A Savona un'azienda su due è pirata

Questi i risultati di una indagine a tappeto della polizia della città, supportata tecnicamente dalla BSA. I responsabili rischiano fino a tre anni di carcere


Savona – Jolly Roger: si chiama così l’operazione di indagine a tappeto condotta dalla Polizia giudiziaria della Procura di Savona che ha messo in luce come il 50 per cento delle imprese nella provincia utilizzi software illegalmente.

Stando a quanto riferito proprio dalla BSA in una nota diffusa ieri, l’obiettivo delle operazioni è stato la verifica dell’applicazione della legge sul diritto d’autore, in relazione alla norma penale che vieta la duplicazione abusiva di software in ambito aziendale. Oggetto della verifica sono state 45 aziende, di cui 16 multinazionali, con 430 postazioni informatiche. E una su due è risultata fuorilegge per quanto concerne l’uso del software.

In particolare, le indagini hanno fatto emergere con chiarezza il fenomeno dell’underlicensing, che si verifica quando il numero di postazioni su cui è installato un certo software è superiore al numero di licenze acquisite dalle imprese. Tra i prodotti duplicati illegalmente, pacchetti software Microsoft (140), Symantec (84), Autodesk e molto altro software pacchettizzato per utilizzo professionale, tutti privi della necessaria licenza d’uso.

“I responsabili delle aziende trovate illegali – spiega la nota – sono stati indagati per il reato di cui all’articolo 171 bis della legge 248/00 sulla tutela del diritto d’autore e rischiano fino a 3 anni di reclusione e 30 milioni di multa, oltre a sanzioni amministrative.”

“L’operazione – ha affermato Vincenzo Scolastico, Procuratore Capo della Repubblica – ha impegnato le Forze dell’Ordine e la Procura per diversi mesi. Uno sforzo notevole, ma necessario se si considera che l’illecito riscontrato è così elevato e che la duplicazione illegale dei prodotti informatici convive spesso con fenomeni di economia sommersa e organizzazioni criminali spesso di dimensioni internazionali”.

Secondo Giovanni Ferrari, vicepresidente di BSA Italia, quanto emerso confermerebbe che “fra le principali responsabili della pirateria informatica nel nostro paese vi sono le aziende. Queste, attraverso la duplicazione illegale del software realizzano risparmi di dubbia natura, danneggiando al contempo pesantemente tutta l’economia del settore”.

Il tasso di pirateria rilevato a Savona è, secondo la BSA, molto vicino a quello medio italiano valutato nel 46 per cento. Secondo BSA, come si ricorderà, il tasso globale di pirateria nel 2000 è cresciuto rispetto al 1999 del 2%.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    FILTRI AVANZATI NEI PROVIDER (NEL 2010 FORSE PERO'
    Ci vorrebbe un software in grado di eliminare automaticamente la pornografia infantile dai contenuti ospitabili sugli host sparsi per il mondo, detto software dovrebbe essere integrato e reso OBBLIGATORIO nel sistema che gestisce il server, ma visto che tale software sarebbe di una complessita' enorme (forse ci si avvicinerà vagamente con l'avvento del mpeg7 e il suo si sistema di indicizzazione intelligente) dovremmo appunto aspettare ancora qualche anno mi sa.. (per nn parlare di quelli che saranno neccessari alla messa in vigore poi.. :PP) cmq nel frattempo vorrei lanciare un msg ai provider:STATE ATTENTI ALLE SCHIFEZZE CHE LASCIATE NEI VOSTRI PC!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: FILTRI AVANZATI NEI PROVIDER (NEL 2010 FORSE PERO'
      - Scritto da: 1Nc0gNiTA
      Ci vorrebbe un software in grado di
      eliminare automaticamente la pornografia
      infantile dai contenuti ospitabili sugli
      host sparsi per il mondo, detto software
      dovrebbe essere integrato e reso
      OBBLIGATORIO nel sistema che gestisce il
      server, ma visto che tale software sarebbe
      di una complessita' enorme (forse ci si
      avvicinerà vagamente con l'avvento del mpeg7
      e il suo si sistema di indicizzazione
      intelligente) dovremmo appunto aspettare
      ancora qualche anno mi sa.. (per nn parlare
      di quelli che saranno neccessari alla messa
      in vigore poi.. :PP) cmq nel frattempo
      vorrei lanciare un msg ai provider:

      STATE ATTENTI ALLE SCHIFEZZE CHE LASCIATE
      NEI VOSTRI PC!!!A parte considerazioni sulla censura, su chi decide cosa e' turpe e cosa no, che da se' impedirebbero che un progetto simile possa prendere corpo, da quello che scrivi tu non hai la minima conoscenza di come funziona un provider. Francamente mi piacerebbe molto di piu' un filtro per contenere la sconfinata voglia di decidere per gli altri che pervade questi censori senza conoscenze.
      • Anonimo scrive:
        Re: FILTRI AVANZATI NEI PROVIDER (NEL 2010 FORSE PERO'

        Francamente mi piacerebbe molto di
        piu' un filtro per contenere la sconfinata
        voglia di decidere per gli altri che pervade
        questi censori senza conoscenze.gia concordo pienamente con te;-0)si cominciera con le cose illegali per passare a cose nel dubbio ed infine si arrivera a cose che oggi sono legali...tornero a comunicare come gli indiani con i segnali di fumo...che palle sta gente...
  • Anonimo scrive:
    Il genere umano e' strano assai
    Riusciamo a sopportare benissimo, immagini di questo tipo:http://afganews.emergency.it/emergency/immagini/kapisabombingImmagini sulle quali, credo, ci siano pochi dubbi sulla veridicita', e delle quali conosciamo fatti e antefatti, anzi, ne siamo in parte coautori.Riusciamo persino a seguire con interesse le descrizioni televisive sulle meraviglie tecnologiche delle "bombe intellegenti, intelligentissime, specializzate etc.".Ma su una cosa, "ca**o", (ho asteriscato per non urtare le persone sensibili) siamo proprio intransigenti:La "violenza" e l'anarchia di Internet !!!questa proprio non la mandiamo giu' !!!Scusate queste poche righe (scritte anche male)ma non ho proprio resistitoBuon Natale a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Il genere umano e' strano assai

      La "violenza" e l'anarchia di Internet !!!
      questa proprio non la mandiamo giu' !!!e tutta gente che non ha niente da fare...che poi SE CI FOSSE tutta sta anarchia su internet...ma dov'e ????
      Scusate queste poche righe (scritte anche
      male)
      ma non ho proprio resistito

      Buon Natale a tutti;-0)anche a te buon anno nuovo...e che il mondo diventi migliore ;-0)
  • Anonimo scrive:
    MI VIEN DA RIDERE !!!
    Tutto quì??? Il video in questione è da molto che gira in internet e poi è evidente che si tratta di un FALSO !!! E' uno di quei filmati cosiddetti SNUFF. Un trucco di montaggio, c'è gente che si diverte anche così, contenti loro. Comunque nessuno obbliga ad andare a guardare e CERCARE certe cose. Internet è bello anche perchè è libero, forse che siti come Holiwar.org di fanatici PRETI è più educativo ???
  • Anonimo scrive:
    Google SafeSearch Filtering
    Google elimina per default i siti di contenuti inappropriati attraverso il sistema SafeSearch. Questa opzione va disabilitata esplicitamente. Ho verificato che il sito incriminato viene effettivamente filtrato. ...Chi non vuole, non se le vada a cercare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Google SafeSearch Filtering
      per disabilitare preferences, do not filter my searchescomunque a me e disabilitato per default...
      Google elimina per default i siti di
      contenuti inappropriati attraverso il
      sistema SafeSearch. Questa opzione va
      disabilitata esplicitamente. Ho verificato
      che il sito incriminato viene effettivamente
      filtrato.

      ...Chi non vuole, non se le vada a cercare.
  • Anonimo scrive:
    La soluzione ? responsabilizzare i provider
    I fornitori di accesso a internet dovrebbero stabilire una politica di accesso ai siti con contenuti scabrosi, immorali o illegali, o comunque sconvenienti.Dato che sarebbe effettivamente troppo laboriosa una protezione "attiva" (cercare i siti da bloccare e bloccarli), questa politica dovrebbe essere attivata sulle richieste da parte degli utenti.In pratica, un utente segnala al provider il sito, il cui contenuto ritiene sconveniente, e se questo concorda con la politica del provider, si blocca il sito a livello di firewall o proxy (operazione semplicissima).Il provider potrebbe anche segnalare l'indirizzo ad altri siti, oppure scrivere ai gestori di eventuali "blacklists" (non so se ne esistano anche per i siti http, oltre che per gli indirizzi e-mail)Se la maggior parte dei provider adottassero una simile "politica di rete locale", i siti con contenuti simili perderebbero progressivamente contatti e interesse, e alla fine "morirebbero".Credo dunque che, con una semplice "rule" di forwardin, i provider abbiano in mano un'arma molto potente nei confronti dei contenuti illegali.Ho indicato questa soluzione ad un corso che ho recentemente tenuto, a cui partecipavano i rappresentanti di diversi provider, e ha riscosso un grande interesse.Mi piacerebbe avere altre opinioni, anche in privato.
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider
      a me pare una sciocchezza, se mi permetti di esprimermi con franchezza.le fregole censorie (per la pornografia come per qualsiasi altro "oggetto") mi sembrano risibili e tutte basate su un modello "televisivo" della rete che, per fortuna è più vasta, più articolata e più potente delle idee dei singoli (contrariamente alla tv, dove basta - o dovrebbe bastare, non sono mica tanto sicuro - un direttore generale per appiattire e censurare i programmi).Un provider che bloccasse parte dei contenuti della rete (a qualsiasi livello) non potrebbe essere il mio provider, così come un motore di ricerca che filtrasse dei contenuti sgraditi o sgradevoli non mi vedrebbe più.Peraltro, mi sono guardato abbastanza bene il sito incriminato (oggi sono fuori città e ho una connessione lenta, per i filmati non se ne parlava): a me sembra davvero esagerato, tutto sto can can.Molte delle immagini presenti girano sulla rete da anni e si trovano anche su molti siti italiani (con suffisso .it, quindi autorizzati dalla nostra occhialuta authority).Qualcuno ha già citato Rotten, che mi pare decisamenente più pesante e che credo sia un sito molto visitato.
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider
        - Scritto da: zap
        a me pare una sciocchezza, se mi permetti di
        esprimermi con franchezza.

        le fregole censorie (per la pornografia come
        per qualsiasi altro "oggetto") mi sembrano
        risibili e tutte basate su un modello
        "televisivo" della reteIo non la vedo come una censura, ma piuttosto come l'affermazione, da parte del provider, di una politica estesa alla WAN che gestisce, analogamente alla politica che un sysadmin potrebbe adottare per la propria LAN aziendale.Comunque prendo atto della tua opinione.CiaoStefano
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider
      se il provider lo facesse sono fuori in un giorno...e cosa vuol dire ??? se a uno sta sul cazzo punto informatico va li e lo fa bloccare ???? e chi sei tu per decidere per altri ??? e chi deve decidere se bloccare un sito o no ??? ma prenditi il telecomando e torna alla tv che e meglio...viva la liberta...ipotesi: non visito se non per sbaglio quel genere di siti...
      I fornitori di accesso a internet dovrebbero
      stabilire una politica di accesso ai siti
      con contenuti scabrosi, immorali o illegali,
      o comunque sconvenienti.
      Dato che sarebbe effettivamente troppo
      laboriosa una protezione "attiva" (cercare i
      siti da bloccare e bloccarli), questa
      politica dovrebbe essere attivata sulle
      richieste da parte degli utenti.
      In pratica, un utente segnala al provider il
      sito, il cui contenuto ritiene sconveniente,
      e se questo concorda con la politica del
      provider, si blocca il sito a livello di
      firewall o proxy (operazione semplicissima).
      Il provider potrebbe anche segnalare
      l'indirizzo ad altri siti, oppure scrivere
      ai gestori di eventuali "blacklists" (non so
      se ne esistano anche per i siti http, oltre
      che per gli indirizzi e-mail)
      Se la maggior parte dei provider adottassero
      una simile "politica di rete locale", i siti
      con contenuti simili perderebbero
      progressivamente contatti e interesse, e
      alla fine "morirebbero".
      Credo dunque che, con una semplice "rule" di
      forwardin, i provider abbiano in mano
      un'arma molto potente nei confronti dei
      contenuti illegali.

      Ho indicato questa soluzione ad un corso che
      ho recentemente tenuto, a cui partecipavano
      i rappresentanti di diversi provider, e ha
      riscosso un grande interesse.
      Mi piacerebbe avere altre opinioni, anche in
      privato.
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider
      Premetto che sono stufo di sentire parlare sempre persone che parlano di censurare, filtrare, bloccare, tutto per 'proteggermi': ritenendo di essere una persona maggiorenne e vaccinata, credo di dover essere io a decidere cosa è opportuno e cosa NON è opportuno che io veda, IMHO l'imposizione di una balia esterna è una offesa per me e per tutti coloro che ritengono di dover avere la possibilità di scegliere autonomamente. Riconosco però che esistono persone che debbano essere protette dai contenuti 'pericolosi', e che quindi la proposta di 'filtrare' certi contenuti non debba essere scartata a priori.
      Ho indicato questa soluzione ad un corso che
      ho recentemente tenuto, a cui partecipavano
      i rappresentanti di diversi provider, e ha
      riscosso un grande interesse.Oso sperare che non fosse un corso tecnico, visto che questa proposta è tecnicamente inattuabile per come è stata formulata, mentre invece sistemi simili esistono già, e sono considerati un servizio che l'utente deve pagare, aggiuntivo a quello della normale connessione. Tuttavia in quei casi l'utente che sottoscrive quel servizio ha preventivamente accettato che il provider filtri i suoi accessi per 'proteggerlo' da visioni sconvenienti, il filtraggio NON è stato imposto. Seconda cosa, in questo caso il traffico http viene fatto passare per un proxy http, che filtra gli accessi, mentre il firewall è usato solo ed esclusivamente per impedire l'accesso diretto ai siti web (tutti i siti web, non solo quelli filtrati) senza passare per il proxy. Esistono anche delle soluzioni ove il proxy è 'trasparente' e viene attraversato anche quando l'utente accede direttamente, ma la sostanza del discorso non cambia.In ogni caso è impossibile affidare al firewall la funzionalità di filtro, in quanto quasiasi filtraggio deve avvenire a livello di protocollo http, non a livello di pacchetti dati: pretendere di filtrare il traffico sulla base dell'IP di destinazione, invece che sul nome del sito, porterebbe all'assurdo che per bloccare un sito 'scomodo' rimarrebbero bloccati anche tutti gli altri siti, magari normalissimi, che utilizzano lo stesso IP.Nulla vieta di offrire al pubblico servizi del genere, e nulla vieta ai clienti di sottoscriverli, esattamente come succede ora. Ma questa proposta si spinge molto più in là:
      Se la maggior parte dei provider adottassero
      una simile "politica di rete locale", i siti
      con contenuti simili perderebbero
      progressivamente contatti e interesse, e
      alla fine "morirebbero".Se questo deve succedere, è pacifico che il filtro deve essere imposto a tutti gli utenti dei provider aderenti. Un provider suicida potrebbe anche mostrare interesse per una soluzione del genere, il restante 99.9% degli ISP farebbe queste considerazioni:1) Per quanto possano pensarne i vari censori di turno, il flusso di clienti che lascerebbe il provider in cerca di uno con meno filtri, sarebbe sicuramente superiore a quello dei nuovi clienti attirati dalla maggior sicurezza.2) Anche se le segnalazioni di siti scomodi vengono fornite dagli utenti, la gestione delle liste è una cosa 'semplicissima' quando questi siti si contano sulle dita di una mano, mentre richiede tanto tempo (e personale) quando le segnalazioni sono migliaia. Non parliamo poi delle contestazioni relative a un sito che per alcuni sarebbe da filtrare e per altri no: nella proposta il problema viene liquidato sbrigativamente con un 'se questo concorda con la politica del provider', come se decidere una cosa del genere fosse sempre una operazione banale.3) Tutto questo sistema richiederebbe comunque dell'hardware dedicato, con delle spese aggiuntive. Non è vero che tutti i provider abbiano il proxy, e soprattutto non è vero che detto proxy debba essere dimensionato per sopportare tutto il traffico web degli utenti, visto che moltissimi utenti non lo usano e quindi sarebbe inutile tenere ora una struttura sottoutilizzata. Non è neanche vero che il provider abbia un firewall per tutti i suoi utenti: il firewall è una cosa che serve a proteggere l'integrità di una rete, ma deve anche essere configurato sulla base delle esigenze di quella rete. Va da se che ora, o almeno fino a che non passa una proposta come questa, un utente che si connette via modem deve avere una connessione più 'pulita' possibile e senza alcun filtro, quindi il firewall non serve a nulla.4) L'imposizione di filtri richiede una modifica delle condizioni contrattuali di fornitura del servizio, cosa non sempre fattibile a contratto in vigore e suscettibile di tentativi di rivalsa da parte della clientela per mancato rispetto di quanto stipulato in precedenza.Tutto sommato, visti i provider che si sono 'suicidati' offrendo abbonamenti flat, forse si troverebbe qualche suicida disposto anche ad abbracciare una politica del genere, non si sa mai... :-)Ricapitolando: diminuzione della clientela, spese maggiori che NON POSSONO essere scaricate sulla clientela, pena una fuga ancora più accentuata verso altri fornitori, possibili azioni legali in cambio... di cosa? Ah sì, c'è un minimo vantaggio, consistente nella diminuzione del traffico e quindi dell'eventuale congestione della rete dati del provider in questione, direi che si tratta di una bonus trascurabile.Io ritengo che l'uso di internet debba essere ammesso senza limiti per tutte le persone considerate maggiorenni. Se un minorenne accede a internet, lo deve fare sotto la responsabilità di un maggiorenne, che è tenuto a sorvegliarlo e verificare che non vada su siti considerati pericolosi. Punto.Se un sito ha contenuti dichiarati 'illegali', questo sito deve essere chiuso per vie legali, non deve essere filtrato da terzi: sarebbe come se per impedire l'accesso a una piazza dove c'è spaccio di stupefacenti bloccassero le strade lasciando gli spacciatori lì dove sono: è una cosa che si può fare una volta, due, per mettere in evidenza il problema, ma poi gli spacciatori devono essere fermati. Il paragone non è così peregrino, anche perché con buona pace dei censori, se un sito venisse 'filtrato' i loro gestori lo potrebbero spostare velocemente da un'altra parte, esattamente come gli spacciatori in questione starebbero poco tempo a spostarsi su un'altra piazza.
      • Anonimo scrive:
        Messaggio per la redazione
        Mica male per una delle prossime "Virgolette", no?"... l'imposizione di una balia esterna è una offesa per me e per tutti coloro che ritengono di dover avere la possibilità di scegliere autonomamente. Riconosco però che esistono persone che debbano essere protette dai contenuti 'pericolosi', e che quindi la proposta di 'filtrare' certi contenuti non debba essere scartata a priori."
        • Anonimo scrive:
          Re: Messaggio per la redazione
          - Scritto da: Punto e Virgola
          Mica male per una delle prossime
          "Virgolette", no?Non credo sia il caso: a parte il fatto che l'autore è un 'signor nessuno', la frase presa da sola è leggermente fuorviante, e da l'impressione che il filtraggio dei contenuti debba essere fatto per tutti, solo per proteggere alcuni. Dal resto del commento si deduce che non è così.
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider
        - Scritto da: blah

        Perchè ne sei così sicuro? Pare invece che

        la richiesta di sicurezza e moralità, da

        parte degli utenti di internet, sia in

        aumento.
        hahahahahahhahahahahahahaha
        ma in che mondo vivi ???Vivo in un mondo strano, alieno... dove la gente cerca informazioni e interscambio culturale, su Internet, non le foto pornografiche (che si trovano in tutte le migliori edicole). Certamente è un mondo molto diverso dal tuo ;-)...

        Certo che serve! Senza un firewall che per

        lo meno blocchi le connessioni all'host,

        l'utente tipo, che non sa come
        disattivare i

        servizi di rete, rischia di ricevere

        connessioni indesiderate.
        ma quando mai ???? tu quante connessioni
        indesiderate hai ricevuto ??? ma non diciamo
        cazzate...Ma in che mondo vivi? ;-)Sul mio pc, portsentry ha loggato, negli ultimi mesi, centinaia di scan sulle porte 12345, 12346 e 31337... lo sai che cosa vuol dire? E da quando ho configurato iptables, ho ricevuto molti tentativi di connessione sulla porta 515... lo sai che cosa vuol dire? Mi sa di no.

        E gli utenti tipo

        sono il 90%+ dei possessori di personal

        computer.
        gli sponsor tv hanno lanciato
        l'allarme...molti navigano su internet
        invece di guardare la tv...prendi il
        telecomando in mano e torna sulla poltronna
        che e meglio...E perchè no? ci sono delle bellissime trasmissioni sul discovery channel. Sul tuo mondo invece che cosa guardate? "DOM & NIKA"? Hahahahahahahahahaha...


        Non sono solo i minorenni, ad essere

        vulnerabili. Una qualunque persona di

        religione cattolica può essere offesa da
        un

        sito a contenuti blasfemi, ad esempio.
        certo e uno capita per caso su un sito del
        genere...per non parlare dei bambini di 5
        anni che bestemmiano a raffica...Bene, vedo che su questo ci capiamo. Non è il caso di fare qualcosa?...
        tranquillo la gente come te dara vita ad un
        nuovo governo mondiale...e dalle idee che
        hai direi che non si basera su un sistema
        democratico...Sarà... non sarò democratico al 100%, però sto cercando di fare qualcosa per cambiare l'ordine delle cose; per adesso, ho smesso di pagare il balzello a Microsoft. Tu?
        • Anonimo scrive:
          Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider

          Vivo in un mondo strano, alieno... dove la
          gente cerca informazioni e interscambio
          culturale, su Internet, non le foto
          pornografiche (che si trovano in tutte le
          migliori edicole). Certamente è un mondo
          molto diverso dal tuo ;-)si perche nel mio mondo (che a quanto pare dovrebbe essere anche il tuo) c'e la libberta di fare...io ho sempre trovato cio che ho cercato...mai altro...
          Ma in che mondo vivi? ;-)
          Sul mio pc, portsentry ha loggato, negli
          ultimi mesi, centinaia di scan sulle porte
          12345, 12346 e 31337... lo sai che cosa vuol
          dire? mica sei nato solo tu col computer in mano, vediamo netbus, netbus, bo
          E da quando ho configurato iptables,
          ho ricevuto molti tentativi di connessione
          sulla porta 515... lo sai che cosa vuol
          dire? Mi sa di no.GUARDA CHE MICA PARLI AL PRIMO PIRLA...LPRng remote root exploit = LAME bug, ma addiritura root access (bug tenuto nascosto per un po e scoperto da bindview se non sbaglio), tralasciando che anche il daemon funziona su 515...usa redhat e poi dice a me sei un lamer...ma va...mai sentito parlare di print server ??? usa quello va che e meglio...
          E perchè no? ci sono delle bellissime
          trasmissioni sul discovery channel. Sul tuo
          mondo invece che cosa guardate? "DOM &
          NIKA"? Hahahahahahahahahahanuvolari...sai cos'e ??? e mi guardo anche tutte quelle belle televisoni in tedesco e francese...e pensa che addiritura riesco a capire che si dice...a, dimenticavo spagnolo...
          Bene, vedo che su questo ci capiamo. Non è
          il caso di fare qualcosa?lasciare che ogniuno trovi da solo la sua strada...non siamo DIO...
          Sarà... non sarò democratico al 100%, però
          sto cercando di fare qualcosa per cambiare
          l'ordine delle cose; per adesso, ho smesso
          di pagare il balzello a Microsoft. Tu?democratico al 100% e oltre anche...e usavo gli *nix quando tu ciucciavi ancora il biberon quindi accuccia va...;-0)
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider
            Ma sta' zitto, saresti il primo utilizzatore di unix che incontro che non capisce NIENTE di sicurezza. Tornatene alle tue finestrelle.
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider

            Ma sta' zitto, saresti il primo utilizzatore
            di unix che incontro che non capisce NIENTE
            di sicurezza. Tornatene alle tue
            finestrelle.ti sei incazzato perche ti ho dato del lamer o per qualcos'altro ????;-0)tu continua a tenere vari corsi (probabilmente senza sapere di cosa si parla realmente, come anche quelli in sala d'altrove, perche altrimenti perche uno viene a sentire te ???), che io mi leggo i miei libri...;-0)ciao super-mega-gallattico-professional-ULTRA-USER...ah e appena uscito xp corri nel supermercato sotto casa e lascia stare linux che e meglio...
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider

        Appunto! Questo thread discute della
        possibilità di filtrare i contenuti a tutela
        delle categorie vulnerabili; è chiaro che
        non è un problema che riguarda persone
        adulte e vaccinate, come me e te, ma non
        possiamo ignorarlo.Allora vediamo di chiarire meglio la questione: i ?soggetti? che richiedono protezione da contenuti inappropriati sono anche provvisti di tutori adeguati che devono vigilare e fare in modo che non possano accedere a tali contenuti. A questi tutori spetta decidere se possano accedere a Internet senza alcuna limitazione, oppure se possano accedervi con dei filtri che dovrebbero evitare l?esposizione a questi contenuti. Come nessuna persona responsabile darebbe a suo figlio minorenne la tessera del videobancomat abilitata al noleggio di video porno, così nessuno dovrebbe dare accesso a internet a suo figlio senza controllare quello che vede. Non mi sembra che nessuno abbia mai pensato di vietare il noleggio di film porno, non vedo quindi perché qualcuno dovrebbe proporre di bandire da Internet questi contenuti. Ben vengano quindi gli abbonamenti filtrati, quando il cliente che stipula il contratto accetta esplicitamente questi filtri, paga il maggior costo necessario per implementarli e naviga o fa navigare i propri sottoposti con questi filtri. Al bando invece qualsiasi tipo di censura preventiva imposta con la forza a tutti gli utenti.Questo è il concetto principale, che vale come risposta alla maggior parte del commento. Rimangono dei particolari più o meno secondari che vengono espressi successivamente.
        Seconda cosa, il fatto che finora si sia
        lasciato questa scelta all'utente,
        facendogli anche pagare dei soldi, non
        significa che non si possa pensare a
        qualcosa di diverso. Sarebbe un
        miglioramento del servizio, no?Ammettendo che sia un miglioramento, ha un costo e questo costo deve essere pagato. Proprio perché molte persone non sentono alcun bisogno di questo 'miglioramento', non vedo perché imporlo anche a loro, e farglielo pagare.
        In fondo, facendo un ragionamento analogo,
        nelle black-list anti-spam hanno inserito
        tutto il domain .tin, non hanno fatto
        distinzione tra utenti buoni e cattivi.A me le liste anti-spam danno fastidio perché un espediente, comunque imperfetto, che ha un minimo di funzionalità e di ragione di essere è proprio l?esempio utilizzato dai censori per proporre misure ben più restrittive. In ogni caso, un conto è una lista, una sola, ove si può supporre che non sia difficilissimo tirarsi fuori, compiendo le manovre richieste da chi ha fatto l?inserimento, e un conto ben diverso è venire filtrato da ?n? provider, tutti diversi, e dover compiere ?n? volte la stessa cosa. Se le liste anti spam, invece di essere una sola, fossero tante e frammentate, la possibilità di errori e di abusi crescerebbe a dismisura, così come la quantità di lavoro necessario per farsi togliere da tutte le liste.
        Pare invece che
        la richiesta di sicurezza e moralità, da
        parte degli utenti di internet, sia in
        aumento. Io penso che sarebbe maggiore il
        flusso contrario.Come affermazione mi sembra estremamente dubbia, visto che al momento gli unici siti che ?tirano? (scusare il gioco di parole) e non sembrano conoscere crisi sono proprio quelli porno. Non mi sento quindi di accettarla fino a che non vedrò una adeguata documentazione che la provi.
        E questa ti sembra una bella cosa? Se non ho
        capito male, stai dicendo "i provider non
        hanno strumenti per la sicurezza", giusto?
        Per me, questa è una situazione
        inaccettabile, e qualcosa DEVE essere fatto.Un provider è liberissimo di avere un firewall a proteggere la propria rete interna e i propri server, ma non c?è quasi nessuno che metta dietro firewall anche i suoi utenti dialup. Chi ci ha provato ha incontrato vari problemi con gli utenti, impossibilitati a usare alcuni programmi, e quando poteva ci ha rinunciato. Fanno eccezione alcuni provider, per il momento di nicchia, come FastWeb e NetSystem, che dichiarano (magari tra le righe) di offrire una connessione ?filtrata? su IP privati: i clienti hanno alcuni problemi, ma la loro offerta è fatta così e non hanno intenzione di rinunciarci. Questionare quindi sulla ?sicurezza? di un provider solo perché i propri utenti dialup non sono dietro firewall è una delle peggiori bestialità mai sentite, che conferma la mia impressione che dietro queste proposte ci sia una preparazione tecnica molto scarsa. I firewall sono utilissimi, ma ancora più utile è avere dei server intrinsecamente sicuri: un server che ha tutte le porte inutili chiuse è sicuro anche senza bisogno di firewall, è solo la brutta fama che hanno i server odierni a far sì che il firewall sia sempre necessario (e mai sufficiente). Il firewall ci può stare, ovvio, è una misura in più che non fa mai male, ma diamo le responsabilità principalmente a chi le ha e non puntiamo tutta la sicurezza su ?una pezza? che copra i buchi delle macchine che ci stanno dietro.
        Certo che serve! Senza un firewall che per
        lo meno blocchi le connessioni all'host,
        l'utente tipo, che non sa come disattivare i
        servizi di rete, rischia di ricevere
        connessioni indesiderate. E gli utenti tipo
        sono il 90%+ dei possessori di personal
        computer. Anche qui vale quanto detto al punto precedente: è vero, i computer attuali hanno software di sistema molto deboli, con un sacco di bug e di punti critici exploit-abili dall?esterno. Chi li ha acquistati ha dovuto accettare una licenza d?uso in cui usa il software a proprio completo rischio, e solleva la casa produttrice da qualsiasi responsabilità in caso di danni. Mi pare ovvio quindi che, visto che gli utenti acquistano senza sapere software debole, e visto che le case produttrici sanno benissimo che il loro software è debole, ci debbano mettere una pezza... i provider. Ce la mettono anche, ma poi il conto a chi lo mandano? Al produttore del software no di sicuro, le licenze d?uso escludono questa possibilità. Agli utenti? Ok, a quelli disposti a pagarla, tutta la protezione che vogliono, gli altri si tengono la loro brava connessione piatta, pura e semplice e senza firewall. C?è invece una cosa che i provider potrebbero fare: filtrare i pacchetti in uscita dalle proprie reti con IP mittente illegale. Questo, pur non risolvendo tutti i problemi, impedirebbe molti attacchi DOS di tipo Smurf , e non violerebbe nessuno standard, peccato che nessuno si sbracci a chiederla, forse perché quasi nessuno sa cosa significhi.
        Non sono solo i minorenni, ad essere
        vulnerabili. Una qualunque persona di
        religione cattolica può essere offesa da un
        sito a contenuti blasfemi, ad esempio.E allora? Se proprio crede di sentirsi offesa, prenda un abbonamento filtrato e non se ne parli più, è in tutti i casi una persona maggiorenne in grado di decidere se vuole 'correre il rischio' di vedere certe cose oppure no. Per definizion
        • Anonimo scrive:
          Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider
          Peccato, mi sembrava costruttivo dialogare con te, ma vedo che mi sbagliavo. Vabbe', io mi tengo la mia scarsa competenza tecnica, tu tienti le tue opinioni, non mi servono.Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider

            Peccato, mi sembrava costruttivo dialogare
            con te, ma vedo che mi sbagliavo. Vabbe', io
            mi tengo la mia scarsa competenza tecnica,
            tu tienti le tue opinioni, non mi servono.Come disse la Volpe... "tanto l'uva era acerba."Tieni conto che ammettere di avere scarsa competenza tecnica significa anche ammettere di essere uno dei tanti che pretendono di imporre delle regole senza voler sapere come funzionano le cose: ne abbiamo già abbastanza nelle 'alte sfere', non ne servono altri. Non ci sono problemi nel voler regolamentare le cose, né ci sono problemi ad ammettere di non avere una conoscenza tecnica adeguata, ma sarebbe il caso di documentarsi, magari avendo dalla propria parte dei consulenti esperti, prima di perdere la faccia proponendo cose che tecnicamente parlando non stanno né in cielo né in terra. Che ne dici di fare due conti? In questo momento il tuo thread ha generato 10 commenti da 5 autori differenti, nessuno dei quali a favore delle tue tesi. Alcuni commenti possono non essere il massimo dell'eleganza, potrai anche dire che nessuno di questi 'ti è servito', resta il fatto che si può dire che nel forum fino ad ora la tua proposta sia stata cassata senza pietà, con buona pace dei presunti 'provider interessati' presenti al tuo fantomatico corso.
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider
            - Scritto da: DPY

            Peccato, mi sembrava costruttivo dialogare

            con te, ma vedo che mi sbagliavo. Vabbe',
            io

            mi tengo la mia scarsa competenza tecnica,

            tu tienti le tue opinioni, non mi servono.

            Come disse la Volpe... "tanto l'uva era
            acerba."
            Tieni conto che ammettere di avere scarsa
            competenza tecnica significa anche ammettere
            di essere uno dei tanti che pretendono di
            imporre delle regole senza voler sapere come
            funzionano le cose: ne abbiamo già
            abbastanza nelle 'alte sfere', non ne
            servono altri. Non ci sono problemi nel
            voler regolamentare le cose, né ci sono
            problemi ad ammettere di non avere una
            conoscenza tecnica adeguata, ma sarebbe il
            caso di documentarsi, magari avendo dalla
            propria parte dei consulenti esperti, prima
            di perdere la faccia proponendo cose che
            tecnicamente parlando non stanno né in cielo
            né in terra. Beh, anche usando l'ironia vedo che non capisci. Pazienza, ti rispiego. La mia conoscenza tecnica non è affatto scarsa, e sono sufficientemente documentato per poterti dire con sicurezza che sei tu che non hai ben presente come vanno le cose in realtà (vedi ad esempio affermazioni del tipo "gli utenti non vogliono sicurezza in Internet", mai vista un'affermazione del genere)A parte questo, mi piace discutere e confrontare le mie idee con altri, purchè non si offenda, chiaro? Se invece a te piace offendere, ci sono fior di canali IRC dove puoi sfogarti e anche kickare qualcuno se ti gira.

            Che ne dici di fare due conti? In questo
            momento il tuo thread ha generato 10
            commenti da 5 autori differenti, nessuno dei
            quali a favore delle tue tesi. Alcuni
            commenti possono non essere il massimo
            dell'eleganza, potrai anche dire che nessuno
            di questi 'ti è servito', resta il fatto che
            si può dire che nel forum fino ad ora la tua
            proposta sia stata cassata senza pietà, con
            buona pace dei presunti 'provider
            interessati' presenti al tuo fantomatico
            corso.Non è vero, una persona mi ha scritto in privato, e mi ha controbattuto intelligentemente. Sono un ottimista di natura, per me 1 contatto nuovo su 5 è molto positivo, gli altri 4 me li dimentico tranquillamente.Infine, capisco ora di aver suscitato invidia e frustrazione con il mio riferimento al corso ("Qualità dei siti internet", Vicenza, Dicembre 2001) da me tenuto, sono spiacente. Non lo farò più.Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione è responsabilizzare i provider

            Beh, anche usando l'ironia vedo che non
            capisci. Pazienza, ti rispiego. La mia
            conoscenza tecnica non è affatto scarsa,Sì, ma non hai ancora spiegato nulla di sensato... io ti ho spiegato perché a mio parere le tue affermazioni erano prive di senso e denotavano scarsa competenza, tu no.
            (vedi ad esempio affermazioni del
            tipo "gli utenti non vogliono sicurezza in
            Internet", mai vista un'affermazione del
            genere)Intanto comunque non hai documentato neanche questo, nonostante due mie richieste in due messaggi diversi. Inoltre l'affermazione come la hai riportata qui è completamente diversa da quella originale.
            Non è vero, una persona mi ha scritto in
            privato, e mi ha controbattuto
            intelligentemente.In privato, altra affermazione non verificabile. Mi baso su quello che vedo, i risultati sono quelli.
            Infine, capisco ora di aver suscitato
            invidia e frustrazioneNon capisco perché dovrei invidiare una persona che fa una proposta che giudico senza capo né coda. A parte questo, ora sappiamo che forse hai tenuto un corso sulla qualità dei siti internet: sapere come disegnare un sito e come fare in modo che 'funzioni' è una competenza completamente diversa dal fare l'amministratore di rete e sapere come funzionano un proxy e un firewall. Inoltre non aggiunge alcuna qualifica particolare che renda più autorevoli le tue proposte sulla censura in internet, un corso di cucito sarebbe stato ugualmente pertinente.
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione è responsabilizzare i provider
            il solito megalomane tu non sai chi sono io...immaginati che ho pure sprecato tempo a rispondere...fino a quando non ho avuto la certezza di chi avevo davanti...;-0)

            Infine, capisco ora di aver suscitato

            invidia e frustrazione

            Non capisco perché dovrei invidiare una
            persona che fa una proposta che giudico
            senza capo né coda. A parte questo, ora
            sappiamo che forse hai tenuto un corso sulla
            qualità dei siti internet: sapere come
            disegnare un sito e come fare in modo che
            'funzioni' è una competenza completamente
            diversa dal fare l'amministratore di rete e
            sapere come funzionano un proxy e un
            firewall. Inoltre non aggiunge alcuna
            qualifica particolare che renda più
            autorevoli le tue proposte sulla censura in
            internet, un corso di cucito sarebbe stato
            ugualmente pertinente.
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider

            realtà (vedi ad esempio affermazioni del
            tipo "gli utenti non vogliono sicurezza in
            Internet", mai vista un'affermazione del
            genere)Piu' che altro gli utenti volgliono "Sicurezza" non "CENSURA"e sinceramente a me sta' molto in quel posto non poter vedere quello che voglio solo perche' ad un pinco pallino qualsiasi danno fastidio certe cose.
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider

      I fornitori di accesso a internet dovrebbero
      stabilire una politica di accesso ai siti
      con contenuti scabrosi, immorali o illegali,
      o comunque sconvenienti.A parte le critiche che sono state già scritte, la definizione "contenuti scabrosi, immorali, illegali o comunque sconvenienti"è una definizione assurda che mette sullo stesso piano siti dai contenuti illegali (e sappiamo tutti quali possano essere), siti dai contenuti 'questionabili' ma non illegali e siti neanche questionabili, ma inadatti ai minori.E' stupefacente che una persona che tiene corsi (a suo dire) usi delle definizioni così generiche e che denotano una incompetenza assoluta. Mi aspetto che la sua prossima proposta sia quella di richiedere che i Comuni mettano i divieti di sosta entro 500 metri da ogni cinema a luci rosse della città, del resto non si tratta di film di 'contenuti scabrosi o comunque sconvenienti'?
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider
        - Scritto da: McCarthy
        A parte le critiche che sono state già
        scritte, la definizione

        "contenuti scabrosi, immorali, illegali o
        comunque sconvenienti"

        è una definizione assurda che mette sullo
        stesso piano siti dai contenuti illegali (e
        sappiamo tutti quali possano essere), siti
        dai contenuti 'questionabili' ma non
        illegali e siti neanche questionabili, ma
        inadatti ai minori.Ho dovuto adottare una definizione il più possibile ampia per cercare di chiarire il concetto anche alle persone che non hanno la flessibilità mentale necessaria per vedere tutti i possibili aspetti del problema. Purtroppo, a quanto pare, non ci sono riuscito.

        E' stupefacente che una persona che tiene
        corsi (a suo dire) usi delle definizioni
        così generiche e che denotano una
        incompetenza assoluta.La persona incompetente, secondo me, dimostra la sua scarsa padronanza dell'argomento questionando sulle definizioni invece di esporre un proprio parere.Comunque, le persone, senz'altro competenti, che erano al corso che ho tenuto a Vicenza, hanno capito benissimo il concetto. Che sarà?SalutiStefano
        • Anonimo scrive:
          Re: La soluzione ? responsabilizzare i provider

