200 km orari, senza mani

Audi si prepara a correre verso l'automazione. E lo fa senza pilota. Un progetto figlio della collaborazione con l'università di Stanford

Roma – Altro che transformer e KITT, i laboratori di robotica di Stanford da anni stanno lavorando allo sviluppo di una vettura autonoma e da poco hanno ottenuto importanti risultati : hanno raggiunto la velocità di 140 miglia all’ora (225 chilometri orari), record per una macchina robotizzata senza pilota.

Obiettivo raggiunto in collaborazione con Volkswagen, con cui Stanford collabora dal 2005, quando insieme hanno vinto il DARPA Grand Challenge di quell’anno (competizione che vede contrapposti i più avanzati roboveicoli senza pilota): con Stanley, un esemplare modificato di una Touareg. Insieme hanno ora creato un laboratorio da 2 milioni di dollari, il Volkswagen Automotive Innovation Lab , che guida l’innovazione nel settore.

Poi era stato il turno di Junior, una Passat che nel 2007 si è aggiudicata il secondo posto nella DARPA Urban Challenge : quest’ultima era basata su chip Intel e un sistema Linux programmato in C e C++, e permetteva alla macchina di reagire in un tempo tra i 20 e i 50 millisecondi. Ancora troppo.

Protagonista questa volta è stata Shelly , nome in codice dell’Audi TT-S che non vuole farsi mettere le mani addosso: pur non essendo dotata di telecamere (come il precedente modello Junior), grazie al GPS e un sistema computerizzato basato su Java Real Time di Sun (installato su Solaris) riesce ad avere tempi di reazione agli stimoli esterni inferiori ai 20 millisecondi.

L’abbassamento di queste latenze ha consentito agli scienziati di spingere la macchina oltre i 200 km/h. La prossima sfida è il percorso Pikes Peak, quasi 13 miglia con 156 curve.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • NO copyright scrive:
    George Bernard Shaw
    Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno.Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.George Bernard Shaw
  • AlwaysHC scrive:
    Etere
    Quando un film viene trasmesso in TV o una canzone per radio, le onde elettromagnetiche di quel segnale attraversano i nostri corpi. Perche' dovrebbe essere vietato registrarli?
  • Funz scrive:
    La crisi non esiste
    è tutta colpa dei pirati, se si fanno meno film!
    • deactive scrive:
      Re: La crisi non esiste
      sara' pure colpa dei pirati ( spero e immagino tu sia ironico ) ma la qualita' dei film non la decide l'audience.Sara' invece proprio il contrario, cioe' che i film fanno talmente schifo ( con tante, dovute eccezioni ) che non vale la pena spendere i soldi del biglietto ?PS. Sorry ho letto male, hai scritto "meno film", non film piu' scadenti.Cmq, meglio pochi ma buoni, anche se non mi risulta a dispetto dell'articolo che i film in uscita siano dimunuiti ultimamente.Spero in ogni caso che la riduzione citata sia sintomo per il solo mercato americano.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 ottobre 2009 13.27----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 ottobre 2009 13.29-----------------------------------------------------------
  • IOIOIO scrive:
    fenomeno dei camcorder
    Ma come può preoccupare questo fenomeno? Vorrei sapere chi è che si guarda quelle porcherie di video riprese in quel modo.
    • qwerty scrive:
      Re: fenomeno dei camcorder
      Il problema non sono i camcorder sono la RIAA e MPAA che se possono si fanno pagare pure per quello che sogni e ora hanno toccato il fondo
    • ve che nador scrive:
      Re: fenomeno dei camcorder
      - Scritto da: IOIOIO
      Ma come può preoccupare questo fenomeno? Vorrei
      sapere chi è che si guarda quelle porcherie di
      video riprese in quel
      modo.le guarda petrestov .. poi si infila la sua CAM nello sfintere e ci proietta " L'interno di un idiota " :D
  • qwerty scrive:
    Parlano di buonsenso
    Mai sentita una serie di panzane cosi'Secondo l'MPAA la riduzione dei film di hollywood e' causata dalla pirateria ? ma per favore nemmeno un bambino ci crede.la gente si e' rotta il XXXXX di spendere dei soldi per andare al cinema, pagare il biglietto, sorbirsi 25/30 minuti di spot pubblicitari e poi vedere un film che e' il rifacimento di qualche vecchio film o di una sotria isipirta per l'ennesima volta ad un fumetto della marvel.Hanno raschiato il barile, non sono stati in grado di adattarsi alle nuove tecnologie e l'unico modo che trovano sensato e' quello di soffocarle.Loro che parlando di buon senso da parte delgi ISP perche' non comincino loro a dare l'esempio invece di fare la caccia alle streghe ?hanno fatto il loro tempo ed e' tempo per loro ora di estinguersi come e' sucXXXXX per i dinosauri
    • ruppolo scrive:
      Re: Parlano di buonsenso
      - Scritto da: qwerty
      la gente si e' rotta il XXXXX di spendere dei
      soldi per andare al cinema, pagare il biglietto,
      sorbirsi 25/30 minuti di spot pubblicitari e poi
      vedere un film che e' il rifacimento di qualche
      vecchio film o di una sotria isipirta per
      l'ennesima volta ad un fumetto della
      marvel.Può darsi, io invece mi sono rotto il XXXXX del televisore (che ho definitivamente spento) e vado regolarmente al cinema una volta la settimana.
  • fox82i scrive:
    Non sanno innovare
    Le major non sanno innovare!Non sanno utilizzare strumenti adeguati per divulgare le proprie opere.E' evidente che gli utenti preferiscono scaricare che piuttosto comprare un dvd, ma quei sapienti delle Major non riescono a copiare un Apple store per i video???Cmq sia non voglio che scarichiamo, bene! Tanto fare un decrypt di un dvd o bluray è banale, dvd a noleggio ce ne sono, alla fine il problema si ripresenterà lo stesso!
    • 1977 scrive:
      Re: Non sanno innovare
      - Scritto da: fox82i
      Le major non sanno innovare!
      Non sanno utilizzare strumenti adeguati per
      divulgare le proprie
      opere.
      E' evidente che gli utenti preferiscono scaricare
      che piuttosto comprare un dvd, ma quei sapienti
      delle Major non riescono a copiare un Apple store
      per i
      video???

      Cmq sia non voglio che scarichiamo, bene!
      Tanto fare un decrypt di un dvd o bluray è
      banale, dvd a noleggio ce ne sono, alla fine il
      problema si ripresenterà lo
      stesso!Non hanno ancora capito che il file sharing è un'opportunità e non una minaccia.Il primo che lo capirà farà i soldi veri.
      • DirigenteFi at scrive:
        Re: Non sanno innovare
        - Scritto da: 1977
        - Scritto da: fox82i

        Le major non sanno innovare!

        Non sanno utilizzare strumenti adeguati per

        divulgare le proprie

        opere.

        E' evidente che gli utenti preferiscono
        scaricare

        che piuttosto comprare un dvd, ma quei sapienti

        delle Major non riescono a copiare un Apple
        store

        per i

        video???



        Cmq sia non voglio che scarichiamo, bene!

        Tanto fare un decrypt di un dvd o bluray è

        banale, dvd a noleggio ce ne sono, alla fine il

        problema si ripresenterà lo

        stesso!

        Non hanno ancora capito che il file sharing è
        un'opportunità e non una
        minaccia.
        Il primo che lo capirà farà i soldi veri.Beh tu l'hai capito... e ricordati degli amici
        • 1977 scrive:
          Re: Non sanno innovare
          - Scritto da: DirigenteFi at
          - Scritto da: 1977

          - Scritto da: fox82i


          Le major non sanno innovare!


          Non sanno utilizzare strumenti adeguati per


          divulgare le proprie


          opere.


          E' evidente che gli utenti preferiscono

          scaricare


          che piuttosto comprare un dvd, ma quei
          sapienti


          delle Major non riescono a copiare un Apple

          store


          per i


          video???





          Cmq sia non voglio che scarichiamo, bene!


          Tanto fare un decrypt di un dvd o bluray è


          banale, dvd a noleggio ce ne sono, alla fine
          il


          problema si ripresenterà lo


          stesso!



          Non hanno ancora capito che il file sharing è

          un'opportunità e non una

          minaccia.

          Il primo che lo capirà farà i soldi veri.

          Beh tu l'hai capito... e ricordati degli amiciIl primo (soggetto Major) farà i soldi veri.Scusa per non aver messo i sottotitoli, a volte mi dimentico..
          • qwertyasdfg scrive:
            Re: Non sanno innovare
            bah, non sono convinto
          • petrestov scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: qwertyasdfg
            bah, non sono convintopiù di tutto non ha spiegato come dalla diffusione del filesharing si arrivi a fare un sacco di soldi. mancano MOLTI passaggi logici tra il termine p2p e la moneta sonante.
          • aPenguin scrive:
            Re: Non sanno innovare
            Prima di tutto serve qualcosa da vendere. Gli utenti scaricano file in divx?Bene!Intanto le major devono iniziare a fare quello che molti fanno già, cioè rippare dvd nei formati più comuni, sopratutto di quelle opere che non si trovano neanche cercandole col lanternino.La seconda è aprire uno store dove vendere questi file rippati a un prezzo onesto. 1 è onesto e non spreco nemmeno il tempo a spiegarti il perchè.Solo in questo modo puoi acquisire nuovi clienti.
          • petrestov scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: aPenguin
            Prima di tutto serve qualcosa da vendere.

            Gli utenti scaricano file in divx?
            Bene!

            Intanto le major devono iniziare a fare quello
            che molti fanno già, cioè rippare dvd nei formati
            più comuni, sopratutto di quelle opere che non si
            trovano neanche cercandole col
            lanternino.se non si trovano è perché qualcuno in passato ha smesso di desiderarli.

            La seconda è aprire uno store dove vendere questi
            file rippati a un prezzo onesto. 1 è onesto e
            non spreco nemmeno il tempo a spiegarti il
            perchè.il pane al kg costa molto più di un euro. un file rippato di un film con Spielberg, Angelina Jolie e Brad Pitt, centinaia di attori e comparse dovrebbe costare meno di mezzo kg di pane?come ha ben detto un utente in questo thread: non avete che da dimostrare coi fatti la validità di questo vostro business plan.
          • krane scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: aPenguin

            Prima di tutto serve qualcosa da vendere.

            Gli utenti scaricano file in divx?

            Bene!

            Intanto le major devono iniziare a fare quello

            che molti fanno già, cioè rippare dvd nei

            formati più comuni, sopratutto di quelle opere

            che non si trovano neanche cercandole col

            lanternino.
            se non si trovano è perché qualcuno in passato ha
            smesso di desiderarli.No : e' solo che non li cercano in molti, il che con il vecchio metodo di distribuzione era inefficiente, grazie alla rete non c'e' piu' questo problema, immagino che capisci da solo i motivi tecnici: e' simile alla differenza di prezzo tra un libro riprodotto da un amanuense e uno prodotto con tecniche di stampa.

