Acer, se ne va il CEO italiano

Lascia Gianfranco Lanci per le divergenze strategiche con il consiglio d'amministrazione. Al centro delle discussioni l'opportunità di scommettere su mobile e tablet

Roma – Acer guarda al futuro con qualche dubbio in più di ieri: divergenze tra il consiglio d’amministrazione e il CEO sulle strategie da intraprendere hanno portato alla partenza di quest’ultimo.

Gianfranco Lanci, amministratore delegato di Acer dal 2008, ha rassegnato le proprie dimissioni con effetto immediato, lasciando ad interim il proprio incarico all’attuale presidente J.T. Wang. Lanci era giunto ad Acer nel 1997 da Texas Instrument e inizialmente era stato il vertice di Acer Italia.

La novità non è affatto piaciuta alle borse, soprattutto perché è giunta poco dopo le previsioni a ribasso per l’ultima trimestrale: il tutto è costato alle azioni di Acer meno 17 punti percentuali.

A dividere consiglio ed ex-CEO praticamente qualsiasi punto della strategia futura: piani di estensione, progetti di sviluppo, rapporto con i clienti, posizionamento del marchio. Dibattiti e trattative in cui i due fronti si sono impegnati in questi mesi non hanno permesso di superare l’impasse. In particolare il Consiglio è orientato a considerare i PC il core business di Acer, con il mercato dei dispositivi mobile come un settore dove investire con cautela pur puntando a diventarne un’azienda leader. Lanci, invece, era il principale sostenitore della tesi secondo cui l’azienda avrebbe dovuto puntare forte sulla linea di prodotti mobile e in particolare sui tablet.

Acer ha già esordito nel mercato dei pad con Iconia Tab.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Frigghenaue i scrive:
    In realtà
    Il keylogger installato è un altro. Per fortuna non è stato scoperto. Quelli della NSA lo usano per sapere se vai a mangiare la pizza stasera.
  • Sandro Buti scrive:
    Risposta ufficiale di GFI
    GFI, l'azienda che produce VIPRE, ha rilasciato uno statement ufficiale su quanto è sucXXXXX..http://sunbeltblog.blogspot.com/2011/03/samsung-laptops-do-not-have-keylogger.html Nella sostanza, l'azienda riconosce il problema del false positive che si è verificato, e che ha provveduto a risolvere con un aggiornamento delle definizioni. Ma sottolinea anche che non si sono verificati alla fine reali problemi di sicurezza.
    • Valeren scrive:
      Re: Risposta ufficiale di GFI
      Devo dire che sono seri già dal titolo e dalla prima riga:Samsung Laptops do not have a keylogger (and it was our fault)A Slovenian language directory for Windows Live is causing us considerable headaches this morning, and we have no one to blame but ourselves.Almeno non cercano di rimpallare.Inoltre spiegano che non è il sistema di utilizzo normale, ma un heuristic avanzato e usato di rado ed i cui risultati vengono sempre controllati nello specifico.Insomma: l'esperto di sicurezza è un beota.
      • ninjaverde scrive:
        Re: Risposta ufficiale di GFI

        Inoltre spiegano che non è il sistema di utilizzo
        normale, ma un heuristic avanzato e usato di rado
        ed i cui risultati vengono sempre controllati
        nello
        specifico.

        Insomma: l'esperto di sicurezza è un beota.....Ma sarà vero? :....Non è che a furia di pasticciare con virus e palle varie, ad un certo punto non ci capiscono più niente neanche loro? (geek)
  • Bart scrive:
    semplice
    c'era !Nega l'evidenza diverrà verità B.
  • Eritreo Cazzulati scrive:
    Redazione
    "poco accordo" ?
  • Source scrive:
    semplice
    ha confermato quando ha visto i dati inviatigli dal consulente che ha scoperto il falso positivo, ma senza aver fatto lui stesso dei controlli
    • calunnioso scrive:
      Re: semplice
      - Scritto da: Source
      ha confermato quando ha visto i dati inviatigli
      dal consulente che ha scoperto il falso positivo,
      ma senza aver fatto lui stesso dei
      controlliCioe'... questo di proclama "esperto di sicurezza" e non si premura neanche di vedere COSA l'antivirus ha rilevato, e millanta di aver fatto "analisi accurate" e addirittura prevede una class action nei confronti della Samsung? Dato che nessun altro antivirus rilevava nulla, non gli è venuto in mente che potesse essere un falso positivo? Manco fosse il primo che si vede recentemente... E quell'altro, al telefono, dipendente Samsung, gli conferma l'esistenza di un keylogger senza neanche guardare?Ma dove la pescano certa gente?
      • dataghoul scrive:
        Re: semplice
        saranno tutti oriundi italiani.;-)qua se le spari grosse, ma veramente grosse, e se sei anche totalmente incompetente, rischi addirittura di avere un posto nel governo...:-)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 aprile 2011 06.56-----------------------------------------------------------
        • Bastard scrive:
          Re: semplice
          Modificato dall' autore il 01 aprile 2011 06.56
          --------------------------------------------------Non è un rischio eventuale è realtà.....
          • pippO scrive:
            Re: semplice

            Non è un rischio eventuale è realtà.....ma in qualcosa sono mooooooolto competenti :D
      • Valeren scrive:
        Re: semplice
        Un idiota può generare danni du una limitata magnitudo.Due idioti in serie elevano il danno al quadrato.Per fortuna non si sono intromesse altre " teste pensanti " o chiedevano la demolizione delle fabbriche.
      • panda rossa scrive:
        Re: semplice
        - Scritto da: calunnioso
        - Scritto da: Source

        ha confermato quando ha visto i dati inviatigli

        dal consulente che ha scoperto il falso
        positivo,

        ma senza aver fatto lui stesso dei

        controlli

        Cioe'... questo di proclama "esperto di
        sicurezza" Chiunque abbia un portatile con winsozz preinstallato e ha imparato ad usare il tasto destro del mouse puo' definirsi "esperto di sicurezza".Lo dice l'EULA di seven.
        • ninjaverde scrive:
          Re: semplice

          Chiunque abbia un portatile con winsozz
          preinstallato e ha imparato ad usare il tasto
          destro del mouse puo' definirsi "esperto di
          sicurezza".
          Lo dice l'EULA di seven."Ai confini della realtà" (rotfl)
Chiudi i commenti