AMD, gli Opteron per server sono Piledriver

Sunnyvale presenta la nuova serie di processori per sistemi server dotati della sua microarchitettura più recente. Promessi incrementi prestazionali con consumi ridotti. E nel futuro? Piledriver per un anno ancora

Roma – Dopo aver debuttato sulle CPU “FX” per sistemi desktop performanti, la microarchitettura Piledriver arriva ora a equipaggiare i nuovi processori AMD Opteron 6300 per server in configurazione singola o multi-socket. Il confronto, neanche a dirlo, si gioca soprattutto sui risparmi energetici.

Gli Opteron 6300 di AMD con cuore Piledriver (nome in codice Abu Dhabi ) vengono commercializzati come un upgrade progressivo dei precedenti Opteron con microarchitettura Bulldozer, con lo stesso TDP e una scelta che comprende 10 diversi prodotti da 8, 12 e 16 core.

La frequenza di processore base varia dagli 1,8 GHz della CPU Opteron 6366 HE ai 2,8 GHz dell’Opteron 6386 SE, anche se tutte le CPU sono in grado di modificare dinamicamente il proprio clock in base al carico di lavoro con una maggiore efficienza energetica che AMD quantifica nel 40 per cento.

Le altre caratteristiche delle nuove CPU includono il supporto a quattro canali di memoria DDR3 (1.866 MHz), con una quantità di RAM massima indicizzabile di 1,5 Terabyte in configurazioni dotate di quattro socket di processore; 1 Megabyte di memoria cache di secondo livello per ogni core di processore (16 MB per la cache di terzo livello disponibile alla CPU nella sua interezza); quattro link Hypertransport 3.0 ognuno capace di sostenere 6,4 gigatransfer al secondo.

AMD commercializza i nuovi Opteron come processori ideali per i server e i sistemi ad alte prestazioni, inclusi “giganti” del calcolo in configurazione HPC (High Performance Computing) e supercomputer. Fra i primi partner ad adottare gli Optern 6300 vi è appunto Cray nei supercomputer delle serie XE6 e Cray XE6m .

Stando alla roadmap comparsa online , infine, la microarchitettura Piledriver avrebbe spinto AMD a cambiare in maniera sensibile la propria strategia tecnologica e commerciale per il prossimo futuro: Piledriver dovrebbe essere alla base anche delle nuove CPU previste al debutto nel 2013, mentre la successiva generazione nota come Steamroller salterà un giro.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • tucumcari scrive:
    immagini appropriate
    intanto che ruppoli e bertucce si dondolano potranno rimirarsi immagini di questo genere...[img]http://cdn.blogosfere.it/teledicoio/images/estiqaatsi-grande-capo-anteprima-400x394-518573.jpg[/img]....P.S.Lo consiglierei anche in redazione data l'importanza della news!Un vero scoop!
  • Totocellux scrive:
    ... e le cervicalgie posturali?
    mah, e ancora mah! :|Evidentemente, prima e durante l'ideazione di questa genialata megagalattica , nessuno ha fatto notare a questi scienziati svizzeri una circostanza decisamente problematica. Il costringere ad una postura del collo in quell'unica obbligata posizione (col collo girato continuativamente a destra) per medio, medio/lunghi periodi (anche solo mezz'ora al giorno potrebbe esserlo considerato) potrebbe facilmente portare a patologie cervicali di tipo posturale, soprattutto ad individui di una certa età. Incredibile signori! :)Soprattutto pensando che certamente qualcuno avrà già pensato di spendere quei 1300 EURO ... per ricaricare gratis il proprio oggetto tecnologico, ovviamente. (rotfl)
  • Marco scrive:
    A me..
    darebbe il mal di male, con conseguente vomito, leggere su una sedia a dondolo...
  • Mario scrive:
    No comment
    Che tristezza...
    • artima scrive:
      Re: No comment
      Condivido in pieno: che tristezza! Ho sempre pensato, ingenuamente a questo punto, che la lettura dovesse essere qualcosa di rilassante, mah!
Chiudi i commenti