Apple e Samsung, una pace mondiale?

A fronte di grandi spese e con risultati spesso superati dall'evolvere delle tecnologie, lo scontro rimarrebbe aperto solo negli Stati Uniti: si tratta dell'unico foro che ha portato ad una sentenza rilevante

Roma – Apple e Samsung sembrano aver raggiunto una sorta di pace mondiale, almeno fuori dagli Stati Uniti : le due hanno deciso di far cadere le rispettive accuse davanti a tutti i tribunali, tranne quelli a stelle e strisce.

Il cessate il fuoco sembra dunque destinato a riguardare le cause (ed i relativi strascichi legali) che vedono le due ancora contrapposte in Germania, Regno Unito, Francia, Italia, Olanda, Corea del Sud, Australia e Giappone: pur non essendoci un vero e proprio accordo tra le parti, le due sembrano pronte ad una tregua parziale.

L’ infinita e internazionale battaglia brevettuale tra Apple e Samsung non sarà dunque più il fronte legale più caldo per quanto riguarda il settore ICT.
La conclusione, almeno dal punto di vista internazionale, del conflitto brevettuale tra le due è una questione logica e fisiologica: da un lato il risultato delle azioni legali avviate negli ultimi anni ha portato magri risultati, spesso contrastanti tra loro e dunque poco sfruttabili a livello mediatico, dall’altro la giustizia si è dimostrata più lenta della tecnologia e dispositivi e brevetti oggetto dei processi sono ben presto diventati obsoleti.

Inoltre, le ultime trimestrali sia di Samsung sia di Apple non sono state entusiasmanti, fatto che le ha probabilmente spinte a rivedere le rispettive strategie soprattutto per ciò che concerne azioni legali spesso complicate, incerte e soprattutto costose.

A proseguire dunque, è solo il fronte a stelle e strisce della loro guerra brevettuale, l’unico che ha portato ad una sentenza in grado di spostare gli equilibri, almeno mediatici: così, quando ancora non si era spenta l’eco della decisione che costringeva Samsung a pagare più di un miliardo di dollari ad Apple per violazione di proprietà intellettuale, le due sono ricorse nuovamente ai tribunali statunitensi, in modo tale da coinvolgere i nuovi smartphone.

Su questo fronte, dunque, Apple e Samsung sono ancora contrapposte , senza alcuna intenzione di risparmiare cartucce: lungi dal raggiungere una pace per via stragiudiziale (come chiesto anche dal giudice Lucy Koh), da ultimo è stata la coreana a chiedere un giudizio di invalidità delle rivendicazioni di Cupertino delle tecnologie Slide to unlock e universal search .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Esprit scrive:
    Cottarelli
    tagli l'agcom, un ente totalmente inutile e costoso.
    • Leguleio scrive:
      Re: Cottarelli

      tagli l'agcom, un ente totalmente inutile e
      costoso.Tutti gli enti che contrastano con i propri interessi o il proprio credo sono inutili e costosi. Anche la polizia per ladri e rapinatori lo è.Possiamo mica scrivere che ci stanno antipatici, che ci pestano i piedi?!? C'è il serio rischio di dire la verità. :|
      • Un altro... scrive:
        Re: Cottarelli
        - Scritto da: Leguleio

        tagli l'agcom, un ente totalmente inutile e

        costoso.
        Tutti gli enti che contrastano con i propri
        interessi o il proprio credo sono inutili e
        costosi. Anche la polizia per ladri e rapinatori
        lo è.
        Possiamo mica scrivere che ci stanno antipatici,
        che ci pestano i piedi?!? C'è il serio rischio di
        dire la verità.
        :|Visto che tu non disponi di pensiero proprio e' ovvio che la pensi cosi', ma noi ti ignoriamo tranquillamente e continuiamo ad esprimere le nostre opinioni.
        • Leguleio scrive:
          Re: Cottarelli
          C'è differenza fra possedere pensiero proprio e lanciare anatemi puntuali dal forum di PI.Tra l'altro che modo di ignorare è, rispondere a un commento?
  • tucumcari scrive:
    Tutte sciocchezze
    Questi standard minimi di connettività non diventeranno mai operativi a causa del territorio irregolare e friabile della penisola italiana. Lo so bene, hanno iniziato i lavori per la banda larga nel mio comune, ma col cavolo che arrivano fino a casa mia. Fanno solo le vie principali, se voglio la banda larga fino alla mia abitazione devo pagare io il prolungamento.
    • tucumcari scrive:
      Re: Tutte sciocchezze
      - Scritto da: tucumcari
      se
      voglio la banda larga fino alla mia abitazione
      devo pagare io il
      prolungamento.Hai ragione LegùE poi una volta fatto il prolungamento occorre verificare che la linea supporti il telugu per potere fare i saluti a Nadella.
    • tucumcari scrive:
      Re: Tutte sciocchezze
      - Scritto da: tucumcari
      se
      voglio la banda larga fino alla mia abitazione
      devo pagare io il
      prolungamento.E poi dopo fare la verifica che la linea supporti il telugo per postare il saluto a Nadella
    • tucumcari scrive:
      Re: Tutte sciocchezze
      - Scritto da: tucumcari
      se
      voglio la banda larga fino alla mia abitazione
      devo pagare io il
      prolungamento.Parole sante LegùPoi bisogna pure fare il test che la linea supporti i messaggi in telugu per Nadella.
  • bubba scrive:
    pazzesco...
    pazzesco... l'AGCOM (da non confondere cmq con l'AGCM) che cerca di fare qualcosa di UTILE... non c'e' piu' religione :)Vedremo se andra' in porto esattamente come illustrata, o verra' svuotata di significato...
  • Etype scrive:
    wire
    Si punta più sul mobile per non investire sulle linee via cavo,wow
Chiudi i commenti