Apple lavora al mouse che si tocca

Documenti sfuggiti alla FCC hanno mostrato al web le imminenti novità hardware di Cupertino in vista della nuova serie di Mac. Una tastiera più piccola e un mouse più intelligente, tanto per cominciare

Roma – Mentre sembra che i primi venti autunnali stiano per rinfrescare l’attuale linea di MacBook con modelli più versatili già pronti per il mercato, nuove indiscrezioni sono affiorate per fare subito il giro del web. La Federal Communications Commission (FCC) statunitense avrebbe recentemente accolto due nuovi codici di altrettanti nuovi modelli di device “progettati da Apple in California”: nello specifico, A1314 e A1296 per indicare l’ultima tastiera Bluetooth e un nuovo Mighty Mouse, prossime innovazioni in casa Apple in vista della nuova serie di iMac .

Ai codici alfanumerici si sono aggiunti due disegni, sfuggiti ai database della FCC e diffusi ampiamente sul web specializzato. Pochi, tuttavia, i dettagli forniti dai documenti: le dimensioni della nuova tastiera wireless di Cupertino dovrebbero essere più contenute delle attuali , in modo particolare nella distanza tra l’estremità superiore e quella inferiore. Come riportato dagli schizzi depositati presso la FCC, si tratterebbe di una keyboard di 108,32 per 275,92mm.

AppleInsider ha poi riportato alcuni dettagli relativi ad una nuova versione del Mighty Mouse, la cui progettazione sarebbe stata condotta da Steve Jobs in persona. L’obiettivo dichiarato sarebbe quello di eliminare definitivamente i problemi di funzionamento riscontrati con la roller ball , attraverso una struttura sensibile al tatto oltre che un meccanismo di rilevamento multipoint touch . Tecnologie di questo tipo sarebbero state recentemente registrate con appositi brevetti.

Un’esperienza di scrolling migliore, dunque, modellata sull’ inertia feedback già presente negli iPod e negli iPhone. Un mouse più intuitivo che si prospetta cambiato anche nel suo rivestimento: sempre stando alle indiscrezioni trapelate, dovrebbe abbandonare la plastica bianca per abbracciare una nuova veste di alluminio , in modo da conformarsi alla lineup di computer e notebook. Apple, inusualmente, in questa occasione ha parlato al riguardo definendo il tutto come semplici speculazioni.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti