ZENworks gestisce Windows e Linux

La rinnovata suite di management lanciata da Novell si propone come soluzione cross-platform per la gestione di infrastrutture IT miste basate su macchine Windows e Linux


Milano – Novell ha rilasciato ZENworks 7, nuova versione di una suite per la gestione dei sistemi aziendali in grado di supportare sistemi Windows e Linux. Novell sostiene che ZENworks 7 “è la prima soluzione ad automatizzare completamente il ciclo di vita dei sistemi Linux”.

ZENworks fornisce un insieme di strumenti integrati che automatizzano i processi di gestione di computer desktop, portatili, server e palmari. Al cuore della suite c’è la Policy-Driven Automation , che permette di gestire le policy di amministrazione dei sistemi e le risorse basate sulle identità degli utenti e delle periferiche.

ZENworks 7 integra Linux Management, un sistema di gestione integrato per il controllo centralizzato di desktop e server Linux.

“L’aggiunta di immagini, della configurazione lockdown, della gestione in remoto, e della gestione del magazzino e del software consentono alle aziende di implementare, gestire e mantenere Linux nell’ambiente IT in modo semplice e veloce, riducendo il costo totale delle attività IT”, ha spiegato Novell in un comunicato.

Oltre a ZENworks 7 Linux Management e alla gestione dei desktop Windows da un server Linux, ZENworks 7 include anche il supporto a Novell Open Enterprise Server e migliorie per i prodotti desktop, server e palmari.

ZENworks sarà effettivamente disponibile sul mercato entro l’estate.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: i winbulgari italioti saranno conten

    programmi scolastici scadentivero, il sistema scolastico dell'obbligoinsegna, non informatica, ma le merdaccesupercostose e scadenti prodotte dal tuo caro e amato padrone
    pochi investimentiSei informato malissimo.Lo stato italiano spende una montagnadi denaro nell'acquisto delle suddetteciofeche anno dopo annoPer questo nei paesi civili si tende amandare a quel paese tutto quantoriguarda il vs beneamato dio in terra
    smetti di romperci con la tua guerra santaSiete gli unici al mondo che credete ancoraalla bibbia di bill gates. In tutti i paesi civilisi tende a toglierlo di mezzo, ma voi, quattrovolte al giorno, vi inginocchiate verso redmonde pregate il vs idolo. Ci fate vergognare di fronteagli stranieri, maledetti integralisti.Per colpa vs siamo nel terzo mondo
    • Anonimo scrive:
      Re: i winbulgari italioti saranno conten
      - Scritto da: Anonimo

      programmi scolastici scadenti
      vero, il sistema scolastico dell'obbligo
      insegna, non informatica, ma le merdacce
      supercostose e scadenti prodotte
      dal tuo caro e amato padronepadrone?comunista stampo russia vero?a me non frega una cippa ne di windows ne di linux; mi fanno invece imbestialire li idioti come te che credono i mali dell'informatica relegati ad un discorso appunto linux vs ms.tutto quello che fai è perdere di vista la realtà.'il sistema scolastico dell'obbligo insegna, non informatica, a le merdacce supercostose' ovviamente la solita idiozia che si sparge a macchia d'olio divendando leggenda metropolitana e cavallo di battaglia per gli idioti.tu forse lo hai anche letto sui forum ma io le scuole di informatica le ho frequentate (i.t.i.s. freltrinelli e ateno politecnico di milano) e quello che dici è frutto dei tuoi complessi mentali e basta!alle medie superiori si insegna analisi e programmazione a livello base (turbo pascal, qualche volta c++)tutte cose che non hanno niente a che fare con ms.il problema qui è che la teoria è troppo teorica e si finisce per diventare esperti di diagrammi di flusso ma incapici di scrivere poche righe di codice decente, il tutto in un linguaggio che ha gli sbocchi pratici di 'teoria del solfeggio attraverso tubi di scappamento' (turbo pascal a fatto il suo tempo ma nel mondo del lavoro e della 'programmazione distrubuita non ha più senso di essere)all'università ancora si insegna teoria, analisi, teoria dei linguaggi oo il tutto quasi sempre cu c/c++ che compili dove caxxio ti pare, robotica ed automazioni..mi spieghi tutto questo che cosa c'entra con ms o linux??talebano che non sei altro...come al solito fra 3 giorni qualcuno ripeterà la stessa cantilena imparata a memoria (come te) a qualche funzione pseudo-religiosa dal titolo 'come ti salvo il pianeta con un o.s. opensource'


      pochi investimenti
      Sei informato malissimo.
      Lo stato italiano spende una montagna
      di denaro nell'acquisto delle suddette
      ciofeche anno dopo annoquesti tu gli chiami investimenti??sono spese di gestione!investimenti significa rimodernizzare un programma di stusi fermo al 73 (o quasi), investire più soldi nelle universita (per avere apparecchiature e docinti validi), corsi di aggiornamento per docenti etc...ancora una volta linux o ms non c'entrano niente
      Per questo nei paesi civili si tende a
      mandare a quel paese tutto quanto
      riguarda il vs beneamato dio in terradei interra gli avrai tu!sei un povero complessato che crede che tutti siano dipendenti da ms o debbano fare religione-informatica come fai tu!i paesi civili hanno programmi di studi migliori, docenti più preparati, investimenti nelle aziende che fanno innovazione (e non nel digitale terrestre) etc...


      smetti di romperci con la tua guerra santa
      Siete gli unici al mondo che credete ancora
      alla bibbia di bill gates.io non vado in giro a dire che i problemi di una nazione si risolvono cambiando o.s.qui quello che ha scambiato l'informatica per religione sei tu!in più ora sconfini pure nella politica.. In tutti i paesi civili
      si tende a toglierlo di mezzo, ma voi, quattro
      volte al giorno, vi inginocchiate verso redmond
      e pregate il vs idolo. Ci fate vergognare di
      fronte
      agli stranieri, maledetti integralisti.seeee..senti chi parla...ci credo che ti vergogni di fronte gli stranieri (ma dovresti farlo anche di fronte i tuoi connazionali), per le mincxiate che dicivuoi capire o no che l'italia è un problema con gravi problemi strutturali o credi veramente a quello che dici?avere personale incompetente davinti una pc che usa windows è lo stesso che avere gente incompetente davanti a uno che usa linux...ma no questo per te non significa niente l'importante che non si usino prodotti ms..e ti permetti di dare dell'integralista alla gente!VERGOGNATI!esci dalla cantina dove ti sei confinato che fuori c'è un mondo che gira con o senza windows e/o linux
      Per colpa vs siamo nel terzo mondoper colpa tua e di quelli come te!non fate altro che distogliere l'attenzione dai veri problemi cercando di evangelizare la gente....
      • Anonimo scrive:
        Re: i winbulgari italioti saranno conten

        tutte cose che non hanno niente a che fare con ms.Su quali sistemi ti insegnavano turbopascal id**tasulla lavagna ? non capisci proprio un ca??o..
        i mali dell'informatica relegati ad un discorso appunto linux vs ms.povero coççione, sei uno dei pochi rincitrulliti che nonha ancora capito che l'unica possibilita di avere unindustria europea indipendente è quella di svilupparlasu sistemi aperti: allora sei proprio defi::nte senzanessuna speranza
        turbo pascale te ne vanti, id**ta: turbo pascalterzo mondo: ti hanno mai avvertito che su un qualunqueso linux o simili puoi avere tutti i compilatori, interpreti elinguaggi vari allo stato dell'arte (chessò gcc 4.0) a costozero ? Si ma tu, defi**nte sei abituato alla grande tecnologiadel turbo pascal e vuoi che tutti la imparino e diventinoidi**i come te
        mi spieghi tutto questo che cosa c'entra con ms o linux?Te lo spiego subito, il mio fessacchiotto.Fare tecnologia informatica in questo momento, in europa,vuol dire sviluppare su sistemi aperti, come fanno in germaniaspagna, polonia, finlandia, francia, danimarca, svezia, norvegia,etc. Il fatto che scuola, stato e popolazione italiana sianosuperconservatori in tutto, e in particolar modo nelle c.d.nuove tecnologie fa il paio col fatto che in italia si usi windows,ovvero un sistema supercostoso e antididattico, in percentualisconosciute in ogni paese del mondo. Ma tu poveretto, con il tuo cervellino limitato, a queste piccole verità non ci arriverai mai.Per quanto riguarda la tua puzzolente tana, cambiamestiere: molte latrine aspettano qualcuno che le pulisca usandola linguaAuguri e buon lavoro
        • pippo75 scrive:
          Re: i winbulgari italioti saranno conten
          sul forum di punto-asilo lessi e rin-tin-tin.........- Scritto da: Anonimo

          tutte cose che non hanno niente a che fare con
          ms.
          Su quali sistemi ti insegnavano turbopascal id**ta
          sulla lavagna ? non capisci proprio un ca??o..quello che importa non e' ne il linguaggio ne il sistema operativo sul quale un compilatore viene eseguito, ma il modo con cun un problema viene sviluppato.Lo sviluppo al calcolatore e' solo un particolare dell'informatica, dietro esistono altre cose, chissa se ci arriviamo.
          industria europea indipendente è quella di
          svilupparla
          su sistemi aperti: allora sei proprio defi::nte
          senza
          nessuna speranzae cosa c'entra il TP con questo discorso?Esistono standad aperti, come mai nessuna ditta europea li ha utilizzati oppure sono poche che stanno sviluppando?

          mi spieghi tutto questo che cosa c'entra con ms
          o linux?
          Te lo spiego subito, il mio fessacchiotto.
          Fare tecnologia informatica in questo momento, in
          europa, vuol dire sviluppare su sistemi aperti, come
          fanno in germania spagna, polonia, finlandia, francia,
          danimarca, svezia, norvegia, etc. Il fatto che scuola,
          stato e popolazionebenissimo, allora cominica tu a sviluppare su sistemi aperti, gli altri ti verranno dietro.
          italiana siano superconservatori in tutto,
          e in particolar modo nelle c.d.quante volte se andato a proporre qualcosa di simile alle scuola (usare prodotti alternativi)?quante volte sei entrato in contatto con enti pubblici?quante?ci sono vari tipo di scuole:quelle dove insegano l'informatica e quelle dove l'informatica viene usata.Nelle prime che tipo di soluzione proponi?Nelle seconde (si parte dalle scuole elementari e si va avanti) che soluzioni proponi)?ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: i winbulgari italioti saranno conten

            Esistono standad aperti,Attualmente circa il trenta per cento di oss è sviluppato in europa
            quante volte se andato a proporre qualcosa di simile alle scuola Alcune volte è capitato, altre ho fatto formazione per insegnantidelle superiori e so un po come gira la faccenda, almeno qui
            quante volte sei entrato in contatto con enti pubblici?svariate volte: col pubblico in parte lavoro
            quelle dove insegano l'informatica e
            quelle dove l'informatica viene usata.Quasi in tutte le scuole ormai qualcosa di informatica, a qualchelivello, la insegnano. Nelle scuole si potrebbe fare moltissimocon costi sw tendenti a zero. Esistono pacchetti edu checoprono pressoché tutte le materie, enciclopedie gratuite online, possibilità di usare terminali che usino le poche macchinerelativamente nuove, di mettere le sedi in vpn per distribuirerisorse, etc. a costi molto bassiUn po in tutta europa ci sono esperienze che funzionano,nei paesi scandinavi soprattutto. Per es,http://www.skolelinux.org/portal/Anche in Italia qualcosa c'è:http://www.linuxdidattica.org/http://eduknoppix.dmf.unicatt.it/info/eduKnoppix/edubook/edubook.htmlhttp://www.progettolazzaro.it/In generale si puo pensare a una classe di scuole di tipologia simile che definiscono un sottoinsieme di applicazioni edu per la loro attività, le riversano in unlive-cd che loro, o chi per loro, a costo estremamentebasso possono mantenere, migliorare, mettere in rete.Una volta realizzato un cd del genere non occorre neppureinstallarlo sulle macchine perchè funziona da cdrom.Questo potrebbe valere in teoria a partire dalla scuola elementare fino a cose universitarie tipo http://pareto.uab.es/mcreel/ParallelKnoppix/La logica è la stessa. In teoria ogni tipologia di scuola potrebberealizzare i propri strumenti didattici collaborando nella sceltadei sw disponibili (e sono tanti - per avere un'idea di almenouna parte http://www.itd.cnr.it/SoDiLinux/ ) e nella realizzazione del proprio sistema operativo su live-cd.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: i winbulgari italioti saranno conten

            nei paesi scandinavi soprattutto. Per es,
            http://www.skolelinux.org/portal/
            Anche in Italia qualcosa c'è:
            http://www.linuxdidattica.org/
            http://eduknoppix.dmf.unicatt.it/info/eduKnoppix/e
            http://www.progettolazzaro.it/aggiungo i progetti http://www.didattica.org/ehttp://www.didattica.org/links.htmanche i winbulgari fanno qualcosa.
            La logica è la stessa. In teoria ogni tipologia
            di scuola potrebbe realizzare i propri strumenti
            didattici collaborando nella scelta
            dei sw disponibili (e sono tanti - per avere
            un'idea di almeno una parte
            http://www.itd.cnr.it/SoDiLinux/ )
            e nella realizzazione del proprio sistema
            operativo su live-cd.benissimo, che strumenti esistono per fare questo con linux?per masterizzare un live-cd serve un programma che scrive CD, [SL] = soluzione linux[SW] = soluzione windows[SW]Nero, xp burn pro[SL]k3bpero' questi programmi devono essere scritti, per fare questo ci voglio compilatori e simili, qui per linux non ho esperienza[SW] delphi, sharpdevelop, freepascal, gcc e ide collegati, jbuilder....... (prodotti sia commericali che free che open.....)comunque non basta il compilatore, serve anche della documentazione per poter scrivere questi programmi, in questo caso usenet/internet ne offronoit.comp.lang.* free.it.comp.lang.*http://groups.google.it/groups?hl=it&lr=&group=it.comp.langio sono orientato di piu' al delphi (che come ho già detto in varie occasioni, me permette su usato bene di creare un eseguibile standalone che funziona da windows 95 in su), come risorse conoscohttp://delphi.icm.edu.pl/http://www.torry.net/presi dalle faq di it.comp.lang.delphihttp://www.delphiedintorni.comhttp://www.programmazione.ithttp://www.delphi3000.comhttp://www.marcocantu.comhttp://www.drbob42.comhttp://delphi.about.com/compute/delphi/http://www.delphifaq.com/http://www.cyber-matrix.com/delphi.htmlper windowshttp://www.msdn.com/compreso http://groups.google.it/groups?hl=it&lr=&selm=diq8e.1247129%2435.45803752%40news4.tin.it&rnum=1ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: i winbulgari italioti saranno conten

            http://www.didattica.org /Sono freeware: non modificabili da unacomunità. Può essere una cosa importantee spesso lo è, poter lavorare su progetti giaesistenti per personalizzarli, migliorarli, etc.
            che strumenti esistono per fare questo con linux?www.knoppix.orgSegui i link della doc: fare il remastering di unaknoppix è molto facile. Per es,http://www.knoppix.net/wiki/Knoppix_Remastering_Howto
            per fare questo ci voglio compilatori e similiSu qualsiasi distro linux hai i compilatori e gliinterpreti per pressoche tutti i linguaggi piu diffusi esistenti, da C a C#, da pascal a lisp.Per sviluppare con un'interfaccia simile a quelladi k3b puoi usare kdevelop, un buon ide,ben documentato da tutorial e guide presentinel pacchetto stesso, come anche QT designerper citare i piu noti.Per C#, come saprai, esiste:http://www.monodevelop.com/Per una documentazione piu esaustiva, in ogni distro linux trovi la doc delle glibc, che documenta tutte le funzioni delle librerie C gnu-linux (un belpacco, ma piuttosto istruttivo). Quanto allaprogrammazione C puoi iniziare con cose del tipodi questa, tra le tantissime:http://gapil.firenze.linux.it/
            it.comp.lang.*puoi partire dait.comp.os.linux.developmentPoi per ogni distro in genere c'èil gruppo per gli sviluppatori, tipolinux.debian.devel.italian
            io sono orientato di piu' al delphisaprai allora che per linux c'è kylixhttp://www.borland.com/kylix/dove puoi trovare anche la doc relativaciao
        • Anonimo scrive:
          Re: i winbulgari italioti saranno conten
          - Scritto da: Anonimo

          tutte cose che non hanno niente a che fare con
          ms.
          Su quali sistemi ti insegnavano turbopascal id**ta
          sulla lavagna ? non capisci proprio un ca??o..
          inanzittutto complimenti!complimenti a te per lo spessore delle tue idee, complimenti a te per l'educazione dimostrata, complimenti a tuoi genitori per l'educazioni impartitati e per finire complimenti allo staff di p.i. per la faziosità con cui moderano post educati e pacati lasciando invece in circolo post come questo (ma veramente basta sostituire alcune lettere con caratteri ascii per poter insultare la gente?)dopo i dovuti complimenti specifichiamo che id**ta ci sei tu!quello che non capisce un ca??o sei ancora tu!

          i mali dell'informatica relegati ad un discorso
          appunto linux vs ms.
          povero coççione, sei uno dei pochi rincitrullitirincitrullito sei ancora tu e chi lascia che i post diventino una vetrina di insulti!
          che non
          ha ancora capito che l'unica possibilita di avere
          un
          industria europea indipendenteindipendente?indipendente da chè?in un mondo sempre più globalizzato le industrie sono sempre più inter-dipendenti tra loro.magari migliorare i programmi di studi e formare gente competente in grado di produrre software hi-tech?sapevi (ma che lo chiedo a fare..) che l'industria dei videogames muove capitali pari se non superiori a quelli mossi dal cinema hollywoodiano?in italia siamo al 4° posto per consumo di videogame ma non abbiamo nessuna società che li produce..manca la competenza...vedi anche solo la vicinissima francia.è solo un esempio ma come vedi il problema non ha nulla a che fare ne con linux ne con windows ma con una arretratezza viscerale nei programmi di studio nella visione degli investimenti etc è quella di
          svilupparla
          su sistemi aperti:allora tutto il problema secondo te è relativo agli o.s.?ma vedi di non renderti ridicolo!oltra a qualche database relazionale di 5° categoria i programmatori (la maggioranza almeno) italiani non sono in grado di produrre altro figuriamoci o.s.le società non vogliono ne investono in altro oltre che db e queto ancora una volta non c'entra niente com ms o linux allora sei proprio defi::ntedefi::nte sei tu!
          senza
          nessuna speranza


          turbo pascal
          e te ne vanti, id**ta: turbo pascalid**ta tu e la tua famiglia!non mi vanto di niente!sai leggere almeno?dico che quello è il programma delle medie superiori
          terzo mondo: ti hanno mai avvertito che su un
          qualunque
          so linux o simili puoi avere tutti i compilatori,
          interpreti e
          linguaggi vari allo stato dell'arteanche su windows...ma lo capisci o no che se il programma scolastico fa pena non dipende dall'o.s utilizzato (chessò gcc
          4.0) a costo
          zero ? Si ma tu, defi**nte sei abituato alla
          grande tecnologia
          del turbo pascal e vuoi che tutti la imparino e
          diventino
          idi**i come tegentile idi**a quale parte di: 'i problemi dipendono da programmi scolastici inadeguati e da scarsi investimenti nel settore' non hai capito!tp è quello che viene insegnato non quello che io voglia far insegnare.se attiveresti il cervello prima di postare...ho scritto che a scuola si insegna analisi e teoria della programmazione (come riconoscere quando usare un ciclo for invece di un while until, almeno così anche i defi**nti come te capiscono), il problema è che alla fine sei solo capace di fare diagrammi di flusso.ora cercherò di essere comprensibile anche per i bambini al di sotto dei 6 anni cosi forse capisci anche tu...1) insegnare a fare diagrammi di flusso (e basta) non produrrà personale competitivo2) insegnare diagrammi di flusso è indipendente dal linguaggio scelto o dall'o.s.si deduce che il problema sta proprio nel cattivo insegnamento e non nel linguaggio o nell'o.s.è troppo difficile per te capire che fare diagrammi di flusso su tp in msdos e lo stesso che farli su c in drdos?


