Ad ottobre sarà Windows 7

Confermata la data di uscita autunnale, in anticipo rispetto alle previsioni. Per chi acquisterà Vista durante l'estate, si prospetta un passaggio morbido alla nuova versione

Roma – Una sorpresa, ma fino a un certo punto: che Seven potesse essere in anticipo rispetto ai tempi canonici, quei tre anni dopo il rilascio di Vista , era un po’ nell’aria, ma ora c’è la conferma definitiva. Già a partire dalla fine di luglio i grandi produttori OEM inizieranno a ricevere le loro copie RTM del nuovo sistema operativo, e a partire dal 22 ottobre W7 sarà disponibile sugli scaffali di tutto il mondo. Sono note le versioni, sei in totale, mentre mistero fitto aleggia ancora sui prezzi.

“Abbiamo ricevuto un grande feedback dai nostri partner – ha spiegato dal Computex di Taipei Steve Guggenheimer – che ora auspicano di poter offrire Windows 7 ai propri clienti in tempo per le vacanze natalizie”. In ogni caso sono previsti , come in passato, programmi che consentiranno anche di acquistare in una data finestra temporale ( probabilmente a partire da agosto) un computer equipaggiato con Vista e poi ricevere Seven, gratuitamente o a prezzo ridotto, non appena quest’ultimo sarà disponibile .

La decisione di anticipare l’uscita di W7, in ogni caso, non è priva di qualche rischio: la tarda primavera e l’estate sono, tradizionalmente, uno dei periodi più interessanti dell’anno per l’acquisto dei PC, che spesso finiscono nel corredo di universitari e scolari in previsione del successivo anno accademico (anche grazie alle cosiddette promozioni “back to school”). L’annuncio a giugno della disponibilità di un nuovo OS entro la fine di ottobre potrebbe deprimere le vendite , spingendo alcuni consumatori a ritardare la propria scelta per fiutare meglio l’aria e valutare le opzioni che avranno a disposizione più avanti.

Forse anche per questo da Redmond arriva il chiarimento che i requisiti minimi per Seven sono pressoché analoghi a quelli di Vista : sarebbe a dire che quasi qualsiasi computer acquistato oggi o negli ultimi due anni sul quale gira già tranquillamente la sesta versione di Windows dovrebbe funzionare altrettanto bene con la settima. Anzi, a giudicare da alcune impressioni dei tester della beta e della Release Candidate di W7, potrebbe andare anche meglio: ma su questo punto esistono , al momento, pareri discordanti.

Le versioni disponibili di Seven saranno sei: Starter, Basic, Home Premium, Professional, Enterprise e Ultimate. La prima, la Starter , con tutta probabilità sarà destinata a mercati regionali specifici o alla nicchia dei netbook, mentre la Basic dovrebbe essere distribuita unicamente in alcuni paesi in via di sviluppo. Per la maggior parte delle versioni, probabilmente dalla Home Premium in su, dovrebbe essere possibile anche limitarsi ad acquistare l’aggiornamento: rispetto alle versioni precedenti, il costo di quest’ultimo potrebbe anche rivelarsi sorprendentemente contenuto, ma sul fattore prezzo al momento le bocche restano religiosamente cucite.

Le aspettative che il mercato e in consumatori ripongono in Seven sono, in ogni caso, notevoli: BigM tutto questo lo sa, e attraverso le dichiarazioni dei suoi manager tenta di instillare fiducia negli utenti che non hanno gradito particolarmente la (breve) era di Vista . “Il feedback della Release Candidate è stato buono” spiega ad esempio il vicepresidente Bill Veghte, a cui fa eco l’entusiasta CTO di HP Phil McKinney: “La qualità del codice è assolutamente stellare, siamo carichi e pronti per il lancio”.

Anche per Microsoft, comunque, la sfida di W7 non è una impresa da sottovalutare: con i netbook in ascesa , molto spesso equipaggiati con XP, i margini derivanti dalla vendita di OS made in Redmond si sono ristretti rispetto a quelli dei normali notebook con Vista. Seven, a seconda del prezzo a cui sarà messo in vendita, poterebbe far lievitare nuovamente gli incassi provenienti dai sistemi operativi in casa Microsoft, rilanciando una crescita che ha incontrato la prima battuta d’arresto dopo oltre 20 anni di onorato servizio.

Il rilascio di Seven avverrà in contemporanea al nuovo Windows Server 2008 R2 , come chiarito da Microsoft stessa, visto che lo sviluppo dei due OS è progredito il parallelo. Nello stesso periodo dell’anno è atteso pure Snow Leopard , ennesima evoluzione dell’OSX di Apple, e proprio sui netbook dovrebbe fare il suo debutto anche Android grazie agli sforzi di Acer: l’autunno, insomma, sarà una stagione davvero cruciale per Windows che, dopo anni, vede per la prima volta scendere in campo a contrastarlo avversari agguerriti e forse con qualche chance di vittoria .

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pabloski scrive:
    acer delle meraviglie
    guardate qua http://www.infoworld.com/d/mobilize/acer-use-moblin-linux-across-range-products-943sembrano scatenati :Dma linux non era una caccola? :D
    • ruppolo scrive:
      Re: acer delle meraviglie
      - Scritto da: pabloski
      guardate qua
      http://www.infoworld.com/d/mobilize/acer-use-mobli

      sembrano scatenati :D

      ma linux non era una caccola? :DLeggendo dalla pagina linkata: Moblin 2.0 has met with some controversy since its launch. The easy use and nice look of the software has prompted several reports to call chip giant Intel an OS company, and Moblin 2.0 a rival to Windows in netbooks. Moblin 2.0 offers a number of improvements over the previous version, including an improved user interface , quick boot-up and easy connections to messaging and social networking sites such as Facebook. Questi sognano. Non li svegliate, eh.
    • -ToM- scrive:
      Re: acer delle meraviglie
      - Scritto da: pabloski
      guardate qua
      http://www.infoworld.com/d/mobilize/acer-use-mobli

      sembrano scatenati :D

      ma linux non era una caccola? :DSperiamo sia la volta buona.PS.: Ti sono arrivati gli SSD? se ti va puoi mandarmi un PM.
      • pabloski scrive:
        Re: acer delle meraviglie
        gli ssd? l'ssd vorrai dire mica ho tanti soldi da buttare in hardware sperimentale :Dcomunque è l'x25m di intel e devo dire che fila parecchio...ebbi problemi col vecchio firmware, a causa del degrado delle performance a disco pieno, ma hanno risolto brillantementeovviamente a volte si presentano picchi bassi ( ma mai al di sotto degli hard disk ), però complessivamente legge sui 150 MB/s costantidevo ammettere che cambia parecchio la musica tra un hd magnetico e un ssd
  • Le Chuck scrive:
    Android _è_ LINUX!!!
    Nel testo si legge "conseguenze che l'ascesa di Android nel ramo dei netbook potrebbe avere a discapito dei due sistemi operativi al momento utilizzati su tali dispositivi, Linux e Windows XP".Per favore cerchiamo di stabilire un confine fra informazione e qualunquismo informatico, e scegliamo da che parte stare.http://androidlinux.com/http://it.wikipedia.org/wiki/AndroidInoltre, non esiste un "ente linux" che guadagna. Quindi l'ascesa di una nuova distribuzione di software basata linux non va a discapito di linux. Nè del free software in generale, tanto più che android lo è.
    • ruppolo scrive:
      Re: Android _è_ LINUX!!!
      Leggi la riposta che ho dato nel thread appena sopra questo.
    • Francesco scrive:
      Re: Android _è_ LINUX!!!
      In realtà ti sbagli, Android non è linux.Pur essendo basato su un kernel linux manca di tutta una serie di componenti per poterlo usare come un SO linux, primo su tutti l'assenza di un'interfaccia verso la glibc.Il vero "cuore" su cui si basa Android è la Dalvik Virtual Machine.Google engineer Patrick Brady stated unambiguously that Android is not Linux.Android uses a Linux kernel, but, according to Google, it is not a Linux operating system (it neither has a native windowing system, nor supports the full set of standard Linux libraries, including GNU C Library). This specific nature makes it difficult to reuse existing Linux applications or librariesFonte: http://arstechnica.com/open-source/reviews/2009/02/an-introduction-to-google-android-for-developers.arsRimane il fatto che per il mobile è un gran bel sistema operativo (io possiedo un HTC G1)
      • francesco scrive:
        Re: Android _è_ LINUX!!!
        ANDROID E' LINUX : per linux si intende il kernel e non lo strato software che e' GNU
        • Francesco scrive:
          Re: Android _è_ LINUX!!!
          Ok, allora scrivendo software per Android posso fare delle chiamate a delle primitive, giusto? No.Se poi scivere catchphrase in maiuscolo pensi ti possa dare più autorevolezza di uno degli ingegneri del team che ha realizzato Android, ok, mi fido.
          • francesco scrive:
            Re: Android _è_ LINUX!!!
            non e' questione di autorevolezza ... e' questione di dati di fatto Linux = kernel ... android ha kernel linux quindi android = linux Poi volendo si puo' fare un disegnino cosi e' + chiaro per chi nn sa leggere o legge poco ... se vuoi una fonte + credibile di un perfetto sconosciuto come me puoi leggere su wikipedia (anche se nn e' proprio na fonte cosi attendibile) "Linux (o GNU/Linux) è un sistema operativo libero di tipo Unix (o unix-like) costituito dall'integrazione del kernel Linux con elementi del sistema GNU e di altro software sviluppato e distribuito con licenza GNU GPL o con altre licenze libere. Linux è in realtà il nome del kernel sviluppato da Linus Torvalds a partire dal 1991 che, integrato con i componenti già realizzati dal progetto GNU (compilatore gcc, libreria Glibc e altre utility) e da software di altri progetti, è stato utilizzato come base per la realizzazione dei sistemi operativi e delle distribuzioni che vengono normalmente identificate con lo stesso nome."Fonte:http://it.wikipedia.org/wiki/Linux
      • Shu scrive:
        Re: Android _è_ LINUX!!!
        - Scritto da: Francesco
        In realtà ti sbagli, Android non è linux.
        Pur essendo basato su un kernel linux manca di
        tutta una serie di componenti per poterlo usare
        come un SO linux, primo su tutti l'assenza di
        un'interfaccia verso la
        glibc.Non esiste una "interfaccia verso la glibc". La glibc è una libreria.E android la DEVE usare (GNU libc o equivalenti come diet-libc) perche` altrimenti non può accedere alle syscall del kernel.E non penso che abbiano reimplementato tutte le syscall dentro dalvik.Quindi una libc (magari non GNU) è presente, e pertanto (come dimostra l'installazione di Debian sul G1) è utilizzabile dalle applicazioni.Ora non so cosa usi Android per l'interfaccia grafica (probabilmente un X "lite" o il framebuffer).Se usa X, anche tutte le applicazioni grafiche funzionano. Se usa il framebuffer, basta installare le Gtk basate su FB o le Qt (sempre con FB) per farci girare parecchie applicazioni. Non tutte, ma a chi serve xterm quando ci sono gnome-terminal e lxterminal (per esempio)?Bye.
        • francesco scrive:
          Re: Android _è_ LINUX!!!
          quindi possiamo dire che ANDROID = LINUX Il termine linux e' erroneamente usato per descrivere una distribuzione quasiasi basata su kernel linux ... in realtà linux e' il kernel e basta ... le distro dovrebbero essere indicata con GNU/LINUX
          • Snowb scrive:
            Re: Android _è_ LINUX!!!
            - Scritto da: francesco
            quindi possiamo dire che ANDROID = LINUX

