Apple e Google nel mirino dell'antitrust UK

Apple e Google nel mirino dell'antitrust UK

L'autorità antitrust del Regno Unito ha avviato uno studio per verificare se il duopolio Apple-Google rappresenti un ostacolo alla concorrenza.
L'autorità antitrust del Regno Unito ha avviato uno studio per verificare se il duopolio Apple-Google rappresenti un ostacolo alla concorrenza.

L'autorità antitrust del Regno Unito ha annunciato l'avvio di uno studio su Apple e Google. L'obiettivo è verificare se il loro duopolio nel settore dei sistemi operativi mobile (iOS e Android), dei negozi digitali (App Store e Play Store) e dei browser (Safari e Chrome) comporti svantaggi per gli utenti e ostacoli la concorrenza. La Competition and Markets Authority (CMA) aveva già espresso preoccupazioni su App Store a marzo e l'iniziativa Privacy Sandbox a gennaio.

Apple e Google: duopolio dannoso per utenti e concorrenti?

La CMA non ha avviato un'indagine vera e propria (per adesso), ma vuole raccogliere informazioni sugli ecosistemi digitali di Apple e Google. Le due aziende statunitensi hanno sostanzialmente formato un duopolio, in quanto dominano diversi mercati attraverso le offerte di prodotti, servizi e contenuti.

L'autorità antitrust dovrà verificare se Apple e Google “soffocano” la concorrenza, rallentando l'innovazione e costringendo gli utenti a pagare prezzi più elevati per dispositivi, app e servizi. Lo studio esaminerà anche eventuali effetti del potere di mercato delle aziende su altre attività, come gli sviluppatori di app, che si affidano ad Apple o Google per commercializzare i propri prodotti ai clienti tramite i loro smartphone.

Lo studio durerà 12 mesi e consentirà la partecipazione di tutte le parti interessate, tra gli sviluppatori di app. La CMA avrà presto un gruppo (Digital Market Unit) dedicato specificamente alla valutazione delle pratiche commerciali adottate dalle big tech.

Apple non ha rilasciato nessun commento. Questa è invece la dichiarazione ufficiale di Google:

Android offre alle persone una scelta più ampia rispetto a qualsiasi altra piattaforma mobile nel decidere quali app utilizzare e consente a migliaia di sviluppatori e produttori di creare attività di successo. Accogliamo con favore gli sforzi della CMA per comprendere i dettagli e le differenze tra le piattaforme prima di introdurre nuove regole.

Fonte: CMA
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 06 2021
Link copiato negli appunti