AGCM, nuove regole per l'editoria digitale

L'antitrust chiede a Governo e Parlamento un intervento legislativo per regolamentare lo sfruttamento online dei contenuti editoriali. Seguendo l'approccio tedesco più che il sistema del fondo garantito da Google in Francia

Roma – Indirizzata a Governo e Parlamento del Belpaese, una segnalazione del presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) Giovanni Pitruzzella, per “una disciplina che contempli strumenti idonei a incoraggiare su internet forme di cooperazione virtuosa tra i produttori di contenuti editoriali e i fornitori di servizi innovativi che riproducono ed elaborano i contenuti protetti dai diritti di proprietà intellettuale”.

“Occorre mettere all’ordine del giorno il tema della tutela dei contenuti editoriali su Internet – chiede l’antitrust tricolore – con soluzioni che tutelino contemporaneamente il diritto del pubblico alla diffusione della conoscenza e non soffochino le potenzialità della Rete”. In sostanza, Pitruzzella vorrebbe l’introduzione di nuovi strumenti legislativi per garantire agli editori un’adeguata forma di remunerazione dalla proliferazione online dei contenuti tramite aggregatori e motori di ricerca .

Sul sentiero normativo suggerito da AGCM, il governo italiano dovrebbe pensare a soluzioni alternative a quella adottata in Francia, dove il gigante Google ha messo a disposizione un fondo da 60 milioni di euro per accompagnare gli editori verso le nuove opportunità di distribuzione digitale. L’antitrust tricolore vorrebbe invece seguire le orme della disciplina tedesca , dove alle piattaforme verrebbe imposto un obolo per lo sfruttamento dei contenuti editoriali online.

“L’antitrust ritiene preferibile questo secondo modello perché consente ai soggetti impegnati nella produzione e diffusione di contenuti informativi di beneficiare della diffusione di tali prodotti sulla rete con un evidente vantaggio sotto il profilo dell’efficienza allocativa delle risorse del settore”, ha spiegato Pitruzzella nella sua segnalazione. Il presidente di AGCM ha altresì richiesto delle specifiche “cautele per tutelare contemporaneamente la diffusione della conoscenza: attraverso un eccessivo irrigidimento dei sistemi di protezione autoriali, i costi legati alla remunerazione degli editori potrebbero riverberarsi sugli utilizzatori finali, con effetti negativi per l’accesso all’informazione ed il pluralismo”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Winaro scrive:
    Vogliono mettere facebook a pagamento!
    come da oggetto.Parola di Winaro! ;)
  • Aniello Caputo scrive:
    ma che me ne frega a me di fecebooooook
    ma che me ne frega a me di fecebooooook
  • Il MOIGE scrive:
    Vi segnialiamo come abuso
    Criticate, criticate pure il MOIGE... e sarete denunciati come abuso. :@
  • AxAx scrive:
    Solita fuffa...
    di avvocati parassiti che cercano di guadagnare qualche parcella
    • krane scrive:
      Re: Solita fuffa...
      - Scritto da: AxAx
      di avvocati parassiti che cercano di guadagnare
      qualche parcellaMa magari !!!Vorrebbe dire che quelli del moige lo fanno per interesse, invece e' solo proprio questione di qi.
  • NoMoige scrive:
    Non fatevi ingannare dal MOIGE
    Innanzitutto c'è da dire che il nome di questa associazione a stampo cattolico ultra-conservatore è molto fuorviante. Il MOIGE non rappresenta proprio nessuno, a parte i loro iscritti, tantomeno "i genitori" italiani e non.Detto questo vorrei ricordare che purtroppo, nonostante non rappresentino nessuno a parte i loro iscritti, questi signori hanno un'influenza reale sia nel mondo politico che televisivo e ora vogliono poter dettare legge anche su Internet.Vorrei infatti ricordarvi, come esempio su tutti, che è colpa di questo movimento se i cartoni animati giapponesi vengono così pesantemente censurati in Italia, sempre con l'assunto che debbano essere le televisioni, il fornitore di servizio (pubblico o privato che sia), ad imporre la loro morale (quella del MOIGE) su tutti i bambini italiani, di genitori cattolici o atei che siano. Questo, personalmente, lo trovo inaccettabile. Sono io il genitore di mio figlio, io decido quali siano i principi morali che voglio passarli, non deve essere certo un'associazione evidentemente cattolica a farlo al posto mio. Io decido se deve frequentare facebook oppure no. Io decido a quali contenuti può essere esposto oppure no. Questo purtroppo è difficile da fare entrare in testa ad un'organizzazione che si arroga il diritto di scegliere chi debba essere la bambinaia dei miei figli, e, pare, è difficile anche far entrare in testa al legislatore che è il genitore che decide quale genere di educazione debbano avere i propri figli.Mi auguro che Facebook faccia la scelta giusta e li mandi al diavolo, dove meritano di stare.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
      - Scritto da: NoMoige
      Vorrei infatti ricordarvi, come esempio su tutti,
      che è colpa di questo movimento se i cartoni
      animati giapponesi vengono così pesantemente
      censurati in Italia, sempre con l'assunto che
      debbano essere le televisioni, il fornitore di
      servizio (pubblico o privato che sia), ad imporre
      la loro morale (quella del MOIGE) su tutti i
      bambini italiani, di genitori cattolici o atei
      che siano.o le censure pesanti su I SimpsonBart "papà, di che religione sei?"Homer "... lo sai, quella con un sacco di buoni propositi che nella vita reale non funzionano... praticamente tutte"in lingua originaleHomer "you know, the one with all the well-meaning rules that don't work in real life... uh... Christianity"
      • uno scrive:
        Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
        - Scritto da: il solito bene informato
        o le censure pesanti su I Simpson

        Bart "papà, di che religione sei?"
        Homer "... lo sai, quella con un sacco di buoni
        propositi che nella vita reale non funzionano...
        praticamente
        tutte"E allora che cosa funziona? Il comunismo ateo e materialista?Secondo i libri di storia pare di no.
        • krane scrive:
          Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
          - Scritto da: uno
          - Scritto da: il solito bene informato

          o le censure pesanti su I Simpson

          Bart "papà, di che religione sei?"

          Homer "... lo sai, quella con un sacco di buoni

          propositi che nella vita reale non funzionano...

          praticamente tutte"
          E allora che cosa funziona? Il comunismo
          ateo e materialista?
          Secondo i libri di storia pare di no.Il metodo scientifico, quello funziona perfettamente.
          • uno scrive:
            Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
            - Scritto da: krane
            Il metodo scientifico, quello funziona
            perfettamente.Il metodo scientifico c'entra ben poco con il fanatismo ateo materialista/marxista.
          • shevathas scrive:
            Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: uno

            - Scritto da: il solito bene informato



            o le censure pesanti su I Simpson



            Bart "papà, di che religione sei?"


            Homer "... lo sai, quella con un sacco
            di
            buoni


            propositi che nella vita reale non
            funzionano...


            praticamente tutte"


            E allora che cosa funziona? Il comunismo

            ateo e materialista?


            Secondo i libri di storia pare di no.


            Il metodo scientifico, quello funziona
            perfettamente.ma solo limitato alla scienza. Il metodo scientifico ti può dire se si può fare una bomba sfruttando la fissione nucleare, non ti può dire niente se è opportuno tirarla in testa a qualcuno.
          • krane scrive:
            Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: uno


            - Scritto da: il solito bene informato


            E allora che cosa funziona? Il


            comunismo


            ateo e materialista?


            Secondo i libri di storia pare di no.

            Il metodo scientifico, quello funziona

            perfettamente.
            ma solo limitato alla scienza. Il metodo
            scientifico ti può dire se si può fare una
            bomba sfruttando la fissione nucleare, non
            ti può dire niente se è opportuno tirarla
            in testa a qualcuno.Quello non te lo dice neanche il comunismo o altro.
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
          - Scritto da: uno
          - Scritto da: il solito bene informato


          o le censure pesanti su I Simpson



          Bart "papà, di che religione sei?"

          Homer "... lo sai, quella con un sacco di buoni

          propositi che nella vita reale non funzionano...

          praticamente

          tutte"

          E allora che cosa funziona? Il comunismo ateo e
          materialista?

          Secondo i libri di storia pare di no.Non funziona nessuna ideologia, se c'è corruzione.MA non vedo cosa c'entri, si parlava di censura...
      • INFORMATIVA scrive:
        Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
        - Scritto da: il solito bene informato
        - Scritto da: NoMoige

        Vorrei infatti ricordarvi, come esempio su
        tutti,

        che è colpa di questo movimento se i cartoni

        animati giapponesi vengono così pesantemente

        censurati in Italia, sempre con l'assunto che

        debbano essere le televisioni, il fornitore
        di

        servizio (pubblico o privato che sia), ad
        imporre

        la loro morale (quella del MOIGE) su tutti i

        bambini italiani, di genitori cattolici o
        atei

        che siano.

        o le censure pesanti su I Simpson

        Bart "papà, di che religione sei?"
        Homer "... lo sai, quella con un sacco di buoni
        propositi che nella vita reale non funzionano...
        praticamente
        tutte"

        in lingua originale

        Homer "you know, the one with all the
        well-meaning rules that don't work in real
        life... uh...
        Christianity"Che tristezza. :(Quella italiana manco ha senso... "di che religione sei", "praticamente tutte"? :|
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
          posso anche capire la censura sulle scene violente, su quelle di sesso... anche, dai... ma queste capriole fatte per cercare di <b
          non far pensare </b
          la gente me le fanno veramente girare! come nel quinto episodio della prima serie di House: completamente sforbiciate le parti in cui il <i
          caustico </i
          dottore fa commenti sulle suore o parla di peccati con loro (titolo italiano "sul filo dell'errore", quello originale "Damned if you do"... dice già tutto).
      • Brason Depizzi scrive:
        Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
        - Scritto da: il solito bene informato
        - Scritto da: NoMoige