            La seconda è aprire uno store dove vendere

            questi file rippati a un prezzo onesto. 1

            è onesto e non spreco nemmeno il tempo a

            spiegarti il perchè.
            il pane al kg costa molto più di un euro. un file
            rippato di un film con Spielberg, Angelina Jolie
            e Brad Pitt, centinaia di attori e comparse
            dovrebbe costare meno di mezzo kg di pane?Quanto e' un film al kg ?
            come ha ben detto un utente in questo thread: non
            avete che da dimostrare coi fatti la validità di
            questo vostro business plan.Basta guardare gli introiti dei film al cinema o il rapporto film visibili / prezzo del canone TV.
          • petrestov scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: krane
            No : e' solo che non li cercano in molti, il che
            con il vecchio metodo di distribuzione era
            inefficiente, grazie alla rete non c'e' piu'
            questo problema, immagino che capisci da solo i
            motivi tecnici: e' simile alla differenza di
            prezzo tra un libro riprodotto da un amanuense e
            uno prodotto con tecniche di
            stampa.io quasi un anno fa cercavo per una ricerca accademica un libro di Alberoni ormai introvabile in libreria. l'ho trovato disponibile in una libreria nazionale e su eBay. oggi per scrupolo sono andato a controllare sulle reti p2p: non c'è. quindi non dire che il p2p è una specie di riserva naturale per le opere in via di estinzione. non lo è. è uno zoo dove si trovano le opere più in voga in questo momento. come canale per diffondere opere introvabili soffre degli stessi difetti del sistema tradizionale.ad ogni modo, conosci cos'è l'usucapione? è una regolamentazione giuridica per venire in possesso di una cosa mobile o immobile. se hai un terreno incolto e io inizio a coltivarlo e tu non fai nulla per tot anni che dimostri la tua intenzione di proprietario sulla cosa, la cosa diventa mia.l'idea è che il diritto di proprietà (libertà individuale) incontri un limite nell'interesse collettivo ad utilizzarlo. si potrebbe fare una cosa del genere coi film, i libri e le altre opere soggette al diritto d'autore ed editore. se un editore non pubblica una determinata opera per tot anni, perde il diritto esclusivo di pubblicare l'opera a favore di una altro editore che crede nella commerciabilità di quest'opera.tra l'altro, nessuno ricorda che il diritto d'autore non copre soltanto la vita dell'autore stesso. decade dopo molti anni dalla morte dell'autore e ciò lo rende un diritto ereditabile. se il diritto d'autore sopravvive fino a 80 anni dalla morte di chi lo detiene, è lecito pensare che alcune generazioni future (figli, nipoti e i figli dei nipoti) potranno goderne. questa mi sembra una vera e propria rendita forse inaccettabile se in vita un autore si è arricchito oltremodo con l'opera (pensiamo a molti attori, cantanti e altri artisti) e quindi non solo trasmette in eredità ai parenti rimasti parte del suo ingente patrimonio, ma anche una rendita sul diritto. limitare il diritto d'autore anche in base a quanto ha fruttato mi sembra sensato.riforme del genere sono civili e accettabili. il filesharing non è nemmeno una trattativa di posizione. è solo una condotta di rottura contro un sistema che può essere a vari livelli riformato.se vuoi riformare lo Stato, non ti metti a fare il mafioso (giusto per fare un esempio). i mafiosi, se li senti parlare, usano parole come povertà, libertà, stato dittatoriale per avallare le proprie posizioni.
          • skyeye scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: petrestov
            i
            mafiosi, se li senti parlare, usano parole come
            povertà, libertà, stato dittatoriale per avallare
            le proprie posizioni.io li sento solo parlare di liberta'.. magari si occupassero della poverta' e ammettessero che l'Italia e' diventata una dittatura...
          • aPenguin scrive:
            Re: Non sanno innovare
            Va bene.. cominciamo..- Scritto da: petrestov

            se non si trovano è perché qualcuno in passato ha
            smesso di
            desiderarli.

            Se è come dici (ma non lo è) allora distribuire/scaricare tali raritànon è da considerare nemmeno un danno. Più verosimilmente i grandi produttori si concentrano solo sulle novità mentre le cose datate finiscono in cantina o nell'oblio.Chi è il criminale? Chi scarica queste opere o chi invece le seppellisce preferendo chiamare ladri chiunque osi ripparle da VHS o altro e distribuirle?
            il pane al kg costa molto più di un euro. un file
            rippato di un film con Spielberg, Angelina Jolie
            e Brad Pitt, centinaia di attori e comparse
            dovrebbe costare meno di mezzo kg di
            pane?Perchè un file rippato non ha nemmeno lontanamente la stessa qualità di quello presente su DVD o su di un Bluray. Si può vedere bene ma non è la stessa cosa.I soldi si fanno sui grandi numeri se pretendi 10 per un rip nessuno ti comprerà un bel niente. Pensavo non ci fosse bisogno di spiegartelo..Comunque il problema non si pone, non esiste ancora un mercato ampio semplice ed economico in italia. Non esiste il mercato è per questo che è ampio lo scambio dati tra utenti (definito erroneamente pirateria).Anche uno stolto lo capirebbe, ma non prendiamoci in giro.. lo capisci è solo che non lo vuoi ammettere.

            come ha ben detto un utente in questo thread: non
            avete che da dimostrare coi fatti la validità di
            questo vostro business
            plan.A giudicare dalla varie risposte credo che su questo punto voi della Justice League siete stati accontentati...
          • skyeye scrive:
            Re: Non sanno innovare
            "modo di dire" significa qualcosa per te http://it.wikipedia.org/wiki/Modo_di_dire
          • M.R. scrive:
            Re: Non sanno innovare
            Il pane è un' alimento indispensabile nella dieta per sopravvivere e ci sono elevati costi di distribuzione senza contare che:1 persona compra 1kg di pane10 persone comprano 10 kg di pane 10000 persone comprano 10000 kg di paneIl materiale per fare il pane costa in base alla quantitàFARE UN FILM HA UN COSTO FISSO:DISTRIBUIRE IL FILM A 1 PERSONA = 1 FILMDISTRIBUIRE IL FILM A 10 PERSONE = SEMPRE LO STESSO FILMDISTRIBUIRE IL FILM A 1000000 PERSONE = SEMPRE LO STESSO SOLITO FILMI COSTI DI DISTRIBUZIONE (SOLO IL SERVER) SONO QUASI IRRISORI VISTO CHE LA SPESA, QUELLA VERA, SE LA SOBBARCANO GLI UTENTI CON LE BOLLETTE.SE UN FILM COSTA 100 ML (E STIAMO PARLANDO DI UN VERO KOLOSSAL) E LO DISTRIBUISCONO NEL MONDO A 500 ML DI PERSONE A 1-1,5 , SONO FORSE SOLDI SU CUI SPUTARE? NON SONO ABBASTANZA (RICORDIAMOCI CHE OLTRE QUESTI SOLDI CI SAREBBERO ANCHE INCASSI SUI NORMALI CANALI DI DISTRIBUZIONE QUALI CINEMA, DVD, BLU-RAY, NOLEGGI...)?RINUNCIARVI PER FARE LA GUERRA E OTTENERE L' EFFETTO CONTRARIO (ANTIPATIA, VENDETTA E DISAFFEZIONE), QUESTA SI CHE è UNA IDEA INGEGNOSA!E PIANTIAMOLA CON QUESTO STRAMALEDETTISIMO TEOREMA "1 DOWNLOAD = 1 ACQUISTO IN MENO" : ANCORA NON SONO RIUSCITI IN NESSUN MODO A DIMOSTRARE CHE CHI SCARICA AVREBBE COMPRATO SE NON LO AVESSE FATTO, MA ANZI, LE RICERCHE EFFETTUATE (QUELLE VERE E NON COMPRATE) DIMOSTRANO ESATTAMENTE IL CONTRARIO OLTRE AL FATTO CHE SI PREMIA LA VERA QUALITA'.BASTI PENSARE CHE ADESSO SI LAMENTANO CHE SU ITUNES SI VENDONO MILIONI E MILIONI DI SINGOLI E POCHISSIMI ALBUM COMPLETI E CHE HANNO CHIESTO ALLA APPLE DI INTERVENIRE IN MERITO.CHE SCHIFO!!!!
          • krane scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: qwertyasdfg

            bah, non sono convinto
            più di tutto non ha spiegato come dalla
            diffusione del filesharing si arrivi a fare un
            sacco di soldi. mancano MOLTI passaggi logici tra
            il termine p2p e la moneta sonante.Prova a sostituire p2p con servizi streaming economici come sta facendo Blockbuster.
          • petrestov scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: krane
            Prova a sostituire p2p con servizi streaming
            economici come sta facendo
            Blockbuster.ma qui si parla di p2p.ti ricordo che questo ramo del thread è nato da questa affermazione: Non hanno ancora capito che il file sharing è un'opportunità e non una minaccia.Il primo che lo capirà farà i soldi veri. Blockbuster non è filesharing. è noleggio video.
          • krane scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: krane

            Prova a sostituire p2p con servizi streaming

            economici come sta facendo Blockbuster.
            ma qui si parla di p2p.Il p2p e' un protocollo di trasporto dati, come ftp, http ecc...
            ti ricordo che questo ramo del thread è nato da
            questa affermazione:
            Non hanno ancora capito che il file sharing è
            un'opportunità e non una minaccia.
            Il primo che lo capirà farà i soldi veri.
            Blockbuster non è filesharing. è noleggio video.Blockbuster non e' piu' noleggio video, sta chiudendo tutti i noleggi e si sta convertendo completamente allo streaming, nel fratte si stanno studiano sistemi di distribuzione che utilizzino protocolli sempre piu' efficienti, come il p2p ad esempio.
          • petrestov scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: krane
            Blockbuster non e' piu' noleggio video, sta
            chiudendo tutti i noleggi e si sta convertendo
            completamente allo streaming, nel fratte si
            stanno studiano sistemi di distribuzione che
            utilizzino protocolli sempre piu' efficienti,
            come il p2p ad
            esempio.che utilizzi i sistemi p2p non c'è dubbio. ma il film lo noleggia o te lo fa scaricare gratis? no perché se te lo noleggia è solo un altro metodo di distribuzione a noleggio dei video. qui si sta parlando di fare soldi con un p2p pirata. ricordi la notizia? scollegare le utenze che scaricano illegalmente i files dalla rete (il sistema più diffuso è il p2p).
          • skyeye scrive:
            Re: Non sanno innovare
            se ragioni cosi' allora puoi dire che la notizia e' Internet e' illegale perche' permette di scaricare i file illegalmente!! anzi no.. il mondo e' illegale perche' c'e' gente che scarica i file illegalmente!!
          • krane scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: krane

