Antitrust, TAR conferma multa Telecom Italia

Il tribunale del Lazio ribadisce la legittimità della decisione del 2013. Ora la telco italiana ha un conto da oltre 100 milioni di euro da pagare: e ci sono anche due cause civili pendenti

Roma – Poco meno di 104 milioni: il TAR del Lazio ha ribadito la legittimità della decisione dell’Authority Antitrust di maggio 2013 , quella in cui il garante per la concorrenza stabiliva una sanzione cospicua ai danni di Telecom Italia a causa di alcune pratiche commerciali che avevano limitato la possibilità per i competitor di operare sul libero mercato.

La decisione dell’Antitrust era seguita a una istruttoria durata tre anni, dopo la denuncia di Fastweb e Wind sulle modalità di accesso alla infrastruttura di rete seguite da Telecom Italia, e sulle politiche commerciali operate nei confronti della clientela business. La prima questione era stata punita con 88 milioni di multa, la seconda con oltre 15 milioni: una sanzione cospicua e che a questo punto, dopo la decisione del TAR, diventa esecutiva .

Come ricorda il Corriere delle Comunicazioni , sulla questione gravano anche due cause civili intentante da Vodafone e Fastweb nei confronti di Telecom: i due attori chiedono rispettivamente 1 e 1,7 miliardi di euro di risarcimento, che potrebbero sommarsi alla multa antitrust e costare quasi 3 miliardi all’incumbent . ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • qualcuno scrive:
    Tra un anno sapremo
    Tra poco più di un anno sapremo quanto sono sinceri. Si avvicina la scadenza del patriot act e dovranno decidere se rinovarlo o no. Solo che a quel punto Snowden sarà solo un lontano ricordo.
  • prova123 scrive:
    Quando ci si è giocati la credibilità
    non esiste la possibilità di tornare indietro. C'est la vie.
  • Leguleio scrive:
    Non si dice...
    Non si dice però se questa raccolta sarà proibita solo per i cittadini Usa, o per tutti quanti, anche stranieri in territorio Usa e fruitori di servizi con sede in Usa.
  • iRoby scrive:
    Non lo faranno
    Ma non lo faranno mai!Il primato tecnologico e militare è troppo importante per gli USA! Sono uno stato fascista a tutti gli effetti.
    • ... scrive:
      Re: Non lo faranno
      - Scritto da: iRoby
      Ma non lo faranno mai!

      Il primato tecnologico e militare è troppo
      importante per gli USA! Sono uno stato fascista a
      tutti gli effetti.ma rispettosi di minoranze etniche e sessuali, perbacco!
Chiudi i commenti