          mi spieghi tutto questo che cosa c'entra con ms
          o linux?
          Te lo spiego subito, il mio fessacchiotto.
          Fare tecnologia informatica in questo momento, in
          europa,
          vuol dire sviluppare su sistemi aperti,tecnologia informatica la fai penissimo anche senza sviluppare o.s. ma ovviamente ti stai arrampicando sugli specchi per dimostrare che linux risolverebbe i problemi di un paese che ha un'istruzione ferma al '73 come
          fanno in germania
          spagna, polonia, finlandia, francia, danimarca,
          svezia, norvegia,
          etc. Il fatto che scuola, stato e popolazione
          italiana siano
          superconservatori in tutto, e in particolar modo
          nelle c.d.
          nuove tecnologie fa il paio col fatto che in
          italia si usi windows,wowwww che ragionamento fine....qui meglio un non comment!
          ovvero un sistema supercostoso e antididattico,antididattico??per te didattica = sistema operativo?CURATI!
          in percentuali
          sconosciute in ogni paese del mondo. Ma tu
          poveretto, con il tuo cervellino limitato,cervellino limitato tu e la tua famiglia! a
          queste piccole verità non ci arriverai mai.
          Per quanto riguarda la tua puzzolente tana,vai avanti con gli insulti...vai avanti ...tanto lo staff di p.i. ti pare le spalle (ma perchè akkio permettete a questo cafone sottosviluppato di insultare la gente? vostro amico? stesso credo religioso?) cambia
          mestiere: molte latrine aspettano qualcuno che le
          pulisca usando
          la linguaallora corri magari anche per te c'è un posto nella società!
          Auguri e buon lavorobuona cura (psichiatrica)!
          • Anonimo scrive:
            Re: i winbulgari italioti saranno conten
            I sistemi aperti come linux, che non è solo unso sul tipo chesso di win o osx, ma una piattaforma con cui al momento si possono fare veramente tante cose su molti tipi di macchina e in un range di applicazioni molto ampio, danno parecchi vantaggi,in generale e specialmente nei paesi che sono rimasti indietro. Per es, ?Il software libero ? ha scritto Bender ? è meglio dal punto di vista dei costi, della potenza e della qualità. Non solo: il suo utilizzo permette di sviluppare una comunità di programmatori auto-didatti ? sostiene ancora la missiva del MIT ? rendendo possibile una pratica diffusa di social learning"Questo non è un pazzo ma il direttore di uno deilab americani piu famosi, media center del mit, mapiu che altro una persona di buon senso. Una diffusapratica di "social-learning" non può incidere direttamente sui difetti strutturali di un intero sistemascolastico, ma esercita comunque una pressione dalbasso in quanto aumenta il livello generale degliutenti e le aspettative nei suoi confrontiQuanto alle scuole, perlomeno dell'obbligo,cito, da un famoso progetto scandinavo(che funziona),"First and foremost, Skolelinux is free software. This is ethically important for schools. School should not be an arena where piracy is accepted or encouraged, but a place that promotes the making and sharing of knowledge. Skolelinux respects this need."http://www.skolelinux.org/portal/about/whyIniziamo a vedere se si puo fare qualcosa di civilee poco costoso prendendo spunto da quanto si fa in paesi piu progrediti.
          • Anonimo scrive:
            Re: i winbulgari italioti saranno conten
            - Scritto da: Anonimo
            ?Il software libero ? ha scritto Bender ? è
            meglio dal punto di vista dei costi, della
            potenza e della qualità. Non solo: il suo
            utilizzo permette di sviluppare una comunità di
            programmatori auto-didatti ? sostiene ancora
            la missiva del MIT ? rendendo possibile una
            pratica diffusa di social learning"...e creando così lavoro sicuro per i secoli a venire per una ristrettissima cerchia di software scientists e ingegneri del software, condannati dantescamente a ripetere all'infinito - inascoltati -le stesse identiche cose. Una versione moderna del supplizio di Sisifo, combattere come dei poveri Don Chisciotte contro il coacervo di pessime pratiche, incoerenza progettuale e profondissima ignoranza delle metodologie formali che causano il degrado qualitativo inarrestabile del software moderno, caratterizzando in egual misura il software prodotto "on the rush" per il mainstream sotto la spinta del marketing, e l'approccio degli autodidatti della programmazione.Naturalmente la Dea Coerenza non soggiorna a certe latitudini, ma se così fosse la sindrome della dietrologia paranoide e del cui prodest, peraltro molto diffusa in certe fasce sociopolitiche italiote, condurrebbe ineluttabilmente alla conseguenza che in questo discorso si deve subodorare un tentativo di autolegittimazione e conservazione dell'elitarismo accademico, in nome del quale si esorta il popolo bue a non studiare la scienza dei calcolatori, limitandosi alla meccanica ed alla artigianalità del mero software applicativo, lasciando implicitamente nelle mani del MIT le cose serie !Naturalmente il problema non è affatto il costo delle licenze per le scuole pubbliche, dato che le grandi aziende normalmente regalano o trattano coi guanti bianchi le istituzioni...
      • Anonimo scrive:
        Re: i winbulgari italioti saranno conten

        questi tu gli chiami investimenti??
        sono spese di gestione!Sono fior di quattrini buttati via.Hai una bella faccia tosta a chiamarle spese di gestione !Abbassiamo le c.d. spese di gestione e avremo soldi dainvestire in cose serie
        incapici di scrivere poche righe di codice decenteE anche di scrivere italiano decente.
        i paesi civili hanno programmi di studi migliori, docenti più
        preparati, investimenti nelle aziende che fanno innovazioneCerto, sempre piu basati su sistemi aperti, com'è logico chesia: non si sviluppa un'industria del sw sulla base di roba comewindows. Quella gia la fanno altri. Che se la tengano.
        i problemi di una nazione si risolvono cambiando o.s.Iniziamo a fare come i paesi civili, che migrano sempre piuverso sistemi aperti: facciamo qualche passo avanti nelladirezione giusta

        avere personale incompetente davinti una pc che
        usa windows è lo stesso che avere gente
        incompetente davanti a uno che usa linuxNon è vero: nel secondo caso risparmi le licenze e nonabitui i bambini a diventare clienti di una qualche azienda,cosa scandalosa. Notoriamente, linux è un ottimo prodottodidattico e anche tu penso sia in grado di ammetterlo.Se gli insegnanti sono incompetenti, occorrerà formarli, ma,come avviene sempre piu in europa, su sistemi aperti. Certo che i problemi di formazione sono enormi, specie in un momento in cui non ci sono soldi per far nulla: evitiamoper favore di spenderli in licenze windows, anche se gatesè disposto quasi a regalare, per non perdere intere nazioni.Non ci sono soldi ? Non buttiamo i pochi che ci sono.Dobbiamo avere chiaro soprattutto un concetto: la necessita di sviluppare strumenti indipendenti su sistemi aperti, come fanno ormai tutti al mondo, per ridurre il gap e la dipendenza tecnologica in questo settore e per iniziare a diventare produttori e non meri compratori.Questo con windows _non_si_ puo_ fare. Questo tutti in europa ormai l'hanno chiarissimo: solo noi sembra che non ci siamoancora arrivati. TUTTI ormai sanno che usando windows nonsi va da nessuna parte perché di fatto si blocca l'industria europea e nazionale. Dammi la tua ricetta per avere una produzione di sw italiana ed europea che possa non essere basata su sistemi aperti e ne parliamo. Per ora hai fatto affermazioni tanto vere quanto vuote.
        • Anonimo scrive:
          Re: i winbulgari italioti saranno conten
          - Scritto da: Anonimo

          questi tu gli chiami investimenti??

          sono spese di gestione!

          Sono fior di quattrini buttati via.
          Hai una bella faccia tosta a chiamarle spese di
          gestione !be veramente le definizioni della lingua italiana non le conio io...gestire degli apparati (compreso gli o.s.) informatici ha dei costi....
          Abbassiamo le c.d. spese di gestione e avremo
          soldi da
          investire in cose seriesoldi li abbiamo già, quello che proprio non volete capire!solo che vanno nel digitale terrestre ed in altre ammenità



          incapici di scrivere poche righe di codice
          decente
          E anche di scrivere italiano decente.


          i paesi civili hanno programmi di studi
          migliori, docenti più
          preparati, investimenti
          nelle aziende che fanno innovazione

          Certo, sempre piu basati su sistemi aperti, com'è
          logico che
          sia:ma anche sui closed....ci sei o ci fai....la pianti di tirare fuori linux ed open source pure quando si parla di calcio?il problema è la formazione e l'investimento nella pubblica istruzione non l'o.s. usato! non si sviluppa un'industria del sw sulla
          base di roba come
          windows.veramente la stragrande maggioranza dell'industria è stata sviluppata proprio su windows cmq la discreet, macromedia, e altre 3000 non contano niente nelle tue farneticazioni Quella gia la fanno altri. Che se la
          tengano. e infatti producono sw e ricchezza oltre che essere anni avanti a noi...ma no, noi risolviamo tutto cambiando o.s....


          i problemi di una nazione si risolvono
          cambiando o.s.hai detto la caxxata!dovrei già smettere di postare con un fanatico religioso
          Iniziamo a fare come i paesi civili, che migrano
          sempre piu
          verso sistemi aperti:si ok adesso hai fatto il tuo sermone pro linux, ricordati che non tutti migrano, e i paesi che migrano spesso hanno già un ict 300 volte superiore al nostro.... facciamo qualche passo
          avanti nella
          direzione giustatipo miglioriamo il programma di studi che produrrà più competenza di qualsiasi migrazione verso qualsiasi o.s. il tuo amato linux incluso



          avere personale incompetente davinti una pc che

          usa windows è lo stesso che avere gente

          incompetente davanti a uno che usa linux

          Non è vero: nel secondo caso risparmi le licenzese parti da 0 vero...se migri spendi il doppio in migrazione!
          e non
          abitui i bambini a diventare clienti di una
          qualche azienda,ma in che mondo vivi???siamo tutti dipendenti da aziende in tutti i settori
          cosa scandalosa. Notoriamente, linux è un ottimo
          prodotto
          didatticodidattico?adesso un o.s. può anche essere didattico?a certo parliamo di linux lui è tutto un po come il presidente operaio....un o.s. è un o.s. BASTA! e anche tu penso sia in grado di
          ammetterlo.
          Se gli insegnanti sono incompetenti, occorrerà
          formarli, ma,
          come avviene sempre piu in europa, su sistemi
          aperti. gli insegnanti non devono spiegarti come usare linux (ma neanche windows) devono spiegarti teoria dell'informatica e teoria della programmazione..sarebbe meglio prepararli sulla teoria di bilanciamento di strutture ad albero (visto che con una laurea mi è toccato impararla da autodidatta)
          Certo che i problemi di formazione sono enormi,
          specie in
          un momento in cui non ci sono soldi per far
          nulla: evitiamo
          per favore di spenderli in licenze windows,spendiamoli in migrazione? anche
          se gates
          è disposto quasi a regalare, per non perdere
          intere nazioni.
          Non ci sono soldi ? Non buttiamo i pochi che ci
          sono.

          Dobbiamo avere chiaro soprattutto un concetto: la
          necessita di sviluppare strumenti indipendenti su
          sistemi aperti, come fanno ormai tutti al mondo,
          per ridurre il gap e la dipendenza tecnologica
          in questo settore e per iniziare a diventare
          produttori e non meri compratori.lo farò presente ai produttori di maya,autocad,3ds,c4d,matematica,photoshop e via dicendo..loro non lo sanno perchè ancora non ti hanno conosciuto ma non sono loro a produrre il sw di punta quello che porta certe nazione in cima alla lista....non possono esserlo perchè non progettano per sistemi aperti!SEI MEGLIO DI ZELING assicuro
          Questo con windows _non_si_ puo_ fare. Questo
          tutti in europa
          ormai l'hanno chiarissimo: solo noi sembra che
          non ci siamo
          ancora arrivati. TUTTI ormai sanno che usando
          windows non
          si va da nessuna parte perché di fatto si blocca
          l'industria europea e nazionale. Dammi la tua
          ricetta per avere una produzione di sw italiana
          ed europea che possa non essere basata su sistemi
          aperti e ne parliamo.la ricetta è semplice: migliori la preparazione, incoraggi il nascere di imprese e si produrra sw!da quando per produrre sw servono sistemi aperti? Per ora hai fatto
          affermazioni tanto vere quanto vuote.meglio le tu vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: i winbulgari italioti saranno conten
            Siamo sempre li, al contrario di moltissimi addetti ai lavori europei,voi credete che lo sviluppo di un settorestrategico come quello del sw sia risolvibilein europa continuando a importare tutto.Ecco perche siamo ultimi nell'europa del sud. Siete incapaci di pensare alla possibilità di produrre la benché minima cosa che non siail piccolo gestionale dell'aziendina del comune x.Avete la vs bibbia su cui c'è scritto: tutto è giastato fatto, tutto è gia nelle giuste mani divine,il resto sono stronzate..Per fortuna (loro) in europa ci sono moltissime persone che non la pensano cosi, e, anzi, una logica del genere viene ritenuta un vero e proprio suicidio, e che vogliono un settore indipendente dagli interessi didue o tre grandi aziende. Saranno loro ad andareavanti e cambiare le cose, mentre noi scivoleremosempre piu verso il terzo mondo.Il vs sogno è che finalmente ci sia una bella legge,come quella sui brevetti, che tolga di mezzo alcune centinaia di migliaia di piccole aziende europee perconsolidare definitivamente la fine dell'industria europea del sw. Agghindatelo come volete, ma il vs è un monoteismo integralista e superconservatore. Sulla porta c'èscritto: tutti vogliamo che cambi, ma facendo in modoche resti tutto uguale.
          • Anonimo scrive:
            Re: i winbulgari italioti saranno conten
            - Scritto da: Anonimo
            Siamo sempre li, al contrario di
            moltissimi addetti ai lavori europei,
            voi credete che lo sviluppo di un settore
            strategico come quello del sw sia risolvibile
            in europa continuando a importare tutto.mai detto questo...certo la soluzione non sogiace nella semplice sostituzione dell'o.s.
            Ecco perche siamo ultimi nell'europa del sud. perchè produciamo sw di mer*a
            Siete incapaci di pensare alla possibilità di
            produrre la benché minima cosa che non sia
            il piccolo gestionale dell'aziendina del comune x.appunto solo quello...ma come vedi pensare di produrre gestionali in win o in linux non cambia molto sempre gestionali si producono...il problema non sta nell'o.s. sotto licenza o opensource ma nello spingere il mercato verso sw più 'hightech' del gestionale e nel formare personale in grado di produrre tale sw, tutto questo indipendentemente dall'o.s.

            Avete la vs bibbia su cui c'è scritto: tutto è gia
            stato fatto, tutto è gia nelle giuste mani divine,
            il resto sono stronzate..no, ma neanche vogliamo una bibbia che dice: non avrete altro o.s. all'infuori dell'opensource...non è così che si risolvono i problemi informatici italiani...siamo già pieni di idiozie e idioti che leggiferano in materia senza sapere un tubo e non abbiamo certo bisogno anche dei pregiudizi e dell'integralismo di certe frange dei sostenitori linux

            Per fortuna (loro) in europa ci sono moltissime
            persone che non la pensano cosi, e, anzi, una
            logica del genere viene ritenuta un vero e
            proprio suicidio, e che vogliono un settore
            indipendente dagli interessi di
            due o tre grandi aziende.la maggioranza delle software-house produce sw per o.s. e non o.s. stessi.il problema sta nel produrre buon sw non è necessario (e forse neanche auspicabile in un momento di crisi) spaesare ulteriormente un mercato alla deriva, poi lì dove la migrazione porta vantaggi ben venga ma pensare che la questione 'sw all'italiana' si risolva cambiando o.s. e pura follia (o integralismo linux-iano) Saranno loro ad andare
            avanti e cambiare le cose, mentre noi scivoleremo
            sempre piu verso il terzo mondo.certo hanno programmatori competenti, non gente da 600/700 euro al mese (come la maggior parte dei guru di p.i.), non hobbysti da tutorial sulla rete, non persone che dalle scuole hanno imparato solo a fare flow-chart; hanno una classe politica che favorisce il nascere di aziende altamente specializzate in sw (sino a 4.000.000 di euro in francia per le società che, rispondendo ai severi requisiti, decidono di avviare una sw di vidoegame, mica bruscoletti), incentivi e investimenti, noi qui al massimo investiamo nel digitale terrestre...mi spiace sbagli (in buona o mala fede che sia) ma la questione o.s è solo marginale, altro serve per risolvere il problema ed ad altro andrebbero date le priorità

            Il vs sogno è che finalmente ci sia una bella
            legge,
            come quella sui brevetti, che tolga di mezzo
            alcune centinaia di migliaia di piccole aziende
            europeee chi ha mai detto questo?certo che se qualcuno deve investire soldi in sw magari si aspetta un ritorno economico (vincoli sul prodotto) simili a quelli che esistono in tutti gli altri settori...i brevetti selvaggi proprio no ma magari una buona normativa sul copyright non ci starebbe affatto male per
            consolidare definitivamente la fine
            dell'industria
            europea del sw. fortunatamente l'industria europea non dipende dalla tua demagogia e credo sw-house (che lavorano sul closed, su os windows come su osx, con tanto di copyright e senza alcun bisogno dell'open source) del calibro della francese ubi-soft resteranno sempre sulla cresta dell'ondo producendo sw ad altissimi livelli e con fatturati che i db ralazionali italianotti si sognanano..altri esempi?vue d'espit (francia); ahead (nero, germania); eidos(inghilterra)...e potrei andare avanti per ore..come vedi certe nazioni sono avanti a noi non perchè usano o.s. free ma perchè producono sw di qualità, di fatto l'o.s. non c'entra una cippa con il discorso del buon o cattivo sw, anzi a voler esser puntigliosi forse ci converebbe puntare sulla produzione di sw per o.s. più diffusi visto che abbiamo già un divario da colmare risulterebbe conveniente invece che puntare su o.s. a diffusione minoritaria..ma questo è un'altro discorso ed è un pò più complesso delle semplificazioni a cui spesso ricorrete. il mondo dell'informatica non si può appiattire ad un discorso del tipo: open-closed, windows-linux spero che almeno questo hai il coraggio di riconoscerlo

