Android, tappata la vulnerabilità WiFi

Pochi giorni per correggere la falla individuata nella cifratura dei dati di agenda e rubrica. Ora rimane solo da distribuire la patch a tutti

Roma – Google ha annunciato l’intenzione di cambiare la modalità di protezione dei dati personali custoditi sui dispositivi Android, e in particolare di agenda e rubrica, per cui gli esperti di sicurezza avevano da poco individuato un problema al momento della connessione ad una rete WiFi aperta.

Dopo la convocazione del Congresso degli Stati Uniti legata all’accesso ai dati di geolocalizzazione degli utenti, Google cerca di evitare ulteriori reprimende legate alla tutela dei dati personali, ma soprattutto vuole mostrare tutto il suo impegno sul fronte della sicurezza dei dispositivi per cui era stata tirata in ballo anche nell’ ultimo studio dell’azienda anti-virus Kaspersky.

“Oggi stiamo distribuendo una correzione che risolve una potenziale falla che avrebbe, in alcuni situazioni, potuto permettere a parti terze di avere accesso ai dati di agenda e rubrica dell’utente”.”Il fix – spiega il portavoce di Google – non ha bisogno di alcuna specifica azione da parte degli utenti, ma arriverà automaticamente nei prossimi giorni”.

Il problema è legato a quello individuato solo venerdì scorso da alcuni ricercatori tedeschi e relativo al sistema di gestione dei token di autenticazione delle app da parte della piattaforma, e come questa interagisce con password e accesso degli utenti: diventa rilevante soprattutto quando il dispositivo agisce su una rete WiFi aperta e di fatto rende accessibili, ad un attacco neanche sofisticato, tali dati in un flusso non cifrato.

Il tutto, per la verità, era già stato risolto nelle versioni più recenti del SO, Gingerbread e Honeycomb, ma per i dispositivi Android permangono i ritardi di aggiornamenti legati alla frammentazione della piattaforma a seconda del produttore hardware che lo utilizza , per cui Mountain View ha dovuto pensare ad un approccio diverso.

Il problema dell’aggiornamento, peraltro, è stato affrontato anche nel corso dell’ultimo evento I/O: il googler Hugo Barra ha sottolineato che è in effetti una questione da risolvere e che si sta cercando un modo per farlo.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pietro scrive:
    ibook con A5
    a quanto sembra è già arrivatohttp://www.pianetatech.it/apple/ibook/macbook-air-2011-a-giugno-con-a5-e-thunderbolt.html
  • Virgult scrive:
    Apple e professionisti.
    Quest'articolo condensa tutte le mie paure sul conto di Apple e la sua recente politica di mercato.Pur posto che ARM è un'architettura che promette molto bene dal punto di vista dell'efficienza e dei consumi, penso che Apple stia ignorando il fatto che i Mac non sono iPhone: una buona fetta di computer con la mela viene venduta a professionisti, studenti e utenti avanzati, che ne sfruttano la versatilità in campo audio e video. Windows ha ancora una montagna di problemi a garantire la necessaria stabilità ed efficienza nella gestione delle risorse per questo tipo di applicazioni, cosa che con OSX è praticamente garantita a meno di utilizzi totalmente irresponsabili.Ma ARM, almeno IMHO, farà perdere completamente ad Apple questo target: tonnellate di codice di strumenti virtuali, DAW e algoritmi DSP non gireranno più su quelle macchine. Migliaia di software house non possono adeguarsi ai ritmi di sviluppo della Mela, e non è detto che ARM sia l'architettura giusta per applicazioni per cui serve fare tanti, tanti calcoli. Apple, per quanto mi riguarda, può continuare a vendere gadget "avveniristici" e non occuparsi più di personal computer, ma il target sopra descritto rimarrà orfano, e dovrà adeguarsi a strutture informatiche decisamente peggiori (leggi: Windows, ma anche il solo fatto di doversi necessariamente assemblare un PC andando a cercarsi componenti affidabili e silenziosissimi, cosa che invece nei Mac è già garantita). Spero che questo peggioramento foraggerà lo sviluppo di applicazioni audio/video per sistemi Linux.... e sarebbe anche ora.
    • Fiber scrive:
      Re: Apple e professionisti.
      - Scritto da: Virgult
      Quest'articolo condensa tutte le mie paure sul
      conto di Apple e la sua recente politica di
      mercato.
      Pur posto che ARM è un'architettura che promette
      molto bene dal punto di vista dell'efficienza e
      dei consumi, penso che Apple stia ignorando il
      fatto che i Mac non sono iPhone: una buona fetta
      di computer con la mela viene venduta a
      professionisti, studenti e utenti avanzati, che
      ne sfruttano la versatilità in campo audio e
      video. Windows ha ancora una montagna di problemi
      a garantire la necessaria stabilità ed efficienza
      nella gestione delle risorse per questo tipo di
      applicazioni, cosa che con OSX è praticamente
      garantita a meno di utilizzi totalmente
      irresponsabili.
      Ma ARM, almeno IMHO, farà perdere completamente
      ad Apple questo target: tonnellate di codice di
      strumenti virtuali, DAW e algoritmi DSP non
      gireranno più su quelle macchine. Migliaia di
      software house non possono adeguarsi ai ritmi di
      sviluppo della Mela, e non è detto che ARM sia
      l'architettura giusta per applicazioni per cui
      serve fare tanti, tanti calcoli. Apple, per
      quanto mi riguarda, può continuare a vendere
      gadget "avveniristici" e non occuparsi più di
      personal computer, ma il target sopra descritto
      rimarrà orfano, e dovrà adeguarsi a strutture
      informatiche decisamente peggiori (leggi:
      Windows, ma anche il solo fatto di doversi
      necessariamente assemblare un PC andando a
      cercarsi componenti affidabili e silenziosissimi,
      cosa che invece nei Mac è già garantita). Spero
      che questo peggioramento foraggerà lo sviluppo di
      applicazioni audio/video per sistemi Linux.... e
      sarebbe anche
      ora.si si come no..Windows ( Xp Pro e Win7 64bit)sulle Workstation Pro non va bene per utilizzo professionale nel media come paventivideo broadcast..all Windows Platform http://www.avid.com/US/categories/Broadcast-Newsroom-Systemsaudio real time e post produzione http://www.projectlead.it/http://www.projectlead.it/index.php?option=com_content&view=article&id=207&Itemid=61&lang=itchissa' quando la finirete di ripetere sempre le solite tranvate di barzellette che vi hanno inculcato i venditori Apple nel cervello per farvi metter mano nel portafogli ancora ai tempi di Windows 95+ i passaparola dei soliti invasati Apple come questihttp://www.melablog.it/post/14060/apple-reazioni-religiose-nel-cervello-dei-fanhttp://www.digitaltrends.com/computing/apple-causes-religious-reaction-in-brains-of-fans-say-neuroscientists/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 maggio 2011 10.07-----------------------------------------------------------
      • Ma va la scrive:
        Re: Apple e professionisti.
        Ecco l'ufficio marketing MS al lavoro. ;-)
        • Fiber scrive:
          Re: Apple e professionisti.
          - Scritto da: Ma va la
          Ecco l'ufficio marketing MS al lavoro. ;-)veramente qua a furia di sparar XXXXXXte a vanvera senza conoscere nulla di informatica vedo solo l'ufficio Apple ed i suoi affiliati niubbi imboniti da un sacco di fesserie inculcate nel cervello dai soliti venditori e invasati bye
        • Rover scrive:
          Re: Apple e professionisti.
          Ecco il bue che dice del cornuto all'sino.Fiber ha ragione, e ricordo a tutti che il nome computer è già sparito dalla ragione sociale di apple. Il prossimo grande passo sarà la sparizione dei computer in persona.Prima di tutto i server, a seguire i desktop. Resisteranno di più ibook e macbook, ma solo se redditizi.Comunque Windows è superiore a macos (uso ambedue). L'unico problema serio di windows sono i virus, se non si sta in guardia.
          • Darwin scrive:
            Re: Apple e professionisti.
            - Scritto da: Rover
            Comunque Windows è superiore a macos (uso
            ambedue). L'unico problema serio di windows sono
            i virus, se non si sta in
            guardia.Su questo non sono d'accordo proprio.Mac OS X (anzi UNIX in generale) architetturalmente parlando è di gran lunga superiore a Windows. Lo è sempre stato.Che poi Microsoft abbia fatto passi da gigante rispetto al passato, questo è un dato di fatto. Ma da quì a dire che è superiore ce ne passa.
          • Jolly Roger scrive:
            Re: Apple e professionisti.
            E' incredibile come chi compra apple dopo aver subito il lavaggio del cervello rimanga come congelato nel tempo senza mettere più il naso fuori da quel piccolo mondo....
          • Rover scrive:
            Re: Apple e professionisti.
            Sì, sui vecchi Win, ad esempio, la latenza del midi era una tragedia.Oggi non più. Come d'altronde oggi governare una seriale con Mac è un suicidio, soprattutto x certi protocolli.Per quanto riguarda la rumorosità dei portatili, 36 db è la rumorosità di un frigorifero (ne ho appena acquistato uno nuovo), e anche di molti computer sia fissi sia portatili, purchè di brand.Comunque ti vorrei fare notare che nei macbook il grosso vantaggio della maggiore rigidità dello chassis rispetto alla norma e che dovrebbe diminuire il tasso di guasto delle sk madri, viene annullato dal maggiore stress termico a cui la macchina è sottoposta causa idiosincrasia di Jobs per le ventole, che pure ci sono, e che quando partono si fanno sentire forte e chiaro.
    • Jolly Roger scrive:
      Re: Apple e professionisti.

      Windows ha ancora una montagna di problemi
      a garantire la necessaria stabilità ed efficienza
      nella gestione delle risorse per questo tipo di
      applicazioni, cosa che con OSX è praticamente
      garantita a meno di utilizzi totalmente
      irresponsabili.Ehilà... siamo qui...nel mondo reale.... mi sentiiiiii?Usi irresponsabili... tipo? Sottacqua?
    • Certo certo scrive:
      Re: Apple e professionisti.
      - Scritto da: Virgult
      Apple, per
      quanto mi riguarda, può continuare a vendere
      gadget "avveniristici" e non occuparsi più di
      personal computer, ma il target sopra descritto
      rimarrà orfano, e dovrà adeguarsi a strutture
      informatiche decisamente peggiori (leggi:
      Windows, ma anche il solo fatto di doversi
      necessariamente assemblare un PC andando a
      cercarsi componenti affidabili e silenziosissimi,
      cosa che invece nei Mac è già garantita).Certo certo[yt]Dr_3J1U6GJI[/yt]Smettetela di credere sempre alle balle di Steve Jobs. [img]http://tomsblog.it/manolodeagostini/files/SteveJobsGod.jpg[/img]Senza contare che nel magico mondo che descrivi succedono anche di queste cose:http://www.italiamac.it/forum/index.php?/topic/402935-ma-applecare-conviene-davvero/page__st__30__p__5106176#entry5106176Se ti dovessi mai ritrovare in una situazione del genere, vedrai quanto rimpiangerai il fatto di non avere la possibilità di poterti assemblare il pc in proprio.http://www.monclick.it/vendita_motherboardMa è inutile discutere coi macachi. E' meglio lasciare l'hardware e l'OS tutto nelle mani di un uomo solo.[img]http://www.cellularihitech.it/images/stories/jreviews/_stevejobs1_1295963957.jpg[/img]Meglio che ci sia il padrone supremo della terra che decide se ripararti il computer o mandarti a XXXXXX perchè gli stai sulle balle se fumi o per altra strana ragione. Apple è meglio che faccia i gadget, che per quelli si ritrova già con l'utenza giusta.[img]http://www.todaysiphone.com/wp-content/uploads/2010/06/070629_iphone_vmed_4p.widec.jpg[/img]
      • max scrive:
        Re: Apple e professionisti.
        - Scritto da: Certo certo
        - Scritto da: Virgult


        Apple, per

        quanto mi riguarda, può continuare a vendere

        gadget "avveniristici" e non occuparsi più di

        personal computer, ma il target sopra descritto

        rimarrà orfano, e dovrà adeguarsi a strutture

        informatiche decisamente peggiori (leggi:

        Windows, ma anche il solo fatto di doversi

        necessariamente assemblare un PC andando a

        cercarsi componenti affidabili e
        silenziosissimi,

        cosa che invece nei Mac è già garantita).

        Certo certo
        [yt]Dr_3J1U6GJI[/yt]lo sai che hai postato UNA PUBBLICITA'?lavori per HP?giù la maschera dai
    • Rover scrive:
      Re: Apple e professionisti.
      Secondo me devi chiarirti un po' le idee. E liberarti delle storielle che ti raccontano negli applestore.La migliore comunque è quella sul fatto che se un utente windows vuole un PC silenzioso e affidabile deve cercare e assemblare i componenti!Mai sentito parole come IBM (ora Lenovo), HP, Dell, Asus, ecc?O pensi che, siccome in un applestore lo stesso banco di ram costa il doppio, sia migliore?
    • sadness with you scrive:
      Re: Apple e professionisti.
      - Scritto da: Virgult
      Quest'articolo condensa tutte le mie paure sul
      conto di Apple e la sua recente politica di
      mercato.paura della propria ombra?
      Pur posto che ARM è un'architettura che promette
      molto bene dal punto di vista dell'efficienza e
      dei consumi, penso che Apple stia ignorando il
      fatto che i Mac non sono iPhone: una buona fetta
      di computer con la mela viene venduta a
      professionisti, studenti e utenti avanzati, che
      ne sfruttano la versatilità in campo audio e
      video.bene... quindi?se ARM darà vantaggi, dell'eventuale passaggio ne beneficeranno anche questi.se ARM non darà dei vantaggi, non ci sarà alcun passaggio.
      Windows ha ancora una montagna di problemi
      a garantire la necessaria stabilità ed efficienza
      nella gestione delle risorse per questo tipo di
      applicazioni, cosa che con OSX è praticamente
      garantita a meno di utilizzi totalmente
      irresponsabili.OK... ma questo (vero o falso che sia) poco ha a che fare con la possibilità del passaggio ad ARM. Tra parentesi ti rammento ch el'iPad 2 è più veloce di un iMac a renderizzare video in HD...
      Ma ARM, almeno IMHO, farà perdere completamente
      ad Apple questo target: tonnellate di codice di
      strumenti virtuali, DAW e algoritmi DSP non
      gireranno più su quelle macchine.e perché mai?
      Migliaia di
      software house non possono adeguarsi ai ritmi di
      sviluppo della Mela, Chi si è adeguato passanod ad Intel si adeguera anche passando ad ARM
      e non è detto che ARM sia
      l'architettura giusta per applicazioni per cui
      serve fare tanti, tanti calcoli.ma non è nemmeno detto il contrario: tu ti fasci la testa pensando che così, se cadi, ce l'hai già fasciata?
      Apple, per
      quanto mi riguarda, può continuare a vendere
      gadget "avveniristici" e non occuparsi più di
      personal computer, ma il target sopra descritto
      rimarrà orfano,questa è una tua ipotesi basata su un'emotività personale di questo momento
      e dovrà adeguarsi a strutture
      informatiche decisamente peggiori (leggi:
      Windows, ma anche il solo fatto di doversi
      necessariamente assemblare un PC andando a
      cercarsi componenti affidabili e silenziosissimi,
      cosa che invece nei Mac è già garantita). Mah...
      Spero
      che questo peggioramento foraggerà lo sviluppo di
      applicazioni audio/video per sistemi Linux.... e
      sarebbe anche ora.non credo che Linux possa sfondare in certi settori, mentre ti faccio presente che invece è già usato per fare pesanti rendering 3D di molti film
  • fox82i scrive:
    Tutti convergono ad ARM
    Iniziano i primi rumors di un'Apple intenzionata a passare ad ARM, stessa cosa vale per Microsoft..Insomma ARM è sempre più appetibile.Beh staremo a vedere che succederà! Il futuro sembra molto frizzantino!
    • MeX scrive:
      Re: Tutti convergono ad ARM
      già e intanto Microsoft spende 8,5 MILIARDI di $ per comprare Skype... tristezza
      • lol scrive:
        Re: Tutti convergono ad ARM
        - Scritto da: MeX
        già e intanto Microsoft spende 8,5 MILIARDI di $
        per comprare Skype...
        tristezzaInvidioso! Scommetto che volevi fosse Apple a comprare Skype!(troll4)
    • Rik scrive:
      Re: Tutti convergono ad ARM
      - Scritto da: fox82i
      Iniziano i primi rumors di un'Apple intenzionata
      a passare ad ARM, stessa cosa vale per
      Microsoft..

      Insomma ARM è sempre più appetibile.
      Beh staremo a vedere che succederà! Il futuro
      sembra molto
      frizzantino!Ma vi ricordate chi ha fondato ARM Holdings? (aiutino: erano due società i cui nomi sono dei frutti...)
    • Rover scrive:
      Re: Tutti convergono ad ARM
      Windows non passa ad ARM. Scriverà un OS compatibile anche con ARM
  • Santo Subito scrive:
    tanti commenti a una non notizia???
    l'articolo dice che pare (si dice, si sussurra) che apple possa valutare la possibilità, fra diversi anni, di pensare di trasferire il suo OsX (che immagino sarà OsXI) su architettura ARM.Qualunque azienda che opera in determinato settore valuta la possibilità di cambiamenti nel lungo periodo (vedi MS), quindi mi chiedo che senso abbia dare spazio a una notizia che notizia non è, né che ragione ci sia di commentare la cosa, se non per trolleggiare pro o contro apple...Questa rivista riesce sempre a stupirmi.
    • cielo subito scrive:
      Re: tanti commenti a una non notizia???
      - Scritto da: Santo Subito
      l'articolo dice che pare (si dice, si sussurra)
      che apple possa valutare la possibilità, fra
      diversi anni, di pensare di trasferire il suo OsX
      (che immagino sarà OsXI) su architettura ARM.l'articolo (che è un commento, non una news, e nemmeno un rumor) analizza le possibilità di cambiamento di Apple in analogia a quanto già sucXXXXX in passato, cercando di capire quali potrebbero essere i vantaggi e i problemi di una simile scelta.
      Qualunque azienda che opera in determinato
      settore valuta la possibilità di cambiamenti nel
      lungo periodo (vedi MS),cambiamenti? MS? che tipo di cambiamenti? cambiare lo sfondo del desktop? oppure "come rendere più difficoltosa la vita dell'utente peggiorando l'usabilità dell'interfaccia"?Non mi risulta che altre aziende abbiano cambiato architettura hardware ai loro computer, anche perché essendo legate a doppio filo a Windows, sono anche legate a x86.
      quindi mi chiedo che
      senso abbia dare spazio a una notizia che notizia
      non è, né che ragione ci sia di commentare la
      cosa, se non per trolleggiare pro o contro
      apple...
      Questa rivista riesce sempre a stupirmi.io invece mi chiedo che senso abbia questo tuo commento che non dimostra nulla se non la tua volontà di trolleggiare
    • pietro scrive:
      Re: tanti commenti a una non notizia???
      - Scritto da: Santo Subito..
      Qualunque azienda che opera in determinato
      settore valuta la possibilità di cambiamenti nel
      lungo periodo (vedi MS),..LOL,... a Zelig dovresti andare.. a Zelig
    • collione scrive:
      Re: tanti commenti a una non notizia???
      notizia oltretutto già smentita giorni fa da apple stessa
      • sadness with you scrive:
        Re: tanti commenti a una non notizia???
        - Scritto da: collione
        notizia oltretutto già smentita giorni fa da
        apple stessae dove, di grazia...?(ammesso poi che la smentita valga, visto che pure il passaggio a x86 era stato smentito...)
        • Ma va la scrive:
          Re: tanti commenti a una non notizia???
          Ci mancava la richiesta di smentita ufficiale dell'azienda su rumor del web...Maddai
      • Gaspare scrive:
        Re: tanti commenti a una non notizia???
        - Scritto da: collione
        [...]Non c'è che dire: fai onore al tuo nick
  • Anonymous scrive:
    Apple deve la propria fama...
    ad Hackintosh. Agosto 2008. iATKOS per la precisione. Se vuol tornare a fare l'eroina sull'isola solitaria, cavoli loro, risparirà a puro guadagno di Microsoft.Inutile credere che tutto ciò non accada, se saranno queste le loro future scelte.
    • curaro scrive:
      Re: Apple deve la propria fama...
      - Scritto da: Anonymous
      ad Hackintosh. Agosto 2008. iATKOS per la
      precisione. Ben prima amico mio. Il progetto era JAS e gli hackintosh giravano con TIGER. iATKOS era un progetto che beneficiava dell'emulatore efi già bello e compilato e la versione era Leopard.
      • Rik scrive:
        Re: Apple deve la propria fama...
        - Scritto da: curaro
        - Scritto da: Anonymous

        ad Hackintosh. Agosto 2008. iATKOS per la

        precisione.
        Ben prima amico mio. Il progetto era JAS e gli
        hackintosh giravano con TIGER. iATKOS era un
        progetto che beneficiava dell'emulatore efi già
        bello e compilato e la versione era
        Leopard.aehm... nei primi anni 2000 mi sembra di ricordare che all'One Infinite Loop (la sede) c'era un ufficietto denominato "progetto Marklar", dove si compilava OS X per normali PC Intel (i Mac allora usavano ancora PowerPC). Era il Piano B in caso qualcosa fosse andato storto con Motorola e IBM.
    • cielo subito scrive:
      Re: Apple deve la propria fama...
      LOL...Apple deve la sua fa a iPod e iPhone.tutto il resto "è noia"
    • Ma va la scrive:
      Re: Apple deve la propria fama...
      Un'altra delle splendide barzellette che si trovano su PI.
  • procio scrive:
    scelta proXXXXXri
    a dire il vero secondo me questa affermazione non è del tutto vera:"con il PowerPC non si poteva più andare avanti, e nel 2005 non c'erano alternative valide"i portatili con proXXXXXri power duravano il doppio dei portatili intelper prestazioni pure si sarebbe potuti passare ad altre architetture, per esempio l'architettura sparc è aperta e il 2005 è l'anno se non erro del T1 e del IV+ una modifica al progetto e ottieni un proXXXXXre a basso consumo e di buone prestazioni
    • Ma va la scrive:
      Re: scelta proXXXXXri
      Il G5 sui macbook? Quando?
    • sadness with you scrive:
      Re: scelta proXXXXXri
      - Scritto da: procio
      a dire il vero secondo me questa affermazione non
      è del tutto vera:

      "con il PowerPC non si poteva più andare avanti,
      e nel 2005 non c'erano alternative valide"

      i portatili con proXXXXXri power duravano il
      doppio dei portatili intelcerto... con prestazioni dimezzate però... ti rammento che per i portatili non è andati oltre il G4
      per prestazioni pure si sarebbe potuti passare ad
      altre architetture, per esempio l'architettura
      sparc è aperta e il 2005 è l'anno se non erro del
      T1 e del IV+ una modifica al progetto e ottieni
      un proXXXXXre a basso consumo e di buone prestazionisparc avrebbe avuto ben altri costi e ben altri problemi di transizione: a quanto ne so è un'ipotesi che venne anche presa in considerazione, ma poi fu scartata... considera inoltre che non esistono nemmeno ora degli sparc adatti al settore mobile, e (così com'è stato con IBM e Motorola) non è detto che sun avrebbe seguito le volontà di Apple, che con Intel si è invece affidata ad una roadmap ben precisa.
  • collione scrive:
    Ufficiale!!!!
    I macfan sono come i fanatici religiosi http://www.osnews.com/story/24761/OS_Devotees_as_Religious_Supplicants :D
  • attonito scrive:
    e bravo Galimba
    Una volta tanto, ci hai risparmiato il solito articolo di lodi sperticate ad Apple e ti sei limitato ad un un articolo leggibile fino alla fine. Bene.
    • hermanhesse scrive:
      Re: e bravo Galimba
      A me pare che Galimberti faccia sempre (o quasi) articoli interessanti. Il fatto che poi qualcuno non riesca ad accettare che i prodotti Apple funzionino bene (e quindi piacciono), o che Apple da diversi anni sia l'azienda con le migliori performance sotto ogni punto di vista, è un altro discorso.
      • acid junkie s scrive:
        Re: e bravo Galimba
        Sei riuscito a scrivere un post su Apple senza scrivere la parola macachi o applecorinati.Mi hai stupito :)
      • Fiber scrive:
        Re: e bravo Galimba
        - Scritto da: hermanhesse
        A me pare che Galimberti faccia sempre (o quasi)
        articoli interessanti.

        Il fatto che poi qualcuno non riesca ad accettare
        che i prodotti Apple funzionino bene (e quindi
        piacciono), o che Apple da diversi anni sia
        l'azienda con le migliori performance sotto ogni
        punto di vista, è un altro
        discorso.migliori performances per vendere cosa?i giocattoli iPac, iPhone Ipod alla massa con top downloiad da App store i giochinisu questi hai ragione
        • Ma va la scrive:
          Re: e bravo Galimba
          Niente argomenti eh
          • Fiber scrive:
            Re: e bravo Galimba
            - Scritto da: Ma va la
            Niente argomenti ehto, prendi gli "argomenti" che ti piacciono tanto..http://www.melablog.it/post/13841/a-cosa-serve-lipad-a-giocare-e-lipod-touch-purehttp://blog.libero.it/melamenteassorto/10088526.html?ssonc=553102188[img]http://i1120.photobucket.com/albums/l489/MacRaiser/Distimo-Jan2011-USA-iOS-free.jpg[/img][img]http://i1120.photobucket.com/albums/l489/MacRaiser/Distimo-Jan2011-USA-iOS-paid.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 maggio 2011 17.00-----------------------------------------------------------
      • hermanhesse scrive:
        Re: e bravo Galimba
        A me pare che usi il mio nick, e secondo me è esattamente il contrario di quello che dici tu.
  • informo scrive:
    Niente speculazioni
    Ricordiamo a tutti i lettori che la politica di Punto Informatica è di raccontare fatti documentati, non rumors o ipotesi sul nulla (Luca Annunziata).C.V.D.
  • Steve Robinson Hakkabee scrive:
    Ecco la prova scientifica che...
    gli applefan hanno problemi:http://www.digitaltrends.com/computing/apple-causes-religious-reaction-in-brains-of-fans-say-neuroscientists/Adesso è dimostrato scientificamente. INCONFUTABILMENTE!
    • bertuccia scrive:
      Re: Ecco la prova scientifica che...
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee

      gli applefan hanno problemi:
      http://www.digitaltrends.com/computing/apple-cause
      Adesso è dimostrato scientificamente.
      INCONFUTABILMENTE!mmmm bene bene, a quanto pare qualcuno ha ficcanasato dove non doveva...non preoccuparti Mr. Anderson, stiamo già venendo a prenderti.resistere è inutile
  • BimboG scrive:
    Bootcamp & C
    cambiando CPU non sarà certo possibile o facile mantenere la compatibilità con windows a livello di bootcamp o di virtualizzazione.Credo che Apple dovrà fare anche i conti con questa esigenza.Gli utenti che usano windows sul mac non sono certo pochi anzi...
    • sadness with you scrive:
      Re: Bootcamp & C
      - Scritto da: BimboG
      cambiando CPU non sarà certo possibile o facile
      mantenere la compatibilità con windows a livello
      di bootcamp o di virtualizzazione.Se è vero che anche Windows 8 girerà su ARM, non vedo il problema
      Credo che Apple dovrà fare anche i conti con
      questa esigenza.Non credo si faccia troppi problemi in tal senso
      Gli utenti che usano windows sul mac non sono
      certo pochi
      anzi...sarà...
      • Sgabbio scrive:
        Re: Bootcamp & C
        - Scritto da: sadness with you

        Se è vero che anche Windows 8 girerà su ARM, non
        vedo il
        problemaWindows xp, vista e 7 non ci girano su arm...
        • sadness with you scrive:
          Re: Bootcamp & C
          - Scritto da: Sgabbio

          Se è vero che anche Windows 8 girerà su ARM, non

          vedo il problema

          Windows xp, vista e 7 non ci girano su arm...tra 4, 5, 6 anni, XP sarà fuori dai giochi, vista non se l'è filato nessuno, e ciò che gira su 7 girerà anche su 8
          • Nonriescoa Fareillogi n scrive:
            Re: Bootcamp & C
            - Scritto da: sadness with you
            tra 4, 5, 6 anni, XP sarà fuori dai giochi, vista
            non se l'è filato nessuno, e ciò che gira su 7
            girerà anche su
            8La maggior parte delle macchine delle grandi aziende è ancora XP, per il software non compatibile con null'altro. Peggio, vedo ancora in giro molti, molti Win2k.E ai ben pagati consulenti di cotali aziende piacciono un sacco i MacBook.Ci vorranno anni e anni per cambiare le cose...
      • Anonymous scrive:
        Re: Bootcamp & C

        Se è vero che anche Windows 8 girerà su ARM, non
        vedo il
        problema
        La gente è entusiasta di Seven, così come lo era di XP.Seven uscirà di scena verso il 2018/2020, a meno di mirabolanti accadimenti.
        • sadness with you scrive:
          Re: Bootcamp & C
          - Scritto da: Anonymous

          Se è vero che anche Windows 8 girerà su ARM, non

          vedo il

          problema



          La gente è entusiasta di Seven, così come lo era
          di XP.le statistiche vogliono XP ancora in stragrande maggioranza
          Seven uscirà di scena verso il 2018/2020, a meno
          di mirabolanti accadimenti.non credo sia un problema
      • Rover scrive:
        Re: Bootcamp & C
        Usa autocad sul mac, se sei capace e se ti soddisfa.Con Office va un po' meglio (MS non si può sXXXXXXXre più di tanto), ma quel che basta.Devo proseguire?
    • curaro scrive:
      Re: Bootcamp & C
      esiste anche la possibilità di usare wmware fusion. A meno che i proXXXXXri arm non riescano a supportare la virtualizzazione.
      • BimboG scrive:
        Re: Bootcamp & C
        - Scritto da: curaro
        esiste anche la possibilità di usare wmware
        fusion.E' quello che uso anche io.Ma Fusion virtualizza il PC usando il sistema di virtualizzazione delle CPU intel. A meno che i proXXXXXri arm non riescano
        a supportare la
        virtualizzazione.Non credo possa funzionare anche con ARM con le stesse performance.Non sarebbe piu vitualizzazione ma emulazione.
      • ESX scrive:
        Re: Bootcamp & C
        Virtualizzazione != Emulazione
        • BimboG scrive:
          Re: Bootcamp & C
          - Scritto da: ESX
          Virtualizzazione != EmulazioneEsatto. E' quello che ho scritto, passando ad ARM per utilizzare Windows cosi come lo conosciamo ora servirebbe una emulazione.Se Windows 8 dovesse girare su ARM il discorso sarebbe del tutto diverso.Rimane cmq il dubbio delle applicazioni, quante sarebbero convertite per la versione ARM ?
          • sadness with you scrive:
            Re: Bootcamp & C
            - Scritto da: BimboG
            Se Windows 8 dovesse girare su ARM il discorso
            sarebbe del tutto diverso.MS ha già detto che sarà così, e mi pare abbia già fatto delle demo
            Rimane cmq il dubbio delle applicazioni, quante
            sarebbero convertite per la versione ARM ?Quando si passò da PPC ad Intel avevi lo stesso dubbio?Apple preparò una nuova versione di Xcode dove bastava un checkbox per compilare su entrambe le architetture. Ovvio che per alcuni programmi molto ottimizzati, le chiamate specifiche a certe funzioni del proXXXXXre andavano riviste, non dico che sia un lavoro facile, ma nemmeno impossibile... tantopiù se il livello di programmazione si astrae sempre più verso l'alto, cosa che sta cercando di fare Apple fornendo strumenti come OpenCL e GrandCentral, che permettono di migliorare le prestazioni senza preoccuparsi di "cosa c'è sotto". Parallelamente fornì "Rosetta" agli utenti per far girare sulle macchine Intel le applicazioni PPC (seppur con qualche limite).Se Apple passerà ad ARM, seguirà una via simile...
          • ESX scrive:
            Re: Bootcamp & C
            E io speravo tornassero all'architettura Power
      • Darwin scrive:
        Re: Bootcamp & C
        - Scritto da: curaro
        esiste anche la possibilità di usare wmware
        fusion. A meno che i proXXXXXri arm non riescano
        a supportare la
        virtualizzazione.Non puoi usare un software per la virtualizzazione per emulare una CPU.Devi usare software come QEMU.
    • collione scrive:
      Re: Bootcamp & C
      - Scritto da: BimboG
      Gli utenti che usano windows sul mac non sono
      certo pochi
      anzi...questa è la battuta più bella del giornodati a riguardo? no perchè gli unici dati oggettivi parlano di una diffusione di macos a scapito di windows, quindi mi sa che chi compra un mac non lo fa per installarci in dualboot windows ma per togliersi quest'ultimo dalle scatole
      • eStremo scrive:
        Re: Bootcamp & C
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: BimboG


