AMD abbandona ATI

Come annunciato, AMD mette da parte il marchio ATI, acquistato nel 2006. Una questione di riconoscimento da parte dei consumatori
Come annunciato, AMD mette da parte il marchio ATI, acquistato nel 2006. Una questione di riconoscimento da parte dei consumatori

Nonostante le opinioni negative circa l’annunciata strategia di re-branding , Advanced Micro Devices (AMD) ha ufficialmente mandato in pensione il marchio ATI.

La storica azienda informatica, ATI Technologies, rappresentata da tre lettere in rosso, da ben 25 anni era sul mercato e nel 2006 era stata acquistata da AMD.

AMD ha giustificato la decisione di accantonare il brand con la coerenza e riconoscibilità del marchio : secondo sue indagini condotte tra i consumatori, il riconoscimento di brand del nome AMD è molto più forte di quello ATI. Si tratta, d’altronde, a giudicare dalla tempistica (cinque anni sono ormai passati dal suo acquisto), di una scelta ponderata.
Nello specifico, si spiega, “la combinazione AMD-Radeon si è dimostrata molto più forte di quella ATI-Radeon nella mente dei consumatori attenti per quanto riguarda la scelta di processori”.

Nei prodotti a partire dalla serie Radeon HD 6000 non cambierà dunque nulla tecnologicamente: cambierà solo il nome apposto sul prodotto, da ATI a AMD Radeon.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti