Apple: embargo su Nokia

Nuova mossa della Mela all'interno della guerra dei brevetti con il gigante finlandese. Richiesto ancora il parere della ITC statunitense. Cupertino vuole lo stop alle importazioni

Roma – Continua vigorosa quella che ormai potrebbe essere definita la guerra dei brevetti tra Apple e Nokia. La squadra legale della Mela ha inviato all’attenzione della International Trade Commission (ITC) di Washington un nuovo documento in cui si ribadiscono le accuse di violazione di vari brevetti made in Cupertino . Richiesto un embargo, per bloccare l’importazione dei dispositivi mobile di Nokia nel territorio a stelle e strisce.

Un documento che tuttavia non c’è, perché non pubblicato dal sito ufficiale dell’agenzia statunitense che cerca di proteggere il mercato interno da pratiche scorrette come ad esempio la violazione di brevetto. Ma c’è stata certamente la richiesta ufficiale da parte di Apple che ha scritto a Marilyn Abbott, segretario ITC, affinché si proceda ad un’inchiesta sul gigante finlandese della telefonia mobile .

Nokia avrebbe violato, stando ai legali di Cupertino, la sezione 337 del Tariff Act del 1930 – e successivi emendamenti – in particolare riguardante comunicazioni mobile e dispositivi come un personal computer. Qualora ITC confermi l’avvio di un’inchiesta formale, ci vorrebbero circa 15 mesi perché Apple ottenga una risposta definitiva dell’agenzia sul caso.

“Nokia analizzerà queste nuove accuse – ha dichiarato Mark Durrant, portavoce dell’azienda di Espoo – e continuerà certamente a difendersi in maniera vigorosa”. Per Durrant, le nuove mosse legali di Apple non andranno ad alterare quella che ritiene essere la realtà: che Cupertino ha cercato a partire dal 2007 di fare un giro gratis sulla giostra dell’innovazione tecnologica finlandese.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • roby scrive:
    concorrenza di Baidu in cina
    l'argomento e' complesso perche' comprende aspetti di marchio etico (quale google commercialmente e') e aspetti di concorrenza locale del motore Baidu che e' il principale in cina. per avere un quadro piu approfondito leggete anche http://www.repubblica.it/interstitial/interstitial2007035.html
  • Sacrabolt scrive:
    Giornalismo?
    Nell'articolo si afferma: "In attesa del resto Yahoo ha fornito al regime le informazioni per chiudere in galera per 10 anni Shi Tao".Se si segue il link evidenziato nelle due parole "ha fornito" si scopre che le cose sono diverse:"stando alle accuse sollevate da Reporters Sans Frontieres, [yahoo] potrebbe essere un collaboratore di primo piano nella caccia al cyberdissidente lanciata dalle autorità della Repubblica Popolare Cinese."Mi chiedo: è giornalismo questo?
    • Valeren scrive:
      Re: Giornalismo?
      Il caso è vecchio e molto ben documentato.Yahoo ha passato i dati della mail e l'IP di Shi Tao dietro semplice richiesta, senza fare domande.Tant'è che poi ha rimborsato privatamente il giornalista.
  • Max Monti scrive:
    Ne riparliamo tra 15 anni?
    E quindi questo miliardo e passa di persone è così tontarello da sorbirsi per decenni uno dei "peggiori regimi del pianeta". azz! Che popolo stupido! Pensa che sono stati così ingenui da dissociarsi dalla guerra fredda (Mao/Nixon) riuscendo ad utilizzare alla grande il modello comunista per uscire dal sottosviluppo (la Russia è fallita per la corsa agli armamenti, loro no) e sono stati così cretini da utilizzare il modello capitalista senza indebitarsi con la Banca Mondiale diventando un gigante economico con bei soldi in cassa... altro che azzeramento del debito! Ovviamente caro Mantellini tu sai che un paio di settimane fa è stato aperto il mercato comune del Sud-Est asiatico, un qualcosa tipo Unione Europea che vale 1,9 miliardi di persone perchè in Cina i salari stanno aumentando ed anche a loro conviene delocalizzare in Laos o in Vietnam. E naturalmente tu saprai di sicuro che il Tibet fu Stato sovrano indipendente (e teocratico) solo dal 1911 al 1950 (protetto dagli inglesi...quelli delle due Guerre dell'Oppio) mentre è stato Impero cinese dal 1368 al 1911... solo 700 anni contro 39 sotto protezione inglese e che vuoi che siano queste differenze... robetta!Tra l'altro in Cina ci sono 100 milioni di buddisti praticanti e indisturbati a patto che non mischino politica e religione come purtroppo usa da noi. Se vuoi fare politica non andare in chiesa e unisciti ai 65 milioni di iscritti al Partito Comunista: le porte sono aperte.E com'era quella? Pomodori e gadgets... bravo! A me risulta che stanno tutti correndo lì ad aprire centri di ricerca (chiudendone molti, ed anche in Italia) parlo dei big farma, di Intel, di Mercedes, di Motorola, altro che pomodori! Quelli lasciamoli ai caporali calabresi ed agli schiavi del Senegal.Che tristezza: perchè misurare un mondo globalizzato che corre alla grande (e senza l'Italia) col solo metro dell'Occidente? Follia: il vecchio millennio è finito da 10 anni. Ma hai notato di che colore è Obama? Lo sai che ha parenti indonesiani? E' finita. Fascisti, leghisti, lobby di Lotta Continua e chiacchieroni radical chic. Rassegnatevi.La Cina è un'economia pianificata, una nazione che esce dalla miseria per entrare gradualmente (alias molto lentamente) nel welfare state e nella democrazia. Ci vado da 3 anni ogni capodanno (occidentale) ed ogni volta vedo una società sempre più vivace ed aperta. My opinion (che vale solo per Beijing e Shanghai) ma a me non mi sembra proprio il Cile o l'Argentina dei desaparecidos. Ho tanti motivi indiretti per pensare questo, tipo il fiorire di un Arte spigliata e pervasiva che a mio avviso non germoglia mai dove ci sono dittature feroci.Comunque io non ho la verità assoluta... Se tra quindici anni continueranno sti cavolo di filtri, controlli et similia avrai avuto ragione tu ed io torto ma se da quelle parti applicheranno alla grande anche le regole democratiche dopo averle introdotte gradualmente (lo stanno già facendo ma non va di moda dirlo) senza regalare il Paese al Silvio di turno o agli oligarchi Putin-style che dirai Mantellini caro? Senza questa tumultuosa miriade di geniali occhi a mandorla che possono guardare al futuro con un entusiasmo ed una energia che qui davvero ci sognamo saremmo tutti molto più poveri. Non tra quindici anni ma adesso. A 10.000 km da qui c'è la locomotiva dell'economia mondiale che ci ha salvato da una crisi tremenda, stile '29. Un po' di rispetto. Please.
    • Redpill scrive:
      Re: Ne riparliamo tra 15 anni?
      Oh! Meno male che ci salva la Cina...a parte forse per l'inquinamento della quale tiene il primato mondialea parte forse l'esempio tanto limpido... com'era? ah si di vivacità, come i vivaci bambini che schiavizzano fin dalla nascita per promuovere la loro potenza alle olimpiadia parte forse che i sacerdoti buddisti non fanno politica ma prendono lo stesso mazzate, mentre cristiani è meglio non esserloa parte forse che la libertà non si concede a piccole dosi... LA LIBERTA' NON LA CONCEDE UN GOVERNO!!! Qui si parla di semplicissimi ed inalienabili DIRITTI UMANI.a parte forse che la loro tanto declamata economia sta mostrando i suoi frutti anche da noi, con bambini avvelenati dai giocattoli, donne ustionate da vestiti super economici, negozi che lapidano la concorrenza con prezzi fuori mercato e orari di chiusura inesistenti.W LA CINA!- Scritto da: Max Monti
      E quindi questo miliardo e passa di persone è
      così tontarello da sorbirsi per decenni uno dei
      "peggiori regimi del pianeta". azz! Che popolo
      stupido! Pensa che sono stati così ingenui da
      dissociarsi dalla guerra fredda (Mao/Nixon)
      riuscendo ad utilizzare alla grande il modello
      comunista per uscire dal sottosviluppo (la Russia
      è fallita per la corsa agli armamenti, loro no) e
      sono stati così cretini da utilizzare il modello
      capitalista senza indebitarsi con la Banca
      Mondiale diventando un gigante economico con bei
      soldi in cassa... altro che azzeramento del
      debito!

