Amazon: scioperi in Europa durante il Black Friday

Amazon: scioperi in Europa durante il Black Friday

In diversi paesi europei sono stati organizzati scioperi per chiedere un aumento del salario e migliori condizioni di lavoro nei magazzini di Amazon.
Amazon: scioperi in Europa durante il Black Friday
In diversi paesi europei sono stati organizzati scioperi per chiedere un aumento del salario e migliori condizioni di lavoro nei magazzini di Amazon.

Il Black Friday è uno dei giorni più importanti per lo shopping online. I dipendenti di Amazon hanno deciso di partecipare alla campagna “Make Amazon Pay” organizzata da UNI Global Union, una federazione internazionale che unisce i sindacati del settore dei servizi. Gli scioperi hanno interessato i lavoratori dei magazzini in diversi paesi europei, Italia inclusa.

Proteste in Germania, Inghilterra, Italia e Francia

I dipendenti di Amazon chiedono soprattutto salari più elevati e migliori condizioni di lavoro. Come spesso accade in questi casi non è possibile conoscere con esattezza la percentuale di partecipazione. Secondo il sindacato Verdi in Germania, circa 2.000 lavoratori di sei centri di smistamento tedeschi hanno partecipato allo sciopero. Un portavoce di Amazon ha dichiarato che il numero di lavoratori è inferiore e che ricevono salari equi (oltre 14 euro/ora).

In Inghilterra hanno scioperato oltre 200 lavoratori del magazzino di Coventry per chiedere un salario di 15 sterline/ora. Un portavoce dell’azienda di Seattle ha dichiarato che oggi il salario minimo è compreso tra 11,80 e 13 sterline, ma aumenterà da aprile 2024.

Secondo la CGIL, oltre il 60% dei lavoratori del magazzino di Castel San Giovanni in Italia ha partecipato allo sciopero. Amazon afferma invece che l’86% è presente, quindi non ci sarà nessun impatto sulle attività. In Spagna è previsto uno sciopero di un’ora durante il Cyber Monday.

Secondo Attac (organizzazione anti-globalizzazione), in Francia sono stati tappezzati di manifesti e nastri diversi locker per bloccare le consegne e il ritiro dei prodotti. Amazon ha comunicato che tutti i locker sono accessibili.

In Italia aprirà un nuovo centro logistico

A fine ottobre, Amazon ha annunciato l’apertura di un nuovo centro di approvvigionamento ad Alessandria (l’ottavo in Piemonte) che porterà alla creazione di 400 nuovi posti di lavoro entro tre anni. Per il sito, che aprirà entro fine 2024, è previsto un investimento di oltre 120 milioni di euro.

Gli operatori di magazzino riceveranno una retribuzione lorda iniziale di 1.764 euro al mese, l’8% in più rispetto a quanto previsto dal CCNL Trasporti e Logistica. Sono inoltre previsti numerosi benefit, tra cui sconti sugli acquisti su Amazon.it, un’assicurazione integrativa e la possibilità di iscriversi al programma Career Choice che copre fino al 95% del costo delle rette e dei libri di testo per chi desidera specializzarsi frequentando corsi professionali.

Nel centro di Alessandra verranno utilizzate (per la prima volta in Italia) alcune recenti tecnologie che migliorano le condizioni di lavoro: Item sorter (sistema di smistamento automatizzato che elimina la necessità di prelevare gli oggetti dall’interno del contenitore), Pallet mover (braccio robotico che elimina la necessità di utilizzare carrelli elevatori per trasportare i pallet) e Tote retriever (macchina che solleva le cassette e le posiziona automaticamente sui nastri trasportatori).

Riceviamo e pubblichiamo la posizione di Amazon a proposito degli scioperi registrati durante il Black Friday:

Campagna Make Amazon Pay

Siamo in disaccordo con le posizioni espresse dalla campagna “Make Amazon Pay”.

Amazon ha creato milioni di buoni posti di lavoro e ha contribuito a creare e sostenere centinaia di migliaia di piccole imprese in tutto il mondo. Offriamo retribuzioni e benefit competitivi ai nostri dipendenti, con eccellenti opportunità di carriera e garantiamo a tutti un ambiente di lavoro moderno, sicuro e inclusivo. Continuiamo a investire nei Paesi e nelle comunità in cui operiamo e siamo orgogliosi di essere l’azienda che acquista più energia rinnovabile al mondo. Questo fa parte del nostro obiettivo di raggiungere un livello di emissioni nette di CO2 pari a zero entro il 2040, con miliardi già investiti nella riduzione degli imballaggi, nell’energia pulita e nei veicoli elettrici.

 

Impatto su operatività rete italiana

Non stiamo registrando alcun impatto sull’operatività dei nostri siti italiani. Ringraziamo i nostri dipendenti che oggi hanno scelto di lavorare per assicurare che i clienti possano ricevere i propri ordini.

 

Amazon in Italia

Cogliamo l’occasione per ribadire che dal suo insediamento in Italia Amazon ha investito 16,9 miliardi di euro e ha creato 18,000 posti di lavoro a tempo indeterminato in oltre 60 siti in Italia. Rivediamo regolarmente le retribuzioni attraverso un processo ben consolidato.

 

Dipendenti Amazon

Apprezziamo l’ottimo lavoro svolto dai nostri team durante tutto l’anno e siamo orgogliosi di offrire una retribuzione competitiva. Dal 1° ottobre, Amazon ha aumentato le retribuzioni di ingresso di tutti i dipendenti della rete logistica a 1.764 euro mensili lordi. Ciò rappresenta un aumento del 21% rispetto agli stipendi corrisposti nel 2018 e dell’8% rispetto alle retribuzioni medie determinate dal 5° livello del CCNL nazionale dei trasporti e della logistica.

 

Autisti dei fornitori di servizi di consegna

Lavoriamo a stretto contatto con i nostri fornitori di servizi di consegna per consentire loro di pianificare adeguatamente le loro esigenze operative e definire degli obiettivi realistici che non mettano pressione su di loro o sui loro dipendenti.

I corrieri sono assunti da fornitori di servizi di consegne al livello G1 del CCNL Trasporti e Logistica con una retribuzione d’ingresso pari a 1.700€ lordi al mese, tra i più alti del settore, per i dipendenti a tempo pieno, e oltre a 400€ netti mensili come indennità giornaliera.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.
Fonte: Reuters
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 24 nov 2023
Link copiato negli appunti