Amazon, biblioteca a pagamento?

Indiscrezioni del Wall Street Journal parlano di un progetto potenzialmente molto interessante per le evoluzioni dei canali distributivi editoriali

Roma – Secondo indiscrezioni raccolte dal Wall Street Journal , Amazon sarebbe pronta ad offrire anche libri con il suo Amazon Prime, estendendo il meccanismo di accesso dietro compenso ad una libreria di contenuti editoriali.

Con Amazon Prime il negozio digitale già offre film e show televisivi in formato digitale per 79 dollari l’anno (più spedizioni assicurate entro due giorni). E ora sembrerebbe pronta ad estenderlo ai libri digitali le cui vendite con Amazon sfruttano già la diffusione di Kindle.

Non tutti all’interno di Amazon sembrerebbero entusiasti di questo tipo di progetto, soprattutto per quello che dovrebbe pagare il negozio digitale agli editori, tuttavia alla fine sembra essersi imposta al suo interno questa strategia, con solo una limitazione nel numero di libri consultabile liberamente al mese. Non sono ancora disponibili, tuttavia, ulteriori dettagli, né è chiaro quanto il sistema entrerà in atto.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Quaraquaqua scrive:
    14.000.000 di $$$
    Se mi dessero una buonauscita del genere, ringrazierei di cuore con le lacrime agli occhi e vivrei di rentida per il resto dei miei giorni.
  • Andrea Losato scrive:
    La Legge della Selezione Naturale...
    Il CEO non e' stato efficace nelle scelte?O il Board non le ha permesso di fare scelte importanti?Signori miei.... esiste anche la Legge della Selezione Naturale...La conoscete?E' quella legge secondo cui un'azienda con un management fallimentare... chiude. Stop. Punto. Chiusa un'azienda, se ne fara' un'altra...Magari le migliori menti fuoriuscite da Y fonderanno un'altra azienda anche meglio di Y.E' la legge della natura....
  • wer scrive:
    wer
    werwerwewersdfsdfsdfsdfsdfsdfsdfdfd
  • dierre scrive:
    ma...
    Io non gli darei neanche 14 euro, è riuscita nell'intento di far sparire completamente Y! dal web, ormai vive esclusivamente nell'ombra di M$ e da quello che poteva essere il secondo più importante sito del web non è rimasto che qualche rimasuglio, e ovviamente, tra le altre cose, tutti i migliori programmatori e manager hanno fatto rotta verso M$.
    • barra78 scrive:
      Re: ma...
      Il problema non è lei ma un consiglio di amministrazione che non permette di fare scelte.Hanno cacciato il vecchio presidente per dissidi con una parte del consiglio. Hanno preso la bartz ma non le hanno mai dato carta bianca (ok a licenziamenti e tagli, ok agli accordi con MS ma NESSUN ok per VERI cambiamenti.....)
Chiudi i commenti