Accessibilità, staccato il bollino blu

Esaminato dal Consiglio dei ministri il regolamento attuativo della Legge Stanca. La norma, in vigore da tempo, ora procede. Ma non è finita: mancano ancora le Linee Guida


Roma – Una legge in tre atti la Legge Stanca sull’accessibilità e da qualche ora il secondo atto si è concluso. Dopo il varo della normativa per agevolare l’accesso ai siti internet da parte dei disabili, il Consiglio dei ministri ha finalmente elaborato il regolamento di attuazione previsto dalla normativa, regolamento che sarà approvato in un DPR. Il terzo atto, il varo delle Linee Guida, è ancora di là da venire.

Tra le attese novità, anche quella relativa al bollino blu per i siti di privati che intendano attestare l’accessibilità delle proprie pagine web.

Sono nove gli articoli del Regolamento previsti dal DPR e riguardano, come accennato dal ministero all’Innovazione , il concetto di accessibilità (ossia la capacità dei sistemi informatici di risultare fruibili a chi dispone di tecnologie assistive); la verifica tecnica dell’accessibilità dei siti e dei servizi (i valutatori sono inseriti nell’elenco ad hoc mantenuto dal CNIPA ); il logo sull’accessibilità (il cosiddetto “bollino”, appunto) che viene rilasciato dal dipartimento per l’Innovazione, un attestato che potrà essere richiesto dai privati; i controlli eseguiti dal CNIPA sul rispetto dell’accessibilità da parte di chi applica il “logo”.

Il procedere verso la completa attuazione della Legge Stanca impone però, come accennato, il terzo atto . Questo, secondo le assicurazioni fornite dallo stesso ministro, dovrebbe arrivare a breve con il varo delle Linee Guida . Queste conterranno “i requisiti tecnici ed i diversi livelli per l’accessibilità, attualmente in corso di predisposizione”.

Di seguito le dichiarazioni di Stanca in merito:
“È un significativo atto per abbattere le barriere digitali evitando che le nuove tecnologie informatiche determinino forme di emarginazione, forse ancora più pericolose di quelle tradizionali, mentre punta a promuoverne l’uso come fattore abilitante e di superamento delle disabilità e delle esclusioni, oltre che di miglioramento della qualità della vita. Il Regolamento costituisce una tappa fondamentale nel percorso virtuoso intrapreso con l’approvazione della legge, nel dicembre 2003, mentre era in corso l’ Anno Europeo del Disabile , e che si concluderà, a breve, con l’emanazione delle Linee guida con i requisiti tecnici ed i diversi livelli per l’accessibilità, attualmente in corso di predisposizione”.
Il Ministro ha poi sottolineato “la forte valenza innovativa del Regolamento, predisposto previa consultazione delle associazioni delle persone disabili maggiormente rappresentative della categoria, nonché di quelle di sviluppatori competenti in materia di accessibilità e di produttori di hardware e software”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    P2P? E il noleggio?
    Vivo in una città caratterizzata dalla penosa assenza di sale cinematografiche degne di questo nome: l'avvento dell'home theater a "basso costo" (diciamo da quando un 5.1 entry level è sceso sotto i 600 euro) ha generato una VERA alternativa. Finalmente posso godermi il mio film preferito in santa pace e con un audio che, sebbene non paragonabile al THX del multisala, non uccide le mie orecchie come alcuni impianti dell'anteguerra presenti a La Spezia. Ovvio che a questo sia seguito un più frequente noleggio (e spesso acquisto) di titoli in dvd ed una meno assidua presenza al cinema: mi pare normale, visto che con un DVD noleggiato risolviamo una serata ALMENO in due (ma basta dare appuntamento a qualche amico per abbattere il costo pro-capite...).Come mai non si levano le grida di protesta contro il P2P da parte delle associazioni simil-sindacali dei "videonoleggiatori"? Possibile che il P2P intacchi solo l'economia delle sale cinematografiche? Perchè nella mia città continuano ad aprire (e a rendere, a quanto pare...) videonoleggi? Forse non è tutta colpa del P2P, ma è faciel sparare sulla Croce Rossa... ;-(Un'ultima nota: ma è possibile che un dvd costi quanto un cd audio? Non vorrei sbagliare ma credo che i costi di produzione e promozione dell'ultimo cd di un cantante italiano siano inferiori a quelli di produzione e promozione di una pellicola cinematografica corrispondente... c'è qualcosa che non mi torna.... Possibile poi che la colonna sonora del film costi come il dvd?Un saluto a chi compra&noleggia dvd ma non vuole che questo contribuisca a cercare nel P2P un capro espiatorio! ;)
  • Anonimo scrive:
    Fare film belli, no vero...
    Queste campagne contro il p2p hanno solo l'effetto di aumentarne la forza secondo me.Insomma ma se non fanno più bei film perchè devo andare a pagare 6.50 euro( a Palermo è questo il prezzo) di cinema e poi trovarmi davanti ad una "sola mostruosa"? Non vendono più dvd, beh si chiedessero prima perchè producono lettori divx? Se lascio il finestrino dell'auto aperto e le chiavi nel quadro non posso lamentarmi se si portano la mia macchina, si chiama istigazione a delinquere...Io non la capisco questa cosa: priamci danno tutti i mezzi per convertire, copiare, leggere questi formati e poi si lamentano.Io credo che se i prezzie la qualità delle produzioni fossero a misura d'uomo le cose non starebbero così, d'altronde i film belli non sono mai in difficoltà.
  • Anonimo scrive:
    PERKE' NN HANNO CHIESTO....
    "se il biglietto del cinema costasse 3.5 invecedi 7 verrebbe al cinema più spesso?"Giò
    • Anonimo scrive:
      Re: PERKE' NN HANNO CHIESTO....
      - Scritto da: Anonimo
      "se il biglietto del cinema costasse 3.5
      invecedi 7 verrebbe al cinema più
      spesso?"

      GiòPerchè in questo caso dovrebbero ammettere i VERI motivi per cui la gente non và più al cinema .....
    • Anonimo scrive:
      Re: PERKE' NN HANNO CHIESTO....
      - Scritto da: Anonimo
      "se il biglietto del cinema costasse 3.5
      invecedi 7 verrebbe al cinema più
      spesso?"

