Dal 2024 la fatturazione elettronica è obbligatoria per tutti i forfettari

1 gennaio 2024, scatta l'ora della fattura elettronica per tutti i forfettari

Il 1 gennaio 2024 scatta l'obbligo di fatturazione elettronica per tutti i forfettari con ricavi al di sotto dei 25 mila euro: con Aruba il problema è risolto.
1 gennaio 2024, scatta l'ora della fattura elettronica per tutti i forfettari
Il 1 gennaio 2024 scatta l'obbligo di fatturazione elettronica per tutti i forfettari con ricavi al di sotto dei 25 mila euro: con Aruba il problema è risolto.

A partire dal 1 gennaio 2024, quel che prima per molti era solo una facoltà diventerà invece un obbligo di legge: la fattura elettronica, che per i professionisti in regime forfettario con ricavi annui al di sotto dei 25.000 Euro restava semplicemente un’opzione, diventa infatti prescrizione normativa e pertanto non c’è più Partita IVA che potrà dirsene esclusa. Per migliaia di forfettari di tutta Italia, quindi, la modalità di emissione delle fatture dovrà obbligatoriamente cambiare poiché le fatture tradizionali non potranno più essere emesse, né registrate, né considerate valide ai fini della normativa fiscale.

Un cambio importante, ma progressivo: sono già centinaia di migliaia i contribuenti in regime forfettario che hanno abbracciato questa nuova modalità di emissione delle fatture, a partire da quanti, avendo ricavi superiori ai 25 mila euro, già erano sottoposti a relativa prescrizione normativa. Ora anche l’ultima fascia fino ad oggi esclusa dall’obbligo sarà invece compresa nei requisiti di legge e per tutti occorrerà pertanto farsi trovare pronti con le novità previste per il 2024. Molti, in attesa della scadenza, hanno procrastinato la scelta dello strumento da utilizzare o hanno pensato di affidarsi almeno inizialmente ad uno studio commercialista. Questa scelta, però, aumenta notevolmente i costi di emissione delle fatture e toglie molta elasticità operativa: meglio uno strumento dedicato a cui poter avere accesso autonomamente con un minimo investimento, senza comunque dover rinunciare a collaborare con il proprio commercialista.

Fatturazione Elettronica di Aruba per forfettari

L’opzione più comoda è quella offerta da Aruba, dove la Fatturazione Elettronica può essere adattata appositamente alle esigenze dei forfettari attraverso una serie di semplici impostazioni:

Una volta attivato il servizio, tra le impostazioni va anzitutto registrato il regime fiscale forfettario scegliendo l’apposito codice “RF19 – Regime forfettario (art.1, c. 54-89, L. 190/2014)”. Quest’unica e semplice informazione consente ad Aruba di settare il servizio secondo le prescrizioni di legge previste per questo regime fiscale dedicato – ad esempio in termini di addebito IVA e, conseguentemente, di liquidazione e comunicazione annuale.

Aruba conta già 300 mila clienti del proprio sistema di Fatturazione Elettronica operanti in regime forfettario: un bacino già estremamente ampio, destinato ad aumentare ulteriormente nei prossimi mesi in virtù della scadenza che chiude definitivamente le porte al vecchio modo di intendere le fatture per via cartacea.

La fatturazione elettronica rappresenta ormai un elemento chiave nel processo di digitalizzazione del nostro Paese, capace di ridurre i costi aziendali e consentire un risparmio di tempo, spazio e sicurezza nella gestione degli archivi. Da gennaio questi benefici si estenderanno anche a tutti i professionisti in regime forfettario che, con la soluzione di Fatturazione Elettronica di Aruba, potranno non solo analizzare il proprio fatturato, ma anche monitorare i pagamenti, avendo al tempo stesso la possibilità di un’anagrafica semplificata dei clienti e una gestione documentale puntuale e ordinata. Strumenti essenziali per poter sfruttare appieno le opportunità fiscali e normative che il regime forfettario mette a disposizione di centinaia di migliaia di partite IVA

Gabriele Sposato, Direttore Marketing di Aruba

Quanto costa?

