Acquisti online: 5 consigli della Polizia Postale

Acquisti online: 5 consigli della Polizia Postale

La Polizia Postale ha pubblicato cinque consigli da seguire per effettuare acquisti online in sicurezza, evitando truffe di vario tipo.
La Polizia Postale ha pubblicato cinque consigli da seguire per effettuare acquisti online in sicurezza, evitando truffe di vario tipo.

Le abitudini e le modalità di acquisto sono cambiate negli ultimi due anni, soprattutto in seguito allo scoppio della pandemia COVID-19 e al conseguente lockdown. La Polizia Postale sottolinea che il 44% degli italiani sfrutta i numerosi servizi online dedicati allo shopping, ma evidenzia anche i pericoli dovuti alle varie tecniche usate dai cybercrminali per ingannare gli utenti. Per questo motivo ha deciso di pubblicare “cinque consigli per gli acquisti“, in collaborazione con Subito.

Regole da seguire per evitare sorprese

Spesso lo shopping online avviene in maniera impulsiva. Basta un'offerta accattivante per cadere nella trappola. Meglio quindi utilizzare i siti di e-commerce più noti per evitare spiacevoli sorprese. In ogni caso, la Polizia Postale suggerisce di raccogliere il maggior numero di informazioni sul prodotto da acquistare. Nel caso delle piattaforme di annunci si dovrebbero confrontare prezzo, foto e descrizione.

Successivamente è preferibile contattare direttamente il venditore, sfruttando i canali offerti dalla piattaforma, non quelli consigliati dal possibile truffatore. In nessun caso devono essere condivisi dati personali e di pagamento all'esterno della piattaforma. Ovviamente devono essere utilizzati esclusivamente i sistemi di pagamento e spedizione ufficiali. Solo così si avrà la certezza di ricevere il prodotto acquistato.

Al termine della compravendita è possibile pubblicare una recensione che permette ad altri utenti di avere conferma dell'affidabilità del venditore. In generale è consigliabile prestare attenzione a link ricevuti via SMS o email, in quanto potrebbe essere un tentativo di phishing. I cybercriminali ingannano l'utente con pagine web simili alle originali per rubare i dati delle carte di credito o le credenziali di accesso al conto corrente.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 12 2021
Link copiato negli appunti