ADSL vuol dire Odissea

Fra poco saranno 6 mesi da quando ho richiesto l'ADSL: 6 mesi nei quali sono stato vittima delle lungaggini Telecom, del tracollo Galactica e dell'inefficienza Tiscali


Web – Cari amici di Punto Informatico, mi rivolgo a voi perché ormai non so più dove sbattere la testa. La mia storia è qualcosa che rasenta la fantascienza e che purtroppo è rappresentativa di un quadro assai triste legato ai servizi a larga banda. Premetto che quello che state per leggere non è opera d’ingegno e tantomeno il frutto di una qualche perversa fantasia, ma l’amara verità di un’odissea chiamata ADSL.

A fine maggio, in una domenica alquanto anonima, sono venuto a sapere che la mia zona (abito poco fuori Milano, a San Giuliano Milanese per l’esattezza) era stata finalmente “coperta” dall’attesissima ADSL, dopo un anno e mezzo di attese e di invidia nei confronti degli abitanti del paese vicino al mio, San Donato, che godevano già da tempo di tale privilegio (perché di privilegio si tratta, diciamocela tutta).

Pieno di felicità ho immediatamente contattato il mio provider di fiducia (l’ormai scomparsa Galactica) per richiedere finalmente il passaggio del mio contratto da Flat (un momento di silenzio in onore dei defunti) ad ADSL, sperando o forse illudendomi di poter anch’io navigare a velocità impensabili in tempi non dico brevi, ma almeno accettabili.

Invece ci sono voluti oltre tre mesi (e ripeto, TRE MESI) solo per vedermi arrivare in casa un tecnico Telecom, che in meno di due ore ha installato una linea aggiuntiva, necessaria dato che dispongo di una centralina ISDN (e meno male che almeno quella funziona).

Inutile dirvi che non ho fatto neppure in tempo a gioire che Galactica ha chiuso baracca e burattini, lasciandomi con una presa tripolare inutilizzata e inutilizzabile, nonché con una rabbia sempre crescente. A quel punto non ho potuto fare altro che rassegnarmi e guardarmi in giro per decidere a quale provider affidarmi e alla fine, ahimè, sono caduto su Tiscali, più precisamente sull’offerta ADSL 640 Top.

Firmato il contratto il 16 ottobre, consapevole di non dover neppure attendere ulteriori attivazioni (la presa ADSL è sotto la mia scrivania da 2 mesi e passa!!!), ho pure acquistato il modem, fermamente convinto della mia scelta.

Dopo la prima email riguardante l’avvio della procedura di attivazione non ho avuto più alcuna notizia: a nessuna delle mie successive lettere è mai stata data risposta e l’help desk, sofferente di tempi di attesa allucinanti, non mi ha saputo fornire alcuna spiegazione soddisfacente, se non “stiamo controllando. abbiamo alcuni rallentamenti.” e via discorrendo.

Solo sbirciando su diversi newsgroup sono venuto a sapere l’amara verità. Tiscali è al collasso. La gente naviga a velocità scandalose persino per un modem da 56k, figuriamoci per un ADSL, ci sono ritardi ingiustificati per le attivazioni e alcuni servizi tanto sbandierati come Voicespring funzionano poco e male. Che amarezza.

Fra poco meno di quindici giorni saranno passati 6 mesi da quando ho fatto richiesta della ADSL: 6 mesi nei quali sono stato vittima delle lungaggini di Telecom, del tracollo di Galactica e infine, quasi fosse una beffa, dell’inefficienza di Tiscali. E dire che mi trovo a uno sputo da Milano! Mi chiedo come spera Telecom di portare l’ADSL in tutta Italia quando non riesce neppure a fornire il servizio a quelli che abitano nei pressi della città più industrializzata del Paese.

Sono davvero stanco di questa situazione, stufo di essere preso in giro da provider gestiti da personaggi interessati solo a far soldi, incapaci di fornire un servizio degno di tale nome. Non meravigliamoci poi se siamo sempre al palo rispetto a tutti gli altri paesi europei.

Hanno ucciso la flat, ora ci stanno provando pure con l’ADSL: possibile che nessuno faccia qualcosa? Perché noi utenti dobbiamo continuare a subire un trattamento del genere? Perché questa gente può cambiare i contratti “al volo” senza fornire alcuna spiegazione? Perché può tenerti legata a loro per un anno senza possibilità di recedere? Perché non fornisce un servizio che rispetti quanto viene promesso nelle campagne promozionali?

Troppi perché e nessuna risposta. Vorrei almeno che Tiscali rispondesse (da Telecom ormai non mi aspetto più nulla), lo deve a me e a tutti i suoi utenti.

Mirko Marangon

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Fondiamo un movimento/partito ?
    Abbiamo il tempo per farlo...Se siamo 50.000 persone, interessate a creare in Italia un movimento che difenda il diritto alla libera informazione dei cittadini italiani... Con il tipo di lavoro che facciamo siamo potenzialmente molto creativi (e di conseguenza pericolosi se organizzati), e se siamo motivati e disponibili a combattere per una liberta' di stampa vera ed effettiva potremmo fare sfracelli e soprendere parecchie cariatidi della politica nazionale...Molti di noi potrebbero trovare appoggi, voti e firme per fondare una nuova forza politica (o se preferite un movimento), bisogna avere il coraggio di abbandonare le vecchie idee politiche (anche le nostre), per creare qualcosa di nuovo. Questo lo dico perchè un singolo e solo comune denominatore non è abbastanza per affratellare intorno ad una causa 50.000 persone, specialmente in Italia, dove nasce una questione di carattere internazione con soli 3 partecipanti ad una riunione... Qui siamo tutti gelosissimi delle nostre idee, dovremmo quindi troare in questa causa veramente un motivo di unione fortissimo.Bisogna solo stare attenti alle forme "worm" (sanguisughe e appartenenti a partiti politici) che naturalmente una attività del genere può attirare per attività di infiltrazione e demolizione, ripeto... faremmo parecchia paura e cercherebbero di demolirci in tutti i modi.Insomma potremmo legarci intorno ad una causa e associarci per avere voce in capitolo almeno per una effettiva libertà di stampa.Potremmo pensarci seriamente, e diventare un problema, finchè siamo su questo forum non facciamo paura a nessuno, e nessuno lotterà per noi...Per ora mi accontento di sapere se mi considerate un pazzo... (non lo sono in ogni caso abbastanza da farmi scoraggiare da chi mi considera tale, però la vostra opinione mi interessa moltissimo...).Buona giornata ragazzi !
  • Anonimo scrive:
    Quando destra e sinistra sono sodali.
    Così la sinistra ha posto la mordacchia ai cittadini e la destra -si fa per dire- berlusconiana, la approva entusisticamente. Io, cittadino di questo paese incredibile, debbo accettare la censura, mentre i Bertinotti ululano e i Caruso minacciano, senza danni, il Capo dello Stato Galantuomo. Loro straparlano e noi siamo costretti a tacere. Si limita ancora una libertà di facciata e ci si avvia alla tomba della democrazia. Non par vero ai nuovi padroni, di trovarsi già fatta dai loro nemici, una legge che non avrebbero mai avuto il coraggio di scrivere loro. Chi li potrà mai accusare di attentato alla libera espressione? E si possono anche ammantare di interessi corporativi. Bene, i giornalisti "ufficiali" sappiano che la mordacchia verrà posta anche a loro: più presto di quanto credano.
  • Anonimo scrive:
    Forti condizionamenti
    Molto probabilmente il fatto che sia il governo passato che a maggior ragione quello presente propongano e difendano leggi di questo tipo e' forse frutto di pressioni che arrivano dai gruppi editoriali e dai netwrok televisivi. Non se ne parla, ma sicuramente negli ultimi 3 anni questi utlimi hanno visto diminuire costantemente il loro pubblico, attratto dalle informazioni e dai "divertimenti" offerti da Internet. C'e' quindi una sorta di condizionamento che viene perpetrato dai poteri forti ai danni della liberta' della rete.Ah, comunque Berlusconi e' stato riconosciuto colpevole in molti dei processi, ma assolto per scadenza dei termini(prescrizione)E poi e' possibile che a capo della propria societa' non sapesse cio' che accadeva sotto di lui? E come fara' allora a governare, se tiene le cose sotto controllo cosi' blandamente? E perche' non rimuove dagli incarichi e dal governo quelle persone che invece sono state condannate negli stessi processi?
  • Anonimo scrive:
    mi dissocio
    da chi ne fa una questione di voti politici.Era evidente che questo governo non avrebbe spostato neanche una virgola rispetto alla legge sull'editoria.Non saprebbero quale lettera modificare......"Chiarisce tutto, quella relazione, perché rivendica con forza, per cancellare qualsiasi dubbio si possa avere, che la dirompente, malfatta, incredibile normativa sull'editoria passata nella scorsa legislatura è stata approvata dalla maggioranza parlamentare di allora in pieno accordo con la Casa delle Libertà"....però io non lo sapevo che la "ca$$a delle aggressività" aveva sostenuto pienamente, VOI?Se è così sono ambigui doppiamente.:-(
  • Anonimo scrive:
    Gabibbo for President !
    Ogni tanto scrutavo PuntoInformatico per verificare gli sviluppi della questione. Non mi aspettavo nulla di buono, nonostante le edicole siano piene di riviste con programmi e idee per spingere anche le vecchiette a farsi il sito!Destra o sinistra é uguale (purtroppo) quando si tratta di soldi o... di stupidità.Veramente, ed é una tragedia (alla faccia del Diritto, della Libertà e della Giustizia nonché del Buon Senso) siamo nelle mani del Gabibbo, di Striscia la notizia.Se riesce a fare qualcosa propongo di votarlo alle prossime elezioni: di sicuro farà di piu' e meglio di questi mentecatti affaristi, miopi ed arroganti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Gabibbo for President !
      Questo dimostra anche quanto il governo sia una gran massa di idioti che non sanno quel che dicono ( vedi la vicenda del ritiro di Resident Evil per psx, dove la denuncia in stile catilinario conteneva di quelle sciocchezze da far sprofondare anche un asino ), e continuano a sfornare leggi inutili che rendono solo incasinato il modo di vivere. Se vivere significa fare leggi che vanno contro il buon senso e servono solo per tagliarsi i coglioni da soli, mi chiedo perchè mai un bel giorno non andiamo più a votare e non mandiamo a casa quegli idioti che succhiano soldi di quelli che veramente lavorano per grattarsi i coglioni e dire quattro cazzate per far finta di lavorare.
  • Anonimo scrive:
    Avete votato per la destra ? Questo è il risultato
    Avete votato per la destra ? Questo è il risultatoSaluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete votato per la destra ? Questo è il risultato
      - Scritto da: Mario
      Avete votato per la destra ? Questo è il
      risultatoIntervento poco documentato, visto che la legge e' stato l'ultimo colpo di coda del passato governo, in comunella con destri, sinistri e centri. Dico fesserie? leggi qui:Da Punto Informaticohttp://punto-informatico.it/p.asp?i=35705&p=1"Speciale/ Italia, ufficiale la censura su Internet05/04/01 (...) il Parlamento in extremis prima dello scioglimento delle Camere ha dato il via libera ad una legge che non ha riscontro in Europa e che oggi entra formalmente in vigore (...)(...)Da segnalare, per completezza, che questa legge non è stata approvata in Aula dal Senato ma direttamente dalla Commissione Affari Costituzionali in sede deliberante. In quella occasione, il 21 febbraio scorso, è stato registrato l'accordo sostanziale di tutti i gruppi parlamentari. (...)"http://notes3.senato.it/ODG_PUBL.NSF/ba2e6c1f0a67d0b4412568400038b58b/6de50b196befc977412569fa00685c63?OpenDocumentLeggere! Leggere prima di pigiare la tastiera e sogghignare con aria saccente "ve la siete cercata".Certo, chi si aspettava che questo governo facesse dei passi indietro, e' un illuso, i girnalisti hanno troppo peso in Italia e la pentizione internet e' per i nostri burocrati imperiali come acqua fresca.Pero' vediamo di dire le cose come stanno. Avete votato per la destra ? Questo è il risultato. Avete votato per la sinistra? Questi risultati sono anche loro. Complimenti per averli rivotati.
  • Anonimo scrive:
    FREENET CI SALVI DALLA DITTATURA!
    Speriamo che Freenet prenda piede in tutti gli utilizzatori Internet (sopratutto noi italiani), è l'unico modo per difendere la nostra libertà di parola.Ed è l'unico modo per contrastare la DITTATURA che ci vuole tappare la bocca!!!
  • Anonimo scrive:
    permettetemi di dirlo: IN CULO ALL'ITALIA
    ed ho detto tutto.Chi vuol intendere intenda ciò che DEVE FAREPER POTER LAVORARE TRANQUILLO.Per chi non capisce, la frase è SEMPLICE:EMIGRA ALL'ESTERO.
  • Anonimo scrive:
    chiamate le iene o striscia la notizia!!
    se fossi in punto informatico,cercherei di informare la tv di questa petizione...perchè non mandate una mail alle iene,secondo me è questo il miglior modo di far conoscere la petizione...naturalmente questo deve farlo punto informatico....che ha in mano la petizione...
    • Anonimo scrive:
      Re: chiamate le iene o striscia la notizia!!
      Per la cronaca, le iene e striscia sono programmi controllati da Mediaset che e' un organo di informazione appartenente all'ordine dei giornalisti.Dunque voi credete che approverebbero (dall'alto) uno scoop simile ? MAI E POI MAI.Quando si tratta di pizzicare gli altri striscia e le iene sono ok, pero' quando si tratta di cose dove ne va di mezzo mediaset il discorso cambia.L'informazione libera non esiste .. tutti purtroppo hanno degli interessi a controllare i propri media perche controllo = potere = soldi.Speriamo che i webmaster dei siti amatoriali non si facciano piegare da questa assurda legge.cmq potete provare a stressare le iene e striscia .. se ci riuscite, tanto di cappello !
  • Anonimo scrive:
    utopia
    ormai dubitare dell'intelligenza (o della buona fede) dei nostri amministratori è un'utopia.speriamo che la gente in cabina elettorale si ricordi che la Libertà non ha Casa...anzi forse è meglio diffidare di coloro che la sbandierano negli slogan o si investono nominalmente di essa...
  • Anonimo scrive:
    fascismo e libertà
    questo è quello che mi viene da pensare.non ho altri commenti
    • Anonimo scrive:
      Re: fascismo e libertà
      - Scritto da: Fabrizio Spoto
      questo è quello che mi viene da pensare.
      non ho altri commentiaaazzz, non sapevo che a presentare la legge fosse stato il Berlusca....pensa un pò, credevo che fossero stati i compagni, al governo fino a poco fà, a farla, presentarla e votarla... che ingenuo che sono... ;)o forse il cavaliere è stato talmente abile da far credere ai compagni che in realtà era farina del loro sacco... eh, questi fascisti ne sanno davvero una più del diavolo...:))
      • Anonimo scrive:
        Re: fascismo e libertà
        - Scritto da: Formichiere


        - Scritto da: Fabrizio Spoto

        questo è quello che mi viene da pensare.

        non ho altri commenti

        aaazzz, non sapevo che a presentare la legge
        fosse stato il Berlusca....
        pensa un pò, credevo che fossero stati i
        compagni, al governo fino a poco fà, a
        farla, presentarla e votarla... che ingenuo
        che sono... ;)Lui è ingenuo, ma anche tu non scherzi: LA LEGGE E' STATA VOTATA ALL'UNANIMITA' DA TUTTE LE FORZE POLITICHE!!!LO VOLETE CAPIRE CHE QUESTA LEGGE NON E' NE' DI DESTRA NE' DI SINISTRA?C'è una lobby, quella degli editori (Agnelli, Berlusconi, De Benedetti, Caltagirone) che le forze politiche hanno deciso di favorirebaci a tutti
        • Anonimo scrive:
          Re: fascismo e libertà
          E allora perché parlare di fascismo?Fino a prova contraria i fascisti non esistono più (se non dei nostalgici mentecatti). Mentre ho visto due liste con la falce e martello nell'ultima tornata di elezioni.Certi palloni gonfiati dovrebbero arrossire un attimo prima di parlare di fascismo... o forse no... già lo sono rossi!- Scritto da: mirko


          - Scritto da: Formichiere





          - Scritto da: Fabrizio Spoto


          questo è quello che mi viene da
          pensare.


          non ho altri commenti



          aaazzz, non sapevo che a presentare la
          legge

          fosse stato il Berlusca....

          pensa un pò, credevo che fossero stati i

          compagni, al governo fino a poco fà, a

          farla, presentarla e votarla... che
          ingenuo

          che sono... ;)

          Lui è ingenuo, ma anche tu non scherzi: LA
          LEGGE E' STATA VOTATA ALL'UNANIMITA' DA
          TUTTE LE FORZE POLITICHE!!!

          LO VOLETE CAPIRE CHE QUESTA LEGGE NON E' NE'
          DI DESTRA NE' DI SINISTRA?