          La persona incompetente, secondo me,
          dimostra la sua scarsa padronanza
          dell'argomento questionando sulle
          definizioni invece di esporre un proprio
          parere.Se avessi letto bene il messaggio, forse avresti notato che questa affermazione era 'aggiuntiva' rispetto alle altre critiche già espresse. Si suppone quindi che l'autore le condividesse.
          Comunque, le persone, senz'altro competenti,
          che erano al corso che ho tenuto a Vicenza,
          hanno capito benissimo il concetto. Che
          sarà?Mah, per conto mio aspetto di vedere dei dati a supporto della tua affermazione sul fatto che gli utenti vogliano 'maggior sicurezza', intesa ovviamente nel senso dato dalla tua proposta, non nel senso di minori attacchi alle macchine connesse a internet. Se quella risulterà fondata, forse potrò considerare fondata anche questa affermazione, in caso contrario...
  • Anonimo scrive:
    Ho visto di meglio al cinema !! è finto !!
  • Anonimo scrive:
    non c`e` nulla di nuovo
    Internet e` solo un mezzo in piu`, carta stampata, cinema, televisione e ora Internat, ma nessuno ha visto tanto per fare un esempio il filmato di quel povero vietnamita che viene ucciso con un colpo di pistola alla tempia? e` un filmato molto noto ed e` stato fatto molto prima che esistesse internet ed e` stato inoltre trasmesso in televisione decine di volte, le atrocita` di questo genere sono sempre esistite, ora ce le mettono sotto al naso, il problema di questo filmato e` che e` privo di documentazione, chi, come, dove, quando e perche`
  • Anonimo scrive:
    Boh? Sta roba gira da tempo ed e' nulla
    in confronto a quello che potete trovare in giro.Se avrete la voglia di provare un po' di key di ricerca su Kazaa trovate cose che al confronto di questa (finta) fanno veramente riflettere...[questi filmati, sempre su kazaa, si trovano "replicati" in un delirio di computer...]va buo e' tardi, non ho piu voglia....BUON NATALE A TUTTI!!!
  • Anonimo scrive:
    Mi fanno piu' senso quelli che non vedo
    Ringrazio DeAndreis per la sensibilita' dimostrata (non lo sto' sfottendo), ma a me' danno piu' il voltastomaco le decine (se non centinaia, migliaia) di esecuzioni sommarie e stragi che ci sono, anche se non c'e' una corrispettiva documentazione morbosa a disposizione.
  • Anonimo scrive:
    Dove siamo finiti?
    Ho letto un po' di commenti... Sono disgustato...E non per il sito (che comunque è una porcheria), ma da ciò che si pensa.Si sta a discutere su fatto che sia necessario o no pubblicare il link, sul fatto che lo si debba cercare...Io mi chiedo invece se sia il caso di creare dei siti del genere... Che senso ha? Che divertimento ci può essere? Il mondo è già pieno di violenza e di schifo anche senza questi siti, credetemi... E in ogni caso trovo totalmente inutile dare tanto risalto a notizie come queste, che alla fine fanno conoscere siti del cazzo a molta gente (io non sarei mai arrivati a quel sito senza aver letto la notizia).
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove siamo finiti?
      Il problema è che tu hai una tua sensibilità, magari comune a molti altri, ma che magari NON trova d'accordo molte altre persone. Se iniziamo a impedire cose che urtano la nostra sensibilità, potremmo biasimare se la stessa azione venisse fatta da altri? Pensa se gli estremisti islamici iniziassero a far chiudere ogni sito dove si vede una donna a volto scoperto. Cosa ne penseresti?Garantire la libertà degli altri (anche quando ci risulta molto difficile) equivale a garantire anche la nostra.
    • Anonimo scrive:
      Sono disgustato
      Il tuo post mi ha disgustato. Bisognerebbe forse fare qualcosa per impedirti di mettere post sui forum?
  • Anonimo scrive:
    per i "sensibili"... riflessioni
    tralasciando la TV, ad esempio c'è un mio amico che ascolta certi gruppi nonsocosa-metal che nelle copertine dei cd mettono delle foto di orribili delitti o che ne so io, con dei bambini tagliuzzati ecc. ecc., beh quella è *veramente* roba da voltastomaco, ve lo posso giurare... bleugh!!insomma, non diamo spazio a questi inutili `exploit di indignazione' che mi sanno molto di notizia da telegiornale piuttosto questo "urtare la sensibilità" è un concetto che mi è alquanto oscuro, sarà l'effetto telegiornale che quando parlano di guerra citano soltanto di quanti chilometri sono avanzati oggi gli americani... ma mai una volta che mostrino la realtà, giusto per permettere a tutti noi di capire più profondamente cosa significano le parole GUERRA, e MORTE VIOLENTA... (oddio ora sarò censurato dalla redazione)voglio dire, in un mondo dove ogni secondo viene commessa una qualche atrocità (tale è la soppressione di una vita senza l'ombra di una valida ragione), come si può dire di sentirsi "offesi" da un'immagine??tutta quanta la nostra scienza e tecnologia viene impiegata a fondo per costruire nuovi strumenti di morte!!quelli che vivono nei paesi sfigati della terra cosa dovrebbero dire, non lo so... noi invece dovremmo starcene qui nel nostro paradiso incontaminato a dire "ooohh! uuuhhh!" scandalizzati alla vista di una banale scena di morte?? mah, pensateci! pensate al talebano martoriato, le braccia e le gambe strappate che gli volano via quando il caccia USA sgancia una bomba lì vicino! non vi sentite forse orribilmente schifati??? e questo succede nell'arco di un mezzo secondo, chissà quante volte in 1 giorno, ed è *REALTÀ* che non potete chiudere cliccando un pulsante nè censurare con inutili leggi!
  • Anonimo scrive:
    Mago Merlino
    Ho dato anche un'occhiata alla pagina di Merlino...Adesso capisco perché è così scandalizzato: capita, ai neofiti della rete...
  • Anonimo scrive:
    E' SEMPRE il caso di pubblicare un link.
    Qualunque cosa sia. Un link non è imposto, un link si può cliccare o no. Se non c'è, non si può nemmeno scegliere. Libero arbitrio... persino i cristiani tendono a concederlo.E poi, non crederete che sia vero, quel video?
  • Anonimo scrive:
    La solita storia...
    Non credo sia una novità che su internet si trovi di tutto! Io non me la prendo affatto con la redazione di PI, me la prendo piuttosto con chi gestisce i motori di ricerca e lascia che quelle pagine siano rintracciabili... L'indirizzo della home page è impronunciabile perciò nessuno riuscirebbe a ricordarlo oppure ad inventarlo, lo devi cercare... e come, inserendo nella form i contenuti del sito che vuoi visitare; è ovvio che se come parole chiave usi bizzare, violence ecc non troverai senz'altro un sito di Walt Disney... Ragazzi dai, da quanto tempo navigate due ore? E' chiaro che chi arriva a quel sito lo sta cercando...
    • Anonimo scrive:
      Re: La solita storia...

      Io non me la prendo affatto
      con la redazione di PI, me la prendo
      piuttosto con chi gestisce i motori di
      ricerca e lascia che quelle pagine siano
      rintracciabili... evviva la liberta...se non cerchi quelle pagine non le troverai hai detto ??? e allora non cercare quelle pagine e lascia a chi ha voglia di trovarle la liberta di farlo...
  • Anonimo scrive:
    Un mondo perfetto
    Ho letto l'articolo, i messaggi nel forum, sono andato a vedere il sito (il filmato in particolare no, per ora)...Mi spiace vedere come un argomento serio risulti banalizzato e affrontato a colpi di luoghi comuni.Il web ha modificato (sta modificando) profondamente il nostro (di tutti, grandi e bambini) approccio alla "realtà".E' già avvenuto con altri strumenti (la carta stampata, il telefono, la tv), strumenti che al loro avvento hanno suscitato, e in parte continuano a suscitare, polemiche, spinte censorie, indignazioni sparse.Le polemiche sono sempre alimentate da argomenti considerate "border line": la pornografia, il terrorismo, la pedofilia, la violenza...Vorrei far notare che ognuno di noi ha assistito (nella rappresentazione) a migliaia (forse milioni) di omicidi, di stupri...Un qualsiasi film (in televisione, dopo il tg) che non sia una commedia o "Cuore", mostra rappresentazioni di violenze quasi sempre impraticabili nella realtà: non vale dire che si tratta di fiction e che è cosa ben diversa dal mostrare *vere* esecuzioni nell'Afganistan dei talebani: la nostra sensibilità ne viene ugualmente modificata, il nostro approccio alla realtà risulta comunque alterato...Mio figlio ha acquistato e letto, tempo fa, un libro che ha goduto (forse indegnamente, ma la critica letteraria non è il mio lavoro) di buona critica e di buon successo: "Tutti giù per terra", di G. Culicchia.Ho provato a leggerlo anche io, che da adolescente avevo letto "Porci con le ali": l'ho giudicato un libro pornografico, forse un buon romanzo, ma pesantemente pornografico... e tuttavia regolarmente acquistabile (senza disclaimer, senza limitazioni per età) in qualsiasi libreria.Non ho ritenuto di vietarlo a mio figlio: leggerlo faceva parte del suo percorso di crescita, fatto anche di casualità, di click sbagliati, di situazioni "da borgata".Penso, forse sbagliando, che crescere sia rischioso, che sia facile incontrare cattivi maestri, che i genitori debbano proteggere i loro figli, ma che debbano farlo senza esagerare, senza vietare, senza censurare...Penso che la visione di un qualsiasi orrore possa essere senz'altro dannosa, ma che maggior danno sia provocato dai divieti (espliciti o passivi)...L'orrore non si trova solo in rete ma anche in edicola, alla tv, nella vita vissuta e si stanno elaborando strategie sempre più complesse per estraniarsene, per far finta che non esista... ma è solo irresponsabile ipocrisia, la stessa ipocrisia che fa in modo che nessuno, acquistando le braciole al supermercato, associ le gustose fette cellophanate a un vitello vivo, al fatto che sia stato sgozzato e fatto a pezzi...Fingiamo di vivere in un modo pulito e piacevole e siamo pronti a fare carte false per farlo credere anche ai nostri figli...Temo di essere stato frammentario e poco chiaro, me ne scuso, ma giuro che non ho fumato nulla di strano, a parte la solita camel...
    • Anonimo scrive:
      Re: Un mondo perfetto
      bravo, sono assolutamente d'accordo su tutto, v. mio post "per i sensibili" più sopra ;-)in fondo si tratta solo di uscire dai canoni comuni e fare una semplice constatazione!- Scritto da: zap
      L'orrore non si trova solo in rete ma anche
      in edicola, alla tv, nella vita vissuta e si
      stanno elaborando strategie sempre più
      complesse per estraniarsene, per far finta
      che non esista... ma è solo irresponsabile
      ipocrisia, la stessa ipocrisia che fa in
      modo che nessuno, acquistando le braciole al
      supermercato, associ le gustose fette
      cellophanate a un vitello vivo, al fatto che
      sia stato sgozzato e fatto a pezzi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Un mondo perfetto
      Amico tu meriti il premio oscar dei post! :-)))))))
    • wRKQdzUxDc scrive:
      Re: Un mondo perfetto
      comment5, http://francecanadatoronto.com Bactrim, http://feeders.ws Lipitor,
    • eKfcvNcpjuR tRIJon scrive:
      Re: Un mondo perfetto
      comment4, http://jorgeposada.us Rimonabant, http://fraternity-watches.com Cymbalta,
  • Anonimo scrive:
    io non ci sto!
    "Chi può decidere a priori, che sia valido per tutti e al di sopra delle culture nazionali, per non parlare delle legislazioni, cosa possa o cosa non possa essere pubblicato?"E allora io controbatto: Chi può decidere a priori, che sia valido per tutti e al di sopra delle culture nazionali, per non parlare delle legislazioni, cosa possa o cosa non possa essere fatto pubblicamente per strada?Se faccio pipì sul marciapiede - in una societa' civile e moderna - mi infliggono una sanzione. Se faccio atti osceni, pure. Una societa' e' tale nella misura in cui adotta delle norme di comportamento (leggi?) che consentano il rispetto altrui.Internet non e' la zona di frontiera "borderline" nella quale tutto e' consentito. Fa parte - come strumento di comunicazione - della societa' (ripeto: civile e moderna) e pertando adeguarsi alle sue norme.Marco
    • Anonimo scrive:
      Re: io non ci sto! "borderline" nella quale tutto e'
      consentito. Fa parte - come strumento di
      comunicazione - della societa' (ripeto:
      civile e moderna) e pertando adeguarsi alle
      sue norme.
      Marcoroviniamolo sto internet...ma andate a giocare a pallone e lasciateci in pace...ma perche bill s'e reso conto che esisteva internet ??? ma perche ??? ma perche ????
    • Anonimo scrive:
      Re: io non ci sto!

      E allora io controbatto: Chi può decidere a
      priori, che sia valido per tutti e al di
      sopra delle culture nazionali, per non
      parlare delle legislazioni, cosa possa o
      cosa non possa essere fatto pubblicamente
      per strada?E' una buona domanda, Marco. Chi? Io non lo so.
      Se faccio pipì sul marciapiede - in una
      societa' civile e moderna - mi infliggono
      una sanzione. Se faccio atti osceni, pure.A Monaco di Baviera, se vai all'oktoberfest (consigliatissimo), vedrai un sacco di gente fare pipi' un po' dappertutto (in realta l'ho vista anche in altri periodi in quella bellissima città :-)
      Una societa' e' tale nella misura in cui
      adotta delle norme di comportamento (leggi?)
      che consentano il rispetto altrui.Tu stai parlando di una democrazia ideale, che non esiste. Ma la maggioranza dei paesi in cui internet e' presente non e' democratica.
      Internet non e' la zona di frontiera
      "borderline" nella quale tutto e'
      consentito. Fa parte - come strumento di
      comunicazione - della societa' (ripeto:
      civile e moderna) e pertando adeguarsi alle
      sue norme.Che io sappia non esistono norme mondiali (salvo pochi trattati condivisi). Chissa' che internet non sia uno degli elementi "chiave" nel provocare la nascita di nuovi organismi sovranazionali.Ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: io non ci sto!


        E allora io controbatto: Chi può decidere
        a

        priori, che sia valido per tutti e al di

        sopra delle culture nazionali, per non

        parlare delle legislazioni, cosa possa o

        cosa non possa essere fatto pubblicamente

        per strada?

        E' una buona domanda, Marco. Chi? Io non lo
        so.Soluzione semplice: ognuno decide per se stesso :)
        A Monaco di Baviera, se vai all'oktoberfest
        (consigliatissimo), vedrai un sacco di gente
        fare pipi' un po' dappertutto (in realta
        l'ho vista anche in altri periodi in quella
        bellissima città :-)uhu uh un mio amico l'ha fatta anche in coda sulla Jesolana (vabbeh dai era bevuto) ^^
  • Anonimo scrive:
    Chi non vuole vedere, non vada a vedere
    E' inutile togliere l'indirizzo (che fra l'altro scritto cosi' com'e' non e' un link, cioe' un riferimento ipertestuale).Che venga anzi lasciato bene in vista, per essere disponibile alle autorita' competenti che provvederanno, si spera, a toglierlo quanto prima e a denunciare eventuali reati.Io ad esempio non ho voluto vederlo. Non tanto perche' probabilmente ne rimarrei scioccato. Ma perche' non mi interessa, e poi perche' se lo andassi a vedere sarebbe molto diverso dal cliccare su un link sconosciuto. In questo caso io sarei a conoscenza del fatto che andrei probabilmente a vedere qualcosa di illegale, mi renderei complice di chi l'ha pubblicata, e gli farei solo il favore di aumentare il numero del contatore delle visite.Molto meglio quindi se questi siti vengono il piu' possibile alla luce. In questo modo la gente potra' piu' facilmente giudicare e, eventualmente denunciare alle autorita' competenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi non vuole vedere, non vada a vedere
      Allora informa solo le autorita' competenti no?A proposito, quali sono?(Senza ironia, mi interessa davvero)Sarebbe stato + utile che ti informassi beneriguardo le leggi e che scrivessi un articoloche spiegasse come farle valere invecedi frignare e fargli pubblicita'.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi non vuole vedere, non vada a vedere
        Ciao Baftieni presente che sono io che ho insistito per poter pubblicare la lettera di Merlino, proprio per rifletterci tutti assieme.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi non vuole vedere, non vada a vedere

          Ciao Baf
          tieni presente che sono io che ho insistito
          per poter pubblicare la lettera di Merlino,
          proprio per rifletterci tutti assieme.
          CiaoGrazie per risposta, la mia opinione e'sempre quella del primo messaggio qui sopra,visto che sei stato tu ad insistere perpubblicare l'articolo potresti spiegarmiil motivo per il quale lo hai ritenutointeressante considerato il fatto che nondice nulla di nuovo, non ci spiega nullasulle leggi e le "autorita' competenti"ma soprattutto fa pubblicita'.Non rispondere che non e' vero perche' credoche chiunque abbia un po' di sale in zuccacapisca che gli accessi a quel sito sono soloaumentati.Negli altri messaggi ho letto la considerazioneipocrita che quello non e' un link e mi ha fattoridere.Scusa la crudezza d'espressione, mi piace esserediretto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi non vuole vedere, non vada a vedere
            Caro Bafio la vedo cosi': senza quel link non avrei consentito a chi avesse proprio voluto (bisogna pur sempre copiarlo ed incollarlo, non clicchi sopra "a caso") di giudicare da se' quel materiale. Sarebbe poi stato stranissimo pubblicare la lettera di Merlino senza un dovuto link alla sua mailing list visto che quella e' il motivo per cui ci conosciamo.Se poi tutto questo e' pubblicita', be', allora lo e' anche quanto contenuto nella Directory di Punto Informatico o il link nella notizia su Logitech e via dicendo. Se si fa troppa dietrologia spesso si finisce per sbagliare. Ma a chi la fa nulla e' possibile replicare, se non lasciarlo con le proprie convinzioni :-)La dietrologia e' un vizio, liberiamocene.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi non vuole vedere, non vada a vedere

            io la vedo cosi': senza quel link non avrei
            consentito a chi avesse proprio voluto
            (bisogna pur sempre copiarlo ed incollarlo,
            non clicchi sopra "a caso") di giudicare da
            se' quel materiale."Si vede in primo piano il busto di una ragazzaed una mano che le punta la pistola alla testa,lei sembra(magari e' un fake) disperata mail suo spietato carnefice spara...poteteimmaginare la cruenza della sequenza..."Con una descrizione come questa non ce nesarebbe stato bisogno.(non comment per il fatto che bisogna farecopia-incolla)
            Se poi tutto questo e' pubblicita', be',
            allora lo e' anche quanto contenuto nella
            Directory di Punto Informatico o il link
            nella notizia su Logitech e via dicendo.Bhe' su questo sono d'accordo ma pensavoche ci fosse un minimo di selezione su cosapromuovere ai vostri lettori.
            si fa troppa dietrologia spesso si finisce
            per sbagliare. Ma a chi la fa nulla e'
            possibile replicare, se non lasciarlo con le
            proprie convinzioni :-)
            La dietrologia e' un vizio, liberiamocene.Aiutami, sono troppo 'gnorante, cosa e' ladietrologia? (Anche qui non sono ironico,non lo so davvero!!) :-) Ok vado a leggermi unvocabolario.Ora non replichero' piu' perche' devo uscire,buone discussioni
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi non vuole vedere, non vada a vedere
        - Scritto da: Baf
        Allora informa solo le autorita' competenti
        no?
        A proposito, quali sono?gia` quali sono?e se il server e` in USA o in Nuova Guinea o in Cina o su un`isola fuori dalle acque territoriali di ogni paese, c`e` n`e` una vicino alla Gran Bretagna che e` stata acquistata da un miliardario per usarla proprio per questo.(per metterci dei server)
  • Anonimo scrive:
    cosa non si fa per andare in tivvu'
    e io che mi immaginavo chissà cosa, già quasi indignato mi imbatto in un sito che è la brutta copia dei vari rotten, tasteless, siti e cose viste e riviste, squallide o divertenti, che tutti conoscono, anche i mmaghi ipocriti. Questa lettera puzza tanto ma tanto di pubblicità gratuita, condita in modo fastidioso da un candore angelico (signora mia, quante bruttebrutte cose in rete...)che il nostro mago sfoggia al meglio. ma per favore....'a merlino, va alla Vita in Diretta a piagnucolare, che qualche moralista che ti fa pubblicità lo trovi di sicuro.
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa non si fa per andare in tivvu'
      E' quello che penso anche io, la pubblicazionedel link sa' tanto di trollata pubblicitaria.Poteva semplicemente descrivere sommariamenteil video per rendere l'idea a tutti sulsuo contenuto.
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa non si fa per andare in tivvu'
        Come siete caustici, ingiustamente, preventivamente, senza conoscere ne' sapere, a priori. Bah
        • Anonimo scrive:
          Re: cosa non si fa per andare in tivvu'
          - Scritto da: Salam-Alekk
          Come siete caustici, ingiustamente,
          preventivamente, senza conoscere ne' sapere,
          a priori. Baha priori? senza sapere? ma di cosa stai parlando? 'a mago, questa me la devi spiegare
        • Anonimo scrive:
          Re: cosa non si fa per andare in tivvu'

          Come siete caustici, ingiustamente,
          preventivamente, senza conoscere ne' sapere,
          a priori. Bah
          Come siete caustici, ingiustamente,
          preventivamente, senza conoscere ne' sapere,
          a priori. BahHo detto solo l'impressione che mi ha fattol'articolo non ho mosso accuse e *non* hoaffatto escluso che sia in buona fede.Sta di fatto che gli accessi a quel sitoora staranno salendo.
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa non si fa per andare in tivvu'
      Sono assolutamente d'accordo con la tua analisi.Per curiostita', sono andato a vedere la home page del sito in questione (mi sono rifiutato di andare a vedere il link che e' stato postato) e mi sono trovato una bella pagina con scritto:"Welcome to my world of odd & bizarre!I have assembled a collection with hundreds of free pictures & videos of insertions, midgets, pissing, fisting, scat, bdsm, fat people, accidents, disease, and anything else you can think of that is legal! Also, check out my weird collection of links, guaranteed to be almost as sick & twisted as mine! Please enjoy Smitty's World of Odd & Bizarre, where nothing is too extreme!!"Ora, il Maghetto Ipocrita cosa vuole di piu'? C'e` un disclaimer all'inizio del sito, e i contenuti sono solo disgustosi, non illegali. Quale e' il problema? Personalmente trovo che i siti in questione siano solo uno schifo da evitare ma sono troppo liberista per pensare che queste cose non ci dovrebbero essere: mi urtano, ma non ci vado. Se a qualcuno interessano che ci vada: invece il nostro amico ipocrita in cerca di fama prima ci va, salta tutti i disclaimer, e poi viene a piagnucolare in pubblico. Ci sono due possibilita' per Maghetto Ipocrita:a) che tu non sia in grado di affrontare le conseguenze delle tue azioni (cresci, grazie). Io dopo avere letto un disclaimer del genere clicco su quella piccola x in alto a destra, hai presente?b) che tu cerchi disperatamente di pubblicizzare le tue attivita' in rete venendo qui da noi a fare il finto moralista.Scegliete voi in quale di queste due "brillanti" figure pensate si nasconda il caro Maghetto.Federico
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa non si fa per andare in tivvu'
        Federico, ripeto anche a te che Merlino non avrebbe pubblicato questa email ma ha gentilmente acconsentito ad una mia precisa richiesta in questo senso. Per darci modo di ragionarci tutti insieme. E tu mi sprechi cosi' questa possibilita? :-(
  • Anonimo scrive:
    il mio bla
    sono sempre esistite opere forti nella storia.opere di anatomia confuse (anche intenzionalmente dall'autore) con opere d'arte figurativa, opere d'arte che ritraggono cupezze o efferatezzei nostri stessi film ritraggono e creano scene che se fossero vere sarebbero orribili.eppure guardiamo gente squartata o sgozzata o altri che tagliano la testa a una mucca (Apocalipse Now) magari mentre mangiamo bistecca e patatine.Avvertire in una mailing list "non guardate QUESTO" è un invito a tutti a guardare proprio quello.COme ben sa chi fa vera censura ... si fanno sparire le cose e non ne si parla (lo so che è terribile quello che dico) ... guardate un po' la nostra petizione per esempio ^___^:-(Ciao a tutti e auguroni sia per chi lavora che per chi va in ferie.e anche pre chi non lavora e non va in ferie, naturalmente.
    • Anonimo scrive:
      Re: il mio bla

      Avvertire in una mailing list "non guardate
      QUESTO" è un invito a tutti a guardare
      proprio quello.Forse il discorso è stato frainteso.Non farei mai una cosa del genere. Sono incappato in quel link cercando materiale diverso (ironico per lo più). La mailing non ha affatto riportato nulla dell'accaduto. La considerazione era personale. Tutto qui.
      • Anonimo scrive:
        Re: il mio bla
        "I have assembled a collection with hundreds of free pictures & videos of insertions, midgets, pissing, fisting, scat, bdsm, fat people, accidents, disease, and anything else you can think of that is legal!"Sai leggere? Cosa trovi di ironico nelle seguenti cose?- insertions (inserimenti vari)- midgets (nani)- pissing (gente che si urina addosso l'un l'altra- fisting (gente che fa degli O-Ryu-Ken dentro gli orifizi di un conoscente)...- accidents: incidenti (!)- diseases: malattie (!)Certo che hai un senso dell'ironia piuttosto strano eh? Ma per favore! Sei un ipocrita e basta.Federico
  • Anonimo scrive:
    Quante storie!
    E' un sito pieno di avvertenze. Se uno arriva alle foto o ai filmati è proprio perché vuole vederli.Che senso ha andare in un sito del genere (e col cavolo che ci capita casualmente) e poi andare a piangere sulla stampa perché tutelino la ibra morale del fratellino o del figlioletto?Cerca tu di non lasciarlo solo davanti al PC piuttosto.Certo se la ML merlino è stupida quanto il suo curatore sono contento di non averla mai incontrata prima.
  • Anonimo scrive:
    è un fake: create "ad arte" per scioccare.
    ma è fintissimo!
  • Anonimo scrive:
    non bisogna colpevolizzare
    non bisogna colpevolizzare P.I per aver pubblicato la lettera dell'utente sconvolto.tanto meno di pubblicarla e non postare a cosa si alludeva.poi uno e' libero di dare sfogo alle propire emozioni...ma perche' un utente si batte in un sito come quello?perche' lamentarsi dopo?se il signorino non andava a curiosare nel sito MONNEZZA non si sarebbe emozionato al punto di scrivere una lettera.ma se la Monnezza o spazzatura gli interessavaforse era proprio sensazioni forti che andava cercando.....La rete e bella anche per questo si puo' trovare di tutto.a scapito delle persone innocenti che avrebbero potuto capitare maldestramente in quel sitoma non credo che un ragazzo in tenera' eta' possa andar a capitare in un sito simile o come Rottendiversamente e per la pedofilia e pornografiadove link di ogni genero accompagnano il 50% del webconsiglio.per la vastita' dei contenuti presenti in rete si consiglia di monitorare i propri ragazzi se non raggiungono un'eta matura, seguendone le navigazioni ma sopratutto le chat.non li lasciate allo sbaraglio neanche con protezioni installate di nessun tipo, no nmeravigliatevi dopopotete anche denunciare un sito con dei contenuti forti, ma non fate le bambine.e non scandalizzatevi la vita e fatta di cose brutte e di cose belle a volte e meglio scoprirle. saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: non bisogna colpevolizzare
      - Scritto da: afecionados
      non bisogna colpevolizzare P.I per aver
      pubblicato la lettera dell'utente sconvolto.
      tanto meno di pubblicarla e non postare a
      cosa si alludeva.

      poi uno e' libero di dare sfogo alle propire
      emozioni...

      ma perche' un utente si batte in un sito
      come quello?
      Nel mio caso perchè sto leggendo un notiziario che tratta principalmente in informatica... e non mi pare sia il posto adatto per i link di questo tipo.[cut]
      consiglio.
      per la vastita' dei contenuti presenti in
      rete si consiglia di monitorare i propri
      ragazzi se non raggiungono un'eta matura,
      seguendone le navigazioni ma sopratutto le
      chat.non li lasciate allo sbaraglio neanche
      con protezioni installate di nessun tipo,
      no nmeravigliatevi dopomi associo, non limitatevi a software di protezione di dubbio funzionamentocomunque... non è mia intenzione lanciare accuse o offendermi, ho solo fatto una richiesta dandone motivazioni che mi sembrano ragionevoli, punto informatico è sempre stato ed è anche oggi un ottimo sito di news
  • Anonimo scrive:
    [REDAZIONE] Togliete il link per favore
    La libertà d'espressione ok... ma non deve esserci libertà di danneggiare seppur in modo indiretto tramite la loro stessa sensibilità le persone, poichè chi mette online questo genere di cose o è malato o lo fa proprio con lo scopo di far male a chi ci si imbatte.Non ho figli ma ho amici sensibili e curiosi e molti di questi hanno figli che eventualmente è ragionevole che in qualche momento possono non essere supervisionati nel surfing. Un "attenti non cliccate" è = ad un "cliccare assolutamente", penso che voi ve ne rendiate conto.Vi chiedo per favore di eliminare il link dal vostro articolo nonchè di oscurare nei post il nome del malfamato server citato da un altro utente.x chi ha aperto il thread sotto: scusami se ho chiesto di oscurare il nome del server, indipendentemente dal fatto che verrà accolta o meno la richiesta.
    • Anonimo scrive:
      Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore
      Ciao Pangon
      Non ho figli ma ho amici sensibili e curiosi
      e molti di questi hanno figli che
      eventualmente è ragionevole che in qualche
      momento possono non essere supervisionati
      nel surfing. Un "attenti non cliccate" è =
      ad un "cliccare assolutamente", penso che
      voi ve ne rendiate conto.Mhh si. Non capisco pero' due cose: 1. perche' i (giovani?) figli di qualcuno possano andare online senza supervisione; 2. ma siamo sicuri che arrivino su quel link invece di andare su Google e cercare "sex" "orgyastic", "teen", "gore" e via dicendo ? Ora su Google possono cercare direttamente le immagini. Secondo me fanno prima cosi' piuttosto che venire su PI, leggersi quello che ai loro occhi puo' essere una noiosa prima pagina con la lettera di Merlino, cliccare sulla seconda pagina e scoprire l'esistenza di un link sospetto :-)La mia domanda: chiudiamo internet?Ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore

        La mia domanda: chiudiamo internet?Ovviamente...Hai ancora dei dubbi?Francesco
      • Anonimo scrive:
        Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore


        La mia domanda: chiudiamo internet?

