Antitrust, TAR conferma multa Telecom Italia

Il tribunale del Lazio ribadisce la legittimità della decisione del 2013. Ora la telco italiana ha un conto da oltre 100 milioni di euro da pagare: e ci sono anche due cause civili pendenti
Il tribunale del Lazio ribadisce la legittimità della decisione del 2013. Ora la telco italiana ha un conto da oltre 100 milioni di euro da pagare: e ci sono anche due cause civili pendenti

Poco meno di 104 milioni: il TAR del Lazio ha ribadito la legittimità della decisione dell’Authority Antitrust di maggio 2013 , quella in cui il garante per la concorrenza stabiliva una sanzione cospicua ai danni di Telecom Italia a causa di alcune pratiche commerciali che avevano limitato la possibilità per i competitor di operare sul libero mercato.

La decisione dell’Antitrust era seguita a una istruttoria durata tre anni, dopo la denuncia di Fastweb e Wind sulle modalità di accesso alla infrastruttura di rete seguite da Telecom Italia, e sulle politiche commerciali operate nei confronti della clientela business. La prima questione era stata punita con 88 milioni di multa, la seconda con oltre 15 milioni: una sanzione cospicua e che a questo punto, dopo la decisione del TAR, diventa esecutiva .

Come ricorda il Corriere delle Comunicazioni , sulla questione gravano anche due cause civili intentante da Vodafone e Fastweb nei confronti di Telecom: i due attori chiedono rispettivamente 1 e 1,7 miliardi di euro di risarcimento, che potrebbero sommarsi alla multa antitrust e costare quasi 3 miliardi all’incumbent . ( L.A. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 05 2014
Link copiato negli appunti