      Ovviamente caro Mantellini tu sai che un paio di
      settimane fa è stato aperto il mercato comune del
      Sud-Est asiatico, un qualcosa tipo Unione Europea
      che vale 1,9 miliardi di persone perchè in Cina i
      salari stanno aumentando ed anche a loro conviene
      delocalizzare in Laos o in Vietnam.

      E naturalmente tu saprai di sicuro che il Tibet
      fu Stato sovrano indipendente (e teocratico) solo
      dal 1911 al 1950 (protetto dagli inglesi...quelli
      delle due Guerre dell'Oppio) mentre è stato
      Impero cinese dal 1368 al 1911... solo 700 anni
      contro 39 sotto protezione inglese e che vuoi che
      siano queste differenze...
      robetta!
      Tra l'altro in Cina ci sono 100 milioni di
      buddisti praticanti e indisturbati a patto che
      non mischino politica e religione come purtroppo
      usa da noi. Se vuoi fare politica non andare in
      chiesa e unisciti ai 65 milioni di iscritti al
      Partito Comunista: le porte sono
      aperte.
      E com'era quella? Pomodori e gadgets... bravo! A
      me risulta che stanno tutti correndo lì ad aprire
      centri di ricerca (chiudendone molti, ed anche in
      Italia) parlo dei big farma, di Intel, di
      Mercedes, di Motorola, altro che pomodori! Quelli
      lasciamoli ai caporali calabresi ed agli schiavi
      del
      Senegal.
      Che tristezza: perchè misurare un mondo
      globalizzato che corre alla grande (e senza
      l'Italia) col solo metro dell'Occidente? Follia:
      il vecchio millennio è finito da 10 anni. Ma hai
      notato di che colore è Obama? Lo sai che ha
      parenti indonesiani? E' finita. Fascisti,
      leghisti, lobby di Lotta Continua e chiacchieroni
      radical chic.
      Rassegnatevi.
      La Cina è un'economia pianificata, una nazione
      che esce dalla miseria per entrare gradualmente
      (alias molto lentamente) nel welfare state e
      nella democrazia. Ci vado da 3 anni ogni
      capodanno (occidentale) ed ogni volta vedo una
      società sempre più vivace ed aperta. My opinion
      (che vale solo per Beijing e Shanghai) ma a me
      non mi sembra proprio il Cile o l'Argentina dei
      desaparecidos. Ho tanti motivi indiretti per
      pensare questo, tipo il fiorire di un Arte
      spigliata e pervasiva che a mio avviso non
      germoglia mai dove ci sono dittature
      feroci.
      Comunque io non ho la verità assoluta... Se tra
      quindici anni continueranno sti cavolo di filtri,
      controlli et similia avrai avuto ragione tu ed io
      torto ma se da quelle parti applicheranno alla
      grande anche le regole democratiche dopo averle
      introdotte gradualmente (lo stanno già facendo ma
      non va di moda dirlo) senza regalare il Paese al
      Silvio di turno o agli oligarchi Putin-style che
      dirai Mantellini caro?

      Senza questa tumultuosa miriade di geniali occhi
      a mandorla che possono guardare al futuro con un
      entusiasmo ed una energia che qui davvero ci
      sognamo saremmo tutti molto più poveri. Non tra
      quindici anni ma adesso. A 10.000 km da qui c'è
      la locomotiva dell'economia mondiale che ci ha
      salvato da una crisi tremenda, stile '29. Un po'
      di rispetto.
      Please.
    • Ningo scrive:
      Re: Ne riparliamo tra 15 anni?
      finalmente qualcuno che parla con cognizione di causa, qui ci stanno solo zombies tirati su con nutella e bim bum bam
    • taliano scrive:
      Re: Ne riparliamo tra 15 anni?
      tl;dre come mai ancora non ti sei trasferito in Cina?
      • Max Monti scrive:
        Re: Ne riparliamo tra 15 anni?
        Io rimango qui e non ho certo intenzione di starmene a guardare zitto zitto l'Italia che affonda tra preti, fascisti e chiacchieroni. Detto questo il RAZZISMO con cui si parla della Cina esaltando solo gli aspetti critici senza dargli merito del tanto che stanno facendo è nauseante. Questa è ignoranza allo stato puro: l'italiano medio non ha idea della cultura di questa nazione, delle tante qualità di quel popolo composto da ben 56 etnie differenti e di quanto sia ingiusto il quadro che ne viene dipinto. Propaganda da quattro soldi: gridare a martello (ed all'unisono) i difetti e tacere sui meriti che non sono certo pochi.Per capirci è come se di noi italiani dicessero solo (e costantemente) della mondezza a Napoli, di Falcone saltato per aria in Sicilia, delle sparate razziste della Lega, dei saluti romani dei fascistelli di Forza Nuova, dei trans di Marrazzo o delle signorine di Silvio. Tutte cose vere ma frammentarie e prive di approfondimento usate strumentalmente senza ricordare che malgrado tutto siamo ancora un Paese G8, che 2000 anni fa' con i Romani abbiamo creato l'Europa moderna (lo dicono gli storici di tutto il mondo non io), che siamo i geniali costruttori delle Ferrari (e quindi leader tecnologici nella metalmeccanica) e che tutti quelli che possono permetterselo vestono Prada o Dolce & Gabbana per non parlare del fatto che abbiamo la migliore industria alimentare del mondo ed opere d'arte quanto tutto il resto dell'Occidente messo insieme. Gli italiani in gamba sono sicuramente più numerosi dei mafiosi, dei padani filo-celtici, dei piduisti, dei fascistelli e dei chiacchieroni radical-chic... sono solo circondati su innumerevoli fronti da un numero inusitato di carogne e di traditori.E queste carogne sono le stesse che giocano al ribasso sabotando scientemente il livello culturale di ogni dibattito. Un popolo di ignoranti si manipola sicuramente meglio. E' l'ABC di ogni dittatura.E per i miei intelligentissimi amici cinesi mi piacerebbe solo un po' di equilibrio e di giustizia, una delle virtù cardinali della religione cristiana ma del resto che diceva Sciascia... "l'Italia non è più cristiana dai tempi di Victor Hugo" con buona pace del Papa, di XXXXXX e di Militia Christi.
        • la storia si ripete scrive:
          Re: Ne riparliamo tra 15 anni?

