Zimbabwe, tortura per dei video online

Munyaradzi Gwisai, docente di legge presso l'università dello Zimbabwe, sarebbe stato arrestato e torturato insieme ad altri studenti per aver mostrato in aula alcuni video delle proteste scoppiate in Nordafrica

Roma – Gli strascichi delle recenti rivolte politiche scoppiate in Tunisia e in Egitto arrivano fino in Zimbabwe. Sembra , infatti, che un docente di giurisprudenza dell’Università del paese africano sia stato arrestato e torturato per tradimento , accusato di aver mostrato a un gruppo di studenti alcuni video delle immagini dei tumulti nordafricani.

Munyaradzi Gwisai avrebbe avuto la colpa di introdurre alla sua classe nuovi argomenti di discussione quali, appunto, le rivolte di Tunisia ed Egitto testimoniate da alcune clip di Al Jazeera e BBC, video che sono circolati in rete, anche rilanciati online da siti di attivisti dello Zimbabwe da cui avrebbe attinto il docente.

Gli agenti di polizia avrebbero sequestrato laptop, DVD e videoproiettori prima di arrestare il docente insieme ad altre 45 persone tra studenti e impiegati del Centro di Lavoro e Legge dell’Università. Dopo cinque ore di custodia cautelare, Gwisai sarebbe stato torturato insieme ad altri cinque suoi compagni di cella i cui segni sarebbero stati certificati .

C’erano “segni di violenze sul corpo di tutti i detenuti, sotto i piedi e sulle natiche, procurati attraverso l’uso di manici di scopa, spranghe di metallo, pezzi di legno e oggetti appuntiti”, riporta il quotidiano The Zimbabwean all’interno di un resoconto sui procedimenti giudiziari in corso.

Guardare video caricati in Rete può essere considerata una colpa grave sotto il regime di Robert Mugabe, capo del paese africano nel quale 9 individui su 10 non possiedono Internet e la TV via cavo è considerata un bene di lusso.

“Loro tenevano incontri regolari nei quali proiettavano film e documentari riguardanti diverse questioni sociali”, afferma Bloemen, operatore delle Nazioni Unite di stanza a Johannesburg. “In occasione degli eventi accaduti in Egitto e Tunisia, la loro intenzione era quella di organizzare un incontro e un dibattito circa quegli argomenti”, conclude. Shantha Bloemen, moglie di Gwisai, ha confessato a Wired che l’intenzione di suo marito è stata quella di raccogliere gli studenti del corso per ascoltare le notizie provenienti dal Nordafrica per poi tenere un dibattito accademico sul tema della democrazia.
Il titolo del seminario sarebbe stato: “Rivolte in Egitto e Tunisia. Quale lezione per Zimbabwe e Africa”.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Oracle Guru scrive:
    ribadisco
    ribadisco che non capisco perché non diano all'utente la possibilità di valutare singolarmente i risultati, con la possibilità di dare una valutazione individuale dei risultati e penalizzando i siti "poco interessanti" per l'utente alla successiva ricerca.Mi sembra così semplice.E poi ciò che è inutile per me, potrebbe essere utile per un altro, per cui la strada del risultato tarato sulle preferenze dell'utente mi sembra l'unica strada sensata, salvo dare comunque l'opzione di vedere la lista dei risultati non ritoccata in base ai proprio punteggi.
    • Luca scrive:
      Re: ribadisco
      https://chrome.google.com/webstore/detail/nolijncfnkgaikbjbdaogikpmpbdcdefCiao!
      • Oracle Guru scrive:
        Re: ribadisco
        si' ma ribadisco anche, come commentato in un precedente articolo, che non si capisce come mai questa funzionalita' la debbano mettere dentro a Chrome e non a Google stesso.
        • Luca scrive:
          Re: ribadisco
          Boh...C'è anche da dire che se ad uno interessa come funzionalità se la può "installare"; se ad uno non interessa penso che, se anche google la integrasse direttamente, probabilmente non la utilizzerebbe.Forse intanto l'hanno proposta come estensione proprio per valutare la reazione dei "clienti" per decidere poi se passare ad implementarla direttamente nella SERP...Non so, tutte ipotesi...Ciao!
        • MacBoy scrive:
          Re: ribadisco
          - Scritto da: Oracle Guru
          si' ma ribadisco anche, come commentato in un
          precedente articolo, che non si capisce come mai
          questa funzionalita' la debbano mettere dentro a
          Chrome e non a Google stesso.Perché se il sito non piace a te non significa che possa piacere a qualcun altro.E comunque mettendola in Chrome hanno i loro mezzi per leggere le tue preferenze. Nel caso possono sempre intervenire.
      • nome e cognome 2.0 scrive:
        Re: ribadisco
        - Scritto da: Luca
        https://chrome.google.com/webstore/detail/nolijncf