        Ciao!non scherzare troppo che 'sti moralisti potrebbero prenderti sul serio
        • Anonimo scrive:
          Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore
          Ma ragazzi vi rendete conto di quel che dite ? Nessuno sta sollevando il problema di chiudere siti, si sta semplicemente facendo notare che e' inopportuno che da una rivista di tecnologia si arrivi ad una cosa del genere...che c'entra questo col moralismo ????Paolo Dell'Unto- Scritto da: tony clifton





          La mia domanda: chiudiamo internet?



          Ciao!

          non scherzare troppo che 'sti moralisti
          potrebbero prenderti sul serio
          • Anonimo scrive:
            Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore
            E' vero, una rivista di tecnologia ma cosa vieta che si parli anche dell'uso che se ne fa di questa tecnologia??? Devo dire che sono d'accordo sul fatto che il sito in questione sia una schifezza anche se si tratta di materiale in gran parte fasullo, ma appoggio la scelta della redazione sulla pubblicazione del link. Dovro' pur sapere, se ritengo che siano tali, da quale pericoli difendere mio figlio non credete?Mettiamo da parte la metalita' da Minculpop e guardiamo in faccia realta', anche quella sgradevole.Saluti a tutti e Buone Feste- Scritto da: Paolo Dell'Unto
            Ma ragazzi vi rendete conto di quel che dite
            ? Nessuno sta sollevando il problema di
            chiudere siti, si sta semplicemente facendo
            notare che e' inopportuno che da una rivista
            di tecnologia si arrivi ad una cosa del
            genere...che c'entra questo col moralismo
            ????
            Paolo Dell'Unto

            - Scritto da: tony clifton









            La mia domanda: chiudiamo internet?





            Ciao!



            non scherzare troppo che 'sti moralisti

            potrebbero prenderti sul serio
          • Anonimo scrive:
            Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore
            la realtà la conosciamo bene clic, proprio per questo non frequento siti come quello indicato. al massimo clicco su qualche sito porno quando sono arrapato, come vedi sono abbastanza 'smart' come te (credo).non c'è bisogno di mettere link diretti a video come quello quando si parla di argomenti di questo tipo, proprio perchè la realtà la guardiamo tutti in faccia, e chi non lo fa peggio (o meglio?) per lui.ho capito bene il punto di vista di De Andreis nella sua risposta. ora sto per andare a pranzo ma mi fa un po' male lo stomaco... se quel link non c'era, il punto di vista l'avrei capito ugualmente, ma a quest'ora potevo permettermi le pennette all'arrabiata cazzo.Matro- Scritto da: clic
            Mettiamo da parte la metalita' da Minculpop
            e guardiamo in faccia realta', anche quella
            sgradevole.
          • Anonimo scrive:
            Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore
            Perdonami, condivido il principio non il metodo. Non credo che tu raccomanderai a tuo figlio di inettarsi eroina nelle vene, ma per farlo non e' necessario che tu provi quell'esperienza, ti accontenti del parere di autorevoli medici che te ne spiegano gli effetti...lo stesso principio credo potrebbe essere applicato a questo caso.Mi offendi se parli di Minculpop, non ritengo di appartenere a quel tipo di estrazione culturale. Chiariamo, non si sta parlando di censure o provvedimenti legali, ne di fare come in Svizzera credo dove sono chiusi gli accessi a Ro**en, si sta dicendo che per affrontare alcune tematiche NON e' necessario esplicitare i link..chi poi proprio vuole crechi e trovera' come e' giusto che sia.SalutiPaolo Dell'Unto
            pubblicazione del link. Dovro' pur sapere,
            se ritengo che siano tali, da quale pericoli
            difendere mio figlio non credete?
            Mettiamo da parte la metalita' da Minculpop
            e guardiamo in faccia realta', anche quella
            sgradevole.
            Saluti a tutti e Buone Feste
        • Anonimo scrive:
          Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore


          La mia domanda: chiudiamo internet?



          Ciao!

          non scherzare troppo che 'sti moralisti
          potrebbero prenderti sul serio:-)La prima "virgoletta" della ns mailing list e' rimasta celebre. Sono due frasi di Costanzo.La prima e' del '97, quando dice dal palco del teatro Parioli: "chiudiamo internet" (con la scusa del pedoporno). E del 99, quando si chiedeva: "ma cosa fa il governo per alimentare lo sviluppo di internet"?Eh ehIn effetti e' meglio non scherzarci.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore
          - Scritto da: tony clifton


          La mia domanda: chiudiamo internet?



          Ciao!

          non scherzare troppo che 'sti moralisti
          potrebbero prenderti sul serioEheheheh... è la prima volta in tutta la mia vita che mi danno del moralista, io ho sempre usato questo titolo come offesa soft :pppMa bando le critiche alla morale, vedo che non si è capito che io non ho nella mia wish list l'"eliminare ciò che i miei gusti non apprezzano dal web". Sia chiaro, non mi metterei mai ad aprire siti porno squallidi o con contenuti traumatizzanti, ma il tesoro di internet è la libertà di aver voce e occhi grandi come il mondo.. e purtroppo c'è gia chi ha il potere e l'ignoranza per attentare al web, non mi metterò certo pure io ad aiutarli :pNon ho detto "chiudete quel sito" ne tantomeno mi sono messo ad attaccarlo, semplicemente ho fatto notare come il link secondo me fosse fuori luogo nel contesto di un giornale di informatica.Se avete a che ridire sul mio parere sono aperto a discussioni con chiunque non si avvolge con bandiere di forze non chiamate in guerra, quali ad esempio quella degli oppositori censura sul web.Claudio Feliciolip.s. vale sempre la mia convinzione che libertà di danneggiare il prossimo non deve essere tutelata
      • Anonimo scrive:
        Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore
        - Scritto da: Paolo De Andreis
        Ciao Pangon


        Non ho figli ma ho amici sensibili e
        curiosi

        e molti di questi hanno figli che

        eventualmente è ragionevole che in qualche

        momento possono non essere supervisionati

        nel surfing. Un "attenti non cliccate" è =

        ad un "cliccare assolutamente", penso che

        voi ve ne rendiate conto.

        Mhh si. Non capisco pero' due cose: 1.
        perche' i (giovani?) figli di qualcuno
        possano andare online senza supervisione; 2.
        ma siamo sicuri che arrivino su quel link
        invece di andare su Google e cercare "sex"
        "orgyastic", "teen", "gore" e via dicendo ?
        Ora su Google possono cercare direttamente
        le immagini. Secondo me fanno prima cosi'
        piuttosto che venire su PI, leggersi quello
        che ai loro occhi puo' essere una noiosa
        prima pagina con la lettera di Merlino,
        cliccare sulla seconda pagina e scoprire
        l'esistenza di un link sospetto :-)Quanto tu dici e' vero. Tuttavia un normale utente di PI si imbatte "per caso" in un link diretto su un filmato lo scarica e lo guarda. Almeno Merlino e' passato da una pagina di "presentazione". E cmq. forse un bambino di 9 anni non va sul sito, ma un 13enne e' pur sempre minorenne, se appassionato di HiTech legge PI e si trova davanti il link... forse e' curioso e forse no, forse ha molto piu'"stomaco" dei lettori adulti... e forse non ha neanche il genitore di fianco perche il babbo e' tranquillo pensando "mio figlio sta su un noiosissimo sito di compiuters e io guardo la TV!!!!"Io non ho visto il filmato, Non so cosa contiene di cosi' "raccapricciante", sono curioso ma non voglio vederlo... penso che una descrizione a grandi linee e l'omnissione del link sarebbero stati meglio.Oltretutto in questo modo il sito "ci guadagna" perche riceve le visite dei curiosi.
        La mia domanda: chiudiamo internet?Cosi' ritorniamo ai tempi delle BBS. Comunque non sarebbe una soluzione al di la' del fatto che qualche zelante governante potrebbe provarci.
        • Anonimo scrive:
          Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore

          Io non ho visto il filmato, Non so cosa
          contiene di cosi' "raccapricciante", sonoIn questi mesi hai guardato il telegiornale?Hai mai visto qualche film negli ultimi due anni (escludi fantasia, Harry Potter)?Hai mai visto qualche film del genere thriller/orror?Se hai risposto di si ad almeno una di queste domande, il filmato e' "solo" di cattivo gusto.Comunque un suggerimento: se proprio vuoi vederlo prima di pranzo/cena, evita la pasta al sugo.
          curioso ma non voglio vederlo... penso che
          una descrizione a grandi linee e
          l'omnissione del link sarebbero stati
          meglio.Te lo direi pure, ma mi fido del giudizio di DeAndreis.
    • Anonimo scrive:
      Re: [REDAZIONE] Togliete il link per favore
      MI dispiace ma nn concordo affatto sul levare il link...la gente deve vedere coi propri okki e giudikare Questa è INFORMAZIONE nn la solita spazzatura oscurata dalle reti televisive...
  • Anonimo scrive:
    Non credo fosse il caso di pubblicare il link
    Vi risparmio le mie sensazioni personali nel vedere quell'orrore, cosi' come spero mi risparmierete cose del tipo 'nessuno ti ha obbligato a vederlo', ma vorrei soffermarmi su un altro tipo di questione, premettendo che condivido la risposta di P.De Andreis sul merito della questione sollevata. Punto-Informatico e' giustamente iscritta come testata giornalistica, per cui sarebbe opportuno che applicasse tutte le precauzioni che adotterebbe una testata giornalistica. Vi faccio presente che per aver mostrato immagini di pedofilia, un reato forse piu' orrendo di quello in questione, Gad Lerner direttore del TG1 fu costretto a dimettersi, sollevando un grande scandalo amplificato dal fatto che altre testate giornalistiche si erano rifiutate di far vedere simili immagini. Ora e' vero che non avete reso il link clikkabile, e' vero che avete definito i contenuti 'forti', ma e' altrettanto vero che anche un bambino di 9 anni con copia incolla puo' passare dalla lettura di una ottima rivista di attualita' tecnologica ad una orrenda scena con pochi click. Ritengo che sebbene abbiate acquisito il titolo di testata giornalistica, dobbiate ancora assimilarne i concetti di serieta' professionale. Spero che lascerete questo messaggio nel forum dell'articolo perche' in quello piu' proprio PRO-Contro non lo legge nessuno.Con un po' meno di stima, cordiali salutiPaolo Dell'Unto
    • Anonimo scrive:
      Re: Non credo fosse il caso di pubblicare il link
      Caro Paolo, grazie per la tua risposta.Non vedo alcuna relazione con quanto e' accaduto al TG1, vicenda che si e' conclusa a mio parere con una farsa grottesca a cui il buon Lerner si e' prestato per salvaguardare la propria immagine.Non vedo neanche come un bambino di 9 anni possa leggere questo articolo e copiare e incollare il link. Questo perche' sono certo che accanto a quel bambino c'e' un genitore, un insegnante, un tutore. Almeno lo voglio sperare.Perche' il concetto e' proprio quello: tu manderesti tuo figlio di nove anni da solo in una borgata di Roma a mezzanotte? Beh, ci sono porzioni della rete che assomigliano a quella borgata, e se tu ci mandi tuo figlio (sono sicuro che non e' il tuo caso ;) sei sicuramente un genitore negligente e trascurato.Detto questo, non credo proprio sia il caso di mettere la testa nella sabbia, credo anche che in presenza di opportuni avvertimenti, come in questo caso, sia doveroso consentire a ciascun adulto di prendere le proprie decisioni in merito a quei contenuti.Infine, quello di testata giornalistica e' tutt'altro che un titolo. Si tratta di pagare tasse e contributi e farselo assegnare dal tribunale della propria citta'. Lo puo' fare chiunque. La differenza, pero', e' che chi lo fa nel nostro ordinamento e' piu' tutelato contro censure o denunce, il che la dice lunga sulla liberta' di stampa e di opinione. Ci sono poi testate giornalstiche che quotidianamente violano ogni codice deontologico (ma qui esco del tutto dal topic :)Un salutone, ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Non credo fosse il caso di pubblicare il link
        Ciao Matro!!!!
        , il lettore adulto e consapevole potrà andarsi
        a cercare i siti pedofili che preferisce,
        proprio perchè motori come google te li sparano
        senza problemi tra i risultati delle ricerche.Attento, non serve che sia adulto. Puo' anche essere un piccino di 9 anni. Sta ai genitori impedire che finiscano in borgata a mezzanotte :-) O buttiamo giu' la borgata? (con tutto il rispetto di chi ci vive!)
        • Anonimo scrive:
          Re: Non credo fosse il caso di pubblicare il link

          Attento, non serve che sia adulto. Puo'
          anche essere un piccino di 9 anni. Sta ai
          genitori impedire che finiscano in borgata a
          mezzanotte :-) O buttiamo giu' la borgata?
          (con tutto il rispetto di chi ci vive!)magari a loro i genitori hanno insegnato questo;-0)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non credo fosse il caso di pubblicare il link
            Ho vissuto per 15 anni nelle borgate romane, non credo tu abbia titolo per permetterti di nominare i miei genitori, ma non e' questo il punto......NESSUNO se ci fai/te caso sta parlando di censure, si sta discutendo della opportunita' o meno di esplicitare un link in una rivista del genere..io ho una opinione, condivisa da matro e da altri, Paolo De Andreis difende la sua scelta, si chiama confronto di opinioni...argomenta le tue opinioni, risparmiaci il sarcasmo per quando parleremo della roma e della lazio...ci si stava confrontando su un tema assai serio!CiaoPaolo Dell'UntoP.S. Ho un nome ed un cognome, tu no ?- Scritto da: blah

            Attento, non serve che sia adulto. Puo'

            anche essere un piccino di 9 anni. Sta ai

            genitori impedire che finiscano in
            borgata a

            mezzanotte :-) O buttiamo giu' la borgata?

