Android sforna la Ciambella

Android sforna la Ciambella

Google ha rilasciato l'SDK per solleticare gli sviluppatori. Confermate le novità, la versione 1.6 dell'OS dovrebbe arrivare sul piccolo schermo tattile entro ottobre
Google ha rilasciato l'SDK per solleticare gli sviluppatori. Confermate le novità, la versione 1.6 dell'OS dovrebbe arrivare sul piccolo schermo tattile entro ottobre

Dopo l’assaggio fornito qualche tempo fa, il team di Android torna a deliziare il palato degli sviluppatori con una ciambella calda e gustosa: Donut, che corrisponderà alla versione 1.6 dell’OS mobile sviluppato a Mountain View. BigG ha infatti rilasciato l’SDK per sviluppatori, che ricalca le feature già svelate nel precedente annuncio.

Confermato, quindi, il supporto alle gesture, l’estensione a nuovi device e ad operatori che supportano il WCDMA, la nuova funzione di ricerca interna, nonché la funzione text-to-speech. Molto interessante sembra essere il lavoro fatto sulla funzione di ricerca , che permette di cercare sia all’interno del dispositivo che sul web.

Il team di Android ha inoltre rimesso a nuovo l’interfaccia dell’applicazione che garantisce l’ accesso al marketplace ufficiale di Android: tra le novità, la possibilità di vedere screenshot dell’applicazione, nonché un miglioramento nei filtri di ricerca dell’intero store. Rinnovata anche la schermata del comparto fotografico, che ora presenta un pulsante utile a passare dalla modalità foto a quella video.

Donut 1.6 sarà estremamente duttile, in grado quindi di adattarsi a differenti schermi e risoluzioni, aprendo la strada alla compatibilità con nuovi device . Per quanto riguarda la distribuzione a livello consumer della nuova versione di Android, il periodo giusto sembrerebbe non troppo lontano: il prossimo mese. “Ci si può aspettare di vedere alcuni dispositivi animati da Android 1.6 ad ottobre” si legge nel post sul blog ufficiale.

Stando a quanto dichiarato dal team di sviluppo, l’upgrade alla nuova versione non dovrebbe presentare problemi di compatibilità per le applicazioni scritte per le release precedenti, che continueranno a girare senza alcun problema. Nonostante ciò, l’invito rivolto da Google agli sviluppatori è quello di eseguire i test necessari a garantire che tutto fili liscio.

Vincenzo Gentile

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 09 2009
Link copiato negli appunti