Agile, deciso il commissariamento

Ignorata la richiesta di concordato proposta da Omega. Soddisfatti i lavoratori, si attendono le reazioni della società

Roma – Il Tribunale Fallimentare di Roma ha disposto il commissariamento di Agile a seguito della richiesta avanzata dagli avvocati rappresentati i lavori di Agile, la sussidiaria di Omega cui erano stati trasferiti dopo la dismissione del comparto IT dell’azienda.

Il commisariamento, che verrà eseguito nonostante la proposta di concordato del gruppo Omega , dovrebbe coincidere con la pubblicazione da parte del CdA del bilancio consolidato al 31 dicembre 2009.

A gennaio erano stati richiesti i rinvii a giudizio per 15 persone facenti capo a Eutelia, tra cui l’ex amministratore delegato della società Samuele Landi e altri funzionari, su cui pendono vari capi d’accusa come frode fiscale e associazione a delinquere. Le società al momento non hanno rilasciato comunicati sull’accaduto.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    refuso nell'articolo
    "10 MB/s in scrittura e 20 MB/s in scrittura."Correggere.
  • Massimo scrive:
    costi di produzione
    ma diminuiscono davvero alla fine? non bisogna comunque ammortizzare i costi sempre più elevati di R&D?avevo letto che tali costi aumentano di continuo, tant'è che le aziende da sole non riescono più a sostenerli e si uniscono in partnership anche gigantesche (si pensi all'alleanza di Crolles per lo sviluppo di SOC da 32 nm in giù, di cui fanno parte numerose multinazionali dell'elettronica). ma può darsi che questi costi siano poi ampiamente recuperati nella produzione
    • collione scrive:
      Re: costi di produzione
      macchè sono tutte balle, alla fine è sempre la stessa tecnologiaa chi vogliono darla a bereposso capire i costi di r&d per sviluppare i memristori ma qua è sempre la stessa salsa girata e rigirataultimamente aumentano solo le entrate delle multinazionali
      • nome e cognome scrive:
        Re: costi di produzione
        - Scritto da: collione
        macchè sono tutte balle, alla fine è sempre la
        stessa
        tecnologia

        a chi vogliono darla a bere

        posso capire i costi di r&d per sviluppare i
        memristori ma qua è sempre la stessa salsa girata
        e
        rigirata

        ultimamente aumentano solo le entrate delle
        multinazionaliEggia perché per passare da 32 a 20 nm basta stampare tutto più piccolo...
      • Massimo scrive:
        Re: costi di produzione
        - Scritto da: collione
        macchè sono tutte balle, alla fine è sempre la
        stessa
        tecnologia

        a chi vogliono darla a bere

        posso capire i costi di r&d per sviluppare i
        memristori ma qua è sempre la stessa salsa girata
        e
        rigirata

        ultimamente aumentano solo le entrate delle
        multinazionaliNon è che ne sappia moltissimo di nanoelettronica, ma mi pare che la fai un po' semplice. Io faccio fatica anche solo a concepire come sia possibile lavorare a scale così piccole, e posso immaginare che ogni step sia una sfida ingegneristica, anche se non andiamo a sconvolgere i fondamenti dell'elettronica. Ma magari tu queste cose te le fai a casa per hobby...
Chiudi i commenti