ADUC e l'autocensura imposta

Si è stabilito che il sito dell'associazione a difesa di utenti e consumatori dovrà eliminare alcuni post dal suo forum perché lesivi del nome di una società. Di ADUC la responsabilità di decidere con ragionevolezza cosa cassare

Roma – Si tratterebbe di una “decisione non decisione”, a conferma del fatto che la materia Internet, in Italia, sia ancora avvolta da una nebbia legale vaga e contraddittoria. Alla Rete risulterebbe connessa una fondamentale libertà d’espressione, libertà ancora però circondata da un’incertezza di fondo, su chi debba essere deputato all’applicazione delle leggi del Belpaese. Così recita una parte del commento dell’Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori (ADUC) che è intervenuta in merito ad una recente sentenza del Tribunale di Firenze. I responsabili di ADUC dovranno eliminare alcuni messaggi apparsi sul suo forum Dì la tua , in particolare perché ritenuti dal giudice nocivi per il buon nome di una società .

Nel dettaglio, all’interno del forum gestito da ADUC si è contestato uno specifico contratto – chiamato IndexPoint – commercializzato dalle società Index Europea Spa e Indexcom Srl , legate a servizi di telecomunicazione. Contratto che gli utenti non sembrano aver particolarmente apprezzato. Da qui, la creazione nel novembre 2006 del forum chiamato Contratto Index Europea , giunto attualmente alla quota di 4500 post, molti dei quali per dibattere sui servizi forniti dalla società o su come risolvere il contratto stesso.

Gli avvocati di ADUC hanno ribadito l’intenzione di lasciare in vita il forum, in modo da permettere il libero scambio di opinioni tra gli utenti. Non di questo avviso è stato Bruno Rados, presidente della seconda sezione civile del Tribunale di Firenze. Si dovrebbe “Procedere a specifiche operazioni chirurgiche di eliminazione dei messaggi offensivi o comunque pregiudizievoli al buon nome delle ricorrenti”, ha richiesto invece Rados.

E l’eliminazione dei messaggi nocivi sarà a cura e a spese di ADUC . Questa, per l’associazione, sarebbe una “decisione non decisione”, dal momento che il giudice non indica cosa è ritenuto lesivo (dunque da rimuovere). Ma “rimette la palla in gioco”, affidando questo compito a ADUC stessa, che dovrà provvedere al vaglio e alla rimozione di quanto ritenuto offensivo in un’ottica di ragionevolezza e buon senso .

La sentenza, per ADUC, lascerà le due società plausibilmente non soddisfatte, nello specifico della ragionevolezza che verrà applicata dall’associazione stessa. Si tratterebbe perciò di un caso ancora aperto: perché si affiderebbe ad un forum a tutela dei consumatori il compito di cassare le opinioni poco lusinghiere dei consumatori stessi. E questo potrebbe apparire decisamente nonsense .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    Usi alternativi - Geniale!
    Si puo caricarlo con sigarette e bottiglie di birra? Cosi ogni tanto ti ricorda che devi fare una fumatina e una sbevazzata :DSarebbe niente male, me lo piazzo di fianco al monitor, cosi non faccio piu manco la fatica di alzarmi, grande!
    • sxs scrive:
      Re: Usi alternativi - Geniale!

      grande!Sssiiiiii siii!! Dai che escono le mod per il firmware!"Un dispenser di farmaci che tiene sotto controllo il paziente"Praticamente uguale al il medico della mutua!
  • Luigi DOnofrio scrive:
    ma quale infermiere????
    MI dispiace, ma proprio non condivido il titolo dato all'articolo. L'attività dell'infermiere non si limita alla somministrazione dei farmaci. E' un po' come se un ingegnere informatico si occupasse solo di scrivere software...
  • Enjoy with Us scrive:
    E con i colliri?
    Come fa a controllare se sono instillati o meno? E anche con il resto delle pillole, c'è sempre il rischio che l'anziano le prelevi dalla macchina ma non le assuma!Molti casi di scarsa compliance infatti non sono legati a "dimenticanze", per quello basterebbe una bel cellulare dotato di organizer con preimpostati degli allarmi agli orari canonici con indicati i medicinali da assumere (costo praticamente zero e alla portata di qualunque familiare se non dello stesso anziano), ma al fatto che l'anziano percepisce la cura come fastidiosa! Non dobbiamo dimenticare che molti farmaci hanno effetti collaterali significativi... possono indurre sonnolenza, al contrario possono indurre insonnia, ancora possono aumentare la necessità di urinare... possono dare "pesantezza" di stomaco ecc...Nelle malattie croniche quali ad esempio l'Ipertensione spesso l'anziano non percepisce alcun beneficio dall'assunzione del farmaco, ma ne sente bene invece gli effetti collaterali.... la riprova? Spesso il farmaco lo assume solo quando sà di dover fare la visita medica...
    • zi_o_zio scrive:
      Re: E con i colliri?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Come fa a controllare se sono instillati o meno?
      E anche con il resto delle pillole, c'è sempre il
      rischio che l'anziano le prelevi dalla macchina
      ma non le
      assuma!Efficienza=Quale % di morti può sopportare il nostro business?Efficacia=Non garantisce profitti. Mai sentita nemmeno citare.Ciao
      • bubba scrive:
        Re: E con i colliri?
        - Scritto da: zi_o_zio
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Come fa a controllare se sono instillati o meno?

        E anche con il resto delle pillole, c'è sempre
        il

        rischio che l'anziano le prelevi dalla macchina

        ma non le

        assuma!

        Efficienza=Quale % di morti può sopportare il
        nostro
        business?
        Efficacia=Non garantisce profitti. Mai sentita
        nemmeno
        citare.

        CiaoQuoto. Le obiezioni di Enjoy with Us mi paiono molto sensate, e ,sfortunatamente, anche il cinismo di zi_o_zio ...Io appena noto un "oggetto elettromedicale", lo guardo subito con sospetto.. (e poi eventualmente magari mi ricredo).. non di rado si notano trastulli -costosissimi- dai risultati mediocri/superflui/inutili ..
    • correttox scrive:
      Re: E con i colliri?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Come fa a controllare se sono instillati o meno?
      E anche con il resto delle pillole, c'è sempre il
      rischio che l'anziano le prelevi dalla macchina
      ma non le
      assuma!Succede spesso nella mia esperienza con anziani, infatti.
      Molti casi di scarsa compliance infatti non sono
      legati a "dimenticanze", per quello basterebbe
      una bel cellulare dotato di organizer con
      preimpostati degli allarmi agli orari canonici
      con indicati i medicinali da assumere (costo
      praticamente zero e alla portata di qualunque
      familiare se non dello stesso anziano),Già pensatoci, ma funzionerebbe solo se l'anzaino è abbstanza lucido da rispondere all'allarme.meglio allora un piano tipo NOI 2 col proprio gestore e l'allarme fallo suonare sul prorio cellulare quando si è fuori,lonrtano dall'anzianom semi abile e poi telefonargli per ricordargli di prendere il farmaco. Non dimentichiamo che se l'anziano e (almeno abbastanza) cosciente, il rapporto umano pure a distanza ne rafforzo lo spirito colaborativo e lo induce a prender il farmaco. ma al
      fatto che l'anziano percepisce la cura come
      fastidiosa! Non dobbiamo dimenticare che molti
      farmaci hanno effetti collateraliPropio vero è fastidiosa, petulante un avera rottura. E' qui che il rapporto umano subentra e vincente. Figuriamoci quale calore umano può dare una macchina dipsenser di medicine.
      Nelle malattie croniche quali ad esempio
      l'Ipertensione spesso l'anziano non percepisce
      alcun beneficio dall'assunzione del farmaco, ma
      ne sente bene invece gli effetti collaterali....
      la riprova? Spesso il farmaco lo assume solo
      quando sà di dover fare la visita
      medica...Oppure se c'è qualcuno che amorevolmente gli ricorda di prenderlo. Torno a ripetermi: il rapporto umano. Il freddo contatto con una macchina, per quanto efficiente, non induce l'anziano lascaito solo con essa a collaborare, salvo forse occasioni particolari e limitate nel tempo: mio nipote-figlio-marito al ritorno dal viagetto mi dimostreà ancora di più il suo affetto se vedrà che ho preso tutte le brave medicine (per es.).
Chiudi i commenti