        Vorrei infatti ricordarvi, come esempio su
        tutti,

        che è colpa di questo movimento se i cartoni

        animati giapponesi vengono così pesantemente

        censurati in Italia, sempre con l'assunto che

        debbano essere le televisioni, il fornitore
        di

        servizio (pubblico o privato che sia), ad
        imporre

        la loro morale (quella del MOIGE) su tutti i

        bambini italiani, di genitori cattolici o
        atei

        che siano.

        o le censure pesanti su I Simpson
        Mah... Non credo proprio che sia il MOIGE a imporre una traduzione piuttosto che un'altra per i dialoghi dei Simpson. Quasi mai la traduzione è letterale: molto semplicemente, danno la sfumatura che secondo loro rende meglio la battuta in italiano.Con buona pace dei teorici del complotto di turno.
        • krane scrive:
          Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
          - Scritto da: Brason Depizzi
          - Scritto da: il solito bene informato

          - Scritto da: NoMoige
          Mah... Non credo proprio che sia il MOIGE a
          imporre una traduzione piuttosto che un'altra per
          i dialoghi dei Simpson. Quasi mai la traduzione è
          letterale: molto semplicemente, danno la
          sfumatura che secondo loro rende meglio la
          battuta in italiano.
          Con buona pace dei teorici del complotto di turno.E' la cultuda condivisa a farlo, non serve che il moige vada dietro uno per uno.
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
          - Scritto da: Brason Depizzi
          - Scritto da: il solito bene informato

          - Scritto da: NoMoige


          Vorrei infatti ricordarvi, come esempio su

          tutti,


          che è colpa di questo movimento se i
          cartoni


          animati giapponesi vengono così
          pesantemente


          censurati in Italia, sempre con l'assunto
          che


          debbano essere le televisioni, il fornitore

          di


          servizio (pubblico o privato che sia), ad

          imporre


          la loro morale (quella del MOIGE) su tutti
          i


          bambini italiani, di genitori cattolici o

          atei


          che siano.



          o le censure pesanti su I Simpson



          Mah... Non credo proprio che sia il MOIGE a
          imporre una traduzione piuttosto che un'altra per
          i dialoghi dei Simpson. Quasi mai la traduzione è
          letterale: molto semplicemente, danno la
          sfumatura che secondo loro rende meglio la
          battuta in
          italiano.

          Con buona pace dei teorici del complotto di turno.perché, la battuta non avrebbe reso con Cristianesimo invece di "tutte le religioni"?E' da sempre che in Italia si applica sistematicamente la censura su tutti gli argomenti che la nostra partitocrazia <b
          teme </b
          possano dare fastidio ai potenti e alle lobby, e la Chiesa è sempre stata la più influente nel decidere cosa andava e cosa non andava bene nella cultura che veniva introdotta o prodotta in Italia: da quando un pontefice pazzo se ne andò in giro a scalpellare via gli organi sessuali dalle statue.Nei fumetti di Diabolik si cancellavano i capezzoli dai seni delle ragazze, certe hit straniere non c'era permesso ascoltarle, in italia (ad esempio Je T'Aime, Moi Non Plus);La parola "preservativo" si è iniziata ad utilizzare solo di recente (e neanche tanto spesso) e comunque di prevenzione contro l'AIDS o di educazione sessuale nelle scuole non si parla!Se vuoi andare più indietro, prova a cercare su Youtube l'esibizione dal vivo di Morandi negli anni '60 con "C'era Un Ragazzo Che Come Me...", con dei "TA-NA-NA" cantanti al posto delle parole "Vietnam", "Viet Cong", per non dare fastidio agli amici americani.Il MoIGe non ha influenza? Praticamente decidono loro <b
          cosa </b
          e <b
          quanto </b
          tagliare dei film e telefilm che entrano in Italia (un esempio che creò polemiche fu Seven [film di me**da])A pensar male si commette peccato ma quasi sempre ci s'azzecca. Specialmente in questo paese.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 maggio 2013 14.55-----------------------------------------------------------
          • Brason Depizzi scrive:
            Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
            Modificato dall' autore il 29 maggio 2013 14.55
            --------------------------------------------------Il "Moige decide cosa e quanto tagliare dei film e telefilm che entrano in Italia".Ma non ti rendi conto che stai vaneggiando in puro stile teoria-del-complotto?Quello che dici è letteralmente impossibile.
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
            - Scritto da: Brason Depizzi
            - Scritto da: il solito bene informato


            Il MoIGe non ha influenza? Praticamente decidono

            loro <b
            cosa </b
            e <b


            quanto </b
            tagliare dei film e telefilm

            che entrano in Italia (un esempio che creò

            polemiche fu Seven [film di

            me**da])



            A pensar male si commette peccato ma quasi
            sempre

            ci s'azzecca. Specialmente in questo

            paese.


            --------------------------------------------------

            Modificato dall' autore il 29 maggio 2013 14.55


            --------------------------------------------------

            Il "Moige decide cosa e quanto tagliare dei film
            e telefilm che entrano in
            Italia".

            Ma non ti rendi conto che stai vaneggiando in
            puro stile
            teoria-del-complotto?

            Quello che dici è letteralmente impossibile.perché?convincimi
          • Brason Depizzi scrive:
            Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE

            (un esempio che creò
            polemiche fu Seven [film di
            me**da])Eccoti la prova che dai troppo credito a teorie del complotto farlocche:Seven è uscito nel 1996 e il Moige l'hanno fondato dopo, nel 1997.
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
            - Scritto da: Brason Depizzi

            (un esempio che creò

            polemiche fu Seven [film di

            me**da])

            Eccoti la prova che dai troppo credito a teorie
            del complotto
            farlocche:

            Seven è uscito nel 1996 e il Moige l'hanno
            fondato dopo, nel
            1997.http://www.adnkronos.com/Archivio/AdnAgenzia/1998/05/21/Spettacolo/ITALIA-1-SEVEN-MOIGE-CHIEDE-BOICOTTAGGIO-PUBBLICITARIO_163700.phpHo un po' travisato la notizia, comunque Seven uscì in Italia (in TV) nel 1998 ed il MoiGe era già lì a rompere le palle
        • PCMaster scrive:
          Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
          - Scritto da: Brason Depizzi
          - Scritto da: il solito bene informato

          - Scritto da: NoMoige


          Vorrei infatti ricordarvi, come esempio su

          tutti,


          che è colpa di questo movimento se i
          cartoni


          animati giapponesi vengono così
          pesantemente


          censurati in Italia, sempre con l'assunto
          che


          debbano essere le televisioni, il fornitore

          di


          servizio (pubblico o privato che sia), ad

          imporre


          la loro morale (quella del MOIGE) su tutti
          i


          bambini italiani, di genitori cattolici o

          atei


          che siano.



          o le censure pesanti su I Simpson



          Mah... Non credo proprio che sia il MOIGE a
          imporre una traduzione piuttosto che un'altra per
          i dialoghi dei Simpson. Quasi mai la traduzione è
          letterale: molto semplicemente, danno la
          sfumatura che secondo loro rende meglio la
          battuta in
          italiano.

          Con buona pace dei teorici del complotto di turno.Vallo a dire ai fan di South Park
    • Inkes scrive:
      Re: Non fatevi ingannare dal MOIGE
      quoto al 100%. queste persone che si tengano la loro morale cattocensoria per loro senza imporla a tutti, e se i genitori come si evince, non li sanno fare, che la smettano a dare la colpa a servizi terzi per coprire la loro palese inettitudine.e poi basta con queste pseudoassociazioni che non servovo a nulla se non a limitare la libertà di tutti e a battere cassa facile.- Scritto da: NoMoige
      Innanzitutto c'è da dire che il nome di questa
      associazione a stampo cattolico
      ultra-conservatore è molto fuorviante. Il MOIGE
      non rappresenta proprio nessuno, a parte i loro
      iscritti, tantomeno "i genitori" italiani e
      non.

      Detto questo vorrei ricordare che purtroppo,
      nonostante non rappresentino nessuno a parte i
      loro iscritti, questi signori hanno un'influenza
      reale sia nel mondo politico che televisivo e ora
      vogliono poter dettare legge anche su
      Internet.

      Vorrei infatti ricordarvi, come esempio su tutti,
      che è colpa di questo movimento se i cartoni
      animati giapponesi vengono così pesantemente
      censurati in Italia, sempre con l'assunto che
      debbano essere le televisioni, il fornitore di
      servizio (pubblico o privato che sia), ad imporre
      la loro morale (quella del MOIGE) su tutti i
      bambini italiani, di genitori cattolici o atei
      che siano.


      Questo, personalmente, lo trovo inaccettabile.
      Sono io il genitore di mio figlio, io decido
      quali siano i principi morali che voglio
      passarli, non deve essere certo un'associazione
      evidentemente cattolica a farlo al posto mio. Io
      decido se deve frequentare facebook oppure no. Io
      decido a quali contenuti può essere esposto
      oppure no. Questo purtroppo è difficile da fare
      entrare in testa ad un'organizzazione che si
      arroga il diritto di scegliere chi debba essere
      la bambinaia dei miei figli, e, pare, è difficile
      anche far entrare in testa al legislatore che è
      il genitore che decide quale genere di educazione
      debbano avere i propri
      figli.

