Amazon Lumberyard, giochi 3D infilati nel cloud

Il colosso dell'e-commerce presenta un nuovo middleware videoludico a costo zero, pensato per promuovere l'utilizzo di AWS (a pagamento). Tutti possono usare il codice, nessuno può uscire dal cloud

Roma – Il nuovo cavallo di Troia per far assuefare gli sviluppatori al cloud computing si chiama Amazon Lumberyard , engine videoludico completo sfruttabile per realizzare progetti “tripla A” pienamente integrato con AWS e Twitch. Il motore è a costo zero e il codice liberamente consultabile, mentre l’uso dell’infrastruttura di AWS è ovviamente a pagamento.

Alla base di Lumberyard c’è il codice derivato dall’engine CryEngine di Crytek (Crysis), e il nuovo motore dovrebbe contenere tutto il necessario per sviluppare ogni tipo di gioco – dai progetti più indipendenti a quelli destinati al mercato di massa dei giocatori di bocca buona.

Il middleware di Amazon è al momento compatibile con le piattaforme PC Windows, PS4 e Xbox One, mentre il supporto per i gadget mobile (iOS, Android) e i sistemi operativi per computer alternativi (OS X, Linux) arriverà in un momento successivo.

Gli sviluppatori possono scaricare, consultare e modificare il codice di Lumberyard a piacimento, spiega Amazon nelle FAQ , ma il progetto non è open source: la distribuzione di eventuali modifiche al software non è permessa, così come è espressamente vietata l’implementazione del supporto a piattaforma cloud diverse da Amazon Web Services (AWS).

Un cavallo di Troia, appunto, pensato per invogliare gli sviluppatori videoludici a fare uso dei tanti servizi remoti offerti dalla piattaforma AWS – e dallo streaming voyeuristico di Twitch – e per giovare al business cloud di Amazon prima di ogni altra cosa.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • impresa di pulizia scrive:
    Dice il saggio
    Prevenire e' meglio che curare
  • prova123 scrive:
    I rappresentanti dell'industria
    dei contenuti devono adeguarsi al tempo in cui vivono, il vecchio mondo non esiste più e la globalizzazione da quanto dicono è una opportunità che evidentemente non sanno cogliere. C'est la vie! :)
    • Pietro scrive:
      Re: I rappresentanti dell'industria
      - Scritto da: prova123
      dei contenuti devono adeguarsi al tempo in cui
      vivono, il vecchio mondo non esiste più e la
      globalizzazione da quanto dicono è una
      opportunità che evidentemente non sanno cogliere.
      C'est la vie!
      :)però qui tutti si lamentavano per avvento dei robot che porteranno via il lavoro a un mucchio di gente, è la stessa cosa.
      C'est la vie!
      • ... scrive:
        Re: I rappresentanti dell'industria
        - Scritto da: Pietro
        però qui tutti si lamentavano per avvento dei
        robot che porteranno via il lavoro a un mucchio
        di genteVeramente se ne lamentava Etype, non "tutti"... e vedendo il soggetto si capiscono molte cose.
        • Epyte scrive:
          Re: I rappresentanti dell'industria
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: Pietro


          però qui tutti si lamentavano per avvento dei

          robot che porteranno via il lavoro a un mucchio

          di gente

          Veramente se ne lamentava Etype, non "tutti"... e
          vedendo il soggetto si capiscono molte
          cose.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Izio01 scrive:
        Re: I rappresentanti dell'industria
        - Scritto da: Pietro
        - Scritto da: prova123

        dei contenuti devono adeguarsi al tempo in cui

        vivono, il vecchio mondo non esiste più e la

        globalizzazione da quanto dicono è una

        opportunità che evidentemente non sanno
        cogliere.

        C'est la vie!

        :)
        però qui tutti si lamentavano per avvento dei
        robot che porteranno via il lavoro a un mucchio
        di gente, è la stessa cosa.
        Hai ragione, ma mettiamola così: se il 70% della popolazione rimane privo di mezzi di sussistenza, è un problema sociale non da poco. Improbabile che quelli decidano di non dare fastidio, è necessario trovare delle soluzioni. Al momento quel 70% vota, quindi è stupido pensare di non considerarlo; se un domani i non-lavoranti dovessero perdere il diritto di voto, bè, dubito che se ne starebbero lì a subire pacificamente.Se invece lo 0,01% della popolazione, in particolare i parassiti che continuano a sovvenzionare leggine ad hoc che creano privilegi per loro, dovesse subire qualche disagio a causa della teribbbile pirateria, ce ne faremo una ragione. Nonostante decennali piagnistei, musica e film continuano a incassare cifre astronomiche. Io pago un tot ogni mese per il privilegio di scaricare legalmente musica senza DRM. Certo, due milioni sono meglio di uno, ma abbi il pudore di non frignare.

        C'est la vie!
        • Hop scrive:
          Re: I rappresentanti dell'industria
          - Scritto da: Izio01
          - Scritto da: Pietro

          - Scritto da: prova123


          dei contenuti devono adeguarsi al tempo
          in
          cui


          vivono, il vecchio mondo non esiste più
          e
          la


          globalizzazione da quanto dicono è una


          opportunità che evidentemente non sanno

          cogliere.


          C'est la vie!


          :)

          però qui tutti si lamentavano per avvento dei

          robot che porteranno via il lavoro a un
          mucchio

          di gente, è la stessa cosa.



          Hai ragione, ma mettiamola così: se il 70% della
          popolazione rimane privo di mezzi di sussistenza,
          è un problema sociale non da poco. Improbabile
          che quelli decidano di non dare fastidio, è
          necessario trovare delle soluzioni. Al momento
          quel 70% votaQuelli che votano un miliardario sperando di diventare ricchi?Auguri...
        • Pietro scrive:
          Re: I rappresentanti dell'industria
          - Scritto da: Izio01
          - Scritto da: Pietro

          - Scritto da: prova123


          dei contenuti devono adeguarsi al tempo
          in
          cui


          vivono, il vecchio mondo non esiste più
          e
          la


          globalizzazione da quanto dicono è una


          opportunità che evidentemente non sanno

          cogliere.


          C'est la vie!


          :)

          però qui tutti si lamentavano per avvento dei

          robot che porteranno via il lavoro a un
          mucchio

          di gente, è la stessa cosa.



          Hai ragione, ma mettiamola così: se il 70% della
          popolazione rimane privo di mezzi di sussistenza,
          è un problema sociale non da poco. Improbabile
          che quelli decidano di non dare fastidio, è
          necessario trovare delle soluzioni. Al momento
          quel 70% vota, quindi è stupido pensare di non
          considerarlo; se un domani i non-lavoranti
          dovessero perdere il diritto di voto, bè, dubito
          che se ne starebbero lì a subire
          pacificamente.
          Se invece lo 0,01% della popolazione, in
          particolare i parassiti che continuano a
          sovvenzionare leggine ad hoc che creano privilegi
          per loro, dovesse subire qualche disagio a causa
          della teribbbile pirateria, ce ne faremo una
          ragione. Nonostante decennali piagnistei, musica
          e film continuano a incassare cifre astronomiche.
          Io pago un tot ogni mese per il privilegio di
          scaricare legalmente musica senza DRM. Certo, due
          milioni sono meglio di uno, ma abbi il pudore di
          non
          frignare.



          C'est la vie!quindi per i tornitori è un problema che arrivi un robot a sostituirli mentre per chi ha lavorato per fare un film, dato che sono molti di meno, non è un problema che il film venga copiato appena esce nelle sale
          • Izio01 scrive:
            Re: I rappresentanti dell'industria
            - Scritto da: Pietro

            quindi per i tornitori è un problema che arrivi
            un robot a sostituirli mentre per chi ha lavorato
            per fare un film, dato che sono molti di meno,
            non è un problema che il film venga copiato
            appena esce nelle saleFinché la gente continua a pagare e gli incassi dei film rimangono stratosferici, direi proprio di no, nonostante i ripetuti piagnistei delle major. Un tornitore sostituito da un robot, invece, non vede proprio un soldo.http://movieplayer.it/film/boxoffice/italia/2015/
    • mirkey scrive:
      Re: I rappresentanti dell'industria
      - Scritto da: prova123
      dei contenuti devono adeguarsi al tempo in cui
      vivono, il vecchio mondo non esiste più e la
      globalizzazione da quanto dicono è una
      opportunità che evidentemente non sanno cogliere.
      C'est la vie!
      :)Questi non vogliono ancora pagarem impongono ancora i blocchi regionali, Internet è globale e fanno limitazioni regionali, assurdo.
      • mirkey scrive:
        Re: I rappresentanti dell'industria
        - Scritto da: mirkey
        - Scritto da: prova123