          E queste carogne sono le stesse che giocano al
          ribasso sabotando scientemente il livello
          culturale di ogni dibattito. Un popolo di
          ignoranti si manipola sicuramente meglio. E'
          l'ABC di ogni
          dittatura.In effetti adolf hitler diceva che le masse vanno mantenute ignoranti e paurose (citazione dal Mein kampf). In effetti silvio berlusconi ci mantiene a veline tettedigomma e notizie tipo i negri ci derubano.
        • Redpill scrive:
          Re: Ne riparliamo tra 15 anni?
          Forse eravamo leader nella metalmeccanica. Ora costruiamo in Cina e vendiamo prodotti qualitativamente migliori o peggiori? Sii sincero.Forse la Ferrari sarà ancora italiana (elettronica a parte!) ma l'unico merito che va dato alla Cina è quello di averci copiato, assorbito e fra poco messi nel loro vasto archivio di civiltà defunte (come appunto i Romani con cui abbiamo ben poco a che fare noi italiani moderni).L'unico modo per mostrare cosa veramente l'Italia sa fare sarebbe quello di ritornare al VERO made in Italy, ma è impossibile temo, proprio perché il resto del mondo ha fatto della Cina una potenza economica, senza un vero merito industriale od economico da parte loro se non quello di avere una potenza bellica (e nucleare) alle spalle.- Scritto da: Max Monti
          Io rimango qui e non ho certo intenzione di
          starmene a guardare zitto zitto l'Italia che
          affonda tra preti, fascisti e chiacchieroni.

          Detto questo il RAZZISMO con cui si parla della
          Cina esaltando solo gli aspetti critici senza
          dargli merito del tanto che stanno facendo è
          nauseante.

          Questa è ignoranza allo stato puro: l'italiano
          medio non ha idea della cultura di questa
          nazione, delle tante qualità di quel popolo
          composto da ben 56 etnie differenti e di quanto
          sia ingiusto il quadro che ne viene dipinto.

          Propaganda da quattro soldi: gridare a martello
          (ed all'unisono) i difetti e tacere sui meriti
          che non sono certo
          pochi.
          Per capirci è come se di noi italiani dicessero
          solo (e costantemente) della mondezza a Napoli,
          di Falcone saltato per aria in Sicilia, delle
          sparate razziste della Lega, dei saluti romani
          dei fascistelli di Forza Nuova, dei trans di
          Marrazzo o delle signorine di Silvio.

          Tutte cose vere ma frammentarie e prive di
          approfondimento usate strumentalmente senza
          ricordare che malgrado tutto siamo ancora un
          Paese G8, che 2000 anni fa' con i Romani abbiamo
          creato l'Europa moderna (lo dicono gli storici di
          tutto il mondo non io), che siamo i geniali
          costruttori delle Ferrari (e quindi leader
          tecnologici nella metalmeccanica) e che tutti
          quelli che possono permetterselo vestono Prada o
          Dolce & Gabbana per non parlare del fatto che
          abbiamo la migliore industria alimentare del
          mondo ed opere d'arte quanto tutto il resto
          dell'Occidente messo insieme.

          Gli italiani in gamba sono sicuramente più
          numerosi dei mafiosi, dei padani filo-celtici,
          dei piduisti, dei fascistelli e dei chiacchieroni
          radical-chic... sono solo circondati su
          innumerevoli fronti da un numero inusitato di
          carogne e di
          traditori.
          E queste carogne sono le stesse che giocano al
          ribasso sabotando scientemente il livello
          culturale di ogni dibattito. Un popolo di
          ignoranti si manipola sicuramente meglio. E'
          l'ABC di ogni
          dittatura.
          E per i miei intelligentissimi amici cinesi mi
          piacerebbe solo un po' di equilibrio e di
          giustizia, una delle virtù cardinali della
          religione cristiana ma del resto che diceva
          Sciascia... "l'Italia non è più cristiana dai
          tempi di Victor Hugo" con buona pace del Papa, di
          XXXXXX e di Militia
          Christi.
          • Max Monti scrive:
            Re: Ne riparliamo tra 15 anni?

