AMD: è già tempo di Trinity

Il chipmaker guarda al futuro delle sue APU e scende in campo tablet con una prima soluzione dual-core, sempre basata su architettura Fusion
Il chipmaker guarda al futuro delle sue APU e scende in campo tablet con una prima soluzione dual-core, sempre basata su architettura Fusion

Al Computex di Taipei si è parlato anche di schede video e processori grafici. Il portavoce di Advanced Micro Devices è tornato sull’argomento Llano , sottolineando le tappe della road map aziendale, ma si è lasciato sfuggire qualche parola anche sulla misteriosa variante Trinity che arriverà nel 2012.

L’architettura utilizzata per la GPU di questa ennesima APU (Accelerated Processing Unit) è ancora coperta dal mistero, ma sembra che i tecnici AMD partiranno comunque dal core del collaudato processore Bulldozer per raggiungere il risultato prefissato dall’ambiziosa “fusione”.

Il chipmaker americano prosegue dritto spedito su questa strada, fatta di soluzioni CPU+GPU. A quanto pare, subito dopo Trinity arriveranno sul mercato i chip “Hondo” e “Krishna”. Llano rischierebbe quindi di invecchiare presto, dato che l’obbiettivo è quello di produrre sempre “la migliore APU possibile”, con una cadenza annuale.

Nel corso del keynote il general manager Rick Bergman ha anche ribadito l’interesse per i tablet, presentando la soluzione “Desna” Z-series , sempre basata su architettura Fusion. Si tratta di un dual-core Bobcat che lavora alla frequenza di 1GHz, consuma 5,9 watt e supporta le DirectX 11.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 06 2011
Link copiato negli appunti