      Giòperché questi studi vengono eseguiti per dimostrare delle tesi...non per imparare dalla realtà.
  • Anonimo scrive:
    E' una battaglia persa in partenza...
    Quando la smetteranno di dare addosso ad Internet per i loro mancati ricavi??Le major cinematografiche accusano internet perchè la gente scarica i film e non va più al cinema; le case discografiche alla stessa maniera accusano il P2P perchè la gente scarica gli mp3 e non compera più il cd audio originale...Ma io dico: internet permette di condividere tutto, tutti i tipi di contenuti multimediali...Come mai l'industria libraria non si lamenta che da quando c'è internet non vanno più venduti i libri?? Forse perchè non conviene stare lì a stamparli, il costo di riproduzione è maggiore a quello d'acquisto...anche se stanno avanzando gli eBook e tra un po' potremmo tutti avere un palmare e la copia del nostro libro preferito da portare con noi...Il mercato era già in crisi da tempo...e stanno semplicemente cercando il capro espiatorio delle loro scelte manageriali da asilo nido! Altro che Harvard!Se anche trovassero il modo di bloccare il P2P, si troverebbe sicuramente un altro mezzo di condivisione, ma di certo la gente non andrebbe a fare la fila al cinema, solo perchè non ha trovato il divX di quel film...e nemmeno si metterebbe a comperare cd originali...piuttosto ricominciano a registrare le cassettine audio dalla radio!!Io non ho mai scaricato un divX in vita mia, anche perchè ahimè non possiedo la larga banda...ma un povero 56k...e sapete invece dove si trovano tutti i titoli, alcuni anche in lingua originale, ancora prima che arrivino sui cinema italiani?Nei grossi poli industriali, nei centri servizi, nelle amministrazioni pubbliche, nelle sale server dei provider...eh, si, cari miei...se chiedi, ti fanno anche la copia del dvd noleggiato lo scorso weekend...perchè oramai i masterizzatori dvd non costano nulla...non necessariamente li hanno scaricati da internet! Qualcuno addirittura si organizza con hard disk removibili...Che blocchiate o no il P2P a queste persone non gliene frega nulla, hanno comunque altre risorse...Ed in ogni caso, se non è gratis non ci interessa...
  • Anonimo scrive:
    Le cifre della "concorrenza"
    Fatemi capire: aprite qualsiasi programma di filesharing, cercate un film molto popolare e contate quante persone lo stanno condividendo.Uno? Dieci? Cento? Mille?Come diavolo fanno a parlare di calo degli spettatori per questi numeri?Dite che ognuno di quei mille lo duplica in mille copie? Questo lo si poteva fare anche prima (telecamere e videocassette esistono da decenni).Io dico che oggi abbiamo decine di possibilità diverse che si adattano alla fascia di pubblico che dovrebbe andare al cinema:telefonini, dvd, cd musicali, internet, videogiochi, cinema, ... Ognuno di questi media attinge dalle fonti degli altri.E' inevitabile che quelli più recenti attingano da quelli più vecchi: i soldi non si moltiplicano come le proposte ce vengono fatte.Non si può parlare di calo o crescita se le condizioni alla base cambiano in modo così significativo.
  • SacredNerull scrive:
    Ragazzi, l'Italia è destinata al ...
    Sono cose dette e stradette. Non so più in che salse si possano ripetere. Continuano a pensare che la pirateria sia un danno, ma posso dire che da quel che ho visto spesso e volentieri la pirateria ha portato un enorme ritorno economico. Per chi non lo sapesse Sony ha fatto leva sulla pirateria per lanciarsi. Io modificavo playstation e vi posso descrivere il processo che mi ha fatto saltare all'occhio questa "sensazione". I primi modelli erano ostici da modificare, ma così dovevano essere per permettere ai produttori di giochi per produrre titoli in sicurezza, poi via via i modelli secondo voi sono diventati più difficili da modificare? No anzi. Le hanno rese più accessibili, con addirittura spazi quasi fatti apposta per metterci meglio il chip o per fare giri di cavi meno lunghi e soggetti a interferenze. Insomma chi si sentirebbe un pirata? E' un esempio che vuole uscire dai soliti discorsi per dimostrare che stiamo assistendo al culmine di un conflitto d'interessi senza precedenti. Ritengo che come per la conservazione dell'energia e della massa esista anche un principio di conservazione del denaro, solo che quest'ultimo oscilli sulla base delle leggi dettate dal mercato, e che i piagnistei di chi si lamenta o fa leggi ingiuste non servono a nulla. Così come per i CD e i DVD (che dopo la tassa sono stati comprati da tanti italiani all'estero nella misura di 30.000.000 in 12 mesi ca) anche la musica e i film all'estero, dopo questa lotta epocale, costeranno meno e sapete chi pagherà le conseguenze? La nostra economia. Si esatto. Perchè questo dinosauro nonchè parassita di nome SIAE sta facendo fallire la nostra economia. Hanno gente che non è in grado di prendere decisioni costruttive a lunga scadenza, ma contadini arricchiti che credono di poter salvaguardare i propri diritti mettendo alle corde i cittadini. Ormai internet segnerà l'orologio che farà schiattare queste sue illusioni da opificio anteguerra o mafia di paese. Aspettate perchè credo che i prezzi si livelleranno e comprare cultura in America, Germania o UK a prezzi irrisori ci porterà a mandare a quel paese il prodotto nostrano, tassato e ritassato dai triceratopi che popolano la terra giurassica di Ithalia. Non so se ho detto tutto quello che volevo dire in questo forum, anche perchè ne avrei tante da dire in merito e non so da dove cominciare e come finire. Mi aspetto assensi e dissensi da tutti.
  • Anonimo scrive:
    bah
    io mi son scaricato un film e dopo me lo sono andato a vedere con una ragazza ben sapendo che era carino e cosi ho passato una bella serata a ridere in due...............molte volte vai al cinema e ne esci col portafoglio alleggerito di 15 euri e con un bel calcio nel culo, domandandoti ma chi te l'ha fatto fare di andarcima vedete i trilers dei film uno cosa puo' capire da che genere di film e' la donna perfetta?????????il modo di far vedere cosa vai a vedere e' cambiato? e' sempre lo stesso uno sa sempre ben poco di quello che va a vedere e molte volte sembra la pubblicita' di quello che non e'.................
    • sigsegv scrive:
      Re: bah
      - Scritto da: Anonimo
      molte volte vai al cinema e ne esci col
      portafoglio alleggerito di 15 euri e con un
      bel calcio nel culo, domandandoti ma chi te
      l'ha fatto fare di andarci15 euro per andare al cinema? Cazzo, l'ultima volta che sono andato avevo pagato 7000 Lire (Vabbè, era un ridotto).
  • Anonimo scrive:
    non capiscono
    al cinema non si va per vedere un film, ma per passare una serata. La maggior parte delle persone quando esce lo seleziona tra le alternative. Oggi ci sono troppe alternative, pub, discoteche, e simili. Pensate che a Roma ci sono migliaia di iniziative d'estate. Questo già diminuisce la percentuale. Considerate poi che per portare la tipa al cinema occorre spendere 15 euro di biglietti, + extra si arriva anche a 25 (bestia una coca cola da 25cl te la fanno pagare 3 euro). In più aggiungi che i film sono scadenti (la donna perfetta con Nicole Kidman, film idiota fino al midollo). Come ciliegina sulla torta a casa ci sono milioni di alternative (home video, televisione che nel bene o nel male la sera hai sempre qualcosa da vedere, computer, playstation) poi gli impegni di lavoro, la partitella a calcetto e altre attività(Sapete quale alludo). Mi dite il cinema come può essere competitivo?Notate poi che tra le alternative non ho inserito il p2p che a questo punto è irrilevante. Forse gli unici ad essere danneggiati sono il videonoleggio, i cinema davvero non possono parlare. Abbassate il prezzo a 3 euro, vedrete che molti ragazzi (razza notoriamente senza una lira) lo preferirà perchè più economico di altre cose. Al momento il cinema fa il pieno solo durante i grandi film (e vacanze sul nilo non lo è).
    • Anonimo scrive:
      Re: non capiscono
      - Scritto da: Anonimo
      al cinema non si va per vedere un film, ma
      per passare una serata. La maggior parte
      delle persone quando esce lo seleziona tra
      le alternative.
      Oggi ci sono troppe alternative, pub,
      discoteche, e simili. Pensate che a Roma ci
      sono migliaia di iniziative d'estate.
      Questo già diminuisce la percentuale.
      Considerate poi che per portare la tipa al
      cinema occorre spendere 15 euro di
      biglietti, + extra si arriva anche a 25
      (bestia una coca cola da 25cl te la fanno
      pagare 3 euro). In più aggiungi che i
      film sono scadenti (la donna perfetta con
      Nicole Kidman, film idiota fino al midollo).
      Come ciliegina sulla torta a casa ci sono
      milioni di alternative (home video,
      televisione che nel bene o nel male la sera
      hai sempre qualcosa da vedere, computer,
      playstation) poi gli impegni di lavoro, la
      partitella a calcetto e altre
      attività(Sapete quale alludo).
      Mi dite il cinema come può essere
      competitivo?
      Notate poi che tra le alternative non ho
      inserito il p2p che a questo punto è
      irrilevante. Forse gli unici ad essere
      danneggiati sono il videonoleggio, i cinema
      davvero non possono parlare. Abbassate il
      prezzo a 3 euro, vedrete che molti ragazzi
      (razza notoriamente senza una lira) lo
      preferirà perchè più
      economico di altre cose. Al momento il
      cinema fa il pieno solo durante i grandi
      film (e vacanze sul nilo non lo è).tutto giusto, tranne per il fatto che, salvo rare eccezioni, sono proprio i film come vacanze sul nilo a fare il pieno, e questo la dice lunga sul livello culturale della massa.
      • Anonimo scrive:
        Re: non capiscono
        - Scritto da: LordCasco
        tutto giusto, tranne per il fatto che, salvo
        rare eccezioni, sono proprio i film come
        vacanze sul nilo a fare il pieno, e questo
        la dice lunga sul livello culturale della
        massa.Non ti sei mai chiesto perchè di "vacanze ..." ne fanno uno all'anno e non uno alla settimana (vista la qualità potrebbero)?Perchè chiunque (o comunque la maggior parte) può lasciarsi andare una volta all'anno.Io non amo quel genere di Film, ma non mi metto a giudicare chi va a vederlo.Assolutamente, chi lo vede può avere mille motivi e sono tutti leciti.Men che meno cerco di definire il livello culturale di una massa (di una *massa*!) in base ad un film popolare.
  • Anonimo scrive:
    io scarico film e non vado al cinema...
    ...e al cinema non andrei neanche se non potessi scaricare perchè ogni mese mi compro un DVD e me lo guardo a casa dato che i film americani "con le esplosioni" non mi interessano e quindi mi basta e avanza lo schermo TV e il sistema dolbysurround casalingoquanto a quello che scarico vi fo un elenco delle ultime cose che ho tirato giù ultimamente: - l'"Odissea" di mario bava del '69 (introvabile nei comuni canali distributivi)- le due serie di the awful truth di michael moore (rippata da satellite e non la vedremo mai nella nostra "libera" TV) e anche qualche suo vecchio film (sfido chiunque a trovarli in vendita qui in italia)- Celebrity di woody allen (ho comprato quasi tutta la serie di film ma questo non lo trovo da nessuna parte)se sono un criminale per questo pigliate il mio IP e denunciatemi pure
  • Anonimo scrive:
    metà degli utenti ha scaricato film..
    Poi gli ha guardato l'inizio, gli ha cancellati e ha risparmiato i soldi del cinema spesi per prodotti scadenti :D
    • Anonimo scrive:
      Re: metà degli utenti ha scaricato film..
      l'altra metà invece li ha duplicati e li ha venduti agli amici e ai colleghi di lavoro. cerchiamo di non far finta di niente per favore: il problema esiste e se una parte ne fa l'uso che dici te, legittimo e onestissimo, molti ci fanno dei soldi e questo da giustamente fastidio a chi vende film e un po anche a me che quando posso li compro
      • TPK scrive:
        Re: metà degli utenti ha scaricato film.
        - Scritto da: Anonimo
        l'altra metà invece li ha duplicati e
        li ha venduti agli amici e ai colleghi di
        lavoro. cerchiamo di non far finta di niente
        per favore: il problema esiste e se una
        parte ne fa l'uso che dici te, legittimo e
        onestissimo, molti ci fanno dei soldi e
        questo da giustamente fastidio a chi vende
        film e un po anche a me che quando posso li
        comproQuesta e' la migliore del mese!Sei della SIAE per caso? O solo un troll?La vendita di film ad amici e colleghi???
        • Anonimo scrive:
          Re: metà degli utenti ha scaricato film.
          a me invece sembra che tu viva in una grotta: il fatto che tu (e io pure) abbia la connessione broadband e possa scaricare via p2p tutto quello che ti pare non vuol dire che ce l'anno tutti - se ti dico che c'e' chi fa così è perchè è un fenomeno che so che esiste...- Scritto da: TPK

          - Scritto da: Anonimo

          l'altra metà invece li ha
          duplicati e

          li ha venduti agli amici e ai colleghi
          di

          lavoro. cerchiamo di non far finta di
          niente

          per favore: il problema esiste e se una

          parte ne fa l'uso che dici te,
          legittimo e

          onestissimo, molti ci fanno dei soldi e

          questo da giustamente fastidio a chi
          vende

          film e un po anche a me che quando
          posso li

          compro

          Questa e' la migliore del mese!

          Sei della SIAE per caso? O solo un troll?
          La vendita di film ad amici e
          colleghi???
          • TPK scrive:
            Re: metà degli utenti ha scaricato film.
            - Scritto da: Anonimo
            a me invece sembra che tu viva in una
            grotta: il fatto che tu (e io pure) abbia la
            connessione broadband e possa scaricare via
            p2p tutto quello che ti pare non vuol dire
            che ce l'anno tutti - se ti dico che c'e'
            chi fa così è perchè
            è un fenomeno che so che esiste...A questo punto devo dedurre che tu scarichi film e li vendi ai tuoi colleghi ed amici... :@

            - Scritto da: TPK



            - Scritto da: Anonimo


            l'altra metà invece li ha

            duplicati e


            li ha venduti agli amici e ai
            colleghi

            di


            lavoro. cerchiamo di non far finta
            di

            niente


            per favore: il problema esiste e
            se una


            parte ne fa l'uso che dici te,

            legittimo e


            onestissimo, molti ci fanno dei
            soldi e


            questo da giustamente fastidio a
            chi

            vende


            film e un po anche a me che quando

            posso li


            compro



            Questa e' la migliore del mese!



            Sei della SIAE per caso? O solo un
            troll?

            La vendita di film ad amici e

            colleghi???

        • Anonimo scrive:
          Re: metà degli utenti ha scaricato film.

          Sei della SIAE per caso? O solo un troll?
          La vendita di film ad amici e
          colleghi???inutile che caschi dalle nuvole.si sa benissimo che c'è chi vende,indipendentemente che sia ad amici o per strada.
          • TPK scrive:
            Re: metà degli utenti ha scaricato film.
            - Scritto da: Anonimo

            Sei della SIAE per caso? O solo un
            troll?

