Apple Car: la collaborazione con Kia potrebbe andare avanti

Il progetto Apple Car ancora nelle mani di Kia?

Non è da escludere che la partnership tra Apple e Kia per la realizzazione di un'auto elettrica stia proseguendo nonostante le ultime indiscrezioni.
Non è da escludere che la partnership tra Apple e Kia per la realizzazione di un'auto elettrica stia proseguendo nonostante le ultime indiscrezioni.

Forse, nonostante quanto circolato di recente in merito a un possibile abbandono del progetto, lo sviluppo della Apple Car potrebbe essere ancora nelle mani di Kia come ipotizzato da alcune fonti nelle scorse settimane. Lo ha riportato la redazione della testata sudcoreana Chosun Biz, ripresa tra gli altri da Reuters.

Apple Car: Kia e la mela morsicata insieme?

Uno dei fattori ritenuti determinanti per convincere i vertici di Cupertino è legato al fatto che l’automaker abbia in gestione un impianto di produzione collocato negli USA, più precisamente nello stato della Georgia. Altri rumor hanno indicato Hyundai come partner scelto dalla mela morsicata, ma è doveroso ricordare che oggi Kia fa parte del gruppo Hyundai Motor Company. Di fatto entrambe le realtà fanno riferimento alla medesima parent company.

Quanto riportato oggi da Chosun Biz parla di un memorandum d’intesa firmato lo scorso anno per una collaborazione che si estende a otto settori in totale: tra questi anche quello relativo alle auto elettriche e un altro inerente le tecnologie per il “last mile” ovvero gli spostamenti di breve raggio, presumibilmente in ambito urbano, con mezzi come scooter, monopattini e così via.

Chi ha ipotizzato una rottura della partnership ha parlato di motivi legati alle dichiarazioni in merito rilasciate pubblicamente dall’automaker. Apple avrebbe invece gradito la segretezza assoluta sull’iniziativa.

Il veicolo in questione, se mai si farà, oltre a disporre di un’alimentazione 100% elettrica avrà quasi certamente a bordo un sistema di guida autonoma basato su algoritmi di intelligenza artificiale. Ad ogni modo non arriverà sul mercato in tempi brevi come previsto in un primo momento: niente commercializzazione entro il 2022 né entro il 2025, ora gli analisti del settore puntano sul 2028.

Fonte: Reuters
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti