ADSL: entro il 2008 la copertura totale

O quasi: Telecom Italia prevede che entro la fine di quell'anno il 98 per cento della popolazione possa contare sulla banda larga. Ecco i principali obiettivi del piano triennale firmato dall'incumbent


Milano – Il piano di sviluppo di Telecom Italia è stato illustrato ieri dal management dell’azienda nell’ambito del “Telecom Day”, un’occasione ghiotta per gettare uno sguardo alle strategie dell’incumbent, sempre destinate ad avere un forte impatto sull’intero settore.

Si tratta a grandi linee di un piano triennale condito da numerosi dati finanziari ma anche da obiettivi di mercato e di produzione, che contemplano anche un ventaglio di servizi definiti innovativi.

Per quanto riguarda l’accesso a banda larga, per il quale l’incumbent dichiara di detenere una quota di mercato italiano pari al 74%, Telecom prospetta un allargamento della copertura: entro il 2008, per l’ADSL, l’obiettivo è di arrivare al 98% della popolazione (vedi pag. 46 delle slide ). L’aumento della copertura non solo risponde alle numerose sollecitazioni piovute sull’incumbent in questi anni ma rientra nel più ampio progetto che mira a rendere gli utenti broad band fruitori sempre più di contenuti a pagamento, contenuti la cui distribuzione dipende però proprio dalla disponibilità della banda larga. Un settore, quello dei contenuti, in cui peraltro Telecom ormai da tempo investe moltissimo.

Entro l’estate di quest’anno, come già anticipato da Punto Informatico, si avrà il lancio di ADSL 2 plus , servizio per il quale Telecom promette una velocità (di punta) in download fino a 20Mbps. Entro la fine di quest’anno, la copertura dovrebbe arrivare al 56%, mentre entro fine 2008 si prevede che raggiungerà il 94%.

Il 2007 dovrebbe invece essere l’anno decisivo per la tecnologia VDSL2 (velocità di download, 40-50 Mbps), sempre più strettamente legata alle offerte audiovisive al cui si allacciano i progetti di sviluppo infrastrutturale dell’incumbent ma anche degli operatori concorrenti.

Da segnalare poi che nel primo semestre 2007 sono programmate alcune fasi sperimentali di connettività nelle 63 città coperte dal cosiddetto “FTTC”, “Fiber To The Curb”, ovvero la rete in fibra ottica che giunge in prossimità dell’utente, ma non nell’edificio.

Su tutto questo si innesta poi naturalmente lo sviluppo della televisione su banda larga, quella IPTV il cui sviluppo è già stato delineato e in cui si inserirà la disponibilità di set top box auto-installanti e basati su Powerline. Il tutto corroborato dallo sviluppo della HDTV con tecnologia mpeg4. La copertura prevista per quest’anno è di 250 città.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    fondamenti di brevettabilità
    un brevetto non dovrebbe impedire la possibilità di sviluppare un altro brevetto.Io vedo il brevetto come un casa.E giusto proteggere lo sforzo è l'originalità della costruzione in se cioe della casa, ma non impedire ad altri lo sviluppo di una casa diversa (forse migliore o peggiore).Quindi i brevetti non debbono impedire ad altri di usare i concetti di "mattone" e "fondamenta".
  • Anonimo scrive:
    MAZZETTE PER L'UE
    http://mjr.iki.fi/texts/patentfund.it.phpQuesto è l'unico sistema !!!
  • Anonimo scrive:
    questi solo con la violenza si fermano?
    ma che vogliono ancora ? hanno già visto le firme della precedente petizione, ma non gli è bastata? ma vogliono farsi sparare per forza?chi è dentro sta commissione che propone sti brevetti? nomi e indirizzi che ci dividiamo in tutta europa il compito di andarli a picchiare fino a casa, poi vediamo che si inventano ancorabalordi, con le buone maniere non capiscono..hanno troppe mazzette sottobanco
  • Anonimo scrive:
    UNA FOGNA A CIELO APERTO!
    Questo è diventato da UE.Una FOGNA a CIELO APERTO nella quale ci SGUAZZANO manigoldi di ogni risma con l' unico scopo di fare gli interessi particolari degli SMANDRAPPATI delle Multinazionali dell' Impero del Male a discapito delle genti e dei POPOLI d' Europa.Questa Europa ha tradito gli ideali dei Padri fondatori che erano i nostri ideali di un' Europa dei POPOLI basata sulla reciprocità, sul rispetto, sull' uguaglianza.Questa Europa è meglio sia AFFOSSATA e sepolta definitivamente.Questa Europa NON LA VOGLIAMO!Quindi, o si torna immediatamente all' Europa delle GENTI e dei POPOLI d' EUROPA oppure la si AFFOSSI DEFINITIVAMENTE!
  • Anonimo scrive:
    tanto prima o poi...
    ... la brevettazione sw passerà anche in EU, ci sono troppi soldi in ballo, troppi interessi... figuratevi se M$ o IBM hanno speso tutti quei soldi in brevetti per poi non poterli utilizzare...
    • Anonimo scrive:
      Re: tanto prima o poi...
      - Scritto da: Anonimo
      ... la brevettazione sw passerà anche in EU, ci
      sono troppi soldi in ballo, troppi interessi...
      figuratevi se M$ o IBM hanno speso tutti quei
      soldi in brevetti per poi non poterli
      utilizzare...Ciao qualunquista qualunque.Se tutti la pensassero così, saremmo già con un chip di tracciamento inserito nel buco del c....Anzi, in un posto più sicuro, per evitare espulsioni impreviste.
  • Anonimo scrive:
    robe da fare
    sarebbe bello che chi ha tempo traduca in italiano il materiale inglese e lo renda di facile utilizzo per tutti.intendo dire che sarebbe figo avere a disposizione una pagina a mo di petizione dove uno inserisce i propri dati ed il sistema inoltra la mail direttamente alla commissione europea con le risposte gia fatte, ed in lingua italiana!cazzo. si parla inglese in europa, quando poi l'inghilterra non fa parte dell'europa!i documenti europei li voglio anche in italiano, non solo in inglese francese tedesco!
  • Anonimo scrive:
    9 --
  • Anonimo scrive:
    Ma sarà così drammatico?
    Premetto che in quanto sviluppatore indipendente la cosa mi interessa direttamente e sono sul chi-va-là da molto tempo sulla questione, ed è giusto esserlo, magari anche con una certa enfasi, caratteristica anche dell'indole "anarchica" di noi informatici... ma alcune critiche non sono un po' esagerate?Ad esempio dire che la barra di scorrimento e il click su un collegamento ipertestuale sono brevettati, per cui tutti gli sviluppatori di gestionali spariranno, mi sembra un po' eccessivo. E' vero, infatti, che sarà brevettata pure l'aria, ma è anche vero che la maggior parte degli strumenti usati per lo sviluppo avranno i brevetti inclusi. Voglio dire: se sviluppo un'applicazione per windows usando il framework .NET, ad esempio, il brevetto per la barra di scorrimento, o quello per il click sul pulsante, saranno inclusi nelle librerie .NET (come già avviene), per cui la maggior parte delle applicazioni saranno salve. Diverso naturalmente il discorso per applicazioni innovative (ma quante ce ne sono, francamente, in Italia?).Questo solo per criticare certi toni, comunque è bene tenersi sul chi vive e stare all'occhio ;)Morale: combattiamo con il coltello tra i denti, però lucidamente senza cadere in allarmismi poco giustificabili...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma sarà così drammatico?
      ma poi far smettere gli sparagestionali (praticamente il 99% dell'informatica mondiale e il 100% di quella italiana) non interessa a Microsoft,Oracle e Sun...anzi son ben contenti che ci siano dato che possono vendergli i loro prodotti!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma sarà così drammatico?
      - Scritto da: Anonimo
      Premetto che in quanto sviluppatore indipendente
      la cosa mi interessa direttamente e sono sul
      chi-va-là da molto tempo sulla questione, ed è
      giusto esserlo, magari anche con una certa
      enfasi, caratteristica anche dell'indole
      "anarchica" di noi informatici... ma alcune
      critiche non sono un po' esagerate?

      Ad esempio dire che la barra di scorrimento e il
      click su un collegamento ipertestuale sono
      brevettati, per cui tutti gli sviluppatori di
      gestionali spariranno, mi sembra un po'
      eccessivo. E' vero, infatti, che sarà brevettata
      pure l'aria, ma è anche vero che la maggior parte
      degli strumenti usati per lo sviluppo avranno i
      brevetti inclusi. Voglio dire: se sviluppo
      un'applicazione per windows usando il framework
      .NET, ad esempio, il brevetto per la barra di
      scorrimento, o quello per il click sul pulsante,
      saranno inclusi nelle librerie .NET (come già
      avviene), per cui la maggior parte delle
      applicazioni saranno salve. Diverso naturalmente
      il discorso per applicazioni innovative (ma
      quante ce ne sono, francamente, in Italia?).

      Questo solo per criticare certi toni, comunque è
      bene tenersi sul chi vive e stare all'occhio ;)

      Morale: combattiamo con il coltello tra i denti,
      però lucidamente senza cadere in allarmismi poco
      giustificabili...
      Certo che le lib. per gestire la sbarra di scorrimento sono comprese in .NET......ma se pubblichi un software che usa il principio della barra devi pagare per ogni copia che vendi, sia che usi .NET che non....Ricordi il brevetto che è stato concesso a Microsoft sul filesystem fat16/32....? Ci sono vari framework che hanno lib. in grado di gestirlo.....ma a loro non interessa....loro hanno chiesto semplicemente 0.25 cent per ogni dispositivo prodotto che ne fa uso ( chiavi usb, fotocam. digit., hd usb ecc...) + 250000 $ all' anno ad ogni produttore......semplice no ?!? ;)
    • alex.tg scrive:
      Re: Ma sarà così drammatico?

      ma alcune
      critiche non sono un po' esagerate?no, no. Questa e` esagerata: abolire completamente il concetto di brevetto, sul software o meno, in quanto e` un'ipoteca garantita non sul lavoro svolto, ma bensi` sul probabile, altrui lavoro futuro. I brevetti sono macchine del tempo che spostano soldi da un punto imprecisato del futuro e dalle tasche di qualcuno che "potrebbe" avere la stessa idea, e li portano nel presente. I brevetti sono certificazioni d'esclusiva su un pensiero, su qualcosa che non e` neanche tangibile ma che dovrebbe far levitare il valore di un prodotto, quando il copyright sul prodotto nel suo insieme e` il massimo che si puo` avere come protezione "razionale". Ma chi ha interesse a brevettare una propria idea (cosa che in primo luogo costa cifre enormi) non guarda alla razionalita`, vuole tutto e subito, e considera il brevetto e la fase di ricerca per arrivarci come un investimento, inventandosi un mercato delle idee che e` tutto tranne che democratico.Con la logica si puo` anche arrivare ad affermare che le idee possono essere merce di scambio come qualsiasi altra cosa, che tutto sommato le spese per la ricerca ci sono, eccetera eccetera.Ma la sostanza resta: io non posso avere idee, tu non puoi avere idee, perche` in definitiva non abbiamo i soldi per proteggerle e garantircele.Gli allarmismi sono giustificati.
  • TADsince1995 scrive:
    Fine di un settore.
    Almeno in Italia sarebbe sicuramente così. Il concetto di brevetto per tutelare un'idea rivoluzionaria, in se, non è cattivo. E' il modo in cui lo si userebbe che è malvagio. Un coltello io lo posso usare per tagliare la verdura, la carne e preparare una bella cenetta romantica alla mia fidanzata, ma posso anche usarlo per uccidere.Bisogna esaminare il contesto. Purtroppo ci vorrebbe un organismo "super partes" davvero competente in maniera di sviluppo software, per stabilire se il rilascio di un brevetto è giustificato o meno. Purtroppo, invece, conosciamo bene i brevetti che sono stati registrati, tipo il doppio clic, la barra di scorrimento e altre cosine, proprio a causa dell'ignoranza di chi li rilascia.In queste condizioni i brevetti software sarebbero soltanto una catastrofe, specialmente in Italia dove software "rivoluzionari e innovativi" sono rari e in cui aziende in grado di sostenere il peso economico del pagamento di royalties sono poche. Senza contare che un sacco di progetti open source diventerebbero praticamente illegali e una delle poche cose buone che sono sopravvissute dell'informatica verrebbe mangiata dalle multinazionali malefiche.Facciamo un esempio, si approvano i brevetti e si applicano su concetti quali il doppio clic, barra dei menu, barra di scorrimento, id cliente, pulsante di stampa, messagebox ecc... Praticamente tutte le sparagestionaliVB volerebbero via come cenere al vento, forse si salverebbero quelle grosse, ma non senza difficoltà. Considerando che queste aziende costituiscono la stragrande maggioranza delle aziende di informatica nostrane, il risultato sarebbe solo crisi del settore e disoccupazione e torneremmo tutti a fare i cacciavitari a ripulire i pc da virus e a reinstallare Windows.E' questo quello che volete?TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: Fine di un settore.
      - Scritto da: TADsince1995
      Almeno in Italia sarebbe sicuramente così. Il
      concetto di brevetto per tutelare un'idea
      rivoluzionaria, in se, non è cattivo. E' il modo
      in cui lo si userebbe che è malvagio. Un coltello
      io lo posso usare per tagliare la verdura, la
      carne e preparare una bella cenetta romantica
      alla mia fidanzata, ma posso anche usarlo per
      uccidere.

      Bisogna esaminare il contesto. Purtroppo ci
      vorrebbe un organismo "super partes" davvero
      competente in maniera di sviluppo software, per
      stabilire se il rilascio di un brevetto è
      giustificato o meno. Purtroppo, invece,
      conosciamo bene i brevetti che sono stati
      registrati, tipo il doppio clic, la barra di
      scorrimento e altre cosine, proprio a causa
      dell'ignoranza di chi li rilascia.

      In queste condizioni i brevetti software
      sarebbero soltanto una catastrofe, specialmente
      in Italia dove software "rivoluzionari e
      innovativi" sono rari e in cui aziende in grado
      di sostenere il peso economico del pagamento di
      royalties sono poche. Senza contare che un sacco
      di progetti open source diventerebbero
      praticamente illegali e una delle poche cose
      buone che sono sopravvissute dell'informatica
      verrebbe mangiata dalle multinazionali malefiche.

      Facciamo un esempio, si approvano i brevetti e si
      applicano su concetti quali il doppio clic, barra
      dei menu, barra di scorrimento, id cliente,
      pulsante di stampa, messagebox ecc...
      Praticamente tutte le sparagestionaliVB
      volerebbero via come cenere al vento, forse si
      salverebbero quelle grosse, ma non senza
      difficoltà. Considerando che queste aziende
      costituiscono la stragrande maggioranza delle
      aziende di informatica nostrane, il risultato
      sarebbe solo crisi del settore e disoccupazione e
      torneremmo tutti a fare i cacciavitari a ripulire
      i pc da virus e a reinstallare Windows.

      E' questo quello che volete?

      TADti diro di piu! per ringraziare i nostri governanti, se da domani passasse sta direttiva mi metterei ad inviare TAAAAANTE email alle varie multinazionali detentrici dei rispettivi brevetti segnalando tutti i sw italiani per cui c'e' la violazione del brevetto.Una bella opera di delazione per aiutare le multinazionali a chiudere i quattro bottegai rimasti in italia.
    • Anonimo scrive:
      non preoccuparti
      l'informatica è finita con le società di consulenza.... solo gestionali.. e nessuno ha interesse a impedirti di scrivere il programmino con Oracle che trasforma i nomi da minuscolo in maiuscolo o la query che tira fuori il numero di nominativi.Tranquillo...è già passato Stallman
    • Anonimo scrive:
      Re: Fine di un settore.
      La fine di un settore visto in maniera legale vorrai dire perchè sotto tutti continuerebbero a farsi i fattacci loro. La gente è stufa di certe leggi liberticide e soprattutto è stufa di vederle rispettate solo nei confronti di chi non ha i contatti giusti per piegarle a proprio vantaggio.Nascerà una nuova forma di pirateria, sarà quella del codice e nessuno cercherà di fermarla perchè altrimenti tutti questi signori semplimente smetteranno di pagare le tasse. Come un legge iniqua sarà l'inizio della catastrofe
    • Anonimo scrive:
      Re: Brevetti...
      Il sistema dei brevetti e' nato per aiutare l'innovazione e per impedire la copia e lo sfruttamento dell'ingegno altrui ma nel corso del tempo si e' trasformato in un mostro giuridico!A questo punto l'unica salvezza sarebbe una drastica riforma di tutto il sistema, inclusa un revisione dei brevetti a volte assurdi gia' rilasciati.Si deve bilanciare il sistema diminuendo drasticamente il periodo di validita' dei brevetti in base alla velocita' di sviluppo del settore in questione... non e' possibile che un brevetto per una soluzione meccanica, duri quanto quello per una soluzione informatica o quello di un prodotto biotecnologico!Inoltre non e' possibile che sia brevettabile un concetto astratto, un algoritmo, una sequenza genetica... devono essere brevettabili solo implementazioni delle idee!!Quanto ci vorra' per capire che cosi' com'e' il sistema l'innovazione viene soffocata?!? Anzi per essere schietti... ce ne accorgeremo prima che ricerca scientifica ed innovazione tecnologica siano un dominio esclusivamente cinese?!
    • Anonimo scrive:
      Re: Fine di un settore.
      Ha ragione Florian Mueller.Nel software, non ci sono brevetti buoni o cattivi.Proprio non devono esistere.Altrimenti è certo che prima o dopo ci sarà una variante, un aggiornamento, una puntualizzazione che farà precipitare il tutto nella situazione americana attuale.
  • Anonimo scrive:
    Per chi non sapesse ecco un esempio
    http://webshop.ffii.org/
  • Anonimo scrive:
    Un clima di oppressione
    La sensazione è che il potere sia in mano ad altri al di fuori della politica.E che la mafia sia meno potente e faccia meno danni di queste lobby economiche.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un clima di oppressione
      - Scritto da: Anonimo
      La sensazione è che il potere sia in mano ad
      altri al di fuori della politica.

      E che la mafia sia meno potente e faccia meno
      danni di queste lobby economiche.Perchè distingui tra le due braccia?
    • Terra2 scrive:
      Mai abbassare la guardia
      - Scritto da: Anonimo
      La sensazione è che il potere sia in mano ad
      altri al di fuori della politica....e che ci proveranno ad oltranza, bocciatura dopo bocciatura, fino a far passare tutte le leggi che vogliono.L'unica è tenere il cervello acceso.
    • castigo scrive:
      Re: Un clima di oppressione
      - Scritto da: Anonimo
      La sensazione è che il potere sia in mano ad
      altri al di fuori della politica.

      E che la mafia sia meno potente e faccia meno
      danni di queste lobby economiche.ecco, piano piano ci sei arrivato :D
  • Anonimo scrive:
    Re: VIGILANZA COSTANTE!
    Purtroppo con questa legge elettorale , il candidato non conta piu' una mazza e non ha nessun interesse per gli elettori che non sannno neanche chi votano ....Cia
  • Anonimo scrive:
    ANCORA?
    La UE sta diventando una FOGNA a CIELO APERTO.La UE fa STUFATO.La UE non è la nostra UE, non è la UE delle genti d' Europa.Non vogliamo questa UE dlle Multinazionali dell' Impero del Male.Chiusa la UE come chiudano queste Multinazionali.NON LI VOGLIAMO!
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: ANCORA?
      - Scritto da: Anonimo
      La UE sta diventando una FOGNA a CIELO APERTO.
      La UE fa STUFATO.
      La UE non è la nostra UE, non è la UE delle genti
      d' Europa.
      Non vogliamo questa UE dlle Multinazionali dell'
      Impero del Male.
      Chiusa la UE come chiudano queste Multinazionali.
      NON LI VOGLIAMO!Il governo ItaGliano è uno schifo, ma sti' signori esteri anche se si beccano il cetriolo, sono piu' insistenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: ANCORA?
      - Scritto da: Anonimo
      La UE sta diventando una FOGNA a CIELO APERTO.
      La UE fa STUFATO.
      La UE non è la nostra UE, non è la UE delle genti
      d' Europa.
      Non vogliamo questa UE dlle Multinazionali dell'
      Impero del Male.
      Chiusa la UE come chiudano queste Multinazionali.
      NON LI VOGLIAMO!Parole sacrosante.Ma come possiamo farglielo capire una volta per tutte?Non è il caso di utilizzare mezzi più incisivi?Forse il bastone...
    • nessuno81 scrive:
      Re: ANCORA?
      Non usare il plurale. La tecnologia è spinta dall'economia. E' e sara' sempre cosi'. Cosa obbliga l'uomo a sprecare il prioprio tempo, le proprie risorse, IL MEGLIO DI SE STESSO, se poi quello che fa non ha un tornaconto? La cosa si amplifica notevoltmente se si parla di un'azienda, piccola o grande che sia. Morale della favola: i brevetti sono un trust per la tecnologia. E' un incentivo alla ricerca, all'innovazione. Meglio si riesce a fare, piu' si riesce ad ottenere. Spesso si crede che sia l'inverso, ma la storia in questo caso parla chiaro.
      • Anonimo scrive:
        Re: ANCORA?
        - Scritto da: nessuno81
        Non usare il plurale. La tecnologia è spinta
        dall'economia. E' e sara' sempre cosi'. Cosa
        obbliga l'uomo a sprecare il prioprio tempo, le
        proprie risorse, IL MEGLIO DI SE STESSO, se poi
        quello che fa non ha un tornaconto? La cosa si
        amplifica notevoltmente se si parla di
        un'azienda, piccola o grande che sia. Morale
        della favola: i brevetti sono un trust per la
        tecnologia. E' un incentivo alla ricerca,
        all'innovazione. Meglio si riesce a fare, piu' si
        riesce ad ottenere. Spesso si crede che sia
        l'inverso, ma la storia in questo caso parla
        chiaro.Devi essere proprio un co....ne, tu!
      • Anonimo scrive:
        Re: ANCORA?
        - Scritto da: nessuno81
        Non usare il plurale. La tecnologia è spinta
        dall'economia. E' e sara' sempre cosi'. Cosa
        obbliga l'uomo a sprecare il prioprio tempo, le
        proprie risorse, IL MEGLIO DI SE STESSO, se poi
        quello che fa non ha un tornaconto? La cosa si
        amplifica notevoltmente se si parla di
        un'azienda, piccola o grande che sia. Morale
        della favola: i brevetti sono un trust per la
        tecnologia. E' un incentivo alla ricerca,
        all'innovazione. Meglio si riesce a fare, piu' si
        riesce ad ottenere. Spesso si crede che sia
        l'inverso, ma la storia in questo caso parla
        chiaro.(troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: ANCORA?
          non è un coglione, è la teoria del capitalismo ed è il perchè nella maggioranza del mondo è fiorito...purtroppo il capitalismo di oggi è malato, non serve più a dare il meglio nella produzione ma nel fregare il più possibile e mettere radici...inoltre quello che dice va applicato a grandi masse di persone non a specifiche comunità...quella di internet è nata proprio dalla comunità del software libero, senza la quale internet oggi non esisterebbe... l'open source è in costante miglioramento e come stabilità di sitema ha anche superato microsoft....le cose migliori nascono solo se c'è dietro profitto?no, internet è nata dalla passione di un movimento libero...stiamo entrando in un mondo post capitalistico... solo che questo cambiamento spaventa molte multinazionali... che usano il loro potere monetario per mantenere lo status quo...internet è l'innesco di una bomba che esploderà...il software libero è uno dei pezzi della bomba...Raven
          • Anonimo scrive:
            Re: ANCORA?
            [...]
            purtroppo il capitalismo di oggi è malato, non
            serve più a dare il meglio nella produzione ma
            nel fregare il più possibile e mettere radici...Quoto!
            inoltre quello che dice va applicato a grandi
            masse di persone non a specifiche comunità...

            quella di internet è nata proprio dalla comunità
            del software libero, senza la quale internet oggi
            non esisterebbe... l'open source è in costante
            miglioramento e come stabilità di sitema ha anche
            superato microsoft....
            le cose migliori nascono solo se c'è dietro
            profitto?
            no, internet è nata dalla passione di un
            movimento libero...

            stiamo entrando in un mondo post capitalistico...
            solo che questo cambiamento spaventa molte
            multinazionali... che usano il loro potere
            monetario per mantenere lo status quo...

            internet è l'innesco di una bomba che esploderà...
            il software libero è uno dei pezzi della bomba...


            RavenCredo che mai come ora ci siano le possibiltà per una spinta evolutiva fuori da ogni immaginazione. Il problema è rappresentato da chi finora ha fatto il bello e il cattivo tempo e ha intenzione di continuare a farlo anche se questo significa mettere in atto forti sistemi repressivi. Essere contro il capitalismo non significa essere comunisti ed è ridicolo chi insiste su questo punto. Essere contro il capitalismo significa ammettere che ormai siamo di fronte ad un sistema vecchio e inadeguato che non funziona più di fronte ai nuovi bisogni che si sono venuti a creare. A me sembra tanto che vogliano mettere le briglie ad un cavallo che scalpita in tutte le direzioni. Per il bene di tutti spero che i loro piani vadano a monte!
          • Marckuzio scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: Anonimo
            non è un coglione, è la teoria del capitalismo ed
            è il perchè nella maggioranza del mondo è
            fiorito...

            purtroppo il capitalismo di oggi è malato, non
            serve più a dare il meglio nella produzione ma
            nel fregare il più possibile e mettere radici...concordo

            stiamo entrando in un mondo post capitalistico...
            solo che questo cambiamento spaventa molte
            multinazionali... che usano il loro potere
            monetario per mantenere lo status quo...

            internet è l'innesco di una bomba che esploderà...
            il software libero è uno dei pezzi della bomba...


            RavenConcordo un po di menoNon prendetemi per troll o winaro(che cmq sono :P), è solo un mio pensiero, puo darsi mi sbagliOra come ora c'è gente che sviluppa software open source e gratuitoA volte si tratta di roba buona, a volte un po menoIl problema dove nasce? nasce quando grandi societa sicuramente capitaliste(che vogliono mantenere tale situazione) come Sun e IBM "sponsorizzano" l'open source (vedi il progetto Open Office)Ma questo perche viene fatto? sottopagando dei ragazzini che lavorano per amore dell'informatica sviluppano si un software open(nel mio esempio openoffice) ma migliorano anche quello non open (mi pare che la sun produca world perfect...puo darsi non sia il nome corretto cmq qualcosa la commercializza)Cosa temo succederà a breve??Possibili scenari1) le grandi societa non avranno piu bisogno di questa gente e la licenzia2) questi lavoratori sottopagati un giorno avranno una famiglia, e di conseguenza bisogno di essere pagati bene...per cui o passano al closed vendendo il prodotto oppure licenziati!Apprezzo il movimento open source, ma a mio avviso se vuole sopravvivere deve starsene ben lontano dalle grandi software house...Il capitalismo prima o poi crollerà, è chiaro, un sistema che si basa sul moltiplicare le proprie finanze sottraendole agli altri prima o poi trovera un limite(finanze degli altri tendenti allo zero), ma dal capitalismo malato si ritorna al capitalismo vecchie origini....La bomba che farà crollare il capitalismo? non credo sia l'open source
      • Anonimo scrive:
        Re: ANCORA?
        Balle, la storia dice proprio il contrario.I veri salti sociali (ma quelli veri !), culturali, tecnologici e quant'altro sono rotture dello status quo, dell'equilibrio esistente. E' l'equazione ideologicatecnologia spinta dall'economia = brevetti come incentivo alla ricerca, all'innovazione (nel senso di generale crescita della società umana) che non regge alla prova della storia. Il primo membro è corretto anche se va valutato tale in quanto espressione di una tendenza di medio-lungo periodo, il secondo è solo meccanicismo di comodo applicato, in questo caso, ai brevetti, ma potrebbe trattarsi di qualunque altra cosa.
        • nessuno81 scrive:
          Re: ANCORA?
          Dal mio punto di vista il discorso iniziale è dilagato su dei concetti che non riguardano piu' i brevetti sul software. Tuttavia le persone che hanno scritto prima di me, sembrerebbe che comunque si siano riferite più o meno ai brevetti in ambito informatico. Per tal motivo vorrei chiarire quelli che sono i miei pensieri in questo ambito. Ho detto in precedenza che "la storia parla chiaro", tuttavia non ho spiegato i fondamenti su cui ho ponderato il giudizio. Ci siamo mai chiesti veramente chi ha creato le macchine che stiamo utilizzando? E a che scopo le hanno fatte? Ne hanno tratto vantaggio? E se si in che misura? E' indubbio, tutto questo è a nostro vantaggio! E' un circolo vizioso (dal mio punto di vista fantastico) in cui non ci sono altro che vincitori: uno produce ottimi prodotti (e per ottimi intendo "che sono utili alla società") ottenendo profitto, e l'altro paga i servizi di cui ha bisogno ottenendo a sua volta profitto. Se io compro un servizio vuol dire che per me è un investimento. Ora il punto è un altro. Se la società (nel nostro caso la UE) mette le persone nelle condizioni di poter entrare in questo meccanismo (in una parte o nell'altra) vuol dire che le mette nelle condizioni di trarre vantaggio, e quindi benessere. In tutto questo, dov'è il problema?!?!Qui non si parla di essere "capitalisti" o essere "comunisti", non capisco cosa c'entri la politica! Bensi' di cio' che è bene per la società.Qualcuno ha poi detto che un esempio di fenomeno che funziona è proprio Internet in quanto nato da un pensiero libero, ecc ecc. Si commette un errore... ci si riferisce ad Internet oppure al Web? Che io sappia il primo è nato per scopi militari, e poi è stato reso "libero", mentre il secondo (che sfrutta le tecnologie del primo) è nato in un cento di ricerca per puro caso. Che ora che una parte di Internet sia usata in modo libero, ossia senza vincoli, è un'altro discorso che prescinde dal concetto iniziale.
          • Anonimo scrive:
            Re: ANCORA?
            "Qualcuno ha poi detto che un esempio di fenomeno che funziona è proprio Internet in quanto nato da un pensiero libero, ecc ecc. Si commette un errore... ci si riferisce ad Internet oppure al Web? Che io sappia il primo è nato per scopi militari, e poi è stato reso "libero", mentre il secondo (che sfrutta le tecnologie del primo) è nato in un cento di ricerca per puro caso. Che ora che una parte di Internet sia usata in modo libero, ossia senza vincoli, è un'altro discorso che prescinde dal concetto iniziale."arpanet è stata creata per fini militari e commissionata dall'esercito, ma è stata creata e sviluppata da un gruppo di scienziati che un tipo di mentalità piuttosto libero, poi gli sviluppi che hanno portato all'internet attuale sono passati tutti per mezzi universitari... in un primo momento internet e stata snobbata dai capitalisti e dai governi... i quali sono entrati veramente come attori solo in un secondo momento...la cultura che sta alla base di internet è una cultura che mette lo sviluppo di progetti comunitari e liberi a disposizione di tutti...il concetto di capitalismo per come lo esprimi tu è purtroppo superato da almeno 15 anni... e ora ne vediamo solo le nebbie... se il capitalismo porta a un eccessiva disparità tra i paesi e tra le persone a mio giudizio personale ha fallito... bene per la società?la società umana ha dei gap assurdi grazie al capitalismo... non è più il capitalismo degli olivetti o di altri grandi industriali che rischiavano personalmente non esiste più...ora c'è il capitalismo dei mercati virtuali, network di imprese a progetto che non creano vero benessere per tutti... ma non andiamo troppo off topictornando ai brevetti, mettere le briglie e danneggiare il movimento GNU sarà sempre è cmq un danno per tutti.... il software deve essere libero e a disposizione di tutti ci sono nuovi diritti per cui dobbiamo lottare e questa è una delle battaglie...se ti informi il software open source è di molto superiore e più stabile di molti software a pagamento... oltre a essere più leggero e sempre modificabile e in evoluzione...il campo informatico è diverso da tutti gli altri... le questioni vanno affrontate con metri diversi...Raven
          • Anonimo scrive:
            Re: ANCORA?

            In tutto questo, dov'è il problema?!In tutto questo il problema è la tua spaventosa ignoranza rispetto alla storia della nascita e del significato del concetto di brevetto e la tua incredibile stupidita' neltrattare l'argomento, nonche' la completa assenza diogni nozione che riguardi la diversita' tra produzioneintellettuale e artistica da un lato, materiale dall'altraSe il tuo scopo era fare una figuraccia barbina, sicuramente nessuno ti toglie il merito di esserciriuscito fino in fondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: Anonimo

            In tutto questo, dov'è il problema?!

            In tutto questo il problema è la tua spaventosa
            ignoranza rispetto alla storia della nascita e
            del significato del concetto di brevetto e la tua
            incredibile stupidita' nel
            trattare l'argomento, nonche' la completa assenza
            di
            ogni nozione che riguardi la diversita' tra
            produzione
            intellettuale e artistica da un lato, materiale
            dall'altra

            Se il tuo scopo era fare una figuraccia barbina,
            sicuramente nessuno ti toglie il merito di
            esserci
            riuscito fino in fondo.Se il tuo scopo era quello di dare un minimo di senso a questa discussione hai fatto peggio di lui... che perlomeno ha espresso il suo pensiero, con il quale si può essere d'accordo oppure no ma almeno un filo logico ce l'ha... ma tu? pura invettiva, anzi insulti che rasentano l'infantile. Se hai argomenti esprimili ma credo che tu non sappia bene di cosa si sta parlando.
          • Anonimo scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: Anonimo

            In tutto questo, dov'è il problema?!

            In tutto questo il problema è la tua spaventosa
            ignoranza rispetto alla storia della nascita e
            del significato del concetto di brevetto e la tua
            incredibile stupidita' nel
            trattare l'argomento, nonche' la completa assenza
            di
            ogni nozione che riguardi la diversita' tra
            produzione
            intellettuale e artistica da un lato, materiale
            dall'altra

            Se il tuo scopo era fare una figuraccia barbina,
            sicuramente nessuno ti toglie il merito di
            esserci
            riuscito fino in fondo.il mio scopo era esprimere il mio pensiero, senza insulti ma solo tramite le mie argomentazioni...te lo spiego meglio con una metafora farmaceutica:una multinazionale inventa il vaccino per l'aids e lo brevetta... in africa non hanno i soldi per comprare i medicinali brevettati direttamente dalle aziende...si crea un monopolio per il bene di pochi a scapito di molti...si ok l'hanno inventato loro ma questo non è un motivo per specularci sopra...questo è un caso limite ma spiega bene come non sempre i brevetti sono una spinta del benessere di tutti...ora se uno avesse brevettato "if" degli algoritmi e ogni volta che lo dovevi usare dovevi pagare si sarebbe andato avanti???fino a ora ai risposto senza tante argomentazioni, sembri uno di quegli infiltrati che vengono pagati per farsi il giro di questi forum e perpetuare cause dei padroni... se è così ti commenti da solo...se non è così impara a discutere civilmente e usando un po' di logica... grazieRaven
          • Anonimo scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: Anonimo[....]
            il mio scopo era esprimere il mio pensiero, senza
            insulti ma solo tramite le mie argomentazioni...

            te lo spiego meglio con una metafora farmaceutica:
            una multinazionale inventa il vaccino per l'aids
            e lo brevetta... No, per favore sii preciso:una multinazionale inventa l' AIDS e decide che è un buonissimo affare ....http://www.ilvirusinventato.it/salutiNonnino
          • Anonimo scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: Anonimo

            No, per favore sii preciso:
            una multinazionale inventa l' AIDS e decide che è
            un buonissimo affare ....

            L'aveva già fatto la Umbrella Corporation con il T-Virus.
          • Anonimo scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            No, per favore sii preciso:

            una multinazionale inventa l' AIDS e decide che
            è

            un buonissimo affare ....





            L'aveva già fatto la Umbrella Corporation con il
            T-Virus.Già.Terribile.
          • nessuno81 scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: Anonimo

            In tutto questo, dov'è il problema?!

            In tutto questo il problema è la tua spaventosa
            ignoranza rispetto alla storia della nascita e
            del significato del concetto di brevetto e la tua
            incredibile stupidita' nel
            trattare l'argomento, nonche' la completa assenza
            di
            ogni nozione che riguardi la diversita' tra
            produzione
            intellettuale e artistica da un lato, materiale
            dall'altra

            Se il tuo scopo era fare una figuraccia barbina,
            sicuramente nessuno ti toglie il merito di
            esserci
            riuscito fino in fondo.Ma tu nella vita hai qualche problema? Comunichi così con le persone? Datti una regolata perche' in futuro potresti scottarti.
          • Alessandrox scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: nessuno81
            per me è un investimento. Ora il punto è un
            altro. Se la società (nel nostro caso la UE)
            mette le persone nelle condizioni di poter
            entrare in questo meccanismo (in una parte o
            nell'altra) vuol dire che le mette nelle
            condizioni di trarre vantaggio, e quindi
            benessere. In tutto questo, dov'è il problema?!?!
            Qui non si parla di essere "capitalisti" o essere
            "comunisti", non capisco cosa c'entri la
            politica! Bensi' di cio' che è bene per la
            società.Il punto e' che "questo meccanismo" non e' l' unico che ci permette di ottenere benessere, io voglio poter valutare e scegliere anche altri meccanismi.
            Qualcuno ha poi detto che un esempio di fenomeno
            che funziona è proprio Internet in quanto nato da
            un pensiero libero, ecc ecc. Si commette un
            errore... ci si riferisce ad Internet oppure al
            Web? Che io sappia il primo è nato per scopi
            militari, e poi è stato reso "libero", mentre il
            secondo (che sfrutta le tecnologie del primo) è
            nato in un cento di ricerca per puro caso. Sul primo ti ha ben risposto RAVENSu lsecondo (WEB) ti posso dire che NON e' affatto nato per caso ma per risolvere determinati problemi (essenzialmente di comunicazione) in ambito scientifico. Poco a che vedere con la questione dell' incentivo economico....Che poi sia stato pesantemente usato anche per fini economici e' un altra cosa.Non dico che l' economia monetaria/finanziaria non serva a nulla o sia tutta sbagliata ma solo che NON e' l' unica spinta, motivazione a fare le cose. Di sicuro NON la prima nella Storia.DistintiSaluti
      • Anonimo scrive:
        Re: ANCORA?

        La tecnologia è spinta dall'economia.Vero, ma gli oligopoli e i monopoli bloccano economia e tecnologia allo scopo di garantire profitti ingenti a pochi, a spese di tutti, come sarebbe il caso in esame che azzerale PMI europee del settore, che, infatti, sono tutte contro.Quindi stai dicendo sciocchezze, in questo caso. Forsenon sei informato. Due milioni di aziende sono contro, 20 sono a favore. Per caso, sei il padrone di una multinazionale americana o giapponese, o di una delle 3 multinazionali euroee che vogliono questa legge ? Aocchio e croce direi che sei un poveraccio.
        • nessuno81 scrive:
          Re: ANCORA?
          - Scritto da: Anonimo

          La tecnologia è spinta dall'economia.

          Vero, ma gli oligopoli e i monopoli bloccano
          economia e tecnologia allo scopo di garantire
          profitti ingenti a pochi, a spese di tutti, come
          sarebbe il caso in esame che azzera
          le PMI europee del settore, che, infatti, sono
          tutte contro.

          Quindi stai dicendo sciocchezze, in questo caso.
          Forse
          non sei informato. Due milioni di aziende sono
          contro, 20 sono a favore. Per caso, sei il
          padrone di una multinazionale americana o
          giapponese, o di una delle 3 multinazionali
          euroee che vogliono questa legge ? A
          occhio e croce direi che sei un poveraccio.Tu parli di "occhio e croce", io no. La mia vita è molto agiata grazie a quello che produco: software. Non condivito la filosofia open source, ma non per questo la derido. Credo che il problema sia il modo di guardare il software... cos'è il software? Vuoi che ti dico la mia? Io nel software vedo solo... un business. I brevetti permettono di migliorare questo mercato, di stabilire regole chiare e precise, in cui ogni individio che opera nel settore (e non a chiacchiere, ma con i fatti), può DECIDERE il suo destino.Tutto ciò che resta... sono solo parole che rimarranno per sempre tali.Non ce l'ho con te, non voglio farti cambiare idea perche' so che non ci riuscirei, ma ho solo voluto farti capire come la penso.==================================Modificato dall'autore il 09/03/2006 20.46.17
          • Alessandrox scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: nessuno81
            Tu parli di "occhio e croce", io no. La mia vita
            è molto agiata grazie a quello che produco:
            software. Non condivito la filosofia open source,
            ma non per questo la derido. Credo che il
            problema sia il modo di guardare il software...
            cos'è il software? Vuoi che ti dico la mia? Io
            nel software vedo solo... un business. Anche chi vende tecnologie a terroristi o ai governi per controllare tutti indiscriminatamente con la scusa del terrorismo vede solo business. IO ci vedo anche opportunita' di crescita NON solo economica.
            I brevetti
            permettono di migliorare questo mercato, di
            stabilire regole chiare e precise, in cui ogni
            individio che opera nel settore (e non a
            chiacchiere, ma con i fatti), può DECIDERE il suo
            destino.I brevetti sono REGOLE, a prescindere dal fatto se siano legittimi o meno, se queste regole sono poco chiare e poco precise stabiliscono una CIPPA DI CA§§O.... ovvero solo le regole del piu' forte economicamente, potendo poi DECIDERE del destino altrui. Come di fatto avviene ora in USA e potrebbe avvenire ovunque.
            Tutto ciò che resta... sono solo parole che
            rimarranno per sempre tali.
            Non ce l'ho con te, non voglio farti cambiare
            idea perche' so che non ci riuscirei, ma ho solo
            voluto farti capire come la penso.Anche io.==================================Modificato dall'autore il 10/03/2006 2.30.39
      • Alessandrox scrive:
        Re: ANCORA?
        - Scritto da: nessuno81
        Non usare il plurale. La tecnologia è spinta
        dall'economia. E' e sara' sempre cosi'. Falso la tecnologia e' spinta in primis dalla necessita' (di risolvere problemi) molto prima che fosse concepito qualcosa di lontanamente simile al capitalismo. Studia la Storia.
        Cosa
        obbliga l'uomo a sprecare il prioprio tempo, le
        proprie risorse, IL MEGLIO DI SE STESSO, se poi
        quello che fa non ha un tornaconto? Tutto ha un tornaconto, anche l' ozio. Dipende dai punti di vista e dalle circostanze. Tu fai riferimento solo al tornaconto economico. Per ottenere quello si non c'e' nulla di meglio del capitalismo spinto.
        La cosa si
        amplifica notevoltmente se si parla di
        un'azienda, piccola o grande che sia. Morale
        della favola: i brevetti sono un trust per la
        tecnologia. E' un incentivo alla ricerca,
        all'innovazione. Meglio si riesce a fare, piu' si
        riesce ad ottenere. Spesso si crede che sia
        l'inverso, ma la storia in questo caso parla
        chiaro.Se fosse stata brevettata internet con tutti i suoi protocolli non saresti qui' ad esporre le tue perle di saggezza....Mi sa' che tu di storia conosci solo gli ultimi decenni e anche male....
        • nessuno81 scrive:
          Re: ANCORA?
          - Scritto da: Alessandrox
          Falso la tecnologia e' spinta in primis dalla
          necessita' (di risolvere problemi) molto prima
          che fosse concepito qualcosa di lontanamente
          simile al capitalismo. Studia la Storia.Se non ci fosse il tornaconto economico, ora saremmo rimasti con la tecnologia dell diciannovesimo secolo o poco piu'.
          Tutto ha un tornaconto, anche l' ozio. Dipende
          dai punti di vista e dalle circostanze. Tu fai
          riferimento solo al tornaconto economico. Per
          ottenere quello si non c'e' nulla di meglio del
          capitalismo spinto.Credo che tutti gl'altri "tornaconti" siano in funzione di quello economico. In questa societa' non poi permetterti il lusso di oziare senza stabilita'.
          Se fosse stata brevettata internet con tutti i
          suoi protocolli non saresti qui' ad esporre le
          tue perle di saggezza....
          Mi sa' che tu di storia conosci solo gli ultimi
          decenni e anche male....A proposito di storia e di chi la conosce bene o male... scommettiamo che alla fin fine, nel giro di al massimo 5 anni, avremo i brevetti sul software anche in Europa?!?
          • alex.tg scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: nessuno81
            Credo che tutti gl'altri "tornaconti" siano in
            funzione di quello economico.Punto di vista un pochino chiuso, no?Anche quelli dei kamikaze?Comunque se proprio la mettiamo sul piano economico, io potrei anche dire che me ne impippo del progresso della societa`, e/o degli stimoli per giustificare la LORO ricerca: se i soldi interessano a me, e dal mio punto di vista interessano SOLO a me, allora chi protegge un'idea con un brevetto partendo da una base finanziaria molto piu` estesa della mia, non fa altro che danneggiarmi. E io gli remo contro decisamente, perche` da sviluppatore distaccato da qualsiasi multinazionale, non posso permettermi di mantenere un portfolio di brevetti, ed e` nel mio interesse chiedere che i brevetti sul software non siano applicabili.
            scommettiamo che alla fin fine, nel giro
            di al massimo 5 anni, avremo i brevetti sul
            software anche in Europa?!?Scommettiamo che nel giro di N anni negli US la situazione brevetti-sul-nulla si rendera` insostenibile e anche loro saranno costretti a rivedere la propria legislazione? Poi magari dopo N+X anni allora la rivedremo anche noi, perche` noi d'altronde non facciamo altro che copiare quello che succede di la`.
          • nessuno81 scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: alex.tg
            Punto di vista un pochino chiuso, no?
            Anche quelli dei kamikaze?Ma dove vai a parare?!?
            Scommettiamo che nel giro di N anni negli US la
            situazione brevetti-sul-nulla si rendera`
            insostenibile e anche loro saranno costretti a
            rivedere la propria legislazione? Poi magari dopo
            N+X anni allora la rivedremo anche noi, perche`
            noi d'altronde non facciamo altro che copiare
            quello che succede di la`.Si, io sono pronto a scommettere. Ma se lo fai anche tu devi assumenertene la responsabilita'. Sono poco propenso alle chiacchiere.==================================Modificato dall'autore il 10/03/2006 13.24.23
          • alex.tg scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: nessuno81
            - Scritto da: alex.tg

            Punto di vista un pochino chiuso, no?

            Anche quelli dei kamikaze?

            Ma dove vai a parare?!?Stavo semplicemente evidenziando il fatto che le motivazioni economiche non sempre sono la spinta per fare qualcosa.

            Scommettiamo che nel giro di N anni negli US la

            situazione brevetti-sul-nulla si rendera`

            insostenibile e anche loro saranno costretti a

            rivedere la propria legislazione? Poi magari
            dopo

            N+X anni allora la rivedremo anche noi, perche`

            noi d'altronde non facciamo altro che copiare

            quello che succede di la`.

            Si, io sono pronto a scommettere. Ma se lo fai
            anche tu devi assumenertene la responsabilita'.Scusa, prima metti uno "scommettiamo che" in senso evidentemente retorico, e poi se lo dico io vieni a chiedere A ME di assumere una qualche responsabilita` per una scommessa che si rivelerebbe davvero un gioco d'azzardo?
            Sono poco propenso alle chiacchiere.Mah, a giudicare dal numero di commenti TUOI in questo thread, si direbbe che hai un sacco di tempo da perdere in chiacchere, pur di difendere una sterile opinione in un forum.
          • nessuno81 scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: alex.tg
            Stavo semplicemente evidenziando il fatto che le
            motivazioni economiche non sempre sono la spinta
            per fare qualcosa.E io ho detto questo? Ho detto che nel software (e nella tecnologia in generale) l'economia ha una valenza estremamente elevata. Cosa c'entrano i kamikaze con il mio discorso non l'ho capito (e neanche mi interessa).
            Scusa, prima metti uno "scommettiamo che" in
            senso evidentemente retorico, e poi se lo dico io
            vieni a chiedere A ME di assumere una qualche
            responsabilita` per una scommessa che si
            rivelerebbe davvero un gioco d'azzardo?Un gioco d'azzardo? Ti garantisco che le probabilita' c'entrano poco, se non nulla. E' semplicemente una questione di mercato. Tu hai una tua visione e io una mia. Dal mio punto di vista sono fermamente convinto che, in questo ambito, la mia visione sia un bel po' piu' razionale.
            Mah, a giudicare dal numero di commenti TUOI in
            questo thread, si direbbe che hai un sacco di
            tempo da perdere in chiacchere, pur di difendere
            una sterile opinione in un forum.Si, la mia vita mi permette di avere un sacco di tempo libero da dedicare a quello che voglio. Opinione sterile? Non eri te' a parlare di azzardi? Io non l'ho fatto. Aspetterei un po' di anni, e poi riparleremo di "opinioni sterili".
          • alex.tg scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: nessuno81
            - Scritto da: alex.tg


            Stavo semplicemente evidenziando il fatto che le

            motivazioni economiche non sempre sono la spinta

            per fare qualcosa.

            E io ho detto questo? Ho detto che nel software
            (e nella tecnologia in generale) l'economia ha
            una valenza estremamente elevata. Cosa c'entrano
            i kamikaze con il mio discorso non l'ho capito (e
            neanche mi interessa).Avevi detto: Cosa obbliga l'uomo a sprecare il prioprio tempo, le proprie risorse, IL MEGLIO DI SE STESSO, se poi quello che fa non ha un tornaconto? Certo anche i kamikaze avranno il loro tornaconto, ma non e` certo di tipo economico.
            Un gioco d'azzardo?Sbaglio o mi avevi chiesto di scommettere davvero e "assumermene le responsabilita`"?
            Dal mio punto di
            vista sono fermamente convinto che, in questo
            ambito, la mia visione sia un bel po' piu'
            razionale.Razionale...io voglio poter vendere software senza dovermi preoccupare di qualcuno che in futuro potrebbe rivalere un brevetto su una CAVOLATA che e` parte della GUI, o su un minuscolo procedimento di sorting che magari ho riprodotto senza neanche saperlo, o chissa` quale altro insignificante dettaglio d'implementazione.Cosa ci trovi di cosi` irrazionale?
            Opinione sterile? Non eri te' a parlare di
            azzardi? Io non l'ho fatto.Sterile stava a significare "priva di effetti, inutile".
          • nessuno81 scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: alex.tg
            Certo anche i kamikaze avranno il loro
            tornaconto, ma non e` certo di tipo economico.Si....ora che ci penso c'hai ragione.. anche i kamikaze ce l'hanno. Ma come diavolo hai fatto a pensare ai kamikaze ed ad usarli come esempio? E' preoccupante questo pensiero.

            Un gioco d'azzardo?
            Sbaglio o mi avevi chiesto di scommettere davvero
            e "assumermene le responsabilita`"?Appunto. La scommessa in questione non è un azzardo. Non vi sono eventi aleatori in gioco. Si tratta solo di capire cosa sta succedendo, ed è tutto piuttosto natuare.
            Razionale...

            io voglio poter vendere software senza dovermi
            preoccupare di qualcuno che in futuro potrebbe
            rivalere un brevetto su una CAVOLATA che e` parte
            della GUI, o su un minuscolo procedimento di
            sorting che magari ho riprodotto senza neanche
            saperlo, o chissa` quale altro insignificante
            dettaglio d'implementazione.

            Cosa ci trovi di cosi` irrazionale?Una delle fasi del processo produttivo di un software serio prevede, per l'appunto, un'analisi accurata per verificare la presenza tecniche già brevettate. In questo modo si possono valutare i costi rispetto ai potenziali ricavi. Se ora, tu o io, facciamo un programma per un nostro amico, senza farci pagare un tubo, ma utilizzando tecnologie/tecniche già brevettate (per esempio un approccio client/server), puoi star certo che mai nessuno ti potra' denunciare per quel che hai fatto: sarebbe una causa persa in partenza (negli USA ci sono tantissimi casi storici a riguardo).Qualunque casa costruttrice di automobili valuta i costi di produzione anche in funzione dell'utilizzo di tecnologie brevettate (ABS, TC, etc.), eppure non alzano tutto questo polverone.Alla fin fine, il costo del software comprendera' tutte le spese di produzione, comprese quelle relative all'utilizzo di algoritmi (e non solo) brevettati.Comuque credo che questa discussione non avra' mai fine. I punti di vista sono troppo in disaccordo, e il tutto sta tramutando in una sorta di guerra di religione. Preferirei chiudere qui.Saluti a tutti.
          • alex.tg scrive:
            Re: ANCORA?
            - Scritto da: nessuno81
            Ma come diavolo hai fatto a
            pensare ai kamikaze ed ad usarli come esempio? E'
            preoccupante questo pensiero.Era un estremizzazione, un commento ironico.
            Se ora, tu o
            io, facciamo un programma per un nostro amico,
            senza farci pagare un tubo, ma utilizzando
            tecnologie/tecniche già brevettate (per esempio
            un approccio client/server), puoi star certo che
            mai nessuno ti potra' denunciare per quel che hai
            fatto: sarebbe una causa persa in partenza (negli
            USA ci sono tantissimi casi storici a riguardo).Immagino che l'immunita` starebbe nella parte del "senza farci pagare"? Perche` se e` cosi`, il fatto di non essere soggetto a rivendicazioni solo nel caso del no-profit (che starebbe a significare che programmare non e` il mio lavoro), e` irrilevante.
            Comuque credo che questa discussione non avra'
            mai fine. I punti di vista sono troppo in
            disaccordo, e il tutto sta tramutando in una
            sorta di guerra di religione. Preferirei chiudere
            qui.

            Saluti a tutti.Come vuoi, ma se to riuscissi a chiarirmi come puo` NON preoccuparmi l'introduzione di brevetti quando il mio lavoro e` sviluppare applicazioni su misura per clienti paganti, sarei a posto.
  • Anonimo scrive:
    FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE!!!
    M$ Si ritira dal mercato!
  • Anonimo scrive:
    Qualche link per un po' di coraggio.
    Se state decidendo quale via sia piu' indolore per non occuparvi di questa discussione per stomaci forti, vuol dire che avete bisogno di un incoraggiamento, eccovi l'ultimo link che mi e' piaciuto, se ne avete altri postateli.http://www.lslug.org/index.php?option=com_content&task=view&id=43&Itemid=40&Itemid=40Eccovi il primo pdf:http://www.lslug.org/images/stories/talk/RevOs2/Di%20Corinto-Talk.pdfse si abbandona la politica a se' stessa poi non ci si puo' lamentare delle conseguenze.
  • rock and troll scrive:
    FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE
    non ce' os piumato, bovino cornuto o volpe piromane che tengano.... Ormai chi inventa un concetto, una procedura utili e origniali, potra' finalmente sfruttarle economicamente! Pensate quello sfigo che ha inventato il tetris e non ci ha guadagnato nulla!!! Se ci fossero stati i brevetti....TUTTI NOI SIAMO CON I BREVETTI!!!!ah ah solo ieri qualche idealista-noglobal-piumato ha scritto ...http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1363552&tid=1363552&p=1&r=PI==================================Modificato dall'autore il 09/03/2006 1.22.50
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE
      tu hai capito proprio il contrario di come stanno le cose.sveglia
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE

      Pensate quello sfigo che ha inventato il tetris e
      non ci ha guadagnato nulla!!! Se ci fossero
      stati i brevetti....avrebbe dovuto pagare per svilupparla.
      TUTTI NOI SIAMO CON I BREVETTI!!!!si, infatti hanno brevettato anche i nostri geni, molto del fu nostro patrimonio genetico e' proprieta' di qualche azienducula planetaria, ora anche i memi faranno la stessa fine.

      ah ah solo ieri qualche
      idealista-noglobal-piumato ha scritto ... http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1363ricordo che quell'intervento mi aveva dato uno strano piacere, quasi della sicurezza, noi siamo canne al vento, perche' loro no?canne, al vento, , ,
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE

      TUTTI NOI SIAMO CON I BREVETTI!!!!Finalmente!!!Finalmente possiamo ammirare uno che ha eletto la sua scatola cranica a rango di semplice sciacquone. Sono rari da trovare.
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE
      - Scritto da: rock and troll
      non ce' os piumato, bovino cornuto o volpe
      piromane che tengano.... Ormai chi inventa un
      concetto, una procedura utili e origniali, potra'
      finalmente sfruttarle economicamente! Originale tipo il doppio click o l'acquisto con un solo click ?
      Pensate quello sfigo che ha inventato il tetris e
      non ci ha guadagnato nulla!!! Se ci fossero
      stati i brevetti....Sarebbe stato denunciato per il brevetto sui mattoni che cadono...
      TUTTI NOI SIAMO CON I BREVETTI!!!!Parla per te...
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE
      tranquillo, tanto a te non avrebbero potuto rubare nulla comunque
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE

      TUTTI NOI SIAMO CON I BREVETTI!!!!Fortunatamente ci sono le teste di vitello come tè in EU , il problema è che il brevetto per la tua testolina bacata non sè lo caca nessuno !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE
      L'editoriale di Login (edizioni infomedia, mese di Dicembre, mi pare) dovrebbe illuminarci tutti. Racconta di come le aziende farmaceutiche, accaparrandosi come squali i brevetti relativi ai macchinari medici, facciano si che tali strumenti a volte SALVA VITA diventino inaccessibili (o quasi) di prezzo anche alle nazioni, che non potendone acquistare a sufficienza, sono costrette a fare una selezione tra i più gravi ed i meno gravi, per le liste di attesa. Si parla di TAC e similari, per chi non ha capito. E nel mentre che il proprietario di tale azienda va con un cayenne a fare la spesa, distruggendo il pianeta terra, c'è gente che NON E' AMMESSA A FARE UN ESAME CHE POTREBBE SALVARGLI LA VITA.Ecco a cosa servono i brevetti.Che schifo.
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE! STOP A che?

      TUTTI NOI SIAMO CON I BREVETTI!!!!IO non lo sono, per cui sei in errore
    • Anonimo scrive:
      9 --
    • Anonimo scrive:
      Re: STOP AI FURTI DI MICROSOFT
      Il parlamento non capisce niente, sarebbe meglio fossero grandi aziende come la microsoft, che ha inventato i computer e internet, a decidere le leggi, solo così batteremo le dittature cinesi e indiane e vivere felici come in california. (troll4) (troll4) (troll4)
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE
      - Scritto da: rock and troll
      non ce' os piumato, bovino cornuto o volpe
      piromane che tengano.... Ormai chi inventa un
      concetto, una procedura utili e origniali, potra'
      finalmente sfruttarle economicamente!

      Pensate quello sfigo che ha inventato il tetris e
      non ci ha guadagnato nulla!!! Se ci fossero
      stati i brevetti....



      TUTTI NOI SIAMO CON I BREVETTI!!!!Faresti meglio a toglierlo quel " TUTTI NOI SIAMO..."Parla al singolare che ti si addice di più.


      ah ah solo ieri qualche
      idealista-noglobal-piumato ha scritto ...


      http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1363

      ==================================
      Modificato dall'autore il 09/03/2006 1.22.50
    • lele2 scrive:
      Re: FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE
      -

      TUTTI NOI SIAMO CON I BREVETTI!!!!io no
      • Anonimo scrive:
        Re: FINALMENTE! STOP AI FURTI DI IDEE
        NON RISPONDETE PIU' A QUESTO TROLL.RIPSPARMIATE TEMPO E FATICA.La sua firma parla da sola.
  • Anonimo scrive:
    Sempre più indietro amici navigatori...
    Che dire ottimo cosi con i brevetti software non solo l'Italia ,ma anche l'europa diverrà una "colonia" degli Stati Uniti ! Non ho parole ! (anonimo)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre più indietro amici navigatori
      - Scritto da: Anonimo
      Che dire ottimo cosi con i brevetti software non
      solo l'Italia ,ma anche l'europa diverrà una
      "colonia" degli Stati Uniti !
      Non ho parole ! (anonimo)
      perchè non inizi a smettere con quegli inutili "che dire", "non ho parole" e la mancanza di punteggiatura?che dire? Ma come "che dire" ?Prima di tutto è inutile, e poi lo sai che dire! E quindi, dato che non stai parlando ma scrivendo... toglilo! Stai già "dicendo"."Non ho parole" poi... è l'inutilità per contratto: le parole le hai appena usate ... certo, non saranno state un capolavoro, ma LE AVEVI eccome!ti mancava solo l'altrettanto "meditate gente" e avevi fatto il top score per oggi
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempre più indietro amici navigatori

        ti mancava solo l'altrettanto * inutile "meditate gente" e
        avevi fatto il top score per oggi* preso dalla foga ho cannato anche io...!!! :-@
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre più indietro amici navigatori
      - Scritto da: Anonimo
      Che dire ottimo cosi con i brevetti software non
      solo l'Italia ,ma anche l'europa diverrà una
      "colonia" degli Stati Uniti !
      Non ho parole ! (anonimo)
      Non è quello che vuole Berlusconi? In Gold We Trust
  • Anonimo scrive:
    ragionamento serio
    alcuni brevetti sono ridicoli perchè troppo astratti (doppio click, barra, finestra), altri invece sono seri (algoritmo particolare per la crittografia, protocollo di trasmissione).Gli Stati Uniti iniziano a comprare brevetti. L'Europa ovviamente no. Ma i nostri prodotti potranno poi essere venduti all'estero? Non è che ritardando l'entrata nei brevetti stiamo aspettando che brevettino tutto loro?Non sarebbe il caso di darci da fare ed iniziare a brevettare anche noi qualcosa che possa dare alle aziende europee un valore aggiunto ed un incentivo alla ricerca?Penso comunque che il modo di assegnazione e la durata dei brevetti debbano essere riviste
    • Anonimo scrive:
      Re: ragionamento serio
      No, con le attuali normative sui brevetti gli Usa stanno avendo un sacco di problemi poiche' dirottano immense somme dalla ricerca agli uffici legali, e come ben sai gli avvocati non producono nulla.Approvare una legge simile in Europa e' di fatto un suicidio poiche' questa al contrario degli Usa vive sulle piccole aziende che sono quelle che piu' vengono danneggiate da una normativa simile a quella americana.E comunque abbiamo visto come funziona la vicenda, il parlamento con i deputati eletti respinge le leggi e poi delle commissioni gestite da poche persone le riscrivono completamente.ma allora il parlamento quanto potere ha se in pochi possono annullare emendamenti e riscrivere leggi durante l'iter?
    • Anonimo scrive:
      Re: ragionamento serio

