ADSL? La copertura proibita

E' certo meglio spingere sulle nuove forme della televisione piuttosto che stimolare l'utilizzo di internet a banda larga. Gasparri ieri ha spiegato: se non hai l'ADSL, passa al satellite
E' certo meglio spingere sulle nuove forme della televisione piuttosto che stimolare l'utilizzo di internet a banda larga. Gasparri ieri ha spiegato: se non hai l'ADSL, passa al satellite


Roma – Parlo da utente e professionista del settore IT. In alcune zone (molte) del nostro bel paese di incentivi, la copertura ADSL è un sogno ancora molto lontano. Si parla di aumenti di banda, sconti, offerte vantaggiose, ma mai di chi (come il sottoscritto) sono più di tre anni che aspetta uno straccio di connessione a banda larga, sia per quantità di banda, ma soprattutto per una connessione 24/24 a costi ragionevoli, difficilmente un privato o una piccola azienda potrà permettersi soluzioni alternative come CDN, HDSL (sempre legata a copertura) o connessione satellitare (visto i costi proibitivi).

A questo punto mi domando se non sarebbe stato meglio utilizzare gli eventuali incentivi per una copertura più a larga scala dell’ADSL. Il problema principale è che non ci puo’ essere nessuna forma di dialogo contro il muro di gomma di un’azienda a tutti gli effetti monopolista, e la frustrazione di vedere che amici/concorrenti hanno il vantaggio di una connessione broad band è tanta.

Siamo nel 2004, e c’è chi ancora spende un patrimonio in bollette telefoniche o connessioni dial-up semi-flat (e a caro prezzo), finanziando, seppur contro voglia, un’azienda che nulla fa per agevolare un servizio che dovrebbe essere dovuto.

Sono anche io un utente Telecom, il canone e le bollette le pago regolarmente ne più ne meno di quello che puo’ sfruttare l’ADSL, non mi sembra che ci sia una situazione di parità di servizi erogati, quanto meno dovrei avere delle agevolazioni sul costo della connessione internet, o meglio ancora delle offerte alternative abbordabili (no, non mi posso permettere 2000 Euro di materiale per una connessione satellitare, o 500 Euro al mese per una CDN).

Sono profondamente deluso e amareggiato dalla situazione attuale.

Luca C.

Ciao Luca
molte polemiche si fanno sugli stanziamenti alla banda larga e all’ADSL in Italia che, come avrai letto, sono stati in parte soppiantati dalla maggiore priorità che è stata data al digitale terrestre. E sono numerosissime le segnalazioni che arrivano a Punto Informatico sul problema della copertura broad band che rimane assolutamente centrale ancorché sostanzialmente ignorato.
Novità non ce ne sono. Ieri il ministro alle Comunicazioni Maurizio Gasparri ha affermato che l’alternativa per le zone non coperte oggi già esiste ed è proprio il satellite. Ma puoi anche andare in una città coperta da ADSL affrontando i super-affitti de-urbanizzanti. Oppure, se costa troppo, accontentarti di un set-top box interattivo che puoi comprare sfruttando il bonus governativo e utilizzare titillando un telecomando.
Ciao, Lamberto Assenti

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 04 2004
Link copiato negli appunti