Supercomputer, un Titano con cuore NVIDIA

Al debutto la nuova architettura Cray per l'High-Performance Computing, un mostro da 20 PETAFLOPS basato su schede GPGPU NVIDIA e CPU Opteron. Aiuterà i ricercatori statunitensi a scandagliare le nuvole, gli atomi e il cosmo

Rpma – Cray comunica di aver messo a punto Titan, design di supercomputer già annunciato come tra i più potenti al mondo e necessario upgrade al “vetusto” sistema Jaguar sin qui impiegato dal governo statunitense presso l’Oak Ridge National Laboratory.

Basato sul modello XK7 di Cray, Titan è un mostro di potenza dotato di oltre 18mila nodi: ciascun nodo monta una CPU da 16-core della serie Opteron 6200 ed è accoppiato con una scheda Tesla K20 di NVIDIA, unità (GP)GPU con unità di calcolo a virgola mobile a doppia precisione specificatamente pensata dalla casa delle GeForce per applicazioni di “High Performance Computing” (HPC).

Grazie a Titan, l’istituto americano sarà in grado di fare un balzo prestazionale notevole – dai precedenti 2,3 PETAFLOPS di Jaguar si passerà ai 20 PETAFLOPS (di picco) del nuovo supercomputer, anche se né NVIDIA né Cray forniscono indicazioni precise sull’effettiva capacità di Titan di sostenere simili livelli di potenza computazionale per tempi prolungati.

NVIDIA tiene poi a far sapere che il 90 per cento delle eccezionali prestazioni di Titan sarebbe da imputare al solo lavoro delle sue GPU HPC, con la controparte CPU (oltre 299mila core Opteron) a fare da “supporto” alla potenza grezza degli acceleratori Tesla K20.

Secondo quanto sostiene NVIDIA, le GPU Tesla permettono a Oak Ridge di “eseguire applicazioni estremamente complesse su vastissima scala e confermano la scelta di avvalersi dell’ accelerated computing per risolvere i problemi più urgenti in ambito scientifico”. Titan potrà essere usato dalla comunità scientifica statunitense per fare ricerca avanzata in ambiti quali cambiamenti climatici, biocarburanti, energia nucleare (fissione/fusione), astrofisica e altro ancora.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    l'ipocrisia digitale
    ogni volta che vedo il mitico internetarchive citato negli articoli, penso alle incredibili contraddizioni nelle quali i vari videotechini (& affini) ci trascinano ogni giorno (anche oggi con l'art su Francia vs Google).Mentre da un lato i giornalai lottano duro per "convincere" i parlamenti della bonta' di tassare google news perche "gli ruba le notizie", dall'altro abbiamo petabyte rastrellati e consultabili in Internet Archive (con modalita' piu "gravi" -secondo il pdv videotechino- di google - Li' abbiamo cache multipla, comprensiva di filmati e musica (terible! e solo in parte ha [c] scaduto))Non ho ancora letto di masse di avvocati contro I.A (strano!, forse mi e' sfuggito), ma prima o poi arriveranno... per le stesse ragioni per cui attaccano google & affini ( (c), oblio, notizie )Non sarebbe un SACCO meglio se invece di battagliare/legiferare "contro", si "arrendessero" ai vari internet archive, che tanto COMUNQUE avanzano? sigh
    • Leguleio scrive:
      Re: l'ipocrisia digitale
      - Scritto da: bubba
      Mentre da un lato i giornalai lottano duro per
      "convincere" i parlamenti della bonta' di tassare
      google news perche "gli ruba le notizie",
      dall'altro abbiamo petabyte rastrellati e
      consultabili in Internet Archive Be', ma ai giornalai che può importare dell'archivio storico? :-)Col giornale di ieri ci si incarta il pesce, secondo il detto. Su Internet archive non ci sono le ultimissime notizie, ma solo quelle da archiviare, appunto, in quanto non più di immediata attualità.
      (con modalita'
      piu "gravi" -secondo il pdv videotechino- di
      google - Li' abbiamo cache multipla, comprensiva
      di filmati e musica (terible! e solo in parte ha
      [c]
      scaduto))Su Internet archive ci sono solo filmati in licenza creative commons, o altre licenze molto simili.
      Non ho ancora letto di masse di avvocati contro
      I.A (strano!, forse mi e' sfuggito), ma prima o
      poi arriveranno... Sono già arrivati, per la verità. Gli avvocati dei Grateful dead hanno chiesto (e ottenuto) la rimozione di un video del loro concerto. Gli avvocati di Suzanne Shell hanno chiesto la rimozione del suo sito personale dall'archiovio; dopo una serie di udienze in tribunale, sono giunti a un accordo.
      • bubba scrive:
        Re: l'ipocrisia digitale
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: bubba