            Blockbuster non e' piu' noleggio video, sta

            chiudendo tutti i noleggi e si sta convertendo

            completamente allo streaming, nel fratte si

            stanno studiano sistemi di distribuzione che

            utilizzino protocolli sempre piu' efficienti,

            come il p2p ad esempio.
            che utilizzi i sistemi p2p non c'è dubbio. ma il
            film lo noleggia o te lo fa scaricare gratis? no
            perché se te lo noleggia è solo un altro metodo
            di distribuzione a noleggio dei video. qui si sta
            parlando di fare soldi con un p2p pirata. ricordi
            la notizia? scollegare le utenze che scaricano
            illegalmente i files dalla rete (il sistema più
            diffuso è il p2p).Fermare il p2p si puo' fare proprio in quel modo : chi scaricherebbe illegalmente un film che si puo' vedere quando si vuole via streaming a bassissimo prezzo legalmente ?Tu stasera andresti a noleggiare un film che trasmettono in tv stasera stessa in un orario a te comodo per guardarlo ?
          • petrestov scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: krane
            Tu stasera andresti a noleggiare un film che
            trasmettono in tv stasera stessa in un orario a
            te comodo per guardarlo
            ?aspetta: qui la scelta è tra svegliarsi la mattina, scaricarsi il dvd di un film per vederselo comodamente stasera all'ora preferita, ed il tutto gratis, e arrivare la sera accendere il piccì per collegarsi ad una piattaforma a pagamento, pagare x euro per vedersi un film quando è più comodo durante la serata.poi il tuo discorso è un po' specioso: fa l'esempio dei film che si vedono una volta e poi magari mai più nella vita. lo stesso discorso si può fare per altri versanti del filesharing illegale? si può fare ad esempio per la musica (che si ascolta diverse volte durante la giornata), i programmi?ma tu non sei lo stesso krane che difende a spada tratta l'open source? ma non era la pirateria di sistemi operativi come Windows e programmi come Office, Photoshop, eccetera il peggior nemico di un prodotto più o meno altrettanto valido e gratuito?insomma: la realtà mi induce a credere che la faccenda non sia poi così tanto semplice da risolvere.
          • petrestov scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: petrestov
            aspetta: qui la scelta è tra svegliarsi la
            mattina, scaricarsi il dvd di un film per
            vederselo comodamente stasera all'ora preferita,
            ed il tutto gratis, e arrivare la sera accendere
            il piccì per collegarsi ad una piattaforma a
            pagamento, pagare x euro per vedersi un film
            quando è più comodo durante la
            serata.ti dico una cosa: quest'anno mi sono visto le puntate dell'Ispettore Coliandro sulla piattaforma RAI. Mi sai dire se nei sistemi p2p ci sono le puntate di Coliandro? come mai accade tutto ciò, visto che lo streaming RAI è fatto con un player flash (la qualità video comunque non è ottima), si può mettere in pausa per andare al bagno? mi sai spiegare perché la gente continua (forse) a scaricare roba presente in Rete anche in forma gratuita? anzi in giro circolavano DVD pirata della serie televisiva, nonostante non sia mai stato realizzato un cofanetto DVD ufficiale del prodotto?
          • krane scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: petrestov

            aspetta: qui la scelta è tra svegliarsi la

            mattina, scaricarsi il dvd di un film per

            vederselo comodamente stasera all'ora preferita,

            ed il tutto gratis, e arrivare la sera accendere

            il piccì per collegarsi ad una piattaforma a

            pagamento, pagare x euro per vedersi un film

            quando è più comodo durante la serata.
            ti dico una cosa: quest'anno mi sono visto le
            puntate dell'Ispettore Coliandro sulla
            piattaforma RAI. Mi sai dire se nei sistemi p2p
            ci sono le puntate di Coliandro ?No, non te lo so dire : parlo e difendo il p2p molto piu' di quanto io la utilizzi la piattaforma.
            come mai accade tutto ciò, visto che lo streaming
            RAI è fatto con un player flash (la qualità video
            comunque non è ottima), si può mettere in pausa
            per andare al bagno ?Accade veramente ?Hai statistiche a riguardo ?
            mi sai spiegare perché la gente continua (forse)
            a scaricare roba presente in Rete anche in forma
            gratuita ?Prima di chiederci perche' accade credo dovremmo stabilire se accade no ? Tu stai dando molto per scontato, io non lo farei.
            anzi in giro circolavano DVD pirata della
            serie televisiva, nonostante non sia mai
            stato realizzato un cofanetto DVD ufficiale
            del prodotto ?Forse circolavano cofanetti pirata proprio perche' non esisteva un modo per averlo legalmente.
          • petrestov scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: krane
            Accade veramente ?
            Hai statistiche a riguardo ?apri un diffuso client p2p e verifica se ci sono files di Coliandro. vuoi una statistica coi fiocchi o ti basta solo questa verifica? poi magari, se ti è permesso di chattare con lui, chiedigli perché scarica qualcosa che potrebbe vedere comunque (gratuitamente) su una piattaforma legale.
          • krane scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: krane

            Accade veramente ?

            Hai statistiche a riguardo ?
            apri un diffuso client p2p e verifica se ci sono
            files di Coliandro. vuoi una statistica coi
            fiocchi o ti basta solo questa verifica? poi
            magari, se ti è permesso di chattare con lui,
            chiedigli perché scarica qualcosa che potrebbe
            vedere comunque (gratuitamente) su una
            piattaforma legale.Al momento sono firewallato in ufficio :(Prova tu se puoi e fammi sapere.
          • krane scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: krane

            Tu stasera andresti a noleggiare un film che

            trasmettono in tv stasera stessa in un orario a

            te comodo per guardarlo ?
            aspetta: qui la scelta è tra svegliarsi la
            mattina, scaricarsi il dvd di un film per
            vederselo comodamente stasera all'ora preferita,
            ed il tutto gratis, e arrivare la sera accendere
            il piccì per collegarsi ad una piattaforma a
            pagamento, pagare x euro per vedersi un film
            quando è più comodo durante la serata.Il succo e' tutto li' : l' X euro deve essere una quota ragionevole per quello che percepisce il consumatore, che altrimenti continuera' a cercare altri modi per procurarsi cio' che gli interessa.
            poi il tuo discorso è un po' specioso: fa
            l'esempio dei film che si vedono una volta e poi
            magari mai più nella vita. lo stesso discorso si
            può fare per altri versanti del filesharing
            illegale? si può fare ad esempio per la musica
            (che si ascolta diverse volte durante la
            giornata), i programmi?Si, e' sempre un problema di quanto e' disposto a pagare il consumatore per ottenere cio' che gli interessa se il costo e' ragionevole il consumatore paga, se lo percepisce eccessivo o superiore all'andare dal marocchino sotto casa a comprare il cd o dall'amico a copiarsi la cassetta scegliera' la seconda strada.
            ma tu non sei lo stesso krane che difende a spada
            tratta l'open source ? ma non era la pirateria di
            sistemi operativi come Windows e programmi come
            Office, Photoshop, eccetera il peggior nemico di
            un prodotto più o meno altrettanto valido e
            gratuito ?Ritengo che il problema maggiore sia ancora il preinstallato.
            insomma: la realtà mi induce a credere che la
            faccenda non sia poi così tanto semplice da
            risolvere.Tu bravo !!!
          • petrestov scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: krane
            Si, e' sempre un problema di quanto e' disposto a
            pagare il consumatore per ottenere cio' che gli
            interessa se il costo e' ragionevole il
            consumatore paga, se lo percepisce eccessivo o
            superiore all'andare dal marocchino sotto casa a
            comprare il cd o dall'amico a copiarsi la
            cassetta scegliera' la seconda
            strada.e come si può combattere, facendo soldi, il gratis?tu ometti una importante variabile nel discorso: quanto influenza il p2p nella decisione di quanto vale una cosa. o meglio: quanto distorce la percezione del valore del prodotto?l'altro giorno su P-I "Enjoy with Us" disse: se le canzoni costassero 11-20 cents io le comprerei. non lo dice perché valuta le canzoni a 11 cents così in maniera spannometrica. se valutassimo davvero una canzone a 11 centesimi, mi spieghi perché un SMS (150 caratteri) o un MMS li paghiamo rispettivamente quanto o più di quanto pagheremmo una canzone? sarà forse che le canzoni sono piratate sui sistemi p2p mentre l'invio e la ricezione di SMS e MMS non hanno un analogo canale gratuito?
          • krane scrive:
            Re: Non sanno innovare
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: krane

            Si, e' sempre un problema di quanto e' disposto

            a pagare il consumatore per ottenere cio' che

            gli interessa se il costo e' ragionevole il

            consumatore paga, se lo percepisce eccessivo o

            superiore all'andare dal marocchino sotto casa a

            comprare il cd o dall'amico a copiarsi la

            cassetta scegliera' la seconda strada.
            e come si può combattere, facendo soldi, il
            gratis?Il gratis e' anche illegale, lo spetto dell'illegalita' fino a un certo punto spaventa, il punto e' il valore percenpito dall'utente.
            tu ometti una importante variabile nel discorso:
            quanto influenza il p2p nella decisione di quanto
            vale una cosa. o meglio: quanto distorce la
            percezione del valore del prodotto?Distorce nella misura in cui il nuovo mezzo rende piu' comodo procurasi il bene, ammetterai che la comodita' di fruizione e' uno dei paramentri di confronto che il consumatore utilizza.
            l'altro giorno su P-I "Enjoy with Us" disse: se
            le canzoni costassero 11-20 cents io le
            comprerei. non lo dice perché valuta le canzoni a
            11 cents così in maniera spannometrica. se
            valutassimo davvero una canzone a 11 centesimi,
            mi spieghi perché un SMS (150 caratteri) o un MMS
            li paghiamo rispettivamente quanto o più di
            quanto pagheremmo una canzone? sarà forse che le
            canzoni sono piratate sui sistemi p2p mentre
            l'invio e la ricezione di SMS e MMS non hanno un
            analogo canale gratuito?Io ho sostituito moltissimo sms con il messanger, sara' che molta gente che conosco ha internet 20/24.Risparmio parecchio e non credo di essere l'unico.
          • NO copyright scrive:
            Re: Non sanno innovare