            Agghindatelo come volete, ma il vs è un
            monoteismo
            integralista e superconservatore.integralismo secondo me è proporre un o.s. (linux) persino per risolvere le cattive prestazioni dell'inter....tante volte ve ne uscite con sparate ridicole...in un paese in cui il problema è l'incapacità di produrre sw la soluzione non è certo cambiare o.s. Sulla porta c'è
            scritto: tutti vogliamo che cambi, ma facendo in
            modo
            che resti tutto uguale. certo che no. ma interveniamo dove realmente nasce il problema: scuola, formazione, incentivi alle imprese sw etcnon confondere linux con la pietra filosofale..NON E' LA SOLUZIONE A TUTTI I MALI DEL MONDO!
  • Anonimo scrive:
    [OT forse]Lawsuits push SCO to the brink
    http://www.vnunet.com/news/1162580
    • francescor82 scrive:
      Re: [OT forse]Lawsuits push SCO to the b

      http://www.vnunet.com/news/1162580 SCO also confirmed that future SCOsource income could rely on the outcome of its litigation with IBM."The success of these initiatives may depend on the strength of our intellectual property rights and contractual claims regarding Unix, including the strength of our claim that unauthorised Unix source code and derivative works are prevalent in Linux." Beh, se erano tanto sicuri delle loro pretese, perché ora hanno cambiato idea? Solo perché i fondi stanno finendo?Una lezione per chi vuole vivere di soli brevetti, immagino.
  • Anonimo scrive:
    internet senza problemi ? lin su win
    Bella mossa.Un linux su win per navigare e gestirele mail senza problemi. Certo, doverdare ai propri utenti un altro so soloper accedere in modo sicuro alla retepuò non essere estremamente elegante...
    • Alessandrox scrive:
      Re: internet senza problemi ? lin su win
      - Scritto da: Anonimo
      Bella mossa.
      Un linux su win per navigare e gestire
      le mail senza problemi. Certo, dover
      dare ai propri utenti un altro so solo
      per accedere in modo sicuro alla rete
      può non essere estremamente elegante...Quando si imbatteranno nel sito di una banca o di un servizio importante che vuole la MS-JVM o non invia le pagine come text/html ma come text/plain (casi tuttaltro che rari) vedrai come ritorneranno al loro fido win...
      • Anonimo scrive:
        Re: internet senza problemi ? lin su win

        Quando si imbatteranno nel sito di una banca o di
        un servizio importante che vuole la MS-JVM o non
        invia le pagine come text/html ma come text/plain
        (casi tuttaltro che rari) vedrai come
        ritorneranno al loro fido win...e dove è il problema? cambi banca no? o te la sei sposata.eppoi basta avere vmware installato e con quello risolvi veramente tutti i problemi di compatibilità.cmq l'importante è farsi sentire appena si trova una pagina non compatibile.pensavo... ora che firefox sta guadagnando terrenno mese dopo mese ed explorer abbasandosi sempre più.... come la metteremo tra un annetto o due?vediamo cosa farà google anche. visto che ha assunto uno degli sviluppatori di firefox... Un browser proposto da google verrebbe accettato da tutti, e se questo browser fosse firefox o un suo derivato allora si che anche le banche più reticenti dovranno cambiare rotta.Comunque vadano le cose una cosa è certa. Prima o poi M$ è destinata a fallire o a trasformarsi, per il semplice motivo che gli attacchi si fanno ogni giorno sempre più forti e molteplici. Per forte che sia M$ non potrà reggere per sempre.ciaociaomax
        • Alessandrox scrive:
          Re: internet senza problemi ? lin su win
          - Scritto da: Anonimo

          Quando si imbatteranno nel sito di una banca o
          di

          un servizio importante che vuole la MS-JVM o
          non

          invia le pagine come text/html ma come
          text/plain

          (casi tuttaltro che rari) vedrai come

          ritorneranno al loro fido win...
          e dove è il problema? cambi banca no? o te la
          sei sposata.Scusami... realisticamente, obiettivamente, puo' essere vero per me ma ce lo vedi tu l' utente medio (90% degli utenti, ad essere ottimisti) a cambiare banca perche' non vede bene il sito con firefox? Perche' e' in questa ottica che stiamo parlando, quella dell' utente medio.Inoltre ci sono molti casi in cui per lavoro si deve accedere a determinati servizi web messi a disposizione per i collaboratori di una determinata azienda... ora realisticamente in questi casi ti becchi quello che ti danno, quindi o ti adegui o perdi il lavoro...
          eppoi basta avere vmware installato e con quello
          risolvi veramente tutti i problemi di
          compatibilità.OK, a parte me che mi piace installarmi una marea di S.O. sulla stessa macchina... in genere se un S.O. fa tutto quel che si richiede nessuno (a meno di particolari esigenze) si compra una licenza di vmware (altrimenti e' solo evaluation) e una di windows... si compra windows e stop.
          cmq l'importante è farsi sentire appena si trova
          una pagina non compatibile.
          pensavo... ora che firefox sta guadagnando
          terrenno mese dopo mese ed explorer abbasandosi
          sempre più.... come la metteremo tra un annetto o
          due?Spero meglio per tutto cio' che rispetta gli standard ma nel contempo ci sara' sempre piu' propaganda in favore delle tecnologie proprietarie; vedremo. IO la vedo comunque dura, la gente e' meno portata ai cambiamenti di quanto si pensi e soprattutto in ambito IT e' molto conservativa. La battaglia e' stata gia' persa ai tempi di win95... poi magari i miracoli esistono sempre eh... ma chiaramente non e' su questi che si puo' basare la programmazione di un' investimento aziendale.
          vediamo cosa farà google anche. visto che ha
          assunto uno degli sviluppatori di firefox... Un
          browser proposto da google verrebbe accettato da
          tutti, e se questo browser fosse firefox o un suo
          derivato allora si che anche le banche più
          reticenti dovranno cambiare rotta.Per quanto Google sia popolare un browser con il suo marchio non potra' da solo cambiare le sorti di un mercato, *per ora* e da termpo immemorabile, perso per la concorrenza; tuttavia la cosa interessante di questa notizia e' l' aver capito da parte delle varie realta' free/open (linux, mozilla, openOffice ecc.) che da sole non hanno nessuna possibilita' di scalzare il dominio assoluto di MS e di strappargli qualche percentuale significativa di mercato (l' 1% fa notizia solo per chi era molto sotto lo 0%), l' unica possibilita' e' coalizzarsi e cercare partner e sponsor, possibilmente famosi e facoltosi. Google e' uno di questi, speriamo non sia anche l' ultimo.
          Comunque vadano le cose una cosa è certa. Prima o
          poi M$ è destinata a fallire o a trasformarsi,
          per il semplice motivo che gli attacchi si fanno
          ogni giorno sempre più forti e molteplici. Per
          forte che sia M$ non potrà reggere per
          sempre."per sempre" e "mai" sono parole che ho imparato a considerare con molta cautela.
          • Anonimo scrive:
            Re: internet senza problemi ? lin su win

            IO la vedo comunque dura, la gente e' meno portata ai
            cambiamenti di quanto si pensi e
            soprattutto in ambito IT e' molto conservativa.Anchi'IO la vedo dura in ITALIA, paese superincoglionito, specie in ambito IT. E' come perl'inglese: i giovani dell'europa dell'est parlano TUTTIinglese piuttosto bene, in italia uno su 20 lo parla sgangherato. Questa è la realta: siamo supercoglionirispetto a tutti gli altri, ma è una realta soprattutto ns,che ci costruiamo giorno per giorno. In Germania nonè cosi, nei paesi scandinavi e in francia non è cosi,noi siamo gli ultimi della lista, e questa è la ns realtà(come dici tu). Se qualcosa si muoverà, e si sta per fortunamuovendo, non è certo perche noi spingiamo. Per lo più noi subiamo e al max ce ne lamentiamo, MA NON FACCIAMONULLA PER CAMBIARE NULLA. Quindi il peggio, per noi, èsempre strameritato, il meglio, se arriva, lo dobbiamo a qualcun'altro.ciao
  • Anonimo scrive:
    VmWare
    Ovvio che la mossa è per poter competere con vmWare, in particolare con ESX. Al momento non c'è paragone con vmware ma di sicuro il supporto linux è necessario per arrivare verso una competizione decente.
  • Anonimo scrive:
    Esattamente come per java...
    Il caro Bill fara' si che Linux giri moooolto male e "dimostrera'" che il sistema e' instabile ed inutile.Furbo come un cervo!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Esattamente come per java...
      Lascia fare, java non ha bisogno di sforzi per essere peggiorato: è performante come un pachiderma narcolettico e pieno di falle già di suo... senza neanche tentare un improbabile confronto con linguaggi seri, se si piglia la stessa applicazione fatta in java da un megaprofessionista e in delphi da un ragazzotto autodidatta quest'ultima sarà almeno venti volte meno ingombrante e 50 volte più performante... java è una sottospecie di linguaggio confuso, contrario ai principi della OOP e totalmente inutile, di cui nessuno ha mai sentito il bisogno e se sparisse non se ne sentirebbe assolutamente la mancanza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Esattamente come per java...
        - Scritto da: Anonimo
        Lascia fare, java non ha bisogno di sforzi per
        essere peggiorato: è performante come un
        pachiderma narcolettico e pieno di falle già di
        suo... senza neanche tentare un improbabile
        confronto con linguaggi seri, se si piglia la
        stessa applicazione fatta in java da un
        megaprofessionista e in delphi da un ragazzotto
        autodidatta quest'ultima sarà almeno venti volte
        meno ingombrante e 50 volte più performante...

        java è una sottospecie di linguaggio confuso,
        contrario ai principi della OOP e totalmente
        inutile, di cui nessuno ha mai sentito il bisogno
        e se sparisse non se ne sentirebbe assolutamente
        la mancanza."The biggest problem is that Java is really slow ... the most inspired java code is going to be a fraction the performance of pedestrian native C code ... Write-once-run-anywhere. Ha. Hahahahaha ... Portability is not a justification for the awful performance." John Carmack speaking of java. March 27th, 2005:)
        • Anonimo scrive:
          Re: Esattamente come per java...
          - Scritto da: Anonimo
          Dunque su questo terreno non c'è dialogo: il
          pregiudizio, l'hype, le leggende urbane e (ben
          che vada) la legge empirica di Moore sono gli
          unici argomenti che vengono ottusamente opposti
          ad analisi quantitative incontrovertibili come
          questa di Carmack, dall'alto della sua assoluta
          autorevolezza in materia.Quindi l'alternativa migliore e' VB?Comunque molti esperti che parlano male di java raramente hanno avuto modo di testare a fondo le ultime virtual machine.
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Dunque su questo terreno non c'è dialogo: il

            pregiudizio, l'hype, le leggende urbane e (ben

            che vada) la legge empirica di Moore sono gli

            unici argomenti che vengono ottusamente opposti

            ad analisi quantitative incontrovertibili come

            questa di Carmack, dall'alto della sua assoluta

            autorevolezza in materia.

            Quindi l'alternativa migliore e' VB?alternativa a che?per forza java o vb?il buon vecchio c++ che è strutturato 100 volte meglio di java è ha un supporto oop che java si sogna.java non è alternativa a niente!nella moda della 'portabilità' ci si è completamente dimenticati di quello che distinque un buon programmatore da un newbie: ottimizazione e uso risorse; cose che con java non hanno nulla a che fare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...

            completamente dimenticati di quello che distinque
            un buon programmatore da un newbie: ottimizazione
            e uso risorse; cose che con java non hanno nullagia' solo che i si sono dimenticati, che essendo solo scriba nel 2000, e' il caso che la piantino di tirarsela, e imparino a fare programmi decenti, leggibili, esensibili, riutilizzabili, pratici, e fatti per utenti e non per altri developer.Gia' perche' se fai un cesso in c++ , questo resta: un cesso.Non a caso c'e' questa ridicola mascherina blu, con scrittine bianche, fatta da un mito nel campo della programmazione, e' stato quanto di innovativo gli SCRIBA nell'anno 2000 sono riusciti a produrre:un buco, con il niente attorno.Ma che cavolo scrivi che deve essere performante su un pentium 4, con 512 mega di ram? I dinosauri?Qui sembra solo di ascoltare i programmatori della Origin, mentre scrivono Ultima 6, per 486 senza coprocessore matermatico, e 2 mega di ram.All'atto pratico pero' nessuno qui sa farlo, e la parte bella, e' che neanche serve piu'. E' il caso di aprire gli occhi, svegliarsi e migrare nel mondo reale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            - Scritto da: Anonimo


            completamente dimenticati di quello che
            distinque

            un buon programmatore da un newbie:
            ottimizazione

            e uso risorse; cose che con java non hanno nulla

            gia' solo che i si sono dimenticati, che essendo
            solo scriba nel 2000, e' il caso che la piantino
            di tirarsela,fin qui neanche si capisce che vuoi dire.. e imparino a fare programmi
            decenti, leggibili, esensibili, riutilizzabili,
            pratici, e fatti per utenti e non per altri
            developer.?? non è ben chiaro cmq il discorso pare completamente svincolato dal linguaggio usato

            Gia' perche' se fai un cesso in c++ , questo
            resta: un cesso.vero, ma in java è già il linguaggio ad essere un cesso quindi è ben più difficile fare qualchecosa di decente

            Non a caso c'e' questa ridicola mascherina blu,
            con scrittine bianche, fatta da un mito nel campo
            della programmazione, e' stato quanto di
            innovativo gli SCRIBA nell'anno 2000 sono
            riusciti a produrre:

            un buco, con il niente attorno.ma di che parli a che ti riferisci?


            Ma che cavolo scrivi che deve essere performante
            su un pentium 4, con 512 mega di ram? I
            dinosauri?sei molto enigmatico almeno se rispondevi quotando qualche cosa si poteva estrapolare...andiamo ad intuito...quello che si dice è che su un p4 magari non te ne accorgi ma hai lo stesso un calo di prestazioni, in calo che diviene insostenibile su pc più datati...il fatto che su un p4 3,2ghz con 512 un programma giri (anche se sprechi risorse copiosamente) non significa che sia un buon programma...un dei punti chiave nella programmazione a certi livelli è proprio l'ottimizzazione delle risorse anche se poi il programma girera su un cray...in java ha le gambe spezzate si da subito!



            Qui sembra solo di ascoltare i programmatori
            della Origin, mentre scrivono Ultima 6, per 486
            senza coprocessore matermatico, e 2 mega di ram.
            All'atto pratico pero' nessuno qui sa farlo, e la
            parte bella, e' che neanche serve piu'.serve però ottimizzare le risorse, e serve molto più che non osannare un linguaggio pieno di difetti solo perchè fa moda o per il mito (falso) della portabilità!evidentemente tu programmi solo database relazioni in piccole realtà per questo non hai assolutamente coscienza di quanto sia utile/indispensabile ottimizzare le risorse E' il
            caso di aprire gli occhi, svegliarsi e migrare
            nel mondo reale.come tutti i professionisti che hanno accantonato le trollate da neolureati infarciti di ideali e con esse anche java!
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            - Scritto da: Anonimo
            Qui sembra solo di ascoltare i programmatori
            della Origin, mentre scrivono Ultima 6, per 486
            senza coprocessore matermatico, e 2 mega di ram.
            All'atto pratico pero' nessuno qui sa farloVieni bambino, 22 anni di core assembly, ti faccio una FFT su un PIC16 con 1 k di PROM, su quella merda pachidermica di JVM che ti piace tanto io ci piscio sopra e me la rido. L'ottimizzazione spinta, il firmware e il microcodice sono nelle mani dei Veri Programmatori, i javisti last minute sono solo scribacchini di serie C che prima o poi si vedranno fottere il posto da qualche ottuso ragioniere cresciuto a VBA.
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Qui sembra solo di ascoltare i programmatori

            della Origin, mentre scrivono Ultima 6, per 486

            senza coprocessore matermatico, e 2 mega di ram.

            All'atto pratico pero' nessuno qui sa farlo

            Vieni bambino, 22 anni di core assembly, ti
            faccio una FFT su un PIC16 con 1 k di PROM,probabilmente neanche sa di cosa stai parlando, al giorno d'oggi metti su un sitarello con qualche scriptino che ti saluta all'ingresso in 5 lingue e ti senti un programmatore...cmq complimenti 1k di prom...mai fatto neanche io con così poche risorse su
            quella merda pachidermica di JVM che ti piace
            tanto io ci piscio sopra e me la rido.
            L'ottimizzazione spinta, il firmware e il
            microcodice sono nelle mani dei Veri
            Programmatori, i javisti last minute sono solo
            scribacchini di serie C che prima o poi si
            vedranno fottere il posto da qualche ottuso
            ragioniere cresciuto a VBA.be tanto per le prestazioni che ottengo forse è megliore la seconda scelta almeno come ragioniere conoscere anche la parte (e le esigenze) contabile :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            Una FFT in 1 k di codice.. appero'.. :).. A parte la spocchiosita' (22 anni di core assembler.. bla bla bla).... Movoakagher....Scommetto che sei uno di quelli che pensa che se non programmi in linguaggio macchina puro non sei nessuno. Peccato che il mondo reale sia veramente diverso....Che ti vada bene o no, il mondo e' fatto da milioni di pc low cost con applicativi che devono essere low cost.Karmack non ha mai inventato nulla di nuovo anche se e' innegabile la sua bravura nel programmare, anche il vecchio Wolf e' il riadattamento di alcune paper (non ricordo se del siggraph o di altro) per far girare un giochino.Ho programmato in Assembler per 8 anni, su z80, 6502,6510, 680x0, gli x86 e anche alcuni programmi su Pic, e si dovevano selezionare le istruzioni accuratamente per salvare cicli macchina. Oggi non ha senso su sistemi non critici, il tempo perso in ottimizzazioni assembler porta solo all'esplosione dei costi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            - Scritto da: Anonimo
            il mondo e' fatto da
            milioni di pc low cost con applicativi che
            devono essere low cost.Set-top box e via andare. Le masse hanno bisogno di un PC come un pesce ha bisogno di una bicicletta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            - Scritto da: Anonimo
            Vieni bambino, 22 anni di core assembly, ti
            faccio una FFT su un PIC16 con 1 k di PROM,che sborone old style :Dio gli FFT li lascio fare agli ingegneri delle CPUjava (o vbasic ) mi basta e avanza con 2 minuti ti faccioil finestrone multimediale con tanto di bottoncinocolorato e immagine in dithering.
            su
            quella merda pachidermica di JVM che ti piace
            tanto io ci piscio sopra e me la rido.JIT compiling ti dice nulla ? il compilatore just in time ha gia ampiamente dimostrato la sua superiorità tecnologica.i compilatori SSA non sono in grado di ottimizzareil binario in base alla CPU....è piu lento ? e chi cazzo se ne frega, io devo programmare mica perdo tempo con le cazzatein assembly....
            L'ottimizzazione spinta, il firmware e il
            microcodice sono nelle mani dei Veri
            Programmatori, i javisti last minute sono solo
            scribacchini di serie C che prima o poi si
            vedranno fottere il posto da qualche ottuso
            ragioniere cresciuto a VBA.si si certo continua pure a ottimizzare ciao mondoche noi facciamo i gestionali da rifilare ai cazzoni (rotfl) (rotf)
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            Esperti in cosa?Banane fatte in VB, ma siamo seri, per usare un cesso come VB devi essere alla disperazione, o un neofito che vende fotocopiatrici, che non ha neanche una vaga idea di come si accende un computer...
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            Dov'è che parlano di VB nei post sopra ?Hai sbagliato thread, ragazzo........
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            - Scritto da: Anonimo
            Dov'è che parlano di VB nei post sopra ?ormai è un complesso lui vb ha paura pure di trovarlo nascosto sotto il letto insieme all'uomo nero..
            Hai sbagliato thread, ragazzo........
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...

            parti. A __*TUTTI*__ gli esperti di
            ottimizzazione estrema, dal gaming all'embedded
            realtime, java fa solo schifo & ribrezzo: nonScusa amore, ma io lavoro su pc, non faccio ottimizzazione estrema, su un sistema operativo medio cioe' windows, dove a partire dall'os, a tutti gli applicativi di base, il termine ottimizzazione e' ridicolo. Asm? ma esiste ancora?E che ci fai? Vuoi scrivere un web-service in assembler? O un programma di contabilità? O un word-processor? un'applicazione web etc, etc.A che pro? Sprecare milioni di euro in risorse per ottenere risultati che un compilatore decente sa fare meglio, prima, con costi ridotti di quincimila volte?Ti pagano per sparare cazzate?
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            Le applicazioni web sono cacca insignificante. I PC servono a fare cose serie... e per fare le cose serie ci vogliono Programmatori, non gentaccia che sbadila cazzate su framework pesantissimi e schifosi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Esattamente come per java...

