5G, broadcasting sperimentale della RAI

Il centro di produzione RAI di Torino sta per intraprendere una importante sperimentazione per le trasmissioni broadcasting in 5G.

5G, broadcasting sperimentale della RAI

Presto anche le trasmissioni broadcast potranno passare attraverso il canale ad alta capienza ed alta velocità del 5G. Un assaggio di quello che sarà il broadcasting di domani lo si potrà degustare nei prossimi giorni grazie ad una sperimentazione frutto della collaborazione tra Ministero dello Sviluppo Economico, RAI e Comune di Torino.

La sperimentazione avrà luogo il 24 giugno quando, in occasione dello spettacolo per le celebrazioni di San Giovanni, la RAI sperimenterà la diffusione broadcast in 5G delle immagini dalla piazza.

Broadcasting in 5G

L’importanza della sperimentazione prevista è così descritta dal MISE:

Nel prossimo futuro la tecnologia 5G, grazie all’elevatissima velocità di trasmissione, alla bassa latenza e alla possibilità di operare sia in modalità interattiva che in broadcast, permetterà di trasmettere video di altissima qualità nel corso di eventi che coinvolgono ampie platee, aprendo anche nuove prospettive al video immersivo a 360°, alla realtà aumentata e all’interattività da parte degli utenti.

Il centro di produzione della RAI di Torino (da sempre importante fucina di sperimentazioni d’avanguardia all’interno dell’azienda televisiva di Stato), in collaborazione con TGR Piemonte e RaiNews24, intende raccogliere immagini tramite una regia mobile, una serie di droni, nonché da immagini 4K del territorio. Tramite il trasmettitore RaiWay di Torino Eremo le immagini saranno quindi trasmesse in piazza sugli appositi maxi-schermi appositamente allocati.

Una festa di piazza diventerà una importante occasione per sperimentare il futuro delle telecomunicazioni, insomma: non solo avverranno riprese e trasmissioni in 5G, ma il tutto sarà anche illustrato presso il Museo della Radio Rai di Via Verdi (a pochi passi dall’Università di Torino e dalla Mole Antonelliana) ad un parterre di docenti e studenti che sfrutteranno questa occasione per un momento di alta formazione sul futuro della connettività.

Si tratta di una prima sperimentazione della tecnologia 5G in ambito audiovisivo e sono soddisfatto che la collaborazione tra MiSE, RAI e Comune di Torino in questo ambito stia dando i suoi primi frutti. L’integrazione tra diverse tecnologie disponibili renderà in un prossimo futuro la fruizione di contenuti audiovisivi un’esperienza immersiva e partecipata e l’evento di Torino darà solo un assaggio delle potenzialità di questa tecnologia.

Luigi Di Maio, Ministro per lo Sviluppo Economico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: MISE
Chiudi i commenti