            (con tutto il rispetto di chi ci vive!)
            magari a loro i genitori hanno insegnato
            questo
            ;-0)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non credo fosse il caso di pubblicare il link

            si sta discutendo della
            opportunita' o meno di esplicitare un link
            in una rivista del genere..io ho una
            opinione, condivisa da matro e da altri,
            Paolo De Andreis difende la sua scelta, si
            chiama confronto di opinioni...vedi una rivista technologica come la intende paolo compre un po tutti gli aspetti della vita technologica (e per me fa bene, pur con qualche piccolo sbaglio...pero bel lavoro paolo ;-0) )...non mi sembra qualcuno si sia scandalizzato quando si pubblica un link ad un sito di un produttore di software per esempio ???e allora ??? facciamo discriminazione tra un link ed un'altro ??? = si chiama censura
            ci si stava confrontando su un tema
            assai serio!io personalmente ho guardato il filmato e ho dormito tranquilissimo stanotte e stamattina mi sono mangiato pure due topi morti...e sto benissimo...e un tema serio semplicemente perche si sta discutendo se la censura diventa la migliore alternativa in alcuni casi...la MIA RIPOSTA E NOOOOOOO...non e mai la scelta migliore...
            P.S. Ho un nome ed un cognome, tu no ?vuoi anche il codice fiscale ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Non credo fosse il caso di pubblicare il link
            - Scritto da: blah
            vedi una rivista technologica come la
            intende paolo compre un po tutti gli aspetti
            della vita technologica (e per me fa bene,
            pur con qualche piccolo sbaglio...pero bel
            lavoro paolo ;-0) )...non mi sembra qualcuno
            si sia scandalizzato quando si pubblica un
            link ad un sito di un produttore di software
            per esempio ???
            e allora ??? facciamo discriminazione tra un
            link ed un'altro ??? = si chiama censura Credo tu non abbia molto il senso delle proporzioni se equipari una donna a cui si fanno saltare 'le cervella' al tuo bellissimo HD ULTRA-SCSI...mi sa che siamo un po' fuori sintonia.
            io personalmente ho guardato il filmato e ho
            dormito tranquilissimo stanotte e stamattina
            mi sono mangiato pure due topi morti...e sto
            benissimo...Bene, hai una sensibilita' diversa dalla mia, nessuno sta discutendo questo....per i topi.. continui a scherzare.....beato te!
            e un tema serio semplicemente perche si sta
            discutendo se la censura diventa la migliore
            alternativa in alcuni casi...la MIA RIPOSTA
            E NOOOOOOO...non e mai la scelta migliore...Credo ti sfugga il concetto di censura :OSCURIAMO IL SITO, DENUNCIAMOLI, PINGFLOODDIAMOLI --
            Censura, moralismiForse si poteva parlare del contenuto omettendo il link visto che e' una rivista letta da tutte le fasce di eta' --
            Opportunita'

            P.S. Ho un nome ed un cognome, tu no ?
            vuoi anche il codice fiscale ???No, mi bastano nome e cognome..ancora non li ho visti.Paolo Dell'Unto
          • Anonimo scrive:
            Re: Non credo fosse il caso di pubblicare il link

            Credo tu non abbia molto il senso delle
            proporzioni se equipari una donna a cui si
            fanno saltare 'le cervella' al tuo
            bellissimo HD ULTRA-SCSI...mi sa che siamo
            un po' fuori sintonia.e qual'e e il limite allora ??? se la faceva spaventare fino alla morte pero non gli sparava era okey ??? e chi sei tu per decidere un limite, limite che tocchera anche a me per esempio ??? P.S. non vado in giro a spaventare e sparare alle persone...
            Bene, hai una sensibilita' diversa dalla
            mia, nessuno sta discutendo questo....invece sono una persona MOLTO sensibile...immaginati che addiritura piango guardando le telenovellas...;-0)toh, in radio va la canzione di oasis - whatever (i'm free to be whatever i like to be letta da tutte le fasce di eta' --

            Opportunita'non lo so facciamo un web per bambini e uno per adulti...SONDAGGIO: quanti under 14 leggono questo sito ???risposta: nessuno ???


            P.S. Ho un nome ed un cognome, tu no ?

            vuoi anche il codice fiscale ???
            No, mi bastano nome e cognome..ancora non li
            ho visti.
            Paolo Dell'Untosono ancora nell'elenco telefonico...non ho voglia di ricevere telefonate a cazz...e come me quelli che portano lo stesso nome...scusa...;-0)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non credo fosse il caso di pubblicare il link
            - Scritto da: blah
            sono ancora nell'elenco telefonico...non ho
            voglia di ricevere telefonate a cazz...e
            come me quelli che portano lo stesso nome...
            scusa...
            ;-0)Dimentichi che puoi pure aspettarti poi una bella lettera all'antrace :-þPer fortuna che c'è la legge sulla privacy però ;))
          • Anonimo scrive:
            Re: Non credo fosse il caso di pubblicare il link

            Dimentichi che puoi pure aspettarti poi una
            bella lettera all'antrace :-þsapessi quante fidanzate (anzi ex-fidanzate) hanno cercato di avvelenarmi...con la loro cucina e non solo...;-0)in teoria dovrei essere immune a qualsiasi attaco di questo tipo ;-0)hihihihiihh
  • Anonimo scrive:
    Vi è mai capitata per le mani
    Vi è mai capitato per le mani un'enciclopedia medica di quelle che servono per andare a vedere i sintomi ad esempio del raffreddore e perciò molto comune ?Oppure se studiate giurisprudenza o cose simili vi è mai capitato per le mani un testo di medicina legale ? purtroppo le cose in quei libri sono vere, cosa dovremmo fare ? mettere la testa nella sebbia e nascondere tutto? è una questione di libertà se io voglio vedere o documentarmi sono affari miei.E' ovvio che per fortuna internet non è la televisione e sinceramente non è roba adatta ai bambini, perciò sarebbe meglio che i genitori controllassero i loro figli mentre navigano. Internet è un mondo virtuale con regole di un mondo vero i pericoli esistono e la gente lo deve sapere.Ovviamente nessuna tolleranza verso reati contro i minori.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi è mai capitata per le mani
      sono d'accordissimo sul fatto che i genitori devono istruire i figli giovani alla navigazione e supervisionare se si tratta di giovanissimisono d'accordo sul fatto che ci siano leggi da applicare come nel mondo off-linema il paragone che hai fatto con i contenuti che puoi trovare su alcuni testi, finalizzati all'istruzione di persone che sono CONSAPEVOLI dei contenuti che stanno andando ad analizzare è completamente fuori luogo
  • Anonimo scrive:
    Cosa vogliamo dire di Rotten.com?
    l'unica e ultima volta in cui mi sono imbattuto in quella porcheria di sito mi ha letteralmente rovinato la giornata, sarei curioso di vedere in faccia chi lo gestisce.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa vogliamo dire di Rotten.com?
      - Scritto da: Ralph
      l'unica e ultima volta in cui mi sono
      imbattuto in quella porcheria di sito mi ha
      letteralmente rovinato la giornata, sarei
      curioso di vedere in faccia chi lo gestisce.Mah, tu mandagli la tua di foto, sicuramente trovera` modo di pubblicarla sul suo sito
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa vogliamo dire di ###?
      - Scritto da: Ralph
      l'unica e ultima volta in cui mi sono
      imbattuto in quella porcheria di sito mi ha
      letteralmente rovinato la giornata, sarei
      curioso di vedere in faccia chi lo gestisce.beh... tenendo conto della tua stessa reazione potevi evitare di linkarlo anche se solo per titolo di un post.
  • Anonimo scrive:
    tutto qui ?????
    ed io che pensavo di vedere qualcosa di veramente PULPPPPPPPPPPPPPPPPPPPP...tutto qui ???e poi almeno morire con dignita ??? no eh ???3 cose1) filmato incompleto...e solo parziale2) dovrei guardare meglio ma a me sembra un fake3) quella pistola non sono sicuro sia in grado di sparare proiettili...se fosse vero...bhe...li forse qualcosa cambierebbe...
    • Anonimo scrive:
      Re: tutto qui ?????
      - Scritto da: BLAH
      ed io che pensavo di vedere qualcosa di
      veramente PULPPPPPPPPPPPPPPPPPPPP...tutto
      qui ???Dolcezza se hai voglia di Pulp te lo vai a vedere tu, per tua scelta dove vuoi tu!!!!L'articolo intendeva porre l'attenzione su qualcos'altro a prescindere dal fatto che quello spezzone di filamto sia o non sia vero....
      e poi almeno morire con dignita ??? no eh ???

      3 cose
      1) filmato incompleto...e solo parziale
      2) dovrei guardare meglio ma a me sembra un
      fake
      3) quella pistola non sono sicuro sia in
      grado di sparare proiettili...

      se fosse vero...bhe...li forse qualcosa
      cambierebbe...
      • Anonimo scrive:
        Re: tutto qui ?????

        L'articolo intendeva porre l'attenzione su
        qualcos'altro a prescindere dal fatto che
        quello spezzone di filamto sia o non sia
        vero....spiegami cosa allora ???;_0)
        • Anonimo scrive:
          Re: tutto qui ?????
          - Scritto da: blah

          L'articolo intendeva porre l'attenzione su

          qualcos'altro a prescindere dal fatto che

          quello spezzone di filamto sia o non sia

          vero....
          spiegami cosa allora ???
          ;_0)Rotfl Rotfl spiegare a te!!!!!Forse in un'altra vita.....
          • Anonimo scrive:
            Re: tutto qui ????? OT (faccio da solo)

            Rotfl Rotfl spiegare a te!!!!!

            Forse in un'altra vita.....toh un'altra intelligenza superiore...non finiscono piu...resta nel tuo mondo allora...vado a dormire...
          • Anonimo scrive:
            Re: tutto qui ????? OT (faccio da solo)
            - Scritto da: blah

            Rotfl Rotfl spiegare a te!!!!!



            Forse in un'altra vita.....
            toh un'altra intelligenza superiore...si chiamano donne, e sono le femmine dell'uomo
            non finiscono piu...per nostra fortuna :)
            resta nel tuo mondo allora...
            vado a dormire...bravo bravo... che mentre dormi faccio 4 chiacchiere con lullaby :)
          • Anonimo scrive:
            Re: tutto qui ????? OT (faccio da solo)


            toh un'altra intelligenza superiore...

            si chiamano donne, e sono le femmine
            dell'uomohahahhahahhahahahahahhahahahahahhahahaha;-0)battuta da oscar ;-0)
          • Anonimo scrive:
            Re: tutto qui ????? OT (faccio da solo)
            - Scritto da: blah

            Rotfl Rotfl spiegare a te!!!!!



            Forse in un'altra vita.....
            toh un'altra intelligenza superiore...non
            finiscono piu...
            resta nel tuo mondo allora...
            vado a dormire...Dai non te la prendere ;)Credimi, ieri sono andata a dormire col pensiero di spegarti tutto oggi, ma, a quanto vedo, ci hanno già pensato altri ;)Buona giornata;)
          • Anonimo scrive:
            Re: tutto qui ????? OT (faccio da solo)

            Dai non te la prendere ;)
            Credimi, ieri sono andata a dormire col
            pensiero di spegarti tutto oggi,ma che tesoro...figurati sono solo rimasto alzato tutta la notte pensando a cosa voleva dire questo articolo...;-0)
            ma, a
            quanto vedo, ci hanno già pensato altri ;);-0)embe a che serve internet se no ???
            Buona giornata
            ;)pure a te;-0)
          • Anonimo scrive:
            Re: tutto qui ????? OT (faccio da solo)
            - Scritto da: blah

            Dai non te la prendere ;)

            Credimi, ieri sono andata a dormire col

            pensiero di spegarti tutto oggi,
            ma che tesoro...figurati sono solo rimasto
            alzato tutta la notte pensando a cosa voleva
            dire questo articolo...
            ;-0)
            sveglio tutta la notte per capire l'articolo? te la prendi se non ci credo? ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: tutto qui ?????
          - Scritto da: blah

          L'articolo intendeva porre l'attenzione su

          qualcos'altro a prescindere dal fatto che

          quello spezzone di filamto sia o non sia

          vero....
          spiegami cosa allora ???
          ;_0)sul contenuto del filmato non mi pronuncio. Sull'altro thread ho cambiato discorso apposta.Sull'articolo in se', dico: pone in evidenza che qualsiasi bambino poteva trovare quel filmato.Su internet il sesso e tutte le sue derivazioni piu' o meno sane di mente sono ovunque. E sai perche'? perche' il sesso e' una calamita formidabile per la gente. Se su internet non ci fosse il sesso, ben poche persone ora la userebbero. Stesso discorso vale per il warez e per la musica, ma il sesso interessa anche chi non usa programmi da 10 milioni a nano e chi ascolta musica.Il problema di internet e' che c'e' _tutto_. Ed e' bene che sia cosi'... ma non deve essere penalizzata internet in quanto tale.Mi spiego. Se uno ammazza investendo con l'auto la gente, lo si prende e lo si mette in galera, non che si obblighi tutti quanti ad andare in bicicletta.la nostra attuale legge sull'editoria fa proprio quest'ultimo punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: tutto qui ?????
            - Scritto da: munehiro
            Il problema di internet e' che c'e' _tutto_.
            Ed e' bene che sia cosi'... ma non deve
            essere penalizzata internet in quanto tale.
            Mi spiego. Se uno ammazza investendo con
            l'auto la gente, lo si prende e lo si mette
            in galera, non che si obblighi tutti quanti
            ad andare in bicicletta.Ma che razza di paragone fai?Forse non hai controllato bene il sito, basta guardi gli altri filmati e gironzoli un po' per capire quanta indecenza viene proposta in una pagina simile gratuitamente (senza password)Peccato che un attacco a tali contenuti sia considerato illegale perché fare un Down a simili siti ti togli una bella soddisfazione.
            la nostra attuale legge sull'editoria fa
            proprio quest'ultimo punto.Beh su questo non discuto dato l'ignoranza sul campo è palese; sbagliano e si sà.
          • Anonimo scrive:
            Re: tutto qui ?????
            - Scritto da: Stargazer


            Forse non hai controllato bene il sito,
            basta guardi gli altri filmati e gironzoli
            un po' per capire quanta indecenza viene
            proposta in una pagina simile gratuitamente
            (senza password)e tu hai gironzolato bene, vero? te li sei visti bene i siti partner? ne sono sicuro...
            Peccato che un attacco a tali contenuti sia
            considerato illegale perché fare un Down a
            simili siti ti togli una bella
            soddisfazione.così poi vai in Paradiso assieme ai talebani, Torquemada e gli altri inquisitori
          • Anonimo scrive:
            Re: tutto qui ?????
            - Scritto da: tony clifton
            e tu hai gironzolato bene, vero? te li sei
            visti bene i siti partner? ne sono sicuro...Tsk tsk, ha parlato l'innocentone :)
            così poi vai in Paradiso assieme ai
            talebani, Torquemada e gli altri inquisitori...
          • Anonimo scrive:
            Re: tutto qui ?????