            Il termine linux e' erroneamente usato per
            descrivere una distribuzione quasiasi basata su
            kernel linux ... in realtà linux e' il kernel e
            basta ... le distro dovrebbero essere indicata
            con
            GNU/LINUXRMS insegna.. :-)
          • francesco scrive:
            Re: Android _è_ LINUX!!!
            insomma diamo a cesare cio' che e' di cesare.google ha inventato l'acqua calda e c'ha messo il suo stemma ... pero' sotto il cofano il motore e' sempre lui ... come marlon brandon :P
        • anonymous scrive:
          Re: Android _è_ LINUX!!!
          - Scritto da: Shu
          Non esiste una "interfaccia verso la glibc". La
          glibc è una
          libreria.

          E android la DEVE usare (GNU libc o equivalenti
          come diet-libc) perche` altrimenti non può
          accedere alle syscall del
          kernel.no, Android usa una libreria C non compatibile con la glibc, scritta appositamente e ridotta al minimo necessario
          Quindi una libc (magari non GNU) è presente, e
          pertanto (come dimostra l'installazione di Debian
          sul G1) è utilizzabile dalle
          applicazioni.L'installazione di Debian sul G1 non ha usato niente di Android, ma solo la possibilita` per l'utente di installare un sistema operativo sul cellulare, contrariamente al solito
          Ora non so cosa usi Android per l'interfaccia
          grafica (probabilmente un X "lite" o il
          framebuffer).
          Se usa X, anche tutte le applicazioni grafiche
          funzionano.
          Se usa il framebuffer, basta
          installare le Gtk basate su FB o le Qt (sempre
          con FB) per farci girare parecchie applicazioni.
          Non tutte, ma a chi serve xterm quando ci sono
          gnome-terminal e lxterminal (per
          esempio)?no, le Gtk e le QT richiedono delle librerie C piu` complete di quelle disponibili in Android: non e` detto che non ne sia possibile un porting, ma richiederebbe una riscrittura consisente, non e` solo questione di semplice ricompilazione e poche patch.
    • anonymous scrive:
      Re: Android _è_ LINUX!!!
      - Scritto da: Le Chuck
      Quindi l'ascesa di una nuova distribuzione di
      software basata linux non va a discapito di
      linux. Android non e` una nuova distribuzione, e` un nuovo sistema operativo che fa uso del kernel linux, ma per il resto non ha nulla a che fare con un normale sistema GNU/linux: un programma non banale "per linux" non puo` essere compilato per android e funzionare, dato che non troverebbe nessuna delle librerie di cui ha bisogno, a partire dalla glibc.
      • francesco scrive:
        Re: Android _è_ LINUX!!!
        questo nn toglie che sia possibile farlo con un po di compilazioni varie ... (se debian, tanto di cappello, sta portando tutto il suo parco soft su kernel bsd penso che farlo su android sia una passeggiata in confronto)
    • pier scrive:
      Re: Android _è_ LINUX!!!
      L'affermazione su android vs linux è chiarissima. Io la leggo come linux in salsa android vs linux in qualunque altra salsa. Cosa non si capisce? Dov'è l'errore?
      • francesco scrive:
        Re: Android _è_ LINUX!!!
        e' fuorviante e basta ... Mi spiego meglio: se una persona che nn conosce i fatti chiaramente legge la frase imputata avrà in testa che android e' una cosa linux un' altra.Questa cosa nn e' vera. Sicuramente ubuntu e' una cosa e Android un'altra esattamente come fedora e ubuntu o qualsiasi altra distro.Android rispetto alle distro linux standard e' qualcosa di + "personalizzato" da google ma rimane pur sempre linux in quanto usa linux come kernel, e il kernel mi sembra di ricordare che sia qualcosa di "importante" x un os. (se uno vuole approfondire esistono dei bei libricini quasi tascabili scritti da un certo Thanembaum o come diavolo si scrive)Resta il punto, come sottolineato da -TOM-, che questa sito e' un sito di riferimento, o almeno cosi si propone di essere , per tematiche di informatica e certe imprecisazioni qualunquiste non sono ammesse (se mi compro Focus e di favole ne leggo a bizzeffe).Poi mi posso anche sbagliare come tutti, ma il livello generale di questo sito mi sembra + alto in genere pur rimanendo un sito "divulgativo".
    • Giogiogio scrive:
      Re: Android _è_ LINUX!!!
      ma veramente android è una canzone dei green day.
  • Thescare scrive:
    Informarsi prima di scrivere
    "l'ascesa di Android nel ramo dei netbook potrebbe avere a discapito dei due sistemi operativi al momento utilizzati su tali dispositivi, Linux e Windows XP".Android E' un kernel linux su cui è stata implementata una java virtual machine. Ok, il kernel ha una patch sviluppata da google, ma sempre di kernel linux si tratta
    • ruppolo scrive:
      Re: Informarsi prima di scrivere
      - Scritto da: Thescare
      "l'ascesa di Android nel ramo dei netbook
      potrebbe avere a discapito dei due sistemi
      operativi al momento utilizzati su tali
      dispositivi, Linux e Windows
      XP".

      Android E' un kernel linux su cui è stata
      implementata una java virtual machine. Ok, il
      kernel ha una patch sviluppata da google, ma
      sempre di kernel linux si
      trattaIl kernel non determina l'esperienza dell'utente.Il kernel Linux si trova, ad esempio, nel TomTom Go e negli switch ethernet ProCurve di HP, ma non mi pare che l'esperienza sia analoga a quella di un Ubuntu.Pertanto la frase va intesa come a discapito di un Linux inteso non come kernel, ma come distribuzione per personal computer standalone.
      • -ToM- scrive:
        Re: Informarsi prima di scrivere
        - Scritto da: ruppolo
        Il kernel non determina l'esperienza dell'utente.
        Il kernel Linux si trova, ad esempio, nel TomTom
        Go e negli switch ethernet ProCurve di HP, ma non
        mi pare che l'esperienza sia analoga a quella di
        un Ubuntu.

        Pertanto la frase va intesa come a discapito di
        un Linux inteso non come kernel, ma come
        distribuzione per personal computer standalone."linux" è il nome del kernel, non esiste una distro standalone ufficiale che si chiami solo linux.Nell'articolo cè un imprecisione e tu col tuo esempio confermi solo l'errore che ha fatto il giornalista.
        • ruppolo scrive:
          Re: Informarsi prima di scrivere
          - Scritto da: -ToM-
          - Scritto da: ruppolo

          Il kernel non determina l'esperienza
          dell'utente.

          Il kernel Linux si trova, ad esempio, nel TomTom

          Go e negli switch ethernet ProCurve di HP, ma
          non

          mi pare che l'esperienza sia analoga a quella di

          un Ubuntu.



          Pertanto la frase va intesa come a discapito di

          un Linux inteso non come kernel, ma come

          distribuzione per personal computer standalone.

          "linux" è il nome del kernel, non esiste una
          distro standalone ufficiale che si chiami solo
          linux.
          Nell'articolo cè un imprecisione e tu col tuo
          esempio confermi solo l'errore che ha fatto il
          giornalista.Il giornalista non ha fatto alcun errore. Essendo giornalista usa le parole del popolo, che il popolo capisce. L'errore lo fa chi, sapendo di più, pretende che venga usato il rigore terminologico là dove non va usato.
          • -ToM- scrive:
            Re: Informarsi prima di scrivere
            - Scritto da: ruppolo
            Il giornalista non ha fatto alcun errore. Essendo
            giornalista usa le parole del popolo, che il
            popolo capisce. L'errore lo fa chi, sapendo di
            più, pretende che venga usato il rigore
            terminologico là dove non va usato.Le parole del popolo? Linux è Linux, un kernel, sulla quale si basano ovviamente le distro linux e android pur non essendo una distro ma un qualcosa a parte che non lo si puà considerare tale. Le parole del popolo si usano dove si parla al popolo, questo è un portale specifico di informatica e certe precisazioni sono d'obbligo.Se la tua teoria fosse corretta non si leggerebbero robe tipo BigM, BigG, BigBlue, l'azienda di Cupertino, quella di Santa Clara e Redmond.
          • ruppolo scrive:
            Re: Informarsi prima di scrivere
            - Scritto da: -ToM-
            Le parole del popolo? Linux è Linux, un kernel,No, Linux non è un kernel, ma un sistema operativo. Questo è quello che sa il popolo, compreso quello di Punto Informatico, che non è certo un portale tecnico per ingegneri.
          • -ToM- scrive:
            Re: Informarsi prima di scrivere
            - Scritto da: ruppolo
            No, Linux non è un kernel, ma un sistema
            operativo. Questo è quello che sa il popolo,
            compreso quello di Punto Informatico, che non è
            certo un portale tecnico per ingegneri.Allora sarebbe più giusto GNU/Linux.da wiki: Linux è in realtà il nome del kernel sviluppato da Linus Torvalds a partire dal 1991 che, integrato con i componenti già realizzati dal progetto GNU (compilatore gcc, libreria Glibc e altre utility) e da software di altri progetti, è stato utilizzato come base per la realizzazione dei sistemi operativi e delle distribuzioni che vengono normalmente identificate con lo stesso nome che sia comodo dire "uso linux" è un conto, che sia corretto no, va bene ovunque ma non in un articolo di un portale di informatica dove si parla di sistemi operativi diefferenti. Poi che c'entra noi lo accettiamo, ma se ti impunti sul significato intrinseco sbagli.Edit: ho notato che anche altri hanno detto quello che ho detto io, se non ti fidi di me perchè uso windows, fidati di loro che usano linux. :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 giugno 2009 14.05-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: Informarsi prima di scrivere
            - Scritto da: -ToM-
            che sia comodo dire "uso linux" è un conto, che
            sia corretto no, va bene ovunque ma non in un
            articolo di un portale di informatica dove si
            parla di sistemi operativi diefferenti.Allora dovremmo correggere titoli e articoli da quando esiste questo sito.Guarda che non è a me che devi spiegare queste cose, io ho fatto un discorso molto chiaro sulla questione del linguaggio da usare su un sito di NEWS.PS: se smetti di usare Windows e passi a Mac, non scriverai più "diefferenti" al posto di "differenti" :D
          • -ToM- scrive:
            Re: Informarsi prima di scrivere
            - Scritto da: ruppolo
            Allora dovremmo correggere titoli e articoli da
            quando esiste questo sito.

            Guarda che non è a me che devi spiegare queste
            cose, io ho fatto un discorso molto chiaro sulla
            questione del linguaggio da usare su un sito di
            NEWS.beh, dopotutto non mi stupisco più della tua capacità di capire quello che si scrive.Ah per la cronaca, ci sono ben 2 topic che sostengono che cè un errore nell'articolo e gli altri dicono quello che dico io. sarà un complotto contro ruppolo?
            PS: se smetti di usare Windows e passi a Mac, non
            scriverai più "diefferenti" al posto di
            "differenti" :Dse inizi ad usare il cervello potrai criticare cose più intelligenti di un semplice refuso, vedi ruppoletto ti inchiodi sempre da solo./plonk
          • ruppolo scrive:
            Re: Informarsi prima di scrivere
            - Scritto da: -ToM-
            Ah per la cronaca, ci sono ben 2 topic che
            sostengono che cè un errore nell'articolo e gli
            altri dicono quello che dico io. sarà un
            complotto contro
            ruppolo?Se dovessi pensare che la maggioranza ha ragione allora dovrei pensare che Windows è il miglior sistema operativo.
            se inizi ad usare il cervello potrai criticare
            cose più intelligenti di un semplice refuso,Che non sono io a criticarlo ma a difenderlo.Vedi di centrare il vasino..., piccolo plonk...
      • Thescare scrive:
        Re: Informarsi prima di scrivere
        Non c'è dubbio che l'esperienza utente che posso avere su Fedora sia molto diversa da quella di Damn Small o Slackware, ma tutte e tre sono distro linux. Se poi vogliamo utilizzare la definizione ufficiale di Android presa da http://code.google.com/intl/it-IT/android"Android is a software stack for mobile devices that includes an operating system, middleware and key applications" bisogna dedurre che Android non è neanche un sistema operativo, quindi l'articolo è doppiamente sbagliato.
      • Shu scrive:
        Re: Informarsi prima di scrivere
        - Scritto da: ruppolo
        Il kernel non determina l'esperienza dell'utente.
        Il kernel Linux si trova, ad esempio, nel TomTom
        Go e negli switch ethernet ProCurve di HP, ma non
        mi pare che l'esperienza sia analoga a quella di
        un
        Ubuntu.Allora bisogna chiarire che nemmeno iPhone usa OSX (come molti dicono), visto che l'esperienza è totalmente diversa.E stessa cosa per Windows Mobile.
        Pertanto la frase va intesa come a discapito di
        un Linux inteso non come kernel, ma come
        distribuzione per personal computer
        standalone."L'esperienza" di Android (e di iPhone, e di Windows Mobile, e di Symbian, e di...) può essere confrontata con quella di Moblin e di Xandros e di LXDE+LXLauncher e di QTopia.Invece di avere una (o più) barre con menu di lancio e un desktop vuoto, hai il desktop pieno di icone per lanciare software.Le applicazioni usate saranno diverse, ma non necessariamente COMPLETAMENTE diverse, e anzi molte si sovraporranno.Bye.
    • pier scrive:
      Re: Informarsi prima di scrivere
      L'affermazione su android vs linux è chiarissima. Io la leggo come linux in salsa android vs linux in qualunque altra salsa. Cosa non si capisce? Dov'è l'errore?
      • francesco scrive:
        Re: Informarsi prima di scrivere
        e' fuorviante e basta ... Mi spiego meglio: se una persona che nn conosce i fatti chiaramente legge la frase imputata avrà in testa che android e' una cosa linux un' altra.Questa cosa nn e' vera. Sicuramente ubuntu e' una cosa e Android un'altra esattamente come fedora e ubuntu o qualsiasi altra distro.Android rispetto alle distro linux standard e' qualcosa di + "personalizzato" da google ma rimane pur sempre linux in quanto usa linux come kernel, e il kernel mi sembra di ricordare che sia qualcosa di "importante" x un os. (se uno vuole approfondire esistono dei bei libricini quasi tascabili scritti da un certo Thanembaum o come diavolo si scrive)Resta il punto, come sottolineato da -TOM-, che questa sito e' un sito di riferimento, o almeno cosi si propone di essere , per tematiche di informatica e certe imprecisazioni qualunquiste non sono ammesse (se mi compro Focus e di favole ne leggo a bizzeffe).Poi mi posso anche sbagliare come tutti, ma il livello generale di questo sito mi sembra + alto in genere pur rimanendo un sito "divulgativo".
  • Enjoy with Us scrive:
    Non ci credo...
    Acer ha dimostrato di essere un'azienda lungimirante, non avrebbe senso il lancio di un netbook android utilizzando come base l'Atom... non possono certo essere i 25 dollari di differenza del SO a farne la fortuna commerciale!Se vuole lanciare netbook con Android o altri SO deve puntare sull'architettura ARM, che promette costi e soprattutto durate delle batterie nettamente migliori!
    • ruppolo scrive:
      Re: Non ci credo...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Acer ha dimostrato di essere un'azienda
      lungimirante, non avrebbe senso il lancio di un
      netbook android utilizzando come base l'Atom...
      non possono certo essere i 25 dollari di
      differenza del SO a farne la fortuna
      commerciale!
      Se vuole lanciare netbook con Android o altri SO
      deve puntare sull'architettura ARM, che promette
      costi e soprattutto durate delle batterie
      nettamente
      migliori!Hai detto bene, Acer è stata lungimirante: pestando i piedi a MS si rischia di rimanere schiacciati.
    • -ToM- scrive:
      Re: Non ci credo...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Acer ha dimostrato di essere un'azienda
      lungimirante, non avrebbe senso il lancio di un
      netbook android utilizzando come base l'Atom...
      non possono certo essere i 25 dollari di
      differenza del SO a farne la fortuna commerciale!
      Se vuole lanciare netbook con Android o altri SO
      deve puntare sull'architettura ARM, che promette
      costi e soprattutto durate delle batterie
      nettamente migliori!forse perchè ai produttori non interessano le guerre di religione?
      • pabloski scrive:
        Re: Non ci credo...
        le guerre di religione no, ma le pressioni si :Daltrimenti perchè Intel sarebbe stata multata?
        • -ToM- scrive:
          Re: Non ci credo...
          - Scritto da: pabloski
          le guerre di religione no, ma le pressioni si :D

          altrimenti perchè Intel sarebbe stata multata?MS è stata multata per lo stesso motivo?
          • ruppolo scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: -ToM-
            - Scritto da: pabloski

            le guerre di religione no, ma le pressioni si :D



            altrimenti perchè Intel sarebbe stata multata?

            MS è stata multata per lo stesso motivo?Da decenni.
          • -ToM- scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: ruppolo
            Da decenni.Non confondere le beghe con l'antitrust, explorer e quatsivaree, io parlo di essere stata multata per lo stesso motivo per cui è stata multata intel.
          • ruppolo scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: -ToM-
            - Scritto da: ruppolo

            Da decenni.