      Mi auguro che Facebook faccia la scelta giusta e
      li mandi al diavolo, dove meritano di
      stare.
  • 833lo606144 scrive:
    GMB1
    In questo paese la colpa è sempre di qualcun altro. Ma genitori, dove siete?
  • Fabio Gangemi scrive:
    non ci sono più valori!!
    la colpa adesso e di facebook se hai il figlio XXXXXXX o magari del videogioco violento se sei un XXXXXXXX che non sa parlare ma solo fare il buffone.( mandalo a scuola per studiare invece che per riscaldare il banco e se servono 4 ceffoni ber raddrizzargli la schiana ben vengano!!)Sinceramente sono uno che ha passato da quando ero bambino e passa molte ore tutt'ora su internet per lavoro e anche per hobby e se mi avessi fatto condizionare da tutti i giochi violenti che mi sono passati sotto mano al qaeda al confronto a quello che avrei potuto fare sarebbe nulla... per non parlare di quello che si vede su internet dal XXXXX alle porcherie più varie... Troppo facile lasciare il proprio figlio di fronte ad un pc credendolo al sicuro in camera sua... Mi dispiace, ma devo dire che la colpa e dei genitori che non sanno mettere a freno e insegnare le buone maniere ai propri figli, invece di regalargli il telefonino da 500,00 per navigare su youporn, comprategli un buon libro e insegnategli i valori della vita, l'onesta, il rispetto per gli atri, il lavoro...Troppo facile lasciargli fare quel ce si vuole basta che si levino dalle palle...E voi genitori fate quello che deve essere fatto, prima che accada il peggio.... Facebook e una cosa che sinceramente vieterei ai bambini... c'è più XXXXX li che su youporn !! per non parlare del resto...
  • pippo75 scrive:
    bullismo cibernetico
    cosa vuole dire? hanno picchiato Cibernella?
    • collione scrive:
      Re: bullismo cibernetico
      hahahahahahahahahahahahahahahaha(rotfl)
    • sgabbio 2 scrive:
      Re: bullismo cibernetico
      - Scritto da: pippo75
      cosa vuole dire? hanno picchiato Cibernella?01/10
      • ... scrive:
        Re: bullismo cibernetico
        - Scritto da: sgabbio 2
        - Scritto da: pippo75

        cosa vuole dire? hanno picchiato Cibernella?

        01/10io invece gli do un buon 8/10.se non sai chi era cibernella, sono solo problemi tuoi...con l'orsacchiootto sempre di sentiellasta arrivando ci-ber-nella!superbambina che vale per treperche ha segreto che nessuno sa cos'e'piccolo cuoredentro a un calcolatoreforza atomica e bontaaaaa'.....ecco cibernellagiunta da una stellagira la rotellaGuarda!vola fin lassu!
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: bullismo cibernetico
      contenuto non disponibile
    • . . . scrive:
      Re: bullismo cibernetico
      Bella questa ! :D
  • Moige no scrive:
    Fate attenzione a chi accusare
    Invece di accusare subito facebook, che deve comunque effettuare controlli, ci pensino prima i genitori ad educare bene i figli.Tutti gli iscritti al MOIGE scommetto che sono persone che fanno tanto i moralisti ma poi non si curano dei loro figli.
  • prova123 scrive:
    Sono i genitori che devono vigilare!
    Non esistono deleghe. Se non ci tieni tu a tuo figlio...
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Sono i genitori che devono vigilare!
      un'altro che vive a topolinia.. ma per te i genitori, non lavorano? I figli a scuola hanno i genitori con se? Poi cosa credi che sia utile educativo e crei persone mature controllare 24 ore su 24 un figlio... perchè in punto informatico commentano così tanti poverini...
      • ... scrive:
        Re: Sono i genitori che devono vigilare!
        - Scritto da: Nome e cognome
        un'altro che vive a topolinia.. ma per te i
        genitori, non lavorano? I figli a scuola hanno i
        genitori con se? Poi cosa credi che sia utile
        educativo e crei persone mature controllare 24
        ore su 24 un figlio... perchè in punto
        informatico commentano così tanti
        poverini...ma se sei qui a fare lo scassaminghia 3 ore al giorno, dai!
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Sono i genitori che devono vigilare!
        contenuto non disponibile
        • Skywalker scrive:
          Re: Sono i genitori che devono vigilare!
          Se per questo anche Facebook è responsabile PER LEGGE. Ma a quanto pare della LEGGE ITALIANA che vieta di far stipulare contratti ai minorenni senza l'approvazione dei genitori non sembra essere molto interessato. Però il dominio facebook.it lo ha registrato.Inoltre un genitore PER LEGGE è responsabile dei danni economici che il figlio arreca, ma non di quelli PENALI. Se il figlio ruba, al genitore spetta indenizzare il derubato. Ma nel "Istituto penale per minorenni" ci va il figlio.
      • . . . scrive:
        Re: Sono i genitori che devono vigilare!
        - Scritto da: Nome e cognome
        un'altro che vive a topolinia.. ma per te i
        genitori, non lavorano? I figli a scuola hanno i
        genitori con se? Poi cosa credi che sia utile
        educativo e crei persone mature controllare 24
        ore su 24 un figlio... perchè in punto
        informatico commentano così tanti
        poverini...Se c tieni a tuo figlio ci pensi 24 su 24 anche se non sei presente.Che ragionamenti... allora se lavori che fai, te ne freghi ?
        • Skywalker scrive:
          Re: Sono i genitori che devono vigilare!
          Ci puoi anche pensare 48 ore su 24, ma nelle ore in cui sei costretto a fidarti di qualcun'altro, beh, in quelle ore altri gli insegnano altro.Cosa che di per se non è detto sia negativa (se il padre è un suprematista bianco, magari anche se impara a rispettare gli altri...), ma che chiaramente indica che la sua educazione sarà frutto in gran parte, ma non unicamente, di quello che hai cercato di insegnargli.
  • Aniello Caputo scrive:
    ma che me ne frega a me di fecebook
    ma che me ne frega a me di fecebook
    • NoMoige scrive:
      Re: ma che me ne frega a me di fecebook
      - Scritto da: Aniello Caputo
      ma che me ne frega a me di fecebookIl punto non è Facebook. Il punto è che questi signori (il MOIGE) non ha alcun diritto a decidere come debbano essere educati i miei o i tuoi figli. Indipendentemente da Facebook.
  • antino scrive:
    ma perché un s'ammazzano?
    sul serio, farebbero tanto bene al mondo se quelli del moige (che già è una sigla imbarazzante solo a pronunciarsi) si suicidassero collettivamente.pensateci!
  • bradipao scrive:
    problema reale ma soluzione sbagliata
    La soluzione proposta è chiaramente errata, vigilanza attiva o addirittura divieti non sono mai la soluzione. Tanti muoiono accoltellati, ma nessuno impone ai produttori di vigilare sui clienti o addirittura si pensa di vietarne la vendita.Tuttavia, astraendosi un po' dalla goffa richiesta, il problema è reale (una persona che si è tolta la vita, non è la prima e nemmeno sarà l'ultima purtroppo). Per molti lo schermo del computer è una protezione sufficiente per compiere atti che di persona non farebbero mai. Manca sicuramente qualcosa nel percorso educativo, perchè tutti più o meno sappiamo che accoltellare qualcuno è male e più o meno tutti evitiamo di farlo (senza che nessuno vieti i coltelli o imponga ai venditori di vigilare). E' il caso di cominciare a spiegare che reati compiuti attraverso un monitor sono tali e quali ai reati compiuti in carne ed ossa.Il sito in blu (ma anche tutti gli altri) da parte sua dovrebbe quanto meno schierarsi apertamente e attivamente contro questi comportamenti. Cosa che, per ragioni in parte tecniche e in parte di convenienza, limitano all'indispensabile.
  • Thepassenge r scrive:
    moige lol
    Era da un pò che non li sentivo venire fuori con qualche idiozia ma ecco che a random hanno pescato facebook che dopo i videogames e le denunce contro le consoles ora è il nuovo capro espiatorio per dare a questi genitori fallimentari un'altra scusa per apparire sui giornali e uscire dall'anonimato.Se i genitori di oggi sono come quelli del moige, che vorrebbero delegare le loro responsabilità a terzi perchè incapaci di occuparsi dei propri figli, il futuro delle nuove generazioni è segnato. Spero solo che queste denunce vadano a vuoto e questa gente torni nel limbo del nulla e della diomenicanza perpetua dove dovrebbero rimanere per sempre.
  • freebit scrive:
    ma quale stima dobbiamo avere....
    Ma quale stima dobbiamo avere da chi fa censurare le anime , che all'epoca in cui ero bambino ce l'avevano contro Goldrake e Mazinga Zeta perchè violenti e ora , approfittando dell'amaro episodio del suicidio di una adolescente denunciano pure Facebook ?Ma perchè un movimento del genere ci deve avere potere decisionale ?
    • Izio01 scrive:
      Re: ma quale stima dobbiamo avere....
      - Scritto da: freebit
      Ma quale stima dobbiamo avere da chi fa censurare
      le anime , che all'epoca in cui ero bambino ce
      l'avevano contro Goldrake e Mazinga Zeta perchè
      violenti e ora , approfittando dell'amaro
      episodio del suicidio di una adolescente
      denunciano pure Facebook?
      Ma perchè un movimento del genere ci deve avere
      potere decisionale?In realtà non ha poi questo gran che di potere decisionale.Per fortuna, in effetti ;-)
    • FaraBButto scrive:
      Re: ma quale stima dobbiamo avere....
      Perché hanno tanti soldi, ecco perché....
    • NoMoige scrive:
      Re: ma quale stima dobbiamo avere....
      - Scritto da: freebit
      Ma quale stima dobbiamo avere da chi fa censurare
      le anime , che all'epoca in cui ero bambino ce
      l'avevano contro Goldrake e Mazinga Zeta perchè
      violenti e ora , approfittando dell'amaro
      episodio del suicidio di una adolescente
      denunciano pure Facebook
      ?
      Ma perchè un movimento del genere ci deve avere
      potere decisionale
      ?Perché purtroppo i politici leggono "Movimento Genitori Italiani" e pensano a chissà quale enorme associazione con chissà quanti milioni di iscritti e non si rendono invece conto che il MOIGE, nei fatti, rappresenta solo relativamente pochi iscritti e per di più accomunati da "valori" cattolici del tutto arbitrari e non condivisi.Qualsiasi genitore che VOGLIA essere genitore di proprio figlio dovrebbe XXXXXXXrsi davanti a questo vero e proprio abuso. Il MOIGE non ha diritto né deve aver diritto di decidere cosa mio figlio debba poter vedere i TV.Se a me per esempio va bene che mio figlio assista a scene di carattere omosessuale nei cartoni animati (e sono piuttosto comuni negli anime giapponesi, almeno prima di subire la censura italiana) perché voglio insegnargli che gli omosessuali sono come tutti gli altri e che è lecito amare persone del proprio stesso sesso non vedo perché questi signori debbano poter interferire in questi miei valori che voglio passare ai miei figli... eppure lo fanno, continuamente.
    • Funz scrive:
      Re: ma quale stima dobbiamo avere....
      - Scritto da: freebit
      Ma quale stima dobbiamo avere da chi fa censurare
      le animeIo censurerei chi scrive "le" anime ;)
  • Mario scrive:
    Ma...
    ...impedire totalmente l'uso dei computer ai minori no eh? L'ennesima denuncia che serve a intralciare la gia' lenta giustizia italiana portando via tempo e risorse preziose a casi piu' gravi. E il Moige come sempre si dimostra sempre piu' un movimento di burattini...cari genitori del Moige...imparate a usare quella funzione chiamata "url filtering" che danno di base nei router piu' economici.
  • tucumcari scrive:
    ma invece
    dato che dal bilancio sul loro sito non c'è scritto proprio....Un bell'elenchino con la provenienza dei soldini?Chi è che finanzia questa "benemerito" movimento ?Sono troppo curioso?
  • Geek Nerd scrive:
    Mah
    Mi sembra un'iniziativa delirante, comunque credo che il problema non sia semplice. O decidiamo di eliminare in toto la privacy dei minorenni creando dei sistemi di monitoraggio continuo delle attività effettuate tramite PC, tablet, smartphone, ecc. cui abbiano acXXXXX esclusivo i genitori, oppure non vedo come sia possibile un controllo preventivo.Presonalmente trovo la prima soluzione assolutamente inquietante.
    • tucumcari scrive:
      Re: Mah
      - Scritto da: Geek Nerd
      Presonalmente trovo la prima soluzione
      assolutamente
      inquietante.Oppure nel caso tu sia adolescente ti consiglio una applicazione che controlli cosa hanno in testa i genitori e in casi estremi suggerisca l'unica vera soluzione....Cambiare i genitori!
      • mario scrive:
        Re: Mah
        esattooo. hai detto bene. sono i genitori che andrebbero educati,non i figli. io scommetto che questi genitori del moige non sanno come e' fatto un pc ne sanno come educare i loro figli. non accettano consigli ne critiche e ti accusano pure di volergli spiegare come si educa un figlio. denunciare facebook e' come denunciare la televisione. stanno delirando. non hanno capito in che tempi viviamo. non sono al passo con i tempi. secondo me questa gente e' convinta ancora di vivere negli anni 60. non capiscono che i veri problemi dei figli sono loro perke' non riescono a dargi le giuste sicurezze di cui i figli hanno bisogno. firmato uno studente psicologo.
    • krane scrive:
      Re: Mah
      - Scritto da: Geek Nerd
      Mi sembra un'iniziativa delirante, comunque credo
      che il problema non sia semplice. O decidiamo di
      eliminare in toto la privacy dei minorenni
      creando dei sistemi di monitoraggio continuo
      delle attività effettuate tramite PC, tablet,
      smartphone, ecc. cui abbiano acXXXXX esclusivo i
      genitori, oppure non vedo come sia possibile un
      controllo preventivo.
      Presonalmente trovo la prima soluzione
      assolutamente inquietante.Beh, si potrebbe migliorare: ad esempio usando la scusa dei videogiochi e dei comandi vocali potremmo mettere in ogni stanza una console collegata sempre alla rete che scansioni in continuo la stanza a livello audio e video...La chiamero' kinect !!!
      • 5abbio scrive:
        Re: Mah
        - Scritto da: krane
        Beh, si potrebbe migliorare: ad esempio usando la
        scusa dei videogiochi e dei comandi vocali
        potremmo mettere in ogni stanza una console
        collegata sempre alla rete che scansioni in
        continuo la stanza a livello audio e
        video...

        La chiamero' kinect !!!08/10Buona nuova teoria complottista, ormai le scie chimiche stavano diventando banali...
      • Funz scrive:
        Re: Mah
        - Scritto da: krane
        Beh, si potrebbe migliorare: ad esempio usando la
        scusa dei videogiochi e dei comandi vocali
        potremmo mettere in ogni stanza una console
        collegata sempre alla rete che scansioni in
        continuo la stanza a livello audio e
        video...

        La chiamero' kinect !!!Te hai mai letto 1984?Orwell si è sbagliato di una trentina d'anni...
        • krane scrive:
          Re: Mah
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: krane

          La chiamero' kinect !!!
          Te hai mai letto 1984?Te che ne dici (newbie) ?
          Orwell si è sbagliato di una trentina d'anni...Ed e' stato molto meno pesante a livello tecnologico, pensava a normali telecamere lui, poverino, con uomini a guardarle...
    • Skywalker scrive:
      Re: Mah
      - Scritto da: Geek Nerd
      credo che il problema non sia semplice.Temo che sia intrinseco nel proXXXXX "Crescere un figlio"....
      Presonalmente trovo la prima soluzione
      assolutamente inquietante.Personalmente, ritengo anche non educativa. Se metti un paletto senza che abbia capito perché lo metti, è solo questione di tempo, ma troverà il modo per aggirarlo senza che tu lo sappia. Se ha capito perché lo metti, puoi rimuoverlo.
      oppure non vedo come sia possibile un
      controllo preventivo.Credo che tu abbia colto il punto. Non è possibile un controllo preventivo, come vorrebbero quelli del MOIGE, ma non è nemmeno possibile pensare che l'educazione dei figli dipenda SOLO dai Genitori, come molti hanno qui scritto.Puoi insegnare loro che al semaforo rosso ci si ferma, ma se continua a vedere gente che passa con il rosso, il tuo insegnamento va a ramengo.Chiedere a Facebook di risolvere il problema è come chiedere ai pubblicitari di non fare la pubblicità delle merendine. Tempo perso.Resta il fatto che in Italia un minore non può concludere un contratto, se non con il benestare dei genitori: Facebook accetta iscrizioni a partire da 13 anni, seguendo invece una regola statunitense.Ed in questo è un po' come quelli che passano col rosso: non ti aiutano.
      • NoMoige scrive:
        Re: Mah
        - Scritto da: Skywalker
        ma non è nemmeno
        possibile pensare che l'educazione dei figli
        dipenda SOLO dai Genitori, come molti hanno qui
        scritto.Non vedo proprio chi altri dovrebbe interferire con l'educazione di mio figlio. Se non voglio che usi Facebook non è Facebook a dovergli impedire di iscriversi, ma io che devo vigilare a questo riguardo. Stessa cosa se non voglio che guardi un cartone animato o un programma televisivo. D'altro canto io devo anche essere libero di concedere libertà assoluta a mio figlio nel caso decida che questo metodo educativo sia il migliore, perciò qualsiasi interferenza in merito non solo non è ben accetta, ma va addirittura in senso contrario ai valori che voglio trasmettergli.L'educazione di mio figlio non è un "problema" tuo, né un "problema" del resto della società, è un "problema" mio. Alla fine il discorso è riassunto bene da questa immagine seppur si riferisca ad una particolare circostanza educativa:[img]http://i.imgur.com/eVBBh.jpg[/img]
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Mah
          - Scritto da: NoMoige

          L'educazione di mio figlio non è un "problema"
          tuo, né un "problema" del resto della società, è
          un "problema" mio. Alla fine il discorso è
          riassunto bene da questa immagine seppur si
          riferisca ad una particolare circostanza
          educativa:
          [img]http://i.imgur.com/eVBBh.jpg[/img]E qui ti sbagli. L'educazione di tuo figlio non é un problema "tuo", perché se tu lo educhi male ci saranno conseguenze negative per tutta la societá!Per quanto riguarda l'immagine postata: no comment... :|
        • Skywalker scrive:
          Re: Mah
          - Scritto da: NoMoige
          - Scritto da: Skywalker

          ma non è nemmeno

          possibile pensare che l'educazione dei figli

          dipenda SOLO dai Genitori, come molti hanno
          qui

          scritto.

          Non vedo proprio chi altri dovrebbe interferire
          con l'educazione di mio figlio.Chiunque poi con tuo figlio dovrebbe averci a che fare.Inoltre, da come scrivi, sembra che l'educazione sia una funzione di quello che metti dentro: dati x e y non può che uscire z.Invece tu metti dentro x e y, altri aggiungono contro la tua volontà j,k,l,m,n,t e persone (figli) diversi traggono conclusioni diverse.
          L'educazione di mio figlio non è un "problema"
          tuo, né un "problema" del resto della società, è
          un "problema" mio.Troppo comodo. Perché se tu lo educhi a calpestare gli altri, gli altri avranno un problema in più da gestire.
          Alla fine il discorso è
          riassunto bene da questa immagine seppur si
          riferisca ad una particolare circostanza
          educativa:Che dimostra esattamente che se TU educhi tuo figlio a DISPREZZARE gli OMOSESSUALI, le persone omosessuali hanno un grosso problema A CAUSA DI COME TU HAI EDUCATO TUO FIGLIO.Cioè l'educazione di tuo figlio non è solo un problema tuo.E se ti capita di avere un figlio omosessuale o anche solo timido, ti accorgi subito di come la sua educazione dipende, e tanto, anche da quanto sono educati quelli che lo circondano.Altro che "l'educazione di mio figlio è un problema mio".
    • shevathas scrive:
      Re: Mah
      - Scritto da: Geek Nerd
      Mi sembra un'iniziativa delirante, cdirei un simil patent-trolling.
  • mi_ride scrive:
    MOIGE ovvero tecnologia-babysitter
    Sono sempre stato dell'idea che gli appartenenti al MOIGE non vogliano altro che mettersi la coscienza in pace per quando parcheggiano i figli davanti alla tv o al pc.Invece di vigilare sui propri figli, parlarci, spiegargli le cose, meglio fare censura preventiva. Io sono cresciuto con la tv degli anni '80, ho fatto a botte con qualche ragazzetto, ora invece apriti cielo se solo vola uno spintone tra bambini!I figli non vanno abbandonati a sé stessi davanti alla tv o al pc, ma vanno seguiti!Ho una bassissima stima del moige.
  • dell scrive:
    Re: Fatevi delle domande!
    - Scritto da: Sg@bbio
    (cylon)(cylon)(cylon)Lo sai che così rovini le discussioni? Finiscila! :@
  • Etype scrive:
    Genitori
    "Moige: Facebook deve vigilare sui minori" ...ed io che pensavo che dovevano essere i genitori a farlo :DLa verità è che oggi i genitori non sanno più fare il loro ruolo.Mettono al mondo i figli,poi ci devono pensare gli altri o la scuola ad educarli e seguirli,ma quando mai !!! Oggi si fanno i figli,così,tanto perchè arrivati ad una certa età è consuetudine farli.Genitori che non controllano i propri figli,che li viziano all'inverosimile,che danno loro tutto a prescidenre dal comportamento che adottano e poi se la prendono con Fb o altri siti ?Che poi dal punto di vista informatico è così semplice controllarli e seguire lel loro tracce,invece affidiamoci ciecamente al fato...
    • Skywalker scrive:
      Re: Genitori
      - Scritto da: Etype
      Che poi dal punto di vista informatico è così
      semplice controllarli e seguire lel loro
      tracce,invece affidiamoci ciecamente al
      fato...Ok, non sei Genitore.E' tecnicamente semplice tracciare tutti, ma educativamente è tremendo. Gli stai insegnando che è lecito spiare il comportamento di un altro. Che la base non è la "fiducia ben riposta", ma il "controllo totale".Se hai un figlio sveglio, quello che otterrai è una gara "a fartela". Anche solo per dimostrare che ne è capace.Ma soprattutto un giorno quel filtro lo dovrai togliere e farlo navigare da solo. O pensi di continuare fino a 18 anni?Questo non vuol dire "affidarsi al fato", ma complica un po' le cose. Navighi insieme, gli spieghi PERCHE' certi posti è meglio evitarli, gli insegni a riconoscerli ed a fidarsi di te come tu ti fidi di lui. E poi qualche volta lo lasci schiantarsi, aiutandolo a rialzarsi. Perché nessuno ha imparato ad andare in bicicletta senza sbucciarsi neanche un ginocchio. Ma mentre lo vedi cadere, e sai che deve fare quella caduta per diventare un po' più adulto, dentro di te il timore che batta la testa ed il casco non basti ce l'hai. Ma sai anche che non puoi tenergli la bici a vita.Devi rischiare perché lui cresca.E quel giorno speri che dalla curva non sbuchino due in motorino che fanno le gare in mezzo al parco.Detto questo, spero di avergli fatto capire che Facebook è "male" non perché ci sono i "cyberbulli", ma perché andare in giro ad affiggere sui muri della metropolitana le cagate che fai con gli amici non è indice di grande intelligenza...
      • MarcusPisel lonius scrive:
        Re: Genitori
        Concordo. Ma non dimenticare che la nostra società occidentale moderna (intendo quella europea E quella americana) è talmente malmessa che si preferisce far vedere senza problemi in TV sgozzamenti, squartamenti, sbudellamenti, vomito, violenze varie, piuttosto che una e dico una coscia ben messa (che, ovviamente turrrrba le coscienze dei "poveri innocenti") .. non c'è qualcosa che non va nelle interconnessioni cerebrali di certi tizi?
      • Etype scrive:
        Re: Genitori
        - Scritto da: Skywalker
        Ok, non sei Genitore.C'entra qualcosa ? oppure quando esci non ti guardi intorno ?
        E' tecnicamente semplice tracciare tutti, ma
        educativamente è tremendo.sai cosa fa e cosa non fa,al limite gli blocchi i siti "inadeguati"...si fanno vivere i figli nella bammagia più totale,cos' anche a 16 anni dimostrano una maturità da 8 anni...
        Gli stai insegnando
        che è lecito spiare il comportamento di un altro.Se sei genitore ...
        Che la base non è la "fiducia ben riposta", ma il
        "controllo
        totale".La fiducia si guadagna a piccoli passi....
        Se hai un figlio sveglio, quello che otterrai è
        una gara "a fartela". Anche solo per dimostrare
        che ne è
        capace.E quindi si divertirà di più il genitore "a fargliela" a sua volta,tanto per dimostrare che è capace anche lui. Invece si fa di tutto per togliercelo dai piedi perchè dopo una giornata di lavoro pensate si vuole stare in pace,quindi un pc,una consolle o la tv sono le babysitter dei figli quando sono a casa.
        Ma soprattutto un giorno quel filtro lo dovrai
        togliere e farlo navigare da solo. O pensi di
        continuare fino a 18
        anni?Uno lo educa ma se ad ti capita un figlio dalla testa calda....
        Questo non vuol dire "affidarsi al fato", ma
        complica un po' le cose. Navighi insieme, gli
        spieghi PERCHE' certi posti è meglio evitarli,
        gli insegni a riconoscerli ed a fidarsi di te
        come tu ti fidi di lui. E appena ti allontani fanno esattamente il contrario ti quello che gli dici....
        E poi qualche volta lo lasci schiantarsi, aiutandolo a rialzarsi. Perchè da solo non può rialzarsi ?
        Perché nessuno ha imparato ad andare in bicicletta senza
        sbucciarsi neanche un ginocchio. A meno di fare acrobazie mirabolanti si,non ti sbucci un ginocchio.
        Ma mentre lo vedi cadere, e sai che deve fare quella caduta
        per diventare un po' più adulto, dentro di te il
        timore che batta la testa ed il casco non basti
        ce l'hai. Non dovresti aver figli se hai tutta questa paura ....
        Ma sai anche che non puoi tenergli la
        bici a
        vita.Appunto ....
        Devi rischiare perché lui cresca.

        E quel giorno speri che dalla curva non sbuchino
        due in motorino che fanno le gare in mezzo al
        parco.Quei 2 con il motorino non hanno avuto dei genitori ? Cosa gli hanno insegnato a fare tutto quello che passa loro per la testa ?
        Detto questo, spero di avergli fatto capire che
        Facebook è "male" non perché ci sono i
        "cyberbulli", ma perché andare in giro ad
        affiggere sui muri della metropolitana le cagate
        che fai con gli amici non è indice di grande
        intelligenza...Fb è solo un sito dove puoi scrivere XXXXXXXte ma anche cose serie...molti ragazzetti vanno in giro a fare i vandali a prescidere da Fb,oppure riprendono le loro "bravate" con i cellulari...E non parliamo poi di quei genitori che difendono i figli a tutti i costi,perchè hai loro occhi sono sempre innocenti e dicono "mio figlio è un bravo ragazzo.non le fa queste cose" .....ti ricordi il senzatetto indiano a cui 4 viziatelli del cavolo diedero fuoco ? Tutti i genitori a minimizzare ....che gran genitori,ad alcuni dovrebbe essere vietato per legge riprodursi.
  • il solito bene informato scrive:
    Fatevi delle domande!
    Cari <i
    Genitori </i
    lo so che voi e i vostri figli siete travolti tutti i giorni da raffiche di messaggi multimediali su cui non è possibile praticare un vero controllo - ai miei tempi la multimedialità finiva quando i miei spegnevano la tivvù alle nove e mezza di sera e non c'erano lagne - ma chiedetevi <b
    perché </b
    i vostri figli vittime del bullismo preferiscano tenersi tutto dentro piuttosto che cercare conforto dalle persone che <b
    dovrebbero proteggerli </b
    Cosa fate? lavorate 12 ore al giorno, volete la carriera e la famiglia, ai vostri figli date soldi e costruite nella vostra mente l'ideale di <i
    figlio perfetto </i
    ed è ciò che vi ostinate a vedere anche se vostro figlio ha problemi... una specie di narcisismo genitoriale.Invece di perdere tempo in Movimenti Str**zi pensate ai ragazzi.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Fatevi delle domande!
      - Scritto da: il solito bene informato
      ai miei tempi la multimedialità finiva quando i
      miei spegnevano la tivvù alle nove e mezza di
      sera e non c'erano lagne -Eh si, bei tempi, era tutto più semplice. :(
      ma chiedetevi
      <b
      perché </b
      i vostri figli
      vittime del bullismo preferiscano tenersi tutto
      dentro piuttosto che cercare conforto dalle
      persone che <b
      dovrebbero proteggerli
      </b
      Spiegacelo tu. Grazie. :D
      Cosa fate? lavorate 12 ore al giorno, volete la
      carriera e la famiglia,Tu puoi vivere senza lavorare? Io no, e se mi fanno lavorare 10 ore al giorno non posso rifiutarmi altrimenti mi buttano fuori. Alternative?Vivere sotto un ponte e andare a mangiare alla caritas. No grazie.
      ai vostri figli date
      soldi e costruite nella vostra mente l'ideale di
      <i
      figlio perfetto </i
      ed è ciò
      che vi ostinate a vedere anche se vostro figlio
      ha problemi... una specie di narcisismo
      genitoriale.Mi pare che tu stia generalizzando un po' troppo. Pochi vogliono il figlio "perfetto", e di solito sono quelli che non hanno bisogno di lavorare 12 ore al giorno, ma che girano con la Ferrari.
      Invece di perdere tempo in Movimenti Str**zi
      pensate ai
      ragazzi.Io non sono iscritto a quel movimento nè ad altri, ma non disprezzo coloro che ne fanno parte.
  • pietro scrive:
    facciamo così
    il Moige scriva un protocollo di comportamento per Facebook, lo sottoponga a degli esperti legali e informatici per valutare la legalità e la fattibilità pratica poi si può incominciare a discuterne.
  • Kriev scrive:
    a ogniuno il suo
    Le responsabilità in questo caso mi sembrano abbastanza chiare:- i ragazzi che si sono resi responsabili dell'umiliazione della ragazza- i genitori di questi ragazzi che probabilmente non hanno educato sufficientemente bene i figli su come comportarsi.In casi del genere facebook ha sicuramente il dovere di rimuovere i contenuti illeciti appena se ne accorge o gli viene segnalato e di fornire tutte le informazioni necessarie alle forze dell'ordine durante le indagini. Ma qui finiscono le sue responsabilità. Riguardo al comunicato del moige... non prendiamoci in giro; un genitore se lo vuole, scopre se il figlio ha un account di facebook e se ha effettivamente la voglia di esercitare la patria potestà lo fa, prima di tutto con il figlio, stabilendo regole sull'uso e il controllo dell'account da parte dei genitori, se si ritiene che sia il caso.Troppo comodo lavarsene le mani, evitare guerre all'ultimo sangue con il figlio adolescente e poi pretendere che siano altri a monitorarlo.
    • panda rossa scrive:
      Re: a ogniuno il suo
      - Scritto da: Kriev

      Riguardo al comunicato del moige... non
      prendiamoci in giro; un genitore se lo vuole,
      scopre se il figlio ha un account di facebookSe il figlio ha un account su fessbuk allora e' quasi certo che ce l'ha anche il genitore.E quindi non prendere in giro tu.Chi ha un account su fessbuk non ha le competenze per capire un computer e di conseguenza non scopre proprio niente.
      • redazione scrive:
        Re: a ogniuno il suo
        - Scritto da: panda rossa
        Chi ha un account su fessbuk non ha le competenze
        per capire un computer[yt]wst7f_AFre8[/yt]
      • tucumcari scrive:
        Re: a ogniuno il suo
        - Scritto da: panda rossa
        Chi ha un account su fessbuk non ha le competenze
        per capire un computer e di conseguenza non
        scopre proprio
        niente.La soluzione è semplice gli facciamo scrivere una variante di un protocollo IRC che faccia tutti i controlli che lui vuole sul proprio pargolo.Gli facciamo mettere su un bel "soccial netuork" e aspettiamo (ovviamente deve convincere il proprio pargolo e quelli altrui a usare "quel soccial netuork".....Sono certo che è impresa da poco....P.S.Non consiglierei di trattenere il respiro nell'attesa. :D
  • . . . scrive:
    Siamo alle solite...
    ... gente che non è in grado di dare un educazione ai propri figli e pretende che entità esterne come fb (ma anche scuola etc) lo facciano la posto loro.Forse non hanno ancora capito che fare i genitori seriamente è un impegno di 24/24 per 365 giorni l'anno.La partitella settimanale a pallone con gli amici te a devi scordare !La palestra perché se no in spiaggia sfiguri, te la devi scordare !Non mi scocciare che c'è la partita in tv, te lo devi scordare !Dovete saper rinunciare a tante cose se volete seguire come si deve i propri figli !!!!Non vuoi ? Non fare figli ! i figli non sono giocattoli come la playstation !
    • tucumcari scrive:
      Re: Siamo alle solite...
      - Scritto da: . . .
      Forse non hanno ancora capito che fare i genitori
      seriamente è un impegno di 24/24 per 365 giorni
      l'anno.E anche così è un mestiere complicato e dove nessuno ti può garantire che tu non sbagli mai!Ma sopratutto non ci sono "deleghe" che tengano.La prima responsabilità è sempre tua e non ti salvi dicendo quello che "secondo te" dovrebbero fare gli altri.
    • Skywalker scrive:
      Re: Siamo alle solite...
      - Scritto da: . . .
      Forse non hanno ancora capito che fare i genitori
      seriamente è un impegno di 24/24 per 365 giorni
      l'anno.Tenderei a pensare che non hai figli... io lo vorrei fare il genitore 24/24 per 365 giorni l'anno, ma purtroppo per guadagnarmi da vivere esco di casa alle 6.30 e vi ritorno alle 20.00. Mia mogli esce con me alle 6.30 e vi ritorna un po' prima alle 19.00, dopo essere passata anche a fare la spesa. Nel mezzo devi necessariamente ed a malincuore "delegare" qualcuno. Finché son piccoli è facile: Nonni (se hai la fortuna di averli) ed Asilo (di solito non li fanno andare su Internet...). Ma già un po' più grandi... che fai? Cerchi una scuola che li segua, magari a tempo pieno.Quindi, a meno di essere tra quelli che possono tranquillamente non lavorare, o hanno la fortuna di lavorare in un posto dal quale sono tranquilli che non ti licenzieranno mai fino alla pensione, si lavora in due. Possibilmente in due società diverse.Quindi il genitore lo puoi fare 12/24 per 5gg/7 e 24/24 per 2gg/7.Di solito i XXXXXX nascono in quelle 12 ore, perché gli attuali Insegnanti non hanno nessuna autorità per gestire situazioni "critiche". Non potrebbero nemmeno separarli se si azzuffano: dovrebbero chiamare i Carabinieri. Quelle che coraggiose rischiano del proprio, ma rischiano forte perché ormai troppi Genitori giustificano i figli "a prescindere".

      La partitella settimanale a pallone con gli amici
      te la devi scordareQuella già quando ti sposi... :-)
      La palestra perché se no in spiaggia sfiguri, te
      la devi scordareNon serve: fatti un intero pomeriggio al parco con un figlio di tre anni, e la palestra ti sembrerà una passeggiata... :-)
      Non mi scocciare che c'è la partita in tv, te lo
      devi scordareAnche, qui, quella salta già quando ti sposi, non alla nascita dei figli. Anzi, è proprio quando il primo diventa abbastanza grande da poterla guardare insieme, che torni a vederla... :-)
      Dovete saper rinunciare a tante cose se volete
      seguire come si deve i propri figliVero. Ma ne avrai altre.
      Non vuoi ? Non fare figli ! i figli non sono
      giocattoli come la playstationMa non sono neanche automi da programmare. Sono adulti in potenza. Devi insegnargli a camminare da soli. E per farlo un po' per volta, devi anche lasciarli rischiare. Devono anche imparare a farsi male e ad uscirne. Con sempre meno aiuto da parte tua.Purtroppo quanto sia il rischio lo sai sempre a posteriori. Ma tenerli sotto una campana di vetro è anche peggio. Ed ogni figlio è una storia diversa: uno lo devi spronare perché non rischia mai nulla, ma non fa in sedicesimi quelle esperienze che gli serviranno da adulto. L'altro è senza freni, e devi frenarlo e riprenderlo di continuo, perché altrimenti non rispetta niente e nessuno.Sono concorde che non è "nascondendo le cose brutte nel mondo" che si fa diventare adulto un figlio. Ma un figlio è somma anche delle esperienze con il resto del mondo, non solo con i Genitori."Per fare un figlio bastano due genitori. Per crescerlo, serve un intero villaggio."Perciò sicuramente tanto, la gran parte, deve essere fatta da noi Genitori. Ma sarebbe di aiuto se, dopo aver spiegato a mio figlio che all'apparire del giallo se non ha ancora iniziato ad attraversare la strada si deve fermare, se mi aiutaste evitando di attraversare impunemente con il Rosso, anche se non c'è nessuno a distanza di chilometri. Perché lui si rivolge a me e chiede:"Ma che caspita mi stai dicendo, papà?". Ed io non vorrei tirar su un piccolo Che Guevara...
      • tucumcari scrive:
        Re: Siamo alle solite...
        - Scritto da: Skywalker
        Ed io non vorrei tirar su un piccolo Che
        Guevara...Non esageriamo basta che gli insegni a usare il più possibile la SUA testa e a trarre vantaggio da quello che avrà la fortuna di imparare.Quanto a "Ernesto Guevara de la Serna" detto "El Che"... è stato un uomo che ha fatto errori (come tutti) ma almeno è stato un uomo e ha scelto la sua strada (di strade ce ne sono di molto peggiori).
      • . . . scrive:
        Re: Siamo alle solite...
        Ho una bimba.Io e mia moglie lavoriamo tutte e due e diciamo che calza con quanto dici, ma ai figli ci pensi sempre. 24/24.Il 24/24 per 365 era riferito a questo.Dai, un pò di elasticità mentale...
        • Skywalker scrive:
          Re: Siamo alle solite...
          Ok, il tuo post iniziale sembrava un po' assolutista, apparentemente lasciando poco spazio alla "elasticità".Felice di aver capito male.
  • Mario Rossi scrive:
    ...
    Facebook dovrebbe istituire nuove e più severe regole di acXXXXX per i minori.Dopotutto come fanno i genitori a vigilare 24/h al giorno su quello che combinano i figli al pc??? E se ti permetti di dire loro qualcosa sei un genitore "autoritario e repressivo". Qualcosa non va in questa società!
    • cognomenome scrive:
      Re: ...
      Non comprargli il PC.
    • Mario Rossi scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Mario Rossi
      Facebook dovrebbe istituire nuove e più severe
      regole di acXXXXX per i
      minori.