        Gli utenti che usano windows sul mac non sono

        certo pochi

        anzi...

        questa è la battuta più bella del giorno

        dati a riguardo? no perchè gli unici dati
        oggettivi parlano di una diffusione di macos a
        scapito di windows, quindi mi sa che chi compra
        un mac non lo fa per installarci in dualboot
        windows ma per togliersi quest'ultimo dalle
        scatoleNeanche 100 milioni di utenti a fronte di 1 miliardo e 200 milioni di utenti, fatti un pochino il confronto
        • sadness with you scrive:
          Re: Bootcamp & C
          rileggi e riprova... sarai più fortunato....
        • collione scrive:
          Re: Bootcamp & C
          si ok, ma l'amico sopra ha detto che la maggior parte dei possessori di mac installano windowsquesta è una baggianata colossalese voglio windows non vado a comprarmi un mac che costa il doppio di un pc
          • Santo Subito scrive:
            Re: Bootcamp & C
            oppure usi il pc in modo da sfruttare a seconda delle esigenze killer applciation di MAc e programmi indispensabili che girano praticamente solo sotto windows (3d studio, maya, e nonostante la versione per mac, anche autocad per windows gira meglio... software per il GIS, la suite di office -la versione per mac è una mezza truffa- le suite Corel...)Tutti quelli che hanno un Mac che conosco, bootcamp lo usano eccome, ma saranno dei poveri sfigati
          • collione scrive:
            Re: Bootcamp & C
            killer app di mac? e quali sarebbero? tutti i vari photoshop e compagnia esistono pure su windowsio non dico che non ci sia gente che usa bootcamp ma di certo non sono la maggioranza degli utenti mac
          • Rover scrive:
            Re: Bootcamp & C
            LO installano perchè alcuni sw per mac non esistono.E l'emulazione è un'emerita barzelletta.QUindi usano mac con os e in caso di necessità fanno reboot su WIndows.So di venditori apple, soprattutto in città universitarie, che per invogliare anche gli studenti di facoltà tecniche, con meno di 2000 Euro ti danno un macbook pro da 15" + windows xp + autocad. Come sono buoni e gentili!!
          • mmm scrive:
            Re: Bootcamp & C
            - Scritto da: collione
            si ok, ma l'amico sopra ha detto che la maggior
            parte dei possessori di mac installano
            windows

            questa è una baggianata colossale

            se voglio windows non vado a comprarmi un mac che
            costa il doppio di un
            pcsbagliato ! mi compro un macbook perche' sono portatili dannatamente belli, costruiti bene, con un trackpad che e' una goduria da usare (altro che acer, asus e compagnia bella); ci puoi mettere win in dual boot per vari motivi, per esempio: - office per mac fa schifo (su win e' mooolto meglio) e non so usare iworks- applicativi custom aziendali solo per win, vmware fusion o parallels desktop per un utente un po' imbranato possono causare dei problemi- ho un mac pro (con vga decente) e quando ho tempo libero voglio fare una partitina a qualche giochillo solo per winetc...
      • Shiba scrive:
        Re: Bootcamp & C
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: BimboG


        Gli utenti che usano windows sul mac non sono

        certo pochi

        anzi...

        questa è la battuta più bella del giorno

        dati a riguardo? no perchè gli unici dati
        oggettivi parlano di una diffusione di macos a
        scapito di windows, quindi mi sa che chi compra
        un mac non lo fa per installarci in dualboot
        windows ma per togliersi quest'ultimo dalle
        scatoleOddio, all'università con me ne vedo parecchi di quelli col MacBook che hanno anche winxp sopra, per farci cosa poi non l'ho mai capito.
        • collione scrive:
          Re: Bootcamp & C
          all'università è plausibile, ovvero gli smanettoni devono fare i fighi e aggiungere l'ultima chiccadi sicuro usano bootcamp per far vedere che loro possono installare pure windows su mac
  • MacBoy scrive:
    Un proXXXXXre non esclude un altro
    Con i compilatori LLVM orami maturi per Apple mantenere contemporaneamente architetture differenti non comporterebbe alcun problema. Basta che le applicazioni vengano distribuite in bitcode e quindi compilate JIT (Just In Time) sulle diverse macchine. Potrebbe farlo anche domani.Certo i computer con proXXXXXre ARM perderebbero la compatibilità con i software oggi presenti, ma è un problema molto minore che in passato. La vera transizione è avvenuta al passaggio del proXXXXXre Intel e dei 64bit quando Apple ha COSTRETTO gli sviluppatori a utilizzare finalmente ed esclusivamente Xcode e API Cocoa per lo sviluppo. Per tutte le applicazioni sviluppate in questo modo (e orami sono pressoché la totalità) avere una versione ARM o BitCode sarebbe solo questione di un Click su un pannello di Xcode e una ricompilata.
    • pippO scrive:
      Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
      - Scritto da: MacBoy
      Con i compilatori LLVM orami maturi per Apple
      mantenere contemporaneamente architetture
      differenti non comporterebbe alcun problema.

      Basta che le applicazioni vengano distribuite in
      bitcode e quindi compilate JIT (Just In Time)
      sulle diverse macchine. Potrebbe farlo anche
      domani.
      E poi piangere, dato che le tipiche applicazioni per mac (grafica e multimedia) sono quelle che più hanno bisogno di spremere ogni ciclo macchina dalla cpu...
      • MacBoy scrive:
        Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
        - Scritto da: pippO
        E poi piangere, dato che le tipiche applicazioni
        per mac (grafica e multimedia) sono quelle che
        più hanno bisogno di spremere ogni ciclo macchina
        dalla cpu...Per grafica e multimedia ormai si usano le GPU.Vedi CoreImage, OpenCL, ecc.
        • pippO scrive:
          Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
          - Scritto da: MacBoy
          - Scritto da: pippO

          E poi piangere, dato che le tipiche applicazioni

          per mac (grafica e multimedia) sono quelle che

          più hanno bisogno di spremere ogni ciclo
          macchina

          dalla cpu...

          Per grafica e multimedia ormai si usano le GPU.
          Vedi CoreImage, OpenCL, ecc.Di bene in meglio: sono tutte incompatibili fra di loro.P.S. per l'audio ancora NO
    • sadness with you scrive:
      Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
      sogni
    • mcguolo scrive:
      Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
      - Scritto da: MacBoy
      Basta che le applicazioni vengano distribuite in
      bitcode e quindi compilate JIT (Just In Time)
      sulle diverse macchine.Dubito che il bytecode potrebbe essere una soluzione ottimale. Da che mondo è mondo il bytecode porta dei limiti intrinsechi (il dover girare in una vm, il non diretto acXXXXX alle risorse, ecc...) che ne inficiano le prestazioni in ambiti come quello grafico, ad esempio, e i jit compiler introducono comunque un overhead in esecuzione. Dopotutto il jit compiling è una soluzione ad un problema. Se il problema non ci fosse sarebbe comunque meglio!
    • collione scrive:
      Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
      in parte è vero anche se bisognerà fare i conti con quella minoranza di software sviluppati in altro modoapple è dichiaratamente orientata alla creazione di un framework di compilazione jit e aot che permetta una totale trasparenza rispetto all'architettura, altrimenti non si spiega perchè pompa milioni di dollari in llvmllvm non è una questione solo del sistema operativo ma tocca tutti i programmi sviluppati con xcode, quindi se si può ricompilare l'os facilmente, lo si può altrettanto facilmente per le applicazionie non c'è nemmeno bisogno di sacrificare le performance, perchè uno dei compiti principali di llvm è proprio l'ottimizzazione del compilato aot ( cioè i binari nativi )llvm è usato incidentalmente come framework per costruire compilatori jit ma la sua funzione principale riguarda la compilazione aottradotto un programmatore mac può aprire il suo progetto in xcode, settare arm e ricompilare
      • pippO scrive:
        Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
        - Scritto da: collione
        tradotto un programmatore mac può aprire il suo
        progetto in xcode, settare arm e
        ricompilaree la differenza rispetto a gcc?
        • Darwin scrive:
          Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
          - Scritto da: pippO
          e la differenza rispetto a gcc?Che per cross-compilare per un'altra architettura non hai bisogno della toolchain adatta (come avviene su GCC).
          • pippO scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: pippO

            e la differenza rispetto a gcc?
            Che per cross-compilare per un'altra architettura
            non hai bisogno della toolchain adatta (come
            avviene su
            GCC).stiamo sempre parlando di apple vero?
          • Darwin scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            - Scritto da: pippO
            stiamo sempre parlando di apple vero?No, penso che riguardi il funzionamento di llvm in generale.Però non so dirti di più. Non conosco llvm.
        • MacBoy scrive:
          Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
          - Scritto da: pippO
          - Scritto da: collione

          tradotto un programmatore mac può aprire il suo

          progetto in xcode, settare arm e

          ricompilare
          e la differenza rispetto a gcc?La differenza è il codice intermedio, chiamato bitcode.LLVM è diviso in due parti: front-end e back-end.Il front-end del compilatore compila in un linguaggio macchina "virtuale" che è simile ad un proXXXXXre generico a 64 bit con molti registri. Da cui il nome "Low Level Virtual Machine" (LLVM).Il back-end del compilatore, quindi, "traduce" questo pseudo-codice nel codice macchina del proXXXXXre target. Non è un passo molto difficile (lento), la gran parte delle ottimizzazioni (e quindi del lavoro) sono state effettuate nello step precedente. Questa ultima compilazione può avvenire sia in modo statico (come oggi usa Apple) che JIT (Just-In-Time).Anche GCC compila in 2 step e ha un codice intermedio, ma questo non è pensato come uso generale, ma è più una cosa interna sua. Invece molti linguaggi oggi compilano in bitcode, sfruttando poi il back-end dell'LLVM (molto efficiente) per avere codice nativo su vari proXXXXXri. Il backend può essere specifico per varie versioni dello stesso proXXXXXre. Es. Pentium o CoreDuo, ecc. Quindi potenzialmente il JIT sarebbe una soluzione MIGLIORE in generale, perché il codice sarebbe compilato con le ottimizzazioni del proXXXXXre specifico.Credo siano possibili anche sistemi di caching (cioè il JIT fa il lavoro la prima volta e poi il codice rimane su disco nativo). Insomma il sistema è molto versatile e potente.
          • Darwin scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            - Scritto da: MacBoy
            La differenza è il codice intermedio, chiamato
            bitcode.

            LLVM è diviso in due parti: front-end e back-end.
            Il front-end del compilatore compila in un
            linguaggio macchina "virtuale" che è simile ad un
            proXXXXXre generico a 64 bit con molti registri.
            Da cui il nome "Low Level Virtual Machine"
            (LLVM).

            Il back-end del compilatore, quindi, "traduce"
            questo pseudo-codice nel codice macchina del
            proXXXXXre target. Non è un passo molto difficile
            (lento), la gran parte delle ottimizzazioni (e
            quindi del lavoro) sono state effettuate nello
            step precedente. Questa ultima compilazione può
            avvenire sia in modo statico (come oggi usa
            Apple) che JIT
            (Just-In-Time).Da ciò che descrivi il funzionamento è simile al CLR del framework .NET.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 maggio 2011 19.41-----------------------------------------------------------
          • MacBoy scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            - Scritto da: Darwin
            Da ciò che descrivi il funzionamento è simile al
            CLR del framework
            .NET.No.CLR e .NET richiedono linguaggi specifici (o adattamenti di linguaggi generici, che quindi non sono più standard) e soprattutto una MACCHINA VIRTUALE.Le applicazioni compilate con LLVM girano nel sistema NATIVO.
          • collione scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            .net è pensato per ottimizzazioni ad alto livello ( a livello di linguaggio ), llvm agisce a livello macchinaa prima vista potrà sembrare banale ma permette cose tipo la specializzazione del codice nativo, cioè ottimizzo in base alle reali istruzioni che andrò ad eseguire ( problema che nasce a causa dei branch ).net non avendo nessuna informazione di basso livello è impossibilitato ad eseguire ottimizzazioni del genere
          • Darwin scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            - Scritto da: collione
            a prima vista potrà sembrare banale ma permette
            cose tipo la specializzazione del codice nativo,
            cioè ottimizzo in base alle reali istruzioni che
            andrò ad eseguire ( problema che nasce a causa
            dei branch
            )
            .net non avendo nessuna informazione di basso
            livello è impossibilitato ad eseguire
            ottimizzazioni del
            genereInteressante, mi dovrò documentare in proposito.PS: Nel thread su Chromebook ti ho postato un qualcosa di veramente sorprendente: un emulatore 80486 fatto girare in un browser con javascript.Ti posto il link al thread. Provalo, è incredible ;)http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3160151&m=3166584#p3166584-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 maggio 2011 00.32-----------------------------------------------------------
          • collione scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            l'emulatore di Bellard, quel tizio è assurdo :Dcerto che riuscire a far girare un kernel emulato a quella velocità sotto javascript è un'impresa non da poco
          • Darwin scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            - Scritto da: collione
            l'emulatore di Bellard, quel tizio è assurdo :D

            certo che riuscire a far girare un kernel emulato
            a quella velocità sotto javascript è un'impresa
            non da
            pocofosse solo il kernel :DOltre a quello ci ha inserito gcc, vi, emacs e altro.Praticamente ha creato un mini distro :DÈ un autentico genio!
          • collione scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            - Scritto da: MacBoy
            La differenza è il codice intermedio, chiamato
            bitcode.
            vero
            LLVM è diviso in due parti: front-end e back-end.
            Il front-end del compilatore compila in un
            linguaggio macchina "virtuale" che è simile ad un
            proXXXXXre generico a 64 bit con molti registri.
            Da cui il nome "Low Level Virtual Machine"
            (LLVM).beh no i frontend convertono il sorgente in assembly proprio come avviene con gcci backend si occupano di assemblare il codice assembly e poi fare tutto l'ambaradan successivo
            Anche GCC compila in 2 step e ha un codice
            intermedio, ma questo non è pensato come uso
            generale, ma è più una cosa interna sua. Invecellvm ha avuto l'accortezza di rendere il bytecode molto ricco di metadati, cosa che gcc non fama gcc non è stato pensato per sfruttare il bytecode per le ottimizzazioni, men che meno per la compilazione jitonestamente pure llvm non è nato come compilatore jit, almeno negli scritti di Lattner non si parla mai approfonditamente di questo aspettoinfatti è stata altra gente a dire "ehi, visto che può farlo perchè non usarlo per questo?"sono nati un mare di progetti che sfruttano questa capacità, tipo gallium-llvm e lightspark
            proXXXXXri. Il backend può essere specifico per
            varie versioni dello stesso proXXXXXre. Es.
            Pentium o CoreDuo, ecc. Quindi potenzialmente il
            JIT sarebbe una soluzione MIGLIORE in generale,
            perché il codice sarebbe compilato con le
            ottimizzazioni del proXXXXXre
            specifico.
            in teoria si, poi dipende dalla situazionesu un ipad è decisamente fuori luogo :D
            Credo siano possibili anche sistemi di caching
            (cioè il JIT fa il lavoro la prima volta e poi il
            codice rimane su disco nativo). Insomma il
            sistema è molto versatile e
            potente.si, llvm possiede una cache per il codice nativo
          • MacBoy scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            - Scritto da: collione

            proXXXXXre generico a 64 bit con molti registri.

            Da cui il nome "Low Level Virtual Machine"

            (LLVM).

            beh no i frontend convertono il sorgente in
            assembly proprio come avviene con
            gccE' un assembly di un proXXXXXre "virtuale". Non del proXXXXXre target (da cui LLVM).
          • collione scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            ovviamente, è quello il bello di llvm
        • collione scrive:
          Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
          - Scritto da: pippO
          - Scritto da: collione

          tradotto un programmatore mac può aprire il suo

          progetto in xcode, settare arm e

          ricompilare
          e la differenza rispetto a gcc?guarda, per ora se la giocano veramente alla parillvm ha il vantaggio di essere pensato per le ottimizzazioni estreme, da lì nasce pure la necessità di avere un bytecode ricco di metadati da usare per ottimizzazioni in fasi di compilazione e di linkinggcc però è più performante su x86, in particolare, ma llvm migliora molto velocementellvm ha poi il vantaggio di avere una codebase più pulita e un'architettura molto modulare, quindi evolve velocementeil punto è che lato apple ormai è llvm il compilatore ufficiale, per cui bisognerà aspettarsi prima o poi una rottura col mondo gcc
          • pippO scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: pippO

            - Scritto da: collione


            tradotto un programmatore mac può aprire il
            suo


            progetto in xcode, settare arm e


            ricompilare

            e la differenza rispetto a gcc?

            guarda, per ora se la giocano veramente alla pari

            llvm ha il vantaggio di essere pensato per le
            ottimizzazioni estreme, da lì nasce pure la
            necessità di avere un bytecode ricco di metadati
            da usare per ottimizzazioni in fasi di
            compilazione e di
            linkingma un'applicazione grossa tipo che so un browser, quante ore devo aspettare prima che parta?
            gcc però è più performante su x86, in
            particolare, ma llvm migliora molto
            velocementestrano ;)
          • collione scrive:
            Re: Un proXXXXXre non esclude un altro
            - Scritto da: pippO
            ma un'applicazione grossa tipo che so un browser,
            quante ore devo aspettare prima che
            parta?
            a parte che la compilazione jit oggi è velocissima, ma nessuno userebbe llvm in modalità jit per un browsermacos è compilato con llvm eppure è compilato aot non certo jit


            gcc però è più performante su x86, in

            particolare, ma llvm migliora molto

            velocemente

            strano ;)non è strano se si considera quanto tempo è stato speso per ottimizzare gcc su x86, peccato che l'abbiano fatto solo su x86la cosa ridicola è che su arm o usi gcc o uno degli strani compilatori a pagamento di arm, ovviamente moltissima gente usa gcc perdendo un bel pò di prestazioni
  • banca scrive:
    in effetti
    anche ui lo pensanohttp://www.appuntidigitali.it/15709/apple-e-i-proXXXXXri-non-e-amore-eterno/
  • Enjoy with Us scrive:
    Vediamo se è la volta buona!
    magari apple riesce ad abbandonare il settore dei PC, almeno quello professionale, così si può dedicare meglio a tablet e smartphone.Gli è andata male all'epoca del power PC per sopravvivere ha dovuto prima implementare il bus di sistema, poi i proXXXXXri intel, non vi ricordate che le schede grafiche per apple erano di almeno una generazione più vecchia di quella della controparte PC?Poi gli utenti non hanno avuti problemi... ha ha ha, con programmi che giravano più lentamente su proXXXXXri nettamente più veloci (quelli intel rispetto ai power pc), figuriamoci un passaggio al contrario, da proXXXXXri più prestanti a più lenti... sarà tutta da ridere.
    • ruppolo scrive:
      Re: Vediamo se è la volta buona!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      magari apple riesce ad abbandonare il settore dei
      PC, almeno quello professionale, così si può
      dedicare meglio a tablet e
      smartphone.Apple, i settori, li crea.
      Gli è andata male all'epoca del power PC per
      sopravvivere ha dovuto prima implementare il bus
      di sistema, poi i proXXXXXri intel, non vi
      ricordate che le schede grafiche per apple erano
      di almeno una generazione più vecchia di quella
      della controparte
      PC?E questo avrebbe comportato qualche problema?
      Poi gli utenti non hanno avuti problemi... ha ha
      ha, con programmi che giravano più lentamente su
      proXXXXXri nettamente più veloci (quelli intel
      rispetto ai power pc), figuriamoci un passaggio
      al contrario, da proXXXXXri più prestanti a più
      lenti... sarà tutta da
      ridere.La velocità non è mai stata un problema. Se mai i problemi sono quando esce uno schermo blu e perdi tutte le modifiche al documento su cui stavi lavorando. Sto parlando della tipica instabilità dei PC.Quelli, sono problemi.In ogni Apple ha dimostrato di poter andare in qualsiasi direzione, mentre i PC hanno dimostrato di non potersi spostare di un millimetro, incatenati come come sono a x86 e Windows. Una simbiosi che li porterà verso l'oblio.
      • Solomon scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        Guarda che settore ha creato per tehttp://www.pixelorchestra.net/blog/uploaded_images/creative-coffin-iphone-bare-704425.jpg
      • Jack Rackham scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        - Scritto da: ruppolo
        La velocità non è mai stata un problema. Se mai i
        problemi sono quando esce uno schermo blu e perdi
        tutte le modifiche al documento su cui stavi
        lavorando. Sto parlando della tipica instabilità
        dei PC.
        Quelli, sono problemi.Anche questi sono dei problemi... Mi sa che qui qualcuno è rimasto a Windows 98... Soprattutto, ma se tu usi Apple pure per cucinare, come fai a parlare di Windows? Per sentito dire?[img]http://www.wirelust.com/img/blog/20071031/osx_kernel_panic.jpg[/img]
        Una simbiosi che li porterà verso l'oblio.Si, si, certo... Sta storia la sento ripetere da quando uscì OSX... Parliamone quando OSX sarà uscito dal suo 10%... Ma non ti preoccupare, quando succederà sia io che te saremo passati a miglior vita...--JackRackham
      • Steve Robinson Hakkabee scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!

        incatenati come come sono a x86 La tecnologia che fa andare avanti desktop e servers dell'intero pianeta su 3 sis.op. (win osx e linux) senza problemi? con grande stabilità (ormai persino su win)?con arm è un salto nel buio, auguri alla apple.
        • Ma va la scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          Previsione basata su quali fondi di caffé?
        • ruppolo scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          Li fa andare avanti? Si, come una carretta che si ferma ogni momento.
          • Darwin scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: ruppolo
            Li fa andare avanti? Si, come una carretta che si
            ferma ogni
            momento.Scusami ma non ti capisco.Ma perchè ogni qual volta che Apple abbandona un settore (o magari ne ha solo l'intenzione), tu ci spari mer*a?Non ti viene in mente che forse il mercato di Apple è semplicemente diverso da quello di altre aziende?Sono sicuro che tu stesso sarai il primo a buttare mer*a su ARM qualora Apple non vorrà più avere niente a che fare con esso.
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            quindi per logica induttiva i mac x86 di adesso vanno male
          • mario mario scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            beh in effetti per qualche decina di euro in piu' di un mac ti fai un pc workstation linux della XXXXXXX o un pc windows da gioco dx11 con i controXXXXX...
      • Cthulhu scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        Rieccoti XXXXXXXX....
      • chinderdeli s scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        in ufficio attualmente ho 3 mac pro, un imac, un pc con win 7.In casa uso un notebook con debian , un altro con windows 7 e un netbook con slackware. Credo di conoscere abbastanza bene i sistemi operativi che uso e credo che ognuno di essi abbia dei pregi e dei difetti, il che li rende complementari tra loro.Ho sempre assegnato dei "compiti" diversi alle macchine che uso in modo da sfruttarne le potenzialità diverse. detto questo concordo sul fatto che la velocità è un fattore irrilevante se paragonato alla stabilità; credo anche però che microsoft abbia fatto NOTEVOLI passi avanti con win7 mentre mi ha infastidito l'appesantimento di osx negli anni.Se effettivamente Apple passasse integralmente ad Arm nel breve periodo ( il futuro non lo riesco a prevedere) credo che l'uscita di scena dal mercato Workstation sia ineluttabile e messo in conto dalla Apple stessa: d'altronde non credo di essere l'unico a pensare che Apple si sia reinventata più come produttrice di oggetti elettronici di largo consumo rispetto al settore professionale in cui eccelleva( non come diffusione ma come affidabilità) prima dell'avvento di osx e intel. che ne pensi?
      • Arci scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Enjoy with Us

        magari apple riesce ad abbandonare il settore
        dei

        PC, almeno quello professionale, così si può

        dedicare meglio a tablet e

        smartphone.

        Apple, i settori, li crea.non esageriamo, al limite vi unge di vasellina e i settori li slarga un po


        Gli è andata male all'epoca del power PC per

        sopravvivere ha dovuto prima implementare il bus

        di sistema, poi i proXXXXXri intel, non vi

        ricordate che le schede grafiche per apple erano

        di almeno una generazione più vecchia di quella

        della controparte

        PC?

        E questo avrebbe comportato qualche problema?non per te, non sai di cosa stai parlando per cui nessun problema.


        Poi gli utenti non hanno avuti problemi... ha ha

        ha, con programmi che giravano più lentamente su

        proXXXXXri nettamente più veloci (quelli intel

        rispetto ai power pc), figuriamoci un passaggio

        al contrario, da proXXXXXri più prestanti a più

        lenti... sarà tutta da

        ridere.

        La velocità non è mai stata un problema. Se mai i
        problemi sono quando esce uno schermo blu e perdi
        tutte le modifiche al documento su cui stavi
        lavorando. Sto parlando della tipica instabilità
        dei
        PC.
        Quelli, sono problemi.Esattamente come nei sistemi apple, solo che quelli apple sono piu lenti

        In ogni Apple ha dimostrato di poter andare in
        qualsiasi direzione, mentre i PC hanno dimostrato
        di non potersi spostare di un millimetro,
        incatenati come come sono a x86 e Windows. Una
        simbiosi che li porterà verso
        l'oblio.non è esattamente cosi, apple ha dimostrato che qualsiasi porcheria produca ci stanno gli scolinzolanti col guinzaglio come te che la seguono ovunque
      • Enjoy non loggato scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Enjoy with Us
        E questo avrebbe comportato qualche problema?
        beh a cavallo di fine secolo apple stava rischiando di fallire, qualche problemino lo hanno avuto direi!

        Poi gli utenti non hanno avuti problemi... ha ha

        ha, con programmi che giravano più lentamente su

        proXXXXXri nettamente più veloci (quelli intel

        rispetto ai power pc), figuriamoci un passaggio

        al contrario, da proXXXXXri più prestanti a più

        lenti... sarà tutta da

        ridere.

        La velocità non è mai stata un problema. Se mai i
        problemi sono quando esce uno schermo blu e perdi
        tutte le modifiche al documento su cui stavi
        lavorando. Sto parlando della tipica instabilità
        dei
        PC.Come no, mi ricordo all'epoca la gioia degli utenti apple di usare Photoshop x power Pc in emulazione su x86 che girava, da prove di riviste del settore, a velocità a parità di configurazione hardware con i PC inferiori almeno del 50%... la soluzione apple? migrate (pagando) alla nuova versione di photoshop, che di nuovo aveva solo l'ottimizzazione per gli x86... e questo è solo uno dei tanti esempi...
        Quelli, sono problemi.
        Eh beh certo invece metterci il doppio a fare un rendering o un filmato o ad applicare un filtro sono sciocchezze!
        In ogni Apple ha dimostrato di poter andare in
        qualsiasi direzione, mentre i PC hanno dimostrato
        di non potersi spostare di un millimetro,
        incatenati come come sono a x86 e Windows. Una
        simbiosi che li porterà verso
        l'oblio.Mah fino ad oggi i PC hanno dimostrato una longevità ed una retrocompatibilità quasi assoluta, su un moderno i7 con Windows 7 o Xp puoi far girare anche vecchi programmi per Ms Dos scritti negli anni 80, Ancor oggi puoi trovare degli adattatori per usare vecchie schede isa, cosa interessante in ambito industriale e dulcis in fundo i PC sono l'oltre 90% del totale mentre apple se arriva al 9% è grasso che cola. Il futuro certo vedrà delle novità sono convinto che i tablet rivisti nel SO possano sostituire un portatile in olte occasioni, ma dubito che in tale mercato apple alla fine riuscirà a tenersi più del 10%.... visto quello che sta succedendo con gli smartphone!
        • Ma va la scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          Shakerate di XXXXXXcce e via il solito post di Enjoy.
        • sadness with you scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          - Scritto da: Enjoy non loggato

          E questo avrebbe comportato qualche problema?

          beh a cavallo di fine secolo apple stava
          rischiando di fallire, qualche problemino lo
          hanno avuto direi!Peccato che "a cavallo di fine secolo" (ma in realtà era un po' prima) si parla di un'altra Apple, senza Jobs, senza MacOSX e senza Intel: stai mischiando le cose a casaccio

          La velocità non è mai stata un problema. Se mai i

          problemi sono quando esce uno schermo blu e perdi

          tutte le modifiche al documento su cui stavi

          lavorando. Sto parlando della tipica instabilità

          dei PC.

          Come no, mi ricordo all'epoca la gioia degli
          utenti apple di usare Photoshop x power Pc in
          emulazione su x86 che girava, da prove di riviste
          del settore, a velocità a parità di
          configurazione hardware con i PC inferiori almeno
          del 50%... la soluzione apple? migrate (pagando)
          alla nuova versione di photoshop, che di nuovo
          aveva solo l'ottimizzazione per gli x86... e
          questo è solo uno dei tanti esempi...Bullshit
          Eh beh certo invece metterci il doppio a fare un
          rendering o un filmato o ad applicare un filtro
          sono sciocchezze!di cosa stai parlando? farnetichi mica male...

          In ogni Apple ha dimostrato di poter andare in

          qualsiasi direzione, mentre i PC hanno dimostrato

          di non potersi spostare di un millimetro,

          incatenati come come sono a x86 e Windows. Una

          simbiosi che li porterà verso l'oblio.

          Mah fino ad oggi i PC hanno dimostrato una
          longevità ed una retrocompatibilità quasi
          assoluta, su un moderno i7 con Windows 7 o Xp
          puoi far girare anche vecchi programmi per Ms Dos
          scritti negli anni 80, appunto: continuate a guardare indietro...
          Ancor oggi puoi trovare
          degli adattatori per usare vecchie schede isa,
          cosa interessante in ambito industriale e dulcis
          in fundo i PC sono l'oltre 90% del totale mentre
          apple se arriva al 9% è grasso che cola. quindi?iPad rappresenta l'80% dei tablet venduti, ma scommetto che il parallelo non lo fai, perché non ti fa comodo...
          Il futuro certo vedrà delle novità sono convinto che
          i tablet rivisti nel SO possano sostituire un
          portatile in molte occasioni, ma dubito che in
          tale mercato apple alla fine riuscirà a tenersi
          più del 10%.... visto quello che sta succedendo
          con gli smartphone!e cosa starebbe succedendo? vuoi ridicolizzarti parlando di MS-Nokia o vuoi stare sul banale parlando di Android?
      • Ruttolo scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        - Scritto da: ruppolo
        La velocità non è mai stata un problema. Se mai i
        problemi sono quando esce uno schermo blu e perdi
        tutte le modifiche al documento su cui stavi
        lavorando. Sto parlando della tipica instabilità
        dei
        PC.
        Quelli, sono problemi.Non lavori con i sistemi Windows, non sai cos'è in realtà uno Stop Error (ma se vuoi ti segnalo i kernel panic della Mela http://www.macitynet.it/forum/speciale-snow-leopard-mac-os-x-10-6/114106-kernel-panic-mac-os-x-10-6-5-a.html ), quindi per favore, lascia stare...

        In ogni Apple ha dimostrato di poter andare in
        qualsiasi direzione, mentre i PC hanno dimostrato
        di non potersi spostare di un millimetro,
        incatenati come come sono a x86 e Windows. Una
        simbiosi che li porterà verso
        l'oblio.Hai ragione, la staticità del mondo PC/Windows è sicuramente un limite, imposto/voluto dalle aziende produttrici (Intel/Microsoft e accoliti) ma anche dai clienti di classe Enterprise, che non possono permettersi di buttare nel XXXXX anni di investimenti soltanto perchè un Jobs qualsiasi cambia idea ogni mattina.Infatti il mondo consumer è Apple, quello enterprise no.Ma da come stanno picchiando Ballmer (http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=14966&numero=999), magari finalmente cambiano anche di là :)
    • sadness with you scrive:
      Re: Vediamo se è la volta buona!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      magari apple riesce ad abbandonare il settore dei
      PC, almeno quello professionale, così si può
      dedicare meglio a tablet e smartphone.Tu si che hai capito tutto eh...?(as usual)
      Gli è andata male all'epoca del power PC per
      sopravvivere ha dovuto prima implementare il bus
      di sistema, poi i proXXXXXri intel, non vi
      ricordate che le schede grafiche per apple erano
      di almeno una generazione più vecchia di quella
      della controparte PC?
      Poi gli utenti non hanno avuti problemi... ha ha
      ha, con programmi che giravano più lentamente su
      proXXXXXri nettamente più veloci (quelli intel
      rispetto ai power pc), figuriamoci un passaggio
      al contrario, da proXXXXXri più prestanti a più
      lenti... sarà tutta da ridere.eggià... hai proprio capito tutto...
      • Arci scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        - Scritto da: sadness with you
        - Scritto da: Enjoy with Us

        magari apple riesce ad abbandonare il settore
        dei

        PC, almeno quello professionale, così si può

        dedicare meglio a tablet e smartphone.