            Non confondere le beghe con l'antitrust, explorer
            e quatsivaree, io parlo di essere stata multata
            per lo stesso motivo per cui è stata multata
            intel.In effetti la corruzione e il ricatto sono due azioni opposte. Intel è stata multata solo per corruzione, mentre MS solo per ricatto. La corruzione deve essere ancora trattata.
          • -ToM- scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: ruppolo
            In effetti la corruzione e il ricatto sono due
            azioni opposte. Intel è stata multata solo per
            corruzione, mentre MS solo per ricatto. La
            corruzione deve essere ancora trattata.Si ma un link che confermi che MS è stata multata per il preinstallato? no perchè prima che tu cambi discorso, si parlava di pressioni, che possono essere solo cavilli commerciali, alla quale i produttori di PC posso sottostare anche per tornaconto personale.Ripeto, un link in cui si affermi che MS abbia pagato multe per "pressioni" agli assemblatori di PC per favorire il preinstallato?
          • ruppolo scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: -ToM-
            Si ma un link che confermi che MS è stata multata
            per il preinstallato? no perchè prima che tu
            cambi discorso, si parlava di pressioni, che
            possono essere solo cavilli commerciali, alla
            quale i produttori di PC posso sottostare anche
            per tornaconto
            personale.
            Ripeto, un link in cui si affermi che MS abbia
            pagato multe per "pressioni" agli assemblatori di
            PC per favorire il
            preinstallato?Microsoft è stata trascinata in tribunale in 3 stati degli USA, se non ricordo male, per ricatto: costringeva i produttori a dotare i loro PC di Windows e quant'altro pena la mancata certificazione di compatibilità, requisito essenziale per poter vendere alle grandi aziende e nel settore pubblico.Se hai pazienza qualche giorno vado a caccia dei link (è roba che risale a circa 10 anni fa).
          • -ToM- scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: ruppolo
            Microsoft è stata trascinata in tribunale in 3
            stati degli USA, se non ricordo male, per
            ricatto: costringeva i produttori a dotare i loro
            PC di Windows e quant'altro pena la mancata
            certificazione di compatibilità, requisito
            essenziale per poter vendere alle grandi aziende
            e nel settore pubblico.
            Se hai pazienza qualche giorno vado a caccia dei
            link (è roba che risale a circa 10 anni fa).come dice pabloski:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2636640&m=2637353#p2637353Regalini agli oem si, pressioni agli oem NO.La faccenda di BeOS non c'entra nulla con la diffusione sulle macchine branded. Cerchiamo di fare certe deversificazioni invece che di tutta l'erba un fascio.Per quanto riguarda i link che cerchi, non mi interessa la guerra con un paio di brand, qui si parla di " esercitare pressioni tanto da esistere col preinstallato sul 90% dei computer del pianeta ", pressioni che continuano ad esistere secondo molti mentre sia Asus che MSI e adesso Acer stanno dimostrando che possono fare come gli pare, è questo il punto del discorso.Non mi interessa un proXXXXX di 10 anni fa se si sfrutta per avvalorare tesi sul presente, un presente che smentisce la faccenda delle "pressioni" come ho appena detto. E' bene essere chiari altrimenti capisci quello che vuoi capire. A me non interessa difendere MS, mi interessa smentire le tue storpiature.
          • ruppolo scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: -ToM-
            Regalini agli oem si, pressioni agli oem NO.Qui di pressioni ne trovi tante quante in una pentola pressione:http://www.terrelibere.org/microsoft-storia-di-un-monopolioLeggi, leggi...
            Per quanto riguarda i link che cerchi, non mi
            interessa la guerra con un paio di brand,Infatti sono i pubblici ministeri degli stati e l'organismo antitrust, che trascina in tribunale Microsoft molteplici volte, negli ultimi vent'anni.
            qui si
            parla di " esercitare pressioni tanto da
            esistere col preinstallato sul 90% dei computer
            del pianeta ", pressioni che continuano ad
            esistere secondo molti mentre sia Asus che MSI e
            adesso Acer stanno dimostrando che possono fare
            come gli pare, è questo il punto del
            discorso.A me pare che le cose non stanno così. Le pressioni sono ancora forti.
            Non mi interessa un proXXXXX di 10 anni fa se si
            sfrutta per avvalorare tesi sul presente,Qui non si tratta di tesi, fa di FATTI e di STORIA.Le tesi sono le tue, quando affermi che oggi non ci sono pressioni. Puoi avvalorare con delle prove tale affermazione?
            un
            presente che smentisce la faccenda delle
            "pressioni" come ho appena detto.Tua OPINIONE.
            E' bene essere
            chiari altrimenti capisci quello che vuoi capire.
            A me non interessa difendere MS, mi interessa
            smentire le tue
            storpiature.A me interessa invece smentire le tue bestialità.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 giugno 2009 14.06-----------------------------------------------------------
          • -ToM- scrive:
            Re: Non ci credo...
            Ho riletto il thread ed ammetto di non essere stato chiaro.Io mi riferivo al mercato presente, la storia di MS la conosco bene e anche tutte le malefatte.Enjoy parla di sistemi odierni (android), io parlo di guerre di religione riferendomi ovviamente ai recenti avvenimenti, leggasi Acer, Asus e MSI che per la prima volta montano OS non Microsoft, Pabloski parla di pressioni ed Intel ed io replico chiedendogli se MS è stata multata per lo stesso motivo non specificando che mi riferivo al mercato attuale dove Windows è sul 90% delle macchine mentre è chiaro che le aziende posso installare anche distro linux se rientra nei loro piano. Comunque te lo chiarifico adesso, intendevo pressioni da parte di MS alle aziende per NON installare DISTRO LINUX in favore di XP...
          • ruppolo scrive:
            Re: Non ci credo...
            Ok, ci siamo chiariti.
          • pabloski scrive:
            Re: Non ci credo...
            si, la prima multa fu per le mazz...ehm....incentivi dati agli oem che decidevano di installare solo windowspoi durante il primo proXXXXX voluti dal DOJ, venne fuori pure la storiella delle pressioni per estromettere BeOS dal mercatoin sostanza, si, anche MS è stata accusata di minacce, ricatti, regalini, veline e compagnia :D
          • -ToM- scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: pabloski
            si, la prima multa fu per le
            mazz...ehm....incentivi dati agli oem che
            decidevano di installare solo
            windows

            poi durante il primo proXXXXX voluti dal DOJ,
            venne fuori pure la storiella delle pressioni per
            estromettere BeOS dal
            mercato

            in sostanza, si, anche MS è stata accusata di
            minacce, ricatti, regalini, veline e compagnia
            :DQuesto lo so anche io, volevo solo precisare il "da decenni" di Ruppolo. Non credo che ad oggi windows sia così diffuso per un proXXXXX di anni fa dove ha fatto "pressioni" su un paio di aziende, altrimenti continuerebbe a pagare no? Forse non sono stato chiaro nei reply precedenti.
          • pabloski scrive:
            Re: Non ci credo...
            su MS è stato fatto tutto malepensa che ad esempio IBM non potè pigiare sull'acceleratore con OS/2 perchè il DOJ minacciava lo smembramentoMS invece non solo non è stata smembrata, nonostante fosse palesemente in abuso di posizione dominante, ma ha anche continuato con strategia poco trasparentiin compenso le autorità antitrust di mezzo mondo si sono "accontentate" di multarla....forse a loro interessa di più prendere soldi liquidi subito che migliorare il mercatodel resto le tasse doganali che l'UE applica sui prodotti esteri ( elettronica in particolare ) dicono tutto sul carattere da vampiro dell'UE....per inciso è questo il motivo per cui gadget da 199$ costano 239detto questo MS ha approfittato anche di un periodo in cui c'era un mercato nascente e molte aziende "copia-incolla" che volevano far soldi in questo nuovo mercatobasti pensare che ci si è appiattiti sugli x86 che sono la schifezza dei proXXXXXri e all'epoca Intel non aveva certo i soldi e il peso politico/sociale per fare pressioniGates è stato furbo nel aggregarsi alla corte di IBM ( che Ballmer definì Gengis Khan, Vlad l'impalatore e Conan il barbaro messi insieme )...insomma fu IBM a fare le dovute pressionipoi chiaramente con un OS ultradiffuso già rodato, migliaia di applicativi e gente abituata a quella gui divenne difficile anche solo proporre delle alternative
          • -ToM- scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: pabloskicut
            poi chiaramente con un OS ultradiffuso già
            rodato, migliaia di applicativi e gente abituata
            a quella gui divenne difficile anche solo
            proporre delle alternativesono d'accordo su tutto, prendo quest'ultima frase come conferma a quello che ho detto, dopotutto a me la fine che farà MS non mi interessa, mi interessa solo che su un forum non si giudichi la posizione di un'azienda OGGI elaborando tesi su quello che ha fatto IERI.Oggi come dici tu, il software basta e avanza per garantire a windows una diffusione globale e Microsoft non ha certo bisogno di fare delle pressioni. IMHO
          • ruppolo scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: -ToM-
            Oggi come dici tu, il software basta e avanza per
            garantire a windows una diffusione globale e
            Microsoft non ha certo bisogno di fare delle
            pressioni.
            IMHOIn realtà da anni MS sta perdendo quote, e il campanello di allarme sta suonando. Queste cose funzionano come il forellino su una diga....
          • -ToM- scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: ruppolo
            In realtà da anni MS sta perdendo quote, e il
            campanello di allarme sta suonando. Queste cose
            funzionano come il forellino su una diga....eh beh, adesso che sta a 87% la sua posizione cambia molto rispetto a quando stava al 95, in effetti... ma non hai capito che non intressa a nessuno tranne qualche illuso come te. Il tema è Android se non c'hai fatto caso, oppure si e graviti nel forum perchè aspetti che qualcuno dica male di iPhone... sei alla frutta.
          • ruppolo scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: -ToM-
            eh beh, adesso che sta a 87% la sua posizione
            cambia molto rispetto a quando stava al 95, in
            effetti... ma non hai capito che non intressa a
            nessuno tranne qualche illuso come te.Finiti gli argomenti?
            Il tema è
            Android se non c'hai fatto caso,Il tema è: Acer metterà Android invece di Windows.È questa la notizia.
            oppure si e
            graviti nel forum perchè aspetti che qualcuno
            dica male di iPhone... sei alla
            frutta.Sei tu alla frutta, visto che hai dovuto tagliare il discorso con la scusa dell'off topic.
          • -ToM- scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: ruppolo
            Finiti gli argomenti?Solo perchè ti ho dato dell'illuso? ho parlato anche, con tono ironico, del fatto che ancora domina perchè fra 95 e 87 per certi aspetti la zolfa è sempre la solita, tu invece di chiedermi degli argomenti, tirali fuori e spiegami perchè sarebbe irrilevante. Tzk!
            Il tema è: Acer metterà Android invece di Windows.
            È questa la notizia.x la redazione: vorrei l'icona che scuote la testa demoralizzata, grazie ;)
            Sei tu alla frutta, visto che hai dovuto tagliare
            il discorso con la scusa dell'off topic.Infatti siamo off-topic, ed hai avuto la brillante idea di tornare a parlare delle solite cose che tiri in ballo, http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2636640&m=2637514#p2637514 insomma le solite boiate per difendere iPhone./plonk
          • ruppolo scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: -ToM-
            - Scritto da: ruppolo

