Apple e il jailbreak di nuova generazione

Un nuovo tool sblocca anche il chip A5, portando il jailbreak su iPhone 4S e iPad 2. Ma l'exploit ormai è bruciato
Un nuovo tool sblocca anche il chip A5, portando il jailbreak su iPhone 4S e iPad 2. Ma l'exploit ormai è bruciato

Dopo aver atteso qualche mese, i possessori di iPhone 4S e iPad 2 interessati al jailbreak hanno ora messo le mani sul tool che riesce a sbloccare anche questi ultimi dispositivi. Con il suo “Absinthe” (assenzio) il talentuoso coder francese conosciuto come pod2g è riuscito a violare le difese del nuovo processore A5.

Il software disponibile per Mac e PC Windows, realizzato insieme ad altri team indipendenti della scena iOS, sblocca tablet e smartphone Apple in maniera stabile (untethered) integrando addirittura una linea di comando che aiuterà nella diagnostica di eventuali bug.

Absinthe è basato sull’ultimissima versione pubblica di iOS (5.0.1) ma sfrutta un exploit che probabilmente non potrà più essere utilizzato in futuro. A quanto pare infatti, gli esperti di sicurezza Apple hanno già chiuso la falla trovata da pod2g con la beta iOS 5.1, momentaneamente riservata agli sviluppatori. Chi vorrà mantenere lo sblocco anche in futuro dovrà quindi attendere gli ulteriori sviluppi di questo botta e risposta.

Come noto, il jailbreak installa anche Cydia su iPhone 4S e iPad 2, marketplace “alternativo” all’App Store che consente di scaricare software non autorizzato da Apple, con cui personalizzare ulteriormente i dispositivi. Con un apposito tweak è ad esempio possibile utilizzare la videochiamata FaceTime anche con la connessione dati e non soltanto sotto copertura WiFi.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 01 2012
Link copiato negli appunti