Apple MacBook: novità per le tastiere Butterfly

Tutti i modelli coperti dal Programma di Assistenza per la Tastiera: come chiedere una riparazione per risolvere i problemi del meccanismo Butterfly.

La mela morsicata interviene nuovamente in via ufficiale sulla questione relativa ai problemi lamentati da un numero non indifferente di utenti MacBook, relativi alle tastiere con meccanismo Butterfly. Nuovi modelli vengono inclusi nel Programma di Assistenza per la Tastiera, offrendo così a coloro in possesso di una delle versioni interessate la possibilità di chiedere un intervento di riparazione gratuita.

Il programma copre i modelli MacBook, MacBook Air e MacBook Pro idonei per quattro anni dalla prima vendita al dettaglio dell’unità.

MacBook: riparazione tastiera Butterfly

Apple riconosce che “una piccola percentuale di tastiere” presenti nei MacBook, MacBook Air e MacBook Pro può essere afflitta da uno dei seguenti problemi: ripetizione imprevista di lettere o caratteri, mancata visualizzazione di lettere o caratteri, tasti appiccicosi o che non rispondono in modo coerente. Gli acquirenti possono dunque richiedere un intervento, che verrà eseguito in un Apple Store oppure da un Centro Assistenza Autorizzato.

Il gruppo di Cupertino afferma che, in seguito a un’analisi, l’intervento potrebbe comportare “la sostituzione di uno o più tasti o dell’intera tastiera”. Ancora, i tempi di restituzione possono variare “in base al tipo di assistenza e alla disponibilità delle parti di ricambio”. Elenchiamo di seguito i modelli in questione.

  • MacBook (Retina, 12 pollici, inizio 2015);
  • MacBook (Retina, 12 pollici, inizio 2016);
  • MacBook (Retina, 12 pollici, 2017);
  • MacBook Air (Retina, 13 pollici, 2018);
  • MacBook Pro (13 pollici, 2016, due porte Thunderbolt 3);
  • MacBook Pro (13 pollici, 2017, due porte Thunderbolt 3);
  • MacBook Pro (13 pollici, 2016, quattro porte Thunderbolt 3);
  • MacBook Pro (13 pollici, 2017, quattro porte Thunderbolt 3);
  • MacBook Pro (15 pollici, 2016);
  • MacBook Pro (15 pollici, 2017);
  • MacBook Pro (13 pollici, 2018, quattro porte Thunderbolt 3);
  • MacBook Pro (15 pollici, 2018),
  • MacBook Pro (13 pollici, 2019, quattro porte Thunderbolt 3);
  • MacBook Pro (15 pollici, 2019).

Il documento pubblicato oggi dalla mela morsicata sottolinea poi come in presenza di danni che impediscono l’intervento, sarà prima necessario riparare quelli (eventualmente a pagamento) e che l’update del programma di assistenza non prolunga il periodo di copertura della garanzia standard. Chi ha già effettuato la riparazione mettendo mano al portafogli può chiedere un rimborso.

Butterfly, la terza generazione

In concomitanza con la presentazione del nuovo MacBook Pro dotato di processore octa core, Apple annuncia l’arrivo della terza generazione del meccanismo Butterfly. L’impiego di un materiale diverso dovrebbe contribuire (si spera) a risolvere il problema una volta per tutte. Il modello è in ogni caso presente nell’elenco di quelli coperti dal programma di assistenza.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: Apple
Chiudi i commenti