            La vendita di film ad amici e

            colleghi???

            inutile che caschi dalle nuvole.
            si sa benissimo che c'è chi vende,
            indipendentemente che sia ad amici o per
            strada.Mah, si vede che ho uno strano concetto di amicizia...E chi scarica dal p2p non va a vendere per strada...
          • Anonimo scrive:
            Re: metà degli utenti ha scaricato film.
            - Scritto da: Anonimo
            inutile che caschi dalle nuvole.
            si sa benissimo che c'è chi vende,
            indipendentemente che sia ad amici o per
            strada.No, io non lo so. Vendere agli amici? Al massimo uno si fa ridare i soldi del dvd vergine.Per quanto riguarda chi vende per strada, beh, a me non è mai capitato, sinceramente. Forse ti confondi con gli abusivi dei "fac-simile", ma se permetti è un'altra cosa.
        • Anonimo scrive:
          Re: metà degli utenti ha scaricato film.
          - Scritto da: TPK
          Sei della SIAE per caso? O solo un troll?
          La vendita di film ad amici e
          colleghi???Ti confermo l'esistenza del fenomeno. Purtroppo c'è chi lo fa.
    • Anonimo scrive:
      Re: metà degli utenti ha scaricato film.
      - Scritto da: Anonimo
      Poi gli ha guardato l'inizio, gli ha
      cancellati e ha risparmiato i soldi del
      cinema spesi per prodotti scadenti :DCerto che l'italiano ormai è un'opinione... :'(:'(
  • Anonimo scrive:
    IL VERO PROBLEMA del p2p
    Il vero problema del p2p non è, come dicono le major, la perdita di incassi dei cinema.Il vero problema è che, purtroppo, si trovano pochi DivX fatti bene! Lasciamo stare gli screener, che sono un vero schifo, ma bisogna dire che ci sono poche persone capaci di realizzare dei DVD-Rip compressi bene, con i codec giusti, con i filtri per il rumore di fondo della compressione mpeg2 dei VOB, eccetera. Un DivX (o Xvid) fatto bene è quasi identico al DVD originale, ma se ne trovano davvero pochi. Si vedono perfino dei DivX (DVD-Rip) con il rapporto x-y sbagliato, con l'audio fuori sincronismo, con l'mp3 in vbr!Insomma, bisogna diffondere un'adeguata cultura tecnica per far si che i DivX condivisi siano realizzati a regola d'arte e possano così sostituire completamente i DVD in vendita e in noleggio, nonchè buona parte delle visioni in sala.Solo così le major verranno ridimensionate e torneranno ad assumere il giusto ruolo.Che non è quello dei padroni del mondo.
    • Anonimo scrive:
      Re: IL VERO PROBLEMA del p2p
      - Scritto da: Anonimo
      Il vero problema del p2p non è, come
      dicono le major, la perdita di incassi dei
      cinema.
      Il vero problema è che, purtroppo, si
      trovano pochi DivX fatti bene! Lasciamo
      stare gli screener, che sono un vero schifo,
      ma bisogna dire che ci sono poche persone
      capaci di realizzare dei DVD-Rip compressi
      bene, con i codec giusti, con i filtri per
      il rumore di fondo della compressione mpeg2
      dei VOB, eccetera. Un DivX (o Xvid) fatto
      bene è quasi identico al DVD
      originale, ma se ne trovano davvero pochi.
      Si vedono perfino dei DivX (DVD-Rip) con il
      rapporto x-y sbagliato, con l'audio fuori
      sincronismo, con l'mp3 in vbr!
      Insomma, bisogna diffondere un'adeguata
      cultura tecnica per far si che i DivX
      condivisi siano realizzati a regola d'arte e
      possano così sostituire completamente
      i DVD in vendita e in noleggio,
      nonchè buona parte delle visioni in
      sala.
      Solo così le major verranno
      ridimensionate e torneranno ad assumere il
      giusto ruolo.
      Che non è quello dei padroni del
      mondo.Perche non lo scrivi tu il perfetto manuale del rippatore galeotto invece di fare la lode al P2P e lo scalpo a quelli che ti mettono a disposizione dei Divx mal fatti che poi tu così non paghi al cinema?mah
  • Anonimo scrive:
    Ma ditelo che rosicate e finita li', no?
    (riferito alle varie "majors").Che male c'e' ad ammettere che, da bravi incapaci quali siete, non riuscite a gestire il fenomeno internet e vi e' sfuggito tutto di mano ?Lasciate perdere le scuse, ditelo che rosicate non per il mancato guadagno (che quasi sempre non c'e', in quanto i pirati non avrebbero acquistato comunque l'originale) quanto per il fatto che dei ragazzini si fanno beffe di voi e dei vostri paleolitici mezzi di distribuzione.Mentre ci riflettete su e vi vergognate, abbassate anche i prezzi, si sa mai che i pirati siano disposti a farvi la carita'.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ditelo che rosicate e finita li', no?
      - Scritto da: Anonimo
      (riferito alle varie "majors").
      Che male c'e' ad ammettere che, da bravi
      incapaci quali siete, non riuscite a gestire
      il fenomeno internet e vi e' sfuggito tutto
      di mano ?
      Lasciate perdere le scuse, ditelo che
      rosicate non per il mancato guadagno (che
      quasi sempre non c'e', in quanto i pirati
      non avrebbero acquistato comunque
      l'originale) quanto per il fatto che dei
      ragazzini si fanno beffe di voi e dei vostri
      paleolitici mezzi di distribuzione.
      Mentre ci riflettete su e vi vergognate,
      abbassate anche i prezzi, si sa mai che i
      pirati siano disposti a farvi la carita'.Bhe se l'indagine statistica è verà molti hanno dichiarato di voler andare meno al cinema, allora se su 1000 10 decidonos caricando di andare meno al cinema e20 di comrpare meno dvd hanno ragione a temere il P2P. poi nons ta a te dire se devono o no abbassare i prezzi, a te può essere sufficiente non comprare il suo dvd o andare al cinema ma a parer mio non dovresti eprmetterti di scaricare ne musica ne film in ogni caso. Per me resta sempre un furto di opera di ingegno. Dite quelloc he volete ma se la frutta costa cara mica la rubate e allora vale los tesso principio, fate scipero e non comprate.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ditelo che rosicate e finita li',
        Ho vomitato la colazione leggendo il tuo commento.Impara a digitare per favore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ditelo che rosicate e finita li', no?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        (riferito alle varie "majors").

        Che male c'e' ad ammettere che, da bravi

        incapaci quali siete, non riuscite a
        gestire

        il fenomeno internet e vi e' sfuggito
        tutto

        di mano ?

        Lasciate perdere le scuse, ditelo che

        rosicate non per il mancato guadagno
        (che

        quasi sempre non c'e', in quanto i
        pirati

        non avrebbero acquistato comunque

        l'originale) quanto per il fatto che dei

        ragazzini si fanno beffe di voi e dei
        vostri

        paleolitici mezzi di distribuzione.

        Mentre ci riflettete su e vi vergognate,

        abbassate anche i prezzi, si sa mai che
        i

        pirati siano disposti a farvi la
        carita'.

        Bhe se l'indagine statistica è
        verà molti hanno dichiarato di voler
        andare meno al cinema, allora se su 1000 10
        decidonos caricando di andare meno al cinema
        e20 di comrpare meno dvd hanno ragione a
        temere il P2P. poi nons ta a te dire se
        devono o no abbassare i prezzi, a te
        può essere sufficiente non comprare
        il suo dvd o andare al cinema ma a parer mio
        non dovresti eprmetterti di scaricare ne
        musica ne film in ogni caso. Per me resta
        sempre un furto di opera di ingegno. Dite
        quelloc he volete ma se la frutta costa cara
        mica la rubate e allora vale los tesso
        principio, fate scipero e non comprate.Certo! Comprare da chi ruba MAI!!! Devono morire di FAME!!!!!!
      • Gallone scrive:
        Re: Ma ditelo che rosicate e finita li', no?
        - Scritto da: Anonimo
        Dite
        quelloc he volete ma se la frutta costa cara
        mica la rubate e allora vale los tesso
        principio, fate scipero e non comprate.Ti sei dimenticato l'esempio della ferrari, se lo inserivi ti davo voto 5 :)
      • Anonimo scrive:
        sono gratis!


        Bhe se l'indagine statistica è
        verà 1)http://p2pnet.net/story/18752) online o tramite circuiti di p2p si possono trovare ottimi dizionari e grammatiche gratuite, fai un favore a te e a chi ti legge: usa il p2p può venirne fuori qualcosa di utile.
        Dite quelloc he volete ma se la frutta costa cara
        mica la rubate e allora vale los tesso
        principio, fate scipero e non comprate.Meglio l'esempio della ferrari, almeno sei uniformato con i tuoi dirigenti, ciao SCIPERARE anche tu, smetti di fare il (troll) stipendiato :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ditelo che rosicate e finita li', no?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        (riferito alle varie "majors").

        Che male c'e' ad ammettere che, da bravi

        incapaci quali siete, non riuscite a
        gestire

        il fenomeno internet e vi e' sfuggito
        tutto

        di mano ?

        Lasciate perdere le scuse, ditelo che

        rosicate non per il mancato guadagno
        (che

        quasi sempre non c'e', in quanto i
        pirati

        non avrebbero acquistato comunque

        l'originale) quanto per il fatto che dei

        ragazzini si fanno beffe di voi e dei
        vostri

        paleolitici mezzi di distribuzione.

        Mentre ci riflettete su e vi vergognate,

        abbassate anche i prezzi, si sa mai che
        i

        pirati siano disposti a farvi la
        carita'.

        Bhe se l'indagine statistica è
        verà molti hanno dichiarato di voler
        andare meno al cinema, allora se su 1000 10
        decidonos caricando di andare meno al cinema
        e20 di comrpare meno dvd hanno ragione a
        temere il P2P. poi nons ta a te dire se
        devono o no abbassare i prezzi, a te
        può essere sufficiente non comprare
        il suo dvd o andare al cinema ma a parer mio
        non dovresti eprmetterti di scaricare ne
        musica ne film in ogni caso. Per me resta
        sempre un furto di opera di ingegno. Dite
        quelloc he volete ma se la frutta costa cara
        mica la rubate e allora vale los tesso
        principio, fate scipero e non comprate.Ho vomitato anch'io la colazione!!!! Se 6 come scrivi mamma mia che brutta gente i discrografici!!!!!!Sai qual è il problema!!! Che purtroppo per la Ferrari e la frutta non esiste ancora un bel masterizzatore atomico tipo quello di star trek che riproduce materia,ma ti assicuro che quando lo invententeranno faremo a meno dei fruttivendoli e delle concessionarie!!!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ditelo che rosicate e finita li',
        caro (troll)l'esempio della frutta ti si ritorce contro.... se è vero che la frutta costa molto al supermercato, aspetto l'ambulante e la pago di meno... sennò vado al mercatino rionale e sicuramente troverò prezzi piu bassi... (ma tu che ne sai, sei mai stato a fare la spesa?) in quel settore c'è cmq concorrenza e non mi sogno neanche di andare nottetempo a rubare frutta sugli alberi...si puo dire la stessa cosa per il mercato degli audiovisivi?aspetto ansioso una tua illuminante risposta.....
  • Anonimo scrive:
    Cinema in "crisi", noleggio in aumento
    Almeno questo lo ammettono.Ovvio che se uno ritiene più comodo il DVD allora al cinema ci va di meno. Di sicuro l'espansione del mercato del noleggio danneggia il mercato delle sale cinematografiche.Ehm, che faranno ora? Mettono fuorilegge il noleggio perchè danneggia le sale? Ma se i soldi ricavati vanno cmq a loro...bhè forse si renderanno conto che la concorrenza se la fanno da soli e che il potenziale pubblico pagante non è infinito, ma ben limitato e averne di più da una parte vuol dire meno dall'altra. Probabilmente il noleggio produce minori ricavi, ma certamente ha meno costi di gestione.
    • maciste scrive:
      Re: Cinema in "crisi", noleggio in aumen
      - Scritto da: Anonimo
      Almeno questo lo ammettono.
      Ovvio che se uno ritiene più comodo
      il DVD allora al cinema ci va di meno. Di
      sicuro l'espansione del mercato del noleggio
      danneggia il mercato delle sale
      cinematografiche.C'è da dire che anche l'home video è cambiato, ora con la qualità dei dvd, i tv al plasma, lcd ed i proiettori, gli impianti 5.1, vedersi un film a casa è tutta un'altra cosa rispetto a qualche anno fa con il pessimo vhs...
      Ehm, che faranno ora? Mettono fuorilegge il
      noleggio perchè danneggia le sale?No, ma ad esempio aumentare il prezzo dei master da noleggio si...
      • Anonimo scrive:
        Re: Cinema in "crisi", noleggio in aumen


        Ehm, che faranno ora? Mettono
        fuorilegge il

        noleggio perchè danneggia le
        sale?

        No, non ci giurerei, per i cd audio è successo. Certo un cd solitamente si acolta più di una volta e il film di solito no, però non è mai detto
      • 3p scrive:
        Re: www.play.com www.cd-wow.com
        - Scritto da: maciste

        Ehm, che faranno ora? Mettono
        fuorilegge il

        noleggio perchè danneggia le
        sale?

        No, ma ad esempio aumentare il prezzo dei
        master da noleggio si... ^^^^^^^
        tracchete! Ecco dove volevo arrivare... Si fiuta il bìsness ed il prezzo... s'impeeenna!OPs! scusate il titolo errato :(==================================Modificato dall'autore il 12/07/2004 15.22.20
  • Anonimo scrive:
    Crisi...
    Un sacco di altre aziende ed industrie hanno avuto un calo delle vendite negli ulimi due anni, ad esempio nokia nell'ultimo hanno ha avuto delle perdite da loro considerate consistenti, questo anche se è ancora impossibile copiare oggetti solidi!Stanno cercando di correggere il tiro poichè si sono resi conto che il loro prodotti non interessavano più come prima!Stessa cosa vale per le major, se producete merda è colpa vostra non della pirateria!
  • Anonimo scrive:
    Dobbiamo venirici incontro a vicenda.
    La qualità dei contenuti si è abbassata notevolmente e i prezzi sono troppo alti, ridicoli... Se tutte queste case e associazioni pensassero meno a riempirsi il portafogli le cose andrebbero meglio... Troppi porci mangiano nello stesso piatto, esattamente come in politica .. ;)Chi si scarica un Signore degli Anelli o simili non ha grande interesse verso l'opera e quindi è facile che non acquisti nè il DVD, nè visione cinematografica.Servizi nuovi o migliori e prezzi MOLTO minori.Più faranno arrabbiare le persone con decreti idioti antipirateria e facendo pagare miliardi le cagate, peggio sarà. ... dobbiamo venirici incontro a vicenda.
  • aenigma scrive:
    Il vero motivo...
    [...]Nel WorldWide Internet Piracy Study, gli studios affermano che tra il 2002 e il 2003 si è assistito ad un calo del 4 per cento negli ingressi nei cinema nel mondo ma ammettono anche che le vendite di DVD così come il settore del noleggio di DVD ha subito una drastica accelerazione nel corso degli ultimi due anni[...]Non é che il motivo vero é che negli ultimi anni hanno realizzato per la strangrande maggioranza film di ME**A e che la gente si é rotta di pagare per vedere delle CAG**E pazzesche?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero motivo...

      Non é che il motivo vero é che
      negli ultimi anni hanno realizzato per la
      strangrande maggioranza film di ME**A e che
      la gente si é rotta di pagare per
      vedere delle CAG**E pazzesche?Parole sante!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero motivo...
      - Scritto da: aenigma
      [...]
      Nel WorldWide Internet Piracy Study, gli
      studios affermano che tra il 2002 e il 2003
      si è assistito ad un calo del 4 per
      cento negli ingressi nei cinema nel mondo ma
      ammettono anche che le vendite di DVD
      così come il settore del noleggio di
      DVD ha subito una drastica accelerazione nel
      corso degli ultimi due anni
      [...]

      Non é che il motivo vero é che
      negli ultimi anni hanno realizzato per la
      strangrande maggioranza film di ME**A e che
      la gente si é rotta di pagare per
      vedere delle CAG**E pazzesche?no non mi apre proprio che i film di m siano più di una volta anzi, altrimenti anche il noleggio sarebbe diminiuto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero motivo...
      Ciao ,dovrebbero essere contenti di un calo del solo 4% !!!!Ma la crisi economica non la considerano ???I primi beni a cui si rinuncia sono proprio questi. In altri settori i cali sono stati dell'ordine del 15/20% .......Il p2p non c'entra quansi nulla .... tra un pezzo di pane e un film .... rinuncio al film ....Saluti
  • vyger scrive:
    ma quando mai
    ma per favore, se uno preferisce il signore degli anelli scaricato, con video appena decente e audio mono rimbombante, non fa testo, al massimo lo nelloggio e lo copio cosi ho il 5.1, certi film o li vedi al cinema o e' come se non li hai visti.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma quando mai
      - Scritto da: vyger
      ma per favore, se uno preferisce il signore
      degli anelli scaricato, con video appena
      decente e audio mono rimbombante, non fa
      testo, al massimo lo nelloggio e lo copio
      cosi ho il 5.1,
      certi film o li vedi al cinema o e' come se
      non li hai visti.Hai sbagliato esempio.Il film di riferimento e' Vacanze in India.Uno lo guarda sul Divx che probabilmente e' migliorativo rispetto all'originale e dopo 10 minuti, forse meno, stoppa il player, cancella il file, maledice il tempo che ci ha perso per scaricarlo e si consola dicendo "E per fortuna che non sono andato a vederla al cinema questa boiata".
  • Anonimo scrive:
    Considerazioni un po' OT...
    Leggendo che "Corea del Sud ... il 98 per cento di loro utilizza connettività broad band (la Corea è il paese a più alto tasso di banda larga nel mondo)."viene un po' di amarezza a pensare che a 2 passi si trova la Corea del Nord, senza dubbio il paese piu' disastrato del pianeta, dove regolarmente si muore di fame sotto gli slogan della "grande" riforma agricola e dove l'unico sogno del regime sembra essere la sintesi di plutonio da usare come arma di ricatto per mendicare un po' di derrate alimentari per la propria nomenklatura ... E tutto per l'ottusita' di un manipolo di pensatori ottocenteschi, molto limitati nella visione della storia e impregnati di hegelismo al punto da sconfessarlo ma da mantenerne il metodo e considerare davvero realta' le loro elucubrazioni ... SRP
  • Anonimo scrive:
    Sì, sì, hanno ragione...
    stacchiamoci la banda larga e torniamo al 56K... anzi buttiamo via pure il computer.Poi stacchiamo anche il cervello così saremo anche ben disposti a comprare tutte le loro porcherie per giunta pagandole ai loro prezzi assurdi.
  • Anonimo scrive:
    Torniamo al 56K, anzi al 14.4
    Tutta colpa della banda larga, che ci induce a diventare criminali di prim'ordine....Per il bene dell'umanità bisogna eliminare la banda larga, altrimenti come faranno gli attori a fare benzina al loro jet personale?Mezzo kappa al secondo è più che sufficiente per un moderno utente di internet!
    • Anonimo scrive:
      Re: Torniamo al 56K, anzi al 14.4
      Forse sarebbe meglio avere la banda larga solo in upload cosi da rendere i nostri pc più performanti nell'invio di informazioni personali alle major.
    • Anonimo scrive:
      Re: Torniamo al 56K, anzi al 14.4
      - Scritto da: Anonimo
      Tutta colpa della banda larga, che ci induce
      a diventare criminali di prim'ordine....
      Per il bene dell'umanità bisogna
      eliminare la banda larga, altrimenti come
      faranno gli attori a fare benzina al loro
      jet personale?
      Mezzo kappa al secondo è più
      che sufficiente per un moderno utente di
      internet!Certe volte è necessario sacrificare il progresso pur di rispettare la legge e tutelare gli interessi delle majors cinematografiche. Io infatti mi sottopongo volentieri al bombardamento pubblicitario di circa un quarto d'ora a cui si è sottoposti al cinema prima della proiezione del film, pur avendo pagato il biglietto e quindi i diritti e tasse a tutti gli enti di competenza. Propongo l'istituzione di un c/c a favore delle majors americane per risarcirli in parte dei continui danneggiamenti a cui sono sottoposti, insomma un fondo internazionale d'emergenza come emergency, amnesty international, vittime della guerra irachena e così via.
    • scorpioprise scrive:
      Re: Torniamo al 56K, anzi al 14.4
      Soluzione ancora più adatta alla loro statistica: andiamo tutti collegati via modem del telefono GSM a 9,6kbps.tutti i vantaggi (per loro):1.saprebbero sempre dove sei (triangolazione del GSM - ip pubblico);2.paghi come una banca per ogni minuto collegato;3.puoi scaricare solo alla suddetta velocità, quindi praticamente nessun file protetto e nessun filesharing;4.puoi essere collegato, con qualunque computer, portatile o desktop, da (quasi) ogni punto del pianeta.tutti i vantaggi (per noi):1. ... (pagina bianca) ...2. ... (pagina bianca) ...Vedete? è proprio quello che cercano.....
  • Anonimo scrive:
    Il noleggio....
    è legale????Allora lo sfruttiamo. I veri ladri sono quelli che al cinema ti chiedono 7 euro per vedere un film o ti chiedono 20-25 euro per comprare un DVD o 20 euro per un cd!La storia è sempre quella del cane che si morde la coda!La MPAA e le altre associazioni devono capire che se non abbassano i prezzi nessuno comprerà più nulla ed i cinema saranno sempre più vuoti. Andando avanti così sono loro che si stanno scavando la fossa, ma sono così ottusi che non lo capiscono!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il noleggio....
      Per quel che mi riguarda io dico la mia, ho una tessera di favore al cinema che mi permette l'ingresso senza pagare nemmeno 1 euro, eppure al cinema non ci vado da circa 3 anni, non ne sento la necessità, se proprio necessario vado alla videoteca che sta SOTTO CASA MIA, per 1 EURO! noleggio il film che mi interessa (DVD) e me lo godo a casa mia nel mio bell'impianto 5.1, in tutta tranquillità alla faccia dei cinema, è vero che il cinema è un'altra cosa, soprattutto per via dello schermo, ma preferisco la comodità del mio salotto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il noleggio....
        - Scritto da: Anonimo
        Per quel che mi riguarda io dico la mia, ho
        una tessera di favore al cinema che mi
        permette l'ingresso senza pagare nemmeno 1
        euro, eppure al cinema non ci vado da circa
        3 anni, non ne sento la necessità, se
        proprio necessario vado alla videoteca che
        sta SOTTO CASA MIA, per 1 EURO! noleggio il
        film che mi interessa (DVD) e me lo godo a
        casa mia nel mio bell'impianto 5.1, in tutta
        tranquillità alla faccia dei cinema,
        è vero che il cinema è
        un'altra cosa, soprattutto per via dello
        schermo, ma preferisco la comodità
        del mio salotto.Infatti.....Quel che fa inkazzare 'ste major è che non riescono e non potranno mai convincerci ad acquistare quello che loro vogliono venderci a caro prezzo, soprattutto schifezze. Cosa vogliono rendere anche il noleggio illegale?????Ma vaff........!!!!!!:@:@:@
        • Saxman scrive:
          Re: Il noleggio....

          Infatti.....
          Quel che fa inkazzare 'ste major è
          che non riescono e non potranno mai
          convincerci ad acquistare quello che loro
          vogliono venderci a caro prezzo, soprattutto
          schifezze. Cosa vogliono rendere anche il
          noleggio illegale?????
          Ma vaff........!!!!!!:@:@:@Beh se ci pensi bene per i CD il noleggio l'hanno reso illegale...Ed eravamo in un periodo simile a questo (per i DVD) dove il masterizzatore di CD era ancora un apparecchio che in relativamente pochi usavano...Saxman
      • avvelenato scrive:
        Re: Il noleggio....
        - Scritto da: Anonimo
        Per quel che mi riguarda io dico la mia, ho
        una tessera di favore al cinema che mi
        permette l'ingresso senza pagare nemmeno 1
        euro, eppure al cinema non ci vado da circa
        3 anni, non ne sento la necessità, se
        proprio necessario vado alla videoteca che
        sta SOTTO CASA MIA, per 1 EURO! noleggio il
        film che mi interessa (DVD) e me lo godo a
        casa mia nel mio bell'impianto 5.1, in tutta
        tranquillità alla faccia dei cinema,
        è vero che il cinema è
        un'altra cosa, soprattutto per via dello
        schermo, ma preferisco la comodità
        del mio salotto.pigrone! :P ;)(btw, se non fossi in fase di boicottaggio contro l'entertainment, al cinema ci andrei decisamente spesso, impianto o non impianto! Ma vuoi mettere gli amici? Ma vuoi mettere mangiare fuori?Ma vuoi mettere la topa ? :D )
  • Anonimo scrive:
    certo cinema se ne fotterà :-)
    ovviamente chi ama certo cinema, al cinema ci va.e quel tipo di cinema continuerà a ricevere il giusto compenso, non esorbitante, ma sempre lo stesso, identico da prima a dopo il filesharing.
  • Anonimo scrive:
    Ma allora non è meglio...
    ...sfruttare il fenomeno anziché contrastarlo ?Perché non ripensare ad una distribuzione conveniente (sia per i produttori che per i clienti) basata sul modello shareware ?Prima me lo scarico legalmente (magari a qualità VHS - 352x288/mono - così faccio pure prima) una volta valutato posso procedere all'acquisto on-line (*non* del file ma del supporto FISICO) ad un prezzo conveniente, grazie alla produzione on-demand ed alla vendita diretta. Perché no ?Marco Radossevichparchwork@libero.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma allora non è meglio...
      - Scritto da: Anonimo
      ...sfruttare il fenomeno anziché
      contrastarlo ?
      Perché non ripensare ad una
      distribuzione conveniente (sia per i
      produttori che per i clienti) basata sul
      modello shareware ?
      Prima me lo scarico legalmente (magari a
      qualità VHS - 352x288/mono -
      così faccio pure prima) una volta
      valutato posso procedere all'acquisto
      on-line (*non* del file ma del supporto
      FISICO) ad un prezzo conveniente, grazie
      alla produzione on-demand ed alla vendita
      diretta. Perché no ?

      Marco Radossevich

      parchwork@libero.itVedendo le proposte che hanno fatto sui metodi di distribuzione forse è più facile convincere un MULO!!!!
  • Anonimo scrive:
    gli studi MPAA
    http://p2pnet.net/story/1875ma LOL
  • Anonimo scrive:
    I sondaggi e un calcolo semplice
    "Il 17% di chi ha scaricato afferma di andare meno al cinema"...Peccato che il comunicato dei cinematografici non dica anche che quello stesso studio ha dimostrato che "l'83% di chi ha scaricato afferma di andare al cinema come o più di prima" (se la matematica non è un'opinione)...Ma questo non lo dite in giro, eh...
  • Anonimo scrive:
    Mi sto chiedendo....
    non ne capisco molto di queste cose ma...se noi non possiamo scaricare un DivX perche' e' vietato altrimenti saremo pirati..come mai ci sono in vendita (ovunque) i lettori per DivX???
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sto chiedendo....
      - Scritto da: Anonimo
      non ne capisco molto di queste cose ma...
      se noi non possiamo scaricare un DivX
      perche' e' vietato altrimenti saremo
      pirati..
      come mai ci sono in vendita (ovunque) i
      lettori per DivX???Perché è la domanda che crea l'offerta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sto chiedendo....
        - Scritto da: Anonimo
        non ne capisco molto di queste cose ma...
        se noi non possiamo scaricare un DivX
        perche' e' vietato altrimenti saremo
        pirati..
        come mai ci sono in vendita (ovunque) i
        lettori per DivX???Perché è la domanda che crea l'offerta.quindi9 se la domanda ha creato la legge perche' per la risposta non ce n'è nessuna?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sto chiedendo....
      - Scritto da: Anonimo
      non ne capisco molto di queste cose ma...
      se noi non possiamo scaricare un DivX
      perche' e' vietato altrimenti saremo
      pirati..
      come mai ci sono in vendita (ovunque) i
      lettori per DivX???per vedere il tuo fimato del matrimonio, no?oppure i filmati amatoriali del dopo matrimonio... ovvio...
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sto chiedendo....
        Si ma il DivX è considerato un formato pirata...E comunque ricorda che se vuoi registrare il filmino del tuo matrimonio di andare alla SIAE a richiedere il bollino blu ;)Vabbè io mi vado a fare un giro sul mio Muletto, nooooooo, Kazaaaaaaa, c'è un vigile URBANI..... :@ciaoooooo :)
  • Federikazzo scrive:
    nulla da eccepire...

    MPAA si è anche detta preoccupata perché
    la stragrande maggioranza degli intervistati
    non ritiene che scaricare film sia un atto
    grave capace di danneggiare la societàpoveretti... loro si preoccupano dei problemi della nostra società! come dargli torto? chi scarica film danneggia la (LORO) società e, per colpa di questi pirati, alcuni di questi ONESTI LAVORATORI non potranno recarsi al posto di lavoro con una porsche nuova ogni mese... :'(vergogna!
    e più della metà di coloro che lo hanno fatto
    almeno una volta hanno in animo di
    continuare a scaricare film.brutti scaricatori "ruba-soldi-faticosamente-lucrati-dalle-major", avrete quello che meritate!:@vi toglieranno la broadband e, se questo non dovesse bastare, troveranno come far approvare una tassa sulla vista... così, se vi finisce davvero a non poter più scaricare, dovrete pagare anche per guardare il film a casa di amici: avete idea di quanti soldini perde l'industria cinematografica per queste furbate?!?cattivoni!:D==================================Modificato dall'autore il 12/07/2004 2.29.05
  • Anonimo scrive:
    film di merda me li vedo a casa gratis
    per andare al cinema a vedere uno di quei film appena usciti con trame davvero scontate e nulla più di effetti speciali, allora risparmio un po di soldi e me lo vedo a casa.Certo che se ci fossero dei bei film una volta visti a casa ti verrebbe la voglia di andarteli a vedere al cinema come mi accadde qualche tempo fa con matrix e spiderman.Bah a hollywooooood dovrebbero essere incazzati con i registi e gli sceneggiatori non con la banda larga.Ah certo poi si sono inventati l'uscita in contemporanea in tutte le sale del mondo così anche se il film fa schifo la voce anche se si sparge subito almeno le spese se le ripagano.AMEN
  • Anonimo scrive:
    Tops
    Credo che sia interessante dare un'occhiata alle statistiche presenti in questa pagina:http://www.imdb.com/Top/Soprattutto alle cifre di "Tops at the Box-Office" e "Tops on Video". OK, consideriamo pure l'inflazione, gli investimenti sempre più ingenti da cui ci si aspetta un ritorno (ma il ritorno evidentemente c'è altrimenti avrebbero già fatto festa) e quello che volete... tutto sommato, non mi sembra che il tipo di cinema su cui la MPAA punta di più se la passi poi così male.Alcuni titoli tuttora in programmazione stanno addirittura risalendo la china! Adesso non ci verranno mica a raccontare che stanno difendendo gli interessi del cosiddetto "cinema d'autore"? Con questo po' po' di produzioni... a proposito, sbaglio o la maggior parte dei film in vetta alle classifiche è stata prodotta in piena era P2P (se si toglie la prima trilogia di Star Wars e qualche "capolavoro" di Spielberg le eccezioni sono veramente poche)? Ad occhio e croce dovrebbero essere anche i titoli in assoluto più scaricati (ricordo di aver letto una notizia a proposito della "Passione di Cristo"...). Se chi si scarica un film poi non va al cinema, come si giustificano certi record d'incassi? Vuol dire che quelli che scaricano non sono poi così tanti... allora come mai non fanno altro che lamentarsi dei "pirati scariconi" da mane a sera?Insomma qui, o mi sfugge qualcosa o c'è qualcosa che non torna... :
  • Anonimo scrive:
    ma che atto grave
    ma per piacere.. atto grave... le cose gravi sono ben altre... ci sono persone con regole morali stringentissime da castigare chi ruberebbe persino una caramella e poi hanno tonnellate di materiale copiato a casaforse ste cazzone delle major farebbero bene una volta per tutte ad accettare il concetto che alla gente la licenza di uso/ascolto non va giù e che copiare un cd/dvd è visto come una cosa normalissima e non certo un crimine efferato da reprimere, con buona pace di chi onvece vorrebbe tutti flagellanti e in ginocchio a chiedere perdono.in sintesi: la scoperta dell'acqua.... fredda :@
  • Anonimo scrive:
    Solite banalità
    Fanno queste ricerche per girare le cose come vogliono. Ovviamente poi a partire da questi dati diranno che bisogna monitorare chi ha la banda larga, perché in base a degli studi generalmente chi prende la banda larga lo fa per "piratare", oppure che in base a degli studi un divx scaricato è un dvd comprato in meno (oppure uno spettatore in meno al cinema), perché chi si scarica un divx *poi* non va al cinema.Ovvero, non si preoccupano di capire perché generalmente coloro che non vanno al cinema scaricano i divx, tanto se ci pensano ben loro in seguito a crearli.Ad esempio una possibile motivazione alla questione film-divx potrebbe essere che coloro che si scaricano il film dal p2p si sono rotti le scatole dei prezzi e delle politiche delle major cinematografiche, e prima abbia rinunciato ad andare al cinema e poi abbia cominciato a scaricare (nel qual caso non si potrebbe dire che un film scaricato = uno spettatore/dvd in meno). Oppure effettivamente potrebbero aver ragione loro. Oppure le cose potrebbero essere ancora più complesse. Tanto a loro della verità non interessa. Basta mangiare. E tanto.
  • Anonimo scrive:
    Le interviste
    Di coloro che hanno scaricato film, continua una nota della MPAA riferita allo studio portato a termine dalla società specializzata OTX, il 26 per cento ha dichiarato di avere intenzione di comprare meno DVD e il 17 per cento sarebbe intenzionato a frequentare meno assiduamente le sale cinematografiche. Il 38 per cento, inoltre, ritiene che non possa essere considerato un problema scaricare un film prima che esca nelle sale.Immagino come hanno fatto queste interviste....MPAA: Ehi tu pirata. comprerai il dvd?Pirata: NOOMPAA: Ehi tu pirata. andrai al cinema?Pirata: NOOOOPerchè a me non l'hanno fatta?Sarebbe stata una cosa del tipo:MPAA: Ehi tu Jack. Hai scaricato film ultimamenteJack: Si, quello di Michael Moore F 9/11MPAA: Andrai al cinema a vederlo quando esce in Italia?Jack: Si certo, è troppo un gran documentario, non ci sarei mai andato se non lo avessi visto prima, anzi quasi quasi lo vado a vedere prima negli States e poi quando rientro lo vedo anche in Italiano, la versione scaricata non rende bene, come tutte le versioni di film che trovi sul p2p.MPAA: Hai mai scaricato un film senza poi andarlo a vedere?Jack: Certo!!! tutti quelli che facevano cagare e che sono stati prontamente segati dal disco prima ancora che finissi di scaricarli, mi è bastata l'anteprima...MPAA: Quanti film hai?Jack: due... F 9/11 e WarGames visto 21 anni fa al cinema.MPAA: Cosa ne pensi dei pirati?Jack: penso che tu non sappia di cosa stai parlando.
  • Anonimo scrive:
    ma andate affanculo
  • avvelenato scrive:
    mi pare ovvio
    chi scarica appartiene generalmente a quella fascia della popolazione arcistufa della situazione attuale del mercato dell'entertainment.sono tutti (siamo tutti) abbastanza informati e inca##ati.l'altro giorno ho provato a vedere un film bellissimo, dogville, regolarmente noleggiato, ho detto "vah, me lo compro", quando faccio per rivedermelo prima di riportarlo al videonoleggio mi ha dato dei casini perché a insindacabile giudizio del player avevo l'uscita tv attivata... ho dovuto scaricare un prog. per aggirare i drm per potermelo rivedere.risultato: non lo compro, lo scarico.... tanto anche se lo comprassi dovrei infrangere la legge e le protezioni drm per potermelo vedere! allora tanto vale infrangerla per bene.
    • Anonimo scrive:
      Re: mi pare ovvio
      stessa cosa successa anche a me per spiderma. dvd originalissimo pagato un fottio che non voleva girare perchè il driver farlocco della geffo dava a intendere che avevo la s-video attiva ama anche fosse stato così? non posso guardare un dvd con il pc come sorgente? cmq mi sono preso la mia bella soddisfazione, non dico come, ma l'ho presa :D
      • argaar scrive:
        Re: mi pare ovvio
        te lo sei scaricato????;) e vai!!!!!!!:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D
      • Anonimo scrive:
        Re: mi pare ovvio
        - Scritto da: Anonimo
        stessa cosa successa anche a me per
        spiderma. dvd originalissimo pagato un
        fottio che non voleva girare perchè
        il driver farlocco della geffo dava a
        intendere che avevo la s-video attiva

        ama anche fosse stato così? non posso
        guardare un dvd con il pc come sorgente? Appunto... che majors squale.Io volevo eventualmente prendere un lettore DVD per il PC e guardare il film sul televisore collegato all'uscita TV, senza dover prendere un lettore apposta per il televisore, per quale ragione non potrei farlo visto che i DVD costano e anche salati?E si lagnano anche...
        cmq mi sono preso la mia bella
        soddisfazione, non dico come, ma l'ho presa
        :Dcrakkato anche tu? Beh, lo puoi dire ormai :D
        • Anonimo scrive:
          Re: mi pare ovvio

          Io volevo eventualmente prendere un lettore
          DVD per il PC e guardare il film sul
          televisore collegato all'uscita TV, senza
          dover prendere un lettore apposta per il
          televisore, per quale ragione non potrei
          farlo visto che i DVD costano e anche
          salati?perchè loro vogliono dirti cosa fare, quante volte e come farlo.se tu vuoi vedere un film DEVI noleggiarlo, DEVI vederlo in un lettore DVD per Tv che magari ti vendono al BB (visto che ne fanno pubblicità) e magari DEVI stare attento a quante volte lo vedi perchè il dischetto è tanto sensibile e potrebbe fare l'offeso e decidere di nn funzioanre più... AAAHHHHHH...
  • incuso scrive:
    atto grave
    MPAA si è anche detta preoccupata perché la stragrande maggioranza degli intervistati non ritiene che scaricare film sia un atto grave capace di danneggiare la società... Scaricando creo sicuramente danno a qualcuno, ma da qui a danneggiare la società... :DM.--http://incuso.altervista.org
    • TPK scrive:
      Re: atto grave
      E' perche' hanno paura che l'americano medio gli diventi comunista...
    • Anonimo scrive:
      Re: atto grave
      - Scritto da: incuso
      MPAA si è anche detta preoccupata
      perché la stragrande maggioranza
      degli intervistati non ritiene che scaricare
      film sia un atto grave capace di danneggiare
      la società...

      Scaricando creo sicuramente danno a
      qualcuno, ma da qui a danneggiare la
      società... :DNo, aspetta. Fermo li'. Non ti fare ingannare.Tu non crei nessun danno.Hai scaricato un Divx.Benissmo.Ci saresti andato al cinema a vedere quel film?Lo avresti acquistato o noleggiato in DVD?Se la risposta e' no, non hai creato nessun danno.Se la risposta e' si, andiamo avanti.In passato, prima dei Divx, quante volte sei stato al cinema?E il film ti e' sempre piaciuto?Quanti film ti sei visto (pagando) al cinema che se avessi potuto vedere in Divx prima, non ci saresti andato perche' non ti sarebbero piaciuti?Ecco, tira un po' le somme e vediamo quanto fa.Secondo me siamo un po' tutti a credito.Senza contare che tanto prima o poi il film passa su canale 5, e quindi vederselo in Divx e' solo poterlo vedere un po' prima, e senza pubblicita'.
    • Anonimo scrive:
      Re: atto grave
      - Scritto da: incuso
      MPAA si è anche detta preoccupata
      perché la stragrande maggioranza
      degli intervistati non ritiene che scaricare
      film sia un atto grave capace di danneggiare
      la società...

      Scaricando creo sicuramente danno a
      qualcuno, ma da qui a danneggiare la
      società... :D

      M.
      --
      incuso.altervista.org Il danno lo crei al portafoglio di quel cretino di Jack Valente.....
  • Anonimo scrive:
    Ma in verità......
    quanto ogni tanto pre urbani scaricavo qualche film andavo di più al cinemaadesso non scarico più ma non mi vedono manco dipinto in una sala cinematografica8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma in verità......
      quanto ogni tanto pre urbani scaricavo qualche film andavo di più al cinemaadesso non scarico più ma non mi vedono manco dipinto in una sala cinematograficaquando scaricavi PRE urbani??? ti sei cagato sotto che ora non scarichi piu'?
  • Anonimo scrive:
    costi e benefici
    spendere soldi per film ciofeca?!? nao nao nao!!!!comprare dvd di film ciofeca??? nao nao nao!!!!!!i campioni d'incasso non hanno questi probblemi........vedi uomo ragno 2 andro al cinema e compro anche il dvd.....ma i film pidocchiosi ...teneteli in casa vostra.....
    • TPK scrive:
      Re: costi e benefici
      Ed io che consideravo spiderman una ciofeca...
      • Anonimo scrive:
        Re: costi e benefici
        penso stesse ironizzando.... :D
        • TPK scrive:
          Re: costi e benefici
          Beh, tenendo conto di quanti M$ ha fatto SP2 negli USA... :s
          • Anonimo scrive:
            Re: costi e benefici
            - Scritto da: TPK
            Beh, tenendo conto di quanti M$ ha fatto SP2
            negli USA... :sHo passato due minuti a chiedermi che c'entrasse il Service Pack 2 della Micro$oft... mi sa che sto perdendo colpi :$
          • TPK scrive:
            Re: costi e benefici
            - Scritto da: Akaal
            - Scritto da: TPK

            Beh, tenendo conto di quanti M$ ha
            fatto SP2

            negli USA... :s

            Ho passato due minuti a chiedermi che
            c'entrasse il Service Pack 2 della
            Micro$oft... mi sa che sto perdendo colpi :$Vabbe', e' uguale: entrambi ottimi prodotti! Per non parlare di major e microsoft, che tutti noi amiamo!
          • MemoRemigi scrive:
            Re: costi e benefici
            - Scritto da: Akaal
            - Scritto da: TPK

            Beh, tenendo conto di quanti M$ ha
            fatto SP2

            negli USA... :s

            Ho passato due minuti a chiedermi che
            c'entrasse il Service Pack 2 della
            Micro$oft... mi sa che sto perdendo colpi :$Non sei il solo :)
          • Anonimo scrive:
            Re: costi e benefici
            - Scritto da: Akaal

            Ho passato due minuti a chiedermi che
            c'entrasse il Service Pack 2 della
            Micro$oft... mi sa che sto perdendo colpi :$Che tristezza estrema!Forse dovresti staccarti un po' dal pc ogni tanto.
    • Anonimo scrive:
      Re: costi e benefici
      io ho gia visto fahrenheit 9/11 in divx [CAM POT] e senza dubbio andro al cinema a vederlo..... (cosa peraltro che avevo già deciso prima).... che danno faccio al cinema? e alla società?vacchino rispondi 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: costi e benefici


      vedi uomo ragno 2 andro al cinema e compro
      anche il dvd.....
      Se lo stessero proiettando anche in Italia come in tutto il mondo, nella sua versione integrale e ADESSO, avresti perfettamente ragione.Invece secondo i distributori italiani, noi popolo di poveri imbecilli deve aspettare tre mesi per vedere un film che comunque verrà proiettato in una versione per minorati mentali in cui attori italiani più o meno professionisti parlano sopra al recitato originale facendo muovere le bocche fuori sincrono ai personaggi, e tutto perché i distributori pensano che gli Italiani evidentemente non sappiano leggere. La cosa assurda è che non mi danno la possibilità di scegliere: mi OBBLIGANO a vedere la versione doppiata, facendomi perdere una quisquilia come *tutto il recitato* del film.Vadano a farsi fottere: io il film l'ho già visto, visto che tutti i miei amici l'hanno già visto nei paesi in cui vivono e volevo parlarne con loro. È molto bello, a chi piace il genere, e comprerò probabilmente il DVD appena esce all'estero, ossia tre mesi prima che qui.Lo stesso discorso si faccia per Shrek 2.E comunque anche per tutti gli altri film: l'Italia è l'UNICO paese del MONDO che obbliga il suo popolo a vedere i film senza la recitazione originale. Anche in Francia, dove doppiano parecchio, le prime visioni sono comunque ANCHE in inglese con sottotitoli. E non ci vengano a dire che "non farebbe successo" perché un film sottotitolato come "Passion of Christ" in Italia ha fatto uno sfacelo di soldi al botteghino.-- Stefano
      • Anonimo scrive:
        Re: costi e benefici

        Se lo stessero proiettando anche in Italia
        come in tutto il mondo, nella sua versione
        integrale e ADESSO, avresti perfettamente
        ragione.
        Invece secondo i distributori italiani, noi
        popolo di poveri imbecilli deve aspettare
        tre mesi per vedere un film che comunque
        verrà proiettato in una versione per
        minorati mentali in cui attori italiani
        più o meno professionisti parlano
        sopra al recitato originale facendo muovere
        le bocche fuori sincrono ai personaggi, e
        tutto perché i distributori pensano
        che gli Italiani evidentemente non sappiano
        leggere. La cosa assurda è che non mi
        danno la possibilità di scegliere: mi
        OBBLIGANO a vedere la versione doppiata,
        facendomi perdere una quisquilia come *tutto
        il recitato* del film.
        Vadano a farsi fottere: io il film l'ho
        già visto, visto che tutti i miei
        amici l'hanno già visto nei paesi in
        cui vivono e volevo parlarne con loro.
        è molto bello, a chi piace il genere,
        e comprerò probabilmente il DVD
        appena esce all'estero, ossia tre mesi prima
        che qui.
        Lo stesso discorso si faccia per Shrek 2.
        E comunque anche per tutti gli altri film:
        l'Italia è l'UNICO paese del MONDO
        che obbliga il suo popolo a vedere i film
        senza la recitazione originale. Anche in
        Francia, dove doppiano parecchio, le prime
        visioni sono comunque ANCHE in inglese con
        sottotitoli. E non ci vengano a dire che
        "non farebbe successo" perché un film
        sottotitolato come "Passion of Christ" in
        Italia ha fatto uno sfacelo di soldi al
        botteghino.