        Tu si che hai capito tutto eh...?
        (as usual)


        Gli è andata male all'epoca del power PC per

        sopravvivere ha dovuto prima implementare il bus

        di sistema, poi i proXXXXXri intel, non vi

        ricordate che le schede grafiche per apple erano

        di almeno una generazione più vecchia di quella

        della controparte PC?

        Poi gli utenti non hanno avuti problemi... ha ha

        ha, con programmi che giravano più lentamente su

        proXXXXXri nettamente più veloci (quelli intel

        rispetto ai power pc), figuriamoci un passaggio

        al contrario, da proXXXXXri più prestanti a più

        lenti... sarà tutta da ridere.

        eggià... hai proprio capito tutto...tu hai capito qualcosa o proprio nulla?
    • Ma va la scrive:
      Re: Vediamo se è la volta buona!
      Il festival del pressapochismo...e dov'è la novità?
      • mcguolo scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        - Scritto da: Ma va la
        Il festival del pressapochismo...e dov'è la
        novità?Dai commenti su p-i ti aspettavi qualcosa di diverso? :D
        • Ma va la scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          Non è un problema comune a tutti i commenti su PI, ma una costante dei commenti di EnjoyIlCa@@aro
    • non fumo non bevo e non dico parolacce scrive:
      Re: Vediamo se è la volta buona!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      magari apple riesce ad abbandonare il settore dei
      PC, almeno quello professionale, così si può
      dedicare meglio a tablet e
      smartphone.
      Gli è andata male all'epoca del power PC per
      sopravvivere ha dovuto prima implementare il bus
      di sistema, poi i proXXXXXri intel, non vi
      ricordate che le schede grafiche per apple erano
      di almeno una generazione più vecchia di quella
      della controparte
      PC?
      Poi gli utenti non hanno avuti problemi... ha ha
      ha, con programmi che giravano più lentamente su
      proXXXXXri nettamente più veloci (quelli intel
      rispetto ai power pc), figuriamoci un passaggio
      al contrario, da proXXXXXri più prestanti a più
      lenti... sarà tutta da
      ridere.Scusa, non vorrei sembrare troppo di parte ma, tra un Mac e un PC c'è la differenza che ci può essere tra una Ferrari e una fiat uno del 1980.Provare per credere.
      • curaro scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        Esagerato... un hackintosh viaggia bene tanto quanto un mac originale. Questa differenza è illusoria. Il motto di hardware studiato col software è morta con il passaggio ad intel. A lavoro ho un imac da 27 pollici con proXXXXXre i5 che viaggia pari pari alla mia macchina (un hp preassemblato) con medesimo hardware (e gpu più potente). Ridicolo che costino così tanto offrendo meno della concorrenza. Il sistema operativo non lo discuto. Migliore di win. ma per il resto... è solo uno spreco enorme di soldi.
        • Non si dice scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          L'iMac non lo conosco, ma a casa ho un MacPro del 2006 (dual dual-core xeon) che ancora oggi da` la birra a quello che c'e` in giro. Paragonare gli iMac ad i PC ha un senso e forse si puo` parlare di costo elevato (anche se non mi sembra, come componentistica e monitor l'iMac mi sembra molto buono, se si cerca la medesima qualita` non si dovrebbe andare molto lontano come prezzo), ma se si parla di MacPro attualmente non ci sono offerte equivalenti, ho messo le mani per lavoro anche su server piu` costosi del MacPro e costruttivamente parlando non c'e` paragone (sto parlando di modelli non da rack).Poi vorrei fare notare che i PPC non erano piu` lenti degli Intel, anzi al tempo c'era ancora una netta distinzione fra cisc e risc (non per nulla la intel ha acquisito Alpha, se non ricordo male, proprio per integrare la tecnologia risc nei suoi futuri proXXXXXri) e questi ultimi, anche se con un clock molto inferiore avevano prestazioni notevolmente superiori, per esempio erano molto meglio nei calcoli in virgola mobile, il problema era che non se ne producevano a sufficienza per soddisfare le esigenze di tutti (ibm, motorola ed apple). Se poi la velocita` di un proXXXXXre la si valuta solamente in MHz allora e` triste.Ciao.
          • Pel scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!

            Poi vorrei fare notare che i PPC non erano piu`
            lenti degli Intel, anzi Il vero motivo dell'elevatissima velocità dei proXXXXXri G4/G5 rispetto ai modelli Intel con clock anche molto più alti era la presenza dell'unità di calcolo vettoriale Altivec, inventata da Motorola e alla fine adottata anche da IBM dopo molte resistenze. Quel circuito moltiplicava fino a 50 volte la velocità di calcolo su molte operazioni fondamentali per gli utilizzi multimediali. Intel provò a ribattere con le SSE, poi con le SSE2, poi con le SSE3 (che per molti versi cominciavano a "ispirarsi" alla circuitazione Motorola), senza tuttavia ottenere risultati accettabili. Solo con l'arrivo del set di istruzioni AVX Intel sembra essere sulla buona strada per non far rimpiangere più Altivec. Almeno speriamo.
          • mmm scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: Non si dice
            L'iMac non lo conosco, ma a casa ho un MacPro del
            2006 (dual dual-core xeon) che ancora oggi da` la
            birra a quello che c'e` in giro. due xeon dc del 2006 dubito che riescano ad impensierire un i7 con clock alto o uno xeon 5600 (o anche 5500 eh)
        • mcguolo scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          - Scritto da: curaro
          Esagerato... un hackintosh viaggia bene tanto
          quanto un mac originale. Questa differenza è
          illusoria. Il motto di hardware studiato col
          software è morta con il passaggio ad intel. A
          lavoro ho un imac da 27 pollici con proXXXXXre i5
          che viaggia pari pari alla mia macchina (un hp
          preassemblato) con medesimo hardware (e gpu più
          potente). Ridicolo che costino così tanto
          offrendo meno della concorrenza. Il sistema
          operativo non lo discuto. Migliore di win. ma per
          il resto... è solo uno spreco enorme di
          soldi.Si paga anche il design, e questo si sa, fa levitare il costo. Non a tutti interessa, e posso dargli ragione. Ma si pagano anche tante altre scelte, come l'hw tagliato su misura. Non tanto per se stesso, ma per il s.o.Non troverai molte schede grafiche su Mac, e hardware molto diverso tra i vari modelli, e questo vuol dire meno driver, e meno possibili crash di sistema. Non credi sia fatto per te? Ok!Se però prendi ad esempio un macbook pro, noterai la robustezza del case in metallo, l'alimentatore con attacco mag safe, il touchpad multitouch integrato alla perfezione nel s.o. (per questo hw su misura), la tastiera retroilluminata. Se queste cose fossero di serie su tutti i pc costerebbero meno pure i Mac, ma essendo una quasi esclusiva se la fanno pagare.Come comprare una macchina con i fari adattivi. Ce l'avessero tutte costerebbero una frazione di quel che in realtà costano!
          • curaro scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            Quello che dico è questo.In hackintosh qualsiasi gpu nvidia funziona con qe/ci attivi compreso il supporto cuda. Le radeon danno più rogne ma si fanno andare. C'è gente che compra radeon comuni e poi esegue il flash della rom per poterle installare sui mac-pro. non discuto il software, con il quale mi trovo benissimo, ma la politica dei costi. Un mac mini costa 700 euro. Che diamine, per quella cifra un assemblato da supermarket include monitor, tastiera e mouse. Vogliamo parlare di design? D'accordo, vero, il corpo unibody, la tastiera retroilluminata, tutto alluminio. Come un sony vaio, sostanzialmente. Che in media costa comunque meno. E le case costruttrici si stanno gettando negli all in one per l'utenza consumer. Sicuri che sia ancora la politica vincente?
          • mcguolo scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: curaro
            In hackintosh qualsiasi gpu nvidia funziona con
            qe/ci attivi compreso il supporto cuda. Le radeon
            danno più rogne ma si fanno andare. C'è gente che
            compra radeon comuni e poi esegue il flash della
            rom per poterle installare sui mac-pro. non
            discuto il software, con il quale mi trovo
            benissimo, ma la politica dei costi. Un mac mini
            costa 700 euro. Che diamine, per quella cifra un
            assemblato da supermarket include monitor,
            tastiera e mouse.Si, il mac mini costa decisamente un assurdità. E' pure vero che non lo puoi paragonare ad un pc da supermarket, altrimenti è come paragonare una classe A ad una panda.Non volevo giustificare il prezzo dietro un discorso tipo "costa X perché vale X". L'hw apple costa (ad apple) quanto quello degli altri produttori, ma è il come funziona assieme al s.o. che ne giustifica, agli occhi di chi ne ha bisogno, il prezzo. Per questo portavo l'esempio del touchpad moulti touch con funzioni di zoom, rotazione, pag su/pag giù, ecc..., integrate perfettamente nel s.o.
            Vogliamo parlare di design? D'accordo, vero, il
            corpo unibody, la tastiera retroilluminata, tutto
            alluminio. Come un sony vaio, sostanzialmente.
            Che in media costa comunque meno.Si, ma quanto meno? Con la stessa autonomia? Con l'alimentatore mag safe? Con la tastiera bluetooth (costosissima! Ma in giro non c'è tanto di meglio) che funziona anche senza bisogno di supporto sw (funziona in linux prima del caricamento dello stack bluetooth+hidd)?Se guardi ad esempio il vaio Z, che è un po' come il macbook air, è più potente, ma costa anche di più (e non pochissimo)! Quindi per certe cose si paga, Apple o no!Poi c'è il medesimo discorso che fanno per iPad/iPhone. La concorrenza aumenta la dotazione hw, ma il software rimane indietro, e quindi l'esperienza utente non è soddisfacente come potrebbe essere.Per i mac/macbook il discorso è simile: non sono i computer più potenti che ci possano essere ne i più economici, ma hanno dalla loro un'esperienza utente che altri pc non hanno, anche per colpa del s.o., e questo secondo me influisce molto sul prezzo finale (della serie, vuoi il proprio mac con OsX, me lo paghi di più perché ce l'ho solo io).Poi non è detto serva a tutti, e sia un discorso valido universalmente, ma in parte spiega perché i prezzi siano ancora così alti!
            E le case
            costruttrici si stanno gettando negli all in one
            per l'utenza consumer. Sicuri che sia ancora la
            politica vincente?Se guardi all'andamento dei prezzi negli anni, sono calati decisamente, e caleranno ancora. Di certo non fanno la fame, e di certo non sono i computer a far guadagnare Apple così tanto, quindi avranno fatto i loro conti!Poi beh, non è che sia il computer migliore per le esigenze di chiunque! Ci mancherebbe...
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: curaro
            Vogliamo parlare di design? D'accordo, vero, il
            corpo unibody, la tastiera retroilluminata, tutto
            alluminio. Come un sony vaio, sostanzialmente.
            Che in media costa comunque meno.a parte che i Vaio sono mediamente delle tamarrate... sei sicuro che costino mediamente meno? hmmm : purtroppo dall'ufficio non ho acXXXXX ai siti di shopping
          • sadness with you scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: curaro
            Un mac mini
            costa 700 euro. Che diamine, per quella cifra un
            assemblato da supermarket include monitor,
            tastiera e mouse.un Mac-mini non è un assemblato qualunque... e non è un caso che PC-mini di qualsiasi altra marca (in realtà non ce ne sono molti) sbbiano prezzi altrettanto elevati
          • pippO scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: sadness with you
            - Scritto da: curaro


            Un mac mini

            costa 700 euro. Che diamine, per quella cifra un

            assemblato da supermarket include monitor,

            tastiera e mouse.

            un Mac-mini non è un assemblato qualunque...ha un adesivo in più :D
        • sadness with you scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          - Scritto da: curaro
          Esagerato... un hackintosh viaggia bene tanto
          quanto un mac originale.Probabile, ma non è questo il punto: il confronto è MacOSX vs. Windows
          • curaro scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            in questo caso non ho dubbi. Pur non conoscendo Linux che molti di voi osannano, mac Os X batte windows su molti fronti. Implementassero delle finestre a schermo intero (meglio di quelle che ho provato in Lion) ancora meglio.
          • sadness with you scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: curaro
            in questo caso non ho dubbi. Pur non conoscendo
            Linux che molti di voi osannano, mac Os X batte
            windows su molti fronti. Implementassero delle
            finestre a schermo intero (meglio di quelle che
            ho provato in Lion) ancora meglio.Lion non ha "finestre a schermo intero", ma "applicazioni a tutto schermo"... differenza sottile ma importante, peraltro già implementate in alcune applicazione (iPhoto, Pages, Photoshop, Pixelmator, ...)La finestra a tutto schermo, di per se, non ha molto senso: se tutto lo schermo ti serve per quell'applicazione, tanto vale che sia l'applicazione ad andare a pieno schermo, e non una sua finestra (la cui barra del titolo ti ruberebbe spazio utile, se davvero hai bisogno di tutto lo schermo); se quello mostrato nella finestra occupa solo una parte dello schermo è inutile mandare la finestra a pieno schermo (tipico esempio, la pagina di un sito)
          • mcguolo scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            Forse si riferiva alla possibilità di avere delle finestre massimizzate come si deve. Onestamente anche a me piacerebbe avere delle finestre massimizzate come si deve!
          • sadness with you scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: mcguolo
            Forse si riferiva alla possibilità di avere delle
            finestre massimizzate come si deve. Onestamente
            anche a me piacerebbe avere delle finestre
            massimizzate come si deve!definisci il "come si deve"...per me una volta che la finestra mi fa vedere tutto quello che contiene è "come si deve", ed è esattamente quello che fa OSX
          • mcguolo scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            Cioè il fatto che la finestra occupi tutto lo spazio disponibile. Ci sono programmi (come gli editor per codice ad esempio) che più area di testo visualizzano meglio è. Non sempre purtroppo le applicazioni occupano tutto lo spazio disponibile quando sono massimizzate, e questo lo trovo scomodo!
          • sadness with you scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: mcguolo
            Cioè il fatto che la finestra occupi tutto lo
            spazio disponibile. "tutto lo spazio disponibile" != "come si deve"se ho una pagina web larghe 800, che senso ha che la metta a pieno schermo su un display da 1920 ???... e comunque, se vuoi "tutto lo spazio disponibile", tanto vale mettere l'intera applicazione a pieno schermo, così lo spazio lo occupi davvero tutto, senza neanche il bordo della finestra.
          • mcguolo scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: sadness with you
            "tutto lo spazio disponibile" != "come si deve"Mi sono semplicemente espresso male.
            se ho una pagina web larghe 800, che senso ha che
            la metta a pieno schermo su un display da 1920
            ???Potrebbe non essere l'unica pagina aperta nel browser, ad esempio. Ma il browser non è forse l'esempio migliore.
            ... e comunque, se vuoi "tutto lo spazio
            disponibile", tanto vale mettere l'intera
            applicazione a pieno schermo, così lo spazio lo
            occupi davvero tutto, senza neanche il bordo
            della
            finestra.Ma nascondendo anche il dock e la barra dei menu, e non mi semplificherebbe la vita! Senza contare che alle volte c'è anche il bisogno di avere un'altra finestra visibile oltre alla finestra massimizzata, ad esempio per usare il drag&drop da Finder. In questo caso si sarebbe costretti ad uscire dal pieno schermo?
          • curaro scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            per il dock c'è la funzione apposita, credo, che si nasconde da solo e salta fuori puntando il mouse sul bordo inferiore del monitor.
          • sadness with you scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: mcguolo

            "tutto lo spazio disponibile" != "come si deve"

            Mi sono semplicemente espresso male.a me la frase sembrava chiara

            se ho una pagina web larghe 800, che senso ha che

            la metta a pieno schermo su un display da 1920

            ???

            Potrebbe non essere l'unica pagina aperta nel
            browser, ad esempio.peggio ancora: mettere "una" pagina a rimpire tutto schermo coprirebbe le altre... se invece la pagina si ridimensiona "alla massima dimensione utile" (come fa OSX) puoi anche riuscire a metterne due affiancate
            Ma il browser non è forse
            l'esempio migliore.riuscissi a farne altri...

            ... e comunque, se vuoi "tutto lo spazio

            disponibile", tanto vale mettere l'intera

            applicazione a pieno schermo, così lo spazio lo

            occupi davvero tutto, senza neanche il bordo

            della finestra.

