Zynga, data breach: 172 milioni di password rubate

Enorme data breach per Zynga: a inizio settembre sono state sottratte le password (e altre informazioni) relative a 172 milioni di account.
Enorme data breach per Zynga: a inizio settembre sono state sottratte le password (e altre informazioni) relative a 172 milioni di account.

C’è chi ancora gioca a FarmVille, CityVille, Draw Something, Mafia Wars, Words With Friends o a uno degli altri titoli casual del catalogo Zynga? In tal caso è bene modificare le credenziali di accesso del proprio account, anche considerando lo stretto legame tra le produzioni della software house e il profilo personale di Facebook. Il motivo è presto detto: oltre 172 milioni di password (per la precisione 172.869.660) sono state sottratte con un data breach.

Maxi-violazione Zynga: sottratte 170 milioni di password

A confermare la violazione è Have I Been Pwned che la posiziona tra le dieci più importanti di sempre in termini numerici. Avvenuta nella giornata dell’1 settembre, è stata resa nota solo oggi. Lo sviluppatore si è rifiutato di commentare la notizia, confermando però come già aveva reso noto il 12 settembre con una nota indirizzata agli investitori che c’è stata una sottrazione di dati. A finire in Rete sono nomi utente, indirizzi email, ID degli account, numeri di telefono e password. Stando a quanto emerso non sarebbero fortunatamente interessati i dettagli sui metodi di pagamento.

Zynga, fondata a San Francisco nel 2007 e quotata sull’indice NASDAQ dal 2011, conta oggi circa 67 milioni di utenti attivi su base mensile: è dunque lecito ritenere che gran parte di quelli colpiti a loro insaputa dal breach abbia smesso di giocare ai suoi titoli.

In seguito a un periodo difficile il business dell’azienda è tornato in positivo: 345,3 milioni di dollari nel Q3 2019 con un +48% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e un utile netto pari a 230 milioni di dollari. La capitalizzazione è stimata in 5,9 miliardi di dollari.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti