A Google non piace Windows

Voci interne provenienti dal Googleplex parlano di una migrazione forzata dalle piattaforme Microsoft a quelle alternative. Ovvero: Linux e Mac. Questioni di sicurezza? Gli esperti sono scettici

Roma – Che a Google non gradiscano particolarmente gli OS Microsoft non sarebbe certo una gran notizia: da anni le due società sono acerrime rivali in molti campi dell’IT, dalla ricerca web al software di produttività e oltre. La novità è che ora questo scarso apprezzamento per il sistema operativo di Redmond sarebbe entrato a far parte della politica aziendale: niente più Windows sui PC di Google , direbbe la nuova policy, si passa tutti a Mac o Linux in attesa dell’adozione forzata di Crome OS.

“Abbiamo definitivamente abbandonato Windows”, avrebbe detto un dipendente Google al Financial Times in merito alla rinnovata policy aziendale, per di più giustificando la mossa con “motivi di sicurezza” e il tentativo di rafforzare il cordone attorno al prezioso codice sfornato da BigG. Il cyberattacco cinese ai server Google brucia ancora, e al FT i Googler dicono che la migrazione da Windows a qualcosa di meno appetibile per i cyber-criminali è cominciata proprio all’indomani del suddetto fattaccio.

L’attacco a Google è stato condotto attraverso sistemi Windows vulnerabili, dunque Google è convinta di poter contrastare efficacemente i malintenzionati togliendo loro la possibilità di abusare del sistema operativo impiegato sulla quasi totalità dei PC in tutto il mondo. Ai nuovi dipendenti viene data la possibilità di scegliere tra sistemi Linux e Mac OS X , mentre per chi ancora volesse armeggiare con Windows occorre una richiesta e un permesso specifici con tanto d approvazione da parte del CIO.

Sensazionalismo all’acqua di rose a parte (“Google non ama più Windows”, sai la novità!), più che i presunti motivi di sicurezza sembra che la scelta di Mountain View di eliminare gli OS Microsoft dai suoi PC sia dettata dalla voglia di smarcarsi definitivamente dai competitor per far girare tutto sul “suo” codice.

Volendo osservare le cose da questo punto di vista, l’adozione di due sistemi “ponte” come Linux e Mac OS X avrebbe come unico scopo quello di preparare il terreno per il deployment forzato di Chrome OS , una volta che il tanto chiacchierato “sistema operativo basato su un browser” (e su kernel Linux) sarà giunto a compimento.

Non è infine dato di sapere in che modo Google intenda testare approfonditamente le proprie appliance remote senza Windows, visto che le suddette appliance sono indirizzate principalmente ai sistemi Windows, e visto che la maggior parte del mondo ancora usa Windows. Quanto alla faccenda della sicurezza, gli addetti ai lavori tendono a escludere questa possibilità: OS X non dovrebbe garantire alcuna sicurezza aggiuntiva by design rispetto a Windows , anzi, in alcuni casi potrebbe rivelarsi persino più rischioso.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Momento di inerzia scrive:
    13.8*10E9 Km
    alla velocità della luce fa una mezza giornata di viaggio.Ecco perché mi lagga internet :D
    • Gattazzo scrive:
      Re: 13.8*10E9 Km
      In effetti, per sapere se il reset ha funzionato, i tecnici hanno dovuto aspettare più di una giornata. Pensate a quante migliaia di volte avrebbero dovuto perdere una giornata dal 77 ad oggi se il software fosse stato fatto da una certa monopolista... (ma allora c'era già?)Pardon, diciamo mezza giornata, considerando la media della distanza da allora ad oggi.
      • SIGLAZY scrive:
        Re: 13.8*10E9 Km
        - Scritto da: Gattazzo
        In effetti, per sapere se il reset ha funzionato,
        i tecnici hanno dovuto aspettare più di una
        giornata.