            Forse eravamo leader nella metalmeccanica. Ora
            costruiamo in Cina e vendiamo prodotti
            qualitativamente migliori o peggiori? Sii
            sincero.La mia fede nella creatività di noi italiani è incrollabile.Più giro il mondo e più constato che sul versante tecnico-creativo non abbiamo rivali esteri ma solo traditori interni che soffocano il nostro genio vitale in mille modi: con la violenza delle mafie e dei pizzi, con la concorrenza sleale di mazzette ed evasione fiscale, con la volgarità scientifica di TV e media che abbassano il gusto del bello a livello di genocidio culturale e potrei continuare a lungo...Detto questo sulla qualità del made in China c'è molta disinformazione.Un esempio: l'alta fedeltà. In quel settore (un tempo dominato da UK, USA e Japan) i cinesi stanno facendo benissimo con prodotti economici ma formidabili per qualità costruttiva e performance, leggiti le recensioni:http://www.tnt-audio.com/tnt.htmlPosso darti decine di case histories... Lo sapevi che stanno facendosi da loro i primi aerei commerciali tipo Airbus?
            Forse la Ferrari sarà ancora italiana
            (elettronica a parte!) ma l'unico merito che va
            dato alla Cina è quello di averci copiato,
            assorbito e fra poco messi nel loro vasto
            archivio di civiltà defunte (come appunto i
            Romani con cui abbiamo ben poco a che fare noi
            italiani moderni).Vai in Cina e vedrai quanto siamo rispettati noi italiani.A me mi riconoscevano dalle scarpe!Il mondo è globalizzato e questo gioco funziona solo se rimaniamotutti vivi e ci compriamo le cose a vicenda evitando di farci guerre inutili. Conoscerci tutti un po' meglio non è più un vezzo ma un obbligo.
            L'unico modo per mostrare cosa veramente l'Italia
            sa fare sarebbe quello di ritornare al VERO made
            in Italy, ma è impossibile temo, proprio perché
            il resto del mondo ha fatto della Cina una
            potenza economica, senza un vero merito
            industriale od economico da parte loro se non
            quello di avere una potenza bellica (e nucleare)
            alle spalle.Veramente per spesa in R&S nel 2009 la Cina è seconda solo agli USA.Come trattiamo la ricerca qui in Italia? Se i cervelli fuggono è forse colpa dei cinesi o di qualche P2ista con i rialzi nelle scarpe oltre che dei baroni, degli ex sessantottini e di tutti gli altri che mettono figli e parenti al posto dei meritevoli?
    • Eretico scrive:
      Re: Ne riparliamo tra 15 anni?
      Si, un paese che sta entrando in una sua versione di democrazia (di facciata) a suon di lavori forzati. Senza contare inquinamento, sfruttamento del lavoro minorile, Lagolay, stipendi da fame, orari inesitenti, coltivazioni intensive con fertilizzanti e pesticidi chimici di cui non si sa nulla, esportazione di cibo avariato, giocattoli e vestiti sintetici prodotti con chissà quali sostanze chimiche, esportazione di schiavi in occidente e confinati in scantinati a lavorare 20 ore al giorno, e filtri (perchè il popolo deve sapere solo ciò che gli interessa "veramente") e beh complimenti.
    • Massimo Mantellini scrive:
      Re: Ne riparliamo tra 15 anni?
      Caro Max,io non ho grandi certezze. Ho sempre immaginato che proprio in considerazione del tipo di contenuti che l'ICT trasporta si potesse immaginare una nuova alleanza fra le imprese della nuova economia capace di incidere maggiormente sui processi di cambiamento democratico di grandi paesi come la Cina. Si e' fatto poco e si poteva fare di piu'. Il mio parere e' che la decisione di Google vada in questa direzione o quanto meno lo spero. Poi di persone disincantate che hanno capito tutto e' pieno il mondo. Vediamo fra qualche anno (15 sono troppi) chi avra' avuto ragione. Non tanto per noi quanto per loro. saluti.
  • Stein Franken scrive:
    Google è morto
    BINGO!
  • Yang scrive:
    ma che soloni e soloni
    Se si stratta di stron** davvero cattivi, siamo d'accordo. Ma la maggior parte dei commentatori che ho trovato sono cinici abituati all'altrui cinismo, se vuoi disfattisti, sconfitti, ma anche molto realisti (il "pessimismo della ragione" eh?); perché è bello sperare che Google sia dalla nostra, ma Google è la stessa che l'altro ieri diceva in automatico con una sua versione di "se non hai niente da nascondere non ti devi preoccupare" quando si parlava di privacy, qui, su questo stesso giornale.Allora io direi che non hanno il nostro stesso punto di vista. E' business, ma come slogan ne ha uno abbastanza mulinobianco da farci sperare. Perché la prima reazione è la negazione.Neghiamo di stare perdendo la civiltà occidentale in favore di una corruzione medievale da cui in parte ci stavamo distaccando.
    • pagarenonba sta scrive:
      Re: ma che soloni e soloni
      la fa tanto lunga .. lasciano quel XXXXX di paese che e la cina e che si arrangino quei comunisti del XXXXX http://www.privateshopbazar.com
  • Eretico scrive:
    Conoscenza E' denaro !
    " La grande differenza fra i venditori di pomodori ed aziende che si occupano di comunicazione ed informazione è che le prime seguono il denaro (come dicono gli americani in uno dei loro più tristi luoghi comuni), le seconde seguono il denaro, certo, ma anche la conoscenza. "Errore. Google, Yahoo e compagnia cantando seguono il denaro. Punto.Denaro che deriva dalla conoscenza che, grazie a loro, è diventato un bene di consumo come tanti altri. Se Google non avesse scoperto il tentativo d'intrusione in Gmail, avrebbe raggiunto un accordo con il governo cinese, monetizzando la cosa ed imponendo filtri alla faccia della conoscenza libera (libera fichè questa non lede il profitto) e non è detto che comunque non risiedano intorno ad un tavolo. Secondo me il comportamento di Google è solo di facciata. In realtà la Cina è un mercato enorme che fa gola a tutti. Poi fa niente se i diritti umani vengono calpestati a favore del profitto. Solo degli illusi possono pensare che aziende di questo tipo, ripeto aziende perchè quello sono, rimangano in disparte e non si facciano tentare da una simile "torta". Anche perchè se Google avesse veramente a cuore la conoscenza come tale, con la Cina non ci avrebbe neppure parlato. Invece le cose stanno tristemente in modo molto diverso.
    • Lucio scrive:
      Re: Conoscenza E' denaro !
      Quella serpe malefica di Google lo ha fatto per i suoi interessi e per pubblicità, oltre che per sXXXXXre Microsoft.http://www.newsandtricks.com/2010/01/google-vs-cina-marcia-indietro-di.html
    • Thepassenge r scrive:
      Re: Conoscenza E' denaro !
      Mi sa proprio che è così, è stata tutta pubblicità facendo finta di preoccuparsi dei diritti umani quando in realtà a loro non gliene frega una mazza...- Scritto da: Eretico
      " La grande differenza fra i venditori di
      pomodori ed aziende che si occupano di
      comunicazione ed informazione è che le prime
      seguono il denaro (come dicono gli americani in
      uno dei loro più tristi luoghi comuni), le
      seconde seguono il denaro, certo, ma anche la
      conoscenza. "

      Errore. Google, Yahoo e compagnia cantando
      seguono il denaro.
      Punto.
      Denaro che deriva dalla conoscenza che, grazie a
      loro, è diventato un bene di consumo come tanti
      altri. Se Google non avesse scoperto il tentativo
      d'intrusione in Gmail, avrebbe raggiunto un
      accordo con il governo cinese, monetizzando la
      cosa ed imponendo filtri alla faccia della
      conoscenza libera (libera fichè questa non lede
      il profitto) e non è detto che comunque non
      risiedano intorno ad un tavolo. Secondo me il
      comportamento di Google è solo di facciata. In
      realtà la Cina è un mercato enorme che fa gola a
      tutti. Poi fa niente se i diritti umani vengono
      calpestati a favore del profitto. Solo degli
      illusi possono pensare che aziende di questo
      tipo, ripeto aziende perchè quello sono,
      rimangano in disparte e non si facciano tentare
      da una simile "torta". Anche perchè se Google
      avesse veramente a cuore la conoscenza come tale,
      con la Cina non ci avrebbe neppure parlato.


      Invece le cose stanno tristemente in modo molto
      diverso.
      • Yang scrive:
        Re: Conoscenza E' denaro !
        - Scritto da: Thepassenge r
        Mi sa proprio che è così, è stata tutta
        pubblicità facendo finta di preoccuparsi dei
        diritti umani quando in realtà a loro non gliene
        frega una
        mazza...vero.e dovremmo però VOMITARE per quel che fa Microsoft, allora.ma l'alternativa qual'è?se iniziamo ad usare linux tutti, domani ci sarà bejinux e non cambierà nulla.Dovremmo starcene ognuno per conto proprio e cercare di non scatenare la terza guerra mondiale, puntare tutti alle energie rinnovabili e al progresso e peace & love , flowerpower per tuttiche depressione XXXXX!!!!!!
        • Eretico scrive:
          Re: Conoscenza E' denaro !
          - Scritto da: Yang
          - Scritto da: Thepassenge r

          Mi sa proprio che è così, è stata tutta

          pubblicità facendo finta di preoccuparsi dei

          diritti umani quando in realtà a loro non gliene

          frega una

          mazza...

          vero.
          e dovremmo però VOMITARE per quel che fa
          Microsoft,
          allora.
          ma l'alternativa qual'è?

          se iniziamo ad usare linux tutti, domani ci sarà
          bejinux e non cambierà nulla.Non è la stessa cosa. Linux, a parte distribuzioni come Red Hat, sono essenzialmente open e gratuite perciò l'avvento di una distribuzione bejinux non cambierebbe di molto le cose. Dovrebbe essere open e fruibile gratuitamente per potersi espandere e essere concorrenziale, perciò il controllo imposto da governi come quello cinese non sarebbe applicabile. Al contrario, con tecnologie chiuse, questo potrebbe avvenire senza troppi problemi.
          Dovremmo starcene ognuno per conto proprio e
          cercare di non scatenare la terza guerra
          mondiale, puntare tutti alle energie rinnovabili
          e al progresso e peace & love , flowerpower per
          tuttiCaso mai dovremmo essere uniti per poter perseguire certe idee. Isolati non arriveremmo a nessuna parte.
          che depressione XXXXX!!!!!!Vero.
          • Yang scrive:
            Re: Conoscenza E' denaro !
            - Scritto da: Eretico
            Non è la stessa cosa. Linux, a parte
            distribuzioni come Red Hat, sono essenzialmente
            open e gratuite perciò l'avvento di una
            distribuzione bejinux non cambierebbe di molto le
            cose. infatti non cambierebbe di molto.noi una società opensource la paghiamo per il lavoro che fa, non per la proprietà intellettuale.ma in un mercato schiavista... vai avanti tu, hai capito, no?
            Dovrebbe essere open e fruibile
            gratuitamente per potersi espandere e essere
            concorrenzialela concorrenza in un mercato al ribasso in cui è conXXXXX usare schiavi non è una buona strategia se non che per il padrone.ma come società dove ci porta?
            , perciò il controllo imposto da
            governi come quello cinese non sarebbe
            applicabile. Al contrario, con tecnologie chiuse,
            questo potrebbe avvenire senza troppi
            problemi.parlo di mercato del lavoro, di "opportunità di marketing", portare a casa la pagnotta, vivere non da schiavi, con i nostri standard. [...]
            Caso mai dovremmo essere uniti per poter
            perseguire certe idee.uniti TRA NOI, ma non con loro (cinesi)Loro seguono altre regole.
            Isolati non arriveremmo a nessuna parte.


            che depressione XXXXX!!!!!!

            Vero.vorrei che mi si confutasse perdio, e invece che depreeeeeee!!!!!!!
    • Yang scrive:
      Re: Conoscenza E' denaro !
      - Scritto da: Eretico[...]
      Errore. Google, Yahoo e compagnia cantando
      seguono il denaro.
      Punto.
      Denaro che deriva dalla conoscenza amen.sad but true.non che io inneggi e sostenga questo punto di vista: lo osservo e lo trovo applicato. Il loro business è questo. Sarei felice che il loro business fosse essere i paladini della giustizia. Mi piacerebbe che noi tutti, cittadini occidentali, riuscissimo a PAGARE per un business di questo tipo... e a mio avviso le tasse servono a questo.Ma ci hanno inc***to e questo non accade: non siamo rappresentati e vedete da voi quel che succede.[...]
      Se Google non avesse scoperto il tentativo
      d'intrusione in Gmail, avrebbe raggiunto un
      accordo con il governo cinese, monetizzando la
      cosa ed imponendo filtri alla faccia della
      conoscenza libera (libera fichè questa non lede
      il profitto) e non è detto che comunque non
      risiedano intorno ad un tavolo. sono illazioni, ma hanno più senso credere che il don't be evil sia realmente applicato, specie se vogliamo ricordare le recentissime repliche alle critiche sulla privacy da parte del Ceo di Google.
      Secondo me il
      comportamento di Google è solo di facciata. In
      realtà la Cina è un mercato enorme che fa gola a
      tutti.l'errore gigante è non pensare a lungo termine.per un po' sarà mercato, ma se proiettiamo a tra 10-20-30 anni, significa scomparsa della nostra civiltà: è un fatto economico, prima che ideologico. E' sempre questo il sistema di vincere una guerra, in qualunque forma essa si presenti.
      Poi fa niente se i diritti umani vengono
      calpestati a favore del profitto. Solo degli
      illusi possono pensare che aziende di questo
      tipo, ripeto aziende perchè quello sono,
      rimangano in disparte e non si facciano tentare
      da una simile "torta". naturalmente non è vero che "fa niente": fa che scompariremo dalla faccia della terra per come abbiamo vissuto fino ad ora, e forse addirittura come traccia, perché leggete cosa scrive Ballard che in Cina c'è nato: ai Cinesi del passato non importa niente, della propria storia il cinese se ne fotte: sa qualcosa del presente e qualche minuto in prestito del domani.
      Anche perchè se Google
      avesse veramente a cuore la conoscenza come tale,
      con la Cina non ci avrebbe neppure parlato.certo.prima si stabilisce che si può "imporre l'onestà" e poi si parla.infatti i Cinesi possono imporre quel che vogliono al WTO, altrimenti non ci sarebbero dentro.