            Finiti gli argomenti?

            Solo perchè ti ho dato dell'illuso? ho parlato
            anche, con tono ironico, del fatto che ancora
            domina perchè fra 95 e 87 per certi aspetti la
            zolfa è sempre la solita,È vero, non cambia molto, ma se la situazione è che per passare da 93 a 87 ci ha messo 2 anni, allora la questione assume un altro aspetto, soprattutto perché questi andamenti non sono mai lineari.
            tu invece di chiedermi
            degli argomenti, tirali fuori e spiegami perchè
            sarebbe irrilevante.
            Tzk!???


            Il tema è: Acer metterà Android invece di
            Windows.

            È questa la notizia.

            x la redazione: vorrei l'icona che scuote la
            testa demoralizzata, grazie
            ;)Forse non hai colto: la notizia non è tanto ciò che verrà adottato come OS, ma ciò che NON verrà adottato. Ti vorrei ricordare che siamo ancora in un regime di monopolio.
          • -ToM- scrive:
            Re: Non ci credo...
            Loro legano le macchine a windows con politiche e manovre più disparate, poco pulite e spesso al limite della legalità ma non mi sembra che oggi ci siano pressioni agli oem che determinano la diffusione di windows e l'impossibilità per gli oem di installare altri OS, che di fatto è già accaduto da mesi. Comunque non voglio giustificare microsoft, sinceramente non ne ho interesse, però mi da fastidio che si pensi che ci sia un sistema coercitivo e che MS sia il male, quando la realtà è ben diversa e se gli OEM non favoriscono altri OS è solo perchè hanni gli stessi interessi di MS. E mi da fastidio soprattutto per questi "altri OS". IMHO
          • ruppolo scrive:
            Re: Non ci credo...
            Concordo.
      • Le Chuck scrive:
        Re: Non ci credo...
        Dici? Quindi il motivo per cui tutti i produttori pur vendendo portatili con linux mettono i loghi microsoft e "acer consiglia microsoft per l'uso di tutti i giorni" sono cose vere, non hanno preso soldi da microsoft?Non ci avevo mai pensato. Potrebbe essere vero. Già.
        • -ToM- scrive:
          Re: Non ci credo...
          - Scritto da: Le Chuck
          Dici? Quindi il motivo per cui tutti i produttori
          pur vendendo portatili con linux mettono i loghi
          microsoft e "acer consiglia microsoft per l'uso
          di tutti i giorni" sono cose vere, non hanno
          preso soldi da microsoft?

          Non ci avevo mai pensato. Potrebbe essere vero. Già.A questo punto si parla di marketing se di fatto il portatile con linux esiste.
    • pabloski scrive:
      Re: Non ci credo...
      è strano che proprio Acer, che ha più volte definito linux inutilizzabile, si sia buttata su androidinsomma se dietro c'è google linux è figo, c'è ci sono i cantinari fa schifomah, potere del marketing :D
      • -ToM- scrive:
        Re: Non ci credo...
        - Scritto da: pabloski
        insomma se dietro c'è google linux è figo, c'è ci
        sono i cantinari fa schifoMagari google con android da la certezza di non rilasciare un prodotto patetico come quelli che abbiamo visto finora.(linpus, xandros). Senza contare quanto gli utenti siano legati a google, i ché potrebbe essere un grande incentivo a far apprezzare Android a tutti quelli che hanno scartato linux sui netbook. IMHO
        • pabloski scrive:
          Re: Non ci credo...
          ma infatti il problema sono proprio linpus e xandrosinsomma sono due perfetti signor nessuno...e voi acer e asus che fate? vi affidate a loro?l'altro campione msi se non sbaglio usava suse, che a dirla tutta da quando è finita nelle mani di novell è diventata una mezza schifezzaprovata l'ultimissima versione, yast si blocca durante l'installazione del software....no dico, questi sono bug che non dovrebbero esserciforse ora che dietro c'è una ditta che fa software seriamente ( google ) le cose andranno meglio
          • -ToM- scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: pabloskicut
            forse ora che dietro c'è una ditta che fa
            software seriamente ( google ) le cose andranno
            megliosperiamo... intanto anche moblin promette benone.
          • ruppolo scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: -ToM-
            speriamo... intanto anche moblin promette benone.Si come no... la solita minestra riscaldata. Anzi, fredda.
          • -ToM- scrive:
            Re: Non ci credo...
            - Scritto da: ruppolo
            Si come no... la solita minestra riscaldata.
            Anzi, fredda.Infatti tu lo hai testato e nel reply precedente ho potuto leggere la tua solita analisi oculata come fai su tutto quello di cui parli.A ruppoletto, te lo hanno detto anche altri, non sai di cosa parli ma parli./plonk-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 giugno 2009 14.20-----------------------------------------------------------
    • Lavello scrive:
      Re: Non ci credo...
      Smettila di chiamarli netbook, si chiamano "Low Cost Small Notebook PCs".L'ha deciso la MS, l'unica azienda che può dare dei nomi ad oggetti fatti per l'informatica.L'Acer la pagherà care per quello che sta facendo: d'altro canto è solo una manovra per ottenere sconti su Windows 7.Android presto sparirà: Google non potrà più finanziare il progetto a causa della voragine nei guadagni causata dal trionfo di BING.
      • pabloski scrive:
        Re: Non ci credo...
        - Scritto da: Lavello
        finanziare il progetto a causa della voragine nei
        guadagni causata dal trionfo di
        BING.questa è una perla :D andrebbe scolpita nella pietracomunque ho giocherellato un pò con bing ieri...devo dire che sono ancora molto indietro...non vedo nessun accenno di semantica in quel motorecon questi presupposti google regnerà incontrastato fino al 4020ci sarà da ridere, poi, se prenderanno piede i netbook con ARM e Android....MS verrà il suo mercato ridotto di un buon 30% nel giro di qualche annoperò complessivamente a noi altri va bene così...più competizione, più opportunità, finalmente si ritorna ai bei tempi ( almeno per come li ricordo io ) in cui la tecnologia informatica era in continuo fermento e giocavamo con le piastre di vetronite per creare i nostri circuiti stampati in casa :Deh bei tempi quelli, quando si saldava con la tecnologia THT invece di quella bestialità della SMT-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 giugno 2009 12.14-----------------------------------------------------------
        • ruppolo scrive:
          Re: Non ci credo...
          - Scritto da: pabloski
          più competizione, più opportunità,
          finalmente si ritorna ai bei tempi ( almeno per
          come li ricordo io ) in cui la tecnologia
          informatica era in continuo fermento e giocavamo
          con le piastre di vetronite per creare i nostri
          circuiti stampati in casa
          :D