        Mentre da un lato i giornalai lottano duro
        per

        "convincere" i parlamenti della bonta' di
        tassare

        google news perche "gli ruba le notizie",

        dall'altro abbiamo petabyte rastrellati e

        consultabili in Internet Archive

        Be', ma ai giornalai che può importare
        dell'archivio storico?
        :-)"giornalai" era in travaglio jargon. ma hai colto :)
        Col giornale di ieri ci si incarta il pesce,
        secondo il detto. Su Internet archive non ci sono
        le ultimissime notizie, ma solo quelle da
        archiviare, appunto, in quanto non più di
        immediata
        attualità.poco rilevante. sempre (c) sono e la news di oggi e' la "olds" di domani. e ai giornalai piace/rebbe far pagare anche la consultazione d'archivio (tranne a La Stampa). Senza contare il diritto all'oblio e le altre ciancie cienciose di questi giorni.

        (con modalita'

        piu "gravi" -secondo il pdv videotechino- di

        google - Li' abbiamo cache multipla,
        comprensiva

        di filmati e musica (terible! e solo in
        parte
        ha

        [c]

        scaduto))

        Su Internet archive ci sono solo filmati in
        licenza creative commons, o altre licenze molto
        simili.eh no... del resto te ne sei accorto anche tu appena sotto (ah la coerenza).Tra l'altro ti rendo noto che c'e' una sezione di upload... in astratto potrei mandare un teaser di spiderman3 e targarlo come CC.Inoltre licenziato CC ,NON vuol dire che ha il (c) scaduto (io parlavo di quello), anzi... Questo NON per andar contro a I.A., tutt'altro... solo per (di)mostrare gli anacronismi e contraddizioni di un sistema malato (e sostenuto da accanimento terapeutico da major varie)


        Non ho ancora letto di masse di avvocati
        contro

        I.A (strano!, forse mi e' sfuggito), ma
        prima
        o

        poi arriveranno...

        Sono già arrivati, per la verità.ecco mi sembrava strano il contrario.... pero NON sono "massa" quello che citi... sono due cosine minime... dipende quante "minime" ci sono all'anno ovviamente
        Gli avvocati dei Grateful dead hanno chiesto (e ottenuto) la
        rimozione di un video del loro concerto. Gli
        avvocati di Suzanne Shell hanno chiesto la
        rimozione del suo sito personale dall'archiovio;
        dopo una serie di udienze in tribunale, sono
        giunti a un
        accordo.
        • Leguleio scrive:
          Re: l'ipocrisia digitale
          - Scritto da: bubba

          Su Internet archive ci sono solo filmati in

          licenza creative commons, o altre licenze molto

          simili.
          eh no... del resto te ne sei accorto anche tu
          appena sotto (ah la
          coerenza).
          Tra l'altro ti rendo noto che c'e' una sezione di
          upload... in astratto potrei mandare un teaser di
          spiderman3 e targarlo come
          CC.
          Inoltre licenziato CC ,NON vuol dire che ha il
          (c) scaduto (io parlavo di quello), anzi...Allora correggo: ci <B
          dovrebbe essere </B
          solo materiale in licenza creative commons. Non essendo un progetto a fine di lucro, credo che stiano molto attenti a evitare grane, se qualcuno carica materiale protetto lo rimuovono subito, non sono sprovveduti.
          • krane scrive:
            Re: l'ipocrisia digitale
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: bubba
            Allora correggo: ci <B
            dovrebbe essere
            </B
            solo materiale in licenza creative
            commons. Non essendo un progetto a fine di
            lucro, credo che stiano molto attenti a evitare
            grane, se qualcuno carica materiale protetto lo
            rimuovono subito, non sono sprovveduti.Non vedo proprio come potrebbe essere fisicamente possibile, soprattutto per le immagini.
      • Funz scrive:
        Re: l'ipocrisia digitale
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: bubba




        Non ho ancora letto di masse di avvocati
        contro

        I.A (strano!, forse mi e' sfuggito), ma
        prima
        o

        poi arriveranno...