            Blockbuster non è filesharing[img]http://www.p2pnet.net/images/p2plove.jpg[/img]P-)
        • invisigoth scrive:
          Re: Non sanno innovare
          Vedi il fatto che se io compro un dvd ho anche il sacrosanto diritto di farci quel che voglio anche condividerlo onlinee,se voglio,allora perchè non regolarizzare il filesharing mediante il versamento di una quota annua anche minima?se è vero che ci sono milioni di utenti che scaricano file da internet anche a 1 euro l'uno i loro diritti gli autori li incasserebbero lo stesso(rotfl)
          • deactive scrive:
            Re: Non sanno innovare
            non credo sia vero. Quando acquisti un dvd mica ti aggiudichi anche i diritti di diffusione normalmente limitati all'uso domestico, e basta.In teoria non si potrebbero nemmeno prestare.- Scritto da: invisigoth
            Vedi il fatto che se io compro un dvd ho anche il
            sacrosanto diritto di farci quel che voglio anche
            condividerlo onlinee,se voglio,allora perchè non
            regolarizzare il filesharing mediante il
            versamento di una quota annua anche minima?se è
            vero che ci sono milioni di utenti che scaricano
            file da internet anche a 1 euro l'uno i loro
            diritti gli autori li incasserebbero lo
            stesso(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    W.Churchill
    Se due persone fumano sotto il cartello vietato fumare gli fai la multa, se venti persone fumano sotto il cartello vietato fumare chiedi loro di spostarsi, se duecento persone fumano sotto il cartello vietato fumare togli il cartello. W.Churchill.
    • petrestov scrive:
      Re: W.Churchill
      - Scritto da: Anonimo
      Se due persone fumano sotto il cartello vietato
      fumare gli fai la multa, se venti persone fumano
      sotto il cartello vietato fumare chiedi loro di
      spostarsi, se duecento persone fumano sotto il
      cartello vietato fumare togli il cartello.
      W.Churchill.evidentemente Churchill non era a conoscenza delle conseguenze nocive del fumo passivo. il cartello permane perché non tutta la società si è persuasa che fumare in un luogo pubblico sia soltanto un'altra libertà individuale da tutelare.
      • aPenguin scrive:
        Re: W.Churchill
        Evidentemente non hai compreso bene o non vuoi capire quello che Anonimo ha scritto sopra..Fatti un favore, RILEGGI!
        • markoer scrive:
          Re: W.Churchill
          - Scritto da: aPenguin
          Evidentemente non hai compreso bene o non vuoi
          capire quello che Anonimo ha scritto
          sopra..

          Fatti un favore, RILEGGI!Veramente io sono d'accordo. Solo perché Churchill era un qualunquista non vuol dire che abbia avuto ragione. L'esempio direi che non calza.Cordiali saluti
      • krane scrive:
        Re: W.Churchill
        - Scritto da: petrestov
        - Scritto da: Anonimo

        Se due persone fumano sotto il cartello vietato

        fumare gli fai la multa, se venti persone

        fumano sotto il cartello vietato fumare chiedi

        loro di spostarsi, se duecento persone fumano

        sotto il cartello vietato fumare togli il cartello.

        W.Churchill.
        evidentemente Churchill non era a conoscenza
        delle conseguenze nocive del fumo passivo. il
        cartello permane perché non tutta la società si è
        persuasa che fumare in un luogo pubblico sia
        soltanto un'altra libertà individuale da tutelare.Qual e' l'equilibro tra liberta' individuale e salute da tutelare obbligatoriamente ?Un bel regime con : dieta obbligatoria, palestra obbligatoria, abolire tutto cio' che fa male per obbligo di legge e NON dare al cittadino la possibilita' di scelta a riguardo !
        • petrestov scrive:
          Re: W.Churchill
          - Scritto da: ullala
          Immagino che invece fare sport mentre le auto
          scaricano benzene (e sono molte più dei
          tabagisti) sia una pratica salutista che porta a
          vivere 150 o 200 anni
          no?1 le auto sono necessarie per il trasporto di cose e persone.2 le auto sono ormai costrette a regimi di emissioni (EURO 1, 2, 3 ecc) a revisioni periodiche (ogni due anni dopo il quarto anno d'immatricolazione) degli scarichi.3 le auto sono oggetto di limitazioni del traffico.ma guarda un po', i cartelli divieto d'inquinare ci sono anche le auto!
          • ullala scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: ullala


            Immagino che invece fare sport mentre le auto

            scaricano benzene (e sono molte più dei

            tabagisti) sia una pratica salutista che porta a

            vivere 150 o 200 anni

            no?

            1 le auto sono necessarie per il trasporto di
            cose e
            persone.
            2 le auto sono ormai costrette a regimi di
            emissioni (EURO 1, 2, 3 ecc) a revisioni
            periodiche (ogni due anni dopo il quarto anno
            d'immatricolazione) degli
            scarichi.
            3 le auto sono oggetto di limitazioni del
            traffico.

            ma guarda un po', i cartelli divieto d'inquinare
            ci sono anche le
            auto!Infatti il benzene (ripeto) fa molto meglio della nicotina!e (nostante i cartelli) il benzene non è e non resta cancerogeno!anzi è (leggi i dati OMS) fa bene!Fa decisamente meglio del fumo!Fortuna che abbiamo salutisti come te immagino che sia la gente come te che va ringraziata per la sostituzione del piombo (che non fa bene e provoca in quantità masicce il saturnismo... ma non fa venire il cancro) col benzene e per avere avuto in regalo il problema dello smaltimento delle catalitiche!Ora so chi ringraziare!Thanks ! many many thanks!
          • krane scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: ullala

            Immagino che invece fare sport mentre le auto

            scaricano benzene (e sono molte più dei

            tabagisti) sia una pratica salutista che porta a

            vivere 150 o 200 anni no?
            1 le auto sono necessarie per il trasporto di
            cose e persone.Che vuol dire "necessario" ? L'uomo e' in grado di camminare per kilometri al giorno, cammina invece di inquinare anche me con i tuoi tubi di scarico. I mezzi a benzina usiamoli solo per lo strettissimo indispensabile.
            2 le auto sono ormai costrette a regimi di
            emissioni (EURO 1, 2, 3 ecc) a revisioni
            periodiche (ogni due anni dopo il quarto anno
            d'immatricolazione) degli scarichi.E' comunque insufficiente, un'auto fa centinaia di volte piu' male del fumo passivo.
            3 le auto sono oggetto di limitazioni del
            traffico.Insufficienti per un discorso salutista.
            ma guarda un po', i cartelli divieto d'inquinare
            ci sono anche le auto!Controlla le analisi sui campioni d'aria nelle citta' con auto e in quelle prive di auto e vedrai un'enorme differenza.
          • petrestov scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: krane
            Che vuol dire "necessario" ? L'uomo e' in grado
            di camminare per kilometri al giorno, cammina
            invece di inquinare anche me con i tuoi tubi di
            scarico. I mezzi a benzina usiamoli solo per lo
            strettissimo
            indispensabile.sto iniziando ad annoiarmi con i tuoi discorsi da sedicenne contro. forse lo sei un sedicenne che ha marinato la scuola oggi. bene se lo sei, ti darò una piccola lezione di vita: tuo padre e tua madre vanno a lavorare con l'auto. il computer che stai usando è probabilmente stato realizzato nel sud est asiatico, o forse anche in Italia e a casa tua non è certo arrivato per l'opera dello spirito santo. quando hai un problema di salute e non puoi muoverti viene a prenderti un'ambulanza o viene a casa tua il dottore. anche le sigarette che fumi di nascosto dai tuoi sono arrivate a te con un mezzo. indovina quale?comincia a vivere la tua vita a distanza di "camminata" come dici tu e vediamo di quanto cambia la tua vita.ripeto: per il tuo stesso bene, smettila di portare avanti discorsi populisti solo per avere ragione su una tesi che non è difendibile.le sigarette non hanno la stessa utilità per la collettività del sistema di trasporto su ruote. la tua vita lo dimostra.
          • ve che nador scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: krane


            Che vuol dire "necessario" ? L'uomo e' in grado

            di camminare per kilometri al giorno, cammina

            invece di inquinare anche me con i tuoi tubi di

            scarico. I mezzi a benzina usiamoli solo per lo

            strettissimo

            indispensabile.

            sto iniziando ad annoiarmi con i tuoi discorsi da
            sedicenne contro. forse lo sei un sedicenne che
            ha marinato la scuola oggi. bene se lo sei, ti
            darò una piccola lezione di vita: tuo padre e tua
            madre vanno a lavorare con l'auto. il computer
            che stai usando è probabilmente stato realizzato
            nel sud est asiatico, o forse anche in Italia e a
            casa tua non è certo arrivato per l'opera dello
            spirito santo. quando hai un problema di salute e
            non puoi muoverti viene a prenderti un'ambulanza
            o viene a casa tua il dottore. anche le sigarette
            che fumi di nascosto dai tuoi sono arrivate a te
            con un mezzo. indovina
            quale?

            comincia a vivere la tua vita a distanza di
            "camminata" come dici tu e vediamo di quanto
            cambia la tua
            vita.

            ripeto: per il tuo stesso bene, smettila di
            portare avanti discorsi populisti solo per avere
            ragione su una tesi che non è
            difendibile.

            le sigarette non hanno la stessa utilità per la
            collettività del sistema di trasporto su ruote.
            la tua vita lo
            dimostra.Parli come mr. So Tutto io, voi siete dei ragazzini .. hahuhauhua NADOOORRRMO VA LA NADOR DA CINE!! TSI'N NADOR SEMPOR
          • krane scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: krane