          "The biggest problem is that Java is really slow
          ... the most inspired java code is going to be a
          fraction the performance of pedestrian native C
          code ... Write-once-run-anywhere. Ha. Hahahahaha
          ... Portability is not a justification for the
          awful performance."
          John Carmack speaking of java. March 27th, 2005

          :)Nella mia vita ho visto poche applicazioni in java portabili da una sistema all'altro senza problemi di librerie native, versioni discordanti o dimensioni assurde e richieste di memoria indicibili (se avete usato una gui di sviluppo su una macchina con 128 mega di memoria sapete cosa intendo).Nessuna di queste applicazioni per grafica e performances è paragonabile ad applicazioni come Firefox o OpenOffice che sono scritti entrambi in C++ con opportuni frameworks Eppure java dovrebbe essere il codice portabile e C++ no ... come mai ? Solo perchè non c'è bisogno di compilarlo ? E allora perchè non scrivono codice in python o in basic .... è la stessa cosa.Non è che è un linguaggio sopravvalutato solo perchè offre un framework (per altro piuttosto complicato) gratuito ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            - Scritto da: Anonimo


            "The biggest problem is that Java is really slow

            ... the most inspired java code is going to be a

            fraction the performance of pedestrian native C

            code ... Write-once-run-anywhere. Ha. Hahahahaha

            ... Portability is not a justification for the

            awful performance."

            John Carmack speaking of java. March 27th, 2005



            :)

            Nella mia vita ho visto poche applicazioni in
            java portabili da una sistema all'altro senza
            problemi di librerie native,la portabilità (specie quella di java) è solo un mito, una leggenda metropolitana come tante altre che pure circolano su p.i.nel miglior dei casi sei costretto ad un porting (ti tocca riaggiustare il codice), ma i programmi SERI non sacrificano prestazioni, ottimizzazioni e risorse in nome di una portabilità illusoria versioni
            discordanti o dimensioni assurde e richieste di
            memoria indicibili (se avete usato una gui di
            sviluppo su una macchina con 128 mega di memoria
            sapete cosa intendo).anche su una macchina da 64mb ed è proprio per questo che java lo relegato nel limbo delle leggende; certo poi se provi su mainframe della nasa java magari gira ottimamente ma come ho già detto la differenza tra un buon programmatore è un newbie e (quasi) tutta nell'ottimizzazione delle risorso..percui java è fuori!!

            Nessuna di queste applicazioni per grafica e
            performances è paragonabile ad applicazioni come
            Firefox o OpenOffice che sono scritti entrambi in
            C++ con opportuni frameworks si ma di c++ nessuno ti dice che se opportunamente usato va benissimo per creare codice portabile...purtroppo specie i neolaureati (o gli smanettoni) vivono nelle fantasie di java

            Eppure java dovrebbe essere il codice portabile e
            C++ no ... come mai ? Solo perchè non c'è bisogno
            di compilarlo ? E allora perchè non scrivono
            codice in python o in basic .... è la stessa
            cosa.

            Non è che è un linguaggio sopravvalutato solo
            perchè offre un framework (per altro piuttosto
            complicato) gratuito ?non solo per questo ma sicuramente è uno dei motivi per cui spesso è difeso a spada tratta
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            - Scritto da: Anonimo


            Non è che è un linguaggio sopravvalutato solo

            perchè offre un framework (per altro piuttosto

            complicato) gratuito ?

            non solo per questo ma sicuramente è uno dei
            motivi per cui spesso è difeso a spada trattaEh sì'... java alla fine fa cagare, ma però è aggratiss e allora va bene, è tutto grasso che cola. E' un po' lo stesso discorso con l'opensource, molta di quella roba fa solo cagare, però per i talebani diventa automaticamente buona perché te la regalano e quindi devi solo ringraziare... maddeche !?!?
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            - Scritto da: Anonimo

            Eh sì'... java alla fine fa cagare, ma però è
            aggratiss e allora va bene, è tutto grasso che
            cola. E' un po' lo stesso discorso con
            l'opensource, molta di quella roba fa solo
            cagare, però per i talebani diventa
            automaticamente buona perché te la regalano e
            quindi devi solo ringraziare... maddeche !?!?Hai perfettamente ragione
      • Anonimo scrive:
        Re: Esattamente come per java...
        Gia' solo che billy ha impiegato miliardi in risorse per affossarlo e quindi copiarlo, Buffo.Ops.. la campanella, torna a lavorare, billy ha chiamato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Esattamente come per java...
          - Scritto da: Anonimo
          Gia' solo che billy ha impiegato miliardi in
          risorse per affossarlo e quindi copiarlo,
          invece la sun cosa ha fatto per tenerlo in vita?
        • Anonimo scrive:
          Re: Esattamente come per java...
          - Scritto da: Anonimo
          Gia' solo che billy ha impiegato miliardi in
          risorse per affossarlo e quindi copiarlo, ma billy è un chiodo fisso per te?farti vedere da uno psicanalista non sarebbe meglio?

          Buffo.

          Ops.. la campanella, torna a lavorare, billy ha
          chiamato.mi sa che intanto il tuo amico a finito di rollare..vai e fatti una fumata!non mi risulta che John Carmack lavori per ms ne tanti esperti con gli attributi (mica ragazzini che postano su p.i.) che esprimo un giudizio simile.oltretutto si vede subito che java spreca risorse copisamente, ma non si può dire perchè pare che java sia anti-billy e nilly va combattuto anche con l'ignoranza...ma che bello..non so quando è successo ma un pò alla volta l'informatica è passata nelle mani di un gruppo di invasati religiosi!se devo usare java solo per far dispetto a ms preferisco non avere niente a che fare con le nuove schiere di programmatori e rimanere fedele alla old-school in cui contano + i risultati e l'uso delle risorse che non le ideologie politoco/religiose e scusa tanto se questo ti appare fuori luogo per un programmatore
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            Mah.. io sono rimasto al massimo del risultato con il minimo sforzo. Soprattutto in un economia come la nostra sotto pressione per i programmatori a basso costo e alta qualita' provenienti da altri paese.. Ma evidentemente per te e' meglio spendere 20.000 euro per ottimizzare un progetto piuttosto che spenderne 2000 per rinnovare e/o pompare l'hardware.
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            - Scritto da: Anonimo
            Mah.. io sono rimasto al massimo del risultato
            con il minimo sforzo.si la botte piena e la moglie ubriacala tua filosofia è quella che ha portato l'italia agli ultimi posti in europa...il massimo risultato contempla anche un uso critico delle risorse per il minimo sforzo si può discutere certo se poi vuoi tanti bei wizard... Soprattutto in un economia
            come la nostra sotto pressione per i
            programmatori a basso costo e alta qualita'
            provenienti da altri paese.. Alta qualità appunto..non programmini che sprecano risorse perchè tanto dopo si upgrada l'hwMa evidentemente per
            te e' meglio spendere 20.000 euro per ottimizzare
            un progettotutti i progetti vanno ottimizzati altrimenti che razza di programmatore sei?tutorial su rete e java ecco la risposta piuttosto che spenderne 2000 per
            rinnovare e/o pompare l'hardware.si bravo invece di fare del buon sw pompiamo la macchina così gira lo stesso ecco perchè ultimamente servono p4 pure per far girare le utility più cazzute...ottimizzare un progetto richiede molti soldi in meno che non pompare l'hw poi certo finchè usi java la seconda ipotesi è l'unica possibile
          • Anonimo scrive:
            Re: Esattamente come per java...
            Guarda... visto il ragionamento che fai.. non meriteresti risposta.. Tra l'altro ho altro da fare.. Cmnq io non ho portato l'italia da nessuna parte.. lavoro in svizzera. Secondo quando serve si ottimizza.. ho passato i miei bei mesi a limare codice assembler nei bei vecchi tempi andati. Ora ha meno senso di allora... cmnq contento tu.. ottimizza che ti costa meno..
  • Anonimo scrive:
    Se dovete virtualizzare.....
    ....usate VMWare che è meglio!funziona bene dalla semplice versione base a quelle avanzate....
  • Anonimo scrive:
    Basta che non faccia la fine del DR dos
    Chi si ricorda del "giochino sporco" sa cosa intendo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta che non faccia la fine del DR dos
      Al mio paese si dice "La pas'ra ela sua e l'agh fa po' quel ch'al vol". Non sei tu che decidi con che licenza ti danno qualcosa... possono cambiare idea come e quanto gli pare, senza dare conto a nessuno. Tu puoi solo ringraziare se ti regalano qualcosa... non è un obbligo per qualcuno o un "diritto" per te.
  • Mazinga@ scrive:
    E bug a + non posso
    Se e' vero che poi gestiranno LORO il collegamento con linux, sara' pur facile x loro implementare porcherie che faranno bestemmiare i windoffiani e, col tempo, scoraggiarli a usare linux...Non fraintendetemi: sono *lievemente* contento della cosa, ma allora il problema dei driver non lo vogliamo risolvere?Invece che pensare a queste cose, perche' non creare uno standard (un'interfaccia) che permetta allo stesso binario di una certa architettura (es. x86) di funzionare su diversi s.o.?In questa maniera, i produttori di hw investirebbero non + su un prodotto ma su "una serie".Solo se quel giorno arrivera' ci sara' concorrenza vera e propria, senza contare che sarebbe bello vedere, grazie a questo, certi sistemi operativi rinascere.( :'( scusate non piango, era solo una bruschetta nell'occhio...)
    • Anonimo scrive:
      Re: E bug a + non posso
      - Scritto da: Mazinga@
      Se e' vero che poi gestiranno LORO il
      collegamento con linux, sara' pur facile x loro
      implementare porcherie che faranno bestemmiare i
      windoffiani e, col tempo, scoraggiarli a usare
      linux...

      Scusa, niente contro linux, ma basta iniziare a installare una debian o un qualsiasi driver o stampante per iniziare a bestemmiare e scoraggiarsi ad usare linux, non server che si aggiunga la MS.
      • Anonimo scrive:
        Re: E bug a + non posso
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Mazinga@

        Se e' vero che poi gestiranno LORO il

        collegamento con linux, sara' pur facile x loro

        implementare porcherie che faranno bestemmiare i

        windoffiani e, col tempo, scoraggiarli a usare

        linux...





        Scusa, niente contro linux, ma basta iniziare a
        installare una debian o un qualsiasi driver o
        stampante per iniziare a bestemmiare e
        scoraggiarsi ad usare linux, non server che si
        aggiunga la MS.cosa ha che non va il debian installer ?
      • Mazinga@ scrive:
        Re: E bug a + non posso
        E' vero ma il problema e' proprio x i driver + che altro.Allo stato attuale linux campa di driver fatti da volontari (a parte quelli dell'IBM, Sun ecc...) e non e' sempre fattibile far funzionare una periferica hw senza un driver specifico. Tutt'oggi esistono le winschede (ad es. i winmodem) ossia quelle schede a basso costo che fanno fare gran parte del lavoro alla cpu attraverso questi driver.Naturalmente non e' del tutto impossibile crearsi un driver senza esserne il produttore (tant'e' vero che li fanno) ma in certi casi (come una scheda di acquisizione professionale che ho a casa) ci si deve rassegnare.Riguardo alle stampanti io con 1 debian non ho avuto problemi con cups. In questo momento ti scrivo dalla mia debian e la mia stampante puo' stampare tranquillamente questo documento... Fortuna? Non credo...
        • Anonimo scrive:
          Re: E bug a + non posso
          - Scritto da: Mazinga@
          E' vero ma il problema e' proprio x i driver +
          che altro.
          non discuto sulla qualità o altro, dico che per un utente abituato a windows (e magari anche un pò pigro e/o con poco tempo) linux risulterà ostico indipendendemente dalla MS e dalla sua piattaforma.
          • Anonimo scrive:
            Re: E bug a + non posso
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Mazinga@

            E' vero ma il problema e' proprio x i driver +

            che altro.
            non discuto sulla qualità o altro, dico che per
            un utente abituato a windows (e magari anche un
            pò pigro e/o con poco tempo) linux risulterà
            ostico indipendendemente dalla MS e dalla sua
            piattaforma.La gente che ho conosciuto io, che ha sempre usato linux e mai windows mi dice esattamente la stessa cosa al contrario !!!
          • Mazinga@ scrive:
            Re: E bug a + non posso
            - Scritto da: Anonimo

            non discuto sulla qualità o altro, dico che per
            un utente abituato a windows (e magari anche un
            pò pigro e/o con poco tempo) linux risulterà
            ostico indipendendemente dalla MS e dalla sua
            piattaforma.Quoto in pieno. Difatti anch'io nel passaggio ho bestemmiato molto, ma xche' ero partito col piede sbagliato: puntavo subito a slackware, debian e compagnia.Il modo migliore x fare lo zompo e':1. Partire con un live-cd tipo knoppix o mepis (ai miei tempi distro cosi' belle si sognavano la notte e basta)2. Cominciare con mandriva (o mandrake), red-hat e cosi' via fino a trovare quella che (a) funziona meglio con la tua macchina (b) funziona meglio con la tua persona.Nel giro di 2 anni sono passato a debian, ho tribolato x 2 mesi con cacchette e cacchine varie, e alla fine non me ne sono + staccato.Partire con una distro semplice (x imparare) e' importante: se no e' come se a 18 anni uno dovesse prendere la patente in un autodromo nel mezzo di una gara: c'e' chi ce la puo' fare, ma sarebbe un'eccezione, non la regola.
      • SiNuS scrive:
        Re: E bug a + non posso
        - Scritto da: Anonimo
        Scusa, niente contro linux, ma basta iniziare a
        installare una debian o un qualsiasi driver o
        stampante per iniziare a bestemmiare e
        scoraggiarsi ad usare linux, non server che si
        aggiunga la MS.Questo è vero se installi una woody 3.0 non aggiornata...Il mio consiglio è quello di (ovviamente se si ha l'interesse e/o la curiosità di farlo) di installare partendo dal nuovo CD di installazione sarge.Prima di tutto perchè ci sono pacchetti più aggiornati ottimi per un desktop (anche se un po' meno stabili: è chiamata appunto testing).Poi perchè l'installazione non ha niente a che invidiare con la semplicità di Mandrake o simili (ok non ha l'interfaccia di installazione grafica...). Questo ovviamente senza togliere niente a chi ama personalizzare qualsiasi cosa.Per le stampanti ti capisco. Infatti dato che rientro nella categoria dei pigri, invece di smanettare con lpr uso CUPS che è molto meglio per chi usa stampanti in una rete. E per installarne una basta usare il wizard nel desktop che hai installato.
    • Anonimo scrive:
      Re: E bug a + non posso
      - Scritto da: Mazinga@
      Se e' vero che poi gestiranno LORO il
      collegamento con linux, sara' pur facile x loro
      implementare porcherie che faranno bestemmiare i
      windoffiani e, col tempo, scoraggiarli a usare
      linux...Si vero, siccome Ballmer è stato rapito dagli alieni che gli hanno spiegato che nel 2349 Linux sarà usato anche sui desktop.Se qualcuno si fosse almeno preso la briga di studiare un po' il prodotto (VS) avrebbe uno usage scenario consigliato è la consolidation.In quest'ambito è molto utile il supporto a piattaforme non MSFT, e l'unico modo perchè venga usato davvero è che il supporto funzioni bene, altrimenti si consolidano le macchine Win col solito ESX Server.Peraltro esistono decine di OS non MSFT che girano in VS e VPC.
      • Mazinga@ scrive:
        Re: E bug a + non posso
        - Scritto da: Anonimo
        Si vero, siccome Ballmer è stato rapito dagli
        alieni che gli hanno spiegato che nel 2349 Linux
        sarà usato anche sui desktop.O mio dio...... vuoi dire che sono nato in una famiglia di alieni e questo e' tutto un truman-show?????(cylon) (cylon) (cylon) (cylon) (cylon)
        Se qualcuno si fosse almeno preso la briga di
        studiare un po' il prodotto (VS) avrebbe uno
        usage scenario consigliato è la consolidation.Non ho capito... scusa puoi ripetere?
        In quest'ambito è molto utile il supporto a
        piattaforme non MSFT, e l'unico modo perchè venga
        usato davvero è che il supporto funzioni bene,Sono d'accordo anch'io.Il problema cruciale e': sara' closed-source o open-source?Tradotto in italiano: i bug li metteranno a posto loro o potranno farlo anche i linuxiani stessi (e mandarglieli) ?i bug li metteranno a posto in tempi ragionevoli? Boh, chi vivra' vedra'...
  • ishitawa scrive:
    riassumendo..
    step1Microsoft compra un prodotto che gestisce anche Linuxstep 2microsoft sega via il supporto linux e appiccica l'etichetta Micr$oft sul prodottostep 3microsoft RIMETTE il supporto linux (che già c'era), ma per farlo si prende un anno o due, tanto per essere sicuri di fare una virtual talmente lenta e bacata da rendere inutilizzabile linux o dal far dire agli utenti "ma guarda sto linux che schifo"ho dimenticato qualcosa?(dio crea i dinosauri, dio distrugge i dinosauril'uomo distrugge dio, l'uomo crea i dinosaurii dinosauri distruggono l'uomo...non c'entra nulla ma mi piaceva)
    • Mechano scrive:
      Re: riassumendo..
      - Scritto da: ishitawa
      step1
      Microsoft compra un prodotto che gestisce anche
      Linux
      step 2
      microsoft sega via il supporto linux e appiccica
      l'etichetta Micr$oft sul prodotto
      step 3
      microsoft RIMETTE il supporto linux (che già
      c'era), ma per farlo si prende un anno o due,
      tanto per essere sicuri di fare una virtual
      talmente lenta e bacata da rendere inutilizzabile
      linux o dal far dire agli utenti "ma guarda sto
      linux che schifo"Non tanto il lenta e bacata.Diciamo che gioca sul tempo e disponibilita' di tale tecnologia.Anche fosse perfettamente funzionante,l'ha tolta perche' minacciava i suoi prodotti.Dietro proteste la rimettera', ma coi suoi tempi. Cercando di farne trascorrere piu' possibile prima di reintrodurla.Questo tempo gioca un ruolo importante, perche' ritarda un eventuale valutazione di Linux nelle aziende che lo potrebbero affiancare a Windows con questa tecnologia e quindi viene ritardata anche un'eventuale migrazione.Dando tempo anche a Longhorn di uscire e alle leggi sui brevetti di fare il loro danno.E' successo esattamente come in passato con altre tecnolgie , e' come Micro$oft ha sempre fatto. Una tecnologia minaccia i suoi prodotti, la acqisisce e la spazza via!Mi piace che poi ama anche definirsi azienda innovatrice... :/__Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: riassumendo..

