Apple lascia Google Maps

Per il nuovo iPhoto per iOS, Cupertino si appoggia a OpenStreetMap. Non è dato comprendere se sia una mossa definitiva. Di certo Apple dimentica di riconoscere la paternità delle nuove mappe

Roma – Pare proprio che tra Apple e Google si stia arrivando al divorzio, con tanto di separazione dei beni. Nel nuovo iPhoto per iOS, Apple non si appoggerà più alle API di Google Maps, ma ha adottato il servizio basato sui dati crowdsource dell’atlante OpenStreetMap (OSM).

A notarlo è stato per primo un programmatore che ha seguito le tracce dei dati delle mappe di iPhoto per iOSed è arrivato a un server gestito da Apple e non da Google. Apple non ha confermato l’origine delle nuove mappe, ma lo ha fatto con un intervento sul suo blog OSM Foundation stessa.

In pratica, nel momento in cui si accede ( in particolare e per il momento solo ) al nuovo iPhoto per iOS, l’utente non vedrà più la mappa con il logo di Google, ma una con un design lievemente diverso che è possibile cogliere comparando le due versioni . Una mossa simile a quella operata nelle scorse settimane da Foursquare.

In quel caso Foursquare aveva dichiarato che avrebbe operato la manovra per garantirsi la “maggiore flessibilità” offerta rispetto alle API di Mountain View e avevano accennato al fatto che sempre più servizi e applicazioni avessero già deciso di migrare verso soluzioni alternative rispetto a Google Maps, che oltretutto a partire dal 2011 ha fatto diventare a pagamento le sue API .

La situazione di Apple differisce tuttavia almeno per un punto fondamentale: non ha spiegato la scelta e anzi nulla ha detto a tal proposito, lasciando per altro tutti gli altri suoi servizi e app di iOS diverse da iPhoto legate ancora a Google Maps.

C’è in ballo infine un dilemma fondamentale: OSM Foundation rende disponibili le sue mappe gratuitamente, ma chiede in cambio l’attribuzione esplicita della fonte dei dati. Attribuzione che al momento Cupertino non sembra garantire con nessuna menzione o rimando al servizio open.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Seti scrive:
    quale democrazia?
    Ricordo quando Orwell scrisse "Il grande fratello", seguito poi da un film. A suo tempo l'opera, velatamente, richiamava il controllo invasivo del governo nella Russia comunista. Con l'avvento delle moderne tecnologie, un vero e proprio controllo di massa è possibile. E i primi ad averlo già sperimentato sono, guarda caso, gli americani (vedi: echelon). Seguiremo naturalmente noi europei.Alla faccia della democrazia! Ipocriti! @^
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: quale democrazia?
      - Scritto da: Seti
      Ricordo quando Orwell scrisse "Il grande
      fratello", seguito poi da un film. A suo tempo
      l'opera, velatamente, richiamava il controllo
      invasivo del governo nella Russia comunista.

      Con l'avvento delle moderne tecnologie, un vero e
      proprio controllo di massa è possibile. E i primi
      ad averlo già sperimentato sono, guarda caso, gli
      americani (vedi: echelon). Seguiremo naturalmente
      noi
      europei.
      Alla faccia della democrazia! Ipocriti! @^Può essere utile nel caso in cui si assista ad un crimine in diretta, per allertare le autorità e fornire prove concrete!
      • Seti scrive:
        Re: quale democrazia?
        Certo, certo... :(
      • Mesta Astanteria scrive:
        Re: quale democrazia?
        In teoria sì, in pratica i vicini curiosoni, impiccioni e invadenti che non hanno mai niente da fare tutto il giorno si specializzeranno nel ruolo di annusa-carogne, fruga-spazzatura, investigatori privati della domenica con i cetrioli sulla faccia e l'asciugamano in testa.Prevedo un alto numero di intrusi morti ammazzati scoperti perché in casa propria .. ROTFL :))
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: quale democrazia?
      - Scritto da: Seti
      Ricordo quando Orwell scrisse "Il grande
      fratello", seguito poi da un film. Hai dei ricordi abbastanza sfocati, faresti meglio a usare uno smartphone per cercare di fissare la memoria. Con lo stesso puoi anche mandare un paio di foto alla polizia
      • Seti scrive:
        Re: quale democrazia?
        - Scritto da: Fai il login o Registrati
        - Scritto da: Seti

        Ricordo quando Orwell scrisse "Il grande

        fratello", seguito poi da un film.

        Hai dei ricordi abbastanza sfocati, faresti
        meglio a usare uno smartphone per cercare di
        fissare la memoria. Con lo stesso puoi anche
        mandare un paio di foto alla
        poliziaNon rispondo per educazione... :)
Chiudi i commenti