      Dopotutto come fanno i genitori a vigilare 24/h
      al giorno su quello che combinano i figli al
      pc??? E se ti permetti di dire loro qualcosa sei
      un genitore "autoritario e repressivo". Qualcosa
      non va in questa
      società!Puoi comodamente bloccare il sito dalle impostazioni del tuo router/modem
      • tucumcari scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Mario Rossi
        - Scritto da: Mario Rossi

        Facebook dovrebbe istituire nuove e più
        severe

        regole di acXXXXX per i

        minori.



        Dopotutto come fanno i genitori a vigilare
        24/h

        al giorno su quello che combinano i figli al

        pc??? E se ti permetti di dire loro qualcosa
        sei

        un genitore "autoritario e repressivo".
        Qualcosa

        non va in questa

        società!
        Puoi comodamente bloccare il sito dalle
        impostazioni del tuo
        router/modemennò!Se fai così mica ti pubblicano un articolo con le tue sparate mediatiche su faccebuk!
      • Guybrush scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Mario Rossi
        - Scritto da: Mario Rossi[...]
        Puoi comodamente bloccare il sito dalle
        impostazioni del tuo
        router/modemUltrasurf, questo sconosciuto.GT
    • webwizard scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Mario Rossi
      Facebook dovrebbe istituire nuove e più severe
      regole di acXXXXX per i
      minori.

      Dopotutto come fanno i genitori a vigilare 24/h
      al giorno su quello che combinano i figli al
      pc??? E se ti permetti di dire loro qualcosa sei
      un genitore "autoritario e repressivo". Qualcosa
      non va in questa società!Se non sei in grado di educarli, i figli, non li fai, punto.
  • freebit scrive:
    Eccone altri
    Ecco un'altra associazione di mentecatti e per di più movimento di genitori ! Ma che colpa ne ha Facebook ? Ecco la prossima volta denunciate l'Anas se i vostri figli vengono investiti !!!
  • unaDuraLezione scrive:
    È grave che una multinazionale
    contenuto non disponibile
    • freebit scrive:
      Re: È grave che una multinazionale
      A casa mia uno che fà queste dichiarazioni è un " mentecatto" : se sei un genitore ha la responsabilità , come genitore, di preservare i propri figli !
    • tucumcari scrive:
      Re: È grave che una multinazionale
      - Scritto da: unaDuraLezione
      " È grave che una multinazionale come Facebook
      non effettui una vigilanza sulle piazze
      virtuali. "
      dice il " mo vimento i taliano
      ge nitori."

      'genitori'?
      Ma non sono loro i responsabili PER LEGGE
      della tutela dei propri
      figli?


      Allora rivediamo le dichiarazioni con questi
      nuovi termini: 'noi siamo responsabili per legge
      ma non intendiamo fare nulla a parte lamentarci e
      chiedere a terzi che non c'entrano nulla di fare
      il nostro
      lavoro'.

      Ok Moige, Ok (pat pat)....Senza contare che loro sono in una posizione (direi l'unica) in cui "vigilare" è banale basta staccare l'ADSL e non comprare il telefonino al pargolo.Il problema è che tocca a loro... e questo non gli piace... meglio lamentarsi di quello che in realtà non possono fare gli altri.
      • Leguleio senza avatar scrive:
        Re: È grave che una multinazionale
        Ma il commento si poteva scrivere pure in questo modo, ovviamente sostituedo il nome utente:"adesso vogliamo la dimostrazione che :Bertuccia è uguale a BERTUCCIA che è uguale a bertuccia che è uguale a bErTuCcIa!;-)Cosa complessa!Perchè se sono uguali non riuscirai a leggere la mia richiesta (vedrai una sola cosa) se non sono uguali..... be che lo dico a fare?(rotfl)(rotfl)".Vedi originale:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3751319&m=3751684#p3751684
      • qwertyuiop scrive:
        Re: È grave che una multinazionale
        - Scritto da: tucumcari
        Senza contare che loro sono in una posizione
        (direi l'unica) in cui "vigilare" è banale basta
        staccare l'ADSL e non comprare il telefonino al
        pargolo.Mi sembra un po' una soluzione del ca**o, come dire, se i vostri figli sono soggetti a bullismo non mandateli in giro e chiudeteli in casa.
        • tucumcari scrive:
          Re: È grave che una multinazionale
          - Scritto da: qwertyuiop
          - Scritto da: tucumcari

          Senza contare che loro sono in una posizione

          (direi l'unica) in cui "vigilare" è banale
          basta

          staccare l'ADSL e non comprare il telefonino
          al

          pargolo.
          Mi sembra un po' una soluzione del ca**o, come
          dire, se i vostri figli sono soggetti a bullismo
          non mandateli in giro e chiudeteli in
          casa.Certo che è una soluzione del "ca**o" se sei una persona ragionevole.Quello che non si capisce (sempre se sei una persona ragionevole) è perchè pretendi che la adottino gli altri la soluzione del "ca**o"!
      • qwertyuiop scrive:
        Re: È grave che una multinazionale
        - Scritto da: tucumcari
        Senza contare che loro sono in una posizione
        (direi l'unica) in cui "vigilare" è banale basta
        staccare l'ADSL e non comprare il telefonino al
        pargolo.Non mi sembra un ragionamento corretto, ti sembrerebbe corretto non mandare in giro il figlio perché potrebbe essere soggetto a bullismo?
        • tucumcari scrive:
          Re: È grave che una multinazionale
          - Scritto da: qwertyuiop
          - Scritto da: tucumcari

          Senza contare che loro sono in una posizione

          (direi l'unica) in cui "vigilare" è banale
          basta

          staccare l'ADSL e non comprare il telefonino
          al

          pargolo.
          Non mi sembra un ragionamento corretto, ti
          sembrerebbe corretto non mandare in giro il
          figlio perché potrebbe essere soggetto a
          bullismo?Quindi è corretto chiedere a chi non ha questo compito di farlo al tuo posto?Ci sono le leggi e c'è chi ha una divisa per farle rispettare.Chi non ha quella divisa se cerca di sostituirsi a chi ce la ha (al di là dei giudizi morali) la galera (e giustamente aggiungo io).
          • tucumcari scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: qwertyuiop

            - Scritto da: tucumcari


            Senza contare che loro sono in una
            posizione


            (direi l'unica) in cui "vigilare" è
            banale

            basta


            staccare l'ADSL e non comprare il
            telefonino

            al


            pargolo.

            Non mi sembra un ragionamento corretto, ti

            sembrerebbe corretto non mandare in giro il

            figlio perché potrebbe essere soggetto a

            bullismo?Quindi è corretto chiedere a chi non ha questocompito di farlo al tuoposto?Ci sono le leggi e c'è chi ha una divisa perfarlerispettare.Chi non ha quella divisa se cerca di sostituirsia chi ce la ha (al di là dei giudizi morali) rischia lagalera o una denuncia nella migliore ipotesi(e giustamente aggiungo io).
          • qwertyuiop scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: tucumcari
            Quindi è corretto chiedere a chi non ha questo
            compito di farlo al tuo
            posto?No, dico solo che siccome ormai Facebook ha un ruolo importante tra gli adolescenti non puoi semplicemente bloccare l'acXXXXX per evitare il cyberbullismo. Così facendo fai il gioco dei cyberbulli
          • tucumcari scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: qwertyuiop
            Così facendo fai il gioco dei
            cyberbulliIl gioco dei cyberbulli lo fai in 2 casi:1) quando sei il cyberbullo2) quando il cyberbullo è tuo figlio e tu sei quello che lo educa.3) quando pretendi di prendertela con faccebuk e taci sulle tue responsabilità o su quelle di genitori che come te hanno aspettato che faccebuk facesse quello che dovevi fare tu.
          • qwertyuiop scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: tucumcari
            3) quando pretendi di prendertela con faccebuk e
            taci sulle tue responsabilità o su quelle di
            genitori che come te hanno aspettato che faccebuk
            facesse quello che dovevi fare
            tu.ovvero?
          • tucumcari scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: qwertyuiop
            - Scritto da: tucumcari

            3) quando pretendi di prendertela con
            faccebuk
            e

            taci sulle tue responsabilità o su quelle di

            genitori che come te hanno aspettato che
            faccebuk

            facesse quello che dovevi fare

            tu.
            ovvero?Consultare il manuale del genitore versione 1.0?
          • qwertyuiop scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: tucumcari
            Consultare il manuale del genitore versione 1.0?Se è quello che dice: "basta staccare l'ADSL e non comprare il telefonino al pargolo." aspetto la versione 2.0
          • tucumcari scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: qwertyuiop
            - Scritto da: tucumcari

            Consultare il manuale del genitore versione
            1.0?
            Se è quello che dice: "basta staccare l'ADSL e
            non comprare il telefonino al pargolo." aspetto
            la versione
            2.0No è quello che dice che si fa il genitore 365 giorni all'anno!E che se tuo figlio fa il cyber bullo sei responsabile per come lo hai educato!E è sempre quello che dice che se tuo figlio è invece vittima del cyberbullo la responsabilità oltre che del cyberbullo è dei suoi genitori e non di faccebuk!è più chiaro così?
          • qwertyuiop scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: tucumcari
            No è quello che dice che si fa il genitore 365
            giorni
            all'anno!
            E che se tuo figlio fa il cyber bullo sei
            responsabile per come lo hai
            educato!
            E è sempre quello che dice che se tuo figlio è
            invece vittima del cyberbullo la responsabilità
            oltre che del cyberbullo è dei suoi genitori e
            non di
            faccebuk!
            è più chiaro così?Necessita comunque di una revisione. Per colpa dei genitori dei cyberbulli devono rimetterci gli altri?
          • tucumcari scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: qwertyuiop
            - Scritto da: tucumcari

            No è quello che dice che si fa il genitore
            365

            giorni

            all'anno!

