Adotta un blog contro il regime

Quello cinese. Una singolare iniziativa si propone di dar vita ad un network di blog liberi, capaci di sfuggire alla censura di Stato vigente nel paese della Grande Muraglia

Roma – Si chiama Adopt a Blog , “adotta un blog”, una particolarissima idea che si propone di dar vita ad una “rete di idee libera”, capace di divulgare e far conoscere il pensiero dei cinesi “non allineati”. Un’iniziativa che sta riscuotendo un crescente interesse.

Sul sito dedicato al progetto si ricorda come la Repubblica Popolare cinese abbia intrapreso numerose azioni di censura contro blogger , alcuni dei quali, come ben sanno i lettori di Punto Informatico, hanno subito pesanti condanne carcerarie per aver espresso opinioni ritenute pericolose dal regime pechinese.

Dal 2003 ad oggi, spiega il sito, la censura contro i blog non ha fatto altro che aumentare. Una censura supportata dall’efficiente sistema dei proxy di Stato che consente al regime di impedire agli utenti cinesi di accedere a moltissimi siti web contenuti nelle proprie liste di blocco.

Per aggirare il problema, “Adopt a Blog” si propone di ospitare i blog cinesi e, quando venissero bloccati dai proxy, spostarli di volta in volta su altri indirizzi e domini, in modo tale da rendere assai più complessa l’operazione di filtering.

Il banner dell'iniziativa “Adopt a Blog – si legge sul sito – non è un movimento politico contro il Partito comunista cinese o le sue politiche. Non è confinato ad un solo paese. E’ nato esclusivamente per sostenere la libertà di parola al di là dei contenuti. Il suo senso è uno: diffondiamo i nostri blog e, quando li bloccano, spostiamoli altrove”.

I promotori ricordano come la censura oggi sia semplificata dal fatto che chi mette in piedi un blog in Cina normalmente si rivolge a server gratuiti, che possono essere facilmente filtrati. “Se i blogger – spiegano i promotori – potessero tutti permettersi nomi a dominio gestiti da server diversi, bloccarli tutti diventerebbe assai difficile per i censori, specialmente considerando quanto siano numerosi. Ma le spese per un’operazione del genere la rendono poco pratica”.

Come dunque aiutare l?espressione del libero pensiero dei cinesi-blogger? I blogger che nel cosiddetto “mondo libero” oggi dispongono di un blog con proprio dominio basato su piattaforme di blogging spesso godono di uno spazio web “assai superiore – si legge sul sito dell’iniziativa – rispetto a quello che utilizzano davvero”. “Se consideriamo un blog che è andato avanti per due anni – spiegano i promotori – non avremo di archivio normalmente più di 10 megabyte di spazio”. L’idea, dunque, è quella di cedere proprio spazio ai blogger cinesi.

Distribuendo i blog bloccati su una varietà di host, il tentativo di bloccarne un gran numero diventa sempre più difficile. Se un qualsiasi blog adottato viene bloccato, allora lascerà il server che lo ha ospitato per transitare verso uno nuovo. “Chi apprezza l’ironia – afferma Adopt a Blog – vedrà in questa visione qualcosa di simile alle tattiche di guerriglia utilizzate da Mao Zedong”.

Difficile oggi dire se l’iniziativa avrà successo ma è facile prevedere un interessamento della comunità occidentale dei blogger, da sempre molto attenta alle problematiche della libertà di espressione. Non è un caso che proprio in questi giorni alcuni blog americani ed europei abbiano iniziato ad occuparsi del problema.
Per partecipare e mettere a disposizione una parte del proprio spazio web per un blog potenzialmente a rischio censura qui sono disponibili tutte le informazioni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Opera scrive:
    Quando un windows senza IE e OE
    visto che sono integrati pure loro nel sistema operativo?non hanno detto niente su questo però
  • Anonimo scrive:
    MS: unica soluzione smembrarla
    Se fossimo negli anni 70 un'aziendacosì scandalosamente impegnata nelmantenimento di un monopolio piuttostoche nella produzione di sw, verrebbe subito smembrata dagli americani, comesuccesse per molto meno ad AT&TMa agli americani, in questo momento,non interessano tanto le regole del c.d."mercato libero", perché in questo momentodi enorme difficoltà non possono permetterselo.Quindi viva i monopoli, purché di aziende usaQuindi viva gli accordi ricatattatori sottobancocon i produttori di PC (o dai solo il mio prodottopreinstallato, oppure lo paghi il doppio - ovverovoglio l'esclusiva di quello che fai), con i produttoridi periferiche (o eviti di supportare altri sistemi oppure non inserisco i tuoi driver in win), etc.etc.:queste sono tecnologie e innovazione in stile MS,che con la montagna di denaro che incassadovrebbe fare molto più sw e di gran lunga migliore, se fosse un minimo efficenteQuesto avviene ormai solo in europa, perchéin tutti gli altri paesi, dal sudamerica alla cina,di windows e del suo monopolio non glienefrega ormai proprio più niente e tra un po lotoglieranno semplicemente di mezzo, sostituendolocon altre cose più efficenti che alcuni parastataliitalioti guardano ancora con terrore
  • Anonimo scrive:
    istruzioni per compatibilita' senza wmp:
    potete disfarvi completamente del mediaplayer senza compromettere le funzionalita' dei player:generate una nuova installazione di windows usando nlite dove potete togliere il wmp , lasciate il mediaplayer 6.4.Per recuperare sulla compatibilita' installate il gestore Drm tramite la patch KB891122 , poi per installare i codec wmv mancanti aprite i files wmv con il vecchio media player, cercate sul disco mplayer2.exe, se li prelevera' da ms download..A questo punto con qualsiasi player potete leggere tutti i file standard compresi asf, wmv e quelli di cui avete installato i codecs.Potete eliminare anche outlook express ma perdete il supporto mhtml/.mht, non ho trovato un modo per reintegrarlo.
  • Anonimo scrive:
    Windows stable edition...
    Linux con gnome?
  • Anonimo scrive:
    N sta per NULLO ???????
    HHhhhahahahahhahahhahahhahahah!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    A quando WindowzXP NIET ?
    dove N sta per "non media player""IE" sta per "senza Internet exploder"mentre "T" sta per "togli anche quello che Ti pare a Te".:-D
    • Anonimo scrive:
      Re: A quando WindowzXP NIET ?
      a quando una concorrenza che non si pianga addosso?forse è difficile fare cio' che ms ha fatto in 20 anni,ma non si puo' pretendere di volerlo fare in due.lo dico non essendo un simpatizzante di ms,ma solo una persona che gia' ingarbugliata dalle tante offerte,alla fine vuole solo un prodotto polivalente.
      • Anonimo scrive:
        Re: A quando WindowzXP NIET ?
        - Scritto da: Anonimo
        a quando una concorrenza che non si pianga
        addosso?forse è difficile fare cio' che ms ha
        fatto in 20 anni,ma non si puo' pretendere di
        volerlo fare in due.lo dico non essendo un
        simpatizzante di ms,ma solo una persona che gia'
        ingarbugliata dalle tante offerte,alla fine vuole
        solo un prodotto polivalente.Simpatizzante MS...
  • Anonimo scrive:
    Una questione tecnica ....
    Una questione tecnica ....Windows media player non è solo un player è un controllo ActiveX integrato (come explorer) che si porta dietro una complessa architettura di com / codecs e così via.In un qualsiasi sistema operativo questa infrastruttura è essenziale per gestire i contenuti audio video.Ce l'ha MAC con quicktime , ce l'ha Linux con mplayer e xine che si integrano nel browser (in KDE c'è kaffeine).Omettere WMP significa omettere anche questa infrastruttura o solo la finestra ?Perchè se si omette anche la struttura non è più possibile integrare il Controllo con la maggior parte dei programmi e molte cose rischiano di non funzionare .Faccio notare che il 90% dei player per windows usano il controllo di WMP quindi .... che si fa ?Chi si prende la briga di realizzare una infrastruttura simile e soprattutto compatibile con quella d'oltre oceano ?!?
    • Anonimo scrive:
      Re: Una questione tecnica ....
      l'importante e' avere il core del vecchio mediaplayer 6.4 installato che da solo si piglia da ms download i codec e filtri perduti mentre per la gestione dei DRM V2 con wmv e gli altri player basta la patch kb891122 .non risolve tutto ma per la maggioranza dei casi c'e' esattamente quello che serve.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una questione tecnica...
      E' proprio questa la boiata.Un buon informatico dovrebbe sapere che le applicazioni a livello utente devono essere ben distinte dal sistema operativo.Invece in Windows è tutto integrato e ammassato, è una specie di polpetta andata a male. Pure l'interfaccia grafica è integrata nel kernel.Per quanto riguarda GNU/Linux hai ciccato in pieno, visto che puoi installare benissimo mPlayer senza i vari plugin per i browser o il file manager. Oppure puoi anche non installarlo, e magari mettere Xine. L'utente ha la più totale libertà nella scelta, cosa che Windows non riesce minimamente a fornire. Questo è uno dei motivi per cui Windows fa schifo.Perchè un utente Windows non può cancellare *per sempre* Explorer? Perchè? Se uno volesse solo FireFox? Sì, lo imposti come predefinito, ma ci sarà sempre quell'immondizia di IE tra le palle.Per me Microsoft può integrare quello che vuole nel suo sistema operativo per cerebrolesi, basta solo che sia poi possibile cancellare, senza lasciare tracce, tutte le varie schifezze che ci "regala" (grazie Bill).
  • pikappa scrive:
    piuttosto
    invece di attaccare il wmp o IE, che oltre ad essere interfacce utente, sono anche delle librerie utilizzate da un sacco di programmi, non obbligano veramente M$ a rilasciare le specifiche per permettere lo stesso livello di integrazione anche a sw di terze parti?
    • lele2 scrive:
      Re: piuttosto
      - Scritto da: pikappa
      invece di attaccare il wmp o IE, che oltre ad
      essere interfacce utente, sono anche delle
      librerie utilizzate da un sacco di programmi, non
      obbligano veramente M$ a rilasciare le specifiche
      per permettere lo stesso livello di integrazione
      anche a sw di terze parti?e' proprio quello che vuole l'europa
    • vale56 scrive:
      Re: piuttosto
      - Scritto da: pikappa
      invece di attaccare il wmp o IE, che oltre ad
      essere interfacce utente, sono anche delle
      librerie utilizzate da un sacco di programmi, non
      obbligano veramente M$ a rilasciare le specifiche
      per permettere lo stesso livello di integrazione
      anche a sw di terze parti?E' una delle richiesta fatta dall'antitrust a cui Microsoft non intende adeguarsi
  • francescor82 scrive:
    Re: due cose