        E' successo esattamente come in passato con altre
        tecnolgie , e' come Micro$oft ha sempre fatto.
        Una tecnologia minaccia i suoi prodotti, la
        acqisisce e la spazza via!

        Mi piace che poi ama anche definirsi azienda
        innovatrice... :/
        E fanno bene!!!Come se non accadesse la stessa cosa con il software open-source disponibile anche per piattaforma win.Un esempio? Snort, ho trovato almeno due problemi che NUMEROSI utenti win hanno riscontrato, risposta nei forum: "se non lo sai usare con windows figurati con linux".Io i problemi me li sono risolti ma di certo il supporto che ho avuto è stato pari a zero e non parlo solo dal punto di vista tecnico ma anche dal punto di vista umano (della serie azzi tui, lo devi usare con linux non con windows)MS fa quello che vuole con il software suo o con quello che compra, il mercato ha già tanti modi e mezzi per andarle contro e utilizzare software e sistemi operativi differenti, finiamola con sta storia del monopolio.
        • Anonimo scrive:
          Re: riassumendo..
          - Scritto da: Anonimo


          E' successo esattamente come in passato con
          altre

          tecnolgie , e' come Micro$oft ha sempre fatto.

          Una tecnologia minaccia i suoi prodotti, la

          acqisisce e la spazza via!



          Mi piace che poi ama anche definirsi azienda

          innovatrice... :/



          E fanno bene!!!
          Come se non accadesse la stessa cosa con il
          software open-source disponibile anche per
          piattaforma win.
          Un esempio? Snort, ho trovato almeno due problemi
          che NUMEROSI utenti win hanno riscontrato,
          risposta nei forum: "se non lo sai usare con
          windows figurati con linux".

          Io i problemi me li sono risolti ma di certo il
          supporto che ho avuto è stato pari a zero e non
          parlo solo dal punto di vista tecnico ma anche
          dal punto di vista umano (della serie azzi tui,
          lo devi usare con linux non con windows)

          MS fa quello che vuole con il software suo o con
          quello che compra, il mercato ha già tanti modi e
          mezzi per andarle contro e utilizzare software e
          sistemi operativi differenti, finiamola con sta
          storia del monopolio.ma no.. perchè?fa tanto moda avercela su con m$ che proprio non se ne puo fare a meno.che poi in altri settori accada ben di peggio chi se ne frega:@
          • ishitawa scrive:
            Re: riassumendo..

            ma no.. perchè?
            fa tanto moda avercela su con m$ che proprio non
            se ne puo fare a meno.
            che poi in altri settori accada ben di peggio chi
            se ne frega
            :@ma povero Bill, ce l'hanno tutti con lui, è sceso in campo per noi, e noi guarda come lo trattiamocomunisti !
          • Anonimo scrive:
            Re: riassumendo..

            che poi in altri settori accada
            ben di peggio chi se ne fregaMi dispiace che tu sia cosi menefreghistaLa stessa mentalita che vi porta ad accettaresupinamente le logiche di monopolio comequella della ms, crea danni in tutti i campi.La vs disponibilita a mettervi ad angolo rettodavanti ai vari gates in tutte le situazioni,a differenza di quello che avviene nei paesicivili, e' quello che fa andare male tutto in questo paese delle banane. Vergognatevi.Avete la mentalita degli schiavi.
        • Anonimo scrive:
          MS monopolio da smembrare
          Finiscila tu.Microsoft è un'azienda che praticacomportamenti monopolisti, per iquali sta attualmente scontando penepassate in giudicato in mezzo mondo,senza peraltro avere imparato nulladalle condanne subiteSolo in italia ormai esistono fanatici diwindows come te ! Mi fai vergognaredi essere italiano.
          • Zeross scrive:
            Re: MS monopolio da smembrare
            - Scritto da: Anonimo
            Finiscila tu.
            Microsoft è un'azienda che pratica
            comportamenti monopolisti, per i
            quali sta attualmente scontando pene
            passate in giudicato in mezzo mondo,
            senza peraltro avere imparato nulla
            dalle condanne subite
            Solo in italia ormai esistono fanatici di
            windows come te ! Mi fai vergognare
            di essere italiano.Serata in bianco ieri sera eh?!! 8)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 dicembre 2006 21.55-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Hai troppa immaginazione
            - Scritto da: Anonimo
            Finiscila tu.
            Microsoft è un'azienda che pratica
            comportamenti monopolisti, per i
            quali sta attualmente scontando pene
            passate in giudicato in mezzo mondo,
            senza peraltro avere imparato nulla
            dalle condanne subite
            Solo in italia ormai esistono fanatici di
            windows come te ! Mi fai vergognare
            di essere italiano.Parli sottoforma di slogan come tutti i linari ed i comunisti bastardi @^
    • Zeross scrive:
      Re: riassumendo..
      - Scritto da: ishitawa
      step1
      Microsoft compra un prodotto che gestisce anche
      Linux
      step 2
      microsoft sega via il supporto linux e appiccica
      l'etichetta Micr$oft sul prodotto
      step 3
      microsoft RIMETTE il supporto linux (che già
      c'era), ma per farlo si prende un anno o due,
      tanto per essere sicuri di fare una virtual
      talmente lenta e bacata da rendere inutilizzabile
      linux o dal far dire agli utenti "ma guarda sto
      linux che schifo"

      ho dimenticato qualcosa?Una marea di inesattezze (ma si potrebbero definire più propriamente cazzate).Innazitutto qui si parla di Virtual Server, non di Virtual PC.Poi in Virtual PC non è stato segato via proprio un cavolo. Puoi benissimo installare la tua amata Peracotta, semplicemente MS non garantisce che funzioni, ma ho letto su vari forum di persone che ci sono riusciti senza sforzo... ergo o sono dei geni loro, o sei un dummy tu...Infine, prima di sparare sentenze sarebbe il caso di provare con mano quello di cui si parla. Almeno per evitare figuracce simili.
      • ishitawa scrive:
        Re: riassumendo..


        Una marea di inesattezze (ma si potrebbero
        definire più propriamente cazzate).

        Innazitutto qui si parla di Virtual Server, non
        di Virtual PC.
        appunto, chi ha mai parlato di virtualPC (anche se sembrano prodotti simili), io commentavo l'articolo
        Infine, prima di sparare sentenze sarebbe il caso
        di provare con mano quello di cui si parla.
        Almeno per evitare figuracce simili.giusto: la prossima volta leggo un articolo, vado a casa, compro un WIndows server 2003, lo installo sul mio PC pentium III poi provo e fra una settimana posto il commentoah, a proposito: PeraCotta perchè?
        • Zeross scrive:
          Re: riassumendo..
          - Scritto da: ishitawa

          appunto, chi ha mai parlato di virtualPC (anche
          se sembrano prodotti simili), io commentavo
          l'articolotu:

          step1

          Microsoft compra un prodotto che gestisce anche LinuxMicrosoft ha comprato Virtual PC, non Virtual Server
          giusto: la prossima volta leggo un articolo, vado
          a casa, compro un WIndows server 2003, lo
          installo sul mio PC pentium III poi provo e fra
          una settimana posto il commentoBastava informarsi...
          ah, a proposito: PeraCotta perchè? Troppo difficile eh?
  • Anonimo scrive:
    ovviamente la virtual di linux.....
    sara' come il resto delle attività m$ : virtualmente stable, fondamentalmente beta always on update, e intrensecamente alpha. In sostanza il sw che gira li, non gira altrove :o)Hello, ms-linux :oDE' bello sapere che Ballmer si occupa di diffondere sistemi virali [cosi' hanno definito il sw under gpl license]
  • Anonimo scrive:
    Windows-
    Linux morphing
    Vedo come una specie di morphing...Windows solo Windows -
    Windows ma con Linux che ci gira insieme -
    quasi solo Linux e forse Microsoft diventa una specie di Suse/RedHat con le sue distribuzioni home e server.Fino a poco tempo fa Ballmer (la Microsoft) dicevano che Linux e' un cancro, non avevano politiche di supporto, gli mettevano i bastoni tra le ruote in ogni modo, ecc.Oggi dietro pressioni e "richieste" dell'utenza che conta, gli danno la macchina virtuale...Domani forse oltre che portarci i propri programmi piu' importanti, avranno le loro distribuzioni made in Microsoft sia per gli utenti home che enterprise.Daltronde mi pare fisiologico... Perdendo mercato i suoi sistemi operativi lo perdono di conseguenza anche i loro programmi server e office.Se facessero questi anche per Linux potrebbero continuare a venderne tanti e fare introiti niente male, che con questa loro politica di chiusura ed ostruzionistica si stanno perdendo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows-
      Linux morphing
      - Scritto da: Anonimo

      Vedo come una specie di morphing...
      Windows solo Windows -
      Windows ma con Linux che
      ci gira insieme -
      quasi solo Linux e forse
      Microsoft diventa una specie di Suse/RedHat con
      le sue distribuzioni home e server.http://www.mslinux.org/
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows-
        Linux morphing
        - Scritto da: Anonimo

        Vedo come una specie di morphing...

        Windows solo Windows -
        Windows ma con Linux che

        ci gira insieme -
        quasi solo Linux e forse

        Microsoft diventa una specie di Suse/RedHat con

        le sue distribuzioni home e server.


        http://www.mslinux.org/
        Forti le news a lato.Colonizzare il mercato marziano coi propri prodotti prima ancora che ci arrivino gli umani... :-D
    • EffeElle scrive:
      Re: Windows-
      Linux morphing

      Daltronde mi pare fisiologico... Perdendo mercato
      i suoi sistemi operativi lo perdono di
      conseguenza anche i loro programmi server e
      office.
      Se facessero questi anche per Linux potrebbero
      continuare a venderne tanti e fare introiti
      niente male, che con questa loro politica di
      chiusura ed ostruzionistica si stanno perdendo.
      Secondo me invece hanno calcolato tutto, col cavolo che vogliono perdere terreno rispetto a Linux. Stanno prendendo tempo fingendosi democratici per poi sferrare il colpo decisivo a Linux. Non possono permettersi che RedHat o SUSE diventino troppo potenti altrimenti queste due potrebbero poi usare gli stessi strumenti che usa M$ per denigrare l'open source, o chessò, stipulare accordi con i maggiori produttori di hardware per mettere una loro distro preinstallata su milioni di PC. Per M$ questa sarebbe la fine, per questo credo che continueranno subdolamente a propinarci la loro fuffa ancora per parecchio tempo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows-
      Linux morphing
      Io la vedo un po' più semplice di così ( si fa per dire ).Se non si danno una mossa a virtualizzare Linux su Windows, con il loro prodotto, presto potrebbero vedere virtualizzato Windows su Linux con altri prodotti concorrenti.La cosa già avviene discretamente con i prodotti VMWare, che nell'ultimo anno hanno fatto progressi davvero interessanti.Ma la mazzata potrebbe arrivargli, come al solito da prodotti Open Source, tipo Xen. Per il momento il progetto è davvero fantastico, ma limitato alla virtualizzazione di Linux su Linux perché necessita di modifiche al kernel per poter ottenere prestazioni della macchina guest paragonabili all'host, e questo per virtualizzare Windows, senza infrangere copyright non è fattibile, ma con le nuove tecnologie di virtualizzazione presenti nelle prossime generazioni di CPU, la cosa potrebbe vedere rapidamente la luce.A quel punto Microsoft, per contrastare la concorrenza, non potrà più limitarsi a dire che Linux è un "cancro comunista" ( parole di Ballmer, ispirato da Bondi??? ).Quanto alla distribuzione Linux di Microsoft, potrebbe anche diventare realtà, nel momento in cui Linux dovesse raggiungere quote di mercato importanti ma non abbastanza da resistere al gigante di Redmond, questi potrebbe pensare di assorbirlo ( e magari come la storia insegna, farlo sparire più o meno lentamente ).Chi vivrà vedrà...
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows-
        Linux morphing

        Quanto alla distribuzione Linux di Microsoft,
        potrebbe anche diventare realtà, nel momento in
        cui Linux dovesse raggiungere quote di mercato
        importanti ma non abbastanza da resistere al
        gigante di Redmond, questi potrebbe pensare di
        assorbirlo ( e magari come la storia insegna,
        farlo sparire più o meno lentamente ).

        Chi vivrà vedrà...Un po' difficile finchè ci saranno un pc ed un rompiscatole a giro che mette insieme una distro....Linux ha semplicemente cambiato le regole del business e gli altri si dovranno adeguare.Quando penso che l'ha fatto uno studente chiuso nella sua cameretta mi vien da schiantarmi dalle risate (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Windows-
          Linux morphing
          Quando penso che l'ha fatto uno studente
          chiuso nella sua cameretta mi vien da schiantarmi
          dalle risate (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
          (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)Scopiazzando Minix...
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            colui che te lo mette invece hainventato la ruota (e quelle altrecose che ti piacciono tanto, ciccina)
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo
            Quando penso che l'ha fatto uno studente

            chiuso nella sua cameretta mi vien da
            schiantarmi

            dalle risate (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)

            (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)

            Scopiazzando Minix... Su questo si è espresso Tanenbaum in persona ... non solo non è una copia ma è nato proprio per superare i limiti intrensechi di minix che è e resta un buon sitema didattico,nulla più, consiglio a tutti il classico della Prentice :-) .All'epoca poi era assolutamente inutilizzabile . A titolo personale aggiungo che se il primo uomo avesse brevettato il fuoco vivremmo tutti ancora in una grotta ....
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Quando penso che l'ha fatto uno studente


            chiuso nella sua cameretta mi vien da

            schiantarmi


            dalle risate (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)


            (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
            (rotfl)



            Scopiazzando Minix...

            Su questo si è espresso Tanenbaum in persona ...
            non solo non è una copia ma è nato proprio per
            superare i limiti intrensechi di minix che è e
            resta un buon sitema didattico,nulla più,
            consiglio a tutti il classico della Prentice :-)
            .All'epoca poi era assolutamente inutilizzabile .

            A titolo personale aggiungo che se il primo
            uomo avesse brevettato il fuoco vivremmo tutti
            ancora in una grotta .... si aggiunga: se linux scopiazza è per il bene dell'umanità; se windows scopiazza è perchè non sono capaci di far niente...
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing

            si aggiunga: se linux scopiazza è per il bene
            dell'umanità; se windows scopiazza è perchè non
            sono capaci di far niente...Ragionaci sopra e capirai perchè il tuo intervento non è del tutto ironico.
          • Anonimo scrive:
            A proposito di SCO ;-)
            "Lawsuits push SCO to the brink"http://www.vnunet.com/news/1162580
          • Mazinga@ scrive:
            Re: A proposito di SCO ;-)
            - Scritto da: Anonimo
            "Lawsuits push SCO to the brink"

            http://www.vnunet.com/news/1162580Facendo 1 rapida traduzione, dicono in pratica che stanno finendo i soldi... possibile? Con tutte le cose che avranno inventato fino ad oggi... saranno pieni di prodotti e offriranno chissa' quali servizi... @^ @^Inoltre c'e' scritto che sperano di racimolare qualcosa dall'IBM: se quest'ultima vuole liberarsi di un oggetto sferico in meno, gli converra' lasciarli a secco: avra' tutto il mio appoggio...Scusate lo sfogo ma se la scoz, invece di mettersi a piangere quando gli affari gli andavano male, se avesse seguito l'esempio di IBM (continuare a lavorare: prodotti+servizi) invece che diventare l'agenzia brevetti, non sarebbe arrivata fino a questo punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing

            Su questo si è espresso Tanenbaum in persona ...
            non solo non è una copia ma è nato proprio per
            superare i limiti intrensechi di minix che è e
            resta un buon sitema didattico,nulla più,
            consiglio a tutti il classico della Prentice :-)
            .All'epoca poi era assolutamente inutilizzabile .

            A titolo personale aggiungo che se il primo
            uomo avesse brevettato il fuoco vivremmo tutti
            ancora in una grotta .... Vero... ma questo non toglie il fatto che è stato preso largo spunto da Minix.
          • Mazinga@ scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo

            Guarda che la scopiazzatura non e' certo nel

            codice ma nei concetti.

            Anche nel codice, tant'è che ad esempio
            inizialmente utilizzavano lo stesso filesystem
            (chiamato Minix e creato appunto per Minix).
            [cut]

            Ai tempi dei tempi (i primi anni '90), linux si

            basava su fs minix xche' era una versione
            "alpha"

            (ergo 1 esperimento) quindi e' normale che certi

            punti del codice (come appunto la "struttura"
            del

            fs) fossero equivalenti.

            "Molto" equivalenti.
            Guarda, ti chiarisco meglio cosa volevo dire...Da quello che hai scritto mi sembra che qualcosa ne sai, quindi provo a farti un esempio...Supponiamo che noi siamo negli anni 90 e abbiamo un sistema operativo (lo stesso che viene usato regolarmente dai compagni di universita') che usa un filesystem minix che e' quello sul nostro PC;la sua struttura e':struct minix_sb_info { unsigned long s_ninodes; unsigned long s_nzones; unsigned long s_imap_blocks; unsigned long s_zmap_blocks;}se io, pur di non copiare pari pari il codice, scrivessi cosi':struct minix_sb_info { unsigned long s_imap_blocks; unsigned long s_zmap_blocks; unsigned long s_ninodes; unsigned long s_nzones;}Il fs non funzionerebbe +. Se mi limitassi a cambiare i nomi, il risultato sarebbe sempre quello e quindi sarebbe stata sempre una copia.Se avessi scritto un altro filesystem con struttura che contenga inode, blocchi e puntatori a varie informazioni, avrei fatto lo stesso una copia del fs minix (o System V, o la fat di MS) ?Come faccio allora a implementare il fs minix senza rispettare le sue specifiche? Non si fa. Punto.Questo e' il ragionamento: inutile dire "ah, ma il tuo linux usa il fs nostro, con funzioni che fanno cose come quelle nostre...", perche' cosi' non si ragiona in maniera razionale...Linus avvrebbe dovuto implementarsi un suo fs, ma in quel momento il kernel era un codice sperimentale (x universitari) ed e' stato "regalato" a tutti, senza scopi di lucro, per il fine di renderlo un qualcosa di concreto e, soprattutto, diventasse indipendente da altri s.o.Che poi diventasse un s.o. commerciale non ci aveva neppure mai pensato (e non mi risulta che ce lo venda lui).Mi dispiace che la scoz non se la passa bene, ma se avesse fatto come i suoi concorrenti (proporre prodotti nuovi, tastare un po' di campi, buttarsi sulle soluzioni redditizie e non pretendere di dormire sugli allori e campare di sola rendita) sarebbe proprio come i suoi concorrenti, 1 big.Evidentemente la partita l'hanno persa x il piano di marketing sbagliato (e non e' poco...), non xche' i loro programmatori non fossero buoni a fare il loro lavoro.

            Ti rammento che Minix stesso era un tentativo di
            emulazione di Unix.
            Ok, pero' allora cosa facciamo? Reinventiamo sempre l'acqua calda? Inventiamo un altro sistema di memorizzazione dati? Un altro modo di accedere a una scheda?Oggi come oggi i programmi (soprattutto di windows) si somigliano tra di loro proprio perche' l'utente non puo' impararsi tutte le volte come si usa un programma.
            Si, ma ciò non toglie che sia stato preso
            largissimo spunto, e che magari, almeno
            inizialmente, cambiare due punti ed una virgola
            non rendeva quello di Linus codice "nuovo".Scusa ma cosa intendi per "nuovo"? Spero che l'esempio sopra abbia chiarito il mio punto di vista su questo punto.

            Questo forse perchè lo standard POSIX è stato
            definito DOPO lo sviluppo di UNIX System V (e
            Berkeley UNIX)... e tra l'altro si basa in buona
            parte proprio su concetti presenti in questi. Che
            dici? ;)
            Sono d'accordo... era una battuta fatta in un momento di euforia cmq... :p
            Chi ha parlato di "clone"? Ho detto
            "scopiazzamento" :-D:'( :'( :'( non e' vero... :'( :'( :'( perche' dici le bugie... :'( :'( :'(
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing

            Guarda, ti chiarisco meglio cosa volevo dire...
            Da quello che hai scritto mi sembra che qualcosa
            ne sai, quindi provo a farti un esempio...

            Supponiamo che noi siamo negli anni 90 e abbiamo
            un sistema operativo (lo stesso che viene usato
            regolarmente dai compagni di universita') che usa
            un filesystem minix che e' quello sul nostro PC;
            la sua struttura e':

            struct minix_sb_info {
            unsigned long s_ninodes;
            unsigned long s_nzones;
            unsigned long s_imap_blocks;
            unsigned long s_zmap_blocks;
            }

            se io, pur di non copiare pari pari il codice,
            scrivessi cosi':

            struct minix_sb_info {
            unsigned long s_imap_blocks;
            unsigned long s_zmap_blocks;
            unsigned long s_ninodes;
            unsigned long s_nzones;
            }

            Il fs non funzionerebbe +. Se mi limitassi a
            cambiare i nomi, il risultato sarebbe sempre
            quello e quindi sarebbe stata sempre una copia.
            Se avessi scritto un altro filesystem con
            struttura che contenga inode, blocchi e puntatori
            a varie informazioni, avrei fatto lo stesso una
            copia del fs minix (o System V, o la fat di MS) ?

            Come faccio allora a implementare il fs minix
            senza rispettare le sue specifiche? Non si fa.
            Punto.

            Questo e' il ragionamento: inutile dire "ah, ma
            il tuo linux usa il fs nostro, con funzioni che
            fanno cose come quelle nostre...", perche' cosi'
            non si ragiona in maniera razionale...

            Linus avvrebbe dovuto implementarsi un suo fs, ma
            in quel momento il kernel era un codice
            sperimentale (x universitari) ed e' stato
            "regalato" a tutti, senza scopi di lucro, per il
            fine di renderlo un qualcosa di concreto e,
            soprattutto, diventasse indipendente da altri
            s.o.
            [... cut ...]E' appunto quello che ho detto io... nessuno è costretto a reinventare la ruota ma allora non bisogna far passare Linus come colui che trasforma l'acqua in vino.Ha preso Minix, ha guardato un po' com'era e copiando di qua e riscrivendo di là ha creato le basi di Linux. Come affermo spesso la sua fortuna è stata poi quella di essere stato distribuito liberamente più che per una qualche reale innovazione.

            Ti rammento che Minix stesso era un tentativo di

            emulazione di Unix.



            Ok, pero' allora cosa facciamo? Reinventiamo
            sempre l'acqua calda? Inventiamo un altro sistema
            di memorizzazione dati? Un altro modo di accedere
            a una scheda?
            Oggi come oggi i programmi (soprattutto di
            windows) si somigliano tra di loro proprio
            perche' l'utente non puo' impararsi tutte le
            volte come si usa un programma.Perchè no? Ci sono sempre margini di miglioramento. Altrimenti saremmo ancora al DOS perchè l'utente si era abituato a quello.

            Questo forse perchè lo standard POSIX è stato

            definito DOPO lo sviluppo di UNIX System V (e

            Berkeley UNIX)... e tra l'altro si basa in buona

            parte proprio su concetti presenti in questi.
            Che

            dici? ;)



            Sono d'accordo... era una battuta fatta in un
            momento di euforia cmq... :p


            Chi ha parlato di "clone"? Ho detto

            "scopiazzamento" :-D

            :'( :'( :'( non e' vero... :'( :'( :'( perche'
            dici le bugie... :'( :'( :'(Non dico bugie ;-)
          • Mazinga@ scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo

            E' appunto quello che ho detto io... nessuno è
            costretto a reinventare la ruota ma allora non
            bisogna far passare Linus come colui che
            trasforma l'acqua in vino.Infatti, hai ragione...
            Ha preso Minix, ha guardato un po' com'era e
            copiando di qua e riscrivendo di là ha creato le
            basi di Linux. Come affermo spesso la sua fortuna
            è stata poi quella di essere stato distribuito
            liberamente più che per una qualche reale
            innovazione. Ma quello che ha fatto NON e' "copiare"... (neppure fare "innovazione"...) !!Certo, non avra' inventato lui lo scheduling, avra' usato un fs minix che non avra' fatto lui... ma tutto cio' x un paio di motivi:1. Pratico: a occhio e croce a me sembra piu' semplice debuggare un kernel con un fs stabile, quindi prima si crea il kernel (che pero' necessita di un fs) e poi implementero' il mio...2. A quei tempi c'erano molti meno strumenti di oggi (a disposizione di uno studente).3. Perche' su queste cose, a un certo punto non si puo' re-inventare niente di nuovo.Se Linus nel suo famoso post avesse scritto: "guardate, ho fatto un sistema operativo che usa scheduling esoterici e un fs tutto suo... e' una vera bomba! L'unico problema e' che per farlo partire bisogna scriverlo in un suo fs a mano, per l'accesso alle periferiche ho tirato a indovinare e non gira su un fs stabile, quindi il debug sara' leggerissimamente + scomodo..."; a nessuno sarebbe stato utile.

            Oggi come oggi i programmi (soprattutto di

            windows) si somigliano tra di loro proprio

            perche' l'utente non puo' impararsi tutte le

            volte come si usa un programma.

            Perchè no? Ci sono sempre margini di
            miglioramento. Altrimenti saremmo ancora al DOS
            perchè l'utente si era abituato a quello.Tu dici? Mmmmm... difficile...E poi allora anche il vecchio Bill avrebbe copiato il suo ms-basic, visto che lo ha fatto paro paro a quello del CP/M della Seattle, non trovi??Il fatto e' che: un concetto che viene tradotto in codice, per arrivare allo stesso risultato, bisogna che ci sia per forza una espressione con certi elementi, se no il risultato non viene fuori. (Forse lo fatta troppo complicata cmq... :p )Tradotto un po' + in italiano, se vuoi uno scheduler ci deve essere una lista di processi, un gestore, una mappatura ecc...E' come se, nel mondo dell'elettronica, si dicesse che la gente copia quando fa gli inverter, i ponti di diodi e altre cose basilari... Se vuoi arrivare a fare un prodotto elettronico ci devono essere tutte le cose indispensabili, no?E cmq stiamo parlando di preistoria xche' oramai tutto il codice non libero o quasi e' stato tolto... per cui ci ritroviamo un clone di linux, non 1 copia: ergo tu usi la sintassi di unix ma non 1 unix.Un ultimo esempio: se la borland cominciasse a fare un'ide visual basic, sarebbe copiare?Per non copiare cosa dovrebbe fare, cambiare il linguaggio, i bottoni, le finestre??
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing

            Ma quello che ha fatto NON e' "copiare"...
            (neppure fare "innovazione"...) !!

            Certo, non avra' inventato lui lo scheduling,
            avra' usato un fs minix che non avra' fatto
            lui... ma tutto cio' x un paio di motivi:

            1. Pratico: a occhio e croce a me sembra piu'
            semplice debuggare un kernel con un fs stabile,
            quindi prima si crea il kernel (che pero'
            necessita di un fs) e poi implementero' il mio...

            2. A quei tempi c'erano molti meno strumenti di
            oggi (a disposizione di uno studente).

            3. Perche' su queste cose, a un certo punto non
            si puo' re-inventare niente di nuovo.

            Se Linus nel suo famoso post avesse scritto:
            "guardate, ho fatto un sistema operativo che usa
            scheduling esoterici e un fs tutto suo... e' una
            vera bomba! L'unico problema e' che per farlo
            partire bisogna scriverlo in un suo fs a mano,
            per l'accesso alle periferiche ho tirato a
            indovinare e non gira su un fs stabile, quindi il
            debug sara' leggerissimamente + scomodo..."; a
            nessuno sarebbe stato utile.Questo mi sembra ovvio. Ma il punto è sempre che, di fatto (per mille ragioni), si ampiamente ispirato a Minix, ha innovato molto poco e la sua fortuna è come già detto dovuta alla forma di distribuzione più che alla reale bontà (o meglio... è un buon sistema, ma come tanti altri).Possiamo poi discutere per anni sulle varie ragioni, ma il risultato è univoco.
            Tu dici? Mmmmm... difficile...Dico e ribadisco ;-)
            E poi allora anche il vecchio Bill avrebbe
            copiato il suo ms-basic, visto che lo ha fatto
            paro paro a quello del CP/M della Seattle, non
            trovi??Yes!!
            Il fatto e' che: un concetto che viene tradotto
            in codice, per arrivare allo stesso risultato,
            bisogna che ci sia per forza una espressione con
            certi elementi, se no il risultato non viene
            fuori. (Forse lo fatta troppo complicata cmq...
            :p )

            Tradotto un po' + in italiano, se vuoi uno
            scheduler ci deve essere una lista di processi,
            un gestore, una mappatura ecc...Certo, ma ci sono molti modi per ottenere gli stessi risultati. Per bere l'acqua posso andare a comperarla al supermercato o far reagire ossigeno e idrogeno in laboratorio :-PPer ottenere lo stesso risultato ci sono vari modi di operare, più o meno efficienti, e bisogna puntare sempre alla massima efficienza.
            E' come se, nel mondo dell'elettronica, si
            dicesse che la gente copia quando fa gli
            inverter, i ponti di diodi e altre cose
            basilari... Se vuoi arrivare a fare un prodotto
            elettronico ci devono essere tutte le cose
            indispensabili, no?Certo, ma posso organizzarli tra loro in maniera differente (nei progetti di una certa complessità).
            E cmq stiamo parlando di preistoria xche' oramai
            tutto il codice non libero o quasi e' stato
            tolto... per cui ci ritroviamo un clone di linux,
            non 1 copia: ergo tu usi la sintassi di unix ma
            non 1 unix.Ormai su questo non posso che essere d'accordo. Ma rimane la domanda... perchè Linux è divenuto così popolare ultimamente? Perchè è il sistema operativo migliore in circolazione? La mia risposta l'ho già data prima ;-)
            Un ultimo esempio: se la borland cominciasse a
            fare un'ide visual basic, sarebbe copiare?
            Per non copiare cosa dovrebbe fare, cambiare il
            linguaggio, i bottoni, le finestre??Certo non sarebbe molto originale ma non sarebbe una copia.Se invece copiasse codice da Visual Basic, allora potrebbe essere una copia.
          • Mazinga@ scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo

            Certo, ma ci sono molti modi per ottenere gli
            stessi risultati. Per bere l'acqua posso andare a
            comperarla al supermercato o far reagire ossigeno
            e idrogeno in laboratorio :-PInfatti. Io ad esempio, venendo a conoscenza che un australiano a brevettato la ruota, stavo pensando di cambiare le gomme della macchina con un cono, cosi' nell'assoluta legalita' posso girare in macchina senza violare copyright alcuno.Ma che senso ha, ad esempio, inventare un sistema di scheduling diverso x ogni s.o.?
            Certo, ma posso organizzarli tra loro in maniera
            differente (nei progetti di una certa
            complessità).No, se un ponte di diodi non lo metti con il famoso collegamento romboidale non va'... Certo posso disporre i diodi in maniera quadrata, circolare, piramidale... ma avro' sempre fatto una brutta copia del ponte di diodi alla fine...

            non 1 copia: ergo tu usi la sintassi di unix ma

            non 1 unix.

            Ormai su questo non posso che essere d'accordo.
            Ma rimane la domanda... perchè Linux è divenuto
            così popolare ultimamente?Per il motivo che hai detto: la novita' di inviare via internet materiale universitario gratis. Poi, siccome c'era molti studenti che cominciavano a rompersi di pagare a destra e a manca, hanno cominciato a dire: "questa e' la soluzione! ci facciamo un nostro s.o. !" .Allora c'erano e si conoscevano meglio minix, quindi perche' dover reinventare il concetto di s.o.?? Farne 1 con gli stessi comandi, e che possibilmente facesse partire gli stessi binari... Ma naturalmente certi ingranaggi devi metterli nello stesso verso se no' il binario non macina... ;)
            Perchè è il sistema
            operativo migliore in circolazione? La mia
            risposta l'ho già data prima ;-)(linux)
            Certo non sarebbe molto originale ma non sarebbe
            una copia.
            Se invece copiasse codice da Visual Basic, allora
            potrebbe essere una copia.Ma scusa, quando si parla di linux e' copia e quando si parla di vb no?Se sempre la borland volesse fare 'sto compilatore vb che compili codice che sfruttera' chiamate alle vb6run32.dll, per forza di cose dovra' fare gli stessi passi x produrre lo stesso output, come fai ad evitarlo??No xche' qui non si e' capito che il succo e' questo...In questi casi non si puo' parlare di copia...
          • Mazinga@ scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Mazinga@
            un cono, cosi' nell'assoluta legalita' possoforse e' meglio 4 coni, con 1 non riuscirei a fare + di 1 giro...(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing

            Infatti. Io ad esempio, venendo a conoscenza che
            un australiano a brevettato la ruota, stavo
            pensando di cambiare le gomme della macchina con
            un cono, cosi' nell'assoluta legalita' posso
            girare in macchina senza violare copyright
            alcuno.
            Ma che senso ha, ad esempio, inventare un sistema
            di scheduling diverso x ogni s.o.?Se trovo un metodo migliore per farlo rispetto quelli esistenti allora ha senso. Se invece decido di usare "roba già disponibile" si deve prendere atto di ciò. Inoltre come già detto posso spesso raggiungere lo stesso scopo in modi diversi, più o meno efficienti.
            No, se un ponte di diodi non lo metti con il
            famoso collegamento romboidale non va'... Certo
            posso disporre i diodi in maniera quadrata,
            circolare, piramidale... ma avro' sempre fatto
            una brutta copia del ponte di diodi alla fine...Ho detto di una certa complessità. Ci cuoci la cena con un ponte di diodi? :-P Rimane un ponte di diodi.
            Per il motivo che hai detto: la novita' di
            inviare via internet materiale universitario
            gratis. Poi, siccome c'era molti studenti che
            cominciavano a rompersi di pagare a destra e a
            manca, hanno cominciato a dire: "questa e' la
            soluzione! ci facciamo un nostro s.o. !" .Già. E questo è tutto... anche se è un po' triste.
            Allora c'erano e si conoscevano meglio minix,
            quindi perche' dover reinventare il concetto di
            s.o.?? Farne 1 con gli stessi comandi, e che
            possibilmente facesse partire gli stessi
            binari... Ma naturalmente certi ingranaggi devi
            metterli nello stesso verso se no' il binario non
            macina... ;)Ripeto... nulla in contrario al raggiungimento degli stessi scopi con - con mezzi propri -. Se fai diversamente sei un creatore di nulla.
            Ma scusa, quando si parla di linux e' copia e
            quando si parla di vb no?

            Se sempre la borland volesse fare 'sto
            compilatore vb che compili codice che sfruttera'
            chiamate alle vb6run32.dll, per forza di cose
            dovra' fare gli stessi passi x produrre lo stesso
            output, come fai ad evitarlo??
            No xche' qui non si e' capito che il succo e'
            questo...
            In questi casi non si puo' parlare di copia...Non mi pare...Non necessariamente devi fare gli stessi passi per produrre lo stesso output ;-)Per andare da scuola a casa posso prendere l'autobus, oppure prendere l'aereo, andare in giappone, poi tornare in italia e andare a casa ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            Faccio un nuovo esempio magari è più chiaro... è come dire che se su tutti i PC gira Linux allora tutti i PC sono uguali... come dire che se masterizzo un CD tutti i masterizzatori sono uguali... no possono avere elettronica e meccanica differente per raggiungere lo stesso scopo.
          • Mazinga@ scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo
            Faccio un nuovo esempio magari è più chiaro... è
            come dire che se su tutti i PC gira Linux allora
            tutti i PC sono uguali... come dire che se
            masterizzo un CD tutti i masterizzatori sono
            uguali... no possono avere elettronica e
            meccanica differente per raggiungere lo stesso
            scopo.Qui si sta' facendo confusione:Se io un giorno volessi farmi il giochino pac-man (ossia un suo clone) dovro' disegnare i mostri, le palline, lo scenario blu, ecc... se lo disegno con degli omini, delle banane e in una giungla non e' + un clone...Il problema legale di questo e': come faccio a essere sicuro che non ci siano pezzi di codice troppo uguali a quello del pac-man originario? Non posso saperlo.E se lo avessi visto cosa faccio? Gli metto su 2-3 istruzioni x blocco in + cosi' da non farlo risultare uguale a un pattern matching?Certo, se avessi un PC potrei usare una libreria invece che un'altra, ma se dovessi farlo in una console come la playstation??Allora, a questo punto, che diff c'e' tra copiare e non copiare??La questione e' complicata xche' si parla di un clone di un s.o., che DEVE per forza funzionare in un certo modo.Se in un foglietto ti faresti il classico diagramma x fare le divisioni e qualcuno che passasse di li' ti dicesse: "E' si', ma hai copiato dall'autore del testo delle elementari! Non potresti farlo in un'altra forma?" Tu che gli diresti?Io gli direi: "scusa la mia demenza mentale ma preferisco fare le robe come si deve, senza x questo essere giudicato un copione..." .
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing

            Se io un giorno volessi farmi il giochino pac-man
            (ossia un suo clone) dovro' disegnare i mostri,
            le palline, lo scenario blu, ecc... se lo disegno
            con degli omini, delle banane e in una giungla
            non e' + un clone...

            Il problema legale di questo e': come faccio a
            essere sicuro che non ci siano pezzi di codice
            troppo uguali a quello del pac-man originario?
            Non posso saperlo.

            E se lo avessi visto cosa faccio? Gli metto su
            2-3 istruzioni x blocco in + cosi' da non farlo
            risultare uguale a un pattern matching?

            Certo, se avessi un PC potrei usare una libreria
            invece che un'altra, ma se dovessi farlo in una
            console come la playstation??

            Allora, a questo punto, che diff c'e' tra copiare
            e non copiare??"Male non fare paura non avere". Se il codice non lo copi il problema non sussiste, vedrai che per quanto simile, due persone diverse, senza copiarsi e nei progetti di una certa complessità, non avranno mai lo stesso codice.Questa è la differenza.
            La questione e' complicata xche' si parla di un
            clone di un s.o., che DEVE per forza funzionare
            in un certo modo.Come ho già detto, anche i masterizzatore DEVONO masterizzare un CD, ma è possibile farlo con strategie diverse, migliori o peggiori, diverse tra loro.
            Se in un foglietto ti faresti il classico
            diagramma x fare le divisioni e qualcuno che
            passasse di li' ti dicesse: "E' si', ma hai
            copiato dall'autore del testo delle elementari!
            Non potresti farlo in un'altra forma?" Tu che gli
            diresti?Ho detto più volte, "nei progetti di una certa complessita".Ovvio che se devo stampare una stringa non ci sono molti modi per farlo in maniera intelligente (pur potendoci essere anche qua delle diversità... ad esempio in PHP potrei usare echo o print, con gli apici o le virgolette, ecc.).
            Io gli direi: "scusa la mia demenza mentale ma
            preferisco fare le robe come si deve, senza x
            questo essere giudicato un copione..." .Io invece direi "non ho bisogno del suo codice, nemmeno per prendere spunto, perchè lo so già fare in maniera efficiente".
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo...
            "Male non fare paura non avere". Se il codice non
            lo copi il problema non sussiste, vedrai che per...Questo valeva fino a che non si è iniziato a parlare di 'brevetti software'...
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing

            Questo valeva fino a che non si è iniziato a
            parlare di 'brevetti software'...Che infatti non sono stati approvati in europa ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo

            Questo valeva fino a che non si è iniziato a

            parlare di 'brevetti software'...

            Che infatti non sono stati approvati in europa ;-)... allora vivia taiwan...
          • Mazinga@ scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo

            Questo valeva fino a che non si è iniziato a

            parlare di 'brevetti software'...

            Che infatti non sono stati approvati in europa ;-)Beh, poco ci manca... ringraziamo anche Stanca & co. x aver predicato bene e razzolato male...
          • Mazinga@ scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo

            "Male non fare paura non avere". Se il codice non
            lo copi il problema non sussiste, vedrai che per
            quanto simile, due persone diverse, senza
            copiarsi e nei progetti di una certa complessità,
            non avranno mai lo stesso codice.
            Questa è la differenza.
            A parte il caso generale, nel caso specifico le accuse della sco erano anche x l'uso del filesystem.Se vuoi fare un clone di un fs dovra' pur leggere i gli stessi binari... E' vero, potra' fare + cicli ma dovra' sempre:1. Aprire il file binario2. Caricare lo stack in un job3. Caricare l'area codice4. Far partire l'opcodeSia che copiassi che non copiassi pari pari il codice, quelle cose deve farle: non e' nel cambiare le for con le while che si cambia il succo.X questo mi ostino a dire questo: non ha copiato il codice (col copia e incolla) ma se lo e' riscritto, e naturalmente (xche' nel campo informatico e' naturale) ha usato (senza farlo appositamente) gli stessi passaggi dei programmatori della sco. Se le strutture del fs minix non le fai uguali, non fai un fs minix e potresti anche avere dei problemi con certi pacchetti (lui aveva bisogno di farci girare, per lo meno, il compilatore e il make di minix).Non credo proprio che 1 come Torvalds si sia messo a fare copia/incolla del codice di unix e di minix (che erano pur sempre progetti "grossi") x farcene un progettino + piccolo, anche xche' ci avrebbe perso + tempo x risistemarlo...Mi sa' che non saremo mai sulla stessa lunghezza d'onda, e questo a svantaggio della reputazione del povero Linus, che a quest'ora poteva benissimo essere nei boschi finlandesi, (linux) a giocare con heidi e le pecorelle, (linux) e invece lui ha sfidato le multinazionali comuniste, e' sceso in campo... (linux) "e lo ha fatto x NOI..." :'( :'( :'( :'( :'( . COMUNISTI !!! :'(
          • Mazinga@ scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing

            Se vuoi fare un clone di un fs dovra' pur leggereMannaggia la fretta... volevo dire "un clone di unix"
          • Mazinga@ scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo
            Infatti ho ribadito un centinaio di volte
            "progetti di una certa complessità". "Hello
            World" è ovviamente troppo elementare.
            Lo stesso che ho detto x l'hello world lo si puo' applicare a un'altra funzione o un altro progetto...

            Se voglio creare un s.o. che legga i file minix

            devo necessariamente implementare tutto

            l'occorrente che si trova nel gestore del fs

            minix (quindi funzioni e strutture, in primis),
            e

            so' gia' dal principio che qualcosa apparira'

            uguale x forza.

            Uguale nel risultato. Non necessariamente
            nell'implementazione come già spiegato. Un
            programmatore più bravo può farlo in modo più
            efficiente di un altro meno bravo ad esempio.Mi dispiace, ma a volte si' e a volte no...Supponiamo che io lavori x 1 ditta di gestionali: anch'io concordo che (a parte le spiate di vecchi dipendenti) la ditta Pippo non fara' mai il gestionale esattamente uguale a quello della ditta Pluto.Supponiamo che la ditta Paperino volesse fare un clone del gestionale di Pluto: ergo vuole fare un prodotto che fuori sembra quello di Pluto e che possibilmente faccia girare lo stesso db.Certo che se il db e' proprietario (quindi non puo' sapere come e' costruito) Paperino si attacca, ma se i programmatori stessi hanno studiato all'universita' il db che loro hanno implementato, non si parla + di copiare secondo me.Di sicuro i programmatori di Paperino faranno + o - le stesse funzioni, ed e' sicuro che implementeranno sequenze di istruzioni molto simili (se non uguali), senza che serva copiarlo pari pari...

            Anche in buona fede uno violera' sempre dei

            copyright, inutile... Nei cloni il fatto di

            trovare codice quasi uguale x alcuni fa
            scandalo,

            x me no.

            Non sono d'accordo ;-)Toh! Guarda... non me ne ero accorto... ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing

            Lo stesso che ho detto x l'hello world lo si puo'
            applicare a un'altra funzione o un altro
            progetto...No... è troppo elementare :-DE' come dire "disegna un cerchio"... non ci sono tanti modi per farlo. Ma se ti dico "disegna una natura morta", allora la cosa è ben diversa".
            Mi dispiace, ma a volte si' e a volte no...

            Supponiamo che io lavori x 1 ditta di gestionali:
            anch'io concordo che (a parte le spiate di vecchi
            dipendenti) la ditta Pippo non fara' mai il
            gestionale esattamente uguale a quello della
            ditta Pluto.
            Supponiamo che la ditta Paperino volesse fare un
            clone del gestionale di Pluto: ergo vuole fare un
            prodotto che fuori sembra quello di Pluto e che
            possibilmente faccia girare lo stesso db.
            Certo che se il db e' proprietario (quindi non
            puo' sapere come e' costruito) Paperino si
            attacca, ma se i programmatori stessi hanno
            studiato all'universita' il db che loro hanno
            implementato, non si parla + di copiare secondo
            me.

            Di sicuro i programmatori di Paperino faranno + o
            - le stesse funzioni, ed e' sicuro che
            implementeranno sequenze di istruzioni molto
            simili (se non uguali), senza che serva copiarlo
            pari pari...Sono estremamente scettico al riguardo. Comunque ormai penso di essermi espresso a sufficienza a riguardo e le nostre posizioni sono divergenti.Portando l'ennesimo esempio sarebbe come dire che siccome tutti i browser leggono codice HTML (o il tal programma legge il tal formato), allora tutti i motori di rendering dei browser (o tutte le funzioni che leggono tal formato) sono uguali... cosa palesemente falsa.
            Toh! Guarda... non me ne ero accorto... ;);-)
          • Mazinga@ scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            - Scritto da: Anonimo

            Sapendo da cosa parti e cosa devi ottenere puoi
            benissimo fare un motore di rendering senza
            copiare (facendolo migliore o peggiore a seconda
            delle tue capacità). Inolte se non ho accesso ai
            sorgenti è difficile che possa averlo copiato.
            Mettiamola cosi': tu lo chiameresti "clone" un clone di windows che non legge gli eseguibili di windows? E che non abbia la fat (o ntfs)? E che gestisca i permessi dei file con regole diverse? Io quello si' che lo chiamerei "scopiazzatura" (sempre nei "concetti"), ma non + 1 clone.Mentre l'html avra' 10'000 modi di essere interpretato, un binario ti tocca leggerlo e interpretarlo nello stesso modo, e non si puo' essere sicuri di non violare alcunche'...
            Be'... mi auguro per loro che non abbiano copiato
            codice da Unix proprietario ;-) ma che abbiano
            ottenuto lo stesso risultato "a loro modo".Se io copiassi il pi greco dal libro di matematica, sarebbe 1 scopiazzatura? Certo, lo avrei copiato ma non vuol dire che allora sono 1 copine, ne tanto meno che non me lo possa ricordarmelo da solo...P.S.: dovrebbe essere: 3,14 15 92 65 35 89 79 32 38 46 26 43 38... e non me lo ricordo + ;) se ho sbagliato qualcosa prego la folla di non linciarmi... :)Anche se lo so' a memoria, dovrei considerare qualcuno che va a leggerselo in un libro di matematica un copione?? Secondo me no, xche' se usi numeri inventati non fai + il pi greco...Io sto' facendo esempi banali xche' non posso fare esempi lunghi 3 pagine... tutti gli esempi che faccio si applicano anche ad altre applicazioni, funzioni, progetti + complessi...IMVHO (anche se alla fine non saro' nessuno x dirlo...) al massimo Linus puo' aver copiato pari pari la struttura del fs, ossia il superblocco, la struttura dei blocchi ecc... quelli o li fai uguale o non lo puoi + chiamare fs minix, ne tanto meno potrai pretendere che legga fs minix...Se io dovessi fare un clone di linux (o di windows), non perderei tanto tempo a inventarmi 1 scheduler nuovo e mi implementerei subito il round-robin, non lo square-robert o l'uomo-gatto, perche' ne' posso complicarmi la vita x reinventare la ruota, ne' si puo' essere sicuri di non fare del codice simile o uguale a quello di linux o windows...Linus ha fatto il suo clone e purtroppo (in realta' la storia e' lunga: ci sarebbe un concorso di colpa con i contributori come IBM) in certi punti non si poteva fare una cosa diversa xche' altrimenti non lo si poteva neanche piu' chiamare clone, al massimo pseudo...E poi io credo che restero' dell'idea che: progetti complessi, nel complesso, saranno diversi ma avranno punti molto simili e alcuni punti uguali... (il discorso si applica se uso lo stesso linguaggio di programmazione, naturalmente...).Mi scuso x l'insistenza (ormai estenuante... da entrambe le parti ;) ) ma non credo sia giusto etichettare Linus come copione quando invece ha letto, imparato, scritto e SOLO in certe cose (come le strutture) ha dovuto rifarle pari pari... Ma copiare delle specifiche non mi sembra voglia dire copiare...E poi ribadisco che ci avrebbe messo di + a copiare tutto e riscriversi alcuni passaggi x non farlo risultare uguale; molto + pratico imparare, implementare e andare a vedere solo quando certe cose non puoi farle diversamente (come le strutture).Inoltre Linus non ha mica avuto bisogno di fare reverse enginnering, tutto il materiale era stato diffuso dall'universita' e dalla sco stessa, allora daffarche' sposi la filosofia open-source??
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing

            A parte il caso generale, nel caso specifico le
            accuse della sco erano anche x l'uso del
            filesystem.

            Se vuoi fare un clone di un fs dovra' pur leggere
            i gli stessi binari... E' vero, potra' fare +
            cicli ma dovra' sempre:
            1. Aprire il file binario
            2. Caricare lo stack in un job
            3. Caricare l'area codice
            4. Far partire l'opcodeProprio per questo avevo accennato al filesystem.Ma per fare 1, 2, 3, 4 ci sono mille modi diversi.
            Sia che copiassi che non copiassi pari pari il
            codice, quelle cose deve farle: non e' nel
            cambiare le for con le while che si cambia il
            succo.
            X questo mi ostino a dire questo: non ha copiato
            il codice (col copia e incolla) ma se lo e'
            riscritto, e naturalmente (xche' nel campo
            informatico e' naturale) ha usato (senza farlo
            appositamente) gli stessi passaggi dei
            programmatori della sco. Se le strutture del fs
            minix non le fai uguali, non fai un fs minix e
            potresti anche avere dei problemi con certi
            pacchetti (lui aveva bisogno di farci girare, per
            lo meno, il compilatore e il make di minix).Ripeto per l'ennesima volta.Anche nel masterizzatore devi far ruotare il disco, inizializzare il laser, ecc. ma puoi farlo in mille modi diversi. Il risultato sarà lo stesso, i passaggi saranno simili, ma il codice generato avrò uno stile ben definito ed univoco.
            Non credo proprio che 1 come Torvalds si sia
            messo a fare copia/incolla del codice di unix e
            di minix (che erano pur sempre progetti "grossi")
            x farcene un progettino + piccolo, anche xche' ci
            avrebbe perso + tempo x risistemarlo...Non sarebbe la prima volta che qualcuno lo fa (mi vengono in mente alcuni progetti PHP).
            Mi sa' che non saremo mai sulla stessa lunghezza
            d'onda, e questo a svantaggio della reputazione
            del povero Linus, che a quest'ora poteva
            benissimo essere nei boschi finlandesi, (linux) a
            giocare con heidi e le pecorelle, (linux) e
            invece lui ha sfidato le multinazionali
            comuniste, e' sceso in campo... (linux) "e lo ha
            fatto x NOI..." :'( :'( :'( :'( :'( . COMUNISTI
            !!! :'(Già.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing
            Aggiungo... sarebbe come dire che "lo scopo è far girare Mozilla Firefox", e siccome gira sia su Windows che su Linux, Windows e Linux sono uguali. Il risultato è lo stesso ma Windows e Linux sono ben diversi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows-
            Linux morphing

            (negli anni 80
            esisteva solo lo scambio, non c'era proprio la
            mentalita' di pagare il software, fino a che...
            qui non mi pronuncio O:) ).Mi pronuncio io!!! Fino a quando non è arrivato il famigerato DRAGASACCOCCE di REDMOND a devastare tutto con l'opera di lobotomizzazione degli UTONTI a opera della sua folta schiera di PRETORIANI PARRUCCONI MASTERIZZATI!!! Ma la trippa x gatti è finita per lui!!!
      • Gianluca70 scrive:
        La trave e la pagliuzza...
        - Scritto da: alex++
        Io la vedo un po' più semplice di così ( si fa
        per dire ).

        Se non si danno una mossa a virtualizzare Linux
        su Windows, con il loro prodotto, presto
        potrebbero vedere virtualizzato Windows su Linux
        con altri prodotti concorrenti.

        La cosa già avviene discretamente con i prodotti
        VMWare, che nell'ultimo anno hanno fatto
        progressi davvero interessanti.

        Ma la mazzata potrebbe arrivargli, come al solito
        da prodotti Open Source, tipo Xen.
        [cut]Eccerto, sono talmente sprovveduti che ci lavorano al progetto Fonte: http://www.cl.cam.ac.uk/Research/SRG/netos/xen/Ma farsi una letturina completa, prima?Buona lettura a tutti...
        • Anonimo scrive:
          Re: La trave e la pagliuzza...
          Io sapevo che il contributo di Microsoft si limitava nel fornire agli sviluppatori le informazioni necessarie a modificare il kernel Windows per poter essere virtualizzato all'interno di Xen.Che io sappia non c'è codice Microsoft all'interno di Xen che peraltro è sotto GPL.Comunque ulteriori informazioni sono sempre ben accette. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: La trave e la pagliuzza...
            - Scritto da: alex++
            Io sapevo che il contributo di Microsoft si
            limitava nel fornire agli sviluppatori le
            informazioni necessarie a modificare il kernel
            Windows per poter essere virtualizzato
            all'interno di Xen.
            Si potrebbe quasi pensare che lo scopo di MS è fareutili e non di dare contribuiti, un pò come il lavoro dellamaggior parte delle persone e aziende, non dico tutteper carità cristiana.
            Che io sappia non c'è codice Microsoft
            all'interno di Xen che peraltro è sotto GPL.
            Comunque ulteriori informazioni sono sempre ben
            accette. :)
  • Mechano scrive:
    Tutto da interpretare
    Questo articolo e' proprio tutto da interpretare."Il CEO di Microsoft, Steve Ballmer, sostiene che questa mossa è stata dettata dal crescente numero di clienti che chiedono di poter far girare su Windows altri sistemi operativi, e in particolare Linux."Che in pratica significa che gli utenti (specie quelli enterprise, di quelli home di solito non gliene importa nulla) si sono talmente lamentati e hanno criticato la cosa che Ballmer ha dovuto almeno promettere di aggiungere il supporto a Linux.E poi ancora:"non bisogna infatti dimenticare che la versione originaria del software, sviluppata da Connectix, supportava ufficialmente BSD Unix, Linux, NetWare e Solaris x86. Dopo l'acquisizione della famiglia di prodotti Virtual nel 2003, Microsoft ha focalizzato la propria attenzione unicamente sulla compatibilità con Windows, cessando ogni forma di supporto agli altri sistemi operativi."Micro$oft ha focalizzato la propria attenzione unicamente sulla compatibilita' con Windows e' un modo elegante per dire che Micro$oft ha letteralmente segato via il supporto a tutto cio' che le stava scomodo.E poi la chicca finale:"Ballmer ha lasciato intendere che la prossima major release di VS potrebbe arrivare solo fra alcuni anni"Ossia, abbiamo segato il supporto a quello che ci stava scomodo, ve ne siete accorti, ci state rompendo i maroni con le vostre critiche e proteste, ok ve lo daremo ma con calma, non abbiamo fretta di darvi gli strumenti per poterci lentamente buttare fuori dalle vostre aziende...Perche' e' ovvio tecnologie come queste sono come dei cavalli di troia, che permettendo di far girare Linux o sue componenti virtualizzato sotto Win permette di integrarli, provare entrambi i mondi, confrontarli, e capire i vantaggi dell'uno e dell'altro in un confronto diretto magari su servizi simili.Una cosa molto pericolosa per Micro$oft. Perche' permette di iniziare il conteggio del TCO di Windows e Linux.Messi sulla stessa macchina a dare servizi simili per settimane, mesi, davanti ad attacchi di virus, bug, exploit, aggiornamenti, reboot ecc. Si ha una visione eccezionalmente lineare di quale manutenzione e costi abbiano i due sistemi... Quindi ve lo daremo tra qualche anno. Ritardiamo la possibilita' di permettervi confronti diretti ed integrazioni spinte...Intanto vediamo quanto riusciamo ad investire per corrompere e farci leggiferare ad hoc nel discorso brevetti e quanto riusciamo a mettere i bastoni tra le ruote a Linux e al software libero...__Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 22/04/2005 8.27.25
    • Giambo scrive:
      Re: Tutto da interpretare
      - Scritto da: Mechano
      Quindi ve lo daremo tra qualche anno. Ritardiamo
      la possibilita' di permettervi confronti diretti
      ed integrazioni spinte...Probabilmente nel frattempo cercano di "resuscitare" il codice usto ai tempi per far fuori DrDOS: Strani messaggi d'errore, strani crash, strani rallentamenti e tutto solo facendo girare Linux !
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto da interpretare
      - Scritto da: Mechano
      Questo articolo e' proprio tutto da interpretare.