        Ciao!per chi invece usa firefox e vuole la stessa funzione: http://guidami.blogspot.com/2011/02/come-bloccare-siti-indesiderati-su.html
  • Frigghenaue i scrive:
    Spero tanto tanto tano...
    ...che abbassino il ranking di expert-exchange (anche se non è propriamente una content-farm). Ci casco almeno 1 volta per ogni search!E poi eggheadcafe e bigresource. Vere schifezze!
    • panda rossa scrive:
      Re: Spero tanto tanto tano...
      - Scritto da: Frigghenaue i
      ...che abbassino il ranking di expert-exchange
      (anche se non è propriamente una content-farm).
      Ci casco almeno 1 volta per ogni
      search!
      E poi eggheadcafe e bigresource. Vere schifezze!Inserisci tra i criteri di ricerca l'utilissimo -site: e ti levi dalle balle le schifezze.
      • Bing_o_Bong _o scrive:
        Re: Spero tanto tanto tano...
        - Scritto da: panda rossa

        Inserisci tra i criteri di ricerca l'utilissimo
        -site: e ti levi dalle balle le
        schifezze.Non è molto comodo.Prova Bing USA e vedrai che certe cose non accadono: trovi sempre ciò che cerchi (parlo di ricerche tecniche).Prima delle solite risposte date con la classica superiorità da utente linux, ti chiedo di avere l'onestà intellettuale di fare qualche prova reale sulle tue prossime ricerche tecniche in inglese.Se vuoi provare bene, altrimenti evita di scrivere le solite frasi vs Ms per piacere, sembrate un disco incantato quando vi ci mettete e non mi va di perdere tempo a leggere risposte di quel tipo.
        • panda rossa scrive:
          Re: Spero tanto tanto tano...
          - Scritto da: Bing_o_Bong _o
          - Scritto da: panda rossa



          Inserisci tra i criteri di ricerca l'utilissimo

          -site: e ti levi dalle balle le

          schifezze.

          Non è molto comodo.Se usi IE.FF invece e' totalmente configurabile anche nelle ricerche di google.
          Prova Bing USA e vedrai che certe cose non
          accadono: trovi sempre ciò che cerchi (parlo di
          ricerche tecniche).Preferisco il TG4: e' molto piu' affidabile!
          Prima delle solite risposte date con la classica
          superiorità da utente linux, ti chiedo di avere
          l'onestà intellettuale di fare qualche prova
          reale sulle tue prossime ricerche tecniche in
          inglese.Il giorno che google non mi dara' le informazioni di cui avro' bisogno, potro' prendere in considerazione altra roba.Io non cambio quello che funziona!
          Se vuoi provare bene, altrimenti evita di
          scrivere le solite frasi vs Ms per piacere,
          sembrate un disco incantato quando vi ci mettete
          e non mi va di perdere tempo a leggere risposte
          di quel tipo.Pensa un po' come mi diverto io a leggere messaggi di gente che cerca di convincermi che M$ non e' come la peste bubbonica ma solo come il vaiolo.
          • Bing_o_Bong _o scrive:
            Re: Spero tanto tanto tano...
            Guarda che anche io uso il 95% delle volte Google. Peccato che per ricerche davvero complesse non è raro che dia i numeri con cose completamente fuori senso. Allora provo Bing, me ne fotto se Ms è buona e cattiva e spesso (non sempre) trovo quello che cerco.Infine: Google è "buona"? Lo dici tu o credi a quello che ti raccontano?Io nel dubbio uso entrambi i motori e vivo felice.Liberi di....
        • vgaber scrive:
          Re: Spero tanto tanto tano...
          - Scritto da: Bing_o_Bong _o
          - Scritto da: panda rossa



          Inserisci tra i criteri di ricerca l'utilissimo

          -site: e ti levi dalle balle le

          schifezze.

          Non è molto comodo.
          Prova Bing USA e vedrai che certe cose non
          accadono: trovi sempre ciò che cerchi (parlo di
          ricerche
          tecniche).
          Prima delle solite risposte date con la classica
          superiorità da utente linux, ti chiedo di avere
          l'onestà intellettuale di fare qualche prova
          reale sulle tue prossime ricerche tecniche in
          inglese.
          Se vuoi provare bene, altrimenti evita di
          scrivere le solite frasi vs Ms per piacere,
          sembrate un disco incantato quando vi ci mettete
          e non mi va di perdere tempo a leggere risposte
          di quel
          tipo.fatemi capire: ora ogni volta che vede un "-" pensate a linux? siete messi male. e poi dite a chi lo usa di essere ossessionato? senza app proprio nulla, eh? che tristezza
          • Bing_o_Bong _o scrive:
            Re: Spero tanto tanto tano...
            - Scritto da: vgaber

            fatemi capire: ora ogni volta che vede un "-"
            pensate a linux? siete messi male. e poi dite a
            chi lo usa di essere ossessionato? senza app
            proprio nulla, eh? che
            tristezzaNon hai mai letto un commento di Panda Rossa vero?
          • vgaber scrive:
            Re: Spero tanto tanto tano...
            - Scritto da: Bing_o_Bong _o
            - Scritto da: vgaber



            fatemi capire: ora ogni volta che vede un "-"

            pensate a linux? siete messi male. e poi dite a

            chi lo usa di essere ossessionato? senza app

            proprio nulla, eh? che

            tristezza

            Non hai mai letto un commento di Panda Rossa vero?ehm...no. solo quelli sopra e comprendo il punto. Anche perchè a 45 anni ho imparato a essere agnostico. Anche con la tecnologia. Se funziona lo uso. Di chiunque sia. E qualsiasi cosa -legale - sia. Chiedo scusa per i trattini ;-)
    • MoD scrive:
      Re: Spero tanto tanto tano...
      io ribadisco (come detto nell'articolo iniziale sull'argomento):io spero che NON spariscano siti come softonic o malavida o azael (o come cavolo si chiama)... è grazie alle schifezze che fanno installare alla gente idiota che lavoro...
    • bbo scrive:
      Re: Spero tanto tanto tano...
      - Scritto da: Frigghenaue iQuoto tutto... anch'io odio experts-exchange!Putroppo la mia impressione è che la qualità delle ricerche su Google siano in lento peggioramento, ed il brutto è che non ci sono altre valide alternative!Bing.com lo tengo d'occhio, a volte è interessante e trova risultati migliori di Google, ma per il momento Google è ancora il primo motore che utilizzo.Una volta si utilizzavano molto i newsgroup, e per tutte le ricerche di informatica, programmazione, amministrazione sistemi si poteva andare su dejanews e poi su groups.google.com, ma adesso tra blog, forum, gruppi è tutto più difficile!
  • attonito scrive:
    OT: un mese senza post.
    un mese senza post.Salve, come detto a suo tempo, sono stato un mese senza postare, anche se ho comunque continuato a leggere gli articoli, Certo, e' stata fortissima la tentazione di rispondere ad alcune XXXXXXXte, come la solita "sei un pezzente perche non ci hai i soldi per comprarti l'iphone" di "disco rotto" Ruppolo, o un altro paio di cappelle sparse qua e la', ma ho resistito. Ora la cura prosegue, per marzo mi limitero' ad alcuni articoli evitando PI gadget, gli articoli-pubblicita' per Apple e tutta la roba con titolo palesemente provocatorio: in questo modo, eliminero' un buon 60%-70% di visite alle pagine.per pandarossa, finalcut (due nomi a caso che mi ricordo) e tutti gli altri postatori ossessivi compulsivi: fate come me, disintossicarsi si puo'. Mettiamo un po' di strizza a PI.
  • sergio scrive:
    Non capisco
    Ma non bastava semplicemente penalizzare questi siti spazzatura visto che paiono essere piuttosto conosciuti? che bisogno c'era di stravolgere l'algoritmo?
    • asd scrive:
      Re: Non capisco
      - Scritto da: sergio
      Ma non bastava semplicemente penalizzare questi
      siti spazzatura visto che paiono essere piuttosto
      conosciuti? che bisogno c'era di stravolgere
      l'algoritmo?è da stupidi pensare di risolvere il problema semplicemente tappando i buchi... ecco perchè si rifà l'algoritmo,per evitare che ce ne siano altri.
      • keul scrive:
        Re: Non capisco
        - Scritto da: asd
        - Scritto da: sergio