        Pensate a quante migliaia di volte avrebbero
        dovuto perdere una giornata dal 77 ad oggi se il
        software fosse stato fatto da una certa
        monopolista... (ma allora c'era già?)... probabilmente avrebbero dovuto mandare qualcunoa resettarla perchè non rispondeva più ai comandigià qualche anno fa, e avremmo avuto il primo uomosu Marte ... :-)
        • KaysiX scrive:
          Re: 13.8*10E9 Km
          Più che altro, ci sono buone probabilità che avrebbero fatto la furbata di mettere CTRL e ALT nel centro di controllo a terra, e CANC sulla Voyager 2 :D
  • attonito scrive:
    e pensare c'era un cretino che..
    ..sosteneva che gli alieni avessero preso modificato la sonda per mandarci segnali: un profossere o giornalista o non mi ricordo che. Certo che al mondo ne esistono di XXXXXXXXX.
    • Ciufolo scrive:
      Re: e pensare c'era un cretino che..
      Aveva anche fissato una data limite?Per quanto ne sappiamo, per quanto improbabile sia, lo vedo comunque plausibile
    • ninjaverde scrive:
      Re: e pensare c'era un cretino che..
      Notizia vera ma non esatta: l'alieno aveva trasformato la sonda in un wc spaziale. (rotfl)
  • OldDog scrive:
    Straniamento da Digitale Terrestre
    Per un attimo ho letto l'articolo in questo modo:"Roma - La RAI ha completato con sucXXXXX il reset del presentatore di Voyager, che aveva iniziato a trasmettere dati incomprensibili da metà aprile.La RAI si sarebbe accorta dal 12 maggio che il singolo neurone di memoria sarebbe cambiato da 0 a 1, rovinando l'intera trasmissione.Grazie al reset, tuttavia, il problema è stato risolto e le trasmissioni sono riprese regolarmente il 22 maggio. Il viaggio di Voyager, che la porterà fuori dal sistema solare presa a calci da chi ama la scienza, può continuare."Poi mi sono accorto che era solo stanchezza visiva. Ora vado a casa e prometto che non guarderò la TV. :-)
    • attonito scrive:
      Re: Straniamento da Digitale Terrestre
      - Scritto da: OldDogposso abbracciarti? non e' una avance omosex,solo ammiro molto il tuo post e lo condivido in toto.
    • Science scrive:
      Re: Straniamento da Digitale Terrestre
      Voyager, ai confini della conoscenzaEcco, appunto, si è fermata ai confini, non ci è mai entrata.:-D
    • ninjaverde scrive:
      Re: Straniamento da Digitale Terrestre
      - Scritto da: OldDog
      Per un attimo ho letto l'articolo in questo modo:
      "Roma - La RAI ha completato con sucXXXXX il
      reset del presentatore di Voyager, che aveva
      iniziato a trasmettere dati incomprensibili da
      metà
      aprile.
      La RAI si sarebbe accorta dal 12 maggio che il
      singolo neurone di memoria sarebbe cambiato da 0
      a 1, rovinando l'intera
      trasmissione.
      Grazie al reset, tuttavia, il problema è stato
      risolto e le trasmissioni sono riprese
      regolarmente il 22 maggio. Il viaggio di Voyager,
      che la porterà fuori dal sistema solare presa a
      calci da chi ama la scienza, può
      continuare."
      Poi mi sono accorto che era solo stanchezza
      visiva. Ora vado a casa e prometto che non
      guarderò la TV.
      :-)L'importante è pagare il canone...anche se non guardi la TV :D
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: Straniamento da Digitale Terrestre
        - Scritto da: ninjaverde
        L'importante è pagare il canone...anche se non
        guardi la TV
        :DAnche se la TV non ce l'hai...
        • ninjaverde scrive:
          Re: Straniamento da Digitale Terrestre
          - Scritto da: Momento di inerzia
          - Scritto da: ninjaverde

          L'importante è pagare il canone...anche se non

          guardi la TV

          :D

          Anche se la TV non ce l'hai...Eh Beh certo eh!?"Apparecchi adatti ed adattabili"quindi il :D Pc (adattabile) telefonino, citofono, radio vecchia, frigorifero e anche scatola di scarpe poichè con un paio di schede diventa appunto adattabile.... :DAd ogni modo il garante del contribuente non la pensa esattamente così.http://www.contribuenti.it/garante/gar2.asp
    • Giambo scrive:
      Re: Straniamento da Digitale Terrestre
      - Scritto da: OldDog
      Per un attimo ho letto l'articolo in questo modo:
      "Roma - La RAI ha completato con sucXXXXX il
      reset del presentatore di Voyager, che aveva
      iniziato a trasmettere dati incomprensibili da
      metà aprile. :D :D :D
    • alelazza scrive:
      Re: Straniamento da Digitale Terrestre
      Purtroppo non è così e quell'@#£%! continuerà a dire XXXXXXX anche a spese di chi, come me, paga il canone...:-(
  • fox82i scrive:
    Alla faccia
    Per un singolo bit si è reso necessario il reset...Cavolo complimenti agli sviluppatori del software di controllo della sonda che, dopo tutti questi anni di operatività, si è reso necessario questo tipo di operazione.
    • simply scrive:
      Re: Alla faccia
      - Scritto da: fox82i
      Per un singolo bit si è reso necessario il
      reset...

