Alla Camera il DDL Vita-Vimercati

Iniziato ufficialmente l'iter del disegno di legge presentato nel 2009 dai senatori del PD. Un solo provvedimento per spinose tematiche come la net neutrality e il software libero nella PA

Roma – La sua bozza definitiva era stata presentata alla Camera dei Deputati nell’aprile del 2009, poi depositata ufficialmente nel luglio successivo, dopo otto mesi di pubblica consultazione in Rete.

È ora iniziato l’iter parlamentare del disegno di legge promosso dai senatori del Partito Democratico (PD) Vincenzo Vita e Luigi Vimercati. Ovvero il provvedimento unico che vorrebbe affrontare spinose tematiche come la neutralità della Rete e il software libero , avviando un piano digitale per la nuova società dell’informazione.

“È un appuntamento cui teniamo enormemente – hanno spiegato i due senatori in un comunicato apparso sui rispettivi siti ufficiali – perchè l’Italia è profondamente arretrata tanto nell’accesso a Internet quanto nella definizione di alcune regole fondamentali necessarie a fare della Rete un diritto universale. Un’opportunità per tutti”.

Banda minima garantita, non discriminazione di contenuti e servizi, alfabetizzazione digitale . Sono solo alcune delle tematiche affrontate dal DDL, che cercherà di abbattere il digital divide con il broadband e soprattutto la trasparenza garantita dal software libero, da adottare nella Pubblica Amministrazione.

L’iter del DDL Vita-Vimercati potrà essere seguito sul blog Una legge per la Rete , oltre che sui siti ufficiali degli stessi senatori.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • guast scrive:
    Ricapitoliamo
    Dunque su 950 intervistati il 55% è contrario. A quanto pare nessuno ha citato il terrorismo come motivo per essere contrari. Il rischio terrorismo è stato citato da un professore che illustrava i risultati della ricerca. Però l'articolo lo fa sembrare come uno degli argomenti che più preoccupa i londinesi.Complienti alla giornalista, da dove viene ? Da studio aperto ?
    • collione scrive:
      Re: Ricapitoliamo
      i giornalisti sono tutti così, almeno quelli famosise non lecchi le scarpe ai politici non diventi mai un giornalista famoso e vivi pure poco
  • Andrea Grandi scrive:
    Il peggior pesce d'aprile....
    già la gente è diffidente sul wifi, se poi ci mettiamo anche a far circolare questi pesci d'aprile, si fa solo un danno alla sua diffusione. Mah...
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Il peggior pesce d'aprile....
      concordoa questo punto farei viaggiare più lentamente le metropolitane per rallentare la fuga dei ladruncoli
      • collione scrive:
        Re: Il peggior pesce d'aprile....
        ottima idea, la proporrò a Maroni :Dp.s. Di Pietro fece davvero una cosa simile, infatti bloccò tutti i lavori pubblici per impedire infiltrazioni della criminalità :D :Dnon dare certi consigli sui forum pubblici altrimenti qualche politico potrebbe prenderli sul serio ;)
  • paul scrive:
    linee o stazioni?
    "nelle stazioni di Norhern e Bakerloo e in quella centrale"immagino siano le linee Norther, Bakerloo e Central
Chiudi i commenti