            Che vuol dire "necessario" ? L'uomo e' in grado

            di camminare per kilometri al giorno, cammina

            invece di inquinare anche me con i tuoi tubi di

            scarico. I mezzi a benzina usiamoli solo per lo

            strettissimo indispensabile.
            sto iniziando ad annoiarmi con i tuoi discorsi da
            sedicenne contro. forse lo sei un sedicenne che
            ha marinato la scuola oggi. bene se lo sei, ti
            darò una piccola lezione di vita: Non lo sono, quindi tagliamo pure il discorso, evidentemente non e' rivolto a me.
            comincia a vivere la tua vita a distanza di
            "camminata" come dici tu e vediamo di quanto
            cambia la tua vita.
            ripeto: per il tuo stesso bene, smettila di
            portare avanti discorsi populisti solo per avere
            ragione su una tesi che non è difendibile. Non dare del tuo agli altri : non hai ancora definito qual e' il rapporto vantaggi e danni danno di un mezzo a motore, ti rendi conto che stai parlando per vuoti preconcetti ?
            le sigarette non hanno la stessa utilità per la
            collettività del sistema di trasporto su ruote.
            la tua vita lo dimostra.E hanno anche un rapporto di danno enormemente diverso : se fumo all'aperto non faccio male a nessuno che mi stia a oltre un metro di distanza, se guidi un'auto in strada spargi metalli pesanti all'altezza delle carrozzine che rimangono nella strada da te percorsa finche non vengono filtrati dai polmoni di qualcunoL'automobile è diventata il primo predatore dell'uomo, cerca delle statistiche e confrontale semplicemente con altri motivi di morte.A Roma, le malattie legate all'inquinamento da traffico hanno un peso pari al 5,1% dei decessi tra la popolazione della città, e le malattie legate alle polveri fini (PM10), come le bronchiti acute, sono sempre più diffuse e gravi. In Italia, rimanendo nella media attuale, nei prossimi 12 mesi, tra 17mila e 18mila italiani moriranno prematuramente, uccisi dall'inquinamento da traffico.
          • pippo calogero scrive:
            Re: W.Churchill
            petrestov è un troll, che gli dai pure corda ahahahahahahahahahha
          • krane scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: pippo calogero
            petrestov è un troll, che gli dai pure corda
            ahahahahahahahahahhaC'e' qualcuno che non e' un troll qui dentro ???Ma lo sai dove stai scrivendo ? http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Punto_Informatico
          • petrestov scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: krane
            A Roma, le malattie legate all'inquinamento da
            traffico hanno un peso pari al 5,1% dei decessi
            tra la popolazione della città, e le malattie
            legate alle polveri fini (PM10), come le
            bronchiti acute, sono sempre più diffuse e gravi.
            In Italia, rimanendo nella media attuale, nei
            prossimi 12 mesi, tra 17mila e 18mila italiani
            moriranno prematuramente, uccisi
            dall'inquinamento da
            traffico.tu non tieni conto del saldo positivo che le automobili hanno avuto nel creare benessere e salute tra tutti noi. per prima cosa la distribuzione di medicinali, la possibilità di poter consumare prodotti coltivati o allevati altrove. il passato senza auto è un passato dove la gente moriva di dissenteria, diarrea e febbre. basta andare a vedere il tasso di mortalità di cento anni fa. io ho visto i tassi di mortalità nella mia famiglia ai tempi dei miei genitori e di miei nonni. l'automobile, diversamente dal consumo di tabacco per fumare, non ha solo un saldo negativo. ti ho invitato a riflettere sui benefici derivanti dalla modernità. noto comunque che perduri nel sostenere il contrario.ti ricordo infine il seme che ha condotto a questo punto della discussione: se fumi c'è un divieto; se inquini con l'auto ci sono altrettanti divieti. poi hai iniziato una tua personale crociata contro le automobili. va bene, hai ragione, le automobili sono inquinanti. nessuno l'ha mai negato. qui comunque si discuteva della validità ferrea della dichiarazione di Churhill. non sempre l'ingrossarsi di un fenomeno vietato produce la cancellazione del divieto.
          • krane scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: krane

            A Roma, le malattie legate all'inquinamento da

            traffico hanno un peso pari al 5,1% dei decessi

            tra la popolazione della città, e le malattie

            legate alle polveri fini (PM10), come le

            bronchiti acute, sono sempre più diffuse e

            gravi.

            In Italia, rimanendo nella media attuale, nei

            prossimi 12 mesi, tra 17mila e 18mila italiani

            moriranno prematuramente, uccisi

            dall'inquinamento da traffico.
            tu non tieni conto del saldo positivo che le
            automobili hanno avuto nel creare benessere e
            salute tra tutti noi. per prima cosa la
            distribuzione di medicinali, la possibilità di
            poter consumare prodotti coltivati o allevati
            altrove. il passato senza auto è un passato dove
            la gente moriva di dissenteria, diarrea e febbre.
            basta andare a vedere il tasso di mortalità di
            cento anni fa. io ho visto i tassi di mortalità
            nella mia famiglia ai tempi dei miei genitori e
            di miei nonni.Tu non tieni conto della mia affermazione riguardo all'eliminazione dei motori NON INDISPENSABILI, non ho mai detto di vietare le ambulanze, io mi lamento dell'auto per uso privato come per andare al lavoro, usarla per fare la spesa ecc...
            l'automobile, diversamente dal consumo di tabacco
            per fumare, non ha solo un saldo negativo.Anche il fumare ha diversi vantaggi riconosciuti dagli psicologi, e' dimostrato che per un fumatore accendere una sigaretta e' un calmante per il corpo ed un caldcio di dopamina per il cervello, un antistress; il grosso problema sono le sostanze inquinante che le multinazionali si ostinano a non eliminare dalle sigarette : dall'ammoniaca all'arsenico.
            ti ho invitato a riflettere sui benefici
            derivanti dalla modernità. noto comunque
            che perduri nel sostenere il contrario.E io ti ho invitato a guardare ANCHE gli svantaggi ed i richi, cosa che ti stai ostinando a non fare.
            ti ricordo infine il seme che ha condotto a
            questo punto della discussione: se fumi c'è un
            divieto; se inquini con l'auto ci sono
            altrettanti divieti. poi hai iniziato una tua
            personale crociata contro le automobili. va bene,
            hai ragione, le automobili sono inquinanti.
            nessuno l'ha mai negato. qui comunque si
            discuteva della validità ferrea della
            dichiarazione di Churhill. non sempre
            l'ingrossarsi di un fenomeno vietato produce la
            cancellazione del divieto.Non sempre, ma spesso accade.
          • markoer scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: krane[...]
            Tu non tieni conto della mia affermazione
            riguardo all'eliminazione dei motori NON
            INDISPENSABILI, non ho mai detto di vietare le
            ambulanze, io mi lamento dell'auto per uso
            privato come per andare al lavoro, usarla per
            fare la spesa
            ecc...Non credo che la gente usi l'auto per divertimento. Potendone fare a meno, molti ne fanno a meno.Io vivo in Germania e come tanti i miei colleghi, non ci sognamo nemmeno di prendere l'auto per andare al lavoro o fare la piccola spesa quotidiana del litro di latte e tre cipolle. Ma qua in Germania esistono politiche urbane e trasporti pubblici funzionanti. Ho vissuto prima sei anni a Milano - che pure è superiore alla media Italiana come trasporti pubblici - e senz'auto non fai un granchè, perché in Italia non sapete manco cosa è la pianificazione.Un sacco di gente non ha scelta ma guidare l'auto. Sono favorevole a incentivare il ricambio con tecnologie ecologiche visto che esistono. Ma il vostro Governo si preoccupa soltanto di fare cassa con le rottamazioni e non vede oltre la punta del suo naso...[...]
            Anche il fumare ha diversi vantaggi riconosciuti
            dagli psicologi,LOL, gli psicologi fumatori, certo :-)
            e' dimostrato che per un
            fumatore accendere una sigaretta e' un calmante
            per il corpo ed un caldcio di dopamina per il
            cervello, un antistress;SOB, cosa ci tocca sentire. Praticamente, fumate invece di fare training autogeno, yoga o pilates :-)Francamente questa è indifendibile :-)Ci saranno sempre "scienziati" che dimostrano tutto e il contrario di tutto, se pagati abbastanza. Ma qua si sta proprio raschiando il barile.Creiamoci una bella vita stressata, e fumiamoci sopra, lol :-)
            il grosso problema sono
            le sostanze inquinante che le multinazionali si
            ostinano a non eliminare dalle sigarette :
            dall'ammoniaca all'arsenico.Ma pure il tabacco da solo basta e avanza. Comunque che problema c'è? fuma a casa tua con le finestre chiuse se ti piace :-) basta che non danneggi me.[...]

            non sempre

            l'ingrossarsi di un fenomeno vietato produce la

            cancellazione del divieto.

            Non sempre, ma spesso accade.Ma non quando pare a te, quando *ha senso*.Cordiali saluti
          • krane scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: krane
            [...]

            Tu non tieni conto della mia affermazione

            riguardo all'eliminazione dei motori NON

            INDISPENSABILI, non ho mai detto di vietare le

            ambulanze, io mi lamento dell'auto per uso

            privato come per andare al lavoro, usarla per

            fare la spesa

            ecc...
            Non credo che la gente usi l'auto per
            divertimento. Potendone fare a meno, molti ne
            fanno a meno.Io conosco gente che usa l'auto da quando scende dall'ascensore, anche se dovesse fare 50 metri, sara' che abito in italia :( .
            Io vivo in Germania e come tanti i miei colleghi,
            non ci sognamo nemmeno di prendere l'auto per
            andare al lavoro o fare la piccola spesa
            quotidiana del litro di latte e tre cipolle. Ma
            qua in Germania esistono politiche urbane e
            trasporti pubblici funzionanti. Ho vissuto prima
            sei anni a Milano - che pure è superiore alla
            media Italiana come trasporti pubblici - e
            senz'auto non fai un granchè, perché in Italia
            non sapete manco cosa è la pianificazione.Assolutamente d'accordo, e' ammirevole, ma la popolazione va educata ed abituata e le alternative devono esistere, cosa che qui non avviene.
            Un sacco di gente non ha scelta ma guidare
            l'auto. Sono favorevole a incentivare il ricambio
            con tecnologie ecologiche visto che esistono. Ma
            il vostro Governo si preoccupa soltanto di fare
            cassa con le rottamazioni e non vede oltre la
            punta del suo naso...E qui torniamo ad un argomento a me caro : imbracciare i fucili e ribaltare il sistema :D
            [...]

            Anche il fumare ha diversi vantaggi riconosciuti

            dagli psicologi,
            LOL, gli psicologi fumatori, certo :-)Anche

            e' dimostrato che per un

            fumatore accendere una sigaretta e' un calmante

            per il corpo ed un caldcio di dopamina per il

            cervello, un antistress;
            SOB, cosa ci tocca sentire. Praticamente, fumate
            invece di fare training autogeno, yoga o pilates
            :-)
            Francamente questa è indifendibile :-)Eppure accade, come accade che ci sia gente che prende l'auto per fare 50 metri.

            il grosso problema sono

            le sostanze inquinante che le multinazionali si

            ostinano a non eliminare dalle sigarette :

            dall'ammoniaca all'arsenico.
            Ma pure il tabacco da solo basta e avanza.
            Comunque che problema c'è? fuma a casa tua con le
            finestre chiuse se ti piace :-) basta che non
            danneggi me.Va bene, basta che tu guidi la tua macchina in garage con la saracinesca chiusa, che problema c'e' ?
            [...]


            non sempre


            l'ingrossarsi di un fenomeno vietato produce


            la cancellazione del divieto.

            Non sempre, ma spesso accade.
            Ma non quando pare a te, quando *ha senso*.Magari succedesse quando "ha senso", purtroppo la storia e' piena di esempi contrari.
            Cordiali saluti
          • markoer scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: krane[...]
            Io conosco gente che usa l'auto da quando scende
            dall'ascensore, anche se dovesse fare 50 metri,
            sara' che abito in italia :(Succede anche negli USA. E pure in Germania... dove l'auto è un culto e comunque una fonte importante del PIL :-)L'uso dell'auto è spesso proporzionale all'essere sovrappeso, guarda caso :-)[...]
            Assolutamente d'accordo, e' ammirevole, ma la
            popolazione va educata ed abituata e le
            alternative devono esistere, cosa che qui non
            avviene.Questo è il primo problema.
            E qui torniamo ad un argomento a me caro :
            imbracciare i fucili e ribaltare il sistema
            :DÈ l'UNICA condizione per cui sono disponibile a tornare in Italia :-D[...]