        dei contenuti devono adeguarsi al tempo in
        cui

        vivono, il vecchio mondo non esiste più e la

        globalizzazione da quanto dicono è una

        opportunità che evidentemente non sanno
        cogliere.

        C'est la vie!

        :)

        Questi non vogliono ancora pagarem impongono
        ancora i blocchi regionali, Internet è globale e
        fanno limitazioni regionali,
        assurdo.volevo dire: Questi non vogliono cambiare
  • bubba scrive:
    mhh se han registrato il sito nella
    mhh se han registrato il sito nella nella patria di BREIN (uno dei + rompiglioni d'europa) ,immagino -e voglio sperare- che abbiano gia' pensato a una bella strategia legale....... sarebbe ora di legnare un po' questi aggressivi fiaccaballe...
  • Andreabont scrive:
    Stesso principio
    Se usassimo lo stesso principio dovremmo portare in tribunale tutti gli ISP, fornendo una connessione ad Internet facilitano e contribuiscono alla pirateria informatica, no?
  • Luca scrive:
    Denunciate i produttori di auto
    Quei maledetti costruiscono auto usate poi dai terroristi! Attenzione anche ai produttori di scarpe, passamontagna, giacche, calzini, occhiali da sole e vestiario in generale.Tutte cose usate dai terroristi!!!! Infatti in Francia quei maledetti usavano delle scarpe! Domani tutti scalzi per dimostrare che le scarpe le usano solo i terroristi.P.S. Le accuse palesemente infondate dovrebbero essere automaticamente perseguite come tentata estorsione
    • panda rossa scrive:
      Re: Denunciate i produttori di auto
      - Scritto da: Luca
      Quei maledetti costruiscono auto usate poi dai
      terroristi! Attenzione anche ai produttori di
      scarpe, passamontagna, giacche, calzini, occhiali
      da sole e vestiario in
      generale.
      Tutte cose usate dai terroristi!!!! Infatti in
      Francia quei maledetti usavano delle scarpe!
      Domani tutti scalzi per dimostrare che le scarpe
      le usano solo i
      terroristi.Vogliamo parlare di quelli che hanno asfaltato la strada percorsa dai terroristi?E dei proprietari del teatro?E perche' non attribuire una parte di colpa al sindaco di Parigi? Se non ci fosse stata Parigi, in riva alla Senna, non ci sarebbero stati neanche gli attentati.
      P.S. Le accuse palesemente infondate dovrebbero
      essere automaticamente perseguite come tentata
      estorsioneE in quel caso si potrebbe applicare direttamente la shaaria: una bella lapidazione in piazza a beneficio di telecamere.
    • mirkey scrive:
      Re: Denunciate i produttori di auto
      - Scritto da: Luca
      Quei maledetti costruiscono auto usate poi dai
      terroristi! Attenzione anche ai produttori di
      scarpe, passamontagna, giacche, calzini, occhiali
      da sole e vestiario in
      generale.
      Tutte cose usate dai terroristi!!!! Infatti in
      Francia quei maledetti usavano delle scarpe!
      Domani tutti scalzi per dimostrare che le scarpe
      le usano solo i
      terroristi.

      P.S. Le accuse palesemente infondate dovrebbero
      essere automaticamente perseguite come tentata
      estorsioneSono dei pagliacci questi detentori dei diritti
  • unoduetrefe sso scrive:
    Le dichiarazioni dei detentori spiegate
    [yt]GZadCj8O1-0[/yt]il numero di impiegati nell'industria dei contenuti è negativo (rotfl)(rotfl)(rotfl)
Chiudi i commenti