        --
        StefanoHai ragione sul fatto che i film qui li puoi vedere solo in italiano, ma per quanto riguarda il doppiaggio ti devo dare torto: i doppiatori italiani sono tra i migliori al mondo. Non so se ti è mai capitato di vedere qualche film doppiato in altre lingue, ma per esempio io che parlo portoghese ho assistito a certi doppiaggi in tale lingua da far accapponare la pelle. Addirittura personaggi diversi che parlavano con voci uguali (per risparmiare sui doppiatori ovviamente), e amici dei paesi dell'est mi hanno riferito di cose pazzesche in russia, polonia ecc, dove addirittura si inventavano dialoghi che nell' originale non esistevano o avevano altri significati.In fin dei conti, quando il film è doppiato bene non è un problema la mancanza della lingua originale.Diciamo invece che tanta gente vuole i film in lingua originale solo per fare i fighi con gli amici (cioè...sai... mi sono abituato a sentire woody allen con la sua voce quando vivevo a niuiocch che adesso proprio.... ommioddio.... non potrei mai e poi mai sentirlo con un'altra voce... che orrore.... ma come fate voi poveretti provincialotti senza woody in original???)
        • 3p scrive:
          Re: costi e benefici
          Sulla qualità dei doppiatori italiani non posso che darti ragione: sono bravissimi.Io personalmente ho visto SPQR (quello con Boldi, DE Sica,...) in tedesco e devo ammettere che era divertentissimo: non tanto il film che è quello che è, ma sentire Boldi cantare con una vocina in tedesco l'equivalente di "tu cc'hai le puppe a pera" mi ha fatto letteralmente saltare dalla sedia dal ridere.Adoro i film in lingua soprattutto per imparare/ripassare. Dài, i Simpson in tedesco o in Inglese sono divertenti (Anche se qui in Italia sono doppiati benissimo, il tono di Homer è un po' diverso ma forse quello italiano è migliore ;) )Quando sono stato in Portogallo (guarda caso) molte trasmissioni erano in lingua originale: mi ricordo di "Beverly Hills 90310" (spero di avere azzeccato il n°) in inglese alla TV. E mi avevano anche parlato dei loro pessimi doppiatori. Oggi non so com'è.
        • Anonimo scrive:
          Re: costi e benefici
          una curiosità off-topic: quali sarebbero i paesi dove si mangia meglio che in italia? e a quali piatti ti riferisci?attento a quello che dici.... sono accreditato come una buona forchetta e ho avuto la fortuna di visitare qualche paese straniero... sono proprio curioso di sentirti, guarda...
          • Anonimo scrive:
            Re: costi e benefici
            - Scritto da: Anonimo
            una curiosità off-topic: quali
            sarebbero i paesi dove si mangia meglio che
            in italia? e a quali piatti ti riferisci?Fino a una trentina di anni fa credo che l'Italia fosse messa davvero molto bene. Oggi però si mangia troppa carne, troppa pasta e niente più pesce, con quello che costa. ANdare al ristorante non è più un modo come un altro per mangiare con gli amici, ma è diventata un'occasione speciale da minimo 40 euro: improponibile.In paesi come Hong Kong e Giappone invece si mangia ancora come 100 anni fa, in ogni dove ci sono ristorantini che propongono piatti storici con materie prime eccezionali e prezzi qui mai visti (tipo 3 euro a testa al massimo). La varietà e la genuinità della cucina cinese (niente a che vedere con quella dei ristoranti cinesi in Italia, beninteso), cantonese e nipponica è considerata da ogni persona che abbia anche solo frequentato per due giorni un corso di cucina la più antica e varia ed elaborata della storia umana (e non a caso loro sono le popolazioni più longeve). È anche una questione culturale: loro sono gli unici popoli che hanno ancora la cultura del cibo come substrato culturale fondamentale, cosa che noi stiamo perdendo: dalle loro parti non c'è persona, non c'è ragazzina/ragazzino di 13 anni che non venga ancora istruito a rispettare i crismi e i canoni del buon cucinare, e qualunque personaggio in carriera o sbandato di periferia sa lo stesso benissimo come prendersi 5 ore di preparazione per cucinare un Hot Pot o un okonomiyaki. Dove da noi le vecchine che vendono castagnacci nelle strade sono in via d'estinzione e snobbate dai giovani, laggiù ogni 20 metri ci sono ambulanti ben vestiti che vendono deliziosi takoyaki appena cotti e superbamente preparati (sono polpettine di besciamella, verdura e polpo da mangiare come snack); mentre qua le gustose piadine e panini si trovano ormai solo in negozi spcializzati o in fiere annuali perché stanno scomparendo i venditori che animavano le nostre strade e piazze, laggiù ovunque, persino sotto i grattacieli di Hong Kong, una quantità infinita e chiassosa di ambulanti vende in continuazione banchi di spiedini di pesce, di sushi, di frutti di mare cotti ancora vivi, di complessi manicaretti a base di soia zenzero interiora di manzo e zucchero (detto così sembra orrendo ma invece sono cose assolutamente deliziose), e il tutto a non più di 20 centesimi di euro.

            attento a quello che dici.... sono
            accreditato come una buona forchetta e ho
            avuto la fortuna di visitare qualche paese
            straniero... sono proprio curioso di
            sentirti, guarda...Nei paesi anglosassoni hai ragione, è una cosa tremenda. Là in effetti la cultura del cibo non c'è, è sempre stato visto, storicamente, come un istinto da espletare in fretta, nulla più, e questo si riflette nella loro cucina (non a caso il fast food è una loro invenzione).Dei paesi mediterranei noi abbiamo sempre avuto la tradizione migliore, secondo me, ma negli ultimi tempi la Spagna ci sta superando ampiamente: oggi in Italia trovare trattorie con buon pesce e vino sincero a prezzi ridotti è quasi impossibile, mentre in Spagna è ancora una cosa facilissima da trovare un po' ovunque. L'Italiano medio ha perso la sua dieta mediterranea, che era composta da tantissimo pesce, un po' di pasta, pochissima carne, molta verdura e moltissimo sforzo fisico. Oggi la nostra dieta è diventata sedentaria e costituita solo di pasta. Un orientale che viene in Italia si trova, come cibo, abbastanza bene ancora in alcune zone del Sud, ma nel nord non ce la fa, è costretto a mangiare ogni giorno per anni e anni un etto di pasta, loro che sono abituati a non mangiare la stessa cosa per almeno un mese, tanta è la varietà dei loro piatti e delle loro materie prime...!Insomma: adesso nel mondo c'è di meglio, ma siamo ancora in tempo per riprenderci dall'involuzione e competere. Impariamo dagli spagnoli, e soprattutto dagli orientali, e cerchiamo di tirare fuori quella tradizione culinaria che è sempre stata uno dei nostri veri unici fiori all'occhiello.-- Stefano
        • CobraZ scrive:
          Re: costi e benefici
          - Scritto da: LordCasco
          cioè...sai... mi sono
          abituato a sentire woody allen con la sua
          voce quando vivevo a niuiocch che adesso
          proprio.... ommioddio.... non potrei mai e
          poi mai sentirlo con un'altra voce... che
          orrore.... ma come fate voi poveretti
          provincialotti senza woody in original???)Mmmmm, forse Oreste Lionello (il "Woody Allen italiano") ha dato più all'attore "niuorchese" di quanto questi abbia dato a lui.... Tutto questo per dire che anch'io stimo tantissimo i doppiatori italiani. Hai mai visto Rocky con la voce di Stallone? E film epici con un inglese/americano degno dei bassifondi di Philadelphia?
        • Anonimo scrive:
          Re: costi e benefici
          - Scritto da: LordCasco
          ). Dicevo semplicemente che rispetto a molti
          altri non siamo messi malissimo con i
          doppiaggi.
          Facciamo così: i doppiatori italiani
          non sono i migliori del mondo, diciamo che
          se la cavano meglio di tanti altri. Ok?
          ciaoAssolutamente d'accordo. L'Homer di Accolla è meglio dell'originale!
      • Anonimo scrive:
        Re: costi e benefici
        - Scritto da: Anonimo

        mi
        OBBLIGANO a vedere la versione doppiata,
        facendomi perdere una quisquilia come *tutto
        il recitato* del film.E pensare che io credevo che doppiassero i film proprio per farti vedere la parte recitata invece di stare continuamente a leggere i sottotitoli perdendoti gran parte del film.
        Vadano a farsi fottere: io il film l'ho
        già visto, visto che tutti i miei
        amici l'hanno già visto nei paesi in
        cui vivono e volevo parlarne con loro.
        è molto bello, a chi piace il genere,
        e comprerò probabilmente il DVD
        appena esce all'estero, ossia tre mesi prima
        che qui.Scusa, se ti piace leggere comprati il libro.
        E comunque anche per tutti gli altri film:
        l'Italia è l'UNICO paese del MONDO
        che obbliga il suo popolo a vedere i film
        senza la recitazione originale.Cosa che spesso è positiva, sentita la voce di molti attori stranieri.Comunque non confondere recitazione con dizione e intonazione; anche se doppiati tu li vedi lo stesso gli attori, mica li cancellano, e la recitazione non è composta solo dal sonoro.
        Anche in
        Francia, dove doppiano parecchio, le prime
        visioni sono comunque ANCHE in inglese con
        sottotitoli.Bravo. Come "Johnny Stecchino" di Benigni in italiano sottotitolato in francese: i francesi ridevano solo quando veniva inquadrato Benigni mentre faceva le sue smorfie, ma non quando diceva una battuta vera. Non hanno capito una mazza di quel film.Davvero triste.E non ci vengano a dire che
        "non farebbe successo" perché un film
        sottotitolato come "Passion of Christ" in
        Italia ha fatto uno sfacelo di soldi al
        botteghino.Bravo 2. Hai parlato di un film religioso (la cui trama quindi si sa già) + superpubblicizzato + con le scene più forti molto visive (che non avevano bisogno di chissà quale parlato), ma ti sei dimenticato di dire che già adesso non nè parla più nessuno, come se fosse passato nel dimenticatoio.Ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: costi e benefici


          E pensare che io credevo che doppiassero i
          film proprio per farti vedere la parte
          recitata invece di stare continuamente a
          leggere i sottotitoli perdendoti gran parte
          del film.La lettura del sottotitolo ti fa perdere al massimo, nei film più verbosi, 5 minuti totali su un film di due ore.Il che, rispetto alla perdita di tutto il recitato sonoro del film, mi pare un compromesso accettabile.