      Invece le cose stanno tristemente in modo molto
      diverso.Mi piacerebbe sentire qualcuno che riesce a dimostrare il contrario, ma vedo che a parte slogan e sparate... non c'è granché e quindi mi trovo molto d'accordo.
  • mXo scrive:
    Nessuna differenza
    -) Differenze fra i venditori di pomodori e aziende che si occupano di comunicazione ed informazione non ce ne sono. Entrambi seguono sempre e solo i soldi. Microsoft segue la conoscenza? Yahoo segue la conoscenza? Cisco segue la conoscenza? NO, NO, NO. Google segue la conoscenza? Mah!-) Chi va a produrre in cina lo fa per due motivi per spendere meno di manodopera e quindi per guadagnare di più e per restare nel mercato (se gli altri vanno a produrre in cina e spendono 10 volte meno di quanto spendo io a produrre in italia, il prezzo finale sarà a loro favore e io fallisco) I governi dovrebbero se non impedire di andare in cina, agevolare chi vuole restare a produrre nel proprio territorio. Andare a produrre lì vuol dire essere degli avidi schiavisti viste le condizioni di vita della gente nei paesi "poveri". E i governi "sviluppati" che tanto si impegnano a preservare la mia integrità e moralità (impedendo di fare ricerca sulle staminali, ostacolando l'eutanasia, mettendo continuamente in discussione l'aborto) dovrebbero invece occuparsi di tutti quegli imprenditori che vanno a fare gli schiavisti.Benetton produce in turchia perché costa poco infischiandosene che poi i lavoratori fanno la fame? Il governo dovrebbe punirlo duramente.Dolce e Gabbana fanno produrre gli abiti in romania perché costa poco infischiandosene che poi i lavoratori fanno la fame? Il governo dovrebbe punirli duramente.Luxotica va a produrre in cina perché costa poco infischiandosene che poi i lavoratori fanno la fame? Il governo dovrebbe punirla duramente.La fiat va in brasile perché costa poco infischiandosene che poi i lavoratori fanno la fame? Il governo dovrebbe punirla duramente.E' ovvio che se solo l'italia punisce allora le nostre aziende muoiono, ma se solo l'europa e magari con gli usa si coordinassero, la storia sarebbe divera.
    • Thepassenge r scrive:
      Re: Nessuna differenza
      Niente di più vero.
      -) Chi va a produrre in cina lo fa per due motivi
      per spendere meno di manodopera e quindi per
      guadagnare di più e per restare nel mercato (se
      gli altri vanno a produrre in cina e spendono 10
      volte meno di quanto spendo io a produrre in
      italia, il prezzo finale sarà a loro favore e io
      fallisco) I governi dovrebbero se non impedire di
      andare in cina, agevolare chi vuole restare a
      produrre nel proprio territorio. Andare a
      produrre lì vuol dire essere degli avidi
      schiavisti viste le condizioni di vita della
      gente nei paesi "poveri". E i governi
      "sviluppati" che tanto si impegnano a preservare
      la mia integrità e moralità (impedendo di fare
      ricerca sulle staminali, ostacolando l'eutanasia,
      mettendo continuamente in discussione l'aborto)
      dovrebbero invece occuparsi di tutti quegli
      imprenditori che vanno a fare gli
      schiavisti.
      Benetton produce in turchia perché costa poco
      infischiandosene che poi i lavoratori fanno la
      fame? Il governo dovrebbe punirlo
      duramente.
      Dolce e Gabbana fanno produrre gli abiti in
      romania perché costa poco infischiandosene che
      poi i lavoratori fanno la fame? Il governo
      dovrebbe punirli
      duramente.
      Luxotica va a produrre in cina perché costa poco
      infischiandosene che poi i lavoratori fanno la
      fame? Il governo dovrebbe punirla
      duramente.
      La fiat va in brasile perché costa poco
      infischiandosene che poi i lavoratori fanno la
      fame? Il governo dovrebbe punirla
      duramente.
      E' ovvio che se solo l'italia punisce allora le
      nostre aziende muoiono, ma se solo l'europa e
      magari con gli usa si coordinassero, la storia
      sarebbe
      divera.
    • Lucio scrive:
      Re: Nessuna differenza
      - Scritto da: mXo
      -) Differenze fra i venditori di pomodori e
      aziende che si occupano di comunicazione ed
      informazione non ce ne sono. Entrambi seguono
      sempre e solo i soldi. Microsoft segue la
      conoscenza? Yahoo segue la conoscenza? Cisco
      segue la conoscenza? NO, NO, NO. Google segue la
      conoscenza?
      Mah!Quoto!
    • Yang scrive:
      Re: Nessuna differenza
      - Scritto da: mXo[...]
      -) Chi va a produrre in cina lo fa per due motivi
      per spendere meno di manodopera e quindi per
      guadagnare di più e per restare nel mercato (se
      gli altri vanno a produrre in cina e spendono 10
      volte meno di quanto spendo io a produrre in
      italia, il prezzo finale sarà a loro favore e io
      fallisco) certo, questa non è la motivazione di google.google vuole vendere - quel che vende - anche in Cina.
      I governi dovrebbero se non impedire di
      andare in cina, agevolare chi vuole restare a
      produrre nel proprio territorio. questo non funziona.il protezionismo al contrario ha funzionato: i Cinesi sono stati "isolati" per tanto, non comprano mica da noi, niente, né manodopera né materie, né servizi. Molto poco, in percentuale.Dunque chi ha "fatto protezionismo in un mondo ormai globalizzato" ha vinto: loro.Dovremmo smetterla.Smetterla di figliare e stentare per far vivere all'occidentale troppa gente, smettere di andare a versare soldi nella cassa altrui, smetterla di permettere che lo facciano quattro XXXXXXXX al posto nostro: se i soldi non escono dalla porta escono dalla LORO finestra: i cinesi ci stanno insegnando che il firewall statale funziona: facciamo lo stesso con le merci e il danaro; essere intolleranti finanziariamente coi nostri imprenditori sarà impopolare, ma devono andare a vivere dove tengono i soldi, se non sono in italia, non ci devono stare nemmeno loro.
      Andare a
      produrre lì vuol dire essere degli avidi
      schiavisti viste le condizioni di vita della
      gente nei paesi "poveri". ricorda che per loro avere un chicco di riso in più è una benedizione, non "sfruttamento".il problema è che il loro standard è basso per noi e invece di migliorare quello globale, tendiamo al basso.
      E i governi
      "sviluppati" che tanto si impegnano a preservare
      la mia integrità e moralità (impedendo di fare
      ricerca sulle staminali, ostacolando l'eutanasia,
      mettendo continuamente in discussione l'aborto)
      dovrebbero invece occuparsi di tutti quegli
      imprenditori che vanno a fare gli
      schiavisti.ti quoto al 1000% su tutto questo.
      Benetton produce in turchia perché costa poco
      infischiandosene che poi i lavoratori fanno la
      fame? Il governo dovrebbe punirlo
      duramente.ricordando che poi anche i NOSTRI lavoratori faranno la fame e non potranno comprare e quindi il giro degli acquisti si fotterà
      Dolce e Gabbana fanno produrre gli abiti in
      romania perché costa poco infischiandosene che
      poi i lavoratori fanno la fame? Il governo
      dovrebbe punirli
      duramente.In Romania stanno MEGLIO però, attenzione, di quanto non starebbero se non ci fosse D&G: questo va bene per LORO e non si può negare che questo sia bello: loro la media la vedono alzata.Ma globalmente... la massa del pianeta si coprirà di una moltitudine schiavi, perché da nessuna parte, nemmeno ideologicamente, c'è un forte potere che mira al progresso e al benessere di questa specie.Tutti a figliare = io me ne fotto degli altri, riduco le risorse e aumento la necessità di sfruttamento.
      Luxotica va a produrre in cina perché costa poco
      infischiandosene che poi i lavoratori fanno la
      fame? Il governo dovrebbe punirla
      duramente.Vabbè hai beccato quella che lo fa il meno possibile.
      La fiat va in brasile perché costa poco
      infischiandosene che poi i lavoratori fanno la
      fame? Il governo dovrebbe punirla
      duramente.E abbiam capito, ma cosa intendi per "punirla duramente" ?dovremmo attuare un proibizionismo a livello EUROPEO a tutto campo.impossibile sbarcare via nave, impossibile portare roba via terra e via aria, produciamo quello che consumiamo, ecc ecc ecc e se produci in Brasile da noi non torni, espulso. Perché ... vivici, in Brasile ;)Vivici, in Cina, vivici in Romania... A parte che se sei ricco, non lo tiri fuori per 10 minuti senza che non ci sia un nuovo posto per reinfilarlo.
      E' ovvio che se solo l'italia punisce allora le
      nostre aziende muoiono, ma se solo l'europa e
      magari con gli usa si coordinassero, la storia
      sarebbe
      diversa.si.d'accordissimo.ma non è così.Altro che dare dei Soloni ai realisti. La realtà è qui. Internet non è stata quello che sarebbe potuta essere.
  • CCC scrive:
    errore di fondo
    c'è un gravissimo errore di fondo nelle argomentazioni del caro mantelliniun errore che purtroppo le rende del tutto pregrine...cito: La grande differenza fra i venditori di pomodori ed aziende che si occupano di comunicazione ed informazione è che le prime seguono il denaro (come dicono gli americani in uno dei loro più tristi luoghi comuni), le seconde seguono il denaro, certo, ma anche la conoscenza . e l'errore sta proprio in quel "ma anche la conoscenza" finale...aziende multinazionali come google, yahoo e compagnia bella (fulgidi esempi del neo capitalismo globale finanziario) "seguono il denaro" . PUNTO.tutto il resto, caro mantellini e cari tutti quelli che ancora non hanno capito, è SOLO MARKETING . PUNTO.ora... rimosso questo bug di fondo, chiarito che seguono SOLO ED ESCLUSIVAMENTE IL PROFITTO, provate a ragionare daccapo, su questa e tante altre questioni... molte cose appariranno finalmente per quello che sono...
    • MeX scrive:
      Re: errore di fondo
      concordo
    • CCC scrive:
      Re: errore di fondo
      - Scritto da: Thepassenge r
      Se quell oche dici è vero allora Google non
      dovrebbe rinunciare al mercato cinese e
      continuare con la censura. Invece sta facendo il
      contrario. non mi pare proprio... per ora stanno "trattando"...http://www.eff.org/deeplinks/2010/01/google-china-unanswered-questions
      Quindi forse un poco di umanità la
      hanno.per nulla... se la avesse avuta questà "umanità" che dici, G in cina (come in iran, come in moldavia ecc. ecc.) non ci avrebbe mai dovuto mettere piede...i filtri G li ha aveva attivi in cina fino a ieri (e mi pare li abbia ancora... e non solo in cina) e tutto andava bene... come mai ora invece non va più bene? una improvvisa crisi di coscienza? ... o sarà perché gli attacchi che ha subito hanno a che vedere più con gli interessi industriali di G che con i diritti dei (pochi) account attaccati?
      Semmai il tuo discorso vale per Ms e Yahoo, che
      sono dei leccaculi e pur di fare soldi appoggiano
      senza problemi la censura e consegnao nomi alle
      autorità
      cinesivale tanto quanto anche per G... "don't be evil" è solo uno slogan... è marketing
      • pippuz scrive:
        Re: errore di fondo