          eh bei tempi quelli, quando si saldava con la
          tecnologia THT invece di quella bestialità della
          SMTQuotone :D
      • ruppolo scrive:
        Re: Non ci credo...
        - Scritto da: Lavello
        Smettila di chiamarli netbook, si chiamano "Low
        Cost Small Notebook
        PCs".
        L'ha deciso la MS, l'unica azienda che può dare
        dei nomi ad oggetti fatti per
        l'informatica.Almeno una cosa intelligente l'ha fatta.
  • zio peppe scrive:
    base di applicazioni troppo grande
    per temere la concorrenza di Android. Windows e Linux hanno una tale base di applicazioni conosciute che installare Android sul netbook sarà roba da geeks.
    • r1348 scrive:
      Re: base di applicazioni troppo grande
      Ahem, Android è Linux, di conseguenza ogni software presente su Linux non dovrebbe presentare grossi problemi di porting. Inoltre già esiste l'Android Market similmente all'AppStore di iPhone.Resta il fatto che non girandoci Photoshop CS4, Android è perfettamente inutile al 99,9% dell'umanità.
      • tres scrive:
        Re: base di applicazioni troppo grande
        su un netbook speri di farci girare photoshop???
        • ruppolo scrive:
          Re: base di applicazioni troppo grande
          - Scritto da: tres
          su un netbook speri di farci girare photoshop???Quindi anche i netbook sono inutili al 99% dell'umanità.È solo il proseguo del ragionamento, eh...
        • r1348 scrive:
          Re: base di applicazioni troppo grande
          Lasciami capire, tu eri quello nel tuo giro, che quando qualcuno faceva una battuta, poi bisognava spiegargliela, vero?
          • Vernel scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            ROTFLcopter in arrivo (rotfl)
          • Le Chuck scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            No è che da come l'hai scritta sembra una cosa seria. In effetti non era credibile.
      • pabloski scrive:
        Re: base di applicazioni troppo grande
        certo che sarebbe figo far girare photoshop su uno schermo da 10" :Dnemmeno le toolbars riusciresti a visualizzare :D :Dperò c'è da dire che se nvidia spreme un altro pò le meningi riuscirà a far girare photoshop, almeno dal punto di vista della potenzadel resto, a quanto leggo in giro, riusciranno a far girare flash a tutta velocità :D
      • Le Chuck scrive:
        Re: base di applicazioni troppo grande
        Strano conosco tante, tante persone e di queste solo una o due usano photoshop, perchè si sono autodefinite web designer. Sono anche fra le poche persone che conosco che non hanno un lavoro vero, triste eh.Tutti I programmi di debian/ARM si possono installare su androidhttp://ubuntufacile.org/apt-debian-android/
        • ruppolo scrive:
          Re: base di applicazioni troppo grande
          - Scritto da: Le Chuck
          Strano conosco tante, tante persone e di queste
          solo una o due usano photoshop, perchè si sono
          autodefinite web designer. Sono anche fra le
          poche persone che conosco che non hanno un lavoro
          vero, triste
          eh.

          Tutti I programmi di debian/ARM si possono
          installare su
          android

          http://ubuntufacile.org/apt-debian-android/Veramente l'articolo parla di altro, ovvero come installare debian su un G1.Quindi quei "tutti i programmi" sono "tutti inutili", visto che per dispositivi tascabili i programmi vanno sviluppati ad hoc.
          • Shu scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: ruppolo

            http://ubuntufacile.org/apt-debian-android/

            Veramente l'articolo parla di altro, ovvero come
            installare debian su un
            G1.E allora?
            Quindi quei "tutti i programmi" sono "tutti
            inutili", visto che per dispositivi tascabili i
            programmi vanno sviluppati ad
            hoc.Falso, visto che migliaia di programmi non hanno bisogno di interfaccia grafica (i daemon e i comandi da console), e che buona parte del software per Linux si adatta alle dimensioni dello schermo anche a risoluzioni bassissime (640x480, ma anche meno), compresi anche i DM più conosciuti (Gnome, KDE, XFCE e LXDE) e i WM (icewm, blackbox, windowmaker, ecc.).Forse OpenOffice e Firefox non ci stanno tanto bene, ma sono comunque mattoni inutilizzabili su roba che mediamente ha 64-128 MB di RAM. Ma esistono alternative (Abiword+Gnumeric, Minimo, ma volendo anche Epiphany e Galeon).Se non hai la più pallida idea di cosa stai parlando, fai più bella figura stando zitto.
          • s.b. scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: Shu
            Se non hai la più pallida idea di cosa stai
            parlando, fai più bella figura stando
            zitto.Giusto per curiosità, hai provato debian sul Dream/Magic?
          • Shu scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: s.b.
            Giusto per curiosità, hai provato debian sul
            Dream/Magic?No, ma l'ho provata su Zaurus, che ha caratteristiche simili/inferiori, e non ha la parte telefonica (che comunque resta gestita da Android).Bye.
          • ruppolo scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: Shu
            - Scritto da: ruppolo



            http://ubuntufacile.org/apt-debian-android/



            Veramente l'articolo parla di altro, ovvero come

            installare debian su un

            G1.

            E allora?E allora lo scrivo sotto.


            Quindi quei "tutti i programmi" sono "tutti

            inutili", visto che per dispositivi tascabili i

            programmi vanno sviluppati ad

            hoc.

            Falso, visto che migliaia di programmi non hanno
            bisogno di interfaccia grafica (i daemon e i
            comandi da console),Ah quelli sono utilissimi per il normale utente, come ad esempio un server TFTP (si sa mai che bisogna aggiornare lo switch di rete al supermercato).
            e che buona parte del
            software per Linux si adatta alle dimensioni
            dello schermo anche a risoluzioni bassissime
            (640x480, ma anche meno),Ah certo, lui di adatta, ma l'utente? Ah scusa, l'utente non c'entra, l'obiettivo è far girare il sistema operativo, i demoni e i programmi.
            compresi anche i DM più
            conosciuti (Gnome, KDE, XFCE e LXDE) e i WM
            (icewm, blackbox, windowmaker,
            ecc.).Tutta roba utilissima in mobilità, anzi, fatta apposta per l'utente mobile.
            Forse OpenOffice e Firefox non ci stanno tanto
            bene, ma sono comunque mattoni inutilizzabili su
            roba che mediamente ha 64-128 MB di RAM. Ma
            esistono alternative (Abiword+Gnumeric, Minimo,
            ma volendo anche Epiphany e
            Galeon).Tutto software non specificatamente progettato per l'uso mobile.A proposito, in 10 minuti non sono stato in grado di trovare i requisiti di sistema di Gnome... sempre ben fatta, la documentazione open source...
            Se non hai la più pallida idea di cosa stai
            parlando, fai più bella figura stando
            zitto.Ma siccome io quell'idea ce l'ho, parlo.
          • -ToM- scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: ruppolocut
            Ah certo, lui di adatta, ma l'utente? Ah scusa,l'utente cosa deve adattare se ci pensa l'OS?E sarai certamente pronto a fare una analisi che ci permetta di capire come mai vero? dai su spiega
            Tutta roba utilissima in mobilità, anzi, fatta
            apposta per l'utente mobile.E sarai certamente pronto a fare una analisi che ci permetta di capire come mai vero? dai su spiega
            Tutto software non specificatamente progettato
            per l'uso mobile.E sarai certamente pronto a fare una analisi che ci permetta di capire come mai vero? dai su spiega
            A proposito, in 10 minuti non sono stato in grado
            di trovare i requisiti di sistema di Gnome...
            sempre ben fatta, la documentazione open source...Gnome è un DE che si appoggia su un sistema operativo che viene personalizzato a seconda di certi criteri da parte delle aziende che lo rilasciano sotto forma di distribuzione. Quello che incide sulle prestazioni è l'utilizzo delle risorse del (sotto)sistema.Gnome è legato ad altri componenti come il server grafico ed il composite che sono progetti slegati da Gnome che è soltanto un DE e che incidono sulle prestazioni globali della macchina e quindi anche sulla user experience. Stabilire dei requisiti minimi è stupido oltre che quasi impossibile e non ti spiego come mai perchè mi auguro che tu lo capisca da solo e che la tua sia solo una trollata che a te è sembrata geniale ma che in realtà è solo inutile.Se non credi che cia così, sarai certamente pronto a fare una analisi che ci permetta di capire come mai vero? dai su spiega...
            Ma siccome io quell'idea ce l'ho, parlo.Il problema è che fai accuse ma non spieghi mai ne con link, ne con argomentazioni scritte di tua mano.
          • ruppolo scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: -ToM-
            - Scritto da: ruppolo

            cut


            Ah certo, lui di adatta, ma l'utente? Ah scusa,

            l'utente cosa deve adattare se ci pensa l'OS?
            E sarai certamente pronto a fare una analisi che
            ci permetta di capire come mai vero? dai su
            spiegaSi capisce benissimo.


            Tutta roba utilissima in mobilità, anzi, fatta

            apposta per l'utente mobile.

            E sarai certamente pronto a fare una analisi che
            ci permetta di capire come mai vero? dai su
            spiegaSi capisce benissimo.


            Tutto software non specificatamente progettato

            per l'uso mobile.

            E sarai certamente pronto a fare una analisi che
            ci permetta di capire come mai vero? dai su
            spiegaSi capisce benissimo.


            A proposito, in 10 minuti non sono stato in
            grado

            di trovare i requisiti di sistema di Gnome...

            sempre ben fatta, la documentazione open
            source...

            Gnome è un DE che si appoggia su un sistema
            operativo che viene personalizzato a seconda di
            certi criteri da parte delle aziende che lo
            rilasciano sotto forma di distribuzione. Quello
            che incide sulle prestazioni è l'utilizzo delle
            risorse del
            (sotto)sistema.
            Gnome è legato ad altri componenti come il server
            grafico ed il composite che sono progetti slegati
            da Gnome che è soltanto un DE e che incidono
            sulle prestazioni globali della macchina e quindi
            anche sulla user experience. Stabilire dei
            requisiti minimi è stupido oltre che quasi
            impossibile e non ti spiego come mai perchè mi
            auguro che tu lo capisca da solo e che la tua sia
            solo una trollata che a te è sembrata geniale ma
            che in realtà è solo
            inutile.
            Se non credi che cia così, sarai certamente
            pronto a fare una analisi che ci permetta di
            capire come mai vero? dai su
            spiega...Lo capisce anche un neofita che un software ha bisogno di memoria per funzionare.Ma quanta?Questo si chiama "requisito".Ma almeno quanta?Questo si chiama "requisito minimo"Spero sia abbastanza semplice, per te.


            Ma siccome io quell'idea ce l'ho, parlo.