        Sono già arrivati, per la verità. Gli avvocati
        dei Grateful dead hanno chiesto (e ottenuto) la
        rimozione di un video del loro concerto. Gli
        avvocati di Suzanne Shell hanno chiesto la
        rimozione del suo sito personale dall'archiovio;
        dopo una serie di udienze in tribunale, sono
        giunti a un
        accordo.Scommetto che dopo tutti 'sti sforzi, e tutta 'sta pubblicità involontaria, quella roba si sarà moltiplicata su mille altri siti e reti P2P (effetto Streisand).Una volta che una cosa è su Internet, lo è per sempre (ammesso che abbia un minimo interesse per qualcuno).
  • Sisko212 scrive:
    Io guardo sempre...
    Da amante di retrocomputing, guardo sempre qualche puntata di Computer Chronicles...... veramente grande trasmissione... se penso che hanno cominciato nel 1982 (c'era anche Kildall) si vede proprio l'ENORME distanza che separa l'europa e sopratutto l'italia dagli Usa.
    • Certo certo scrive:
      Re: Io guardo sempre...
      http://archive.org/details/computerchroniclesGrande segnalazione! Il 21 dicembre, una volta giunto dinanzi a Quetzalcóatl, spenderò buone parole per te.[img]http://blog.chatta.it/images/bigsandkhauna/7F56475C755458.jpg[/img]
  • elans scrive:
    Qto
    Quoto e straquoto. Solo la memoria ci può salvare dal ripetere gli stessi errori e le stesse catastrofi che abbiamo avuto in passato. Sarà un caso che i truffatori ed i ladri sono i primi a volere il diritto all'oblìo?
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Qto
      - Scritto da: elans
      Quoto e straquoto. Solo la memoria ci può salvare
      dal ripetere gli stessi errori e le stesse
      catastrofi che abbiamo avuto in passato. Sarà un
      caso che i truffatori ed i ladri sono i primi a
      volere il diritto
      all'oblìo?e cosa centra il diritto all'oblio con la perdita della memoria?!?!?! Prima di parlare vedi di ripassarti entrambe le cose...
  • panda rossa scrive:
    Il diritto al perenne ricordo!
    E' encomiabile l'opera che questi stanno facendo, di raccogliere tutta l'informazione della rete per le future generazioni.I posteri hanno il diritto di sapere che cosa e' sucXXXXX nella nostra epoca e come e' stato riportato nella rete.E hanno anche il diritto di sapere chi furono quelli che pretendevano di nascondere le loro malefatte invocando un ridicolo diritto all'oblio.L'oblio non esiste.L'umanita' ha il diritto di sapere, di ricordare e soprattutto di giudicare.Il diritto alla memoria perenne dovrebbe essere aggiunto alla lista dei diritti dell'uomo.
    • . . . scrive:
      Re: Il diritto al perenne ricordo!
      Concordo !
    • 123 scrive:
      Re: Il diritto al perenne ricordo!
      - Scritto da: panda rossa
      E' encomiabile l'opera che questi stanno facendo,
      di raccogliere tutta l'informazione della rete
      per le future
      generazioni.

      I posteri hanno il diritto di sapere che cosa e'
      sucXXXXX nella nostra epoca e come e' stato
      riportato nella
      rete.

      E hanno anche il diritto di sapere chi furono
      quelli che pretendevano di nascondere le loro
      malefatte invocando un ridicolo diritto
      all'oblio.

      L'oblio non esiste.
      L'umanita' ha il diritto di sapere, di ricordare
      e soprattutto di
      giudicare.