            SOB, cosa ci tocca sentire. Praticamente, fumate

            invece di fare training autogeno, yoga o pilates

            :-)

            Francamente questa è indifendibile :-)

            Eppure accade, come accade che ci sia gente che
            prende l'auto per fare 50 metri.La sigaretta per rilassarsi è come il metadone per un tossicodipendente. C'è una condizione patologica PERSONALE da risolvere. L'omino che prende l'auto per 50 metri è scemo (solo il problema di parcheggiare...), ma non credo che questo sia il vero problema. Il problema sono le migliaia di persone che fanno Brescia-Milano in autostrada ogni mattina: questo dimostra il fallimento di ogni politica.Cordiali saluti
          • markoer scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: krane[...]
            Che vuol dire "necessario" ? L'uomo e' in grado
            di camminare per kilometri al giorno, cammina
            invece di inquinare anche me con i tuoi tubi di
            scarico. I mezzi a benzina usiamoli solo per lo
            strettissimo indispensabile.[...]
            E' comunque insufficiente, un'auto fa centinaia
            di volte piu' male del fumo passivo.[...]
            Insufficienti per un discorso salutista.[...]
            Controlla le analisi sui campioni d'aria nelle
            citta' con auto e in quelle prive di auto e
            vedrai un'enorme differenza.Sono totalmente d'accordo, ma cosa c'entra questo con la limitazione del fumo? Io non fumo e non guido auto PER SCELTA. E vorrei ENTRAMBI :-)Cordiali saluti
          • krane scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: krane
            [...]

            Che vuol dire "necessario" ? L'uomo e' in grado

            di camminare per kilometri al giorno, cammina

            invece di inquinare anche me con i tuoi tubi di

            scarico. I mezzi a benzina usiamoli solo per lo

            strettissimo indispensabile.
            [...]

            E' comunque insufficiente, un'auto fa centinaia

            di volte piu' male del fumo passivo.
            [...]

            Insufficienti per un discorso salutista.
            [...]

            Controlla le analisi sui campioni d'aria nelle

            citta' con auto e in quelle prive di auto e

            vedrai un'enorme differenza.
            Sono totalmente d'accordo, ma cosa c'entra questo
            con la limitazione del fumo? Io non fumo e non
            guido auto PER SCELTA. E vorrei ENTRAMBI
            :-)Il problema e' che qualcuno vorrebbee togliere la liberta' di scelta per il "tuo" bene, non rendendosi conto che il problema e' ben piu' ampio di come se lo immagina e che solo ci riflettesse un po' meglio scoprirebbe che sta pensando alla pagliuzza quando il suo problema e' una trave.
            Cordiali saluti
          • markoer scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: krane[...]
            Il problema e' che qualcuno vorrebbee togliere la
            liberta' di scelta per il "tuo" bene, non
            rendendosi conto che il problema e' ben piu'
            ampio di come se lo immagina e che solo ci
            riflettesse un po' meglio scoprirebbe che sta
            pensando alla pagliuzza quando il suo problema e'
            una trave.Questo tipo di ragionamenti è in teoria corretto: chi non vuole difendere le libertà individuali, almeno a parole? in pratica spesso nasconde soltanto la brutta abitudine del 99% dei fumatori di essere sfacciatamente maleducati ed infischiarsene degli altri.Se in Italia non avessero fatto una (per una volta ben riuscita) legge, i fumatori starebbero ancora a soffiarmi il fumo addosso, senza chiedermi se mi dà fastidio o meno (o al più facendomi la domanda retorica mentre si accendono comunque la sigaretta).La cosa più giusta secondo me è: tassare le sigarette fino all'inverosimile e pagarci la sanità, e proibire il fumo in qualsiasi contesto in cui ci possano essere più persone insieme, incluse per esempio le fermate degli autobus. Tanto se non fai così, quegli zozzi maleducati continuano a sputarti il loro catrame addosso.Cordiali saluti
          • krane scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: krane
            [...]

            Il problema e' che qualcuno vorrebbee togliere
            la

            liberta' di scelta per il "tuo" bene, non

            rendendosi conto che il problema e' ben piu'

            ampio di come se lo immagina e che solo ci

            riflettesse un po' meglio scoprirebbe che sta

            pensando alla pagliuzza quando il suo problema
            e'

            una trave.

            Questo tipo di ragionamenti è in teoria corretto:
            chi non vuole difendere le libertà individuali,
            almeno a parole? in pratica spesso nasconde
            soltanto la brutta abitudine del 99% dei fumatori
            di essere sfacciatamente maleducati ed
            infischiarsene degli
            altri.

            Se in Italia non avessero fatto una (per una
            volta ben riuscita) legge, i fumatori starebbero
            ancora a soffiarmi il fumo addosso, senza
            chiedermi se mi dà fastidio o meno (o al più
            facendomi la domanda retorica mentre si accendono
            comunque la
            sigaretta).

            La cosa più giusta secondo me è: tassare le
            sigarette fino all'inverosimile e pagarci la
            sanità, e proibire il fumo in qualsiasi contesto
            in cui ci possano essere più persone insieme,
            incluse per esempio le fermate degli autobus.
            Tanto se non fai così, quegli zozzi maleducati
            continuano a sputarti il loro catrame
            addosso.


            Cordiali salutiIl problema non e' tassare le sigarette, ma tassare ogni forma di inquinamento dannoso non indispensabile del privato.Alla fine siamo sostanzialmente d'accordo su diversi punti mi sembra :DE' stata una piacevole chiacchierata, grazie.Buona serata.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: W.Churchill
          contenuto non disponibile
        • deactive scrive:
          Re: W.Churchill
          penso che la cosa riguardi la spesa pubblica in caso di malattia.Mangiare sano previene le tue malattie, e soprattutto permette allo stato di non spendere denaro pubblico per curare una malattia evitabile, se cosi' possiamo definire il cancro.
        • markoer scrive:
          Re: W.Churchill
          - Scritto da: krane[...]
          Qual e' l'equilibro tra liberta' individuale e
          salute da tutelare obbligatoriamente
          ?Sbagliato: l'equilibrio è tra la libertà individuale e il bene collettivo.Se c'è un cartello di vietato fumare è perché può dare fastidio ad altri. Tu sei libero di ammazzarti con le sigarette - e spero che lo Stato ve stra-tassi più di adesso e ve le faccia pagare sempre più salate, ottimo modo per tappare i buchi di bilancio, tra parentesi - ma non sei libero di danneggiare me, bambini, o donne incinta.Cordiali saluti
          • krane scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: krane
            [...]

            Qual e' l'equilibro tra liberta' individuale e

            salute da tutelare obbligatoriamente ?
            Sbagliato: l'equilibrio è tra la libertà
            individuale e il bene collettivo.Sbagliato cosa ?Io ho fatto una domanda ben precisa diversa dalla tua.
            Se c'è un cartello di vietato fumare è perché può
            dare fastidio ad altri. Tu sei libero di
            ammazzarti con le sigarette - e spero che lo
            Stato ve stra-tassi più di adesso e ve le faccia
            pagare sempre più salate, ottimo modo per tappare
            i buchi di bilancio, tra parentesi - ma non sei
            libero di danneggiare me, bambini, o donne
            incinta.E perche' invece con le auto si e' liberi di danneggiare chi ti circonda ?Una banalità, penseranno molti, quel che sentenzia la Harvard public health school: una equipe delluniversità americana ha pubblicato uno studio che conferma qualcosa che tutti immaginiamo, e cioè che nelle nostre città inquinate si vive meno.Eseguito in 51 città americane, e iniziato nel 1980 a Boston, prova che unaria più pulita allungherebbe la vita da alcuni mesi fino a sette anni, a seconda del centro urbano in cui si vive.
            Cordiali saluti
          • markoer scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: markoer

            - Scritto da: krane

            [...]


            Qual e' l'equilibro tra liberta' individuale e


            salute da tutelare obbligatoriamente ?


            Sbagliato: l'equilibrio è tra la libertà

            individuale e il bene collettivo.

            Sbagliato cosa ?
            Io ho fatto una domanda ben precisa diversa dalla
            tua.Sbagliato, perché la mia domanda ha senso, la tua no.Nessuno vuole "obbligare" nessuno a vivere meglio. Liberissimi di uccidersi, purché si paghino la sanità di tasca propria, allora... non vedo perché io con le mie tasse, debba pagare le conseguenze della tua tossicodipendenza![...]
            E perche' invece con le auto si e' liberi di
            danneggiare chi ti circonda?Infatti, è sbagliato. Ma non per questo rende giusto fumare!A meno che tu non abbia problemi a ragionare per inferenze... un teorema sbagliato non ne rende giusto un'altro :-)Inoltre, non puoi semplicemente abolire il traffico di auto. Ci sono tecnologie disponibili per risolvere il problema, come auto elettriche e ad idrogeno. Il fumo è una *dipendenza*, un *vizio* *personale*. Guidare l'auto spesso è l'unica scelta per molti.Cordiali saluti
          • krane scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: markoer


            - Scritto da: krane


            [...]



            Qual e' l'equilibro tra liberta'



            individuale e salute da tutelare



            obbligatoriamente ?


            Sbagliato: l'equilibrio è tra la libertà


            individuale e il bene collettivo.

            Sbagliato cosa ?

            Io ho fatto una domanda ben precisa diversa

            dalla tua.
            Sbagliato, perché la mia domanda ha senso, la
            tua no.Parliamone :D
            Nessuno vuole "obbligare" nessuno a vivere
            meglio. Liberissimi di uccidersi, purché si
            paghino la sanità di tasca propria, allora... non
            vedo perché io con le mie tasse, debba pagare le
            conseguenze della tua tossicodipendenza!Se mi viene un enfisema polmonare tu mi sai dire se e' colpa delle sigarette, delle auto o delle industrie ?Chi paga ?
            [...]

            E perche' invece con le auto si e' liberi di

            danneggiare chi ti circonda?
            Infatti, è sbagliato. Ma non per questo rende
            giusto fumare!Sbagliato per sbagliato, quando eliminerete le vostre auto...
            A meno che tu non abbia problemi a ragionare per
            inferenze... un teorema sbagliato non ne rende
            giusto un'altro
            :-)E quindi eliminiamo entrambe, in ordine di danno, temo bisognera' eliminare prima le auto.
            Inoltre, non puoi semplicemente abolire il
            traffico di auto. Ci sono tecnologie disponibili
            per risolvere il problema, come auto elettriche e
            ad idrogeno. Il fumo è una *dipendenza*, un
            *vizio* *personale*. Guidare l'auto spesso è
            l'unica scelta per molti.Infatti io voglio eliminare l'auto utilizzata come vizio personale (che e' fin troppo diffuso).
            Cordiali saluti
          • markoer scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: krane[...]
            Parliamone :DWell,.... :-D[...]
            Se mi viene un enfisema polmonare tu mi sai dire
            se e' colpa delle sigarette, delle auto o delle
            industrie
            ?
            Chi paga ?Senti, mio nonno e mio padre hanno avuto entrambi un infarto, e mio zio è morto di cancro ai polmoni, EVIDENTEMENTE perché erano fumatori accaniti.Magari se qualcuno vive in posti davvero di XXXXX e fumicchia può avere qualche dubbio. Ma in certi casi è palese. E qualsiasi ricerca scientifica seria ti mostra quali siano i danni del fumo.Non solo, pare che il fumo passivo sia ancora più nocivo...[...]


