potere dei fork...
        Mi cambia però se vengo limitato nella disponibilità delle patch perchè è questo quello che è successo.Se c'è un ramo di aggiornamenti diverso allora c'è un ramo di sviluppo diverso. Se c'è un ramo di sviluppo diverso allora si parla di fork. Ma se di fork si deve parlare allora ci deve essere un motivo veramente valido e serio per crearlo.Già sono discutibili tutte quelle distribuzioni che giustificano la loro esistenza perchè hanno cambiato il desktop di default ed un eventuale tema, ma creare il fork di un programma per un nome del cavolo (tra l'altro già storpiato a torto da Debian e quindi giustificando pienamente le rimostranze di mozilla) vuol proprio dire TOCCARE IL FONDO
        • innominato scrive:
          Re: Potere dei fork...
          - Scritto da: Overture
          Mi cambia però se vengo limitato nella
          disponibilità delle patch perchè è questo quello
          che è
          successo.Ma vuoi mettere, quasi 20 giorni con un browser affetto da vulnerabilità rese pubbliche è un piccolo prezzo da pagare a fronte dell'utilizzo di un nome libero...Sinceramente non riesco a pensare che qualcuno possa essere così masochista da preferirlo a Firefox ma ormai per certe cose ho smesso anche di stupirmi...
          • MorCeleb scrive:
            Re: Potere dei fork...
            Veramente la versione buggata di firefox/iceweasel è quella del ramo unstable, non di stable o testing.
          • franco scrive:
            Re: Potere dei fork...
            - Scritto da: MorCeleb
            Veramente la versione buggata di
            firefox/iceweasel è quella del ramo unstable, non
            di stable o
            testing.Ma tu credi che il tizio sopra di te abbia mai usato GNU/linux??
          • Overture scrive:
            Re: Potere dei fork...
            Stable cioè quanto vecchia ? State ancora con Firefox 1.0 ?
          • MorCeleb scrive:
            Re: Potere dei fork...
            tieniti aggiornato da solo ;-)http://packages.debian.org/search?keywords=iceweasel&searchon=names&suite=all§ion=all&sourceid=mozilla-search
          • Fanti Marco scrive:
            Re: Potere dei fork...
            Iceweasel 2.0.0.12 non è uscito ieri (nell'articolo vedi forse scritto "IERI IceWeasel è stato aggiornato"?), ma è uscito il giorno dopo che è stato rilasciato l'analogo aggiornamento di Firefox.Questo per dire che se non sai stai zitto.
          • Overture scrive:
            Re: Potere dei fork...
            Ah si... soprattutto quando i fanatici del free software se la cantano che microsoft non è tempestiva nel patchare la sua roba...Che immaturi...
        • freude scrive:
          Re: Potere dei fork...
          - Scritto da: Overture
          Mi cambia però se vengo limitato nella
          disponibilità delle patch perchè è questo quello
          che è
          successo.
          Se c'è un ramo di aggiornamenti diverso allora
          c'è un ramo di sviluppo diverso. Se c'è un ramo
          di sviluppo diverso allora si parla di fork. Ma
          se di fork si deve parlare allora ci deve essere
          un motivo veramente valido e serio per
          crearlo.
          Già sono discutibili tutte quelle distribuzioni
          che giustificano la loro esistenza perchè hanno
          cambiato il desktop di default ed un eventuale
          tema, ma creare il fork di un programma per un
          nome del cavolo (tra l'altro già storpiato a
          torto da Debian e quindi giustificando pienamente
          le rimostranze di mozilla) vuol proprio dire
          TOCCARE IL
          FONDOCapita anche di toccare il fondo dell'ignoranza, detto senza offesa.Naturalmente non sai di cosa parli. Già ti hanno spiegato il perché del nome diverso, che deriva dall'estrema serietà con cui in debian si applica la "filosofia" del software aperto. Quanto al programma in se, devi sapere che tutti i pacchetti debian hanno uno o più mantainer, che si occupano di fare procedere il tal pacchetto da unstable a stable con un duro,continuo e accurato lavoro. In questo caso il codice del browser è quello di mozilla ma viene epurato da marchi e nomi sotto licenza. Poi viene testato a fondo dai maintainer e lo stesso viene fatto per le patch. Infine, quando si ottemperano gli elevati standard di debian, il pacchetto viene immesso nelle repository relative, in questo caso quelle di unstable: il codice è lo stesso, la cura del testing e la qualità del pacchetto finale made in debian sono proverbialiStai parlando di un'organizzazione che produce decine di giga di software per oltre dieci architetture principali, e che, nella versione stable, hanno ben pochi bug in relazione a tanti altri arcicostosi prodotti sviluppati da aziende che dicono di spendere in ricerca 6 miliardi di dollari l'anno. Forse tu non hai ben presente l'enormità del lavoro che sono in grado di fare questi, in qualita e quantita, e quindi, invece di avere il dovuto atteggiamento di ammirazione, tocchi il fondo e inizi a scavare.
          • Overture scrive:
            Re: Potere dei fork...
            Ma che bello... rubare i meriti agli altri nel nome del free software...
        • Fanti Marco scrive:
          Re: Potere dei fork...
          Calma.Forse voi non avete Debian quindi STATE ZITTI.La versione 2.0.0.12 di iceweasel e uscita appena 1-2 giorni dopo Firefox 2.0.0.12.Non è uscita ieri o oggi come ha fatto intendere l'articolo.Non mi sembra quindi che gli utenti Debian che usano IceWeasel siano rimastisenza patch fino ad adesso.Se comunque vuoi Mozilla Firefox su debian puoi metterlo senza problemi.IceWeasel è uguale e Firefox, non si può discutere su questo...
    • MircoM scrive:
      Re: Potere dei fork...
      io più che fanatismo la definirei coerenza. debian si è data delle regole chiarehttp://en.wikipedia.org/wiki/Debian_Free_Software_Guidelinesle ha sempre seguite e non ha fatto eccezioni per firefox. se concordi con queste regole, debian è la migliore distribuzione che esista. se consideri queste regole troppo restrittive, probabilmente debian non fa per te. la scelta è (come sempre) tua.Poi c'è sempre lo stesso discorso di fondo... a te (che immagino utilizzi firefox) che fastidio da se gli utenti debian usano iceweasel? che tutti si peschino il browser che vogliono, e tanta fortuna (come direbbe il pupazzo gnappo)
  • Anonimo scrive:
    FIREFOX AL TAPPETO
    come da oggetto
  • Anonimo scrive:
    Firefox è un colabrodo!
    Scusate non ho resistito! :D(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
Chiudi i commenti