2008, l'anno dei notebook quad-core

Intel lancerà sul mercato i primi processori quad-core per notebook, chipponi non certo economici che verranno inizialmente adottati sui laptop dedicati agli appassionati di giochi e multimedia

Roma – Confermando quanto era già trapelato in occasione dell’ultimo Intel Developer Forum, Intel ha dichiarato di essere pronta a lanciare i suoi primi processori quad-core per notebook nel corso del prossimo anno.

Stando a quanto riportato da PC World , i primi notebook ad utilizzare CPU a quattro core saranno quelli dedicati ai patiti di videogiochi. Questo è del resto quanto accaduto anche sul mercato desktop, dove lo scorso anno la tecnologia quad-core ha debuttato sui PC consumer con il Core 2 Extreme QX6700 , un chip indirizzato soprattutto agli hardcore gamer.

Mooly Eden, general manager del mobile platform group, ha affermato che i primi laptop quad-core di fascia business arriveranno sul mercato ad una certa distanza da quelli consumer: il motivo è che il mondo dei videogiochi si starebbe adeguando all’evoluzione delle architetture multithreaded con più rapidità di quanto stiano facendo i produttori di applicazioni per l’ufficio.

C’è da attendersi che i futuri chip mobili a quattro core adotteranno una piattaforma differente dall’attuale Santa Rosa : ciò probabilmente contribuirà a elevarne il prezzo, che di certo non sarà contenuto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Den Lord Troll scrive:
    ma...
    ...al computex Geil non ha mostrato delle proprie DDR3 spinte a 1500 cas 6 ? :D
  • FIRETORNADO scrive:
    non riesco a capire...
    a che razzo servono latenze cosi alte..?
    • Athlon64 scrive:
      Re: non riesco a capire...
      A che COSA servono latenze così alte? A permettere il funzionamento stabile di questi moduli RAM a frequenze così elevate.
  • Pino La Lavatrice scrive:
    Ma che senso hanno?
    Come quando uscirono le DDR2. Che senso hanno queste DDR3 con timings da ere geologiche?E infatti come per le prime DDR2 con timings scandalosamente elevati, e che quindi andavano più lente della controparte DDR, anche queste nuove DDR3, la dove testate a dovere, hanno dato risultati davvero deludenti, risultando più lente delle "vecchie" DDR2. Al limite, le migliori hanno dato risultati allineati con quelli delle DDR2, ma considerando il costo nettamente maggiore, non si capisce dove stia il vantaggio di utilizzare questi nuovi moduli.Ok, che per infinocchiare il gamer/fanboy/figliodipapà di turno, basta buttare li numeri sempre più alti, ma alla Intel (anche se dopo anni) hanno capito che alla fine anche il tontolone di turno, prima o poi mangia la foglia, e quindi il gioco non poteva durare a lungo.I produttori di RAM, lo capiranno?
Chiudi i commenti