      Cavolo complimenti agli sviluppatori del software
      di controllo della sonda che, dopo tutti questi
      anni di operatività, si è reso necessario questo
      tipo di
      operazione.Bè è una grande macchina, sia a livello di HW che di SW. Se la relativizziamo ai tempi in cui è stata progettata, direi che mai ingegneri spaziali abbiano più partorito una cosa del genere. Non oso pensare a cosa si potrebbe fare oggi se ci impegnasse in uno sforzo paragonabile.
      • topolinik scrive:
        Re: Alla faccia
        - Scritto da: simply
        Bè è una grande macchina, sia a livello di HW che
        di SW.Sai dove è possibile saperne di più sulle specifiche del Voyager2?Ben inteso, un link così me lo sarei aspettato anche nell'articolo.
        • attonito scrive:
          Re: Alla faccia
          - Scritto da: topolinik
          - Scritto da: simply

          Bè è una grande macchina, sia a livello di HW
          che

          di SW.
          Sai dove è possibile saperne di più sulle
          specifiche del
          Voyager2?
          Ben inteso, un link così me lo sarei aspettato
          anche
          nell'articolo.credo che laram fosse ancora a nuclei di ferrite. Bassa densita' di bit ma alta resistenza a raggi cosmici, vento solare et similia.Sul sito della NASa dovrebbe essere tutto pubblico, progetti, specifiche, etc
        • passavo di qua scrive:
          Re: Alla faccia
          - Scritto da: topolinik
          Sai dove è possibile saperne di più sulle
          specifiche del Voyager2?Dalla pagina delle FAQ del sito NASA del progetto Voyager(http://voyager.jpl.nasa.gov/faq)
          There are three different computer types on the Voyager
          spacecraft and there are two of each kind. Total number
          of words among the six computers is about 32K.

          Computer Command System (CCS) - 18-bit word, interrupt
          type proXXXXXrs (2) with 4096 words each of plated wire,
          non-volatile memory.
          Flight Data System (FDS) - 16-bit word machine (2) with
          modular memories and 8198 words each
          Attitude and Articulation Control System (AACS) - 18-bit
          word machines (2) with 4096 words each.Se non trovi li ulteriori dettagli, non so proprio cosa consigliarti.P.S. Ovviamente sono a coppie per ridondanza, quindi dovevanofar tutto con tre proXXXXXri e 16k di memoria in tutto ... gosh.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Alla faccia
            - Scritto da: passavo di qua
            P.S. Ovviamente sono a coppie per ridondanza,
            quindi
            dovevano
            far tutto con tre proXXXXXri e 16k di memoria in
            tutto ...
            gosh.A questo punto si imponehttp://www.youtube.com/watch?v=IfCdNrRNS4g:D
    • Tuwulew scrive:
      Re: Alla faccia
      Che dire, windows andrebbe reinstallato ogni anno !Resettato almeno due tre volte al di!
    • Mauro scrive:
      Re: Alla faccia
      per una sonda lanciata nel 77 e costruita a mo di prototipo e senza poter verificare se dopo 33 anni ci sarebbero stati problemi è indubbio che sia sorprendente che basti un reset per rimettere tutto a posto e poter continuare il viaggio e le trasmissioni.bisoga anche dire che non si sapeva cosa si sarebbe incontrato se non a livello teorico e si sa che le teorie non sempre sono giuste ciao a tutti
    • pietro scrive:
      Re: Alla faccia
      quando è stato costruito il voyager le memorie erano piccolissime e l'ottimizzazione del SW era fondamentale, a volte per qualche bit il programma non entrava nella RAM, e allora bisognava limare qua e là per farcelo entrare. Un bit era importante
      • fox82i scrive:
        Re: Alla faccia
        Già! Allora la programmazione era più un arte che un lavoro!Allora i veri programmatori sapevano scrivere programmi e sapevano dove il compilatore impaginava in memoria una porzione di programma...Però fa pensare tanto come dopo 33 anni il software di controllo del Voyager2 funziona e trasmette dati!
    • sciams scrive:
      Re: Alla faccia
      Probabilmente è un caso di SEU (Single Event Upset), una condizione molto rara (se tutto è progettato come si deve) ma sempre possibile.Le radiazioni cosmiche che attraversano gli oggetti sono in grado di alterare anche singoli bit, solo perchè hanno attraversato una cella di memoria.In questo caso il SW c'entra poco...
    • fox82i scrive:
      Re: Alla faccia
      Si appunto SOLO... intendevo questo
    • Psicopazzo scrive:
      Re: Alla faccia
      consiglio qualche corso sull'utilizzo corretto di malloc(); e free();
  • sapio scrive:
    errore nell'articolo
    Voyager 2 non è un satellite (non orbita intorno ad alcun corpo celeste), ma una sonda spaziale.
Chiudi i commenti