Apple ed Epic System lavorano insieme sul fronte salute

Apple ed Epic System lavorano insieme sul fronte salute

Epic System avrebbe stretto accordi per realizzare una versione migliore del suo tool per le cartelle cliniche destinato ai device Apple.
Epic System avrebbe stretto accordi per realizzare una versione migliore del suo tool per le cartelle cliniche destinato ai device Apple.

Apple ed Epic hanno stretto accordi. Non bisogna però farsi ingannare dal nome: non si tratta di Epic Games con cui è in corso ormai da tempo una battaglia legale, ma di Epic System, una società americana che si occupa di software sanitari. I patti, dunque, come deducibile, vertono sulla salute.

Apple ed Epic System hanno un accordo

Andando più nello specifico, Epic System dovrebbe realizzare una versione migliore da eseguire sui dispositivi Apple del suo tool per le cartelle cliniche. La “mela morsicata” avrebbe cercato di ottenere una versione nativa per i propri dispositivi, in special modo su macOS, ma per il momento l’accordo di sarebbe chiuso con un compromesso, ovvero uno strumento più facile da eseguire rispetto a un’app nativa.

Tenendo conto del ritmo con cui vanno avanti le cose nel settore sanitario, in special modo per quanto riguarda la tecnologia delle cartelle cliniche, è assai probabile che ci vorrà ancora del tempo prima che si possano vedere i risultati di questa nuova “stretta di mano”, ma si tratta comunque di un importante passo destinato a dare i suoi frutti.

Da notare che l’accordo giunge nonostante la società abbia sempre risposto in maniera negativa alle svariate richieste ricevute da Apple negli anni a causa di una diversa visione per quel che concerne la condivisone dei dati.

Epic System, infatti, mal digerisce il discorso interoperabilità per timori sulla privacy degli utenti e al fine di preservare la propria posizione sul mercato come più grande provider per le cartelle elettroniche degli americani.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: 9to5Mac
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 24 nov 2022
Link copiato negli appunti