          C'è una lobby, quella degli editori
          (Agnelli, Berlusconi, De Benedetti,
          Caltagirone) che le forze politiche hanno
          deciso di favorire

          baci a tutti
          • Anonimo scrive:
            Re: fascismo e libertà
            - Scritto da: Darth Vader
            E allora perché parlare di fascismo?
            Fino a prova contraria i fascisti non
            esistono più (se non dei nostalgici
            mentecatti).Non credi che un buon terzo degli elettori di Alleanza Nazionale sia legata "ideologicamente" ed affettivamente al fascismo e a Mussolini?
            Mentre ho visto due liste con
            la falce e martello nell'ultima tornata di
            elezioni.Non mi pare che in Italia sia proibita la fondazione di un partito comunista, mentre lo e' quella del partito fascista. Ti sei chiesto il perche'?
  • Anonimo scrive:
    Finalmente il Governo dice qualcosa di buono
    Li leggevo spesso i neo-yuppy degli anni 2000, tutti imbottiti di speranze/illusioni neoliberiste da miraggio new-economy: "vedrete, col Polo delle Libertà le cose cambieranno in Italia per la New Economy a partire la tanto odiata Legge sull'Editoria, la 62 del 2001 scritta dai comunisti che bloccalo sviluppo e la libera comunicazione in Internet". Bene, il Governo Berlusconi ha smentito persino queste illusioni....Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega per l'editoria Paolo Bonaiuti ha difeso a spada tratta quella normativa, ritenendola una chiave fondamentale per l'attività del Governo..Una delle rare volte dove mi trovo d'accordo con un esponente del Governo Mediaset. Una regolamentazione sull'Editoria é necessaria e la legge 62/2001 trova il mio pieno consenso, nonostante necessiti di alcuni approfondimenti, come per esempio la definizione di "testata giornalistica online" troppo vagae soggetta a discrezionalità d'interpretazione.Il perno quindi resta ben solido (legge 62/2001) salvo ritocchi e miglioramenti: una cosa resta certa, REGOLAMENTARE !
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente il Governo dice qualcosa di buono
      - Scritto da: Rudy Belcastro
      Li leggevo spesso i neo-yuppy degli anni
      2000, tutti imbottiti di
      speranze/illusioni neoliberiste da miraggio
      new-economy: "vedrete,
      col Polo delle Libertà le cose cambieranno
      in Italia per la New Economy
      a partire la tanto odiata Legge
      sull'Editoria, la 62 del 2001 scritta dai
      comunisti che blocca
      lo sviluppo e la libera comunicazione in
      Internet". Bene, il Governo
      Berlusconi ha smentito persino queste
      illusioni....Il
      Sottosegretario alla Presidenza del
      Consiglio con delega per
      l'editoria Paolo Bonaiuti ha difeso a spada
      tratta quella normativa,
      ritenendola una chiave fondamentale per
      l'attività del Governo..Una
      delle rare volte dove mi trovo d'accordo con
      un esponente del Governo
      Mediaset. Una regolamentazione sull'Editoria
      é necessaria e la legge 62/2001
      trova il mio pieno consenso, nonostante
      necessiti di alcuni approfondimenti,
      come per esempio la definizione di "testata
      giornalistica online" troppo vaga
      e soggetta a discrezionalità
      d'interpretazione.

      Il perno quindi resta ben solido (legge
      62/2001) salvo ritocchi e miglioramenti: una
      cosa resta certa, REGOLAMENTARE !sì, in effetti credo anche io che lobotomizzare le persona possa servire a REGOLAMENTARE... tu che ne dici, incarichiamo qualche politico di presentare una proposta di legge in materia??
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente il Governo dice qualcosa di buono
      Le chiedo scusa, ma cosa intende lei per regolamentare? Se intendesse che occorre fare in modo che non si debba abusare della libertà di espressione, regolamenterei. Se dovesse intendere che occorre evitare che la gente si esprima, per non non intaccare gli interessi di parte ed il corporativismo dei pennaioli del potere, cercherei un ombrello :-) per combattere. La maggior parte di noi scrive con gli amici e per gli amici. E lei, gentile signore vuol regolamentarci? Berlusconi è solo il beneficiario di questa legge sinistra che ha sinistre origini di sinistra. Guardacaso gli interessi di chi era e di chi è al potere sono uguali, nel momento dell'uso del potere. La democrazia resta l'utopia dei deboli e l'irrisione dei forti.
  • Anonimo scrive:
    Scrivero articoli in inglese su server americani
    Avro un dominio registrato a nome di mio cugino in america e vediamo dopo se vengono a rompermi i marroni anche li
  • Anonimo scrive:
    I miei siti restano su
    E non ho intenzione di registrarli certo come testate.Mi dispiace per i provider italiani, che presto si ritroveranno con molti siti ospitati in meno.
    • Anonimo scrive:
      Re: I miei siti restano su
      - Scritto da: SiN
      E non ho intenzione di registrarli certo
      come testate.

      Mi dispiace per i provider italiani, che
      presto si ritroveranno con molti siti
      ospitati in meno.Magari ci troveremo in cella insieme (mi potrai fare un lavaggio del cervello 24 ore al giorno per diventare un fan di Opera)!:-(
  • Anonimo scrive:
    E pensare che ho votato questo governo....
    Berlusconi ha comprato Rui Costa dopo aver fatto un sondaggio sul sito del Milan....Pensavo che 54.000 e rotte firme contro la leggesull'editoria avrebbe fatto modificare quell'aborto che il passato governo ha partorito... ma mi sbagliavo... Da buon webmaster ancora non so cosa fare..anche perche' non so neppure come interpretarla, la sopracitata legge... Ma da buon utilizzatore della rete farò quello che ho sempre fatto... "QUELLO CHE MI PARE" !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E pensare che ho votato questo governo....
      Ricordatevi anche che il sito del Milan ha diffidato tutti i siti amatoriali di pubblicare immagini o loghi riguardanti la squadra...E io sono milanista (x fortuna solo quello)..Alla faccia della Libertà..Cià
      • Anonimo scrive:
        Re: E pensare che ho votato questo governo....
        - Scritto da: Andrea Palmatè
        Ricordatevi anche che il sito del Milan ha
        diffidato tutti i siti amatoriali di
        pubblicare immagini o loghi riguardanti la
        squadra...

        E io sono milanista (x fortuna solo quello)..

        Alla faccia della Libertà..

        CiàChe palle sta roba del logo!!!!!!Il logo è sotto copyright e non può essere usato da terzi per lucro...i 4 (mi sembra) siti "diffidati" erano pieni zeppi di banner ed usavano il logo del milan...Come se io mi mettessi a fare jeans e usassi il "logo" di Armani (per dirne una) sui jeans...
        • Anonimo scrive:
          Re: E pensare che ho votato questo governo....
          Comincia a chiudere allora il 90% dei siti presenti su internet.. E lasciaci il 10% "Originale"... Ma per favore... Che male fa avere il logo su un sito che parla della stessa cosa, che diffonde (in questo caso) notizie sul Milan?? Paura di perdere 100 persone??Che schifo...
          • Anonimo scrive:
            Re: E pensare che ho votato questo governo....
            - Scritto da: Andrea Palmatè
            Comincia a chiudere allora il 90% dei siti
            presenti su internet.. E lasciaci il 10%
            "Originale"... Ma per favore... Che male fa
            avere il logo su un sito che parla della
            stessa cosa, che diffonde (in questo caso)
            notizie sul Milan?? Paura di perdere 100
            persone??

            Che schifo...Complimenti per la risposta, assolutamente OT.Della serie il copyright, questo sconosciuto!:-D
          • Anonimo scrive:
            Re: E pensare che ho votato questo governo....
            No della serie Libertà, questa sconosciuta... Comunque sarai felice di navigare su 10 siti belli e tutti protetti dal copyright.. buon divertimento..
          • Anonimo scrive:
            Re: E pensare che ho votato questo governo....
            Ancora?Uno se vuole fare un sito, se lo fa, ma non deve servirsi di loghi altrui per farsi pubblicità!E i sito rimasti non sono 10...
  • Anonimo scrive:
    Opinioni politiche???
    Sarebbe il caso, credo, che PI censurasse le opinioni in questo forum prettametne politiche (coe ha sempre fatto!), oppure bvanno bene quando si attacca il governo e non vanno bene quando si attaccano i comunistoidi amici di linux?Ricordiamo che la legge l'ha fatta il centrosinistra... ehm...
    • Anonimo scrive:
      Ovvio
      - Scritto da: mmm
      Sarebbe il caso, credo, che PI censurasse le
      opinioni in questo forum prettametne
      politiche (coe ha sempre fatto!), oppure
      bvanno bene quando si attacca il governo e
      non vanno bene quando si attaccano i
      comunistoidi amici di linux?

      Ricordiamo che la legge l'ha fatta il
      centrosinistra... ehm...No io credo di no, qui si parla proprio di politica che, come ti sei accorto, tocca da vicino Internet e l'informatica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Opinioni politiche???

      politiche (coe ha sempre fatto!), oppure
      bvanno bene quando si attacca il governo e
      non vanno bene quando si attaccano i
      comunistoidi amici di linux?neanche Gasparri stesso avrebbe potuto esprimere un concetto così povero....parliamo della legge va'
  • Anonimo scrive:
    Esiste un modo per fermarli ...
    Esiste un modo per fermarli ed è utilizzare una tecnologia che si chiama "freenet" nè hanno parlato "interpuntonet" e "ioProgrammo", la si può trovare su : "http://sourceforge.net/projects/freenet/".Potrebbe essere la soluzione con cui intraprendere piani di guerriglia contro il governo e contro la legge bavaglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Esiste un modo per fermarli ...
      Punto Informatico ne parla da un anno se e' per questo, Fenix, ma per ora e' una cosa aperta solo ad abili programmatori.- Scritto da: Fenix
      Esiste un modo per fermarli ed è utilizzare
      una tecnologia che si chiama "freenet" nè
      hanno parlato "interpuntonet" e
      "ioProgrammo", la si può trovare su :
      "http://sourceforge.net/projects/freenet/".
      Potrebbe essere la soluzione con cui
      intraprendere piani di guerriglia contro il
      governo e contro la legge bavaglio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Esiste un modo per fermarli ...
        Non occorre essere ne abili ne programmatori ma avere solo un pò di buona volontà.In quanto a P.I. ha solo dato vaghe informazioni, invece dovrebbe fare una rubrica dedicata solo a "Freenet".
        • Anonimo scrive:
          Re: Esiste un modo per fermarli ...
          - Scritto da: Fenix
          Non occorre essere ne abili ne programmatori
          ma avere solo un pò di buona volontà.
          In quanto a P.I. ha solo dato vaghe
          informazioni, invece dovrebbe fare una
          rubrica dedicata solo a "Freenet".Non e' molto che leggi PI eh?
  • Anonimo scrive:
    Referendum Abbrogativo....
    Perche' anziche' una petizione non si propone un bel referendum abbrogativo... e' l'ora che gli Utenti di internet, nonche' i clienti delle major scavalchino il monitor e facciano sentire la loro voce con manifestazioni tangibili...Sono le uniche cose di cui i politicanti (TUTTI) hanno paura...Daniele
    • Anonimo scrive:
      Re: Referendum Abbrogativo....
      - Scritto da: Daniele
      Perche' anziche' una petizione non si
      propone un bel referendum abbrogativo... e'
      l'ora che gli Utenti di internet, nonche' i
      clienti delle major scavalchino il monitor e
      facciano sentire la loro voce con
      manifestazioni tangibili...Dai un'occhiata a come è stato tenuto in considerazione l'ultimo referendum abrogativo sulle droghe e sulla depenalizzazione.Il governo (questo, ma anche il precedente) non ne ha tenuto per nulla in considerazione.Questo perchè la volontà popolare, in sostanza, non è tenuta minimamente in conto.L'unica proposta sensata, a questo punto, sarebbe quella di eliminare l'articolo della costituzione che indica l'Italia come una republica democratica.
      • Anonimo scrive:
        Re: Referendum Abbrogativo....
        Scusa , ma perche' la democrazia e' mai esistita? Forse nelle polis greche, quando erano 4 gatti.Per il resto e' sempre servita per coprire altre forme di governo e , conseguentemente , di interessi. E questo e' tanto piu' vero quanto si pensa che in Italia in particolar modo vige un certo tipo di mentalita' e di non-coscienza civile in cui lo stato e' solo un qualcosa da cui fuggire e da gabbare. Quando ricomporremo la frattura fra stato e cittadini, riusciremo a far abilire questa legge. Con simpatia, SadPetroniusps: MCfc ... mmmh... MicroSoft Fundation Classes o MareChiaro football club??? ;)- Scritto da: l


        - Scritto da: Daniele

        Perche' anziche' una petizione non si

        propone un bel referendum abbrogativo...
        e'

        l'ora che gli Utenti di internet, nonche'
        i

        clienti delle major scavalchino il
        monitor e

        facciano sentire la loro voce con

        manifestazioni tangibili...

        Dai un'occhiata a come è stato tenuto in
        considerazione l'ultimo referendum
        abrogativo sulle droghe e sulla
        depenalizzazione.
        Il governo (questo, ma anche il precedente)
        non ne ha tenuto per nulla in
        considerazione.
        Questo perchè la volontà popolare, in
        sostanza, non è tenuta minimamente in conto.
        L'unica proposta sensata, a questo punto,
        sarebbe quella di eliminare l'articolo della
        costituzione che indica l'Italia come una
        republica democratica.
        • Anonimo scrive:
          Re: Referendum Abbrogativo....

          ps: MCfc ... mmmh... MicroSoft Fundation
          Classes o MareChiaro football club??? ;)Cerca cerca nei vecchi post..... troverai la risposta che cerchi.TI dò 2 indizi....1) tutto è nato lo scorso inverno/primavera2) la parola "Coppo"
      • Anonimo scrive:
        Re: Referendum Abbrogativo....
        - Scritto da: l
        L'unica proposta sensata, a questo punto,
        sarebbe quella di eliminare l'articolo della
        costituzione che indica l'Italia come una
        republica democratica.Ti sbagli: ci piaccia o no, anche questo è un frutto della democrazia.Berlusconi è stato eletto dalla maggioranza del _popolo_ italiano.Un popolo che, come la storia insegna, e come molti altri popoli, si lascia facilmente abindolare.54000 senzienti valgono meno di 40000000 di pecoreAnche questa è democrazia :-((((non che mi vanga in mente un'alternativa migliore)
        • Anonimo scrive:
          Re: Referendum Abbrogativo....

          Ti sbagli: ci piaccia o no, anche questo è
          un frutto della democrazia.

          Berlusconi è stato eletto dalla maggioranza
          del _popolo_ italiano.No. Berlusconi non è stato eletto dalla maggioranza.Esiste una legge elettorale, che tra premi di maggioranza, ripescaggi, senatori a vita, liste civetta, e sopratutto coalizioni, non rispecchia la maggiornaza del voto popolare.E' stato scelto di perdere un pochino di "democrazia" per far posto ad un metodo di voto che permetta una maggiore governabilità.La democrazia "perfetta" si ottiene senza coalizioni e con un maggioritario pieno, in modo che le persone in parlamento rispecchino le percentuali di voto.Per questo penso che, per come è fatta la legge, tutto sommato giusta nel concetto, per evitare ingovernabilità, richieda da parte di ogni governo l'abbandono dello status "eletto per volontà popolare" ma si renda conto di avere solametne il miglior compromesso tra la volontà popolare e governabilità del paese.Questo, per conto mio, richiede una attenzione maggiore dopo il voto su quanto richiede il popolo italiano.....
          Un popolo che, come la storia insegna, e
          come molti altri popoli, si lascia
          facilmente abindolare.Sopratutto se chi governa possiede quasi il 100% dei mezzi di informazione
          54000 senzienti valgono meno di 40000000 di
          pecoreQuanto vero.....

          Anche questa è democrazia :-(((

          (non che mi vanga in mente un'alternativa
          migliore)
        • Anonimo scrive:
          L'Alternativa
          - Scritto da: SiN
          54000 senzienti valgono meno di 40000000 di
          pecore

          Anche questa è democrazia :-(((

          (non che mi vanga in mente un'alternativa
          migliore)L'alternativa c'e': la mia dittatura personale ed illuminata! ;-)
  • Anonimo scrive:
    VOLTANTINAGGIO
    perché non componete un breve riassunto di quantosuccede e non fate volantinaggio? è gratis (carta e stampa a parte) se mettete la roba nelle buchette (e lo sapete, quanti di voi hanno fatto volantinaggio per le ditte di pubblicità?)ok. Ci saranno 50 su 100 che diranno "uh?"e fra quei 50 altri diranno "eh, no, è giusto!"... ma forse ci saranno gli altri che diranno "hey!! nessuno ci ha detto nulla! nessun giornale, nessuna tv!!"(mi raccomando, fatevi aiutare da qualcuno che vi dica "si, non hai scritto male in italiano - altrimenti ci si rende ridicoli e il messaggio perde di efficacia)
  • Anonimo scrive:
    e gasparri, gasparri, che dice?
    domanda per chi lo conosce... :-)
  • Anonimo scrive:
    Vogliono controllare il web
    Questi bastardi vogliono controllare il web come già fanno con i media. Ad esempio, qualcuno ha sentito parlare di questo problema in qualche telegiornale, una petizione così importante è stata totalmente snobbata e allora mi chiedo quante altre cose sono snobbate. Quei cretini nei telegiornali mettono notiziole come le sfilate di moda che non frega a nessuno o notizie pseudo-importanti (e non oso pensare come sono "manomesse" quelle importanti). L'unico posto dove ancora c'era un pò di libertà era Internet e vogliono controllare anche questo. Come possiamo fare per fermarli ???
    • Anonimo scrive:
      Re: Vogliono controllare il web
      E che ti aspettavi... sono fascisti...hanno il controllo (Silvio) sulla televisione (quasi il 100%) un abbondante 50% sull'editoria( con mondadori e amici) cosa gli manca?Il Web...E d'altronde sono fascisti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Vogliono controllare il web
        - Scritto da: Echetaspettavi?
        E che ti aspettavi... sono fascisti...hanno
        il controllo (Silvio) sulla televisione
        (quasi il 100%) un abbondante 50%
        sull'editoria( con mondadori e amici) cosa
        gli manca?
        Il Web...

        E d'altronde sono fascisti...Complimenti. Che fine statista che sei. Una analisi davvero intelligente. Ecco come si passa dalla parte del torto. Se te la vuoi prendere col governo, e gli argomenti per farlo certo non mancano, posso capirti, ma almeno abbi l'onesta' intellettuale di starti zitto quando non hai appigli. Questa legge l'ha proposta la sinistra, e anzi perfino il tanto vituperato Gasparri era contro. La prossima volta impegnati di piu'. SadPetronius
    • Anonimo scrive:
      Re: Vogliono controllare il web
      inondiamo la rete di contenuti, non riusciranno MAI a controllarci tutti
      • Anonimo scrive:
        Re: Vogliono controllare il web
        - Scritto da: Roberto
        inondiamo la rete di contenuti, non
        riusciranno MAI a controllarci tuttitutti magari no, magari pero' beccano proprio te. te li paghi tu gli avvocati?(la mia e' una provocazione ovviamente, ma basata su quello che abbiamo di fronte)
        • Anonimo scrive:
          Re: Vogliono controllare il web
          Beh il rischio c'è, ma pensate a Napster, ne hanno ucciso uno e sono nati mille, la rete essendo bidirezionale non puo' essere fermata, per farlo dovranno chiudere forum, newsgroup (beh li poco ci manca)chat etc...
  • Anonimo scrive:
    Cosa ci si aspetta......
    da un presidente del consiglio proprietario di testate giornalistiche e case editrici????? Ci si aspetta che liberalizzi il mercato o che cerchi di consolidare il proprio monopolio dell'informazione, soffocando anche le nuove testate alternative presenti su internet?ahahahahahhaahahahahahahEvviva la casa delle LIBERTA
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa ci si aspetta......
      Ho votato la sinistra e non trovo lecito che a guidare il governo ci sia un pregiudicato (si', proprio il Cavaliere) che fa di tutto per salvaguardare I SUOI INTERESSI e non certo quelli del Paese (l'abolizione della tassa di successione ne e' l'esempio piu' lampante: avete calcolato quanto avrebbero pagato i suoi figlioli se lui fosse morto? Ipotizzando un capitale direttamente intestato a lui di appena 10.000 miliardi, avrebbero dovuto pagarne 5.000.... un bel risparmio, no???). Premesso questo, e' necessario ricordare che la legge in questione e' una legge della sinistra. Che ha clamorosamente toppato, purtroppo. Ma non potevamo certo aspettarci che questo governo modificasse quella legge: ancora una volta va a vantaggio del Cavaliere (in modo piu' o meno diretto) e dunque e' perfettamente ovvio che un suo adepto l'abbia ritenuta "optima". Sua Gratia.E la voce del "popolo di internet" evidentemente non e' abbastanza pesante. Oppure, piu' semplicemente, viene ignorata. Della serie: "Lo Stato sono Io".
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa ci si aspetta......
        - Scritto da: SmaX
        Ho votato la sinistra e non trovo lecito che
        a guidare il governo ci sia un pregiudicatochissà perchè regolarmente assolto in tutti i processi affrontati fin'ora... :-)
        (si', proprio il Cavaliere) che fa di tutto
        per salvaguardare I SUOI INTERESSI e non
        certo quelli del Paese (l'abolizione della
        tassa di successione ne e' l'esempio piu'
        lampante: avete calcolato quanto avrebbero
        pagato i suoi figlioli se lui fosse morto?
        Ipotizzando un capitale direttamente
        intestato a lui di appena 10.000 miliardi,
        avrebbero dovuto pagarne 5.000.... un bel
        risparmio, no???).ma tu credi veramente che lui non abbia già organizzato da tempo le cose in modo da trasferire tutto ai figli senza pagare una lira, tassa di successione o no?? se lo credi sei DAVVERO ingenuo...
        Premesso questo, e' necessario ricordare che
        la legge in questione e' una legge della
        sinistra. Che ha clamorosamente toppato,
        purtroppo. Ma non potevamo certo aspettarci
        che questo governo modificasse quella legge:
        ancora una volta va a vantaggio del
        Cavaliere (in modo piu' o meno diretto) e
        dunque e' perfettamente ovvio che un suo
        adepto l'abbia ritenuta "optima". Sua
        Gratia.non è un fatto di Cavaliere o non Cavaliere, è un fatto di POTERE, caro il mio compagno... l'informazione è potere, come ben sapevano sia Hitler che Stalin, e come ben sanno tutti i politici del mondo... quindi che pensavi di vedere dai nostri, sia di destra che di sinistra... loro sì che fanno fronte comune, mentre noi (o meglio voi) vi scannate per sostenere una o l'altra parte... lo sai cosa dicevano gli antichi Romani, vero?? divide et impera...e dicevano pure panem et circenses, così oggi vi rincretiniscono a colpi di grande fratello o di calcio, e vi sfilano libertà e portafigli senza colpo ferire...

        E la voce del "popolo di internet"
        evidentemente non e' abbastanza pesante.
        Oppure, piu' semplicemente, viene ignorata.
        Della serie: "Lo Stato sono Io".
        mi stupisce e mi fa pena scoprire che te ne sei accorto soltanto adesso (e come te moltissimi altri)... ricordati che il politico, di destra o di sinistra, ti frega e ti fregherà sempre... forse che tu, come D'Alema, puoi permetterti una barca a vela da 500 milioni??? cresci SmaX, cresci, guizza più in alto, più in alto....
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa ci si aspetta......

          chissà perchè regolarmente assolto in tutti
          i processi affrontati fin'ora... :-)informatiBerlusconi e' stato gia' processato e condannato per diverse vicende, anche se da poco c'e' stata una importante assoluzione. E come lui sono stati PROCESSATI E CONDANNATI altri esponenti del suo partito.Processati e condannati, riflettete su chi ci governa
  • Anonimo scrive:
    E' la fine???
    Perfetto!!! Proprio quello che ci voleva.... dapprima una censura strisciante contro i siti web... ora anche una serie di adempimenti giuridici a cui sottostare se si vuole pubblicare un sito web di informazione.... ma se voglio scrivere su un sito cosa faccio durante il giorno (a parte che non fregherebbe proprio a nessuno) mi devo registrare come testata giornalistica??E' l'inizio della fine del web come lo conosciamo oggi in Italia??? (scusate lo sfogo pessimistico..)Ma se pubblico delle notizie su un sito estero, utilizzando una shell estera per connettermi, rientro nell'ambito di applicazione della norma in quanto italiano??Bye
    • Anonimo scrive:
      Re: E' la fine???
      Sì, siamo proprio alla fine
      • Anonimo scrive:
        Re: E' la fine??? Mha! Dove la fine!!!
        Difficilmente scrivo ma leggendo i Vs. due commenti non posso esumermi!Dico, come si puo' portare avanti qualche cosa in cui si crede se a fronte di un primo diniego gia' intervenite con laconici e arrendevoli commenti!!!Insomma ... leggo a dx e a manca che siete tutti iper tecnici, cosi' almeno vi dichiarate, come d'altro canto non manca grinta quando c'e' da replicare per tal cosa e tal altra ... e ora... ecco che non fate che esprimervi con frasi da sconforto!Su forza ... oppure siete solo capaci di replicare con forza solo con la tastiera a tal utente e/o a tal altro senza però saper affrontare un Golia?Mha!
        • Anonimo scrive:
          Re: E' la fine??? Mha! Dove la fine!!!
          - Scritto da: chihagiaprovatolafame
          Su forza ... oppure siete solo capaci di
          replicare con forza solo con la tastiera a
          tal utente e/o a tal altro senza però saper
          affrontare un Golia?OH sii un po' indulgente verso questi poveri piccoli.E' tutta gente che nei mesi scorsi non ha fatto altro che accusare i "comunisti" del centro sinistra di voler irregimentare la rete ed ora si ritrovano "la casa delle libertà" che si comporta proprio come i comunisti d aloro tanto disprezzati.
        • Anonimo scrive:
          NON E' LA FINE, chiaro ?
          Concordo pienamente, non riusciranno MAI a controllare la rete!...Suvvia, esiste una lingua universale, che bene o male è masticata da tutti quale l'inglese; basterà utilizzarlo, spostare l propria pagina su un server estero, registrarsi con dati a casaccio ed il giuoco è fatto.Paura di essere rintracciati ugualmente ?NIente di meglio!Ciò non farà altro che rafforzare la voglia degli utenti internet ad acquisire coscienza della potenza dello strumento che si sta utilizzando,e ad imparare sempre nuove tecniche per scavalcare i problemi.RAGAZZI ! LA BUROCRAZIA E' LENTA !!!...abbastanza lenta da permetterci di f.o. tt .e.r.e quei ladri del governo che di informatica non ne capiscono nulla, saremo sempre + avanti di loro, ANCHE SE QUESTO SIGNIFICA FARCI UN MAZZO COSI', CAPITO ?FORZA !
          • Anonimo scrive:
            E io spengo il PC
            E' bello leggerti perche' sei molto ottimista.Io pero' mi guardo intorno e vedo: siti che vengono chiusi dai magistrati, siti che vengono chiusi dai provider, provider che diventano poliziotti, log che vengono conservati, argomenti di cui non si puo' parlare, legge sull'editoria.Continuo? Non e' la fine, hai ragione, e' l'inizio per chi, come me, sta per spegnere il computer.Non riconosco piu' questa Internet e non mi basta Freenet, non mi basta PI, non mi bastano quelle poche ottime cose rimaste online. C'e' troppo fango tutto attorno, troppo schifo, ogni barlume di passione muore. Loro avranno ottenuto il loro scopo, io, buttando via il modem, pensero' forse a scrivere qualcosa sulla Internet che fu.
          • Anonimo scrive:
            Re: NON E' LA FINE, chiaro ?

            Concordo pienamente, non riusciranno MAI a
            controllare la rete!mah, ci riesce il primo acquazzone autunnale, che isola tutta infostrada e inet...voglio proprio vedere dov'era la famosa ridondanza di internet qualche giorno fa...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' la fine???
      Si', e' gia' stato detto da prof di diritto.
Chiudi i commenti