Il costo dello strumento di Fatturazione Elettronica per forfettari è del tutto minimo e ampiamente compensato dai mille vantaggi che ne derivano. Il costo a regime è infatti di appena 25 Euro+IVA all’anno: una spesa del tutto irrisoria, insomma, che è peraltro decisamente inferiore rispetto a delegare la propria fatturazione ad un commercialista. Inoltre Aruba ha messo a disposizione un’offerta aggiuntiva per cui i primi tre mesi hanno un costo di appena 1 Euro+IVA, così da poter provare il sistema e comprendere facilmente quanto vantaggio possa offrire alla propria attività. “Provare per credere” nel vero senso della parola, insomma.

Per tutti coloro i quali dovessero subire la resistenza nei confronti di un nuovo strumento informatico da provare, inoltre, è stata predisposta anche una demo gratuita (fai QUI la tua prova) con la quale poter “toccare con mano” cosa significa utilizzare la Fatturazione Elettronica di Aruba. Questo significa non soltanto vedere come si emette una fattura elettronica, ma anche poter avere a disposizione un’anagrafica aggiornata; poter avere calcoli aggiornati di fatturato o all’IVA; archiviare facilmente le fatture precedenti e gestire tutta una serie di informazioni in modo del tutto automatico.

Tutti i vantaggi

Sebbene il passaggio alla fatturazione elettronica potesse incutere timore, ora tutto ciò rappresenta un passo obbligato e la Fatturazione Elettronica di Aruba non fa altro che facilitare il compito attraverso un’interfaccia collaudata sulla quale i clienti hanno già riversato un voto medio pari a 4,5/5. Tuttavia basteranno ben poche prove per capire come l’obbligo di fatturazione elettronica nasconda anche grosse opportunità. Nel passaggio ad un servizio come quello di Aruba, infatti, si apprezzeranno subito aspetti quali l’intuitività della gestione delle fatture (anche nei confronti dei clienti, ormai abituati a questa nuova modalità); la semplicità dell’emissione, con compilazione facilitata dai molti elementi precompilati definiti dal sistema; la riduzione dei costi, poiché questo è in fin dei conti uno dei principali vantaggi della transizione digitale; la diminuzione degli errori, poiché anagrafica e pregressi consentono di facilitare la compilazione della documentazione; una maggiore efficienza, che sfocia nella possibilità di avere maggior tempo a disposizione per altre mansioni e per concentrarsi su aspetti più importanti per l’attività.

Acquista la fatturazione elettronica di Aruba

Essere in regola con il DL 36/22 relativo agli obblighi di fatturazione elettronica per i forfettari al di sotto dei 25 mila Euro, quindi, è comodo e conveniente. Scegliere Aruba, infatti, predispone tutto quanto per un passaggio morbido e controllato alla nuova modalità, minimizzando le possibilità di errore (con tutte le conseguenze relative), abbattendo il costo, ottimizzando la dematerializzazione dei documenti e garantendo massima affidabilità nell’operatività quotidiana.

Addirittura, la Fatturazione Elettronica di Aruba consente il calcolo automatico delle imposte: si possono infatti avere indicazioni previsionali precise sull’ammontare di quanto dovuto, potendo così avere sempre sotto controllo la propria posizione fiscale, la bontà dell’andamento della propria attività e tutto quanto concernente i calcoli di fatturato e di redditività. Tali informazioni possono inoltre essere condivise con il proprio commercialista attraverso una serie di permessi specifici, facilitando così anche la collaborazione diretta con il professionista che segue il percorso fiscale della propria azienda.

In ottica di transizione digitale, la fatturazione elettronica è inoltre accessibile con Aruba sia tramite desktop PC che tramite smartphone o tablet: piena mobilità garantita e massima reperibilità delle informazioni in qualsiasi momento.

 

In collaborazione con Aruba
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 19 gen 2024
Link copiato negli appunti