            E perche' invece con le auto si e' liberi di


            danneggiare chi ti circonda?


            Infatti, è sbagliato. Ma non per questo rende

            giusto fumare!

            Sbagliato per sbagliato, quando eliminerete le
            vostre auto...Nessuno vuole eliminare né le sigarette, né le auto. Sei solo tu quello oltranzista in questo thread ;-)Io dico soltanto che il tuo fumo non deve danneggiare gli altri e che devi pagare le sigarette il vero prezzo che costano alla nostra società.Inoltre non credo che tu possa far ricadere le conseguenze di un errore che non è degli automobilisti, su loro stessi. Certo è un po' difficile beccare chi usa l'auto per necessità o per pigrizia, ma principalmente non credo che la gente si diverta a fare ore di coda in autostrada ogni mattina per andare in ufficio.Discorso diverso con chi fuma. Loro si fanno del male deliberatamente e lo fanno agli altri, senza alcun motivo se non il soddifacimento di una dipendenza fisica e psicologica a cui si sono deliberatamente sottoposti per nient'altro che stupidità.L'auto è un male sociale, il fumo un male personale.

            A meno che tu non abbia problemi a ragionare per

            inferenze... un teorema sbagliato non ne rende

            giusto un'altro

            :-)

            E quindi eliminiamo entrambe, in ordine di danno,
            temo bisognera' eliminare prima le auto.A parte il fatto che l'ordine di danno lo hai stabilito tu - io vivo in campagna, l'auto non mi danneggia, ma mi danneggia il tuo fumo se stai accanto a me alla fermata del treno.Mi pare molto più realistico eliminare il fumo. Ma ancora, non si tratta di eliminarlo, ma di farlo pagare il suo giusto prezzo.[...]
            Infatti io voglio eliminare l'auto utilizzata
            come vizio personale (che e' fin troppo
            diffuso).D'accordissimo. Molte volte si potrebbero usare mezzi alternativi. Ma non è un fatto personale.Io lo vedo in Germania, dove abbiamo piste ciclabili ovunque e buoni mezzi di trasporto. In Italia la situazione è un po' diversa (eccetto alcuni posti, per esempio ho visto che Parma è molto avanti) e dovreste riprogettare gli assetti urbani.Molto più facile stra-tassare il fumo :-)Cordiali saluti
          • ullala scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: krane
            [...]

            Parliamone :D

            Well,.... :-D


            [...]

            Se mi viene un enfisema polmonare tu mi sai dire

            se e' colpa delle sigarette, delle auto o delle

            industrie

            ?

            Chi paga ?

            Senti, mio nonno e mio padre hanno avuto entrambi
            un infarto, e mio zio è morto di cancro ai
            polmoni, EVIDENTEMENTE perché erano fumatori
            accaniti.

            Magari se qualcuno vive in posti davvero di XXXXX
            e fumicchia può avere qualche dubbio. Ma in certi
            casi è palese. E qualsiasi ricerca scientifica
            seria ti mostra quali siano i danni del
            fumo.

            Non solo, pare che il fumo passivo sia ancora più
            nocivo...


            [...]



            E perche' invece con le auto si e' liberi di



            danneggiare chi ti circonda?




            Infatti, è sbagliato. Ma non per questo rende


            giusto fumare!



            Sbagliato per sbagliato, quando eliminerete le

            vostre auto...

            Nessuno vuole eliminare né le sigarette, né le
            auto. Sei solo tu quello oltranzista in questo
            thread
            ;-)

            Io dico soltanto che il tuo fumo non deve
            danneggiare gli altri e che devi pagare le
            sigarette il vero prezzo che costano alla nostra
            società.

            Inoltre non credo che tu possa far ricadere le
            conseguenze di un errore che non è degli
            automobilisti, su loro stessi. Certo è un po'
            difficile beccare chi usa l'auto per necessità o
            per pigrizia, ma principalmente non credo che la
            gente si diverta a fare ore di coda in autostrada
            ogni mattina per andare in
            ufficio.

            Discorso diverso con chi fuma. Loro si fanno del
            male deliberatamente e lo fanno agli altri, senza
            alcun motivo se non il soddifacimento di una
            dipendenza fisica e psicologica a cui si sono
            deliberatamente sottoposti per nient'altro che
            stupidità.

            L'auto è un male sociale, il fumo un male
            personale.




            A meno che tu non abbia problemi a ragionare
            per


            inferenze... un teorema sbagliato non ne rende


            giusto un'altro


            :-)



            E quindi eliminiamo entrambe, in ordine di
            danno,

            temo bisognera' eliminare prima le auto.

            A parte il fatto che l'ordine di danno lo hai
            stabilito tu - io vivo in campagna, l'auto non mi
            danneggia, ma mi danneggia il tuo fumo se stai
            accanto a me alla fermata del
            treno.

            Mi pare molto più realistico eliminare il fumo.
            Ma ancora, non si tratta di eliminarlo, ma di
            farlo pagare il suo giusto
            prezzo.


            [...]

            Infatti io voglio eliminare l'auto utilizzata

            come vizio personale (che e' fin troppo

            diffuso).

            D'accordissimo. Molte volte si potrebbero usare
            mezzi alternativi. Ma non è un fatto
            personale.

            Io lo vedo in Germania, dove abbiamo piste
            ciclabili ovunque e buoni mezzi di trasporto. In
            Italia la situazione è un po' diversa (eccetto
            alcuni posti, per esempio ho visto che Parma è
            molto avanti) e dovreste riprogettare gli assetti
            urbani.

            Molto più facile stra-tassare il fumo :-)


            Cordiali saluti1) anche mio nonno è morto di cancro ai polmoni e ha fumato il toscano tutta la vita... c'è però il dettaglio che quando è morto aveva 96 anni.2) le sigarette sono già stra-tassate.3) Immagino che sarebbe stato meglio che mio nonno morisse sul rogo (quale fumatore) e magari qualche anno prima piuttosto che morire a 96 anni di cancro!4) Fortunatamente conosco molta gente in germania che si concede di tanto in tanto il privilegio del dubbio sulle proprie convinzioni.
      • ullala scrive:
        Re: W.Churchill
        - Scritto da: petrestov
        - Scritto da: Anonimo

        Se due persone fumano sotto il cartello vietato

        fumare gli fai la multa, se venti persone
        fumano

        sotto il cartello vietato fumare chiedi loro
        di

        spostarsi, se duecento persone fumano sotto il

        cartello vietato fumare togli il cartello.

        W.Churchill.

        evidentemente Churchill non era a conoscenza
        delle conseguenze nocive del fumo passivo. il
        cartello permane perché non tutta la società si è
        persuasa che fumare in un luogo pubblico sia
        soltanto un'altra libertà individuale da
        tutelare.Anche l'XXXXXXXXXtà (passiva e attiva) fa molto danno non per questo si è ripristinata la rupe tarpea!
        • petrestov scrive:
          Re: W.Churchill
          - Scritto da: ullala
          Anche l'XXXXXXXXXtà (passiva e attiva) fa molto
          danno non per questo si è ripristinata la rupe
          tarpea!non lo sapevo. fa molto male? te lo chiedo perché evidentemente tu ne sai più di me a questo proposito.
          • ullala scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: ullala


            Anche l'XXXXXXXXXtà (passiva e attiva) fa molto

            danno non per questo si è ripristinata la rupe

            tarpea!

            non lo sapevo. fa molto male? te lo chiedo perché
            evidentemente tu ne sai più di me a questo
            proposito.Eggià tu i danni non li subisci evidentemente!Io invece si!
          • ve che nador scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: ullala


            Anche l'XXXXXXXXXtà (passiva e attiva) fa molto

            danno non per questo si è ripristinata la rupe

            tarpea!

            non lo sapevo. fa molto male? te lo chiedo perché
            evidentemente tu ne sai più di me a questo
            proposito.NADOOOORRR DA CINEEETESTOCLO' DA UFONADOOOORRR VA A DAR VIA I CIAP TI E CLA VACA ED TO MEDRA
        • ve che nador scrive:
          Re: W.Churchill
          Ma se uno si butta in un fosso .. poi ci si buttano in 20, poi in 200??Sono impazziti no? :D
      • p4bl0 scrive:
        Re: W.Churchill
        - Scritto da: petrestov
        - Scritto da: Anonimo

        Se due persone fumano sotto il cartello vietato

        fumare gli fai la multa, se venti persone
        fumano

        sotto il cartello vietato fumare chiedi loro
        di

        spostarsi, se duecento persone fumano sotto il

        cartello vietato fumare togli il cartello.

        W.Churchill.

        evidentemente Churchill non era a conoscenza
        delle conseguenze nocive del fumo passivo. il
        cartello permane perché non tutta la società si è
        persuasa che fumare in un luogo pubblico sia
        soltanto un'altra libertà individuale da
        tutelare.guarda che è una metafora
        • petrestov scrive:
          Re: W.Churchill
          - Scritto da: p4bl0
          guarda che è una metaforaè una metafora che non ha valore se il senso letterale della sua affermazione sconfessa il suo significato. mi pare palese.
          • ve che nador scrive:
            Re: W.Churchill
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: p4bl0


            guarda che è una metafora

            è una metafora che non ha valore se il senso
            letterale della sua affermazione sconfessa il suo
            significato. mi pare
            palese.Prenditi Questa METAFORA 8===================D .. sei solo uno sbruffone, abbassa la cresta, mi sa che 16 anni li hai tu .. NADOR
          • pippo calogero scrive:
            Re: W.Churchill
            3 opzioni:sei un troll sei straniero e non comprendi la lingua italianaoppure sei ritardato
          • NO copyright scrive:
            Re: W.Churchill

            è una metafora che non ha valore se il senso
            letterale della sua affermazione sconfessa il suo
            significato.Ma ti rendi conto delle stupidaggini che scrivi?Come se fosse falso affermare che l'Amazzonia è il polmone del mondo solamente perché l'Amazzonia non è, in senso letterale, un polmone!:-D :-D :-D :-D
      • NO copyright scrive:
        Re: W.Churchill
        Vai su Wikipedia cerca "metafora".
  • invisigoth scrive:
    semplice soluzione?
    Ma per combattere la pirateria non sarebbe sufficiente far uscire il dvd di un film in contemporanea all'uscita nelle sale?Per me si.
    • Bic Indolor scrive:
      Re: semplice soluzione?
      - Scritto da: invisigoth
      Ma per combattere la pirateria non sarebbe
      sufficiente far uscire il dvd di un film in
      contemporanea all'uscita nelle sale?Per me
      si.Per me no: così quasi nessuno andrebbe più al cinema. E i dvd si piraterebbero lo stesso.
      • krane scrive:
        Re: semplice soluzione?
        - Scritto da: Bic Indolor
        - Scritto da: invisigoth