            E che se tuo figlio fa il cyber bullo sei

            responsabile per come lo hai

            educato!

            E è sempre quello che dice che se tuo figlio
            è

            invece vittima del cyberbullo la
            responsabilità

            oltre che del cyberbullo è dei suoi genitori
            e

            non di

            faccebuk!

            è più chiaro così?
            Necessita comunque di una revisione. Per colpa
            dei genitori dei cyberbulli devono rimetterci gli
            altri?Gli altri chi? :DSempre di genitori si parla non di faccebuck.
          • qwertyuiop scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: qwertyuiop

            Necessita comunque di una revisione. Per
            colpa

            dei genitori dei cyberbulli devono
            rimetterci
            gli

            altri?
            Gli altri chi?I cyberbullati
          • tucumcari scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: qwertyuiop
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: qwertyuiop


            Necessita comunque di una revisione. Per

            colpa


            dei genitori dei cyberbulli devono

            rimetterci

            gli


            altri?

            Gli altri chi?
            I cyberbullatiMa non sai leggere?eppure è chiaro!I cyberbullati se la devono prendere coi cyberbulli e i loro genitori.è semplice!
          • qwertyuiop scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: tucumcari
            Ma non sai leggere?
            eppure è chiaro!
            I cyberbullati se la devono prendere coi
            cyberbulli e i loro
            genitori.
            è semplice!(geek)
        • pippo75 scrive:
          Re: È grave che una multinazionale


          pargolo.
          Non mi sembra un ragionamento corretto, ti
          sembrerebbe corretto non mandare in giro il
          figlio perché potrebbe essere soggetto a
          bullismo?se un bullo chiama tuo figlio per telefono e lo minaccia, denunci la telecom?Se fosse colpa di punto informatico? Denunciamo Maruccia per mancato osservazione delle norme di sicurezza contro le pedofilia online da forum per i forum di informatica a livello di scuola dell'infanzia. ;) ;)Scherzo, meglio precisare mica che passi qualche associazione che davvero fa questo lavoro ;)Comunque visto che i soldi non hanno odore, se FB dovesse pagare...
          • krane scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: pippo75


            pargolo.

            Non mi sembra un ragionamento corretto, ti

            sembrerebbe corretto non mandare in giro il

            figlio perché potrebbe essere soggetto a

            bullismo?
            se un bullo chiama tuo figlio per telefono e lo
            minaccia, denunci la telecom?
            Se fosse colpa di punto informatico? Denunciamo
            Maruccia per mancato osservazione delle norme di
            sicurezza contro le pedofilia online da forum per
            i forum di informatica a livello di scuola
            dell'infanzia. ;)
            ;)Andiamo a picchiare leguleio forte forte e poi lui denunciera' Annunzuata, !
    • krane scrive:
      Re: È grave che una multinazionale
      - Scritto da: unaDuraLezione
      " <i
      È grave che una multinazionale come
      Facebook non effettui una vigilanza sulle
      piazze virtuali. </i
      "
      dice il " <b
      mo </b
      vimento <b
      i </b
      taliano
      <b
      ge </b
      nitori."
      'genitori'?
      Ma non sono loro i responsabili <b
      PER LEGGE </b

      della tutela dei propri figli?

      Allora rivediamo le dichiarazioni con questi
      nuovi termini: 'noi siamo responsabili per legge
      ma non intendiamo fare nulla a parte lamentarci e
      chiedere a terzi che non c'entrano nulla di fare
      il nostro lavoro'.
      Ok Moige, Ok (pat pat)....Io toglierei i figli a chiunque sia iscritto al moige per manifesta incapacita' mentale.
    • Sg@bbio scrive:
      Re: È grave che una multinazionale
      A parte che il copia incolla del comunicato stampa del moige, che hanno fatto altri siti, il moige forse IGNORA che a livello europeo un intermediario, come appunto facebook, non può essere responsabile per gli usi distorti dei suoi strumenti, il resto del pensiero di questa filosofia già lo sai.Del resto non si può incolpare facebook per questo fatto grave. Facebook non può fare un monitoraggio in favore dei minori come vorrebbero loro, tecnicamente impossibile e fallimentare in partenza.Per quando riguarda il "contratto" bisogna far notare che molte delle condizioni d'uso hanno un valore legale pari a zero di fronte alla legge italiana, poi non c'è una legge che imponga IN ITALIA l'autorizzazione da parte dei genitori all'uso di un social network o servizi simili, come forum e chat che si trovano su internet.Quello che devono fare i genitori e vigilare sui figli il più possibile.
      • collione scrive:
        Re: È grave che una multinazionale
        - Scritto da: Sg@bbio
        monitoraggio in favore dei minori come vorrebbero
        loro, tecnicamente impossibile e fallimentare in
        partenza.ammesso che si potesse fare ( e lo facessero ), quei signori griderebbero allo scandalo perchè facebook spia tutti i messaggi dei loro figlispero si rendano conto che ciò che chiedono è da 1984
        • tucumcari scrive:
          Re: È grave che una multinazionale
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: Sg@bbio


          monitoraggio in favore dei minori come
          vorrebbero

          loro, tecnicamente impossibile e
          fallimentare
          in

          partenza.

          ammesso che si potesse fare ( e lo facessero ),
          quei signori griderebbero allo scandalo perchè
          facebook spia tutti i messaggi dei loro
          figli

          spero si rendano conto che ciò che chiedono è da
          1984Io vorrei avere un elenchino dei finanziatori....Solo questo chiedo. :D
          • Leguleio senza avatar scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            E quando si parla di soldi, lo scambio è sempre mite e rispettoso:"Tu si che sei un vero furbone!Pesi che il solo modo di produrre sia fare introitare utili enormi a poche multinazionali desertificare l'industria nei paesi cosiddetti avanzati (sempre più indebitati perchè comprano senza produrre un ciufolo in termini di ricchezza reale) e sfruttare all'osso i lavoratori dove i regimi ti consentono di farlo??E fammi capire ... a parte i favolosi guadagni che fanno queste poche (pochissime) multinazionali tu cosa credi di averci guadagnato?magari ... pane e volpe per la colazione mattutina?"http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3805745
          • Sg@bbio scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            La smetti ?
          • sgabbiettin o junior scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            Dagli il voto: 01/10
          • tucumcari scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: Sg@bbio
            La smetti ?Poverello si sente solo..."Are you lonesome tonightdo you miss me tonightare you sorry we drifted apart?Does your memory strayto a brighter sunny daywhen I kissed youand called you sweetheart?"E per i non anglofoni..."Ti senti sola stasera?Ti manco stasera?Ti dispiace che ci siamo separati?Il tuo pensiero vagaad uno splendente giorno destate quando ti ho baciata e chiamata amore?" ;)Citazione da "Are you lonesome tonight?"... Elvis Presley nel 1960Ma la musica (Lou Handman) e il testo (Roy Turk) sono del 1926.
    • krane scrive:
      Re: È grave che una multinazionale
      - Scritto da: unaDuraLezione
      " <i
      È grave che una multinazionale come Facebook
      non effettui una vigilanza sulle piazze
      virtuali. </i
      "
      dice il " <b
      mo </b
      vimento <b
      i </b
      taliano
      <b
      ge </b
      nitori."Individuare gli iscritti e levargli i figli per manifesta incapacita'.
    • Lanf scrive:
      Re: È grave che una multinazionale
      - Scritto da: unaDuraLezione
      " <i
      È grave che una multinazionale come Facebook
      non effettui una vigilanza sulle piazze
      virtuali. </i
      "
      dice il " <b
      mo </b
      vimento <b
      i </b
      taliano
      <b
      ge </b
      nitori."

      'genitori'?
      Ma non sono loro i responsabili <b
      PER LEGGE </b

      della tutela dei propri
      figli?Sarebbero da denunciare i genitori per omesso controllo.
    • Metal_neo scrive:
      Re: È grave che una multinazionale
      Modificato dall' autore il 27 maggio 2013 13.25
      --------------------------------------------------È da anni che il MOIGE fa XXXXXX e basta. Come dici te i genitori invece di fare i genitori scaricano le proprie colpe sugli altri. Saranno 30 anni che vanno avanti così.Meglio non spiegare niente ai bambini in modo crescano stupidi in un finto mondo ideale piuttosto che farli crescere e dirgli che babbo natale non esiste.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: È grave che una multinazionale
        contenuto non disponibile
        • tucumcari scrive:
          Re: È grave che una multinazionale
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Metal_neo


          Saranno

          30 anni che vanno avanti

          così.

          dal che si deduce che i loro figli ormai sono
          grandicelli
          :DSpero per loro che non abbiano subito troppi danni dalla educazione impartita da "cotanti genitori".
          • krane scrive:
            Re: È grave che una multinazionale
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: unaDuraLezione

            - Scritto da: Metal_neo




            Saranno


            30 anni che vanno avanti


            così.



            dal che si deduce che i loro figli ormai sono

            grandicelli

            :D
            Spero per loro che non abbiano subito troppi
            danni dalla educazione impartita da "cotanti
            genitori".Hanno ancora bisogno che facebbok vigili, vedi te...
        • Metal_neo scrive:
          Re: È grave che una multinazionale
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Metal_neo


          Saranno

          30 anni che vanno avanti

          così.

          dal che si deduce che i loro figli ormai sono
          grandicelli
          :DQuesto mi fa pensare alle persone che degidono il rating dei film in america. In teoria dovrebbero essere tutte persone con figli di 10-17 anni, in pratica avevano figli che ormai vivevano tutti fuori casa o non avevano proprio figli. Magari abbiamo un cosa parallela: gente che sorveglia ma non ha nemmeno per sbaglio i requisiti minimi per sorvegliare. lol
      • dancan scrive:
        Re: È grave che una multinazionale
        come , babbo natale NON esiste?
Chiudi i commenti