            Il problema è che fai accuse ma non spieghi mai
            ne con link, ne con argomentazioni scritte di tua
            mano.Ma quante balle...E cosa ci sarebbe da spiegare nella frase "non esistono applicazioni pensate per l'uso mobile" tra le comuni applicazioni del mondo Linux di cui tutti vorrebbero fare il porting a destra e a manca?Ti pare che per l'iPhone Apple abbia fatto il porting delle applicazioni di OS X? Oppure ha sviluppato NUOVE applicazioni pensate per l'uso mobile, pensate per touch screen ovvero in funzione di uno schermo piccolo, senza tastiera fisica?Ci vuole la laurea per capire queste banalità?
          • -ToM- scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: ruppolocut (grazie per la conferma)
            Lo capisce anche un neofita che un software ha
            bisogno di memoria per funzionare. Ma quanta?
            Questo si chiama "requisito". Ma almeno quanta?
            Questo si chiama "requisito minimo"

            Spero sia abbastanza semplice, per te.Allora provo a spiegartelo un'altra volta, vediamo se capisci. Gnome è un DE e come tale si appoggia su un sistema operativo composto da una miriade di servizi e componenti. Questo insieme si chiama DISTRIBUZIONE nel quale l'azienda che la produce inserisce ciò che ritiene opportuno ai fini del progetto che seguono. Nel pastone generale di tutto il sistema, è solo un servizio come gli altri che consuma un certo quantitativo di ram.Specificare questo quantitativo di ram è inutile e risulterebbe forviante per l'untente perchè non sapendo quello che fa, se ne va sul sito di gnome per vedere se ubuntu gira bene sul proprio hardware. Se guardi i requisiti di OSX trovi quelli di AQUA oppure quelli necessari per far funzionare tutto il sistema? ovviamente la seconda, per il motivo che ti ho spiegato prima.La pesantezza del DE sono gli effetti ed il server grafico su cui gira sopra e per quanto è peso xorg e compiz, direi che le specifiche di gnome sono decisamente irrilevanti costituendo in sè solo una minima parte della richiesta di risorse rispetto al sistema in generale.Ah, Gnome non è un OS, è la buccia più buccia che cè e non può funzionare da solo, tantomeno sfruttare l'hardware più di altri componenti specifici (xorg, compiz, audio, video, ecc), come detto poco fa.Tu imparassi qualcosa una buona volta, non sarebbe male.cut (boiate)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 giugno 2009 15.34-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            Ho capito che non è dato sapere se un sistema composto da x e y e z gira o meno in 64MB di RAM. Bisogna solo provare.Quindi il tizio di prima ha solo sparato a vanvera nomi di programmi.
          • -ToM- scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: ruppolo
            Ho capito che non è dato sapere se un sistema
            composto da x e y e z gira o meno in 64MB di RAM.
            Bisogna solo provare.
            Quindi il tizio di prima ha solo sparato a
            vanvera nomi di programmi.Si ma tu non ti devi arrampicare sugli specchi con me.Per tua informazione, può esistere una distro linux con gnome che gira con 128mega e una con xfce che ha bisogno di 1GB, questo secondo la teoria che ti ho spiegato e che ignori, quindi citare tutti quei DE ha un senso./plonk
          • ruppolo scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: -ToM-
            Gnome è un DE e come taleA proposito, non che mi freghi qualcosa, ma quando spieghi le cose usando delle sigle, a meno che queste sigle non siano comuni (come USB) devi prima citarne il significato. Sempre se il tuo obiettivo è farti capire. Questo denota cultura e intelligenza.
          • -ToM- scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: ruppolo
            A proposito, non che mi freghi qualcosa, ma
            quando spieghi le cose usando delle sigle, a meno
            che queste sigle non siano comuni (come USB) devi
            prima citarne il significato. Sempre se il tuo
            obiettivo è farti capire. Questo denota cultura e
            intelligenza.ma LOL!ma se non capisci le parole basilari per sostenere una discussione, che discuti a fare?L'intelligenza vorrebbe anche che tu fossi informato prima di utilizzare parole accusatorie come hai fatto verso la comunità opensource, ed è anche questione di educazione e di rispetto per gente che ha lavorato anche per il tuo OSX.Non ne indovini una.PS.: Sei registrato, puoi editare i messaggi ed evitare i doppi post./plonk (il solito teatrino)
          • ruppolo scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: -ToM-
            ma LOL!
            ma se non capisci le parole basilari per
            sostenere una discussione, che discuti a
            fare?Infatti io non ho iniziato una disamina di gnome, né mi interessa farlo. Sei tu che sei partito in tromba.
            L'intelligenza vorrebbe anche che tu fossi
            informato prima di utilizzare parole accusatorie
            come hai fatto verso la comunità opensource,Sempre a ragion veduta: prima di parlare di Moblin, ad esempio, l'ho provato.
            ed è
            anche questione di educazione e di rispetto per
            gente che ha lavorato anche per il tuo
            OSX.Quella lavorava in NeXT prima, e in Apple poi.
            Non ne indovini una.HA!, solo perché non mi comporto secondo i tuoi canoni?

            PS.: Sei registrato, puoi editare i messaggi ed
            evitare i doppi
            post.Non l'ho capita. In ogni caso non posso cancellare un post.

            /plonk (il solito teatrino)bravo bravo, plonka, così ti fai riconoscere.
          • Shu scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: ruppolo
            Ah quelli sono utilissimi per il normale utente,
            come ad esempio un server TFTP (si sa mai che
            bisogna aggiornare lo switch di rete al
            supermercato).Un server SSH/SFTP per trasferire file sul/dal telefono? Un server web+php+sqlite per delle miniwebapp?Un client ssh da terminale per collegarsi ai server quando sei in giro?

            e che buona parte del

            software per Linux si adatta alle dimensioni

            dello schermo anche a risoluzioni bassissime

            (640x480, ma anche meno),
            Ah certo, lui di adatta, ma l'utente? Ah scusa,
            l'utente non c'entra, l'obiettivo è far girare il
            sistema operativo, i demoni e i
            programmi.Una volta che il software si è adattato allo schermo, cosa deve fare l'utente? Al massimo le icone saranno piccole e servirà una stilo invece di cliccarle con le dita, come nel 95% degli smartphone.

            compresi anche i DM più

            conosciuti (Gnome, KDE, XFCE e LXDE) e i WM

            (icewm, blackbox, windowmaker,

            ecc.).
            Tutta roba utilissima in mobilità, anzi, fatta
            apposta per l'utente
            mobile.Mai usati, vero?

            esistono alternative (Abiword+Gnumeric, Minimo,

            ma volendo anche Epiphany e

            Galeon).
            Tutto software non specificatamente progettato
            per l'uso
            mobile.A cosa serve progettarlo specificatamente se già di suo funziona allo stesso modo?Solo per dire nel flyer pubblicitario "sviluppato appositamente"?
            A proposito, in 10 minuti non sono stato in grado
            di trovare i requisiti di sistema di Gnome...
            sempre ben fatta, la documentazione open
            source...Gnome è un insieme di decine di programmi,che si appoggiano ad altri programmi e al kernel. Lo puoi combinare in infiniti modi e occupare da 50 a 500 MB, per darti numeri a spanne.Ti posso dire che sul mio Eee, finito il boot e il login, la RAM occupata è di 95 MB, con Gnome caricato (e con CUPS e NetworkManager e Bluez e altra roba sotto)
          • ruppolo scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: Shu
            - Scritto da: ruppolo


            Ah quelli sono utilissimi per il normale utente,

            come ad esempio un server TFTP (si sa mai che

            bisogna aggiornare lo switch di rete al

            supermercato).