        mi dispiace doverti deludere... ma G i filtri non
        li ha mai
        tolti...
        http://it.reuters.com/article/itEuroRpt/idITMIE60Gboh, molti giornalisti (che lavorano in Cina, a scanso di equivoci) hanno testimoniato nei giorni scorsi che moltissime ricerche davano i risultati "occidentali". io stesso, cinque minuti fa, ho provato a cercare alcune cose: tien an men, falun gong e altre, ottenendo gli stessi risultati che ottengo nelle versioni "normali". cos'è, autosuggestione di massa? prova tu stesso.
        e poi cosa credi? che il "problema" siano solo i filtri?sono una parte importante del problema. L'informazione, come ben sappiamo (Italia docet), ricopre un ruolo fondamentale all'interno della società. Manipolarla o meno influisce e non poco su tutta la società.
        o credi che G non passi ai governi i dati che
        ottiene tracciano e profilando i suoi utenti?passa le email degli attivisti (Yahoo docet)?
    • Lucio scrive:
      Re: errore di fondo
      Quanto scommetti che tempo 1 settimana e torano sui loro passi?http://www.newsandtricks.com/2010/01/google-vs-cina-marcia-indietro-di.htmlleggi questo articolo, riflette esattamente quello che avevo pensato.
      • Thepassenge r scrive:
        Re: errore di fondo
        Abbastanza triste, avevo sperato in un cambiamento ma purtroppo avete ragione voi, anche google verrà a patti. I soldi stanno sempre sopra tutti, anche sopra la dignità umana...- Scritto da: Lucio
        Quanto scommetti che tempo 1 settimana e torano
        sui loro
        passi?

        http://www.newsandtricks.com/2010/01/google-vs-cin

        leggi questo articolo, riflette esattamente
        quello che avevo
        pensato.
    • Lucio scrive:
      Re: errore di fondo
      Quoto, finalmente uno che ha capito qualcosa di questo mondo.Ma per tutti i gurgliani: "Don't be evil", mi raccomando.
    • Talking Head scrive:
      Re: errore di fondo
      Questi processi alle intenzioni stanno a zero. Se io faccio beneficenza, lo faccio per altruismo o per apparire più altruista? O per liberarmi la coscienza? Andare poi a ragionare sugli obbiettivi di un'azienda è ancora più ridicolo. Non è una persona, è composto da molte persone con idee diverse e ognuna voterà in consiglio secondo i suoi criteri. Qualcuno avrà una forte morale e qualcuno no.Google l'ha fatto per apparire buono o perché è buono? Non è una persona, è un'azienda. Non ha più senso di chiedersi se i sottomarini sappiano davvero nuotare o agiscano in modo equivalente.Quello che posso valutare è che, con mia soddisfazione, l'azienda in questa specifica occasione ha deciso di non piegarsi o, quantomeno, di fare la voce grossa per un po' (se anche si piegherà in seguito, il prezzo politico e economico di avere accusato Pechino di attacchi illegali ai suoi server lo pagheranno). Forse per contingenze politiche, forse per pubblicità, ma era l'azione giusta da fare e l'hanno fatta. Consegnare direttamente (senza necessità di hacker) i dati di determinati esponenti era l'azione sbagliata, altri l'hanno fatta.Questo fatto non è trascurabile: ci fa capire che dal punto economico anche l'opposto estremo fosse considerabile, se altri l'hanno scelto. Fa capire che il guadagno in termini di pubblicità, che sicuramente c'è stato, non ripaga necessariamente in ogni scenario dei prezzi da pagare per tenere la schiena dritta. Che c'è insomma una scommessa da fare ed è razionalizzabile scommettere su qualsiasi risultato, nessuna scelta è dominante dal punto di vista del "denaro". In questi casi, dove la razionalità può poco, spesso entrano le convinzioni degli esseri umani dietro l'azienda. Lo dico da economista. :)
    • pagarenonba sta scrive:
      Re: errore di fondo
      http://www.privateshopbazar.com
  • pay the Bill scrive:
    trasformarsi in corazzata senza anima
    come MS? speriamo di no
    • collione scrive:
      Re: trasformarsi in corazzata senza anima
      al massimo ms è un carrozzone senza cervello :D
    • geeko scrive:
      Re: trasformarsi in corazzata senza anima
      - Scritto da: pay the Bill
      come MS? speriamo di nobeh, fino a due giorni fà era esattamente come MS, e dalle trattative in corso mi sa che tornerà presto tutto come prima.
      • Ettore scrive:
        Re: trasformarsi in corazzata senza anima
        quoto.Google è un'azienda come tante che pensa solo ai propri interessi, e tralalro ha fatto al mercato più danni di microsoft, lanciandosi in tutti i settori, offrendo prodotti gratis e distruggendo il mercato.Aspetto il PC google, oltre al telefono, ed il fallimento di Mozilla e il conseguente rallentamento/ abbandono di firefox che verrà divorato da Chrome.In questo modo Google pugnalerà alle spalle Mozilla e tutte le aziende che hanno investito in/con lui trovandoselo concorrente, in modo scorretto grazie all' ABUSO di posizione DOMINANTE in ambito pubblicitario.Poveri fessi che credono sia un'azienda corretta, si bevono il "Don't be evil", tsk."Che senso ha non pagare 100 $ un software ed ottenerlo gratis, se poi non hai i soldi per mangiare e non hai un lavoro?"Cit. da un impiegato di un'azienda americana fallita a causa di Google Sketch up, un prodotto gratis che non c'entra un XXXXX con il core business di Google, creato per perdere tempo e rovinare i mercati altrui.Idem per Analytics, ed servizi vari.
        • Funz scrive:
          Re: trasformarsi in corazzata senza anima
          - Scritto da: Ettore
          quoto.
          Google è un'azienda come tante che pensa solo ai
          propri interessi, e tralalro ha fatto al mercato
          più danni di microsoft, lanciandosi in tutti i
          settori, offrendo prodotti gratis e distruggendo
          il
          mercato.Che schifo, eh, poter scegliere tra ottimi prodotti gratuiti e prodotti scarsini a pagamento, neh?Specie se sei un programmatore dei secondi...
          Aspetto il PC google, oltre al telefono, ed il
          fallimento di Mozilla e il conseguente
          rallentamento/ abbandono di firefox che verrà
          divorato da
          Chrome.
          In questo modo Google pugnalerà alle spalle
          Mozilla e tutte le aziende che hanno investito
          in/con lui trovandoselo concorrente, in modo
          scorretto grazie all' ABUSO di posizione
          DOMINANTE in ambito
          pubblicitario.Ti piacerebbe, eh?
          Poveri fessi che credono sia un'azienda corretta,
          si bevono il "Don't be evil",
          tsk.chi crede agli slogan è solo un fesso. Google ha compiuto sicuramente azioni "evil", ma anche altre "good", poi ciascuno giudica da sé.
          "Che senso ha non pagare 100 $ un software ed
          ottenerlo gratis, se poi non hai i soldi per
          mangiare e non hai un
          lavoro?"
          Cit. da un impiegato di un'azienda americana
          fallita a causa di Google Sketch up, un prodotto
          gratis che non c'entra un XXXXX con il core
          business di Google, creato per perdere tempo e
          rovinare i mercati
          altrui.