          Scusa, se ti piace leggere comprati il libro.
          Bella battuta. Adesso torniamo a parlare seriamente però.

          Cosa che spesso è positiva, sentita
          la voce di molti attori stranieri.Stallone sì, in effetti.Brando e De Niro proprio no. Ah ma scusa, tu non hai la minima idea di come reciti veramente De Niro, per te ha una voce con accento romanesco e le consonanti sbagliate.
          Comunque non confondere recitazione con
          dizione e intonazione; anche se doppiati tu
          li vedi lo stesso gli attori, mica li
          cancellano, e la recitazione non è
          composta solo dal sonoro.La recitazione è composta metà dalla fisicità, metà della voce, ovviamente. Perdersene metà solo perché dà fastidio leggere è una scelta per me abbastanza assurda, ma la rispetto e non sono certo qui per convincerti che devi smetterla di vedere i film doppiati. Però siccome esclusa l'Italia il resto dei 6 miliardi di persone al mondo pensa che il doppiaggio faccia schifo, ritengo quantomeno doveroso che i distributori rispettino ANCHE il loro punto di vista e proiettino anche la versione che arriva alle mostre (di cui peraltro nessuno si è mai lamentato anche in Italia).

          Bravo. Come "Johnny Stecchino" di Benigni in
          italiano sottotitolato in francese: i
          francesi ridevano solo quando veniva
          inquadrato Benigni mentre faceva le sue
          smorfie, ma non quando diceva una battuta
          vera. Non hanno capito una mazza di quel
          film.
          Davvero triste.ROTFL, ma tu pensi che doppiando Benigni il film piaccia agli stranieri? Assurdo, te lo immagini Benigni che parla in tedesco profondo e bene impostato quanto possa essere comico?La comicità, soprattutto se legata a caratteristi locali, è intraducibile. Lasciare intatto almeno l'intonazione originale è il minimo che si possa fare.Ma ripeto: se a te piace vedere Myers doppiato, guardati pure le versioni italiane di Austin Powers, che sembrano doppiate per un pubblico di tredicenni sciocchini, io non ti voglio obbligare a vedere l'originale. Rivendico solo il diritto di potermi vedere l'originale anch'io come in tutto il resto del mondo.

          Bravo 2. Hai parlato di un film religioso
          (la cui trama quindi si sa già) +
          superpubblicizzato + con le scene più
          forti molto visive (che non avevano bisogno
          di chissà quale parlato), ma ti sei
          dimenticato di dire che già adesso
          non nè parla più nessuno, come
          se fosse passato nel dimenticatoio.Il DVD è quello più prenotato di tutta la storia dei DVD.Conosco molti in effetti che non sono andati al cinema per paura dei sottotitoli, ma è gente che va al cinema per Boldi e De Sica, e questo spiega tutto. Ma ho visto tantissimi altri che superato l'impatto iniziale hanno detto che in effetti un film sottotitolato è semplicissimo da seguire come mai si sarebbero immaginati. Altre persone non sapevano dei sottotitoli e sono usciti dal cinema senza essersi nemmeno accorti che il film è tutto sottotitolato. Insomma, è questione di abitudine: se tu abitassi in un altro pese, o se guardassi film sottotitolati per un mesetto, cambieresti opinione immediatamente. Ma non sono certo qui per convincerti, voglio solo che tu non mi obblighi a vedere i film solo come vuoi tu.
          • Anonimo scrive:
            Re: costi e benefici
            - Scritto da: Anonimo

            La lettura del sottotitolo ti fa perdere al
            massimo, nei film più verbosi, 5
            minuti totali su un film di due ore.5 minuti???Cosa ti sei fumato?Ok, scrivimi in 5 minuti (facciamo 10 visto che scrivere è più lento che leggere) tutti i dialoghi di un qualsiasi film "verboso" di due ore.
            La recitazione è composta metà
            dalla fisicità, metà della
            voce, ovviamente. Perdersene metà
            solo perché dà fastidio
            leggere è una scelta per me
            abbastanza assurda, ma la rispetto e non
            sono certo qui per convincerti che devi
            smetterla di vedere i film doppiati.La rispetti così tanto che hai scritto:"Invece secondo i distributori italiani, noi popolo di poveri imbecilli deve aspettare tre mesi per vedere un film che comunque verrà proiettato in una versione per minorati mentali"Scusa ma inbecille e minorato mentale sarai te visto il tuo concetto di "rispetto".La tua posizione (per quanto riguarda il non poter scegliere al cinema tra doppiaggio e sottotitoli) sarebbe anche condivisibile o almeno comprensibile, se solo non ti fossi scagliato contro coloro ai quali piace vedere i film in maniera diversa dalla tua definendoli minorati mentali.
            Però siccome esclusa l'Italia il
            resto dei 6 miliardi di persone al mondo
            pensa che il doppiaggio faccia schifo,Questo lo dici tu, ed almeno sui numeri sbagli. Sai quanti dei 6 miliardi di persone vedono i film al cinema? E questi quanti sanno leggere? Lo sai che già nei vicini paesi dell'Est europeo non usano i sottotitoli ma c'è una voce che narra la trama perché ci sono parecchie persone analfabete che dei sottotitoli non saprebbero che farsene?
            Ma ripeto: se a te piace vedere Myers
            doppiato, guardati pure le versioni italiane
            di Austin Powers, che sembrano doppiate per
            un pubblico di tredicenni sciocchini, io non
            ti voglio obbligare a vedere l'originale.
            Rivendico solo il diritto di potermi vedere
            l'originale anch'io come in tutto il resto
            del mondo.Forse vorrai dire in molti paesi.Ma chi l'ha detto che l'originale te lo fanno vedere al cinema in tutto il mondo tranne che in Italia.
            Il DVD è quello più prenotato
            di tutta la storia dei DVD.???Tira fuori le fonti.
            Ma non sono certo qui per
            convincerti, voglio solo che tu non mi
            obblighi a vedere i film solo come vuoi tu.Ecco un'altra TUA INVENZIONE: io non ti ho mai e ripeto mai detto di volerti far vedere i film solo doppiati.Se ti rileggi per bene i post, vedrai chiaramente che tu hai iniziato insultando coloro a cui piace vedere i film doppiati, il che ha attirato la mia attenzione (e non solo mia) spingendomi a risponderti sarcasticamente, ma solo su alcuni tuoi esempi alquanto generici e discutibili che lasciano il tempo che trovano. Non ho mai cercato di convirceti a vedere solo film doppiati.Infine eccoti la mia massima (che però mi sa che ho sentito da qualche parte):"Non è insultando il prossimo che potrai far valere le tue ragioni, perché già il fatto di insultare di fà automaticamente passare dalla parte del torto".Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: costi e benefici

            5 minuti???
            Cosa ti sei fumato?
            Ok, scrivimi in 5 minuti (facciamo 10 visto
            che scrivere è più lento che
            leggere) tutti i dialoghi di un qualsiasi
            film "verboso" di due ore.Non sono quello che ha scritto prima, ma a parte i toni ne condivido la sostanza.Certo, sono al massimo 5 minuti, in quanto al sottotitolo si dà un'occhiata veloce con la coda dell'occhio, non si sposta materialmente la vista completamente sul sottotitolo per tutta la sua durata. Sono stati fatti diversi studi, con un po' di Google si trovano anche.

            La rispetti così tanto che hai
            scritto:
            "Invece secondo i distributori italiani, noi
            popolo di poveri imbecilli deve aspettare
            tre mesi per vedere un film che comunque
            verrà proiettato in una versione per
            minorati mentali"Si riferiva all'atteggiamento dei distributori. È una sensazione diffusa in noi amanti del cinema. Sembra che i distributori ci ritengano minorati mentali, allergici alla lettura del sottotitolo, analfabeti come nei paesi dell'Est europeo. Per non parlare degli adattamenti (guarda che scempio che han fatto con Shaolin Soccer e Dogville, solo per due esempi molto diversi fra loro). La distribuzione italiana ha ancora quell'atteggiamento che considera gli spettatori "popolo bue", e sembra non accorgersi del miglioramento culturale e cinefilo del pubblico cinematografico italiano negli ultimi 30 anni. E il discorso sottotitoli è esemplare: in Italia ci fanno vedere i film solo nella versione "adattata" da loro, che sembrano ritenersi superiori al regista e al pubblico italiano. Modificano le opere, le doppiano, le tagliano, gli cambiano le battute, la musica, per "venire incontro" ai nostri gusti. Questo è francamente frustrante e capisco benissimo le parole accese dell'utente a cui hai risposto.

            Questo lo dici tu, ed almeno sui numeri
            sbagli. Sai quanti dei 6 miliardi di persone
            vedono i film al cinema? E questi quanti
            sanno leggere? Lo sai che già nei
            vicini paesi dell'Est europeo non usano i
            sottotitoli ma c'è una voce che narra
            la trama perché ci sono parecchie
            persone analfabete che dei sottotitoli non
            saprebbero che farsene?Appunto, ma in Italia non ci sono più analfabeti per fortuna, o perlomeno non ce ne sono tanti per giustificare l'assenza del sottotitolo al cinema. E confermo benissimo quello che si dice sull'estero: a parte le zone povere e disastrate, nei paesi benestanti e civili la prima visione è ovunque rigorosamente sottotitolata, dagli USA al Giappone, dalla Francia all'Inghilterra. Casomai (in Francia specialmente) è *affiancata* dalla versione doppiata, che esce parallelamente e non sempre. L'Italia è veramente un caso anomalo.

            Forse vorrai dire in molti paesi.
            Ma chi l'ha detto che l'originale te lo
            fanno vedere al cinema in tutto il mondo
            tranne che in Italia.Straconfermo. Io finora ho viaggiato in Francia Germania UK USA Giappone Hong Kong Olanda Svizzera e Canada. In questi paesi il doppiaggio è una curiosità buffa per strane persone che non sanno leggere o che non ritengono assurdo vedere le bocche parlare fuori sincrono.Prova ad abituarti al sottotitolo, soprattutto quello in inglese, verdai che potrai avere accesso a tutta quella cinematografia che i distributori italiani ti hanno negato finora, portandoti solo il mainstream americano. Scoprirai che gli USA fanno produzioni indipendenti incrediblmente geniali e inedite in Italia, vedrai versioni integrali che in Italia hai visto mondate di parti assurdamente censurate, vedrai cinematografie europee e orientali che ti faranno sentire pieno di rabbia per tutto quello che ti hanno negato.Ciao--- Simone ---
Chiudi i commenti