        Ma per combattere la pirateria non sarebbe

        sufficiente far uscire il dvd di un film in

        contemporanea all'uscita nelle sale ? Per

        me si.
        Per me no: così quasi nessuno andrebbe più al
        cinema.E allora ? E' obbligatorio ?
    • nome e cognome scrive:
      Re: semplice soluzione?
      - Scritto da: invisigoth
      Ma per combattere la pirateria non sarebbe
      sufficiente far uscire il dvd di un film in
      contemporanea all'uscita nelle sale?Per me
      si.Il problema che molti ancora non hanno inteso non e' il fatto che sia possibile o meno avere un contenuto piratato ma il fatto che moltidi coloro che scaricano non acquisterebbero comunque. Mr. X scarica il film perche' e' scaricabile,se non lo fosse, non andrebbe comunque al cinemaa vederlo o acquisterebbe il dvd.
      • scsdp scrive:
        Re: semplice soluzione?
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: invisigoth

        Ma per combattere la pirateria non sarebbe

        sufficiente far uscire il dvd di un film in

        contemporanea all'uscita nelle sale?Per me

        si.
        Il problema che molti ancora non hanno inteso
        non e' il fatto che sia possibile o meno avere
        un contenuto piratato ma il fatto che molti
        di coloro che scaricano non acquisterebbero
        comunque. Mr. X scarica il film perche' e'
        scaricabile,
        se non lo fosse, non andrebbe comunque al cinema
        a vederlo o acquisterebbe il dvd.QUOTO !!!
      • petrestov scrive:
        Re: semplice soluzione?
        - Scritto da: nome e cognome
        Il problema che molti ancora non hanno inteso
        non e' il fatto che sia possibile o meno avere
        un contenuto piratato ma il fatto che molti
        di coloro che scaricano non acquisterebbero
        comunque. Mr. X scarica il film perche' e'
        scaricabile,
        se non lo fosse, non andrebbe comunque al cinema
        a vederlo o acquisterebbe il dvd.strano che una persona abbia i soldi per un piccì, per una connessione veloce ad internet (ADSL o tramite cellulare) e quindi una bolletta da pagare o una scheda da ricaricare, corrente elettrica da spendere per alimentare queste apparecchiature e poi non ha i soldi per andare al cinema o per noleggiare un DVD.che strana forma di povertà è questa.
        • scsdp scrive:
          Re: semplice soluzione?
          Non è questione di povertà ma di qualità. Personalmente preferisco aspettare e vederli in TV, altri vanno al cinema altri comprano i DVD.
        • krane scrive:
          Re: semplice soluzione?
          - Scritto da: petrestov
          - Scritto da: nome e cognome

          ma il fatto che molti di coloro che

          scaricano non acquisterebbero comunque.

          Mr. X scarica il film perche' e'

          scaricabile, se non lo fosse, non andrebbe

          comunque al cinema a vederlo o acquisterebbe

          il dvd.
          strano che una persona abbia i soldi per un
          piccì, per una connessione veloce ad internet
          (ADSL o tramite cellulare) e quindi una bolletta
          da pagare o una scheda da ricaricare, corrente
          elettrica da spendere per alimentare queste
          apparecchiature e poi non ha i soldi per andare
          al cinema o per noleggiare un DVD.Ma dove leggi che e' una questione di soldi ? E' una questione di soldi ma di mancanza di interesse : hai presente quando uno fa zapping mezz'ora poi spegne tutto perche' non c'e' niente di interessante ?
          che strana forma di povertà è questa.La tua ? Si...
          • petrestov scrive:
            Re: semplice soluzione?
            - Scritto da: krane
            Ma dove leggi che e' una questione di soldi ? E'
            una questione di soldi ma di mancanza di
            interesse : hai presente quando uno fa zapping
            mezz'ora poi spegne tutto perche' non c'e' niente
            di interessante
            ?cioè, fammi capire il comportamento che motiva una persona a usare il filesharing: non ha interesse a vedere un film, compra un piccì, si fa la connessione ad internet, usa il filesharing come se fosse un telecomando per fare noiosamente zapping tra i vari file video di cui non ha alcun interesse?ti dico la mia. la persona in questione è interessata in genere ai film e ha davanti a sé due strade:con il suo piccolo budget può andare tre o quattro volte al mese al cinema a vedersi dei film o può noleggiare cinque o sei DVD (sempre al mese) per vederseli a casa sua con gli amici (magari fanno la colletta).con il suo piccolo budget può investire in un piccì, in una connessione ad Internet e può avere tanti film quanti ne riesce a scaricare (alcuni nemmeno li vedrà perché ne scarica più di quanti in realtà ne possa vedere); può scaricare anche i software e i sistemi operativi che vuole, i videogiochi, la musica e quant'altro.

            che strana forma di povertà è questa.

            La tua ? Si...sono in buona compagnia.
          • ullala scrive:
            Re: semplice soluzione?
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: krane


            Ma dove leggi che e' una questione di soldi ? E'

            una questione di soldi ma di mancanza di

            interesse : hai presente quando uno fa zapping

            mezz'ora poi spegne tutto perche' non c'e'
            niente

            di interessante

            ?

            cioè, fammi capire il comportamento che motiva
            una persona a usare il filesharing: non ha
            interesse a vedere un film, compra un piccì, si
            fa la connessione ad internet, usa il filesharing
            come se fosse un telecomando per fare noiosamente
            zapping tra i vari file video di cui non ha alcun
            interesse?

            ti dico la mia. la persona in questione è
            interessata in genere ai film e ha davanti a sé
            due
            strade:

            con il suo piccolo budget può andare tre o
            quattro volte al mese al cinema a vedersi dei
            film o può noleggiare cinque o sei DVD (sempre al
            mese) per vederseli a casa sua con gli amici
            (magari fanno la
            colletta).

            con il suo piccolo budget può investire in un
            piccì, in una connessione ad Internet e può avere
            tanti film quanti ne riesce a scaricare (alcuni
            nemmeno li vedrà perché ne scarica più di quanti
            in realtà ne possa vedere); può scaricare anche i
            software e i sistemi operativi che vuole, i
            videogiochi, la musica e
            quant'altro.




            che strana forma di povertà è questa.



            La tua ? Si...

            sono in buona compagnia.Non direi proprio "buona" sei in compagnia di gente poco raccomandabile.
          • petrestov scrive:
            Re: semplice soluzione?
            - Scritto da: ullala
            Non direi proprio "buona" sei in compagnia di
            gente poco
            raccomandabile.è da quando hai iniziato a postare tu che ho avuto questa sensazione.
          • ullala scrive:
            Re: semplice soluzione?
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: ullala


            Non direi proprio "buona" sei in compagnia di

            gente poco

            raccomandabile.

            è da quando hai iniziato a postare tu che ho
            avuto questa
            sensazione.Infatti è facile per tutti notare chi è passato subito al personale.Evidentemente nel tuo caso non è solo poco raccomandabile la compagnia è proprio della serie chi va con lo zoppo....
          • petrestov scrive:
            Re: semplice soluzione?
            - Scritto da: ullala
            Infatti è facile per tutti notare chi è passato
            subito al
            personale.infatti si legge che krane ha iniziato, io gli ho risposto e tu sei venuto in suo soccorso. ed hai insistito anche un altri thread con questo attacco personale.
          • ullala scrive:
            Re: semplice soluzione?
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: ullala


            Infatti è facile per tutti notare chi è passato

            subito al

            personale.

            infatti si legge che krane ha iniziato, io gli ho
            risposto e tu sei venuto in suo soccorso. ed hai
            insistito anche un altri thread con questo
            attacco
            personale.Io mi riferivo alla "compagnia" forse devi imparare a leggere!
          • petrestov scrive:
            Re: semplice soluzione?
            - Scritto da: ullala
            Io mi riferivo alla "compagnia" forse devi
            imparare a
            leggere!guarda che ho letto bene.questa è la tua frase: Non direi proprio "buona" sei in compagnia di gente poco raccomandabile. per me è un insulto. stai insultando le mie frequentazioni. e con loro anche me.in realtà di persone poco raccomandabili, a cui piace l'insulto gratuito a livello personale o di compagnia, qui in giro ne vedo soltanto due.
  • francososo scrive:
    se vogliono criminalizzare gli utenti
    se vogliono criminalizzare gli utenti facciano pure, ma non si stupiscano poi di disdette di massa !
  • user scrive:
    leggi limitative
    con la legge Merlin n. 75 - approvata il 20 febbraio 1958, la prostituzione in Italia doveva essere debellata, a 50 anni della sua promulgazione non vi sono più le case chiuse gestite e controllate dalla legge, ma giri l'angolo e la più santa delle ragazze si cambia dietro un angolino, minigonna inguinale, zatteroni, parucca bionda e la vedi fare il mestiere più antico del mondo, eppure esiste una legge che proibisce tutto questo, vuol dire che la pirateria come la prostituzione troverà altri modi per prolificare meglio e più di prima.quello che fanno con le leggi è limitare le libertà individuali, per spacciatori, trafficanti di armi e assassini il mercato è vasto e in costante ascesa.
    • gigggi scrive:
      Re: leggi limitative
      La legge non vieta la prostituzione ( e come potrebbe? visto che la praticano anche le piu' alte cariche dello stato?, quelle che erano protette dal lodo alfano, tanto per interderci)Vieta soltanto lo sfruttamento delle donne nelle case chiuse. Esiste la libera professione: io ti faccio una pompa e tu mi fai diventare ministro della repubblica. Se no, mi puoi sempre candidare a Bruxelles oppure papi mi fa fare la velina.Non occorre cambiarsi le mutande dietro l'angolo della strada. Oggi e' tutto piu' professionale.
    • gigggi scrive:
      Re: leggi limitative
      Complimenti pr la velocita' di cancellazione.Speravo durasse almeno 1/4 d'ora.
      • gigggi scrive:
        Re: leggi limitative
        Questo qui sopra paragona coloro che usano il P2P alle puttane e tu lo lasci, mentre io che do del XXXXXXXXXX al presidente del consiglio, mi cancelli?Ma allora esistono 2 pesi e 2 misure.
        • gigggi scrive:
          Re: leggi limitative
          Diciamo "utente finale" come dice il Suo Avvocato-parlamentare-pagato-da-noi
          • Ale scrive:
            Re: leggi limitative
            - Scritto da: gigggi
            Diciamo "utente finale" come dice il Suo
            Avvocato-parlamentare-pagato-da-noino no XXXXXXXXXX , perchè lui pagava , anche se non con i soldi suoi , ma con i nostri , diciamo che è stato il pagamento della corruzione
  • p.m. scrive:
    Dove e' finito punto informatico?
    Che pessima fine ha fatto questo sito... mah
Chiudi i commenti