            Un server SSH/SFTP per trasferire file sul/dal
            telefono? Un server web+php+sqlite per delle
            miniwebapp?
            Un client ssh da terminale per collegarsi ai
            server quando sei in
            giro?Parliamo lingue diverse.Giusto per farti capire: ferma una signora alla cassa del supermercato e chiedigli se gli interessa un server web+php+sqlite e vedi cosa ti risponde (ma bada che non abbia in mano un ombrello, altrimenti potrebbe dartelo sulla testa).
            Una volta che il software si è adattato allo
            schermo, cosa deve fare l'utente? Al massimo le
            icone saranno piccole e servirà una stilo invece
            di cliccarle con le dita, come nel 95% degli
            smartphone.Appunto. Per questa ragione tale 95% è stato spazzato via da iPhone.
            Mai usati, vero?Cambierebbe qualcosa? Nel tuo concetto di "uso", si, nel mio no.
            A cosa serve progettarlo specificatamente se già
            di suo funziona allo stesso
            modo?Vediamo... ma perché mai sono state progettate le GUI, 30 anni fa, se poi le cose funzionano allo stesso modo?
            Solo per dire nel flyer pubblicitario "sviluppato
            appositamente"?Beh, non serve il flyer...
            Gnome è un insieme di decine di programmi,che si
            appoggiano ad altri programmi e al kernel. Lo
            puoi combinare in infiniti modi e occupare da 50
            a 500 MB, per darti numeri a
            spanne.Ho capito, quindi anche dire "uso gnome" o "su quel computer si può mettere gnome" è privo di significato, visto che, a parte la memoria, saranno proprio i servizi, e quindi le possibilità, che variano da 1 a 10.
            Ti posso dire che sul mio Eee, finito il boot e
            il login, la RAM occupata è di 95 MB, con Gnome
            caricato (e con CUPS e NetworkManager e Bluez e
            altra roba
            sotto)Già, ma non significa molto... potrebbe essere in gnome "Ultimate" o un gnome "Basic". Di fatto non confrontabile con nessun altro sistema, se non facendo una analisi dettagliata e spulciando funzione per funzione.Grazie, ora ho una conferma in più che questi sistemi rimangono risorse per sviluppatori e non prodotti finiti, e che i netbook sono giocattoli per programmatori (i quali hanno tutto il diritto di divertirsi a loro modo).
      • Sathack scrive:
        Re: base di applicazioni troppo grande
        nooooooooooooo non ci gira fotoshop!
    • ruppolo scrive:
      Re: base di applicazioni troppo grande
      - Scritto da: zio peppe
      per temere la concorrenza di Android. Windows e
      Linux hanno una tale base di applicazioni
      conosciute che installare Android sul netbook
      sarà roba da
      geeks.Applicazioni pensate per computer più potenti.Come Vista, avete presente?E applicazioni pensate per schermi più grandi.Quindi, di fatto, la base di applicazioni per i netbook è pressoché zero.
      • lroby scrive:
        Re: base di applicazioni troppo grande
        - Scritto da: ruppolo
        Quindi, di fatto, la base di applicazioni per i
        netbook è pressoché
        zero.hai mai fatto caso che un pc normale mediamente viene impostato a 1024*768 come risoluzione orizzontale?un netbook invece viene impostato a 1024*600 ovvero lo schermo ha la stessa dimensione orizzontale, è solo leggermente più stretto, ed in merito alle applicazioni per netbook vediamo cosa ci facevo io sul mio ex eeepc da 9":1) browsing su internet (come sul fisso)2) email tramite client di posta (come sul fisso)3) nero per masterizzatore (come sul fisso) (ho un dvd-rw esterno)4) test delle linee adsl tramite gui di windows xp (come sul fisso)5) mi guardo i dvd/divx (come sul fisso)6) ci ascolto la musica (come sul fisso)7) ci butto dei dati dentro per portarli da un pc all'altro (come una chiavetta usb)8) ci cazzeggio con Linux (come sul fisso)9) ci guardo e stampo le foto (come sul fisso)10) ci giochicchio con giochi NON 3D o comunque non al massimo dei dettagli (sul fisso si :D )11) ci faccio le videochiamate con skype/msn (in maniera + semplice e rapida rispetto al fisso)per il momento è tutto quello che mi sono ritrovato a farci con questi gioiellini.. ma sicuramente vi sarà gente che ci programmerà sopra o farà anche altre coseLROBY
        • ruppolo scrive:
          Re: base di applicazioni troppo grande
          - Scritto da: lroby
          - Scritto da: ruppolo

          Quindi, di fatto, la base di applicazioni per i

          netbook è pressoché

          zero.
          hai mai fatto caso che un pc normale mediamente
          viene impostato a 1024*768 come risoluzione
          orizzontale?orizzontale?
          un netbook invece viene impostato a 1024*600
          ovvero lo schermo ha la stessa dimensione
          orizzontale, è solo leggermente più stretto,Più basso, vorrai dire.
          ed in merito alle applicazioni per netbook vediamo
          cosa ci facevo io sul mio ex eeepc da
          9":
          1) browsing su internet (come sul fisso)Uno dei pochi.
          2) email tramite client di posta (come sul fisso)
          3) nero per masterizzatore (come sul fisso) (ho
          un dvd-rw
          esterno)E cosa masterizzi, per curiosità?
          4) test delle linee adsl tramite gui di windows
          xp (come sul
          fisso)
          5) mi guardo i dvd/divx (come sul fisso)i DVD?
          6) ci ascolto la musica (come sul fisso)Non mi dire... si sente bene?
          7) ci butto dei dati dentro per portarli da un pc
          all'altro (come una chiavetta
          usb)Ma come, il "net" non è in rete? Ma che "net" è?
          8) ci cazzeggio con Linux (come sul fisso)Ecco, questo mi pare l'utilizzo principale.
          9) ci guardo e stampo le foto (come sul fisso)
          10) ci giochicchio con giochi NON 3D o comunque
          non al massimo dei dettagli (sul fisso si :D
          )
          11) ci faccio le videochiamate con skype/msn (in
          maniera + semplice e rapida rispetto al
          fisso)Bravo, io invece skype lo uso sull'iPhone... non so, mi pare più naturale...
          per il momento è tutto quello che mi sono
          ritrovato a farci con questi gioiellini.. ma
          sicuramente vi sarà gente che ci programmerà
          sopra o farà anche altre
          cose
          LROBYNon credo. Per programmare serve un monitor grande, ci sono più finestre da tenere aperte.Di fatto non vedo nessun utilizzo che giustifichi la spesa.Ma dimmi, da quanto ce l'hai?
          • lroby scrive:
            Re: base di applicazioni troppo grande
            - Scritto da: ruppolo

            viene impostato a 1024*768 come risoluzione

            orizzontale?
            orizzontale?intendo dire che internet viene progettato per essere utilizzato in modo ottimale alla risoluzione di 1024 pixel in orizzontale

            un netbook invece viene impostato a 1024*600

            ovvero lo schermo ha la stessa dimensione

            orizzontale, è solo leggermente più stretto,
            Più basso, vorrai dire.è la stessa cosa non fare il pignolo,invece che rappresentare 768 pixel in verticale, ne rappresenta 600.

            ed in merito alle applicazioni per netbook
            vediamo

            cosa ci facevo io sul mio ex eeepc da

            9":

            1) browsing su internet (come sul fisso)
            Uno dei pochi.ma se nasce per andare su internet.. altro che uno dei pochi

            2) email tramite client di posta (come sul
            fisso)qui non commenti

            3) nero per masterizzatore (come sul fisso) (ho

            un dvd-rw

            esterno)
            E cosa masterizzi, per curiosità?immagini iso di Linux per la maggiore, ma non solo quelle.. anche foto ed altro.. praticamente posso masterizzare le stesse cose ed allo stesso modo di come farei sul fisso.

            4) test delle linee adsl tramite gui di windows

            xp (come sul

            fisso)e qui non dici nulla nuovamente

            5) mi guardo i dvd/divx (come sul fisso)
            i DVD?Non conosci i DVD? sono dei film.. ma con la qualità molto alta (una via di mezzo tra i divx e i blueray ;) )

            6) ci ascolto la musica (come sul fisso)
            Non mi dire... si sente bene?dipende da dove lo colleghi, ad esempio sul mio kit 5.1 dolby digital cambridge soundworks dtt3500 qualunque cosa gli collego (compreso eeepc e palmare qtek9000) tramite l'uscita cuffie)si sentono entrambi da Dio.. per non parlare se gli collego le mie cuffie Sennheiser (sono tedesche e IMHO la miglior marca di cuffie che abbia mai sentito, me le consigliò un amico che faceva musica di professione)

            7) ci butto dei dati dentro per portarli da un
            pc

            all'altro (come una chiavetta

            usb)
            Ma come, il "net" non è in rete? Ma che "net" è?qui mi trolli alla grande.. netbook intanto significa pc che nasce per essere connesso sempre (o quasi) ad internet, ma questo non significa che non lo puoi usare come magazzino temporaneo (sopratutto quelli con hdd da 160gb)

            8) ci cazzeggio con Linux (come sul fisso)
            Ecco, questo mi pare l'utilizzo principale.per te.. per me è solo uno dei tanti punti a suo favore

            9) ci guardo e stampo le foto (come sul fisso)e qui non dici nulla per l'ennesima volta

            10) ci giochicchio con giochi NON 3D o comunque

            non al massimo dei dettagli (sul fisso si :D

            )idem

            11) ci faccio le videochiamate con skype/msn (in

            maniera + semplice e rapida rispetto al

            fisso)
            Bravo, io invece skype lo uso sull'iPhone... non
            so, mi pare più
            naturale...vedere l'altra persona su uno schermo da 9"/10" in full screen (con l'eeepc comodamente appoggiato su un tavolo) non è la stessa cosa rispetto a vedere la stessa persona su di un 3.5" di un portatilino che devi pure tenerlo sempre in mano a meno di non appoggiarlo da qualche parte e sperare che non scivoli in piano

            per il momento è tutto quello che mi sono

            ritrovato a farci con questi gioiellini.. ma

            sicuramente vi sarà gente che ci programmerà

            sopra o farà anche altre

            cose

            LROBY
            Non credo. Per programmare serve un monitor
            grande, ci sono più finestre da tenere
            aperte.eh già.. le porte VGA queste sconosciute.. che bello poterlo collegare ad un QUALSIASI MONITOR per PC da 14" a 26" ed a qualunque TV LCD con presa VGA,magari superiore al 40"
            Di fatto non vedo nessun utilizzo che giustifichi
            la
            spesa.devo dire che hai una visione MOLTO ristretta delle cose.
            Ma dimmi, da quanto ce l'hai?avrebbe fatto un anno esatto ieri.. ma l'ho venduto, per alcuni motivi tecnici, infatti quello nuovo avrà lo schermo da 11,6" (contro i 9 del mio ex), hdd da 160 (rispetto ssd da 20), batteria + durevole, bluetooth che non avevo, tastiera + grande e comoda, cpu atom N280 1,66ghz HT rispetto al Celeron 900mhz, e sempre 2 gb di ram ddr2 (avevo già espanso il mio eeepc900 ed ovviamente espanderò anche questo)+ che altro lo stò cambiando perchè siccome ci installo diversi s.o. contemporaneamente lo spazio sul hd non basta mai.. e lo schermo così grande (11.6") mi alletta da morire (prima di prendere l'eeepc900 avevo un vecchio compaq 12", ed era favoloso per lo schermo) e poi lo voglio + veloce..ma perchè mi chiedi da quanto tempo ce l'ho (anzi ce l'avevo)??LROBY
Chiudi i commenti