        Ma non bastava semplicemente penalizzare questi

        siti spazzatura visto che paiono essere
        piuttosto

        conosciuti? che bisogno c'era di stravolgere

        l'algoritmo?
        è da stupidi pensare di risolvere il problema
        semplicemente tappando i buchi... ecco perchè si
        rifà l'algoritmo,per evitare che ce ne siano
        altri.Sono d'accordo, la modifica agli algoritmi per renderli più robusti non è di per se sbagliato. Poi non commento gli effetti, non sono esperto in materia.
      • Undertaker scrive:
        Re: Non capisco
        - Scritto da: asd
        - Scritto da: sergio

        Ma non bastava semplicemente penalizzare questi

        siti spazzatura visto che paiono essere
        piuttosto

        conosciuti? che bisogno c'era di stravolgere

        l'algoritmo?
        è da stupidi pensare di risolvere il problema
        semplicemente tappando i buchi... ecco perchè si
        rifà l'algoritmo,per evitare che ce ne siano
        altri.Per un vero ingegnere, qualsiasi oggetto esistente nell'universo puo' venire inserito in una delle due seguenti categorie:1.Oggetti che hanno bisogno di essere aggiustati.2.Oggetti che avranno bisogno di essere aggiustati dopo che li avrete avuti in mano per qualche minuto.Agli ingegneri piace risolvere i problemi. Se non ci sono problemi sottomano, gli ingegneri li creeranno. Le persone normali non comprendono questo concetto; pensano che "se non e' rotto, non c'e' bisogno di aggiustarlo". Gli ingegneri, invece, pensano che "se non e' rotto, puo' essere migliorato"
    • Magenta scrive:
      Re: Non capisco
      - Scritto da: sergio
      Ma non bastava semplicemente penalizzare questi
      siti spazzatura visto che paiono essere piuttosto
      conosciuti?Sono siti con milioni di articoli, non necessariamente tutti inutili, e sono sparsi su un vasto arcipelago di domini differenti.
  • Pino scrive:
    [OT] un'impatto
    Va scritto senza apostrofo.
    • nome cognome scrive:
      Re: [OT] un'impatto

      Va scritto senza apostrofo.Cultura, masse, cultura...ELISIONE articolo indeterminativo una + sostantivo femminile che inizia con vocale: togliere la a finale e aggiungere l'apostrofo, es. un'orsaTRONCAMENTO articolo indeterminativo uno + sostantivo maschile che inizia con vocale: togliere la o finale, es. un orso
Chiudi i commenti