      "Il CEO di Microsoft, Steve Ballmer, sostiene che
      questa mossa è stata dettata dal crescente numero
      di clienti che chiedono di poter far girare su
      Windows altri sistemi operativi, e in particolare
      Linux."
      Ma questo pezzo non lo hai visto?"Il big di Redmond intende soddisfare queste richieste, o almeno una parte di esse, con il rilascio verso fine anno del primo service pack per VS 2005."Secondo me se i grossi clienti chiedono la virtualizzazione di Linux e M$ non la fornisce, perde comunque parte di questi clienti...Anche perchè VS 2005 NON è l'unico sw di virtualizzazione, e quindi i clienti potrebbero passare alla concorrenza ANCHE per il sw di virtualizzazione!Ciao, dgali.
      • Mechano scrive:
        Re: Tutto da interpretare
        - Scritto da: Anonimo
        Ma questo pezzo non lo hai visto?
        "Il big di Redmond intende soddisfare queste
        richieste, o almeno una parte di esse, con il
        rilascio verso fine anno del primo service pack
        per VS 2005."Si grazie per la puntualizzazione.Lo rilascia a fine anno e ne rilascia solo una parte.Ma nel prodotto dell'azienda acquisita da Micro$oft c'era gia' da subito e perfettamente funzionante anche per Linux.
        Secondo me se i grossi clienti chiedono la
        virtualizzazione di Linux e M$ non la fornisce,
        perde comunque parte di questi clienti...
        Anche perchè VS 2005 NON è l'unico sw di
        virtualizzazione, e quindi i clienti potrebbero
        passare alla concorrenza ANCHE per il sw di
        virtualizzazione!Ma io sono dell'idea che Micro$oft abbia acquisito quell'azienda proprio per eliminare questa feature cosi' importante, solo che le proteste si sono fatte sentire...Alla fine gioca sempre d'astuzia ritardando il piu' possibile...Il tempo in questo settore e' un fattore non da poco, che puo' decidere il successo o gli effetti di una tecnologia...__Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutto da interpretare

          Ma io sono dell'idea che Micro$oft abbia
          acquisito quell'azienda proprio per eliminare
          questa feature cosi' importante, solo che le
          proteste si sono fatte sentire...Secondo me la virtual machine a Microsoft serve per far funzionale le vecchie applicazioni su longhorn. In poche parole, in longhorn ci sono talmente tante variazioni, che molte vecchie applicazioni windows non funzioneranno. Con la VM sarà possibile comunque farle girare su un win xp virtualizzato (ad esempio). Questo è il motivo dell'acquisizione della ditta che ha sviluppato la VM.Poi successivamente devono aver pensato "visto che la VM c'è, perchè non utilizzarla per farci girare anche Linux. In questo modo chi vuol usare usare linux, lo può fare ugualmente, ma di fatto acquista anche la licenza windows e comunque il tutto gira virtualizzato sotto la VM di windows". Da tutto questo, secondo me, chi ci perde è decisamente Linux
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutto da interpretare
          - Scritto da: Mechano

          Ma io sono dell'idea che Micro$oft abbia
          acquisito quell'azienda proprio per eliminare
          questa feature cosi' importante, solo che le
          proteste si sono fatte sentire...
          Alla fine gioca sempre d'astuzia ritardando il
          piu' possibile...
          Il tempo in questo settore e' un fattore non da
          poco, che puo' decidere il successo o gli effetti
          di una tecnologia...
          E perchè mai ? Mica esiste solo VS di Microsoft !Sono anni che uso VMWare, con il supporto di VM Windows (da 95 a 2003 server), Linux, Solaris, DOS e Netware. Con la parte "server" sia su Linux che Windows che come SO a se stante (il prodotto di punta ESX Server si installa pure sui mainframe IBM).VMWare non è una boiata, le prestazione sono sorprendenti, facendo di questa azienda la punta di diamante in questo campo.Se MS non vuole far girare VM "straniere" sul suo VS chi se ne frega, le alternative non mancano.www.vmware.comByez.
          • Anonimo scrive:
            Mechano, sei un TROLL
            - Scritto da: Anonimo

            Sono anni che uso VMWare, con il supporto di VM
            Windows (da 95 a 2003 server), Linux, Solaris,
            DOS e Netware. Con la parte "server" sia su Linux
            che Windows che come SO a se stante (il prodotto
            di punta ESX Server si installa pure sui
            mainframe IBM).
            VMWare non è una boiata, le prestazione sono
            sorprendenti, facendo di questa azienda la punta
            di diamante in questo campo.

            Se MS non vuole far girare VM "straniere" sul suo
            VS chi se ne frega, le alternative non mancano.

            www.vmware.com

            Byez.Lasciamo che Mechano trolleggi a dovere. Tanto sappiamo che spara solo che caxxate
          • Anonimo scrive:
            Re: Mechano, sei un TROLL
            più che trolleggiare lui lavorerà per suse o altre società simili, ed è pagato per fare ste cose, altrimenti non vedo perché ci perda tutto sto tempo
          • Anonimo scrive:
            Re: Mechano, sei un TROLL
            - Scritto da: Anonimo
            più che trolleggiare lui lavorerà per suse o
            altre società simili, ed è pagato per fare ste
            cose, altrimenti non vedo perché ci perda tutto
            sto tempo
            Dai ma ce lo vedi a lavorare :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto da interpretare
      - Scritto da: Mechano
      Che in pratica significa che gli utenti (specie
      quelli enterprise, di quelli home di solito non
      gliene importa nulla) A volte arrivano, improvvisi ed inattesi, momenti di agnizione genuinamente affini alla tradizione dei grandi tragediografi greci. In questi momenti si è folgorati dall'impressione che perfino nelle più inutili teste il Padreterno si diverta a sotterrare e nascondere tenui eppure sfolgoranti barlumi di sensatezza. Ebbene sì, stentiamo a crederci, ma forse l'eco di un pensiero compiuto e coerentemente conformato al senso di realtà ha trafitto perfino questo instancabile, diuturno produttore di un profluvio di commenti insensati e giammai baciati dalla accondiscendente benedizione della Dea Logica: GLI UTENTI HOME NON CONTANO UN CAZZO, sono assolutamente irrilevanti, come tutte le aziende ed i prodotti che vi girano attorno.
      permette di iniziare il conteggio del TCO di
      Windows e Linux.
      Messi sulla stessa macchina a dare servizi simili
      per settimane, mesi, davanti ad attacchi di
      virus, bug, exploit, aggiornamenti, reboot ecc.
      Si ha una visione eccezionalmente lineare di
      quale manutenzione e costi abbiano i due
      sistemi... Così si rischia che l'utenza dotata di pollice opponibile e di IQ non inferiore a quello di un pacifico animale da cortile si renda conto che l'unico sistema in grado di "dare servizi" (cazzatine web ed affini, s'intende, e non ha senso parlarne come se fosse la cosa più importante del mondo) in maniera sicura ed affidabile non è nè linux nè windows, bensì OpenBSD...
  • Anonimo scrive:
    ma non sarà pericoloso... per microsoft?
    voglio dire... se si tratta solo di un virtual PC, allora nulla di nuovo sotto il cielo... ovvero un sistema operativo che gira dentro ad una finestra, come già fa da anni vmware... e pure benissimo.Se invece si tratta di fare dirare applicazioni linux nello stesso user space del kernel di windows... allora si che la vedo dura per M$. Per farlo deve fornire dei driver. Visto che il 99% dei programmi per linux sono sotto licenza GNU, bisogna avere il codice sorgente di questi driver altrimenti per M$ si profila un sanguinoso processo per violazione dei diritti.Una volta che i programmatori (non solo di linux) hanno in mano questi driver.... avremmo le porte aperte a windows per fare il processo inverso... fare girare alla perfezione le applicazioni windows sotto qualsiasi sistema operativo....mah... a volte anche M$ fa delle cazzate... vediamo come va a finire.max
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non sarà pericoloso... per microsoft?
      i legal di Ms stanno appunto lavorando a questo. L'idea e' fornire il supporto pieno a linux senza condividere il codice dei driver. Quindi il passo inverso ve lo prendete in saccoccia.Windows forever....Marco
      • Anonimo scrive:
        Re: ma non sarà pericoloso... per microsoft?
        - Scritto da: Anonimo
        i legal di Ms stanno appunto lavorando a questo.
        L'idea e' fornire il supporto pieno a linux senza
        condividere il codice dei driver. Quindi il passo
        inverso ve lo prendete in saccoccia.
        Windows forever....

        MarcoROTFLfino a ieri linux e' un cacca....oggi vogliamo linux che gira su windows ...domani .....bhe pero' sto linux ...ADDIO MS !!!torna a fare i giocattoli ....e' li' che riesci meglio !!
        • Anonimo scrive:
          Re: ma non sarà pericoloso... per microsoft?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          i legal di Ms stanno appunto lavorando a questo.

          L'idea e' fornire il supporto pieno a linux
          senza

          condividere il codice dei driver. Quindi il
          passo

          inverso ve lo prendete in saccoccia.

          Windows forever....



          Marco

          ROTFL
          fino a ieri linux e' un cacca....
          oggi vogliamo linux che gira su windows ...
          domani .....
          bhe pero' sto linux ...

          ADDIO MS !!!

          torna a fare i giocattoli ....
          e' li' che riesci meglio !!

          mi ricorda tanto l'asilo nido..che nostalgia...prof. prof. luca mi fa le boccaccie...ma scusa perchè intanto linux e il mondo os non inizia a fare sti azzi di driver per le periferiche invece di rompere le balle


          • Anonimo scrive:
            Re: ma non sarà pericoloso... per micros
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            torna a fare i giocattoli ....

            e' li' che riesci meglio !!
            mi ricorda tanto l'asilo nido..che nostalgia...
            prof. prof. luca mi fa le boccaccie...
            ma scusa perchè intanto linux e il mondo os non
            inizia a fare sti azzi di driver per le
            periferiche invece di rompere le balleChe periferiche non ti funzionano sotto linux ?
          • Anonimo scrive:
            Re: ma non sarà pericoloso... per micros

            ma scusa perchè intanto linux e il mondo os non
            inizia a fare sti azzi di driver per le
            periferiche invece di rompere le ballePerchè la microsoft fa anche i driver per le periferiche?Sotto quell'aspetto linux supporta nativamente un numero maggiore di periferiche rispetto a windows. Se non ci fossero i driver di terze parti col cavolo che windows funzionerebbe






      • Anonimo scrive:
        Re: ma non sarà pericoloso... per micros

        condividere il codice dei driver. Quindi il passo
        inverso ve lo prendete in saccoccia.
        Windows forever....idioti forever....
    • Mechano scrive:
      Re: ma non sarà pericoloso... per micros
      - Scritto da: Anonimo
      ...mah... a volte anche M$ fa delle cazzate...
      vediamo come va a finire.Non e' un caso che questa possibilita' fu segata via rispetto al prodotto originario, ed e' stata aggiunta dietro proteste e critiche, ma sara' aggiunta con moooolta calma...__Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: ma non sarà pericoloso... per micros

        Non e' un caso che questa possibilita' fu segata
        via rispetto al prodotto originario, ed e' stata
        aggiunta dietro proteste e critiche, ma sara'
        aggiunta con moooolta calma...Ma che @zzo vai dicendo? Perchè renderti ridicolo a tutti i costi, come quelli che hanno iniziato 'sto thread su programmi kernel e driver...Il FATTO: Virtual Server, come VPC, fa funzionare oltre ai sistemi Win anche i sistemi Linux.La novità: oltre al supporto per i sistemi Win dentro Virtual Server c'e' il supporto ufficiale anche per Linux.Anche VMWare non supporta TUTTI i sistemi operativi. Ciò vuol dire che se installi un OS non supportato nella VMachine e chiami VMWare quelli ti rispondono: mi dispiace, piattaforma non supportata=no chiamate di assistenza.Lo stesso per MSFT.Se pero' volete continuare a pensare alla congiura globale del "draga" e a tutte le altre stronz@te avanti, c'e' posto...
        • Anonimo scrive:
          Re: ma non sarà pericoloso... per micros
          - Scritto da: Anonimo
          Il FATTO: Virtual Server, come VPC, fa funzionare
          oltre ai sistemi Win anche i sistemi Linux.
          La novità: oltre al supporto per i sistemi Win
          dentro Virtual Server c'e' il supporto ufficiale
          anche per Linux.L'articolo dice cose completamente diverse.Poi sfido chiunque a dimostrare che la Microsoft lavori solo per il nostro bene e non congiura alle spalle di nessun utente, governo o azienda. Non per nulla e' un'azienda condannata e pregiudicata...
        • Anonimo scrive:
          Re: ma non sarà pericoloso... per micros

          congiura globale vero.tutto questo sarebbe risolvibile in modosemplice e sicuro togliendo definitivamentedi mezzo la microsoft e le sue porcheriecome stanno cercando di fare i paesi civilidel nord-europa. Non sara facile, roma nonè stata fatta in un giorno, ma questo è il grande obiettivo. Altro che virtual server.C'è Xen, che permette di eseguire in modoefficente svariate macchine virtuali, purchénon ms: il meglio.
  • swamiji65 scrive:
    Un consiglio
    Piuttosto che far girare come guest Linux in un S.O. Win sarebbe più opportuno usare Linux e far girare come guest Win (pagando la relativa licenza).byswamiji65
    • EffeElle scrive:
      Re: Un consiglio
      - Scritto da: swamiji65
      Piuttosto che far girare come guest Linux in un
      S.O. Win sarebbe più opportuno usare Linux e far
      girare come guest Win (pagando la relativa
      licenza).

      by
      swamiji65Si ma se provi Linux poi scopri che wincozz non ti serve più, a meno di far girare quei software legacy di cui non ne esiste la controparte. Comunque meglio Windows dentro Linux come dici tu.
      • francescor82 scrive:
        Re: Un consiglio

        Si ma se provi Linux poi scopri che wincozz non
        ti serve più, a meno di far girare quei software
        legacy di cui non ne esiste la controparte.
        Comunque meglio Windows dentro Linux come dici
        tu.Quoto, e per alcuni programmi (per esempio Flash MX come ho potuto provare personalmente) basta Wine, non c'è bisogno di VMWare.
        • Alessandrox scrive:
          Re: Un consiglio
          - Scritto da: francescor82

          Si ma se provi Linux poi scopri che wincozz non

          ti serve più, a meno di far girare quei software

          legacy di cui non ne esiste la controparte.

          Comunque meglio Windows dentro Linux come dici

          tu.

          Quoto, e per alcuni programmi (per esempio Flash
          MX come ho potuto provare personalmente) basta
          Wine, non c'è bisogno di VMWare.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=973368&tid=972903&p=1#973368
  • Anonimo scrive:
    Da verificare
    Il comunicato ufficiale Microsoft (http://www.microsoft.com/presspass/press/2005/Apr05/04-20VirtualizationInvestmentsPR.asp) non parla espressamente di Linux o di altri sistemi operativi che Microsoft si sta avviando a supportare, quindi, a meno che non ci sia stata un'esplicita affermazione di Steve Ballmer in merito (che forse non ho letto), io aspetterei a dire che Virtual Server 2005 supporterà macchine virtuali con Linux.Anche se sarebbe la cosa più opportuna, è molto più facile ipotizzare che Microsoft preferisca dare supporto ufficiale prima a Solaris, per via dell'appena rinnovata partnership con Sun, e solo successivamente ad alcuni sistemi Linux (scegliendo probabilmente quelli più adottati nel mercato enterprise: Red Hat e Novell/SuSE).Alessandro Perillihttp://www.virtualization.info
  • Anonimo scrive:
    Dico solo che...
    In effetti un windows che virtualizzava solo altri windows sarebbe un po' ridicolo....
    • Giambo scrive:
      Re: Dico solo che...
      - Scritto da: Anonimo
      In effetti un windows che virtualizzava solo
      altri windows sarebbe un po' ridicolo....Potebbe essere utile se vuoi testare qualcosa senza "introiare" la tua installazione principale. Se qualcosa va' storto, elimini il file-partizione e ricominci da capo.Ho visto gente usare vmware per poter testare delle pagine WEB con IE5, IE5.5, IE6, ... Varie versioni di IE infatti non possono convivere sulla stessa installazione.
      • elcabesa scrive:
        Re: Dico solo che...
        non so se ti interessa ma ultimamante è stato scoperto che è possibile avere più explorer sullo stesso pc, si tratta di fregare un po windows. cerca con google se ti interessa, spiacente ma non ricordo assolutamente dove l'ho letto ,ma ricordo di aver letto un articolo ed era un articolo seriociao- Scritto da: Giambo

        - Scritto da: Anonimo

        In effetti un windows che virtualizzava solo

        altri windows sarebbe un po' ridicolo....

        Potebbe essere utile se vuoi testare qualcosa
        senza "introiare" la tua installazione
        principale. Se qualcosa va' storto, elimini il
        file-partizione e ricominci da capo.

        Ho visto gente usare vmware per poter testare
        delle pagine WEB con IE5, IE5.5, IE6, ... Varie
        versioni di IE infatti non possono convivere
        sulla stessa installazione.
      • Gatto Selvaggio scrive:
        Re: il link

        Ho visto gente usare vmware per poter testare
        delle pagine WEB con IE5, IE5.5, IE6, ... Varie
        versioni di IE infatti non possono convivere
        sulla stessa installazione.http://www.apogeonline.com/webzine/2004/06/22/01/200406220101Però non ho mai provato, il mio computer è già abbastanza lento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dico solo che...
      - Scritto da: Anonimo
      In effetti un windows che virtualizzava solo
      altri windows sarebbe un po' ridicolo....Non è ridicolo. Con longhorn molte applicazioni dei vecchi windows non funzioneranno. Non assicurando il funzionamento del vecchio software, risulta anche difficile convincere le aziende a passare al nuovo longhorn. In questo contesto entra in gioco la VM. Se un software non funzionerà su longhorn, sarà sempre possibile farlo girare su una macchina virtualizzata con su un vecchio windows.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dico solo che...
        E questo è immensamente più ridicolo!!!è possibile che ad ogni release di windows bisogna rinnovare tutto il proprio sw???Quando è uscito winxp molto sw per win98 ce lo siamo dati sui denti con la modalità "compatibilità" che non ha mai funzionatoOra con longhorn dovremo fare lo stesso..costretti ad utilizzare macchine virtuali per usare il sw del mese prima!Menomale che lo sviluppo microsoft ha una lentezza agghiacciante...avesse anche solo la velocità della apple sarebbe una tragedia dover cambiare il sw una volta l'anno!!
Chiudi i commenti