    2) non decideranno gli utenti ma i produttori di
    pc o la grossa distribuzione su quale windows
    installare.infatti, e siccome le distribuzioni sono allo stesso prezzo, il produttore di cd installerà comunque quella con WMP per offrire al suo cliente un "servizio migliore".
  • Anonimo scrive:
    winNdows?
    :-)
  • Anonimo scrive:
    A parità di prezzo ...
    ... tanto vale prendersi quella con il MP ... poi al max gli si monta qualche player di terze parti
  • Anonimo scrive:
    Guerre di ricchi, a spese nostre
    ma ki se ne frega se Micro$oft vuole una versione iperaccessoriata del suo OS?ma ki se ne frega se alla fine costerà 10? in meno di quella ufficiale????perchè i giudici servono sempre i potenti e mai noi poveri cittadini?perchè non impediscono a Micro$oft di "costringere" i produttori di software a sviluppare solo per OS Windows XP?perchè non fermano il progetto "Palladium 2"?ma sopratutto perchè non la piantano di rubare soldi noi cittadini per darli ai malavitosi ???
  • Anonimo scrive:
    per 10 anni
    una soluzione potrebbe essere limitare a 10 anni la durata dei diritti sulle opere di ingegno: ad esempio Windows 95, che ancora va bene sulle reti LAN p otrebbe essere fonte di lavoro per gli informatici quando la Microsoft ci ha già guadagnato sopraSperare che una multinazionale ceda i suoi diritti prima di dieci anni non è realistico...
    • Anonimo scrive:
      Re: per 10 anni
      - Scritto da: max59
      una soluzione potrebbe essere limitare a 10 anni
      la durata dei diritti sulle opere di ingegno: ad
      esempio Windows 95, che ancora va bene sulle reti
      LAN p otrebbe essere fonte di lavoro per gli
      informatici quando la Microsoft ci ha già
      guadagnato sopra
      Sperare che una multinazionale ceda i suoi
      diritti prima di dieci anni non è realistico...ma che hai fumato a colazione?se ti riferisci ai brevetti, una scadenza mi sembra più che ragionevole... ma il copyright è un diritto dell'uomo in quanto entità distinta e libera...non credo proprio che il tuo idolo stallman rinuncerebbe mai al copyright su hurd, emacs e gli altri sui cavalli di battaglia, nonostante - dice lui - non ci guadagna nulla
      • Anonimo scrive:
        Re: per 10 anni
        vi rammento che le major stanno lottando per estendere il diritto d'autore a 95 anni;perderemo anche questa battaglia come le altre?
      • Anonimo scrive:
        Re: per 10 anni
        - Scritto da: Anonimo

        se ti riferisci ai brevetti, una scadenza mi
        sembra più che ragionevole... ma il copyright è
        un diritto dell'uomo in quanto entità distinta e
        libera...per quanto ne so...il copyright impedisce distribuzione dell'invenzioneil brevetto ne impedisce il riutilizzo in altra opera...ma dopo 10 anni il grosso dei guadagni lo hai fatto, puoi anche permettere che qualcuno possa viverci...==================================Modificato dall'autore il 30/03/2005 9.18.30
        • Anonimo scrive:
          Re: per 10 anni
          - Scritto da: max59
          - Scritto da: Anonimo



          se ti riferisci ai brevetti, una scadenza mi

          sembra più che ragionevole... ma il copyright è

          un diritto dell'uomo in quanto entità distinta e

          libera...

          per quanto ne so...

          il copyright impedisce distribuzione
          dell'invenzione

          il brevetto ne impedisce il riutilizzo in altra
          opera...

          ma dopo 10 anni il grosso dei guadagni lo hai
          fatto, puoi anche permettere che qualcuno possa
          viverci...



          ==================================
          Modificato dall'autore il 30/03/2005 9.18.30dipende da cosa intendi per copyright...linus torvalds ad esempio ha registrato il marchio "linux" e ha fatto benevedi, se vivessimo in un mondo di santi e non di approfittatori... copyright, marchi e brevetti non sarebbero mai nati
          • Anonimo scrive:
            Re: 10 anni e non oltre
            - Scritto da: Anonimo

            linus torvalds ad esempio ha registrato il
            marchio "linux" e ha fatto bene

            vedi, se vivessimo in un mondo di santi e non di
            approfittatori... copyright, marchi e brevetti
            non sarebbero mai natima io non dico di non difendere le proprie opere, ma neanche di specularci a vita perchè, imho, la speculazione frena la creativitàquanto ai nomi mettiamo il Basic, pensi forse che senza l'aggiunta di Visual qualcuno potrebbe confonderlo con quello degli anni 80?Per questo dico che per evitare confusione 10 anni di protezione per un prodotto ci vogliono, ma oltre, specie nel mondo informatico, è troppo...
  • Anonimo scrive:
    giusto nome, di emme
    ce n'era gia' tanta prima.
  • Crazy scrive:
    E questa la chiamano libera concorrenza?
    CIAO A TUTTIio non concordo affatto con la decisione europea di obbligare Microsoft a distribuire un Windows ridotto, e sopratutto, non sopporto l'idea che Microsoft non abbia potuto sceglierne il nome.Se io un giorno creassi un Sistema Operativo, vorrei poterci buttare dentro cio` che io voglio, poi, eventualmente, se un utente vuole, ci installa pure tanti altri bei programmi.A me personalmente, Media Player non piace, ma ritengo che Microsoft abbia tutti i diritti di questo mondo di cacciarcelo dentro, come ha fatto con Explorer, e comunque, se la commissione Europea proprio vuole rompere le scatole dovrebbe essere coerente ed imporre di togliere tutti i programmi in piu` oltre al Sistema Operativo come appunto Explorer, Paint, WordPad, MediaPlayer lo ha gia` fatto... insomma, la legge dovrebbe essere uguale per tutto e tutti, anche se, rimane il fatto, che io non concorderei comunque, a me non piace Media Player e mi sono installato altri programmi, dove sta il problema?Il fatto e` che e` un passatempo buono quello di rompere le scatole a Microsoft impedendole persino di scegliere il nome die propri Software... ma in che paese viviamo?Non dovrebbe esserci la libera conocrrenza?E dove sta? Uno non puo` nemmeno scegliere i nomi dei Software, ed oltre tutto, libera concorrenza ha 2 facce nella medaglia, sei libero di aprire, ma sei anche libero di fallire, quindi hanno poco da rognare contro Microsoft che invece, per ora non fallisce.DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: E questa la chiamano libera concorre
      - Scritto da: Crazy
      Se io un giorno creassi un Sistema Operativo,
      vorrei poterci buttare dentro cio` che io voglio,Questo discorso lo puoi fare solo in caso tu non sia un monopolio. Quando non c'era IE c'era una vera condizione di concorrenza nel mercato dei browser, c'era Netscape, Mosaic, Opera, ecc. Da quando invece M$ ha deciso di installare IE di default, gratuitamente sul suo SO questa condizione di libero mercato dei browser è venuta meno e vedi anche oggi, nonostante ci siano browser decisamente migliori di IE (vedasi Firefox, Mozilla, Opera, ecc) IE continua a detenere oltre l'80% del mercato. Supponi per un momento che Telecom fornisse, di default e quasi gratuitamente, l'ADSL sulla sua linea... questo farebbe immediatamente morire tutta la concorrenza... chi vuoi che rischi mesi e mesi di attesa perché sia disinstallata tale ADSL ed attivata un'ADSL alternativa e più costosa? Solo perché Telecom potrebbe fare questo a prezzi ridicoli (perché detiene le linee, le apparecchiature, ecc) non significa che possa farlo. La condizione di monopolio NON è un bene per l'utente finale (guarda quanto costa l'ADSL in Francia e quanto costa in Italia per esempio), l'unico problema è che queste azioni dovevano essere prese PRIMA. Oramai rimuovere IE da Windows o WMP può solo causare un danno, non solo a M$, ma a tutti quei produttori i cui software danno per scontato che tali software siano presenti sul PC.Quando M$ ha incominciato a preinstallare IE sul suo SO ha dato in colpo quasi-mortale a molte ditte che sui browser ci vivevano (Netscape, Opera, ecc). Era ALLORA che si doveva intervenire in questo senso! Cosa ne diresti se tu fossi un produttore di gestionali e M$ decidesse da un giorno all'altro di preinstallare un gestionale personalizzabile e adattabile dall'utente a piacere gratuitamente (o quasi, perché bisogna comunque contare che lo paghi con il SO anche se ti dicono che "è gratis") sul suo SO? Certamente questo potrebbe distruggerti il mercato in modo irreparabile (anzi... lo farebbe quasi certamente). Saresti ancora dell'opinione che M$ può installare quello che vuole? Certo, se M$ fosse una ditta qualsiasi e non il monopolio che è allora si! Ma siccome M$ è un monopolio allora NON può e NON deve farlo.Purtroppo questa decisione della C.E. arriva con tanti, troppi anni di ritardo. È tutto lì il problema. Bye, Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: E questa la chiamano libera concorre
        Mi permetto di aggiungere che libera concorrenza è l'antitesi di monopolio. E che il comportamento di MS è stato giudicato (non da me, ma da giudici abbastanza competenti) abuso di posizione dominate (uso la mia posizione dominante in un settore, magari conquistata giustamente, per conquistarne un'altra in un diverso settore).Non confondiamo il "libera" in concorrenza come la libertà di fare il brutto e il cattivo tempo. Si tratta della libertà per tutti di competere e di scegliere; eventualmente limitando le azioni di un competitor più forte (solo quando ABUSA delle sue posizioni di maggior forza).
        • francescor82 scrive:
          Re: E questa la chiamano libera concorre

          Mi permetto di aggiungere che libera concorrenza
          è l'antitesi di monopolio. E che il comportamento
          di MS è stato giudicato (non da me, ma da giudici
          abbastanza competenti) abuso di posizione
          dominate (uso la mia posizione dominante in un
          settore, magari conquistata giustamente, per
          conquistarne un'altra in un diverso settore).

          Non confondiamo il "libera" in concorrenza come
          la libertà di fare il brutto e il cattivo tempo.
          Si tratta della libertà per tutti di competere e
          di scegliere; eventualmente limitando le azioni
          di un competitor più forte (solo quando ABUSA
          delle sue posizioni di maggior forza).quoto appieno!
          • Anonimo scrive:
            Re: E questa la chiamano libera concorre
            Non dimentichiamoci che fatta la legge, trovato l'inganno. Non pensate anche a quei milioni di utenti assuefatti da IE e WMP che COMUNQUE Microsoft distribuirà parallelamente gratis.Indi non cambierebbe nulla, in apparenza.
      • ryoga scrive:
        Re: E questa la chiamano libera concorre
        - Scritto da: Segfault
        - Scritto da: Crazy