            Sull'articolo in se', dico: pone in evidenza
            che qualsiasi bambino poteva trovare quel
            filmato.l'avevo capito, mica sono scemo...;-0)io pero preferisco educare il bambino piuttosto che chiuderlo in una prigione invisibile;-0)
            perche' il sesso e'
            una calamita formidabile per la gente. Se su
            internet non ci fosse il sesso, ben poche
            persone ora la userebbero.;-0)si pero io preferisco pure una bella dose di sana reale hai capito cosa ;-0)
      • Anonimo scrive:
        Re: tutto qui ?????

        Dolcezza se hai voglia di Pulp te lo vai a
        vedere tu, per tua scelta dove vuoi tu!!!!su un sito che parla di bizarre pensavi di trovarci il riassunto dell'ultima puntata della melevisione?
  • Anonimo scrive:
    che c'e' ?
    non me la sento di vedere. Qualcuno di abbastanza forte puo' spiegarmi *approssimativamente* cosa c'e' su quell'mpg ?
    • Anonimo scrive:
      Re: che c'e' ?
      - Scritto da: munehiro
      non me la sento di vedere. Qualcuno di
      abbastanza forte puo' spiegarmi
      *approssimativamente* cosa c'e' su quell'mpg
      ?Ebbene, te lo devo proprio dire...Non so se avrai lo stomaco abbastanza forte.Sei pronto?....................................Si tratta di uno spot elettorale pieno di promesse di Berlusconi. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: che c'e' ?
      - Scritto da: munehiro
      non me la sento di vedere. Qualcuno di
      abbastanza forte puo' spiegarmi
      *approssimativamente* cosa c'e' su quell'mpg
      ?Non andartelo a vedere allora.Mostra davvero la parte più macabra che è nell'uomo (inteso come essere umano), un misto di sadismo e voyerismo....uno schifo insomma....Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: che c'e' ?
        - Scritto da: lullaby
        Non andartelo a vedere allora.
        Mostra davvero la parte più macabra che è
        nell'uomo (inteso come essere umano), un
        misto di sadismo e voyerismo....uno schifo
        insomma....ok... allora a questo rispondo cosi'... anche se vado off topicWhen I was young I never needed anyone And making love was just for fun Those days are gone Livin' alone I think of all the friends I've known When I dial the telephone Nobody's home All by myself Don't wanna be All by myself Anymore Hard to be sure Sometimes I feel so insecure And loves so distant and obscure Remains the cure All by myself Don't wanna be All by myself Anymore All by myself Don't wanna live All by myself Anymore When I was young I never needed anyone Making love was just for fun Those days are gone All by myself Don't wanna be All by myself Anymore All by myself Don't wanna live Oh Don't wanna live By myself, by myself Anymore By myself Anymore Oh All by myself Don't wanna live I never, never, never Needed anyonepenso sia una delle piu' belle canzoni d'amore mai scritte...
        • Anonimo scrive:
          E' vero ma che c'entra?
          aaah...forse ci vuoi provare con Lullaby, capito.
        • Anonimo scrive:
          Re: che c'e' ?
          uè ragazzzo, non esageriamo, ti sei fatto infinocchiare da quel maghetto; il sito non è altro che una squallidina raccolta di fakes etc. la solita roba che dà i brividi ai teenagers wankers. è una bufala, una sola, uno spot per il mago zurlì, semplicemente.
        • Anonimo scrive:
          Re: che c'e' ?
          - Scritto da: munehiro
          When I was young
          I never needed anyone
          And making love was just for fun
          [...]
          penso sia una delle piu' belle canzoni
          d'amore mai scritte...A dire la verità l'inizio sembra un inno alla masturbazione, e per il resto della canzone non si parla d'amore ma di paura di restare soli.Comunque, ognuno ha i suoi gusti.
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: IlTraduttore


            - Scritto da: munehiro


            When I was young

            I never needed anyone

            And making love was just for fun

            [...]

            penso sia una delle piu' belle canzoni

            d'amore mai scritte...

            A dire la verità l'inizio sembra un inno
            alla masturbazione, e per il resto della
            canzone non si parla d'amore ma di paura di
            restare soli.non esattamente. Dice che quando si e' giovani ci si considera invulnerabili e si pensa di non avere bisogno di nessuno... e che pure gli affetti e la sessualita' siano solo semplici passatempi. Poi quando ti avvii verso gli enta e gli anta, la cosa cambia... e ti vedi li' ... da solo, che hai giocato con te stesso e con il prossimo finche' hai potuto... e cosa ti resta ? Te stesso? ma non ti basti piu'.
            Comunque, ognuno ha i suoi gusti.a me piace molto... per chi chiedeva che azzo c'entra con il forum, rispondo: niente. E' stato un modo per neutralizzare il disgusto per la risposta che mi e' stata data.... e pensare che anche se internet e' piena di merda... qualcosa di bello lo si riesce a trovare.
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: munehiro


            - Scritto da: IlTraduttore





            - Scritto da: munehiro




            When I was young


            I never needed anyone


            And making love was just for fun


            [...]


            penso sia una delle piu' belle canzoni


            d'amore mai scritte...



            A dire la verità l'inizio sembra un inno

            alla masturbazione, e per il resto della

            canzone non si parla d'amore ma di paura
            di

            restare soli.

            non esattamente. Dice che quando si e'
            giovani ci si considera invulnerabili e si
            pensa di non avere bisogno di nessuno... e
            che pure gli affetti e la sessualita' siano
            solo semplici passatempi. Poi quando ti
            avvii verso gli enta e gli anta, la cosa
            cambia... e ti vedi li' ... da solo, che hai
            giocato con te stesso e con il prossimo
            finche' hai potuto... e cosa ti resta ? Te
            stesso? ma non ti basti piu'.


            Comunque, ognuno ha i suoi gusti.

            a me piace molto... per chi chiedeva che
            azzo c'entra con il forum, rispondo: niente.
            E' stato un modo per neutralizzare il
            disgusto per la risposta che mi e' stata
            data.... e pensare che anche se internet e'
            piena di merda... qualcosa di bello lo si
            riesce a trovare.Vabbè ma mi dici che canzone è e di chi è ? ;))
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?

            Vabbè ma mi dici che canzone è e di chi è ?
            ;))dipende... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            da cosa :)- Scritto da: munehiro

            Vabbè ma mi dici che canzone è e di chi è
            ?

            ;))

            dipende... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: lullaby

            da cosa :)se leggi la mailbox o no :)
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            certo che la leggo ;)- Scritto da: munehiro
            - Scritto da: lullaby



            da cosa :)

            se leggi la mailbox o no :)
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: lullaby

            certo che la leggo ;)caccia al tesoro...salta di qua... clicca di la'... e approdi alla soluzione :)
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: munehiro
            - Scritto da: lullaby



            certo che la leggo ;)

            caccia al tesoro...
            salta di qua... clicca di la'... e approdi
            alla soluzione :)Fammi capire: mi hai forse visto che "saltello" da una parte all'altra della stanza e della casa e nel frattempo dò un'occhiata lampo al monitor del pc per controllare i post? :))))
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: lullaby
            Fammi capire: mi hai forse visto che
            "saltello" da una parte all'altra dellaovviamente si'... ma stai attenta a non saltare sul filo dell'alimentazione del pc :)
            stanza e della casa e nel frattempo dò
            un'occhiata lampo al monitor del pc per
            controllare i post? :))))ovviamente... quando parlano di html dinamico intendono proprio questo :)
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: munehiro
            - Scritto da: lullaby

            Fammi capire: mi hai forse visto che

            "saltello" da una parte all'altra della

            ovviamente si'... ma stai attenta a non
            saltare sul filo dell'alimentazione del pc
            :)
            Mi è capitato proprio giovedì.......modalità provvisoria di win.... :-þ

            stanza e della casa e nel frattempo dò

            un'occhiata lampo al monitor del pc per

            controllare i post? :))))

            ovviamente... quando parlano di html
            dinamico intendono proprio questo :)

            Non era l'IP ad essere dinamico???:)))
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: lullaby



            ovviamente si'... ma stai attenta a non

            saltare sul filo dell'alimentazione del pc

            :)


            Mi è capitato proprio giovedì.......modalità
            provvisoria di win.... :-þuh che bello... beh dai... in fondo la tonalita' di colore che assume e' decisamente rassicurante in quella condizione... ti prepara all'inevitabile. :)


            stanza e della casa e nel frattempo dò


            un'occhiata lampo al monitor del pc per


            controllare i post? :))))



            ovviamente... quando parlano di html

            dinamico intendono proprio questo :)




            Non era l'IP ad essere dinamico???:)))si ma quando tiri in ballo quello devi dinamicizzare tutto, non solo il web... ovvero prendi il pc in braccio e fai jogging, stando attenta questa volta a non strappare il filo del telefono (altrimenti il provider ti stacca e ti rifila un altro ip che ti incita ad un maggiore dinamismo)uhm... qualcosa mi dice che sono in vena di grossi svarioni stasera (solo stasera?) ma in fondo da uno come me che c'e' da aspettarsi ?
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: munehiro
            - Scritto da: lullaby






            ovviamente si'... ma stai attenta a non


            saltare sul filo dell'alimentazione
            del pc


            :)




            Mi è capitato proprio
            giovedì.......modalità

            provvisoria di win.... :-þ

            uh che bello... beh dai... in fondo la
            tonalita' di colore che assume e'
            decisamente rassicurante in quella
            condizione... ti prepara all'inevitabile. :)
            Quel colore è orrendo con quelle icone e quelle finestre immensamente grandi, poi!!! decisamente meglio il colore dei CRASH :))))E' il mio colore preferito, pensa che stasera ho visto, e subito acquistato, dei bellissimi bicchieri BLU, bellissimi;))Scusa ma di quale inevitabile parli???



            stanza e della casa e nel frattempo




            un'occhiata lampo al monitor del pc
            per



            controllare i post? :))))





            ovviamente... quando parlano di html


            dinamico intendono proprio questo :)







            Non era l'IP ad essere dinamico???:)))

            si ma quando tiri in ballo quello devi
            dinamicizzare tutto, non solo il web...Aaaah, ho capito;)
            ovvero prendi il pc in braccio e fai
            jogging, stando attenta questa volta a non
            strappare il filo del telefono (altrimenti
            il provider ti stacca e ti rifila un altro
            ip che ti incita ad un maggiore dinamismo)
            LOL :)))))))))
            uhm... qualcosa mi dice che sono in vena di
            grossi svarioni stasera (solo stasera?) ma
            in fondo da uno come me che c'e' da
            aspettarsi ?
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?


            Quel colore è orrendo con quelle icone e
            quelle finestre immensamente grandi, poi!!!e' per metterti a tuo agio :)
            decisamente meglio il colore dei CRASH :))))
            E' il mio colore preferito, pensa che
            stasera ho visto, e subito acquistato, dei
            bellissimi bicchieri BLU, bellissimi;))che c'e' scritto sulla confezione ? blue drink of death ? sarebbero degli ottimi bicchieri per occasioni speciali stile avvelenamento.
            Scusa ma di quale inevitabile parli???l'inevitabile reinstallazione ;D
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: munehiro





            Quel colore è orrendo con quelle icone e

            quelle finestre immensamente grandi,
            poi!!!

            e' per metterti a tuo agio :)E' molto più rilassante il blu, non lo sapevi?


            decisamente meglio il colore dei CRASH
            :))))

            E' il mio colore preferito, pensa che

            stasera ho visto, e subito acquistato, dei

            bellissimi bicchieri BLU, bellissimi;))

            che c'e' scritto sulla confezione ? Erano sfusi ;)

            Scusa ma di quale inevitabile parli???

            l'inevitabile reinstallazione ;D
            Ma daaaaai, che non devo reinstallare proprio niente! ;))
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: lullaby

            E' molto più rilassante il blu, non lo
            sapevi?
            e' il colore del cielo :)ed e' il mio preferito :)


            Scusa ma di quale inevitabile parli???



            l'inevitabile reinstallazione ;D


            Ma daaaaai, che non devo reinstallare
            proprio niente! ;))ah non si sa mai... meglio prepararsi psicologicamente al peggio...ma secondo te chi monitorizza i commenti, quando legge tutta sta chiacchierata, secondo te ce l'ha la voglia di piazzare l'OT davanti a tutti i messaggi ? :)))
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?
            - Scritto da: munehiro
            - Scritto da: lullaby



            E' molto più rilassante il blu, non lo

            sapevi?



            e' il colore del cielo :)
            ed e' il mio preferito :)




            Scusa ma di quale inevitabile
            parli???





            l'inevitabile reinstallazione ;D




            Ma daaaaai, che non devo reinstallare

            proprio niente! ;))

            ah non si sa mai... meglio prepararsi
            psicologicamente al peggio...

            ma secondo te chi monitorizza i commenti,
            quando legge tutta sta chiacchierata,
            secondo te ce l'ha la voglia di piazzare
            l'OT davanti a tutti i messaggi ? :)))Secondo me no ;)Pensa che io l'ho capito solo ieri :))))Pensavo fosse scritto dall'autore del post ;)Ma, mi chiedo, non si fa prima a spostarli nel forum degli OT???
          • Anonimo scrive:
            Re: che c'e' ?

            Secondo me no ;)
            Pensa che io l'ho capito solo ieri :))))
            Pensavo fosse scritto dall'autore del post ;)ci ho messo un po' anche io... pensavo la stessa cosa ma non era cliccabile... quindi non doveva essere stato messo nel titolo... quindi doveva essere cosi' per forza.
            Ma, mi chiedo, non si fa prima a spostarli
            nel forum degli OT???penso che abbiano fatto questa scelta perche' effettivamente il forum degli off topic era un gran caos e i messaggi perdono di logica se spostati via dal thread.Inoltre spesso capita che da un thread off topic nasca un messaggio on topic magari anche interessante... e andrebbe smarrito nel forum OT.
Chiudi i commenti