      Non sarebbe il caso di darci da fare ed iniziare
      a brevettare anche noi qualcosa che possa dare
      alle aziende europee un valore aggiunto ed un
      incentivo alla ricerca?
      Penso comunque che il modo di assegnazione e la
      durata dei brevetti debbano essere rivistesarebbe il caso di dire "a noi dei vostri brevetti non importa niente"c'+è bisogno di innovare, non di fare il compagno saccente che non dice niente a nessuno. altro che "brevettano tutto loro".
    • Anonimo scrive:
      Re: ragionamento serio
      - Scritto da: Anonimo
      alcuni brevetti sono ridicoli perchè troppo
      astratti (doppio click, barra, finestra), Ok
      altri
      invece sono seri Prendiamola per vero
      (algoritmo particolare per la
      crittografia, Il problema è che tra algoritmi e matematica c'è più legame di quel che sembra. Se si lascia passare la brevettabilità di un algoritmo, ti potresti trovare delle funzioni matematiche brevettate. Che ne diresti se ci fosse il brevetto sul logaritmo?
      Gli Stati Uniti iniziano a comprare brevetti.
      L'Europa ovviamente no. Ma i nostri prodotti
      potranno poi essere venduti all'estero? Non son un esperto di brevetti, ma credo che se vuoi che un brevetto sia valido negli states devi brevettare negli states...
      Non è che ritardando l'entrata nei brevetti
      stiamo aspettando che brevettino tutto loro?Vedi sopra. Se non fosse così, sarebbe valido il brevetto australiano della ruota pure negli states.
      Non sarebbe il caso di darci da fare ed iniziare
      a brevettare anche noi qualcosa che possa dare
      alle aziende europee un valore aggiunto ed un
      incentivo alla ricerca?Io personalmente non son del tutto contrario ai brevetti software. A patto di tre prerequisiti:1) Solo "prodotti finiti". No algoritmi, quindi.2) Durata ridottissima (qualche anno, con qualche compreso tra 1 e 5)3) Si rinunci al diritto d'autore sul software. O una, o l'altra delle tutele. Non tutte e due.e ovviamente il prerequisito 0, quello citato anche da te: non baggianate.
      • Anonimo scrive:
        Re: ragionamento serio
        Difficile non fare baggianate quando c'è di mezzo il denaro. Io sono contrario hai brevetti "American like" perchè secondo me vanno facilmente in contraddizione e tutelano "troppo". Inoltre tutelano molto le grandi aziende, anzi multinazionali, e distruggono le medio-piccole aziende che per andare avanti vendono i propri brevetti alle grandi aziende.L'UE dovrebbe incentivare le piccole e medie aziende al fine di ottenere un sistema di brevetizzazione intelligente ed efficace che aiuta tutte le persone. Tante piccole aziende possono fare la differenza tra l'America/Cina e l'Unione Europea rendendo di fatto l'individuo libero di mettere su un'azienda in proprio in grado di andare avanti senza dipendere da altre aziende.Almeno, io la penso così. Inoltre perchè incentivare le multinazionali che di soldi ne hanno già tanti? Loro non hanno bisogno ne di brevetti ne di aiuti ma non per odio nei loro confronti ma perchè tecnicamente una società come Microsoft ha già tutti i mezzi necessari per andare avanti con o senza leggi in suo favore. Rief
  • Anonimo scrive:
    La UE è un pacco
    Il più grosso pacco della storia europea: 20 persone in una commissione decidono per 400 milioni e rotti di persone.Che razzo ci vado a fare a votare alle europee, se poi il candidato che io eleggo conta quanto il 2 di briscola?Informatevi, e scoprirete che il parlamento europeo non conta una cippa, decidono tutto nelle commissioni: e nelle commissioni non ci stanno quelli votati da noi, ci sono i consulenti di un pugno di transnazionali che decidono tutto.Ergo, la UE è un pacco!!Noi, poi, siamo lo zerbino d'europa. Con il nano ci ridono dietro con la nostra crescita zero, e poi c'è il mortazza che un giorno è comunista assieme a Bertinotti e l'altro approva la Bolkenstain.Su quest'ultima è stato divertente vedere le opinioni dei politici nostrani:CDL: Si incondizionato, per la serie: siamo tutti fenomeni a fare i liberali con il culo degli altri.Centro sinistra: Rifondazione no, Margherita si, DS Non so/non risponde.E vi preoccupate dei brevetti sw?
    • castigo scrive:
      Re: La UE è un pacco
      beh, fa piacere che, piano piano, le persone si rendano conto che l'ue così com'è è da buttare....
    • Anonimo scrive:
      Re: La UE è un pacco
      Gia', il problema delle commissioni europee di pochi uomini dai superpoteri si sta facendo sentire un po' troppo, subiscono troppe influenze esterne (o forse sono mandati) e sono in grado di sconvolgere tutto il lavoro durante tutto l'iter come se le votazioni del parlamento (oltre 700 deputati) non contino nulla.
      • Anonimo scrive:
        Re: La UE è un pacco
        - Scritto da: Anonimo
        Gia', il problema delle commissioni europee di
        pochi uomini dai superpoteri si sta facendo
        sentire un po' troppo, subiscono troppe influenze
        esterne (o forse sono mandati) e sono in grado di
        sconvolgere tutto il lavoro durante tutto l'iter
        come se le votazioni del parlamento (oltre 700
        deputati) non contino nulla.va bene l'ue non e' perfetta e non mi piace che si comporti cosi', ma i singoli stati fanno meglio? in italia, dalle decisioni sbagliate dell'ue abbiamo solo da guadagnare, capirei gli stati del nord se si lamentassero, ma noi siamo al livello della libia in confronto ai primi in europa e non per le risorse, ma per pura politica.
        • Anonimo scrive:
          Re: La UE è un pacco
          - Scritto da: Anonimo
          va bene l'ue non e' perfetta e non mi piace che
          si comporti cosi', ma i singoli stati fanno
          meglio? in italia, dalle decisioni sbagliate
          dell'ue abbiamo solo da guadagnare, capirei gli
          stati del nord se si lamentassero, ma noi siamo
          al livello della libia in confronto ai primi in
          europa e non per le risorse, ma per pura
          politica.Che abbiamo solo da guadagnarci non ne sono sicuro. Mi sembra ci sia ancora più burocrazia a livello di europa che non di italia. Basta vedere la costituzione europea: un tomo enorme fatto da burocrati per burocrati. Non certo per il popolo.
        • Anonimo scrive:
          Re: La UE è un pacco
          - Scritto da: Anonimo
          va bene l'ue non e' perfetta e non mi piace che
          si comporti cosi', ma i singoli stati fanno
          meglio? in italia, dalle decisioni sbagliate
          dell'ue abbiamo solo da guadagnareNo, guarda, stavamo molto meglio da soli. Tutti. Dobbiamo all'Unione Europea (e ai politici italiani che -di ogni schieramento- si vendono gli interessi dell'Italia per un piatto di lenticchie) lo sfacelo dell'agricoltura, tra cui, ultima goccia, la chiusura di quasi tutti gli zuccherifici italiani con perdita di 77.000 posti di lavoro, le norme assurde (Privacy, 626, ecc. ecc. che servono solo a caricare le piccole imprese di incombenze burocratiche e nient'altro). Comunque, avanti così, fino al prossimo obbiettivo di far entrare in Europa Turchia, Marocco, Algeria e compagnia bella. Poi i Paesi nordici saranno i primi a tagliare la corda, lasciando che l?UE diventi una confederazione di stati del secondo e del terzo mondo governata alla sudamericana...
          • TomSawyer scrive:
            Re: La UE è un pacco
            - Scritto da: Anonimo
            ultima goccia, la chiusura di quasi tutti gli
            zuccherifici italiani con perdita di 77.000 posti
            di lavoro, le norme assurde (Privacy, 626, ecc.oh signur, ma non ti rendi conto che gli zuccherifici stanno solo in piedi perché abbiamo i dazi contro lo zucchero brasiliano??? solo perché lo zucchero è un bene fondamentale. è come il petrolio, solo che il petrolio ci vogliono milioni di anni per farlo... e si parla di globalizzazione.stiamo fottendo il terzo mondo, come al solito, l'abbiamo sempre fatto e continueremo a farlo per mntenere il nostro tenore di vita e ingrassare qualche maiale
    • midori scrive:
      Re: La UE è un pacco
      D'accordo al 100%Le istituzioni europee sono da riformare completamente, e per prima la commissione che e' un branco di burocrati che fanno politca (brrr, il freddo addosso!)...Sono quelli di tante porcherie! Sono quelli, epr dirne una, delle quote latte! Perchè secondo loro non dobbiamo farci concorrenza tra di noi europei, no, no, no!!! Ma devono morire pazzi, costoro!- Scritto da: Anonimo
      Il più grosso pacco della storia europea: 20
      persone in una commissione decidono per 400
      milioni e rotti di persone.

      Che razzo ci vado a fare a votare alle europee,
      se poi il candidato che io eleggo conta quanto il
      2 di briscola?

      Informatevi, e scoprirete che il parlamento
      europeo non conta una cippa, decidono tutto nelle
      commissioni: e nelle commissioni non ci stanno
      quelli votati da noi, ci sono i consulenti di un
      pugno di transnazionali che decidono tutto.

      Ergo, la UE è un pacco!!

      Noi, poi, siamo lo zerbino d'europa. Con il nano
      ci ridono dietro con la nostra crescita zero, e
      poi c'è il mortazza che un giorno è comunista
      assieme a Bertinotti e l'altro approva la
      Bolkenstain.

      Su quest'ultima è stato divertente vedere le
      opinioni dei politici nostrani:

      CDL: Si incondizionato, per la serie: siamo tutti
      fenomeni a fare i liberali con il culo degli
      altri.

      Centro sinistra: Rifondazione no, Margherita si,
      DS Non so/non risponde.

      E vi preoccupate dei brevetti sw?
      • Anonimo scrive:
        Re: La UE è un pacco
        [snipsnop]Mi piace vedere come, in quella insulsissima scatola nera di sfigati (la TV), tutte ste cose non vengano dette. Anzi, si parla dei soliti 4 babbei che si son mandati fintamente a cagare, quando, spente le telecamere, si stringono la mano e si spartiscono il bottino. Internet è l'ultimo baluardo di libertà rimasto e non c'è giorno che passi con una notizia da bile verde a litri, dalla rabbia.Giro 2/3 anni e potremo benissimo rinominare tutta l'eurasia, con un nome molto famoso: "OCEANIA".1984 Docet.
        • Anonimo scrive:
          Re: La UE è un pacco
          - Scritto da: Anonimo
          [snipsnop]

          Mi piace vedere come, in quella insulsissima
          scatola nera di sfigati (la TV), tutte ste cose
          non vengano dette. Anzi, si parla dei soliti 4
          babbei che si son mandati fintamente a cagare,
          quando, spente le telecamere, si stringono la
          mano e si spartiscono il bottino. Internet è
          l'ultimo baluardo di libertà rimasto e non c'è
          giorno che passi con una notizia da bile verde a
          litri, dalla rabbia.
          Giro 2/3 anni e potremo benissimo rinominare
          tutta l'eurasia, con un nome molto famoso:
          "OCEANIA".

          1984 Docet.Beh ma anche EURASIA era una delle superpotenze di 1984 se ricordi, che si fa, rinominiamo l'OCEANIA ? :) .Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: La UE è un pacco
      Che ci vuoi fare... avete voluto entrare in UE? Pedalate..Opps mi dicono dalla regia che non avete votato?Ma come ... non e' mica il popolo a decidere?Bella democrazia del non poter decidere un caraco.W il referendum abrogativo... che tristezza.
      • Anonimo scrive:
        Re: La UE è un pacco
        Ormai ragazzi la politica è diventata una scelta del male minore...che vergogna! niente più ideali, solo denaro e interessi. Da "Niente di vero tranne gli occhi" di Giorgi Faletti: "Lo scopo principale nella vita di un uomo politico è quello di rimanere tale..."
        • Anonimo scrive:
          Re: La UE è un pacco
          - Scritto da: Anonimo
          Ormai ragazzi la politica è diventata una scelta
          del male minore...che vergogna! niente più
          ideali, solo denaro e interessi. Da "Niente di
          vero tranne gli occhi" di Giorgi Faletti: "Lo
          scopo principale nella vita di un uomo politico è
          quello di rimanere tale..."Faletti è quello dei CD pirata usati a mo di shuriken? un maestro di vita....
          • Anonimo scrive:
            Re: La UE è un pacco
            - Scritto da: Anonimo
            Faletti è quello dei CD pirata usati a mo di
            shuriken? un maestro di vita....Io ci ho provato e ho rotto 4 CD. Faletti mi deve 4 CD.
          • Anonimo scrive:
            Re: La UE è un pacco
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Faletti è quello dei CD pirata usati a mo di

            shuriken? un maestro di vita....

            Io ci ho provato e ho rotto 4 CD. Faletti mi deve
            4 CD.Erano autentici o piratati ?
      • castigo scrive:
        Re: La UE è un pacco
        - Scritto da: Anonimo
        Che ci vuoi fare... avete voluto entrare in UE?
        Pedalate..

        Opps mi dicono dalla regia che non avete votato?

        Ma come ... non e' mica il popolo a decidere?

        Bella democrazia del non poter decidere un caraco.

        W il referendum abrogativo... che tristezza.ma chi ha scritto le regole del referendum le ha scritte proprio bene sai??infatti NON è previsto il referendum nel caso di ratifica di accordi internazionali :D
      • midori scrive:
        Re: La UE è un pacco
        - Scritto da: Anonimo
        Che ci vuoi fare... avete voluto entrare in UE?
        Pedalate..Mi fa piacere che ci leggono anche dalla Svizzera......ciau ciau midori
    • Anonimo scrive:
      Re: La UE è un pacco
      - Scritto da: Anonimo
      Il più grosso pacco della storia europea: 20
      persone in una commissione decidono per 400
      milioni e rotti di persone.

      Che razzo ci vado a fare a votare alle europee,
      se poi il candidato che io eleggo conta quanto il
      2 di briscola?

      Informatevi, e scoprirete che il parlamento
      europeo non conta una cippa, decidono tutto nelle
      commissioni: e nelle commissioni non ci stanno
      quelli votati da noi, ci sono i consulenti di un
      pugno di transnazionali che decidono tutto.

      Ergo, la UE è un pacco!!

      Noi, poi, siamo lo zerbino d'europa. Con il nano
      ci ridono dietro con la nostra crescita zero, e
      poi c'è il mortazza che un giorno è comunista
      assieme a Bertinotti e l'altro approva la
      Bolkenstain.

      Su quest'ultima è stato divertente vedere le
      opinioni dei politici nostrani:

      CDL: Si incondizionato, per la serie: siamo tutti
      fenomeni a fare i liberali con il culo degli
      altri.

      Centro sinistra: Rifondazione no, Margherita si,
      DS Non so/non risponde.

      E vi preoccupate dei brevetti sw?E' prprio così purtroppo la Ue è una truffa così come è una truffa l'euro.
      • Anonimo scrive:
        Re: La UE è un pacco
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Il più grosso pacco della storia europea: 20

        persone in una commissione decidono per 400

        milioni e rotti di persone.



        Che razzo ci vado a fare a votare alle europee,

        se poi il candidato che io eleggo conta quanto
        il

        2 di briscola?

        E' prprio così purtroppo la Ue è una truffa così
        come è una truffa l'euro.Non unire due cose diverse. Se non fosse per l'euro già avremmo fatto la fine dell'argentina. Che poi la UE sia il cavallo di Troia usato per abolire la sovranità popolare (se mai è esistita) non ci sono dubbi. Il tragico sta tutto quì, siamo COSTRETTI a fare il tifo per un istituzione che è chiaramente un arma puntata contro l'individuo e contro la gente comune perchè senza avremmo già fatto l'ultimo passo dentro il baratro.
        • Anonimo scrive:
          Re: La UE è un pacco
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Il più grosso pacco della storia europea: 20


          persone in una commissione decidono per 400


          milioni e rotti di persone.





          Che razzo ci vado a fare a votare alle
          europee,


          se poi il candidato che io eleggo conta quanto

          il


          2 di briscola?



          E' prprio così purtroppo la Ue è una truffa così

          come è una truffa l'euro.

          Non unire due cose diverse. Se non fosse per
          l'euro già avremmo fatto la fine dell'argentina. Eccone un altro, ormai vi sto contando tutti e ne sta vendendo fuori una bella collezione..Ma siete tutti economisti o parlate solo per sentito dire?Che du palle: allora lo dico a te come l'ho già detto ad altri (mai avuto una risposta).Dimostrami con una spiegazione tecnica e sensata che senza l'euro saremmo finiti come l'Argentina.
          Che poi la UE sia il cavallo di Troia usato per
          abolire la sovranità popolare (se mai è esistita)
          non ci sono dubbi. Il tragico sta tutto quì,
          siamo COSTRETTI a fare il tifo per un istituzione
          che è chiaramente un arma puntata contro
          l'individuo e contro la gente comune perchè
          senza avremmo già fatto l'ultimo passo dentro il
          baratro.
          • Anonimo scrive:
            Re: La UE è un pacco

            Che du palle: allora lo dico a te come l'ho già
            detto ad altri (mai avuto una risposta).
            Dimostrami con una spiegazione tecnica e sensata
            che senza l'euro saremmo finiti come l'Argentina.Non sono un economista ma ne conosco alcuni e me lo avevano spiegato, piu' o meno tutti nello steso modo:In italia ci sono stati grossi fallimenti di societa' che erano valutate in borsa per cifre astronomiche: Cirio e Parmalat, oltre alla crisi di molti altri grossi settori coem ad esempio fiat.Tutto questo allontana gli investitori stranieri che fino a quel momento mettevano soldi in azioni italiane. Andandosene, questi i soldi li rivogliono indietro e queste forti uscite di capitali hanno come conseguenza una forte svalutazione del costo del denaro e quindi la crescita dell'inflazione a livelli assurdi.(non mi ricordo com'era la spiegazione per filo e per segno ma grosso modo era cosi', saluti)
          • castigo scrive:
            Re: La UE è un pacco
            - Scritto da: Anonimo


            Che du palle: allora lo dico a te come l'ho già

            detto ad altri (mai avuto una risposta).

            Dimostrami con una spiegazione tecnica e sensata

            che senza l'euro saremmo finiti come
            l'Argentina.


            Non sono un economista ma ne conosco alcuni e me
            lo avevano spiegato, piu' o meno tutti nello
            steso modo:

            In italia ci sono stati grossi fallimenti di
            societa' che erano valutate in borsa per cifre
            astronomiche: Cirio e Parmalat, oltre alla crisi
            di molti altri grossi settori coem ad esempio
            fiat.

            Tutto questo allontana gli investitori stranieri
            che fino a quel momento mettevano soldi in azioni
            italiane. Andandosene, questi i soldi li
            rivogliono indietro e queste forti uscite di
            capitali hanno come conseguenza una forte
            svalutazione del costo del denaro e quindi la
            crescita dell'inflazione a livelli assurdi.

            (non mi ricordo com'era la spiegazione per filo e
            per segno ma grosso modo era cosi', saluti)LOL.... l'inflazione a livelli assurdi in realtà viene generata dalle banche mediante l'emissione di moneta attraverso il meccanismo della riserva frazionaria...mai sentito parlare di M3??o di bolla imomobiliare??considerando che un sistema si dice inflazionato quando la moneta circolante è troppa.....altro che investitori, borsa eccetera... per caso ti sono giunte notizie di investotori stranieri che siano rimasti invischiati nel crac parmalat?? no?? oh perbacco, proprio strano :D
          • Anonimo scrive:
            Re: La UE è un pacco
            Per farci finire malissimo bastava continuare con la solita solfa della svalutazione della lira. Meno male che entrare nell'euro ci ha costretto a smettere
          • castigo scrive:
            Re: La UE è un pacco
            - Scritto da: Anonimo
            Per farci finire malissimo bastava continuare con
            la solita solfa della svalutazione della lira.
            Meno male che entrare nell'euro ci ha costretto a
            smetteresvalutazione eh??e come??manco fossimo stati a svalutare un giorno sì e l'altro pure.....e già che ci sei spiegami come mai paghiamo di più il petrolio quando l'euro vale il 20% circa più del dollaro??sai, c'è qualcosa che non mi convince nelle spiegazioni da bar sport che ci propinano i tiggì.....
          • Anonimo scrive:
            Re: La UE è un pacco
            - Scritto da: Anonimo


            Che du palle: allora lo dico a te come l'ho già

            detto ad altri (mai avuto una risposta).

            Dimostrami con una spiegazione tecnica e sensata

            che senza l'euro saremmo finiti come
            l'Argentina.


            Non sono un economista ma ne conosco alcuni e me
            lo avevano spiegato, piu' o meno tutti nello
            steso modo:

            In italia ci sono stati grossi fallimenti di
            societa' che erano valutate in borsa per cifre
            astronomiche: Cirio e Parmalat, oltre alla crisi
            di molti altri grossi settori coem ad esempio
            fiat.

            Tutto questo allontana gli investitori stranieri
            che fino a quel momento mettevano soldi in azioni
            italiane. Andandosene, questi i soldi li
            rivogliono indietro e queste forti uscite di
            capitali hanno come conseguenza una forte
            svalutazione del costo del denaro e quindi la
            crescita dell'inflazione a livelli assurdi.

            (non mi ricordo com'era la spiegazione per filo e
            per segno ma grosso modo era cosi', saluti)Questo non centra nulla col fatto che con la lira saremmo finiti come l'Argentina.Faccio presente che i crack a cui fai riferimento si sono verificati anche altrove , negli Usa ad esempio con il fallimento della Henron , e anche in Francia.Quello era il periodo in cui tutte le borse mondiali erano depresse e gli scandali finanziari c'erano un po ovunque.I crack Parmalat e Cirio hanno allontanato gli investirori, ma ti faccio presente che i grandi investitori si erano allontanati dai mercati già dal 2000 (quindi molto prima degli scandali) cioè da quando la bolla speculativa è implosa provocando il crollo dei mercati.Per cui gli unici investitori rimasti che operavano nei mercati erano i piccoli investitori i quali ci hanno rimesso anche le mutande.Quindi l'allontanamento degl iinvestitori si è verificato con la Lira e non con l'Euro ,eppure nonostante ciò non siamo finiti nella M...... Quindi il teorema lira=Argentina è falso. Il fatto che alcuni economisti abbiano fatto le cassandre prevedendo chissà quali catastrofi se fossimo rimasti con la Lira , la cosa non mi sorprende in quanto anch'essi fanno parte di quel sistema che ci ha imposto l'Euro con la forza.Difatti vi sono anche economisti di parere totalmente opposto , ma a questi non è mai stato dato modo di far sentire la loro voce.Ci sarà un perchè?!!
          • Anonimo scrive:
            Re: La UE è un pacco

            Quindi il teorema lira=Argentina è falsoin parte no... e non tanto per i motivi addotti nel thread.. quanto + che altro xche col cambio che e' stato impostato, c'e' stata l'ipervalutazione della lira nei confronti del dollaro.cosa negativa per le esportazioni, ma assai positiva per il debito pubblico (di cui siamo stracarichi) .. positiva nel senso che nmila debiti da pagare verso l'estero in varie cose espressi in dollari, sono diventati meno cari... cosi come il petrolio.. "sfiga" ha voluto poi che con le guerre il prezzo al barile sia ipercresciuto, vanificando il vantaggio
          • Anonimo scrive:
            Re: La UE è un pacco
            Avevo citato Faletti solo perchè la frase contenuta nel suo libro secondo me esprime bene ciò che è un politico...poi la sua coerenza o quant'altro sono fatti suoi...piuttosto, visto che non ne sono a conoscenza, mi spiegate quel fatto dei cd ???
          • Anonimo scrive:
            Re: La UE è un pacco
            - Scritto da: Anonimo

            Quindi il teorema lira=Argentina è falso
            in parte no... e non tanto per i motivi addotti
            nel thread.. quanto + che altro xche col cambio
            che e' stato impostato, c'e' stata
            l'ipervalutazione della lira nei confronti del
            dollaro.Della Lira? Vorrai dire dell'Euro, perchè la Lira negli ultimi anni è stata piuttosto bassa nei confronti del Dollaro..Con l'avvento dell'euro dopo una fase di debolezza c'è stato il superamento della parità giungendo fino a 1.30 e oltre sul dollaro.Però c'è un però che a molti è sfuggito: e cioè che non è l'euro ad essersi rafforzato sul dollaro ,me bensì è il dollaro che si è indebolito su tutte le valute mondiali.Per cui è più esatto parlare di debolezza del dollaro che non di una forza dell'euro.
            cosa negativa per le esportazioni, ma assai
            positiva per il debito pubblico (di cui siamo
            stracarichi) .. positiva nel senso che nmila
            debiti da pagare verso l'estero in varie cose
            espressi in dollari, sono diventati meno cari...
            cosi come il petrolio.. I fatti dimostrano che nulla è diventato meno caro anzi.E quì sta la truffa. Specialmente se parliamo di petrolio dal momento che lo paghiamo in dollari.Per cui non c'è dubbio che qualcuno ci ha marciato e ci sta ancora marciando.
            "sfiga" ha voluto poi che con le guerre il prezzo
            al barile sia ipercresciuto, vanificando il
            vantaggioLe guerre sono state una scusa perchè con un euro così forte certi prezzi sui carburanti sono abbondantemente ingiustificati.
    • Anonimo scrive:
      Non è un problema di numeri...
      - Scritto da: Anonimo
      Il più grosso pacco della storia europea: 20
      persone in una commissione decidono per 400
      milioni e rotti di persone.

      Che razzo ci vado a fare a votare alle europee,
      se poi il candidato che io eleggo conta quanto il
      2 di briscola?

      Informatevi, e scoprirete che il parlamento
      europeo non conta una cippa, decidono tutto nelle
      commissioni: e nelle commissioni non ci stanno
      quelli votati da noi, ci sono i consulenti di un
      pugno di transnazionali che decidono tutto.

      Ergo, la UE è un pacco!!

      Noi, poi, siamo lo zerbino d'europa. Con il nano
      ci ridono dietro con la nostra crescita zero, e
      poi c'è il mortazza che un giorno è comunista
      assieme a Bertinotti e l'altro approva la
      Bolkenstain.

      Su quest'ultima è stato divertente vedere le
      opinioni dei politici nostrani:

      CDL: Si incondizionato, per la serie: siamo tutti
      fenomeni a fare i liberali con il culo degli
      altri.

      Centro sinistra: Rifondazione no, Margherita si,
      DS Non so/non risponde.

      E vi preoccupate dei brevetti sw?in USA decide una persona sola e sn 300 milioni.In Cina c'è un Parlamento che decide per 1 miliardo e 400 milioni di persone.Il rapporto numerico non è il punto, n c'entra proprio niente.Il problema è qualitativo, ovvero mettere delle persone che sappiano decidere e valutare i problemi e le esigenze di un gruppo di cittadini estremamente eterogeneo
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è un problema di numeri...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Il più grosso pacco della storia europea: 20

        persone in una commissione decidono per 400

        milioni e rotti di persone.



        Che razzo ci vado a fare a votare alle europee,

        se poi il candidato che io eleggo conta quanto
        il

        2 di briscola?



        Informatevi, e scoprirete che il parlamento

        europeo non conta una cippa, decidono tutto
        nelle

        commissioni: e nelle commissioni non ci stanno

        quelli votati da noi, ci sono i consulenti di un

        pugno di transnazionali che decidono tutto.



        Ergo, la UE è un pacco!!



        Noi, poi, siamo lo zerbino d'europa. Con il nano

        ci ridono dietro con la nostra crescita zero, e

        poi c'è il mortazza che un giorno è comunista

        assieme a Bertinotti e l'altro approva la

        Bolkenstain.



        Su quest'ultima è stato divertente vedere le

        opinioni dei politici nostrani:



        CDL: Si incondizionato, per la serie: siamo
        tutti

        fenomeni a fare i liberali con il culo degli

        altri.



        Centro sinistra: Rifondazione no, Margherita si,

        DS Non so/non risponde.



        E vi preoccupate dei brevetti sw?


        in USA decide una persona sola e sn 300 milioni.Si, però c'è una piccola differenza, che non è una differenza da poco. Quello che decide un Usa sarà anche una persona sola , ma è stato regolarmente eletto proprio dal popolo su cui deve decidere.Mentre invece li membri della commissione europea no.Noi eleggiamo i membri del parlamento i quali non contano un fico secco , ma non i membri della commissione che sono quelli che in realtà decidono e di cui non sappiamo nulla di nulla.Non sappiamo neppure che faccia abbiano, l'unica cosa che sappiamo è che sono tutti superprofessionisti probabilmente a libro paga di grandi multinazionali.
        In Cina c'è un Parlamento che decide per 1
        miliardo e 400 milioni di persone.La Cina lasciala stare che è un caso a sè.
        Il rapporto numerico non è il punto, n c'entra
        proprio niente.
        Il problema è qualitativo, ovvero mettere delle
        persone che sappiano decidere e valutare i
        problemi e le esigenze di un gruppo di cittadini
        estremamente eterogeneo
  • Anonimo scrive:
    E' giusto
    anche le idee rivoluzionarie in ambito software devono poter essere tutelate
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusto
      Non rispondete ai troll, si stancheranno.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusto
      - Scritto da: Anonimo
      anche le idee rivoluzionarie in ambito software
      devono poter essere tutelatecerto come il doppio click o la barra d'avanzamento; non esistono idee rivoluzionarie in campo informatico dai tempi di von neumann; i brevetti sulle idee in questo campo sono assolutamente senza senso
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusto
      - Scritto da: Anonimo
      anche le idee rivoluzionarie in ambito software
      devono poter essere tutelateSi... click click...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusto
      - Scritto da: Anonimo
      anche le idee rivoluzionarie in ambito software
      devono poter essere tutelateMai sentito parlare di ©?
      • Anonimo scrive:
        Re: E' giusto
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        anche le idee rivoluzionarie in ambito software

        devono poter essere tutelate

        Mai sentito parlare di ©?spiegami tu la differenza tra copyright e brevetti
        • Anonimo scrive:
          Re: E' giusto
          - Scritto da: Anonimo

          Mai sentito parlare di ©?
          spiegami tu la differenza tra copyright e brevettiVolentieri.Quanto paghi?Visto che sei un liberale, saprai certamente che nessuno da' niente per niente.
          • The_GEZ scrive:
            Re: E' giusto
            Ciao Anonimo !
            Visto che sei un liberale, saprai certamente che
            nessuno da' niente per niente.Non confondere liberale con liberista
      • Anonimo scrive:
        Re: E' giusto
        - Scritto da: Anonimo
        Mai sentito parlare di ©?Il copyright protegge il codice. Se tu scopiazzi il codice puoi essere denunciato.Però se crei un'interfaccia rivoluzionaria, sulla quale magari hai speso anni in ricerche, tutti te la possono scopiazzare gratis e farti subito concorrenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' giusto
          - Scritto da: Anonimo
          Il copyright protegge il codice. Se tu scopiazzi
          il codice puoi essere denunciato.
          Però se crei un'interfaccia rivoluzionaria, sulla
          quale magari hai speso anni in ricerche, tutti te
          la possono scopiazzare gratis e farti subito
          concorrenza.Se anche Sabin l'avesse pensata così, la metà di noi oggi non sarebbe a sparare cazzate su questo forum.Se non sai chi è Sabin, cercatelo.
          • Anonimo scrive:
            Re: E' giusto
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Il copyright protegge il codice. Se tu scopiazzi

            il codice puoi essere denunciato.

            Però se crei un'interfaccia rivoluzionaria,
            sulla

            quale magari hai speso anni in ricerche, tutti
            te

            la possono scopiazzare gratis e farti subito

            concorrenza.

            Se anche Sabin l'avesse pensata così, la metà di
            noi oggi non sarebbe a sparare cazzate su questo
            forum.
            Forse è proprio quello che ci meriteremmo.E che prima o poi, in un modo o in un altro, accadrà.
          • Anonimo scrive:
            Re: E' giusto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Il copyright protegge il codice. Se tu
            scopiazzi


            il codice puoi essere denunciato.


            Però se crei un'interfaccia rivoluzionaria,

            sulla


            quale magari hai speso anni in ricerche, tutti

            te


            la possono scopiazzare gratis e farti subito


            concorrenza.



            Se anche Sabin l'avesse pensata così, la metà di

            noi oggi non sarebbe a sparare cazzate su questo

            forum.



            Forse è proprio quello che ci meriteremmo.

            E che prima o poi, in un modo o in un altro,
            accadrà.FORZA H5N1 !!!! FACCI SOGNARE !!!! STERMINA QUESTA CIVILTA' UMANA DEGENERATA DEL (AZZO CHE CREDE SOLO NEL DIO DENARO ... come diceva l'agente Smith in Matrix
          • Anonimo scrive:
            Re: E' giusto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            Il copyright protegge il codice. Se tu

            scopiazzi



            il codice puoi essere denunciato.



            Però se crei un'interfaccia rivoluzionaria,


            sulla



            quale magari hai speso anni in ricerche,
            tutti


            te



            la possono scopiazzare gratis e farti subito



            concorrenza.





            Se anche Sabin l'avesse pensata così, la metà
            di


            noi oggi non sarebbe a sparare cazzate su
            questo


            forum.






            Forse è proprio quello che ci meriteremmo.



            E che prima o poi, in un modo o in un altro,

            accadrà.

            FORZA H5N1 !!!! FACCI SOGNARE !!!! STERMINA
            QUESTA CIVILTA' UMANA DEGENERATA DEL (AZZO CHE
            CREDE SOLO NEL DIO DENARO ... come diceva
            l'agente Smith in Matrix
            ... l'umanita' e' un virus per il pianeta terra....
        • Anonimo scrive:
          Re: E' giusto
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Mai sentito parlare di ©?

          Il copyright protegge il codice. Se tu scopiazzi
          il codice puoi essere denunciato.
          Però se crei un'interfaccia rivoluzionaria, sulla
          quale magari hai speso anni in ricerche,Belle parole, peccato solo che lo scopo per cui vogliono mettere il brevetto non è quello di proteggere il singolo che si crea la sua interfaccia, ma bensì di proteggere gli interessi dei soliti noti.Facendoli diventare (tanto per cambiare) ancor più ricchi di quello che sono già. tutti te
          la possono scopiazzare gratis e farti subito
          concorrenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' giusto

          Però se crei un'interfaccia rivoluzionaria, sulla
          quale magari hai speso anni in ricerche, tutti te
          la possono scopiazzare gratisGratis manco per niente. Deve scriversi il codice che la implementa.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusto
      "Ci sono le mie piccole Deborah e Amy" e Sabin sperimenta il vaccino sulle figlie, nel 1957. Sì la poliomielite é vinta; Sabin l'ha vinta completamente: il suo é un vaccino curativo. Ha lavorato tanto, ma é arrivato alla meta ed ha rifiutato di brevettare il vaccino, non ha voluto guadagnare sulle vendite; ha regalato la sua grande scoperta ai bambini del mondo."...axias41
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusto
      - Scritto da: Anonimo
      anche le idee rivoluzionarie in ambito software
      devono poter essere tutelateEccone quì un altro , compagno di merenda dei potenti.
  • Anonimo scrive:
    Alla UE se la stanno proprio cercando
    Di spingere alla pirateria... non basta il fare di tutto per rendere il p2p illegale ora vogliono aprire un nuovo fronte nel quale si ritroveranno tutte le aziende e tutti i programmatori a realizzare codice "altrui"
    • Anonimo scrive:
      Re: Alla UE se la stanno proprio cercand
      - Scritto da: Anonimo
      Di spingere alla pirateria... non basta il fare
      di tutto per rendere il p2p illegale ora vogliono
      aprire un nuovo fronte nel quale si ritroveranno
      tutte le aziende e tutti i programmatori a
      realizzare codice "altrui"scusa, gentilmente, io ho brevettato il 10 per cento dei tuoi geni, quel che pensi e' di mia proprieta', devi pagarmi, oppure dimostrarmi di non usare quei geni per vivere, io te li concedo in licenza, ma posso anche ritirartela se non fai come ti dico.stai attento, questa e' legge, non cazzate da forum.
      • Anonimo scrive:
        Re: Alla UE se la stanno proprio cercand
        Te invece sei completamente illegale perchè io ho brevettato per intero la "tua" esistenza ma non te l'ho concessa in licenza.
  • Anonimo scrive:
    Lo scopo principale
    ...è semplicemente quello di non permettere agli europei di brevettare,per dare il tempo a chissàchi di farlo.E poi d'imporre le logiche dei brevetti.Quindi, prima o poi...
Chiudi i commenti