        Se io un giorno creassi un Sistema Operativo,

        vorrei poterci buttare dentro cio` che io
        voglio,

        Questo discorso lo puoi fare solo in caso tu non
        sia un monopolio. Infatti non c' e' un monopolio. Esistono diverse distro di Linux anche per i meno esperti e quindi c'e' possibilità di scelta.
        Quando non c'era IE c'era una
        vera condizione di concorrenza nel mercato dei
        browser, c'era Netscape, Mosaic, Opera, ecc. Da
        quando invece M$ ha deciso di installare IE di
        default, gratuitamente sul suo SO questa
        condizione di libero mercato dei browser è venuta
        meno e vedi anche oggi, nonostante ci siano
        browser decisamente migliori di IE (vedasi
        Firefox, Mozilla, Opera, ecc) IE continua a
        detenere oltre l'80% del mercato. Molto probabilmente vuol dire che per l'80% delle persone, IE funziona meglio degli altri.Probabilmente, domani, senza IE su Windows, la gente correrebbe a installare IE perche' troverebbe + facile muoversi con un browser che integra le stesse "scorciatoie" o gli stessi metodi di Windows.Che fare allora? Imporre a Windows di personalizzare le "scorciatoie"?
        Supponi per un momento che Telecom fornisse, di
        default e quasi gratuitamente, l'ADSL sulla sua
        linea... questo farebbe immediatamente morire
        tutta la concorrenza... chi vuoi che rischi mesi
        e mesi di attesa perché sia disinstallata tale
        ADSL ed attivata un'ADSL alternativa e più
        costosa? Falso....parti da un esempio inutile.Le altre ADSL sono nel 90% dei casi meno care e meno performanti. Chi vuol risparmiare, non sceglie Telecom.Chi vuole un servizio efficiente resta con Telecom.
        Solo perché Telecom potrebbe fare questo
        a prezzi ridicoli (perché detiene le linee, le
        apparecchiature, ecc) non significa che possa
        farlo. Infatti non lo fa....INGIUSTAMENTE
        La condizione di monopolio NON è un bene per
        l'utente finale (guarda quanto costa l'ADSL in
        Francia e quanto costa in Italia per esempio),Non e' una questione di monopolio... :(
        • Anonimo scrive:
          Re: E questa la chiamano libera concorre
          - Scritto da: ryoga
          Non e' una questione di monopolio... :(Peccato che persino la C.E. pensa proprio che sia una questione di monopolio. Secondo me dovresti rivedere la definizione di tale parola e cercare di capire perché c'è così tanta gente (anche non di parte quale invece sono io) che ritiene M$ un monopolio.Bye, Luca
        • Anonimo scrive:
          Re: E questa la chiamano libera concorre
          quale parte di "monopolio" non ti e' chiara?
        • francescor82 scrive:
          Re: E questa la chiamano libera concorre
          prova prima a cercare la definizione di monopolio, poi torni a dirci se confermi quello che hai scritto.
      • Anonimo scrive:
        Re: E questa la chiamano libera concorre
        Il tuo discorso non centra molto. I concorrenti di WMP sono per lo piu gratuiti
        • Anonimo scrive:
          Re: E questa la chiamano libera concorre
          - Scritto da: Anonimo
          Il tuo discorso non centra molto. I concorrenti
          di WMP sono per lo piu gratuitiE cosa vuole dire questo? Anche molti browser sono gratuiti... tuttavia M$ ha il monopolio anche in questo settore. Considera inoltre che tali software possono beneficiare la ditta che li produce in altri modi (chessò... pubblicità alla ditta, ecc). È ovvio che se tutti usano IE e/o WMP semplicemente perché è preinstallato tali produttori di software difficilmente otterranno che i loro software siano usati e quindi non avranno i benefici (anche non monetari) che avrebbero se WMP non fosse preinstallato di default.Ciao, Luca
  • Anonimo scrive:
    Libbero Pensiero
    Un Gatto bianco, ch'era presidenteder circolo del Libbero Pensiero,sentì che un Gatto nero,libbero pensatore come lui,je faceva la criticariguardo a la politicach'era contraria a li principi sui.Giacché nun badi a li fattacci tui,je disse er Gatto bianco inviperito -rassegnerai le propie dimissionee uscirai da le file der partito:ché qui la poi pensà libberamentecome te pare a te, ma a condizzioneche t'associ a l'idee der presidentee a le proposte de la commissione!È vero, ho torto, ho aggito malamente...-rispose er Gatto nero.E pe' restà nel Libbero Pensieroda quela vorta nun pensò più gnente.Trilussa
  • ivp scrive:
    REAL
    Rinunciare a mediaplayer in favore di realplayer?neanche per scherzo. mi sono comprato un convertitore real -
    altri formai e ho disinstallato uno dei piu' invadenti programmi mai realizzati, il reaOne, appunto.
    • Anonimo scrive:
      Re: REAL
      - Scritto da: ivp
      Rinunciare a mediaplayer in favore di realplayer?
      neanche per scherzo. mi sono comprato un
      convertitore real -
      altri formai e ho
      disinstallato uno dei piu' invadenti programmi
      mai realizzati, il reaOne, appunto.Io per i file in formato Real uso RealAlternative v. 1.04 http://www.reformed-theology.org/downloads/realalternative.htmIn combinazione con MediaPlayer Classic ( http://gabest.org/ ) è in grado di aprire qualsiasi cosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: REAL
      Concordo pienamente real fa veramente pena... nulla di più invasivo... a confronto wmp è un santerello...
    • Anonimo scrive:
      Re: REAL
      - Scritto da: ivp
      Rinunciare a mediaplayer in favore di realplayer?
      neanche per scherzo. mi sono comprato un
      convertitore real -
      altri formai e ho
      disinstallato uno dei piu' invadenti programmi
      mai realizzati, il reaOne, appunto.Su questo concordo pienamente ... lo dovrebbero considerare uno spyware non un programma.Per altro di recente mi è capitato di installare Quicktime per Windows e non è molto diverso da real (per lo meno i formati sono un pò più aperti).
    • Anonimo scrive:
      Re: REAL
      - Scritto da: ivp
      Rinunciare a mediaplayer in favore di realplayer?
      neanche per scherzo. mi sono comprato un
      convertitore real -
      altri formai e ho
      disinstallato uno dei piu' invadenti programmi
      mai realizzati, il reaOne, appunto.Va bene, ma questa deve essere una TUA scelta, non una scelta imposta dall'alto.Bye, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: REAL
      Sono d'accordo, graficamente RealOne è bello, ma è di una invadenza unica, ma anche QuickTime non scherza !A sto punto ci tenevamo WMP !
      • Anonimo scrive:
        Re: REAL
        Il RealPlayer o RealOne che dir si voglia è una pesantissima accozzaglia di spyware e bloatware. Io l'ho abbandonato da tempo.Per quanto riguarda il quicktime, è vero che fa schifo, ma non perché simile al realplayer quanto perché è bacato all'inverosimile (si vede che ha per mamma la mela!)
    • Anonimo scrive:
      Re: REAL
      Forse e' invadente per evitare di perdere le associazioni ai file ogni volta che aggioni IE o WMP?Personalmente non trovo Real o Quicktime meno invadenti di WMP. Personalmente ho estirpato WMP dal mio PC perchè ad ogni Windows Update si ostinava a voler leggere i CD Audio che inserivo al posto di WinAMP. E, anche se a te winamp puo' non piacere, a me sì. E non voglio che un software invadente come WMP decida per me come ascoltare i CD.
      • Anonimo scrive:
        Re: REAL
        bastava andare su winamp e settare l'apertura dei cd audio di default..
        • citrullo scrive:
          Re: REAL
          Magari fosse così facile...I programmi M$ hanno la tendenza a riprendersi il controllo di tanto in tanto. Outlook (quello di OfficeXp) non mi lascia mettere di default Foxmail (il client di posta che uso). Di tanto in tanto riappare la sua icona nell'avvio veloce e sul desktop. Wmp poi non ne parliamo. Anche lui riappare in avvio veloce e si riprende alcuni formati. E' una battaglia continua.Per la cronaca, uso Winamp 2.95 per i file audio tranne Wav e midi, per avi ed mpg uso wmp 6.4 e per gli altri formati video Mpc 6.4.8.3. Tutti scelti perche veloci a partire a differenza di WMP8-9-x e senza che ti facciano un profilo in base ai file che apri.
          • Anonimo scrive:
            Re: REAL
            Riguardo l'outlukko che si ripiglia la paternita' vai su pannello di controllo , installazione applicazioni e segli la quarta in basso a sinistra quindi customizza a piacere; la quarta icona e' in quel posto dove l'ha imposta il giudice altrimenti il tuo problema sarebbe irrisolvibile.Riguardo Realalt/ Real Alternative e' uscita la versione 1.33 fresca fresca, basta cercarla.La compatibilita' non e' pari al player vero e proprio ma piuttosto che installarlo buttero' nel cesso o in archivio quel poco che non si riesce a leggere.Con real alternative e' meglio usare il media player classic alla versione 6484 appena uscita e ricordo infine la 1.43 del quicktime alternative, l'equivalente dal lato Apple.
          • Anonimo scrive:
            Re: REAL
            Purtroppo il problema Outlook resta. Lì dove mi hai indicato, rimuove l'accesso a Outlook Express, di Outlook Xp neanche l'ombra. Il Problema è che di tanto in tanto devo aprire dei file .msg e se lo faccio Outlook Xp fa il fico e dice tutto mio.Ma sti progs M$ i cavoli loro mai eh?
  • Camun scrive:
    suppongo
    che il punto non sia tanto wmp disintastallabile o integrato, ma i soldi che l'UE si becca con le multe a Microsoft...
  • Federikazzo scrive:
    onestamente non cambia granchè
    il vero problema, purtroppo (e davvero su questo l'UE avrebbe dovuto rompere le scatole a m$) è internet explorer: non può essere disinstallato "facilmente", a meno che ti armi di pazienza e/o amico smanettone e/o guida su internet.perchè non hanno insistito anche su questo? almeno, DICO, renderlo disinstallabile come un qualunque programma!!!wmp, secondo me, era il minore dei mali da bypassare, non credete? :| alla fine, tanto, molti lo useranno lo stesso...--http://www.federikazzo.net
    • Anonimo scrive:
      Re: onestamente non cambia granchè
      - Scritto da: Federikazzo
      il vero problema, purtroppo (e davvero su questo
      l'UE avrebbe dovuto rompere le scatole a m$) è
      internet explorer: non può essere disinstallato
      "facilmente", a meno che ti armi di pazienza e/o
      amico smanettone e/o guida su internet.
      perchè non hanno insistito anche su questo?
      almeno, DICO, renderlo disinstallabile come un
      qualunque programma!!!
      wmp, secondo me, era il minore dei mali da
      bypassare, non credete? :| alla fine, tanto,
      molti lo useranno lo stesso...La verità è che rimuovere completamente IE significa "rompere" Windows e centinaia di programmi che lo usano.Ci sono oramai tantissimi programmi che si basano su IE, non solo browser ma anche vere applicazioni che per renderizzare in tutto o in parte la loro interfaccia usano il motore di IE. Per esempio alcuni programmi di chat (il cui sfondo è spesso una pagina HTML con tanto di filmati flash [es: Yahoo Messenger se non ricordo male]).Ecco quindi che rimuovere IE significherebbe rendere inutilizzabili una marea di programmi.Già rimuovendo WMP chissà quante applicazioni "moriranno" improvvisamente (sempre che lo abbiano rimosso sul serio)... non oso immaginare quello che accadrebbe rimuovendo IE.Purtroppo IE è stato pensato sin dall'inizio per essere parte integrante del SO, estirparlo ora è quasi impossibile.Ciao, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: onestamente non cambia granchè
      - Scritto da: Federikazzo
      il vero problema, purtroppo (e davvero su questo
      l'UE avrebbe dovuto rompere le scatole a m$) è
      internet explorer: non può essere disinstallato
      "facilmente", a meno che ti armi di pazienza e/o
      amico smanettone e/o guida su internet.
      perchè non hanno insistito anche su questo?
      almeno, DICO, renderlo disinstallabile come un
      qualunque programma!!!
      wmp, secondo me, era il minore dei mali da
      bypassare, non credete? :| alla fine, tanto,
      molti lo useranno lo stesso...

      --
      http://www.federikazzo.net
      Non so se ti è chiaro ma XP senza IE ne venderebbero3 copie l'anno come venderanno 3 copie di questaversione monca che l'UE non ha voluto si chiamasse così.
    • Anonimo scrive:
      Re: onestamente non cambia granchè
      - Scritto da: Federikazzo
      il vero problema, purtroppo (e davvero su questo
      l'UE avrebbe dovuto rompere le scatole a m$) è
      internet explorer: non può essere disinstallato
      "facilmente", a meno che ti armi di pazienza e/o
      amico smanettone e/o guida su internet.
      perchè non hanno insistito anche su questo?
      almeno, DICO, renderlo disinstallabile come un
      qualunque programma!!!
      wmp, secondo me, era il minore dei mali da
      bypassare, non credete? :| alla fine, tanto,
      molti lo useranno lo stesso...No, il problema non è explorer, non è il closed source, non è Microsoft.Il problema è la sicurezza perché è un software molto diffuso e inizialmente hanno sottostimato il problema sicurezza ( IE è anche attaccato per screditare la Microsoft, mica per altro ).Il problema non sta nel codice sorgente aperto o chiuso, il problema sono gli STANDARD, nonostante HTML sia Standard, ogni browser closed e open che sia -e non solo Microsoft Explorer- potrebbe visualizzare la stessa pagina HTML un po' a modo suo.Usa Opera www.opera.com e non avrai grandi problemi, ha pure il client di posta incluso, non farà FIGO in quanto non è roba da "hacker" ( è closed source ) però ha una storia antica che risale a Windows 3.11, a quei tempi se ne stava su un floppy da 1.44 con Trumpet Winsock e una marea di altre utility, era velocissimo rispetto a Netscape, insomma, non è un progetto naive open source della new-age ma un prodotto professionale.
    • Anonimo scrive:
      Re: onestamente non cambia granchè
      - Scritto da: Federikazzo
      internet explorer: non può essere disinstallato
      "facilmente", a meno che ti armi di pazienza e/o
      amico smanettone e/o guida su internet.Non è così difficile come credi:Clicca su pannello di controllo, quindi add or remove software e Set Program Access and Defaults.In Choose a default Web Browser, scegli quello che preferisci. È vero, i file di IE non vengono eliminati dall'HD, ma l'esercizio è scegliere un altro browser come default o cancellare parte del sistema?Amon
      • awerellwv scrive:
        Re: onestamente non cambia granchè
        - Scritto da: Anonimo
        Non è così difficile come credi:

        Clicca su pannello di controllo, quindi add or
        remove software e Set Program Access and
        Defaults.
        In Choose a default Web Browser, scegli quello
        che preferisci. quale parte di rimane ancora dentro non tiu e' chiara? dopo il tuo passaggio clicca windows update e poi vediamo che browser ti compare fuori... alla faccia della possibilita' di disinstallarlo...

        È vero, i file di IE non vengono eliminati
        dall'HD, ma l'esercizio è scegliere un altro
        browser come default o cancellare parte del
        sistema?Oh cavolo ti viene data l'opportunita' di scegliere... la il sistema lo gestisci tu oppure la MS ??? sul MIO pc ci volgio mettere le cose che voglio IO e non qualcun'altro...

        AmonAwerellwv
  • jokanaan scrive:
    è meglio WMP a questo punto
    Lasciamo perdere gli utonti, che sceglieranno in base al prezzo, a ciò che dirà loro l'addetto al reparto pc del centro commerciale, o -se sono fortunati- all'amico smanettone:una persona un pochino sgamata preferirà acquistare un windows normale con wmp, che si può utilizzare o meno, ma comunque in linea di massima non crea tanti fastidi ed è pienamente sostituibile da tanti altri programmi... oppure un windows N + realplayer + musicmatchjukebox, noti bloatware secondo me degni semplicemente di una fine nel cestino?ergo: il provvedimento europeo imho rischia di prender la piega d'una farsa. Non bisogna impuntarsi su sciocchezze del genere, ma bisogna premere affinché le api e i formati vengano aperti il più possibile. Poi, si può anche discutere della libertà degli oem di preinstallare sw di case differenti anche in sostituzione di sw predefiniti MS, ma è qualcosa di assolutamente marginale nel contesto, imo.
    • Anonimo scrive:
      Re: è meglio WMP a questo punto
      - Scritto da: jokanaan
      Lasciamo perdere gli utonti, che sceglieranno in
      base al prezzo, a ciò che dirà loro l'addetto al
      reparto pc del centro commerciale, o -se sono
      fortunati- all'amico smanettone:

      una persona un pochino sgamata preferirà
      acquistare un windows normale con wmp, che si può
      utilizzare o meno, ma comunque in linea di
      massima non crea tanti fastidi ed è pienamente
      sostituibile da tanti altri programmi... oppure
      un windows N + realplayer + musicmatchjukebox,
      noti bloatware secondo me degni semplicemente di
      una fine nel cestino?



      ergo: il provvedimento europeo imho rischia di
      prender la piega d'una farsa. Non bisogna
      impuntarsi su sciocchezze del genere, ma bisogna
      premere affinché le api e i formati vengano
      aperti il più possibile. Poi, si può anche
      discutere della libertà degli oem di
      preinstallare sw di case differenti anche in
      sostituzione di sw predefiniti MS, ma è qualcosa
      di assolutamente marginale nel contesto, imo.In realtà l'utente "esperto" farà l'esatto contrario lo prendi senza e lo installi e disistalli come e quendo ti pare cosa che con la "full" non puoi fare,sempre che non ci siano furbate dell'ultima ora tipo installi e metà di quello che dinsinstalli resta dov'è. Ma al momento prendiamo per buona l'intenzione di M$ di collaborare. Comunque è innegabile che hai ragione quando dici che i problemi sono altrove, alle API ed ai formati aggiungerei la possibilità di prendere in licenza a prezzi di mercato le tecnologie audio/video (e mi limito perchè parliamo di WMP) per fare un eventuale porting su altre piattaforme
      • jokanaan scrive:
        Re: è meglio WMP a questo punto
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: jokanaan

        Lasciamo perdere gli utonti, che sceglieranno in

        base al prezzo, a ciò che dirà loro l'addetto al

        reparto pc del centro commerciale, o -se sono

        fortunati- all'amico smanettone:



        una persona un pochino sgamata preferirà

        acquistare un windows normale con wmp, che si
        può

        utilizzare o meno, ma comunque in linea di

        massima non crea tanti fastidi ed è pienamente

        sostituibile da tanti altri programmi... oppure

        un windows N + realplayer + musicmatchjukebox,

        noti bloatware secondo me degni semplicemente di

        una fine nel cestino?







        ergo: il provvedimento europeo imho rischia di

        prender la piega d'una farsa. Non bisogna

        impuntarsi su sciocchezze del genere, ma bisogna

        premere affinché le api e i formati vengano

        aperti il più possibile. Poi, si può anche

        discutere della libertà degli oem di

        preinstallare sw di case differenti anche in

        sostituzione di sw predefiniti MS, ma è qualcosa

        di assolutamente marginale nel contesto, imo.

        In realtà l'utente "esperto" farà l'esatto
        contrario lo prendi senza e lo installi e
        disistalli come e quendo ti pare cosa che con la
        "full" non puoi fare,sempre che non ci siano
        furbate dell'ultima ora tipo installi e metà di
        quello che dinsinstalli resta dov'è. parto dal presupposto (per altro per niente sicuro) che questo winzoz N sarà dedicato soprattutto agli oem, e quindi sarà affiancato da programmi di terze parti dedicate al multimedia.Che tali programmi possano essere disinstallati più facilmente di wmp, posso anche esser d'accordo, ma ritengo creino più problemi di wmp se rimangono nel pc. Se fossi tenuto a dare un consiglio per l'acquisto ad un amico utonto, gli suggerirei di acquistare un pc con preinstallato windows normale.
        Ma al
        momento prendiamo per buona l'intenzione di M$ di
        collaborare.
        Comunque è innegabile che hai ragione quando dici
        che i problemi sono altrove, alle API ed ai
        formati aggiungerei la possibilità di prendere in
        licenza a prezzi di mercato le tecnologie
        audio/video (e mi limito perchè parliamo di WMP)
        per fare un eventuale porting su altre
        piattaformequoto.
        • Anonimo scrive:
          LA API
          Piccola precisazione perchè lo leggo sempre in troppi messaggi ed è una cosa che non so perchè ma mi dà parecchio fastidio nella lettura.Si dice "LA" API, *non* "LE" API.API: Application Program InterfaceInterface è "interfaccia", quindi singolare, quindi "LA" interfaccia, non "LE" interfaccia.
          • jokanaan scrive:
            Re: LA API
            - Scritto da: Anonimo
            Piccola precisazione perchè lo leggo sempre in
            troppi messaggi ed è una cosa che non so perchè
            ma mi dà parecchio fastidio nella lettura.

            Si dice "LA" API, *non* "LE" API.
            API: Application Program Interface
            Interface è "interfaccia", quindi singolare,
            quindi "LA" interfaccia, non "LE" interfaccia.no, io dico LE api perché sono LE interfaccie eccetera: è plurale, non sto parlando di un api precisa. Credo ci sia una regola anglofona oltretutto che vieta l'uso della "s" dopo gli acronimi per indicare il plurale, altrimenti gli americani e inglesi direbbero APIs, ma anche se sbagliassi, i nomi stranieri importati in italia sono indeclinabili - in genere. Quindi non mi sono sbagliato ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: LA API
          [Continuo qui perchè non sono registrato e non posso scrivere in OT]X jokanaan: no... il fatto è che la API è TUTTA l'interfaccia. Quelle che tu chiami "le api" sono "chiamate a funzioni facenti parte delLA API" ;-) In inglese dicono API al singolare proprio perchè E' singolare, in quanto come già detto è un riferimento all'intera interfaccia.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA API
            E invece ti sbagli eccome. LE API sono tante, perché ci sono TANTE interfacce di programmazione, mica una sola! Figurati...C'è l'API per il video, una per l'audio, una per il file system, una per le finestre, una per il mouse, ecc ecc eccQuindi è pienamente leggittimo scrivere LE API.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: LA API
            siete proprio due coglioni!pensate di saperne di informatica xè parlate di Le Api, La Api?? ridicoli
          • Anonimo scrive:
            Re: LA API

            E invece ti sbagli eccome. LE API sono tante,
            perché ci sono TANTE interfacce di
            programmazione, mica una sola! Figurati...

            C'è l'API per il video, una per l'audio, una per
            il file system, una per le finestre, una per il
            mouse, ecc ecc ecc

            Quindi è pienamente leggittimo scrivere LE API.


            ciaoNo... perchè le funzioni relative a questi sottosistemi fanno tutte parti delLA API., come dice la parola stessa "Application Program Interface", non Interfaces.E' solo una banale formalità ma la precisione in certe cose sarebbe apprezzabile.:)
          • Anonimo scrive:
            Re: LA API
            Convinto tu... rimango dell'idea che le interfacce di programmazione sono tante e diverse...DirectX è una APIGDI un'altraFSO un'altra ancoraecc ecc eccPoi ne ho sviluppata una anch'io, fa sempre parte dell'unica API generale globale?Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: LA API

            DirectX è una APIQuesta si chiama API DirectX ed è una cosa a parte.
            GDI un'altra
            FSO un'altra ancoraQueste sono classi facenti parte delLA API di Windows.
            ecc ecc ecc
            Poi ne ho sviluppata una anch'io, fa sempre parte
            dell'unica API generale globale?Quello sarà un tuo insieme di librerie, chiamalo "framework" o come preferisci... ma la API di Windows è altro.E' l'interfaccia che ha messo a punto *Microsoft* per interagire con determinate parti del sistema.:)
    • Anonimo scrive:
      Re: è meglio WMP a questo punto
      - Scritto da: jokanaan
      . . .
      ergo: il provvedimento europeo imho rischia di
      prender la piega d'una farsa. Non bisogna
      impuntarsi su sciocchezze del genere, ma bisogna
      premere affinché le api e i formati vengano
      aperti il più possibile. Poi, si può anche
      discutere della libertà degli oem di
      preinstallare sw di case differenti anche in
      sostituzione di sw predefiniti MS, ma è qualcosa
      di assolutamente marginale nel contesto, imo.che sia una farsa e' chiarissimo le versioni N sono veramente ridicole. Dall'altra parte secondo me non si puo' costringere un'azienda ad aprire il proprio codice. Se lo sono fatto se lo sono venduto e alla gente e' andata bene cosi'. Adesso si lamentano tutti . . . ma di cosa ? se non sta bene Windows che usino dell'altro come faccio io da anni ormai. Non trovo comuqnue giusto costringere un'azienda a i segreti dei propri prodotti.Ci sarebbe molto da discutere invece sul fatto che Windows si trovi pre-installato su ogni sorta di dispositivo. Non trovo giusto vomprare un pC e trovare traghette con il nuemro di lecenza di Windows e il logo 'Designed for Windows XP"Mi compro un computer, di quello che ci metto dentro sono cazzi miei e NON volgio nessun nuemro di licenza stampigliato sul case
      • Anonimo scrive:
        Re: è meglio WMP a questo punto
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: jokanaan

        . . .

        ergo: il provvedimento europeo imho rischia di

        prender la piega d'una farsa. Non bisogna

        impuntarsi su sciocchezze del genere, ma bisogna

        premere affinché le api e i formati vengano

        aperti il più possibile. Poi, si può anche

        discutere della libertà degli oem di

        preinstallare sw di case differenti anche in

        sostituzione di sw predefiniti MS, ma è qualcosa

        di assolutamente marginale nel contesto, imo.

        che sia una farsa e' chiarissimo le versioni N
        sono veramente ridicole. Dall'altra parte secondo
        me non si puo' costringere un'azienda ad aprire
        il proprio codice. Se lo sono fatto se lo sono
        venduto e alla gente e' andata bene cosi'. Adesso
        si lamentano tutti . . . ma di cosa ? se non sta
        bene Windows che usino dell'altro come faccio io
        da anni ormai. Non trovo comuqnue giusto
        costringere un'azienda a i segreti dei propri
        prodotti.