          Idem per Analytics, ed servizi vari.Se basta un softwarino distribuito a gratis a mandare a gambe all'aria il tuo intero business, vuol dire che il tuo business si reggeva sul nulla.
          • Ettore scrive:
            Re: trasformarsi in corazzata senza anima
            Allora si vede che sei un dipendente dato che giudichi il lavoro di altri senza sapere NULLA.Non puoi capire questioni di mercato finchè non ci capiti in mezzo, e non te lo auguro, per il bene tuo e della tua famiglia.Google offre gratis ottimi prodotti abusando della sua posizione dominante in ambito pubblicitario, poichè guadagna i soldi delle licenze con gli sponsor, e solo lui può farlo così efficacemente, su questo non c'è da discutere, vedrai che entro pochi anni prenderà mazzate dall'antitrust peggio di Microsoft, garantito.Anche il suo ChromeOS non si scosta da questo abuso.Microsoft vende un software, Google lo regala, perchè gli utenti online, ovunque vadano, lo ingrassano economicamente, vedi adsense, oltre al motore principale.Per il resto, un prodotto ottimo a pagamento vs un prodotto ottimo gratis... c'è da discutere anche qui? Cosa scelgono gli utenti?Che fine fa l'azienda che prima offriva tale prodotto a pagamento, come da normali regole di mercato? Che fine fanno tutti i suoi dipendenti?Oltre ad abusare malamente della sua posizione, Google si macchia anche di concorrenza sleale. Ci sono centinaia di testimonianze in tal senso, solo che poichè l'utente comune ne giova, allora può passare. Ma a tutto c'è un limite, appena toccherà, e lo farà, qualcuno più XXXXXXXX, anche Google calerà la cresta evitando di lanciarsi in mercati che non gli appartengono.Giusto per dirne un'altra, tutti i siti che prima offrivano mappe con un piccolo canone annuale o mensile (stiamo parlando di 5 euro), sono fallite a causa di Google maps. Ora, MS che ha soldi e potere riesce a stargli dietro, ma TUTTO il resto del mondo E' FUORI.Un po' come i supemercati che mangiano le piccole botteghe, grazie a Google anche nel web questo è realtà!
          • campa cavallo scrive:
            Re: trasformarsi in corazzata senza anima
            Sono d'accordo ma dimentichi che questi fanno solo ed esclusivamente i loro interessi.. google e ms sono uguali, stessa razza!!Ms fa le sue belle XXXXXte in ambito pc coi suoi prodotti-spazzatura IMPOSTI in ogni ambito, google la fa in ambito web e non solo.L'unica differenza, a mio avviso, è che google fa (per la maggior parte) del gran software e si impone anche per questo (oltre a quel che dici giustamente tu).ciao
          • pinco pallino scrive:
            Re: trasformarsi in corazzata senza anima
            - Scritto da: Ettore
            Allora si vede che sei un dipendente dato che
            giudichi il lavoro di altri senza sapere
            NULLA.
            Non puoi capire questioni di mercato finchè non
            ci capiti in mezzo, e non te lo auguro, per il
            bene tuo e della tua
            famiglia.

            Google offre gratis ottimi prodotti abusando
            della sua posizione dominante in ambito
            pubblicitario, [CUT]Il fatto è che google li ha sempre offerti gratis.Da quanto è stato creato.
          • io mi nutro dei liquami nei pozzi neri scrive:
            Re: trasformarsi in corazzata senza anima
            onestamente se vecchi carrozzoni falliscono e mandano a casa dipendenti, ed altri discorsi squisitamente simbolo di miope populismo da bar, beh... onestamente non me ne può fregar de meno.il mercato è questo, l'unica viatutto sta nel rendere il quanto più veloce e dinamico l'avvicendamento e governarne in maniera sostenibili le conseguenze sul piano socialeè del tutto normale e sano a mio modo di vederecome google rompe le scatole a qualcuno oggi attaccato a modelli di business differenti, arriverà necessariamente domani chi, con un business ancora differente, farà girar le scatole a bigG stessa.ed allora google indottrinerà i propri utenti che il "nuovo = male", loro sarnno il vecchio carrozzone e si dirà che non è giusto perché saranno costretti a licenziare centinaia di dipendenti quelle famiglie faranno la fame.... bah, noiose e pericolose chiacchere, c'è ancora chi ci crede?si parla sempre del male e degli aspetti negativi dei VECCHI, e mai del bene e degli aspetti positivi dei NUOVI.è il sano e normale andare delle cose
          • Funz scrive:
            Re: trasformarsi in corazzata senza anima
            Soluzione?Vietiamo il free software, l'open source, il volontariato? Aboliamo il libero mercato e passiamo a un'economia controllata dallo Stato?
    • Yang scrive:
      Re: trasformarsi in corazzata senza anima
      - Scritto da: pay the Bill
      come MS? speriamo di noma in fondo torniamo indietro di generazione in generazione, per mille, duemila, tremila anni, seguiamo ogni ramo ... chi è ricco si salva, generazione dopo generazione.la ricchezza si salva, accumulare funziona, in un mondo o nell'altro, funziona sempre.Forse avranno distrutto il mondo per come lo conosciamo, ma col loro gruzzoletto trasformato, in un mondo con uno stile differente, non avranno piegato la schiena comunque una sola volta in vita loro.Mentre i figli dei figli di quelli che lo hanno sempre fatto continueranno a farlo e quelli che lo facevano prima del 1950 torneranno a farlo, a meno che non abbiano scalato un po' e non si siano rifugiati anche loro sui cocuzzoli del potere del denaro.Con buona pace di quelli che credono di non fare i Soloni.
Chiudi i commenti