Apple contro Samsung, la crociata dei brevetti

L'azienda di Cupertino all'attacco del colosso sudcoreano, reo di aver violato svariate tecnologie di iPhone e iPad. Smartphone e tablet Galaxy avrebbero copiato interfaccia utente, icone, forma dell'hardware e design al gusto Mela

Roma – “Invece di portare avanti lo sviluppo di prodotti indipendenti, Samsung ha scelto di copiare in maniera pedissequa le tecnologie innovative di Apple, le sue caratteristiche interfacce utente e il suo peculiare quanto raffinato design di prodotto e confezione. In violazione dei suoi preziosi diritti di proprietà intellettuale”. Inizierà da questo breve paragrafo l’ennesima crociata di Apple per la tutela dei suoi brevetti, recentemente sbandierata in un documento di quasi 40 pagine depositato presso una corte di Oakland, California. Il grande copione è ora Samsung, altro agguerrito player nell’ormai infuocato mercato dei dispositivi mobile .

I legali della Mela sono dunque passati all’attacco del gigante coreano, accusato di aver violato ben dieci tecnologie brevettate dall’azienda di Cupertino . Troppo marcate – almeno secondo gli avvocati di Apple – le somiglianze tra modelli di smartphone come il Galaxy S i9000 e ben noti Melafonini.

Samsung avrebbe insomma preso a prestito numerosi elementi grafici e di sviluppo realizzati dall’azienda di Cupertino, a partire dalle icone e più in generale dalla sua interfaccia utente TouchWiz . I display basati su Android sarebbero in conclusione troppo simili a quelli introdotti sul mercato dal colosso di Steve Jobs.

“Non si tratta di una coincidenza – ha denunciato un portavoce di Apple – se gli ultimi prodotti di Samsung assomigliano molto a iPhone e iPad. Dalla forma dell’hardware all’interfaccia utente, persino nella confezione. Questa replica spudorata è sbagliata, e dobbiamo proteggere la proprietà intellettuale di Apple quando altre società rubano le sue idee”.

Sempre secondo le accuse formulate da Apple, anche la linea di tablet Galaxy Tab avrebbe rubato le sue idee. A partire da quel formato squadrato troppo simile ai due iPad . Samsung ha subito risposto al fuoco, sottolineando come le pretese della Mela verranno combattute in aula colpo su colpo.

Nel frattempo, lo staff della U.S. International Trade Commission (ITC) pare essersi schierato in toto per la difesa di Nokia e HTC, già accusate da Apple di violazione massiva di brevetto. A decidere sarà ora il giudice Carl Charneski, che dovrebbe emettere una sentenza definitiva il prossimo 5 agosto. La Mela ha chiesto di bloccare le importazioni di smartphone sul mercato statunitense .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Giggetto scrive:
    quando Dada era un ISP
    sembra ieri che Dada era uno dei primissimi ISP, analogici, per entrare "nella rete".. poi è passata ad altri modelli di business, ma evidentemente hanno reso poco..penso che poco prima della Dot Burst del 2000 il valore di Dada fosse ben superiore ai 28 milioni di ..
  • TuttoaSaldo scrive:
    Occupazione
    Quest'ultima si è impegnata a mantenere la sede di Dada.net nel comune di Firenze e il livello occupazionale a essa collegato per un periodo non inferiore ai 18 mesi successivi.Altrettanti di cassa integrazione e ci siamo :-)
  • contrario alla policy scrive:
    Totalemente
    Totalemente. :
  • notte... scrive:
    Buongiorno!
    Si chiama Buongiorno! con il punto esclamativo. Gli stessi che lavorano per l'NGS di Acer.
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Buongiorno!
      il comunicato stampa la pensa diversamente L'operazione con Buongiorno, in sintesi, prevede:- l'acquisizione da parte di Buongiorno di una partecipazione del 100% del capitale di Dada.net S.p.A. -----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 aprile 2011 16.03-----------------------------------------------------------
  • dubbio scrive:
    Qualcosa non mi torna...
    E c'è chi considera la vendita di Dada.net come "la definitiva fine dell'unica esperienza di azienda internet di respiro internazionale che questo paese ha messo in piedi negli ultimi 15 anni". Perché, Buongiorno non è italiana?
    • Eh No scrive:
      Re: Qualcosa non mi torna...
      Sono spagnoli
      • dubbio scrive:
        Re: Qualcosa non mi torna...
        - Scritto da: Eh No
        Sono spagnoliMa non avrebbero dovuto chiamarsi Buenos Dias, in quel caso? Buongiorno GroupBuongiorno (FTSE Italy STAR: BNG) is a leading global enabler of the mobile connected life. With direct connections to morethan 130 telecom operators in 57 countries, 10 years experience in the mobile ecosystem and a team of 1000 professionals,Buongiorno makes the mobile internet experience happen. Buongiorno is the preferred partner for telecoms, enterprises,handset and connected device manufacturers, supporting them in delivering customized mobile data experiences. Buongiornohas a potential reach of over 2 billion mobile consumers and an array of services and content spacing from mobile content basedvalue added services (VAS), innovative solutions to deliver personalized mobile experience which are marketed or reside onmany of the most popular OEM handsets and digital stores; to mobile loyalty programs and mobile advertising and marketingcampaigns.The Company is headquartered and listed in Milan (Italy).For more information about Buongiorno, please visit the website www.buongiorno.com
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Qualcosa non mi torna...
      Una azienda che campa con abbonamenti mensili di invio SMS "estorti" tramite pubblicità contorta...Sptciù
Chiudi i commenti