            Ma nascondendo anche il dock e la barra dei menu,
            e non mi semplificherebbe la vita! -la barra del menù è inutile se l'applicazione è progettata per funzionare anche a schermo pieno... ripeto, ci sono già diversi esempi, Apple non-Apple (iPhoto, Pages, Photoshop da molti anni, Pixelmator, ...)-il dock è inutile se devi richiamare un'app già aperta: alt-TAB-se devi aprire un'altra app ci sarà Launchpad-se devi fare altro, basta premere esc ed esci dal tutto schermo
            Senza contare
            che alle volte c'è anche il bisogno di avere
            un'altra finestra visibile oltre alla finestra
            massimizzata,e lo puoiu fare come e quando vuoi:_ lo schernmo intero non è mica "imposto", è un'opzione...
            ad esempio per usare il drag&drop
            da Finder. ...che non ha nulla a che fare col fatto di utilizzare un'applicazione a schermo intero.
            In questo caso si sarebbe costretti ad
            uscire dal pieno schermo?quale caso? sopra ti ho dato 3 alternative, e il finder non ha nulla a che fare con le app a pieno schermo
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            E che ci vuole scusa? Non ti va bene come la massimazza il sistema... prendi l'angolino e te la trascini per tutto lo schermo... lo fai una volta e non server più cambiare... dove sta il problema?
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          - Scritto da: curaro
          Esagerato... un hackintosh viaggia bene tanto
          quanto un mac originale. Questa differenza è
          illusoria. Il motto di hardware studiato col
          software è morta con il passaggio ad intel. A
          lavoro ho un imac da 27 pollici con proXXXXXre i5
          che viaggia pari pari alla mia macchina (un hp
          preassemblato) con medesimo hardware (e gpu più
          potente). Ridicolo che costino così tanto
          offrendo meno della concorrenza. Il sistema
          operativo non lo discuto. Migliore di win. ma per
          il resto... è solo uno spreco enorme di
          soldi.il paragone originale non era corretto:la differenza tra Mac e PC è la stessa che passa tra una ferrari da 500 cavalli e una fiat Uno del 1989* con su un motore da 500 cavalli*nel 1980 la Uno non era ancora stata prodotta :)
          • pocomolto scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            ecco, appunto.: )- Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: curaro

            Esagerato... un hackintosh viaggia bene tanto

            quanto un mac originale. Questa differenza è

            illusoria. Il motto di hardware studiato col

            software è morta con il passaggio ad intel. A

            lavoro ho un imac da 27 pollici con proXXXXXre
            i5

            che viaggia pari pari alla mia macchina (un hp

            preassemblato) con medesimo hardware (e gpu più

            potente). Ridicolo che costino così tanto

            offrendo meno della concorrenza. Il sistema

            operativo non lo discuto. Migliore di win. ma
            per

            il resto... è solo uno spreco enorme di

            soldi.

            il paragone originale non era corretto:
            la differenza tra Mac e PC è la stessa che passa
            tra una ferrari da 500 cavalli e una fiat Uno del
            1989* con su un motore da 500
            cavalli

            *nel 1980 la Uno non era ancora stata prodotta :)
        • Sgabbio scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          Considera il fatto che imac per essere un all-in-one offre un HW che prodotti analoghi non hanno, ho visto All-in-one di altri produttori e avevano un HW imbarazzante in confronto ad un imac, per non parlare di quelli che usano ATOM.Per non parlare che la apple non è solito a fare scocche di plasticaccia come fanno altri produttori, poi ho notato che nel prezzo ci sta pure il mantenimento del loro servizio di assistenza che rispetto ad altri produttori è molto ben messa (si, lo so che c'è chi non gli è andata bene, sia chiaro).
        • Ma va la scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          Non è del tutto vero soprattutto se non riesci a farti riconoscere l'hw!
      • pocomolto scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        [img]http://pocomolto.interfree.it/files/4-crash.png[/img]
        • Sgabbio scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          Un evidente problema di ram, veramente infimo e XXXXXXXX quando succede.Nei casi più sfigati, tutto si freeza. Nei casi medi appaiono schermate blu a "caso".
    • collione scrive:
      Re: Vediamo se è la volta buona!
      ma io non capisco l'articolo, è arrivato fuori tempo e soprattutto dopo che i diretti interessati hanno categoricamente smentito questo fantomatico passaggio ad armmolti ingegneri hanno fatto notare proprio l'impossibilità di usare emulatori su arm per far girare i programmi x86, stesso problema che avrà windows 8 quando usciràè matematicamente impossibile che apple abbandoni gli x86 su notebook e fissi, troppo divario di prestazioni tra questi e arm, troppe novità in casa intel, troppi problemi nella migrazioneapple il suo passaggio l'ha già fatto e riguarda ipad, ipod, iphone, ecc... nemmeno l'air verrà switchato ad arm perchè altrimenti cozzerebbe con ipadl'unico switch che apple farà ( ed è ormai confermato ) sarà quello di produrre i suoi proXXXXXri arm-based nelle fab di intel, altro che separarsi da intel, questi fanno sempre più comunella
      • mcguolo scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        - Scritto da: collione
        molti ingegneri hanno fatto notare proprio
        l'impossibilità di usare emulatori su arm per far
        girare i programmi x86, stesso problema che avrà
        windows 8 quando
        usciràScusa l'ignoranza, perché?
        è matematicamente impossibile che apple abbandoni
        gli x86 su notebook e fissi, troppo divario di
        prestazioni tra questi e armPer ora si, ma le cose potrebbero cambiare in futuro, gli Arm hanno avuto una notevole spinta grazie agli smartphone.
        apple il suo passaggio l'ha già fatto e riguarda
        ipad, ipod, iphone, ecc... nemmeno l'air verrà
        switchato ad arm perchè altrimenti cozzerebbe con
        ipadAssolutamente no, perché monterebbe OsX e non iOs, sarebbe un pc-like e non uno smartphone-like!Io non vedo così remota la possibilità di Apple di passare (fra qualche anno ovviamente) ad Arm!
        • collione scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          - Scritto da: mcguolo
          Scusa l'ignoranza, perché?
          perchè l'emulazione ti porta ad avere un overhead dell'80% o giù di lìdevi ovviamente emulare non solo l'ISA ma pure i bus e vari controllerARM va fiero del fatto che consuma poco, rende molto e la batteria dura una vitacon un emulatore ARM consumerebbe un botto, renderebbe un niente e la batteria durerebbe mezz'oramagari si può pure accettare l'emulazione, a patto di accettare di avere tra le mani un commodore 64
          Per ora si, ma le cose potrebbero cambiare in
          futuro, gli Arm hanno avuto una notevole spinta
          grazie agli
          smartphone.
          parliamo di un futuro molto molto lontano e forse probabileintel non dorme e sta avanzando rapidamente verso la creazione di SoC performanti e a basso consumosu un notebook non ha senso abbandonare x86 men che meno su un imac
          Assolutamente no, perché monterebbe OsX e non
          iOs, sarebbe un pc-like e non uno
          smartphone-like!altro problema, da quello che si legge in giro apple vuole creare un os unico che è la fusione dei duea questo punto avremmo ipad e macbook air con un os del tutto simile
          Io non vedo così remota la possibilità di Apple
          di passare (fra qualche anno ovviamente) ad
          Arm!al massimo possono farlo col macbook air, seguire questa strada su imac e soci è un suicidio
      • sadness with you scrive:
        Re: Vediamo se è la volta buona!
        - Scritto da: collione
        ma io non capisco l'articolo, è arrivato fuori
        tempo e soprattutto dopo che i diretti
        interessati hanno categoricamente smentito questo
        fantomatico passaggio ad armanche il passaggio ad intel fu smentito fino al giorno prima dell'annuncio
        molti ingegneri hanno fatto notare proprio
        l'impossibilità di usare emulatori su arm per far
        girare i programmi x86, stesso problema che avrà
        windows 8 quando usciràe perché mai? link?
        è matematicamente impossibile che apple abbandoni
        gli x86 su notebook e fissi, troppo divario di
        prestazioni tra questi e arm, oggi si, ma tra 5 o 6 anni?
        troppe novità in casa intel, anche in casa ARM le novità sono molte, s eè per quello
        troppi problemi nella migrazionetipo?
        apple il suo passaggio l'ha già fatto e riguarda
        ipad, ipod, iphone, ecc... nemmeno l'air verrà
        switchato ad arm perchè altrimenti cozzerebbe con
        ipadnon ha senso che passi ad ARM un solo Mac, questo è palese: o si migra in massa o non si migra, altrimenti fai doppio lavoro
        l'unico switch che apple farà ( ed è ormai
        confermato ) sarà quello di produrre i suoi
        proXXXXXri arm-based nelle fab di intel, altro
        che separarsi da intel, questi fanno sempre più
        comunellaquesto è un altro discorso, la questione è "x86 vs. ARM", se poi i chip ARM di Apple li procurrà Intel o chichessia, poco cambia...
        • Sgabbio scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          Ma li era diverso, visto che erano obbligati a passare ad intel visto che ibm gli stava dando più volte buca.Con arm non so se ci guadagnano...come faranno com bootcamp ad esempio ?
          • sadness with you scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: Sgabbio
            Ma li era diverso, visto che erano obbligati a
            passare ad intel visto che ibm gli stava dando
            più volte buca.(che, mi pare, sia la stessa considerazione che fa Galimberti)
            Con arm non so se ci guadagnano...se non ci guadagnano (prestazioni, consumi, ecc...) non lo faranno
            come faranno
            com bootcamp ad esempio ?a parte il fatto che Win 8 sarà anche per ARM, credo che Apple sia più interessata a diffondere il proprio "ecosistema" che non vendere Mac per farci girare Windows: certo, è una possibilità che può essere di stimolo per gli indecisi, ma non lo vedo come opzione di così grande importanza, soprattutto ora che la piattaforma è un po più diffusa e conosciuta... se poi immaginiamo che il futuro sia in mano a dispositivi più semplici come i tablet, il percorso che avvicinerebbe l'utente dall'iPad al Mac vede automaticamente Windows fuori dai giochi
        • collione scrive:
          Re: Vediamo se è la volta buona!
          - Scritto da: sadness with you
          anche il passaggio ad intel fu smentito fino al
          giorno prima
          dell'annuncio
          quel passaggio fu obbligato, conveniente e non traumaticorosetta su core duo ti dava prestazioni simili ai power senza emulazionei power consumavano e riscaldavano, gli x86 erano molto meglioibm non ha mai avuto una roadmap certa, intel ce l'ha sempre avutapassare ad arm significa vendere la ferrari per comprare la bmw, non so quanto convenga in termini prestazionali e soprattutto rosetta su arm scordati di poterlo vedere

          e perché mai? link?
          ma che link e link, basta cercare su google e troverai discussioni su arstechnica e altri mille sitiil perchè è semplice: arm è meno potente di x86 ed inoltre arm esiste solo perchè consuma pocofarci girare un emulatore significherebbe avere un commodore 64 che consuma quanto una lavatrice

          oggi si, ma tra 5 o 6 anni?
          tra 5 anni potrebbe essere sparita pure la terra :Dintel non sta certo dormendo, vedremo come andrà a finire, ma quel che è certo è che apple non passerà ad arm a breveapple la scelta arm l'ha già fatta, su certi tipi di dispositivi, laddove arm conviene rispetto a x86

          troppe novità in casa intel,

          anche in casa ARM le novità sono molte, s eè per
          quello
          si certo, ma rimane sempre un problema di performance/wattintel ha un team di sviluppo che è 50 volte più grande di quello arm, ha know-how a volontà sui processi produttivi, ha fab che sembrano uscite dall'universo di star trekleggevo di come il CEO arm ha bollato come una stupidaggine i transistor tri-gate, ovviamente tra le righe parlava di difficoltà produttive, ecc...in pratica ha sputato su qualcosa che per loro sarebbe troppo difficile da realizzare, peccato che intel li abbia invece realizzati e nel 2012 li ficcherà nei proXXXXXriarm può giocare un'unica carta che è quella del SoC, ovvero una cpu con altri chip acceleratori a corredo che svolgono determinate funzionilo sai perchè tegra è così veloce nella riproduzione video? perchè nvidia c'ha ficcato sopra le sue gpu e vari chip per accelerare pure la decodifica audioma questo puoi farlo finchè conosci l'ambito applicativo e quindi i casi d'usox86 è usato in uno scatafascio di applicazioni che richiedono prestazioni su aspetti incredibilmente diversi, prova a fare un confronto arm-x86 nell'elaborazione delle stringhe e vedrai qual'è la veritàarm vince in certi settori perchè sfrutta massicciamente l'accelerazione hardware, cosa non fattibile in una macchina come un pc che è chiamato a fare di tutto e di più e con prestazioni elevate

          troppi problemi nella migrazione

          tipo?
          emulazione, endianess, mancanza di accelerazione hardware in alcuni ambitipuoi creare un SoC arm fighissimo, con neon, proXXXXXri vettoriali a go-go, gpu strapotenti, frequenze incredibili, poi però scopri che consuma 10 volte un x86
          non ha senso che passi ad ARM un solo Mac, questo
          è palese: o si migra in massa o non si migra,
          altrimenti fai doppio
          lavoro
          oppure si migra laddove possibile così com'è stato fatto con ipad, iphone, ecc...
          questo è un altro discorso, la questione è "x86
          vs. ARM", se poi i chip ARM di Apple li procurrà
          Intel o chichessia, poco
          cambia...cambia che apple stringe i suoi legami con intel, cosa totalmente differente rispetto ai rumors che le vorrebbero prossime al divorzio
          • sadness with you scrive:
            Re: Vediamo se è la volta buona!
            - Scritto da: collione

            anche il passaggio ad intel fu smentito fino al

            giorno prima dell'annuncio

            quel passaggio fu obbligato,...mai detto il contrario
            conveniente(come potrebbe esserlo il passaggio ad ARM)
            e non traumaticodipende dai punti di vista, in ogni caso il passaggio ad ARM proporrebbe le stesse problematiche
            rosetta su core duo ti dava prestazioni simili ai
            power senza emulazione

            i power consumavano e riscaldavano, gli x86 erano
            molto megliocosì come ARM potrebbe esser emolto meglio di Intel magari già dall'anno prossimo, oppure tra 2 o 3 anni...
            ibm non ha mai avuto una roadmap certa, intel ce
            l'ha sempre avutacosì come ce l'ha ARM
            passare ad arm significa vendere la ferrari per
            comprare la bmw, non so quanto convenga in
            termini prestazionali e soprattutto rosetta su
            arm scordati di poterlo vedereE' palese che Apple farà il passo solo nel momenoto in cui lo riterrà conveniente, "se" e "quando" questo momento dovesse arrivare

            e perché mai? link?

            ma che link e link, basta cercare su google e
            troverai discussioni su arstechnica e altri mille
            siti

            il perchè è semplice: arm è meno potente di x86
            ed inoltre arm esiste solo perchè consuma
            pocoARM, è meno potente di x86 "oggi", ma già le specifiche A15 parlano di 8 core, 2.5GHz e 1TB di RAM... e tra due anni ci sarà qualcosa di ancora meglio. Se basi tutto il tuo ragionamento sulle prestazioni sbagli in pieno, primo perché ARM si appresta ad un salto "importante", secondo perché è evidente che pple no è suicida: farà l passaggio solo se sarà conveniente anche sotto questo punto di vista


            oggi si, ma tra 5 o 6 anni?



            tra 5 anni potrebbe essere sparita pure la terra
            :DApple ha iniziato lo sviluppo di MacOSX per x86 nel 2000, e il primo Mac con proXXXXXre Intel è stato commercializzato nel 2006: certe cose si studiano e si preparano per tempo
            intel non sta certo dormendo, vedremo come andrà
            a finire, ma quel che è certo è che apple non
            passerà ad arm a brevemi pare che nessuno abbia detto il contrario... pure nell'articolo di parla di 4-5 anni...
            apple la scelta arm l'ha già fatta, su certi tipi
            di dispositivi, laddove arm conviene rispetto a x86appunto: la tesi è che Apple sceglie quello che è meglio, senza badare ai legami col passato, e se ARM tra 4 anni dovesse essere meglio di x86 (come pare che sarà, in base alla roadmap di ARM) la possibilità di un Mac-ARM-based diverrà concreta


            troppe novità in casa intel,



            anche in casa ARM le novità sono molte, s eè per

            quello



            si certo, ma rimane sempre un problema di
            performance/watt

            intel ha un team di sviluppo che è 50 volte più
            grande di quello arm, ha know-how a volontà sui
            processi produttivi, ha fab che sembrano uscite
            dall'universo di star trekquesto è ininfluente...
            leggevo di come il CEO arm ha bollato come una
            stupidaggine i transistor tri-gate, ovviamente
            tra le righe parlava di difficoltà produttive,
            ecc...Intel ha dovuto ricorrere a questo tipo di soluzione perché non riesce a passare per altre vie. ARM, s emanterrà le promesse, farà di meglio anch e senza ricorrere a queste novità
            in pratica ha sputato su qualcosa che per loro
            sarebbe troppo difficile da realizzare, peccato
            che intel li abbia invece realizzati e nel 2012
            li ficcherà nei
            proXXXXXri

            arm può giocare un'unica carta che è quella del
            SoC, ovvero una cpu con altri chip acceleratori a
            corredo che svolgono determinate funzionianche...
            lo sai perchè tegra è così veloce nella
            riproduzione video? perchè nvidia c'ha ficcato
            sopra le sue gpu e vari chip per accelerare pure
            la decodifica audioe lo sai che il SoC Apple A5 è ancora meglio?
            ma questo puoi farlo finchè conosci l'ambito
            applicativo e quindi i casi d'usoconosci OpenCL (tanto per dirne una)?
            x86 è usato in uno scatafascio di applicazioni
            che richiedono prestazioni su aspetti
            incredibilmente diversi, prova a fare un
            confronto arm-x86 nell'elaborazione delle
            stringhe e vedrai qual'è la veritàBasta avere un set di istruzioni che rimanda l'elaborazione delle stringhe ai componenti inutilizzati, per esempio quello che gestisce il video (come fa Open CL)
            arm vince in certi settori perchè sfrutta
            massicciamente l'accelerazione hardware, cosa non
            fattibile in una macchina come un pc che è
            chiamato a fare di tutto e di più e con
            prestazioni elevate"di tutto di più" per l'utente medio si traduce in Youtube e Facebook


            troppi problemi nella migrazione



            tipo?

            emulazione, endianess, mancanza di accelerazione
            hardware in alcuni ambitiL'accelerazione hardware si può avere, e tutto il resto viene da se
            puoi creare un SoC arm fighissimo, con neon,
            proXXXXXri vettoriali a go-go, gpu strapotenti,
            frequenze incredibili, poi però scopri che
            consuma 10 volte un x86e magari no... chi può dirlo?

            non ha senso che passi ad ARM un solo Mac, questo

            è palese: o si migra in massa o non si migra,

            altrimenti fai doppio

            lavoro



            oppure si migra laddove possibile così com'è
            stato fatto con ipad, iphone,
            ecc...iPad e iPhone usano un altro sistema

            questo è un altro discorso, la questione è "x86

            vs. ARM", se poi i chip ARM di Apple li procurrà

            Intel o chichessia, pococambia...

            cambia che apple stringe i suoi legami con intel,
            cosa totalmente differente rispetto ai rumors che
            le vorrebbero prossime al divorziox86 != IntelIntel può anche propdurre chip ARM
  • mat scrive:
    Dolori = Soldi
    I cambiamenti in casa Apple(li ho passati tutti di persona) hanno sempre portato ad ottimi prodotti, ma non sono MAI stati indolori per gli utenti!
    • sadness with you scrive:
      Re: Dolori = Soldi
      - Scritto da: mat
      I cambiamenti in casa Apple(li ho passati tutti
      di persona) hanno sempre portato ad ottimi
      prodotti, ma non sono MAI stati indolori per gli
      utenti!Penso che dipenda dall'utente: a casa non ho mai avuto problemi, mentre in ambito lavorativo molto era in funzione del software utilizzato
    • Kats in Cool scrive:
      Re: Dolori = Soldi
      - Scritto da: mat
      I cambiamenti in casa Apple(li ho passati tutti
      di persona) hanno sempre portato ad ottimi
      prodotti, ma non sono MAI stati indolori per gli
      utenti!un esempio?personalmente dopo aver passato tutti i periodi apple, posso dire che pur essendoci stati questi periodi transizionali, non ho mai riscontrato/avuto problemi..
      • collione scrive:
        Re: Dolori = Soldi
        intende chiaramente dire che devi comprare il computer nuovo se vuoi utilizzare le ultime versioni dei software appleil punto è che, almeno a quanto mi pare di capire, gli utenti mac hanno già di loro l'abitudine ad aggiornare l'hardware molto più frequentemente di quanto fa un utente pc
        • sadness with you scrive:
          Re: Dolori = Soldi
          - Scritto da: collione
          il punto è che, almeno a quanto mi pare di
          capire, gli utenti mac hanno già di loro
          l'abitudine ad aggiornare l'hardware molto più
          frequentemente di quanto fa un utente pcma anche no
        • Sgabbio scrive:
          Re: Dolori = Soldi
          naaah non è proprio cosi. Solo di recente OSX non supporta più i power pc, ovvero con show leopard, leopard supportava gli ultimi PPC fatti.Solo nei tempi recenti molti sviluppatori stanno abbandonando i PPC sulle piattaforme apple.
        • Ma va la scrive:
          Re: Dolori = Soldi
          Devi aver capito parecchio male, no?
        • pietro scrive:
          Re: Dolori = Soldi
          - Scritto da: collione
          intende chiaramente dire che devi comprare il
          computer nuovo se vuoi utilizzare le ultime
          versioni dei software
          apple
          se vuoi utilizzare tutte le nuove caratteristiche dell'HW Apple, certamente, se vuoi continuare a fare quello che facevi prima con i nuovi OS puoi continuare ad usare con soddisfazione i vecchi mac, solo snow leopard ha interrotto la compatibilità con i PPC (dopo 5 anni dal passaggio a INTEL)
    • Sgabbio scrive:
      Re: Dolori = Soldi
      Dipende da cosa però!C'è da dire che dal passaggio PPC a x86, hanno cercato di rendere la cosa meno traumatica possibile, permettendo di fare applicazioni con "binari universali".
  • ... scrive:
    la verità
    la verità è che nel 2000 mac os era un sistema obsoleto ed era chiaramente destinato a morire, così, in casa apple hanno avuto la brillante idea di prendere un linux e mettergli una veste da mela, ma, naturalmente anche l'architettura hardware doveva cambiare, perchè linux gira su PC x86 e non su power pc. Ora, siccome si sono accorti che iOS è un buon sistema, hanno deciso di abbandonare linux e implementare iOS anche per la fascia desktop e laptop, di conseguenza via libera a ARM.
    • mat scrive:
      Re: la verità
      MacOS 9 era davvero al capolinea ed infatti si è passati a MacOSX (essenzialmente comprato da Next, altra società fondata da Jobs).Il passaggio da PowerPC ad x86 è stato dettato, a mio avviso, dalla mancanza di proXXXXXri potenti e a basso consumo PPC per i portatili (che cominciavano a macinare vendite sempre crescenti): Ibm già puntava solo sui proXXXXXri per server, mentre Intel aveva puntato tutto su Centrino e i portatili.
      • il solito bene informato scrive:
        Re: la verità
        - Scritto da: mat
        Il passaggio da PowerPC ad x86 è stato dettato, a
        mio avviso, dalla mancanza di proXXXXXri potenti
        e a basso consumo PPC per i portatili (che
        cominciavano a macinare vendite sempre
        crescenti)però il G5 aveva una comodità: potevi romperci sopra un paio di uova e cucinartele mentre lavoravi...
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: la verità
          Infatti poi per cena lo farò (idea)
        • Ma va la scrive:
          Re: la verità
          Come per il pentium :-)
        • Certo certo scrive:
          Re: la verità
          LOL! Ma puoi farlo anche adesso. Una volta, sul forum dei difetti Apple (che con molta coda di paglia è stato soppresso), c'erano diversi macachi con lo chassis del MacBook deformato per il calore e tutti nello stesso identico modo. Ma ovviamente fa tutto parte delle vostre rinomate features.
          • il solito bene informato scrive:
            Re: la verità
            - Scritto da: Certo certo
            LOL! Ma puoi farlo anche adesso. Una volta, sul
            forum dei difetti Apple (che con molta coda di
            paglia è stato soppresso), c'erano diversi
            macachi con lo chassis del MacBook deformato per
            il calore e tutti nello stesso identico modo. Ma
            ovviamente fa tutto parte delle vostre rinomate
            features.Mai avuto un problema. Forse hanno guardato troppi siti in Flash... (rotfl)
          • Certo certo scrive:
            Re: la verità
            Mi hai risposto! Che bello! Erano due giorni che continuavo a fare il refresh della pagina![img]http://tombrite.com/wp-content/uploads/2009/09/tired-pc.jpg[/img]Ora però non ho la forza di ribattere. Vado a dormire. Ciao.
    • Amedeo scrive:
      Re: la verità
      Linux non ha nula a che fare con NeXTStep (nato prima di linux)/MacOS
    • il signor rossi scrive:
      Re: la verità
      - Scritto da: ...
      la verità è che nel 2000 mac os era un sistema
      obsoleto ed era chiaramente destinato a morire,
      così, in casa apple hanno avuto la brillante idea
      di prendere un linux e mettergli una veste da
      mela, ma, naturalmente anche l'architettura
      hardware doveva cambiare, perchè linux gira su PC
      x86 e non su power pc. Ora, siccome si sono
      accorti che iOS è un buon sistema, hanno deciso
      di abbandonare linux e implementare iOS anche per
      la fascia desktop e laptop, di conseguenza via
      libera a
      ARM.bel tentativo di trollata, se non fosse che iOS è, proprio come OSX, unix-based. In realtà sono basati entrambi su BSD e non su Linux.Quindi non hanno deciso di abbandonare linux, primo perché non l'hanno mai usato (strettamente parlando), secondo perché iOS è uno unix come OSX.C'è anche un'altra inesattezza (per essere buono nei tuoi confronti) in quello che dici: dire che Linux gira su intel... ma via! A titolo esemplificativo Debian si trova compilata per intel, amd64, sparc, mips, powerpc e arm. Non avevano certo bisogno di passare a intel per metterci un'architettura unix-based.Non avrebbero potuto usare linux perché la licenza gnu non glie l'avrebbe permesso, infatti sono partiti da BSD. Anche questo avresti dovuto saperlo prima di trollare.Infine, non vedo cosa ci sia di male nel prendere uno dei migliori kernel in circolazione e implementarci sopra una delle migliori interfacce utente in circolazione.
      • Jack Rackham scrive:
        Re: la verità
        - Scritto da: il signor rossi
        Infine, non vedo cosa ci sia di male nel prendere
        uno dei migliori kernel in circolazione e
        implementarci sopra una delle migliori interfacce
        utente in circolazione.Per quanto possa starmi sulle balle Apple, quoto totalmente! :)--JackRackham
      • curaro scrive:
        Re: la verità


        Infine, non vedo cosa ci sia di male nel prendere
        uno dei migliori kernel in circolazione e
        implementarci sopra una delle migliori interfacce
        utente in
        circolazione.ti quoto in pieno. Non sono un fanboy, uso osx con hackintosh. Senza lode e senza infamia, diversi vantaggi rispetto a windows (non usando linux non saprei esprimermi in merito) ed un interfaccia grafica veramente gradevole.Una domanda (senza trollare, per cortesia). leggo spesso i vostri commenti e, da perfetto profano (sono un barman, non un tecnico It) mi chiedo quale sia la differenza del terminale tra mac os e linux. In sostanza sono due sistemi unix based, la 2potenza2 del terminale non dovrebbe essere equivalente?
        • Kats in Cool scrive:
          Re: la verità
          ..non esiste discorso..Macosx, come gia' scritto piu' volte, e' basato su nextstep, che e' un BSD, che e' ANTECEDENTE a linux, e ha poco a che fare con linux se non che e' compatibile essendo unix based....tutto il resto di conseguenza non merita seguito dato che la premessa e' completamente cannata.
          • curaro scrive:
            Re: la verità
            Questo lo avevo capito, lo hanno scritto mille volte.Solo che sento sempre parlare della potenza del terminale di linux e, chiedevo, che differenze sostanziali ci siano tra i due terminali essendo entrambi unix based. Non credo di aver chiesto la luna, solo una delucidazione da chi ne sa più di me.
          • Pel scrive:
            Re: la verità

            Solo che sento sempre parlare della potenza del
            terminale di linux e, chiedevo, che differenze
            sostanziali ci siano tra i due terminali essendo
            entrambi unix based.

            Non credo di aver chiesto la luna, solo una
            delucidazione da chi ne sa più di
            me.Immagino che tu intenda l'applicazione "Terminale", che è di fatto una shell di sistema. In questo caso, non parlerei di potenza ma tutt'al più di versatilità. Io ti posso dire che il terminale di OS X utilizza come shell standard Bash. Da quando ho OS X (dalla versione 10.0 beta) credo di averlo usato sì e no una ventina di volte, e solo per dare comandi elementari (qualche chmod per file scaricati da internet o poco più) quindi non ti saprei dire quanto è comodo o versatile Bash.Ai tempi in cui usavo BSD Unix sui minicomputer ricordo che si poteva scegliere la shell che si preferiva come default, probabilmente si può fare anche con OS X (qualcuno l'ha fatto?). Linux non lo conosco, ma immagino che anche lì ogni distribuzione avrà la sua shell preferenziale e che sarà possibile sceglierne un'altra a piacimento...qualcuno può confermare?
          • curaro scrive:
            Re: la verità
            finalmente una risposta sensata e seria, grazie :)
          • Redfoxy scrive:
            Re: la verità
            Si la shell è praticamente del tutto quella di un bsd aggiornato, con gli stessi comandi e puoi farci le stesse cose, tra le altre bisogna ricordare che Darwin (la base osx) è libera, che molti componenti osx vengono rilasciati da Apple comeliberi (vedessi la tcnologia finale denominata grand central di snow Leopard!) e che esiste almeno un progetto free che partendo da Darwin & co sta cercando di ricreare osx... Per la shell la uso quotidianamente per collegarmi ai server debian e bsd, per sincronizzare e altro, non ho provato a cambiare la shell, uso da sempre e ovunque bash, ma alcuni programmini non di base li puoi compilare da sorgente e via proprio come su linux...Dopo anni di Windows e Linux vari, sono certo di poter dire che se Linux/Bsd avessero un Windows server con i contro cosi includendo la semplicità e l'usabilità necessaria per rednderli un ottimo e intuitivo os, quella distru si chiamerebbe osx...Cmq, che ora i roll mi trillino, ma ho detto le cose come stanno
          • Sgabbio scrive:
            Re: la verità
            Bhe Linux è un kernel non un sistema operativo fatto e finito come ubuntu e affini.Sta alla distrio ad essere per "esseri umani" o per "super nerd" alla fine :D
          • Darwin scrive:
            Re: la verità
            - Scritto da: Sgabbio
            Bhe Linux è un kernel non un sistema operativo
            fatto e finito come ubuntu e
            affini.Mi riferivo a GNU/Linux ;)
            Sta alla distrio ad essere per "esseri umani" o
            per "super nerd" alla fine
            :DAppunto. GNU/Linux esula da questo discorso.Sta a chi produce la distro stabilire su quale target destinare il proprio lavoro.
          • Sgabbio scrive:
            Re: la verità
            ed è questo il suo punto di forza, nonostante le accuse della sua "frammentazione".
          • Darwin scrive:
            Re: la verità
            - Scritto da: Sgabbio
            ed è questo il suo punto di forza, nonostante le
            accuse della sua
            "frammentazione".Certo ci mancherebbe.La forza di GNU/Linux è proprio questa. Questo gli permette di essere implementabile dovunque dai vecchi PC ai più recenti (rimanendo sempre in tema X86)
          • curaro scrive:
            Re: la verità
            m*nchia ragazzi, a leggervi si impara di tutto. grazie per non avermi sbranato alla prima domanda da niubbo!
          • Sem scrive:
            Re: la verità
            - Scritto da: Darwin- Scritto da: Redfoxy

            La potenza è nulla senza il controllo

            (versatilità &

            usabilità)
            Infatti per usare Linux (in questo caso la
            potenza) bisogna studiare, ovvero acquisire il
            controllo.
            I sistemi operativi senza controllo sono proprio
            quelli che fanno dello user-friendly un modus
            operandi.Avevo scritto critiche a molti punti del tuo intervento, ma non occorre appesantire di particolari la critica sostanziale: l'utilizzo del computer è tutt'altra cosa rispetto all'impostazione del suo funzionamento. La potenza utile è quella che può esprimere l'utilizzatore, non quella dello sviluppatore ... e se mai essa deriva molto più dall'apporto dell'analista che da quello del programmatore.Mi sembri prigioniero di un tuo microcosmo e sembra pure che ti roda che possa mettere le mani su una macchina, traendone risultati soddisfacenti, chi se ne sbatte allegramente di come si fa a costruirla ed istruirla .Come se, per andare terra terra nell'esemplificazione, per guidare un'automobile occorresse avere al minimo un diploma di perito meccanico, conoscenze di chimica e biochimoca e preparazione atletica per prevenire gli effetti degli incidenti perché naturalmente per guidarla come tu ritieni corretto occorrerebbe intervenire manualmente in continuo su anticipo e rapporto stechiometrico con pulsanti al volante mentre cose come ABS e AirBag sarebbero utility superflue degne solo di incapaci ed impreparati alla "durezza del compito" ... ... ...Vorrei vedere il confronto fra la tua velocità alla linea di comando e la mia con interfaccia grafica nel gestire un CAD architettonico verticale od un sofisticato elaboratore d'immagini o un qualsiasi applicativo che abbia a che vedere con almeno 3 dei 5 sensi (per ora) e non esclusivamente con i processi cerebrali.Edit: e per velocità non intendo quella "bruta" dell'eseguire una data azione, ma quella "fine" del concretizzare i processi creativi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 maggio 2011 21.59-----------------------------------------------------------
          • Darwin scrive:
            Re: la verità
            - Scritto da: Sem
            l'utilizzo
            del computer è tutt'altra cosa rispetto
            all'impostazione del suo funzionamento.Non si parla di usi del computer, ma di sistemi operativi differenti.
            La
            potenza utile è quella che può esprimere
            l'utilizzatore, non quella dello sviluppatore
            ...Mi sa che non hai capito il senso del discorso e/o del pensiero FOSS.Il punto non è se chi ha la potenza è uno sviluppatore o un gelataio. Il punto è che la potenza ce l'ha chi conosce.
            e se mai essa deriva molto più dall'apporto
            dell'analista che da quello del
            programmatore.Ma chi parla di programmazione?
            Mi sembri prigioniero di un tuo microcosmoMi sembra che tu non abbia capito di cosa si stesse parlando.
            e
            sembra pure che ti roda che possa mettere le mani
            su una macchina, traendone risultati
            soddisfacenti, chi se ne sbatte allegramente di
            come si fa a costruirla ed istruirla
            .Non mi rode niente di tutto questo.Sto solo spiegando che questo modus operandi è incompatibile con Linux.Se la gente vuole questo modus operandi, può andare su altri lidi.Per fortuna esistono sempre alternative.
            Come se, per andare terra terra
            nell'esemplificazione, per guidare un'automobile
            occorresse avere al minimo un diploma di perito
            meccanico, conoscenze di chimica e biochimoca e
            preparazione atletica per prevenire gli effetti
            degli incidenti perché naturalmente per guidarla
            come tu ritieni corretto occorrerebbe intervenire
            manualmente in continuo su anticipo e rapporto
            stechiometrico con pulsanti al volante mentre
            cose come ABS e AirBag sarebbero utility
            superflue degne solo di incapaci ed impreparati
            alla "durezza del compito" ... ...
            ...Ecco vedi?Non hai capito nulla del discorso.Il punto non è diventare tecnico e l'ho anche spiegato.Scusami, ma prima di scrivere l'hai letto il post?Ti dico questo perchè io ho chiaramente scritto:" ATTENZIONE prima che arrivino i soliti fan boy Apple a profetizzare le minc*iate di Stivi: studiare il funzionamento di un sistema operativo non vuol dire capire la differenza tra una compilazione del kernel di tipo statico o di tipo generic. Sta nel capire le differenze con il sistema a cui si era abituati e iniziare ad imparare un nuovo modus operandi. "Ovvero, per guidare ti occorre la patente.Se avessi letto questa parte del post avresti compreso il senso di tutto.Allora due sono le alternative:- O hai omesso di leggere o non hai compreso o comunque hai scritto questo in buona fede.- O l'hai fatto apposta per trollare.In ogni caso ti dirò che non perderò altro tempo su questa discussione, in quanto di questo argomento ne ho parlato tante volte e non mi va di ripetere le stesse cose in centinaia di post.
            Vorrei vedere il confronto fra la tua velocità
            alla linea di comando e la mia con interfaccia
            grafica nel gestire un CAD architettonico
            verticale od un sofisticato elaboratore
            d'immagini o un qualsiasi applicativo che abbia a
            che vedere con almeno 3 dei 5 sensi (per ora) e
            non esclusivamente con i processi
            cerebrali.
            Edit: e per velocità non intendo quella "bruta"
            dell'eseguire una data azione, ma quella "fine"
            del concretizzare i processi
            creativi.Scusami, permettimi una domanda: cosa c'entra il CAD con la shell.Quando avrai capito il paragone idiota che hai fatto, forse potrai capire il resto.E ti dirò...mi sa tanto che stai volutamente fraintendo il discorso.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 maggio 2011 00.24-----------------------------------------------------------
          • Darwin scrive:
            Re: la verità
            - Scritto da: Pel
            Ai tempi in cui usavo BSD Unix sui minicomputer
            ricordo che si poteva scegliere la shell che si
            preferiva come default, probabilmente si può fare
            anche con OS X (qualcuno l'ha fatto?). Linux non
            lo conosco,Si può fare anche con GNU/Linux. Io ad esempio non uso GNU Bash come shell di default.
            ma immagino che anche lì ogni
            distribuzione avrà la sua shell preferenzialeLa maggiorparte delle distribuzioni sceglie Bash di default. Pochissime ne usano altre.
            e
            che sarà possibile sceglierne un'altra a
            piacimento...
            qualcuno può confermare?Si. Puoi cambiare la shell anche su Linux.
        • Darwin scrive:
          Re: la verità
          - Scritto da: curaro
          ti quoto in pieno. Non sono un fanboy, uso osx
          con hackintosh. Senza lode e senza infamia,
          diversi vantaggi rispetto a windows (non usando
          linux non saprei esprimermi in merito) ed un
          interfaccia grafica veramente
          gradevole.
          Una domanda (senza trollare, per cortesia). leggo
          spesso i vostri commenti e, da perfetto profano
          (sono un barman, non un tecnico It) mi chiedo
          quale sia la differenza del terminale tra mac os
          e linux. In sostanza sono due sistemi unix based,
          la 2potenza2 del terminale non dovrebbe essere
          equivalente?Allora, immagino che per terminale tu intenda le potenzialità della riga di comando, giusto? Bene, ti rispondo subito: non ci sono differenze.Tutti e due usano la stessa shell e tutti e due possono sfruttare questo potente mezzo per amministrare il computer in maniera più veloce e trasparente possibile.
    • sadness with you scrive:
      Re: la verità
      - Scritto da: ...
      la verità è che nel 2000 mac os era un sistema
      obsoleto ed era chiaramente destinato a morire,questo è palese... non per niente c'erano diversi progetti in corso già da diverso tempo (Pink, Copland, ecc...)
      così, in casa apple hanno avuto la brillante idea
      di prendere un linux e mettergli una veste da
      mela, ma, naturalmente anche l'architettura
      hardware doveva cambiare, perchè linux gira su PC
      x86 e non su power pc.questa invece è una boiata che potevi risparmiarti, in primis perché è stato preso BDS, non linux, e in secondo luogo perché in ogni caso gira su PPC, così come ci gira MacOSX fino a Leopard
      Ora, siccome si sono
      accorti che iOS è un buon sistema, hanno deciso
      di abbandonare linux e implementare iOS anche per
      la fascia desktop e laptop, di conseguenza via
      libera a ARM.Ulteriore boiata, visto che iOS è comunque basato sullo stesso kernel di MacOSX e quindi su unix (non linux)... quello che cambia è l'interfaccia e i relativi servizi (oltre a diverse altre cose che mancano)
    • bertuccia scrive:
      Re: la verità
      - Scritto da: ...

      così, in casa apple hanno avuto la brillante idea
      di prendere un linux e mettergli una veste da
      mela
      ma, naturalmente anche l'architettura
      hardware doveva cambiare, perchè linux gira su PC
      x86 e non su power pc.
      Ora, siccome si sono
      accorti che iOS è un buon sistema, hanno deciso
      di abbandonare linux e implementare iOS anche per
      la fascia desktop e laptopBOOM! :Dsei un grande :D
      • sadness with you scrive:
        Re: la verità
        - Scritto da: bertuccia
        - Scritto da: ...



        così, in casa apple hanno avuto la brillante
        idea

        di prendere un linux e mettergli una veste da

        mela


        ma, naturalmente anche l'architettura

        hardware doveva cambiare, perchè linux gira su
        PC

        x86 e non su power pc.


        Ora, siccome si sono

        accorti che iOS è un buon sistema, hanno deciso

        di abbandonare linux e implementare iOS anche
        per

        la fascia desktop e laptop

        BOOM! :D

        sei un grande :D (troll2)(fixed)
      • Ma va la scrive:
        Re: la verità
        - Scritto da: bertuccia
        BOOM! :D

        sei un gLande :Dfixed
    • Filuz scrive:
      Re: la verità
      - Scritto da: ...
      la verità è che nel 2000 mac os era un sistema
      obsoleto ed era chiaramente destinato a morire,
      così, in casa apple hanno avuto la brillante idea
      di prendere un linux e mettergli una veste da
      mela, ma, naturalmente anche l'architettura
      hardware doveva cambiare, perchè linux gira su PC
      x86 e non su power pc. Ora, siccome si sono
      accorti che iOS è un buon sistema, hanno deciso
      di abbandonare linux e implementare iOS anche per
      la fascia desktop e laptop, di conseguenza via
      libera a
      ARM.MacOsX è basato su Darwin, della famiglia BSD, che con Linux non c'entra niente.tra l'altro se non ci fossero state varie dispute legali che hanno rallentato BSD, Linux non avrebbe mai visto lo sviluppo che ha avuto, in quanto non ve ne sarebbe stata l'esigenza
      • mcguolo scrive:
        Re: la verità
        - Scritto da: Filuz
        MacOsX è basato su Darwin, della famiglia BSD,
        che con Linux non c'entra
        niente.
        tra l'altro se non ci fossero state varie dispute
        legali che hanno rallentato BSD, Linux non
        avrebbe mai visto lo sviluppo che ha avuto, in
        quanto non ve ne sarebbe stata
        l'esigenzaLinux si è sviluppato tanto perché stallman aveva bisogno di un kernel con licenza open come-la-voleva-lui da mettere in GNU.
    • Solomon scrive:
      Re: la verità
      Stai mario
    • Ma va la scrive:
      Re: la verità
      la verità è che non hanno preso nessun linux e tu sei un troll
    • collione scrive:
      Re: la verità
      mmm hai confuso un pò le cose1. macos usa come kernel xnu che è derivato da mach bsd su cui è innestato l'userland freebsd2. linux non gira solo su x86 ma su millemila architetture tra cui power e arm3. ios ha come kernel una versione stripped di xnu e quindi è sempre bsd
    • Sgabbio scrive:
      Re: la verità
      Ehm, a dire il vero OSX ha come basi BSD.
    • Zapper scrive:
      Re: la verità
      - Scritto da: ...
      la verità è che nel 2000 mac os era un sistema
      obsoleto ed era chiaramente destinato a morire,
      così, in casa apple hanno avuto la brillante idea
      di prendere un linux e mettergli una veste da
      mela, ma, naturalmente anche l'architettura
      hardware doveva cambiare, perchè linux gira su PC
      x86 e non su power pc. Ora, siccome si sono
      accorti che iOS è un buon sistema, hanno deciso
      di abbandonare linux e implementare iOS anche per
      la fascia desktop e laptop, di conseguenza via
      libera a
      ARM.Non ne hai azzeccata mezza.
    • Shiba scrive:
      Re: la verità
      Ma di che diavolo stai parlando? ._.
    • Darwin scrive:
      Re: la verità
      - Scritto da: ...
      la verità è che nel 2000 mac os era un sistema
      obsoleto ed era chiaramente destinato a morire,
      così, in casa apple hanno avuto la brillante idea
      di prendere un linuxE da quando FreeBSD è un derivato di GNU/Linux?E da quando NeXTSTEP è un derivato di GNU/Linux?Te lo chiedo perchè le basi di OS X sono queste. Cosa c'entra il kernel Linux?
      e mettergli una veste da
      mela,Non direi proprio.Primo, ha un kernel ibrido (XNU), non un monolitico o un microkernel (Mach+kFreeBSD).Secondo, derivando anche da NeXTSTEP ha una forte affinità col linguaggio Objective-C.Terzo, ha dei framework (Carbon e Cocoa, quest'ultimo di derivazione OpenSTEP) di alto livello che ne caratterizzano le app.Il Core di base è un misto del sistema operativo FreeBSD e NeXTSTEP e si chiama Darwin (da cui il nome e il personaggio del mio avatar quì su PI).Quinto, ha un motore grafico differente.Sesto, ha un desktop environment totalmente differente e ben integrato col framework cocoa.Quindi, detto questo: cosa c'entra Linux?
      ma, naturalmente anche l'architettura
      hardware doveva cambiare, perchè linux gira su PC
      x86
      e non su power pc.Linux gira su:X86ARMPPC =
      PowerPC PA-RISCSPARCX86-64IA64S390ecc.Sicuro di quello che dici?
      Ora, siccome si sono
      accorti che iOS è un buon sistema,Che è basato sullo stesso Core di Mac OS X, ovvero Darwin.
      hanno deciso
      di abbandonare linuxNon l'hanno mai usato.
      e implementare iOS anche per
      la fascia desktop e laptop, di conseguenza via
      libera a
      ARM.Si certo...e le marmotte incartavano la cioccolata.Mamma mia, quante caz*ate messe insieme....Si fa fatica persino a leggerle tutte insieme.
    • Pinco Pallino scrive:
      Re: la verità
      La verita' e' che OSX con Linux non centra assolutamente nulla, e' basato su BSD (prevalentemente su FreeBSD).Poi vabbe' se c'e' gente che pensa che Unix=Linux... alzo le mani, c'e' anche chi e' convinto che "PC=Windows" :)A.
    • Be&O Unlogged scrive:
      Re: la verità
      Informarsi un poco prima di Sparare XXXXXXX ?NeXT Step NON E' LINUXNeXT Step E' Nato MultipiattaformaMAC OSX è NeXT Step con un interfaccia Moderna,Odio Apple da quando Abbandono il PPC, e la sceltafu Obbligata a causa della IMMOBILITA' DI MOTOROLA !Ad ogni Step di PPC c'è n'erano 3 di iNTEL / AMD.
    • malcommac scrive:
      Re: la verità
      - Scritto da: ...
      la verità è che nel 2000 mac os era un sistema
      obsoleto ed era chiaramente destinato a morire, [...]Questo è vero c'erano grossi problemi e ritardi su Copland, il sistema operativo che avrebbe dovuto sostituire Classic.
      così in casa apple hanno avuto la brillante idea
      di prendere un linux e mettergli una veste da
      mela,NeXT esisteva parecchio prima del 2000. Ci ha lavorasto Tim Benders Lee al CERN sulla progettazione del web. Anche perchè sarebbe stato impossibile progettare un sistema operativo facendo un paio di scoregge come dici tu.
      ma, naturalmente anche l'architettura
      hardware doveva cambiare, perchè linux gira su PC
      x86 e non su power pc. Francamanete una XXXXXXXta. Linux non ha nessun problema a girare su powerpc , x86, arm o altri. Semplicemente visto che in quel periodo Motorola/IBM non avevano più intenzione (chi per un motivo chi per un altro) di investire seriamente sull'architettura PowerPC, Apple ha dovuto fare questa scelta drastica.Inoltre non c'era nessun problema su X86 visto che NeXT (il padre di Mac OS X) proveniva proprio da X86. Tant'è che il passaggio è stato inverso, si è scelto di adattarlo inizialmente a PowerPC e poi proseguire nuovamente sulla strada naturale.
      Ora, siccome si sono
      accorti che iOS è un buon sistema, hanno deciso
      di abbandonare linux iOS è Mac OS X con le dovute differenze sui framework ad alto livello (tipo AppKit etc.)La base è rimasta Next / Unix BSD. Non diciamo XXXXXXXte dai.
      e implementare iOS anche per
      la fascia desktop e laptop, di conseguenza via
      libera a
      ARM.Ci marci con l'ignoranza però :)
    • male informato scrive:
      Re: la verità
      Non conosci linux PPC?Linux gira anche su powerPC esattamente come AIX. Il power PC è tutt'altro che morto (vedi POWER7) direi che è vero quanto scritto dagli altri, i power pc scaldavano troppo per i portatili e affini, non va bene per dispositivi mobili ma mica è morto? Sarai il solito javarolo che fa siti web, di sicuro non lavori su sistemi server.E' il mio primo posto, sono anni che mi diverto a leggere cretinate ma questa inesattezza è veramente troppo :-)
Chiudi i commenti