      Il diritto alla memoria perenne dovrebbe essere
      aggiunto alla lista dei diritti
      dell'uomo.troppa informazione == nessuna informazione.se non c'e' un indice/filtro in cui mettere "argomento: scandali sessuali, soggetto: presidente consiglio, periodo: 2000-2020 luogo: italia" non troverai mai quello che cerchi. Il posto migliore dove nascndere un libro e' appunto una bliblioteca :)
      • panda rossa scrive:
        Re: Il diritto al perenne ricordo!
        - Scritto da: 123

        troppa informazione == nessuna informazione.
        se non c'e' un indice/filtro in cui mettere
        "argomento: scandali sessuali, soggetto:
        presidente consiglio, periodo: 2000-2020 luogo:
        italia" non troverai mai quello che cerchi. Ci sono i filtri per le ricerche.Lato server.Imposti la query e attendi i risultati.
        Il posto migliore dove nascndere un libro e'
        appunto una bliblioteca
        :)Non stiamo parlando di un libro qui, ma di dati.E mettere dei dati in un database non significa nasconderli, ma metterli a disposizione.
      • . . . scrive:
        Re: Il diritto al perenne ricordo!
        Non direi... basta scrivere nel box search " " e compaiono ben 7 pagine riguardanti il soggetto.Se vuoi puoi anche scrivere " (+) scandalo" e ti appare la voce "intercettazioni" e cliccando il link trovi tutti i nomi del teatrino con tanto di documentazione della Procura della Repubblica n merito alla presentazione di persona sottoposta alle indagini nella figura di .Poi sta a te spulciare e cercare...
      • krane scrive:
        Re: Il diritto al perenne ricordo!
        - Scritto da: 123
        - Scritto da: panda rossa
        troppa informazione == nessuna informazione.
        se non c'e' un indice/filtro in cui mettere
        "argomento: scandali sessuali, soggetto:
        presidente consiglio, periodo: 2000-2020 luogo:
        italia" non troverai mai quello che cerchi.
        Il posto migliore dove nascndere un libro e'
        appunto una bliblioteca
        :)Il filtro e' nel tuo cervello, se non cel'hai mi dispiace per te.
        • 123 scrive:
          Re: Il diritto al perenne ricordo!
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: 123

          - Scritto da: panda rossa


          troppa informazione == nessuna informazione.

          se non c'e' un indice/filtro in cui mettere

          "argomento: scandali sessuali, soggetto:

          presidente consiglio, periodo: 2000-2020
          luogo:

          italia" non troverai mai quello che cerchi.


          Il posto migliore dove nascndere un libro e'

          appunto una bliblioteca

          :)

          Il filtro e' nel tuo cervello, se non cel'hai mi
          dispiace per
          te.ma che XXXXX, non si puo fare un po' di sano trolling che mi siete saltati addosso in tre :(
        • krane scrive:
          Re: Il diritto al perenne ricordo!
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: 123

          - Scritto da: panda rossa

          troppa informazione == nessuna informazione.

          se non c'e' un indice/filtro in cui mettere

          "argomento: scandali sessuali, soggetto:

          presidente consiglio, periodo: 2000-2020
          luogo:

          italia" non troverai mai quello che cerchi.


          Il posto migliore dove nascndere un libro e'

          appunto una bliblioteca

          :)

          Il filtro e' nel tuo cervello, se non cel'hai mi
          dispiace per
          te.Qui si trolla da professionisti ;) :D
          • 123 scrive:
            Re: Il diritto al perenne ricordo!
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: 123


            - Scritto da: panda rossa



            troppa informazione == nessuna
            informazione.


            se non c'e' un indice/filtro in cui
            mettere


            "argomento: scandali sessuali, soggetto:


            presidente consiglio, periodo: 2000-2020

            luogo:


            italia" non troverai mai quello che
            cerchi.





            Il posto migliore dove nascndere un
            libro
            e'


            appunto una bliblioteca


            :)



            Il filtro e' nel tuo cervello, se non
            cel'hai
            mi

            dispiace per

            te.

            Qui si trolla da professionisti ;) :De datemi tempo, non posso essere al vostro livello in quattro e quattr'otto :( appena trollato mi siete saltati alla gola, eh! datemi tempo, imparero'.
Chiudi i commenti