        Ci sarebbe molto da discutere invece sul fatto
        che Windows si trovi pre-installato su ogni sorta
        di dispositivo. Non trovo giusto vomprare un pC e
        trovare traghette con il nuemro di lecenza di
        Windows e il logo 'Designed for Windows XP"
        Mi compro un computer, di quello che ci metto
        dentro sono cazzi miei e NON volgio nessun nuemro
        di licenza stampigliato sul case... troppo tardi, una cosa del genere (commistione M$- produttori hardware) andava fermata anni fa, per come sono le cose oggi è meglio prendere un mac, tanto anche il PC ormai ha un sistema operativo "integrato", non tecnicamente ma commercialmente.
      • francescor82 scrive:
        Re: è meglio WMP a questo punto

        che sia una farsa e' chiarissimo le versioni N
        sono veramente ridicole.d'accordissimo con te.
        Dall'altra parte secondo
        me non si puo' costringere un'azienda ad aprire
        il proprio codice. Se lo sono fatto se lo sono
        venduto e alla gente e' andata bene cosi'. Adesso
        si lamentano tutti . . . ma di cosa ? se non sta
        bene Windows che usino dell'altro come faccio io
        da anni ormai. Non trovo comuqnue giusto
        costringere un'azienda a i segreti dei propri
        prodotti.Qui ti sbagli. Non si chiede a MS di aprire il suo codice, ma che pubblichi le sue API, cioè le interfacce alle funzioni che il sistema operativo offre. Il fatto di sapere come si chiama la funzione e di sapere quali sono i dati in entrata ed uscita permette a chiunque sviluppi software di creare applicazioni funzionanti e performanti (per esempio per non dover ricorrere al framework dot net); ma chi sviluppa software e usa queste API non deve necessariamente conoscere come queste funzioni sono implementate, non ha cioè la necessità di conoscere il codice sorgente.Se MS pubblicasse e documentasse tutte le sue API farebbe una bella figura, ma si ostina a mantenere il segreto anche su quello.
        Ci sarebbe molto da discutere invece sul fatto
        che Windows si trovi pre-installato su ogni sorta
        di dispositivo. Non trovo giusto vomprare un pC e
        trovare traghette con il nuemro di lecenza di
        Windows e il logo 'Designed for Windows XP"
        Mi compro un computer, di quello che ci metto
        dentro sono cazzi miei e NON volgio nessun nuemro
        di licenza stampigliato sul caseQui mi trovi nuovamente d'accordo! Una volta si progettavano i SO in base all'hardware, oggi si progetta (design) l'hardware per un SO. Assurdo.
        • Anonimo scrive:
          Re: è meglio WMP a questo punto

          Se MS pubblicasse e documentasse tutte le sue API farebbe una bella figura, ma si ostina a mantenere il segreto anche su quello.Beh... in genere è vero, ma ricordiamo che MS è una delle poche case che da così tanta visibilità su quello che fanno (il sito msdn.microsoft.com è una miniera d'oro per tutti i programmatori). Avete mai visto qualcosa di analogo da parte di IBM? E poi, neanche il codice di Java è aperto (ancora, forse lo sarà). Ma nessuno va da quelli di Sun a rompere i maroni per avere il codice sorgente di Java.
          • jokanaan scrive:
            Re: è meglio WMP a questo punto
            - Scritto da: Anonimo

            Se MS pubblicasse e documentasse tutte le sue
            API farebbe una bella figura, ma si ostina a
            mantenere il segreto anche su quello.



            Beh... in genere è vero, ma ricordiamo che MS è
            una delle poche case che da così tanta visibilità
            su quello che fanno (il sito msdn.microsoft.com è
            una miniera d'oro per tutti i programmatori).
            Avete mai visto qualcosa di analogo da parte di
            IBM? E poi, neanche il codice di Java è aperto
            (ancora, forse lo sarà). Ma nessuno va da quelli
            di Sun a rompere i maroni per avere il codice
            sorgente di Java.ribadisco che il codice sorgente e le api sono due cose completamente differenti.effettivamente msdn è una risorsa golosa per qualsiasi dev, tuttavia non è che si sta denunciando la scarsità di documentazione, quanto l'incompletezza di essa ad hoc, allo scopo di avere competitività maggiore nello sviluppo di sw per windows rispetto ai concorrenti.Cioé, facciamo un esempio, se io volessi creare un programma audiovideo a la wmp, e facciamo finta che wmp usi delle api non documentate (non so se è così in realtà), io per ottenere le stesse caratteristiche sono costretto ad un lavoro di reverse engineering (spreco di tempo e risorse, inoltre c'è il rischio di cadere nell'illegalità), oppure rinuncio a determinate caratteristiche.Ogni swhouse deve avere le medesime possibilità di ms nello sviluppare programmi per windows, è questo che si contesta (o si dovrebbe contestare).
          • Anonimo scrive:
            Re: è meglio WMP a questo punto
            - Scritto da: Anonimo

            Se MS pubblicasse e documentasse tutte le sue
            API farebbe una bella figura, ma si ostina a
            mantenere il segreto anche su quello.



            Beh... in genere è vero, ma ricordiamo che MS è
            una delle poche case che da così tanta visibilità
            su quello che fanno (il sito msdn.microsoft.com è
            una miniera d'oro per tutti i programmatori).
            Avete mai visto qualcosa di analogo da parte di
            IBM? E poi, neanche il codice di Java è aperto
            (ancora, forse lo sarà). Ma nessuno va da quelli
            di Sun a rompere i maroni per avere il codice
            sorgente di Java.E "Quasi" openhttp://punto-informatico.it/p.asp?i=51974
          • Anonimo scrive:
            Re: è meglio WMP a questo punto
            - Scritto da: Anonimo
            E poi, neanche il codice di Java è aperto
            (ancora, forse lo sarà). Ma nessuno va da quelli
            di Sun a rompere i maroni per avere il codice
            sorgente di Java.Java e' documentato e se qualcuno vuole scrivere una propria VM la Sun fornisce tutto il supporto necessario purche' lo standard venga rispettato. Anni luce avanti rispetto a MersaSoft.
          • Anonimo scrive:
            Re: è meglio WMP a questo punto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            E poi, neanche il codice di Java è aperto

            (ancora, forse lo sarà). Ma nessuno va da quelli

            di Sun a rompere i maroni per avere il codice

            sorgente di Java.

            Java e' documentato e se qualcuno vuole scrivere
            una propria VM la Sun fornisce tutto il supporto
            necessario purche' lo standard venga rispettato.
            Anni luce avanti rispetto a MersaSoft.
            Già ne esistono parecchie ....
      • jokanaan scrive:
        Re: è meglio WMP a questo punto
        - Scritto da: Anonimo


        Ci sarebbe molto da discutere invece sul fatto
        che Windows si trovi pre-installato su ogni sorta
        di dispositivo. Non trovo giusto vomprare un pC e
        trovare traghette con il nuemro di lecenza di
        Windows e il logo 'Designed for Windows XP"
        Mi compro un computer, di quello che ci metto
        dentro sono cazzi miei e NON volgio nessun nuemro
        di licenza stampigliato sul casebeh, hai ragione solo a metà:il fatto è che le offerte preassemblate sono basate sul presupposto che il pc sarà completo AS IS, chiavi in mano, no? :D Certo, spesso lasciano la scelta nel monitor (offrendo comunque sconti verso un particolare modello abbinato). Ma non puoi andare da un rivenditore di pc preassemblati e dirgli: "ehi bello, io l'hdd e la scheda video ce l'ho già, non è che mi togli i tuoi e ci piazzi un bello sconticiello?" :DAllo stesso modo al rivenditore potrà fregargliene meno di GNIente che tu abbia già licenze per il SO, sia identiche sia differenti da quello offerto. Il pc preassemblato dev'essere per filosofia pronto all'uso appena uscito dal negozio, e sono d'accordissimo.Al massimo posso appoggiarti sulla lamentela inerente alla scelta del SO, che è sempre la stessa, e sarebbe bene fosse invece più variegata (si potrebbe rendere nulli gli accordi esclusivi con i reseller, e distribuire multe anche a loro.)
        • Anonimo scrive:
          Re: è meglio WMP a questo punto
          - Scritto da: jokanaan
          - Scritto da: Anonimo





          Ci sarebbe molto da discutere invece sul fatto

          che Windows si trovi pre-installato su ogni
          sorta

          di dispositivo. Non trovo giusto vomprare un pC
          e

          trovare traghette con il nuemro di lecenza di

          Windows e il logo 'Designed for Windows XP"

          Mi compro un computer, di quello che ci metto

          dentro sono cazzi miei e NON volgio nessun
          nuemro

          di licenza stampigliato sul case

          beh, hai ragione solo a metà:
          il fatto è che le offerte preassemblate sono
          basate sul presupposto che il pc sarà completo AS
          IS, chiavi in mano, no? :D Certo, spesso lasciano
          la scelta nel monitor (offrendo comunque sconti
          verso un particolare modello abbinato). Ma non
          puoi andare da un rivenditore di pc preassemblati
          e dirgli: "ehi bello, io l'hdd e la scheda video
          ce l'ho già, non è che mi togli i tuoi e ci
          piazzi un bello sconticiello?" :D
          Per dir la verità l'ho fatto :-) , con l'hd e la scheda video.E' stato ben felice di chiudere l'affare comunque. Del resto se il cliente lo tratti bene ti torna. Con win il problema è che le licenze oem sono mooolto invasive e i grandi distributori non hanno pratiche per il ritiro dei pezzi incriminati, spesso la licenza è legata all'HD.Se però lo comunichi prima te ne fanno trovare uno "non licenziato", toshiba lo fa ad esempio. Quindi, di fatto, è una questione di volontà del produttore. Strano che con quelli asiatici ci si possa discutere e con quelli americani molto meno almeno sul mercato europeo...
          Allo stesso modo al rivenditore potrà
          fregargliene meno di GNIente che tu abbia già
          licenze per il SO, sia identiche sia differenti
          da quello offerto. Il pc preassemblato dev'essere
          per filosofia pronto all'uso appena uscito dal
          negozio, e sono d'accordissimo.
          L'OS con GUI non serve a far funzionare il pc,un OS è tante cose anche un kernel su floppy :-) un pc con freedos è comunque pronto uso e non lo dico io ma lo dice DELL che li vende sul mercato cinese.

          Al massimo posso appoggiarti sulla lamentela
          inerente alla scelta del SO, che è sempre la
          stessa, e sarebbe bene fosse invece più variegata
          (si potrebbe rendere nulli gli accordi esclusivi
          con i reseller, e distribuire multe anche a
          loro.)Qui il problema è che la scelta non c'è proprio, di works per windows oltre che di windows che me ne faccio :-) ?
    • Anonimo scrive:
      Re: è meglio WMP a questo punto
      tu si che sei uno furbo!Soprattutto uno che se ne intende..basta vedere il tuo logo x definirti...hihihihi hai dei problemi con la vita in generale vero?zero donne,fumi,ogni tanto bevi...hhaahahaha
      • jokanaan scrive:
        Re: è meglio WMP a questo punto
        ad personam.==================================Modificato dall'autore il 29/03/2005 14.44.58
    • Anonimo scrive:
      ATTENTI A musicmatch
      - Scritto da: jokanaan
      Lasciamo perdere gli utonti, che sceglieranno in
      base al prezzo, a ciò che dirà loro l'addetto al
      reparto pc del centro commerciale, o -se sono
      fortunati- all'amico smanettone:

      una persona un pochino sgamata preferirà
      acquistare un windows normale con wmp, che si può
      utilizzare o meno, ma comunque in linea di
      massima non crea tanti fastidi ed è pienamente
      sostituibile da tanti altri programmi... oppure
      un windows N + realplayer + musicmatchjukeboxmusicmatch installa spywaremeglio vlchttp://www.videolan.org/vlc/
    • Anonimo scrive:
      Re: è meglio WMP a questo punto
      Onestamente non capisco che tipo di problemi possano dare software come RealPlayer, iTunes e altri.Windows dovrebbe essere Windows e basta. Niente Internet Explorer, niente Outlook, niente Windows Media Player installati di default.Se si vuole offrire all'utente la comodità di avere subito browser, gestore di posta e altro, beh allora si devono rispettare le regole della concorrenza e creare una sorta di distribuzione, dalla quale sia possibile scegliere i programmi che si preferiscono.In ogni caso, un motivo valido per non usare Windows Media Player? Come gran parte dei prodotti Microsoft è spesso soggetto a problemi di sicurezza. Ma evidentemente questo non è un problema per l'utente che decide di usare Windows, perché dovrebbe sapere che tutto il sistema operativo è affetto da quel tipo di problemi. I service pack? Solo palliativi che non mutano la sostanza, che sta nell'architettura intrinseca di Windows, non adatta ad un O.S. che sta in rete.Ciao
      • jokanaan scrive:
        Re: è meglio WMP a questo punto
        - Scritto da: Anonimo
        Onestamente non capisco che tipo di problemi
        possano dare software come RealPlayer, iTunes e
        altri.
        molti sono bloatware, alcuni includono spyware e adware.con itunes mi sto trovando bene, ma è innegabilmente pesante rispetto a molte alternative free.
        Windows dovrebbe essere Windows e basta. Niente
        Internet Explorer, niente Outlook, niente Windows
        Media Player installati di default.senza internet explorer, come ti connetti ad internet per scaricare il tuo browser... tramite shell telnet? :P
        Se si vuole offrire all'utente la comodità di
        avere subito browser, gestore di posta e altro,
        beh allora si devono rispettare le regole della
        concorrenza e creare una sorta di distribuzione,
        dalla quale sia possibile scegliere i programmi
        che si preferiscono.lasciare la libertà agli oem. Ma come dicevo, è un provvedimento marginale rispetto all'obbligo di documentare le api e i formati.

        In ogni caso, un motivo valido per non usare
        Windows Media Player? Come gran parte dei
        prodotti Microsoft è spesso soggetto a problemi
        di sicurezza. Ma evidentemente questo non è un
        problema per l'utente che decide di usare
        Windows, perché dovrebbe sapere che tutto il
        sistema operativo è affetto da quel tipo di
        problemi. questa affermazione è foriera di contraddizioni: l'unico pc sicuro è un pc spento, e anche un linux non aggiornato può avere seri problemi di sicurezza.
        I service pack? Solo palliativi che non mutano la
        sostanza, che sta nell'architettura intrinseca di
        Windows, non adatta ad un O.S. che sta in rete.
        ti invito ad argomentare quest'affermazione, ovviamente riferendoti alla piattaforma win nt.
        • Anonimo scrive:
          Re: è meglio WMP a questo punto
          Premessa: sono un altro :-) Per non far confusione- Scritto da: jokanaan
          - Scritto da: Anonimo

          Onestamente non capisco che tipo di problemi

          possano dare software come RealPlayer, iTunes e

          altri.



          molti sono bloatware, alcuni includono spyware e
          adware.Verrebbe da fare una battuta su WMP ma la evito, è abusata :-)
          con itunes mi sto trovando bene, ma è
          innegabilmente pesante rispetto a molte
          alternative free.Un po' vago andrebbe fatta un'analisi programma per programma. Il fatto che comunque esistano indica che era il caso di intervenire prima di un altro schiacciante 95% contro bruscoletti variamente divisi.


          Windows dovrebbe essere Windows e basta. Niente

          Internet Explorer, niente Outlook, niente
          Windows

          Media Player installati di default.

          senza internet explorer, come ti connetti ad
          internet per scaricare il tuo browser... tramite
          shell telnet? :PPotrebbe essere un'idea :-) per la posta funge proprio bene. Battute a parte il problema è che non lo puoi disinstallare come gli altri software.Un cd2 con software tra cui poter scegliere,IE incluso, sarebbe la soluzione più opportuna. Magari un dvd così si fanno tutti contenti.



          Se si vuole offrire all'utente la comodità di

          avere subito browser, gestore di posta e altro,

          beh allora si devono rispettare le regole della

          concorrenza e creare una sorta di distribuzione,

          dalla quale sia possibile scegliere i programmi

          che si preferiscono.

          lasciare la libertà agli oem. Ma come dicevo, è
          un provvedimento marginale rispetto all'obbligo
          di documentare le api e i formati.
          OK per la documentazione ma estirpare il software non essenziale senza inficiare la garanzia è praticamente impossibile. Se il software non fosse così integrato nel sistema tanti problemi verrebbero meno.



          In ogni caso, un motivo valido per non usare

          Windows Media Player? Come gran parte dei

          prodotti Microsoft è spesso soggetto a problemi

          di sicurezza. Ma evidentemente questo non è un

          problema per l'utente che decide di usare

          Windows, perché dovrebbe sapere che tutto il

          sistema operativo è affetto da quel tipo di

          problemi.

          questa affermazione è foriera di contraddizioni:
          l'unico pc sicuro è un pc spento, e anche un
          linux non aggiornato può avere seri problemi di
          sicurezza.
          Un po' difficile paragonare tutto un OS,intendendo linux in senso esteso, ad un singolo media player che spesso ha portato a bug di sicurezza incredibili.

          I service pack? Solo palliativi che non mutano
          la

          sostanza, che sta nell'architettura intrinseca
          di

          Windows, non adatta ad un O.S. che sta in rete.



          ti invito ad argomentare quest'affermazione,
          ovviamente riferendoti alla piattaforma win nt.La struttura multiutente di win è quel che è, sui prodotti home poi fa ridere.Si è voluto facilitare l'utente loggandolo come administrator ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Che poi anche come utenti "normali" per bug su IE o WMP si possa accedere a privilegi da administrator come più volte è successo è una cosa incredibile.Probabilmente andrebbe rivista tutta la struttura dell'OS ma questo significherebbe riscriverlo da zero, tutto sommato è risultato più semplice coinvolgere i partner hardware e far sviluppare loro un'autenticazione a livello hardware con la piattaforma trusted computer .Ironia della sorte finirà per aumentare ulteriormente la sicurezza dei sistemi open, sul doppio canale trusted/untrusted pensato a Redmond ho seri dubbi, la sezione untrusted diventerà un cavallo di Troia sempre che gli utenti non finiscano per usare solo quella ....
  • Bruco scrive:
    Sistemata la pagliuzza, rimane la trave
    Buffonata.Sarebbe come sanzionare Mediaset obbligandola a ridurre la pubblicità di 5 decimi di secondo al giorno, o Telecom obbligandola a cambiare il nome dei prodotti Alice con Adriana...Che tristezza...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sistemata la pagliuzza, rimane la tr
      - Scritto da: Bruco
      Buffonata.
      Sarebbe come sanzionare Mediaset obbligandola a
      ridurre la pubblicità di 5 decimi di secondo al
      giorno, o Telecom obbligandola a cambiare il nome
      dei prodotti Alice con Adriana...
      Che tristezza...(troll) (troll) (troll)
  • matteo.moro scrive:
    Stesso prezzo?
    "Windows N sarà offerto sul mercato nelle due versioni tipiche di XP, la Home e la Professional, allo stesso prezzo di quelle tradizionali."E perchè mai? Dovrebbe essere venduto a un prezzo inferiore, altrimenti la cosa non ha senso.Si tratta della solita soluzione "di facciata" che non cambierà di una virgola la situazione attuale.ciao.Matteohttp://www.MatteoMoro.net
    • Anonimo scrive:
      Re: Stesso prezzo?

      E perchè mai? Dovrebbe essere venduto a un prezzo
      inferiore, altrimenti la cosa non ha senso.ah beh invece ha senso fare due prezzi visto che media player è gratuito
      Si tratta della solita soluzione "di facciata"
      che non cambierà di una virgola la situazione
      attuale.lo sapevano già tutti quanti, ma hanno preferito comunque optare per una risoluzione che sembra più una buffonata che altro
      • matteo.moro scrive:
        Re: Stesso prezzo?


        ah beh invece ha senso fare due prezzi visto che
        media player è gratuito
        Attenzione a non confondere "gratuito" con "compreso nel prezzo". Se Windows XP Pro costa una 50ina di euro in più rispetto a Windows XP Home, e le differenze sonos queste:http://www.dotnethell.it/tips/DifferenzeXPHomePro.aspxo, in termini più ad effetto, queste:http://www.microsoft.com/italy/windowsxp/pro/evaluation/whyupgrade/sorg5overhe.aspnon vedo perchè WMP debba essere "gratuito" anzichè "compreso nel prezzo".ciao.Matteohttp://www.MatteoMoro.net
    • Anonimo scrive:
      Re: Stesso prezzo?
      - Scritto da: matteo.moro
      "Windows N sarà offerto sul mercato nelle due
      versioni tipiche di XP, la Home e la
      Professional, allo stesso prezzo di quelle
      tradizionali."
      E perchè mai? Dovrebbe essere venduto a un prezzo
      inferiore, altrimenti la cosa non ha senso.
      Si tratta della solita soluzione "di facciata"
      che non cambierà di una virgola la situazione
      attuale.

      ciao.
      Matteo
      http://www.MatteoMoro.netconcordo con te, anke se non capisco x quale motivo debbano togliere il Media Player da Winchi è che si batte? real networks? programma pesante pieno di funzioni inutili che fa leggere gli rm, formato con una qualita pessima , il tutto a pagamento?esistono due tipi di utenti: quelli che ne sanno poco di pc, e a loro sta bene un player integrato xkè non son capaci di trovarne un altro migliore, e quelli che ne sanno qlcosa in piu e usano programmi migliori e freewareSta cosa che stan facendo fare alla MS è fatta solo per il prio di rompere le bip, non per altro!
      • Anonimo scrive:
        Re: Stesso prezzo?
        winamp.
        concordo con te, anke se non capisco x quale
        motivo debbano togliere il Media Player da Win
        chi è che si batte? real networks? programma
        pesante pieno di funzioni inutili che fa leggere
        gli rm, formato con una qualita pessima , il
        tutto a pagamento?
        esistono due tipi di utenti: quelli che ne sanno
        poco di pc, e a loro sta bene un player integrato
        xkè non son capaci di trovarne un altro migliore,
        e quelli che ne sanno qlcosa in piu e usano
        programmi migliori e freeware
        Sta cosa che stan facendo fare alla MS è fatta
        solo per il prio di rompere le bip, non per
        altro!
        • jokanaan scrive:
          Re: Stesso prezzo?
          - Scritto da: Anonimo
          winamp.
          winamp è morto e quello che vedi è il suo cadavere deambulante.
        • Anonimo scrive:
          Re: Stesso prezzo?
          non winamp. VLC!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Stesso prezzo?
            VLC? BLEAHHHH!! E' la cosa piu' orribile che io abbia visto in vita mia!Meglio ZoomPlayer (www.inmatrix.com)ZioBill***no linux and no open source software were used for writing this post***- Scritto da: Anonimo
            non winamp. VLC!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Stesso prezzo?
            - Scritto da: Anonimo
            VLC? BLEAHHHH!! E' la cosa piu' orribile che io
            abbia visto in vita mia!
            si, prova a fare il play di un file parziale di eDonkey con wmp... e poi con vlc... vuoi vedere che funziona solo con vlc ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Stesso prezzo?
            - Scritto da: Anonimo
            VLC? BLEAHHHH!! Questione di gusti.Io mi trovo bene con foobar2000 per la musica e n.player peri filmati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Stesso prezzo?
            - Scritto da: Anonimo
            ***no linux and no open source software were used
            for writing this post***Sai, mi chiedevo quale genere di persona si vanti di pagare per quello che altri fanno, legittimamente, in modo assolutamente gratuito.Bye, Luca
          • awerellwv scrive:
            Re: Stesso prezzo?
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            ***no linux and no open source software were
            used

            for writing this post***

            Sai, mi chiedevo quale genere di persona si vanti
            di pagare per quello che altri fanno,
            legittimamente, in modo assolutamente gratuito.

            Bye,
            Luca92 minuti di applausi sul post di Segfault!!!!(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Stesso prezzo?
        - Scritto da: Anonimo
        esistono due tipi di utenti: quelli che ne sanno
        poco di pc, e a loro sta bene un player integrato
        xkè non son capaci di trovarne un altro migliore,
        e quelli che ne sanno qlcosa in piu e usano
        programmi migliori e freewareEsistono due tipi di utenti: quelli che ne sanno poco di pc e che credono che i programmi migliori siano freeware, e quelli che sanno che non è vero.
        • Anonimo scrive:
          Re: Stesso prezzo?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          esistono due tipi di utenti: quelli che ne sanno

          poco di pc, e a loro sta bene un player
          integrato

          xkè non son capaci di trovarne un altro
          migliore,

          e quelli che ne sanno qlcosa in piu e usano

          programmi migliori e freeware

          Esistono due tipi di utenti: quelli che ne sanno
          poco di pc e che credono che i programmi migliori
          siano freeware, e quelli che sanno che non è
          vero.troll ^n
    • Anonimo scrive:
      Re: Stesso prezzo?
      Si hai ragione, ma basta fare un piccolo contoprezzo di win xp full - prezzo di media player = prezzo di win xp Nda cui:prezzo di win xp full - prezzo di win xp N = prezzo di win xp fullessendo i due operandi uguali si haprezzo e valore di media player = 0;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Stesso prezzo?
        ma sei proprio un fenomeno... :|
      • francescor82 scrive:
        Re: Stesso prezzo?

        Si hai ragione, ma basta fare un piccolo conto
        prezzo di win xp full - prezzo di media player =
        prezzo di win xp N
        da cui:
        prezzo di win xp full - prezzo di win xp N =
        prezzo di win xp full
        essendo i due operandi uguali si ha
        prezzo e valore di media player = 0
        ;-)veramente, vista la (pessima) qualità di WMP (non riesce a farmi ascoltare più di due canzoni prima di bloccarsi), la versione dell'xp N dovrebbe anche essere superiore! :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: Stesso prezzo?
      - Scritto da: matteo.moro
      E perchè mai? Dovrebbe essere venduto a un prezzo
      inferiore, altrimenti la cosa non ha senso.
      Si tratta della solita soluzione "di facciata"
      che non cambierà di una virgola la situazione
      attuale.È vero. Purtroppo molta gente (e anche molti produttori) si dirà: "Ma perché mai dovrei comprare una versione 'handicappata' se quella piena mi costa uguale?"Purtroppo si tratta probabilmente di una soluzione, come dici tu, di facciata. Che non cambierà proprio nulla, anzi... la M$ potrà dire "gli utenti continuano a preferire la versione piena".Sarebbe stato meglio se si fosse forzato la M$ a vendere una versione meno costosa, magari senza WMP _e_ senza IE integrato... almeno così l'utente avrebbe potuto risparmiare qualcosina... anzi... meglio sarebbe stato se la C.E. anziché approvare vergognosamente i brevetti software avesse DIMOSTRATO di fare gli interessi dell'Europa impedendo QUELLI e lasciando stare WMP dov'era.Bye, Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: Stesso prezzo?
        - Scritto da: Segfault
        - Scritto da: matteo.moro

        E perchè mai? Dovrebbe essere venduto a un
        prezzo

        inferiore, altrimenti la cosa non ha senso.

        Si tratta della solita soluzione "di facciata"

        che non cambierà di una virgola la situazione

        attuale.

        È vero. Purtroppo molta gente (e anche molti
        produttori) si dirà: "Ma perché mai dovrei
        comprare una versione 'handicappata' se quella
        piena mi costa uguale?"
        Purtroppo si tratta probabilmente di una
        soluzione, come dici tu, di facciata. Che non
        cambierà proprio nulla, anzi... la M$ potrà dire
        "gli utenti continuano a preferire la versione
        piena".
        Sarebbe stato meglio se si fosse forzato la M$ a
        vendere una versione meno costosa, magari senza
        WMP _e_ senza IE integrato... almeno così
        l'utente avrebbe potuto risparmiare qualcosina...
        anzi... meglio sarebbe stato se la C.E. anziché
        approvare vergognosamente i brevetti software
        avesse DIMOSTRATO di fare gli interessi
        dell'Europa impedendo QUELLI e lasciando stare
        WMP dov'era.

        Bye,
        Lucabeh certo...così avremmo un'ulteriore dimostrazione di che margine di guadagno la MS ha su ogni copia di win se ci fossero 2 prezzi differenti per una versione simile ma senza wmp gratuito.
      • jokanaan scrive:
        Re: Stesso prezzo?
        - Scritto da: Segfault
        Sarebbe stato meglio se si fosse forzato la M$ a
        vendere una versione meno costosa, magari senza
        WMP _e_ senza IE integrato... almeno così
        l'utente avrebbe potuto risparmiare qualcosina...

        Bye,
        Lucae come faceva un utonto a scaricarsi firefox da www.mozilla.org, senza ie? usava telnet? (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Stesso prezzo?
          - Scritto da: jokanaan
          e come faceva un utonto a scaricarsi firefox da
          www.mozilla.org, senza ie? usava telnet? (rotfl)Come si faceva quando IE era una componente ESTERNA al sistema. Ci sono i CD delle riviste se proprio uno non ha un amico che può scaricargli il software che gli interessa.Se proprio vogliono mettere IE che lo mettano sul CD di installazione di Windows... ma che NON si installi di default e soprattutto che Windows NON dipenda da IE per il suo funzionamento.Bye, Luca
          • jokanaan scrive:
            Re: Stesso prezzo?
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: jokanaan

            e come faceva un utonto a scaricarsi firefox da

            www.mozilla.org, senza ie? usava telnet? (rotfl)

            Come si faceva quando IE era una componente
            ESTERNA al sistema. Ci sono i CD delle riviste se
            proprio uno non ha un amico che può scaricargli
            il software che gli interessa.non condivido
            Se proprio vogliono mettere IE che lo mettano sul
            CD di installazione di Windows... ma che NON si
            installi di default e soprattutto che Windows NON
            dipenda da IE per il suo funzionamento.

            Bye,
            Lucanon condivido. mi giungono voce anzi che i vari windows manager per linux e co. vadano nella direzione dell'integrazione col browser...o sbaglio?cmq una cosa è certa, ie è un groviera, una revisione non gli farebbe male.
          • Anonimo scrive:
            Re: Stesso prezzo?
            - Scritto da: jokanaan

            Come si faceva quando IE era una componente

            ESTERNA al sistema. Ci sono i CD delle riviste
            se

            proprio uno non ha un amico che può scaricargli

            il software che gli interessa.

            non condividoBé, tu mi hai chiesto come, io ti ho fornito un esempio... non c'è nulla da condividere o meno al riguardo. Si tratta di un fatto, non di un'opinione. Inoltre se funzionava prima di IE non vedo proprio perché non debba funzionare ora.
            non condivido. mi giungono voce anzi che i vari
            windows manager per linux e co. vadano nella
            direzione dell'integrazione col browser...o
            sbaglio?In realtà esistendo molti window-manager il problema non si pone, ognuno in Linux è libero di usare il Window-manager che preferisce (ognuno ha le sue caratteristiche, alcuni di loro non hanno nemmeno un browser specifico) con i software che più preferisce. Oltre a questo oltre al browser standard per quel particolare Window-manager (quando esiste) vengono spesso preinstallati anche altri browser. Non è infatti poco comune avere preinstallati tutti i seguenti:- Konqueror- Firefox- Mozilla- Galeon- Nautilus (mi pare sia anche un browser, non uso GNOME)- Lynx- LinksInoltre Linux non è in condizione di monopolio quindi il problema di cosa può o meno includere non si pone proprio.Il problema esiste solo in condizione di monopolio. Se io sono la ditta XYZ che ha il 90% del mercato e "regalo" (o meglio... includo nel prezzo) un determinato software allora mando in fallimento tutti quelli che producono tale genere di software e questo non è giusto e limita pesantemente il mercato. Chi è disposto oggi a spendere un centesimo per il proprio browser? Probabilmente solo l'1% degli utenti, forse molto meno. Ecco quindi che le ditte che prima ci vivevano su queste cose hanno dovuto o cambiare lavoro oppure "accontentarsi" o trovare metodi alternativi di finanziamento.Come ho già detto, scommetto che se M$ volesse includere in Windows un gestionale personalizzabile a piacere anche chi oggi sostiene M$ e le sue scelte si ribellerebbe e griderebbe allo scandalo, al monopolio e all'abuso di potere. Questo non succede semplicemente perché nessuno di loro si occupa di browser quindi anche se Netscape o Opera muore l'andazzo generale è "chissenefrega".
            cmq una cosa è certa, ie è un groviera, una
            revisione non gli farebbe male.Ma anche una sostituzione piena con prodotti migliori direi.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Stesso prezzo?
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: jokanaan


            Come si faceva quando IE era una componente


            ESTERNA al sistema. Ci sono i CD delle riviste

            se


            proprio uno non ha un amico che può
            scaricargli


            il software che gli interessa.



            non condivido

            Bé, tu mi hai chiesto come, io ti ho fornito un
            esempio... non c'è nulla da condividere o meno al
            riguardo. Si tratta di un fatto, non di
            un'opinione. Inoltre se funzionava prima di IE
            non vedo proprio perché non debba funzionare ora.complimenti per l'apertura...avrei trovato più ponderata una risposta del tipo: basta mettere a disposizione sul cd di win le ultime versioni dei principali browsers...poi ognuno si installa quella che preferisce.La soluzione come la proponi tu, è un opzione, lungi dall'essere la più ragionevole a questo punto; anche per evidenti motivi pratici.


            non condivido. mi giungono voce anzi che i vari

            windows manager per linux e co. vadano nella

            direzione dell'integrazione col browser...o

            sbaglio?

            In realtà esistendo molti window-manager il
            problema non si pone, ognuno in Linux è libero di
            usare il Window-manager che preferisce (ognuno ha
            le sue caratteristiche, alcuni di loro non hanno
            nemmeno un browser specifico) con i software che
            più preferisce. Oltre a questo oltre al browser
            standard per quel particolare Window-manager
            (quando esiste) vengono spesso preinstallati
            anche altri browser. Non è infatti poco comune
            avere preinstallati tutti i seguenti:
            - Konqueror
            - Firefox
            - Mozilla
            - Galeon
            - Nautilus (mi pare sia anche un browser, non uso
            GNOME)
            - Lynx
            - Links

            Inoltre Linux non è in condizione di monopolio
            quindi il problema di cosa può o meno includere
            non si pone proprio.
            mah per quelle poche distribuzioni che ho visto io in primis ci si trova sempre con konqueror preinstallato di preferenza...poi che si voglia usare altro è sempre permesso.
            Il problema esiste solo in condizione di
            monopolio. Se io sono la ditta XYZ che ha il 90%
            del mercato e "regalo" (o meglio... includo nel
            prezzo) un determinato software allora mando in
            fallimento tutti quelli che producono tale genere
            di software e questo non è giusto e limita
            pesantemente il mercato.tutto bello peccato che l'esempio non è calzante, visto che nel caso specifico dei browsers non mi pare che le opzioni alternative a IE siano a pagamento, perciò non vedo quale ditta stia fallendo. Capirei se avessi scritto che IE preclude alle alternative di diffondersi. Chi è disposto oggi a
            spendere un centesimo per il proprio browser?Dipende cosa offre in + il browsers a pagamento rispetto alle alternative gratuite.E comunque i browser a pagamento non sono la maggioranza.
            Probabilmente solo l'1% degli utenti, forse molto
            meno. Ecco quindi che le ditte che prima ci
            vivevano su queste cose hanno dovuto o cambiare
            lavoro oppure "accontentarsi" o trovare metodi
            alternativi di finanziamento.Ehm...se ben ricordo Mosaic e Netscape non erano a pagamento. E i loro produttori usavano altri canali per finanziare la propria attività.
            Come ho già detto, scommetto che se M$ volesse
            includere in Windows un gestionale
            personalizzabile a piacere anche chi oggi
            sostiene M$ e le sue scelte si ribellerebbe e
            griderebbe allo scandalo, al monopolio e
            all'abuso di potere. Questo non succede
            semplicemente perché nessuno di loro si occupa di
            browser quindi anche se Netscape o Opera muore
            l'andazzo generale è "chissenefrega".
            Tutto giusto tutto bello, ma la problematica del monopolio di IE non ha direttamente a che fare con il fallimento di browsers alternativi.

            cmq una cosa è certa, ie è un groviera, una

            revisione non gli farebbe male.

            Ma anche una sostituzione piena con prodotti
            migliori direi.
            certo che si, peccato tutti si siano abituati a win&co ormai da anni, ma qualche segnale positivo sulla perdita di certe brutte abitudini c'è per fortuna.
            Bye,
            Luca
          • francescor82 scrive:
            Re: Stesso prezzo?

            complimenti per l'apertura...avrei trovato più
            ponderata una risposta del tipo: basta mettere a
            disposizione sul cd di win le ultime versioni dei
            principali browsers...poi ognuno si installa
            quella che preferisce.MS che mette a disposizione sui suoi cd le ultime versione dei principali browser? Non ce la vedo proprio, per quanto sarebbe una buona soluzione. Però l'idea di installare il browser a partire da un CD comprato in edicola non è male neanche.

            Inoltre Linux non è in condizione di monopolio

            quindi il problema di cosa può o meno includere

            non si pone proprio.Non sono d'accordo. Certamente Linux non è in condizione di monopolio, ma non per questo dovrebbe essere consentito o ritenuto giusto se obbligasse ad usare un browser (o un'applicazione in generale) piuttosto che un altro. La libertà di scegliere il browser è qualcosa che Linux offre già e che deve continuare ad offrire, anche se un giorno arrivasse ad essere usato sul 90% dei desktop.
            mah per quelle poche distribuzioni che ho visto
            io in primis ci si trova sempre con konqueror
            preinstallato di preferenza...poi che si voglia
            usare altro è sempre permesso.Solo perchè KDE è il desktop manager più diffuso e quindi la maggior parte delle distribuzioni tendono ad offrirlo; e siccome konqueror si integra bene con il resto di KDE, è parecchio diffuso. Però altre distribuzioni (per esempio Ubuntu, almeno fino a questi giorni) preferiscono Gnome, e dunque Konqueror lo devi scaricare a parte, se lo vuoi.Ma il punto principale è: la maggior parte delle applicazioni che si appoggiano su browser per qualche motivo permettono all'utente di specificare il browser da usare, eventualmente anche browser testuali come Linx, al contrario di quello che succede in Windows dove si dà per scontato che si usi IE, con tutte le pecche che questo browser ha.

            Come ho già detto, scommetto che se M$ volesse

            includere in Windows un gestionale

            personalizzabile a piacere anche chi oggi

            sostiene M$ e le sue scelte si ribellerebbe e

            griderebbe allo scandalo, al monopolio e

            all'abuso di potere. Questo non succede

            semplicemente perché nessuno di loro si occupa
            di

            browser quindi anche se Netscape o Opera muore

            l'andazzo generale è "chissenefrega".Vero, ma speriamo di non arrivarci mai, e che invece si crei una coscienza in tutti gli utenti, così da intaccare il monopolio MS. Se Windows cominciasse a perdere punti percentuali, probabilmente alla MS comincerebbero a lavorare sul serio, a cominciare da un buon browser e da un sistema che non necessità tanto spesso di patch per falle gravi (o in cui sono le stesse patch a fare danni).(Oppure continuerebbero nella loro politica di FUD? :-()
            certo che si, peccato tutti si siano abituati a
            win&co ormai da anni, ma qualche segnale positivo
            sulla perdita di certe brutte abitudini c'è per
            fortuna.Speriamo i segnali continuino e si amplifichino! :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Stesso prezzo?
            tu si che sei uno furbo!Soprattutto uno che se ne intende..basta vedere il tuo logo x definirti...hihihihi hai dei problemi con la vita in generale vero?zero donne,fumi,ogni tanto bevi...hhaahahaha
          • Anonimo scrive:
            Re: Stesso prezzo?
            - Scritto da: Anonimo
            tu si che sei uno furbo!Soprattutto uno che se ne
            intende..basta vedere il tuo logo x
            definirti...hihihihi hai dei problemi con la vita
            in generale vero?zero donne,fumi,ogni tanto
            bevi...hhaahahahabeh dato che scrivi a questi orari verosimilmente sai di cosa parli...zero donne, fumi, bevi e scrivi panzane in piena notte su PI; bella vitaccia...che invidia.
  • Vurdak scrive:
    Inutile...
    Ed ho detto tutto..Iniziativa lodevole da parte dell'antitrust, ma l'utente ignorante non conosce programmi alternativi..e di sicuro non sarà ne microsoft e nemmeno il rivenditore a consigliarglieli o ad installarglieli nel pc..
    • Ics-pi scrive:
      Re: Inutile...
      Questa e' una generalizzazione tipica di hwupgrade, sei mica di la....vero? ;-)Comunque meglio mediaplayer che quella schifezza di REALcoso. Non c'è paragone assolutamente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Inutile...
        WinAmp 5...
        • Ics-pi scrive:
          Re: Inutile...
          Il 3 era un baco, il 4 non esiste e il 5? Boh a me sembra uguale al 2 o al 3 a seconda dell'interfaccia.Dopo il 2 secondo me si sono persi: nel 1999 pero' era il top per essenzialità e funzionalità.ps: Io uso winamp 2.7x per gli mp3, lo trovo ancora insuperato a livello di snellezza.
          • awerellwv scrive:
            Re: Inutile...
            - Scritto da: Ics-pi
            Il 3 era un baco, il 4 non esiste e il 5? Boh a
            me sembra uguale al 2 o al 3 a seconda
            dell'interfaccia.
            Dopo il 2 secondo me si sono persi: nel 1999
            pero' era il top per essenzialità e funzionalità.

            ps: Io uso winamp 2.7x per gli mp3, lo trovo
            ancora insuperato a livello di snellezza.Quoto...anche io quando usavo windows usavo winamp serie 2... peccato poi hanno perso il loro obiettivo trasformandolo in un bloatware...
      • Vurdak scrive:
        Re: Inutile...
        No, non sopporto quel sito (parlo di hwupgrade).Winamp5 è ottimo (l'ho visto dalla mia ragazza dato che per linux non c'è e mai ci sarà :( ), forse è una speranza più che valida contro media player..Parlando di pirateria, almeno ci sarà una versione di windows che non avrà successo nei circuiti di p2p..chi mai vorrebbe un windows incompleto quando potrebbe averlo gratuitamente con tutto quanto? Poco gliene frega se può scaricare a parte anche winamp...
        • Ics-pi scrive:
          Re: Inutile...
          Gli ultimi mediaplayer non sono male (parlo del 9) peccato che come sempre in questi casi non si sappia mai che cacchio combina quel cesso di programma a livello di connessioni "fantasma".Meraviglioso anche VLC ma meno pratico come interfaccia, in compenso legge anche i sassi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Inutile...
          - Scritto da: Vurdak
          No, non sopporto quel sito (parlo di hwupgrade).
          Winamp5 è ottimo (l'ho visto dalla mia ragazza
          dato che per linux non c'è e mai ci sarà :( ),Hum... xmms? mai provato? è la fotocopia di winamp
          • francescor82 scrive:
            Re: Inutile...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Vurdak

            No, non sopporto quel sito (parlo di hwupgrade).

            Winamp5 è ottimo (l'ho visto dalla mia ragazza

            dato che per linux non c'è e mai ci sarà :( ),

            Hum... xmms? mai provato? è la fotocopia di winampe con parecchi plugin per leggere anche i sassi: da flac a wma ai cd audio, fino ad un plugin per integrare xmms con mplayer, quindi ti vedi anche i film.
          • Anonimo scrive:
            Re: Inutile...
            - Scritto da: Anonimo
            Hum... xmms? mai provato? è la fotocopia di winampFotocopia??? Cosa stai dicendo???XMMS è DECISAMENTE superiore a Winamp! Sotto OGNI punto di vista!Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Inutile...
            E non vedete che state spiegando proprio voi la motivazione che ha spinto l'europa a volere questo?Di ottimi player ne avete elencati parecchi e ce ne sono altri ancora pero' MS li sta schiacciando imponendo il proprio che usa principi di funzionamento propietario che sugli altri non e' possibile implementare, dandogli una parvenza di superiorita'e tagliando le gambe agli altri difatto.
  • carobeppe scrive:
    Una patch???
    Ma... se facessero una patch per rimuovere quei cavolo di programmi integrati??? Una patch ufficiale intendo (non ufficiali ce ne sono ma non mi fido)
    • Anonimo scrive:
      Re: Una patch???

      ufficiale intendo (non ufficiali ce ne sono ma
      non mi fido)perchè, di quelle ufficiali ti fidi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Una patch???
        - Scritto da: Anonimo

        ufficiale intendo (non ufficiali ce ne sono ma

        non mi fido)

        perchè, di quelle ufficiali ti fidi?attualmente c'e' solo nlite, ma il funzionamento e' differente, nlite partendo dal cd di windows ne crea uno nuovo con omessi i componenti scelti, poi devi installare il sistema epurato.tagliando via tutto la iso diventa di soli 140mb, all'installazione hai il kernel e poco altro che per alcuni usi e' l'ideale.Ovviamente puoi selezionare fra quello che vuoi togliere e ce n'e' veramente tanto, ma puoi anche includere le patch i i driver necessari dell'hardware, e persino preparare installazioni non presidiate (ovvero selezioni la partizione dove installarlo e poi va avanti da solo).Ovviamente la potenza del programma dipende anche dalla conoscenze che si hanno e che permettono di tweakare tutto per bene, mentre per togliere alcuni grossi pacchetti come il wmp e altro e' alla portata di tutti.
  • Anonimo scrive:
    La speranza è l'ultima a morire
    "La speranza dell'antitrust è che i rivenditori di personal computer la preferiscano a quella tradizionale, dando così spazio ai player media non-Microsoft"si si aspetta e spera...
    • Madder scrive:
      Perchè "togliere" ?
      Non sarebbe sufficiente che Microsoft fosse obbligata a pubblicare *_tutte_* le librerie e interfacce che il *_sistema operativo_* offre ? Il sistema operativo, che io sappia, è quella parte di software che interfaccia l'hardware e ne fornisce i servizi agli utenti e in particolare alle altre applicazioni. Sarebbe quindi il caso non tanto di obbligare Microsoft a togliere qualcosa, ma di ridurre il sistema operativo a vero sistema operativo e lasciare le altre applicazioni (se proprio vuole) come fruitori dei servizi (documentati e pubblicati) del sistema operativo.
Chiudi i commenti