Apple - Psystar: 1 a 0

California in vantaggio su Florida. Rigettato il ricorso del produttore dei cloni contro Apple: non c'è violazione della legge antitrust

Roma – L’epica lotta in tribunale tra Cupertino, patria di Apple, e Miami, dove opera il produttore di cloni Psystar, si arricchisce di un nuovo e forse decisivo capitolo: nelle scorse ore il giudice avrebbe accettato le tesi dell’azienda fondata da Steve Jobs e respinto il ricorso presentato dall’azienda della Florida inerente una presunta violazione delle norme antitrust e anti-concorrenza di Apple, di fatto demolendo una delle principali armi in mano a Psystar nella sua lotta per la sopravvivenza.

Il ricorso del produttore della costa est si riferiva principalmente a due norme federali inerenti alla libera concorrenza: lo Sherman Antitrust Act e il Clayton Antitrust Act . A queste erano state collegate anche una serie di norme della California, vale a dire lo stato dove Apple aveva dato inizio alla battaglia legale. La decisione del giudice di respingere il ricorso, o per meglio dire di liquidarlo impedendo qualsiasi ulteriore discussione in merito in aula, pone ora in serio dubbio la possibilità che Psystar possa portare avanti con successo la sua battaglia nei confronti di Apple.

Già negli scorsi giorni alcuni addetti ai lavori avevano sottolineato come la memoria difensiva presentata dagli avvocati di Cupertino risultasse piuttosto convincente: le indiscrezioni puntavano tutte sulla considerazione che l’aver ottenuto il controllo di un mercato grazie alle sole proprie capacità non costituisce di per sé una violazione delle norme. Inoltre, questa l’ opinione di alcuni giuristi, detenere il controllo del proprio marchio – come fa Apple in questo caso – resta comunque un diritto dell’azienda in questione.

Sul piatto restano ora le accuse di violazione del copyright mosse da Apple a Psystar. Si affilano le armi in attesa di presentare le requisitorie al giudice, che dovrà decidere se queste accuse abbiano qualche fondamento. Vista la sconfitta subita oggi da Psystar la bilancia sembrerebbe pendere dal lato di Cupertino, ma come sempre in questi casi l’ultima parola spetterà unicamente alla Corte. ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Poldo scrive:
    Verranno usati come server
    Penso che dobbiamo smettere di guardare a qeuste CPU come bei giocattoli ma come cose serie da usare per fare dei server a basso costo.Con queste CPU è possibile mettere su macchine virtuali su piattaforma multicore a costi ridottissimi.Quindi ben vengano.(E chi ci gioca e basta spende meglio i suoi soldi con un scheda video, perciò lasciate stare)
  • chojin scrive:
    Intel 80-core nel 2010.. prima 32-core..
    Così sembra stando a quanto è uscito fuori dalle slide Dell riguardo le prossime CPU Intel. 80-core nel 2010 e forse 32-core prima ... -----http://www.theinquirer.net/gb/inquirer/news/2008/11/19/dell-talks-80-core-processorDell talks about 80 core processorCore Blimey!GET READY FOR an 80-core monster machine from Dell. At SC08 yesterday, Michael Dell, Dells CEO gave a presentation which included a slide showing an 80 core chip which should tip up sometime around 2010.It isnt the first time 80-core processors have come up in conference conversation. A couple of years ago, Intels CEO, Paul Otellini, took the opportunity in an IDF keynote to make similar promises of delivering an 80-core processor within the next five years. He had also noted that the chips should be able to swap data at a terabyte a second."The x86 revolution continues. You see more and more cores. Increased performance. But also without more power required," said Dell during his keynote yesterday, noting that the trend was to pack more and more computing power into smaller machines, creating desktop sized supercomputers.Dell slide shown Tuesday at SC08 (Credit: Dell Computer)Of course the jump to 80 cores wont happen without several intermediate stages. Intels upcoming Larrabee graphics chip will be a multi-core processor, and Chipzillas Dunnington already counts six cores.Sun Microsystems Rock processor has 16 cores and Intel is rumoured to be planning a 32-core system very soon indeed. µ-------
    • SergioT scrive:
      Re: Intel 80-core nel 2010.. prima 32-core..
      Sono notizie che servono piu' per il marketing che per altro :)Intel e' gia' uscita l'anno scorso con un test chip 80 core.Tale architettura e' stata presentata all'International Solid State Circuit Conference 2007 (ISSCC07).In rete trovi l'articolo con i dettagli dell'architettura.Tra l'altro nel 2009 sempre Intel presentera' una nuova versione di questo 80 core.Il punto e' che parlare solo del numero di core non e' sufficiente perche ciascun core puo' essere molto complesso o semplicissimo.Per esempio il core base del test-chip di Intel e' semplicemente una doppia ALU in floating Point singola precisione.In termini di area e' complessita' e' una cosa ridicola rispetto ad un core tipo centrino.Anche SUN, che parla di 8/16 core, alla fine usa dei core che sono abbastanza semplici.Anche loro ti dicono che il T2 puo' far girare 64 thread ma cio' non e' vero.Ciascun core puo' al massimo eseguire contemporaneamente due thread.Se invece entrambi i thread fanno accesso ad istruzioni FloatingPoint il numero massimo di thread per core diventa 1.Quindi pensare che nel 2010 Intel possa uscire con un chip 80 core utilizzando i core che siamo abituati ad utilizzare oggi non e' corretto.Tra l'altro piu' per un problema di power che per un problema di integrazione.Inoltre nel 2010 la 32nm sara' appena diventata commerciale e quindi grossi passi avanti non sono fisicamente possibili, mentre aumentera il consumo creando ulteriori problemi.Saluti.Sergio
      • chojin scrive:
        Re: Intel 80-core nel 2010.. prima 32-core..
        - Scritto da: SergioT
        Sono notizie che servono piu' per il marketing
        che per altro
        :)

        Intel e' gia' uscita l'anno scorso con un test
        chip 80
        core.
        Tale architettura e' stata presentata
        all'International Solid State Circuit Conference
        2007
        (ISSCC07).
        In rete trovi l'articolo con i dettagli
        dell'architettura.

        Tra l'altro nel 2009 sempre Intel presentera' una
        nuova versione di questo 80
        core.

        Il punto e' che parlare solo del numero di core
        non e' sufficiente perche ciascun core puo'
        essere molto complesso o
        semplicissimo.
        Per esempio il core base del test-chip di Intel
        e' semplicemente una doppia ALU in floating Point
        singola
        precisione.
        In termini di area e' complessita' e' una cosa
        ridicola rispetto ad un core tipo
        centrino.

        Anche SUN, che parla di 8/16 core, alla fine usa
        dei core che sono abbastanza
        semplici.
        Anche loro ti dicono che il T2 puo' far girare 64
        thread ma cio' non e'
        vero.
        Ciascun core puo' al massimo eseguire
        contemporaneamente due
        thread.
        Se invece entrambi i thread fanno accesso ad
        istruzioni FloatingPoint il numero massimo di
        thread per core diventa
        1.

        Quindi pensare che nel 2010 Intel possa uscire
        con un chip 80 core utilizzando i core che siamo
        abituati ad utilizzare oggi non e'
        corretto.
        Tra l'altro piu' per un problema di power che per
        un problema di
        integrazione.

        Inoltre nel 2010 la 32nm sara' appena diventata
        commerciale e quindi grossi passi avanti non sono
        fisicamente possibili, mentre aumentera il
        consumo creando ulteriori
        problemi.

        Saluti.

        Sergio?? Ma che stai dicendo ? Secondo te è solo marketing, eh? Ed io sarei tanto cretino da caderci mentre tu sei un progettista di Intel e sai la verità.. ma và! Che il progetto Terascale da cui deriva anche Larrabee per le CGPU sia stato presentato da tempo con prototipi lo so anch'io MA secondo te ovviamente alla Dell sono cretini e fanno esclusivamente marketing quando presentano delle slide in cui annunciano che Intel avrà CPU ad 80-core nel 2010 .. giusto?Il passaggio a 32nm aumenterà il consumo elettrico?!?! Ma che cavolo dici? Ma ci credi davvero? Infatti i Penryn a 45nm consumano di più dei precedenti core a 65nm,vero? Non è che il consumo per core è sceso di un buon 30-50% fra le due generazioni, no vero ?Non mi meraviglia se Intel anticipa le CPU a 32-core per fine 2009 o inizio 2010. Passare dai Nehalem ad 8-core previsti ad inizio 2009 a modelli a 32core a 32nm non sarà certo impossibile per Intel. Nè sarà impossibile passare 80-core a fine 2010 o inizio 2011 che sia.
        • SergioT scrive:
          Re: Intel 80-core nel 2010.. prima 32-core..
          Non pensavo ne facessi una questione di principio :)E comunque non ti ho dato del cretino ;)Cerco di rispondere a quello che hai scritto cercando di essere piu' chiaro.
          Che il progetto Terascale da cui deriva anche Larrabee per le CGPU
          sia stato presentato da tempo con prototipi lo so anch'io MA secondo
          te ovviamente alla Dell sono cretini e fanno esclusivamente
          marketing quando presentano delle slide in cui annunciano che Intel
          avrà CPU ad 80-core nel 2010 .. giusto?Su questo punto hai un po di confusione.Ti rimando a questo articolo per i dettagli:http://arstechnica.com/articles/paedia/hardware/clearing-up-the-confusion-over-intels-larrabee.arsTi riporto solo una frase che ritengo utile:"If I see or hear another press person get Larrabee mixed up with Intel's 80-core Terascale research project, my head is going to explode."Piu' in dettaglio, il test-chip 80 core e' stato fatto per testare per la prima volta l'approccio Network-On-Chip (NoC), ovvero creare una rete a commutazione di pacchetto all'interno del chip.Il "progetto Tersacale" come dici tu non ha niente a che vedere con il suddetto chip di test 80-core.
          Il passaggio a 32nm aumenterà il consumo elettrico?!?! Ma che
          cavolo dici? Ma ci credi davvero?
          Infatti i Penryn a 45nm consumano di più dei precedenti core a
          65nm,vero? Non è che il consumo per core è sceso di un buon
          30-50% fra le due generazioni, no vero ?Non si tratta di crederci o non crederci, lascia stare questo verbo per altri ambiti come l'esistenza di Dio :)Qui si parla di fisica dei semiconduttori qundi c'e' poco da "credere".Il problema delle tecnologie DeepSubMicron(DSM) e' nel consumo statico.Scalando le tecnologie la tensione di alimentazione non scala di egual misura, e per la precisione dalla 65nm in giu' la tensione di alimentazione e' rimasta costante a circa 1V.Il punto e' che se la tecnologia scala (65nm,45,32,..) ma l'alimentazione rimane costante, il consumo statico aumenta e questo in parole povere significa che risulta sempre piu' difficile far rimanere "accesi" tutti i core.Se ci fai caso sino ai Pentium si parlava di 3GHz e oltre.Poi con le nuove architetture la frequenza di clock e' scesa pesantemente tipo 1.5GHz o 2GHz.Solo adesso sono riusciti a fa funzionare il core a frequenza piu' elevata ma con alre tecniche.Nello specifico ti dicono che il chip va sino a 3.2GHz ma non ti dicono che solo PARTI del chip lavorano a quella frequenza, mentre le altre sono spente (tecnica di Power Harvesting).I dati che Intel,AMD o chiunque altro ti fornisce sul consumo significa solo che i loro chip hanno quel consumo di picco, non quanti core lavorano e a quale frequenza.Sembra la stessa cosa ma non e' cosi'.
          Non mi meraviglia se Intel anticipa le CPU a 32-core per fine
          2009 o inizio 2010. Passare dai Nehalem ad 8-core previsti ad
          inizio 2009 a modelli a 32core a 32nm non sarà certo impossibile
          per Intel.
          Nè sarà impossibile passare 80-core a fine 2010 o inizio 2011 che
          sia.Le 32nm non saranno pronte per il 2009.Attualmente intel con la 32 e' in fase di caratterizzazione e prototipazione.Probabilmente potrebbe uscire con gli 8 core a 45nm ma e' davvero difficile che riesca ad integrare 32 core.Sempre che parliamo degli stessi core, stessa dimensione della L1,L2 e L3.Non e' che Intel non e' in grado...e' semplicemente che anche Intel ha a che fare con dei limiti tecnologici come chiunque altro.Poi ripeto, se i 32,64 o 128 core sono piu' piccoli, piu' semplici e con meno cache questo e' un altro discorso.E comunque non ti sembra strano che DELL anticipi una cosa che neanche Intel ha menzionato?Proprio Intel che tiena la bocca cucita sino a due settimane prima dell'uscita di un nuovo core/architettura?Dai, un po di marketing c'e'! ;)Sergio
          • chojin scrive:
            Re: Intel 80-core nel 2010.. prima 32-core..
            http://www.tgdaily.com/content/view/33657/135/1/1/Big milestoneWhat makes the Tera-scale prototype interesting, of course, is foremost its tile design coupled to the reusability of constructed cores and nodes.By allowing each node to communicate with other components, no matter what they might be, Intel introduces a new ability in microprocessor design similar to what AMD has described for its upcoming Fusion processor. For example, Bautista told us that GPU logic could be created within a node. The same goes for massively parallel floating point units such as ClearSpeed's CSX600. Even DSPs, Gigabit Ethernet, entire video solutions, the bulk of the chipset, anything. Any kind of silicon-based product that can exist today can be injected into this design, at least in theory. It is just a matter of how many resources want to be converted in this way.Even IA-32 cores could be integrated into the Tera-scale chip. An implementation of the Exoskeleton solution that Intel has been working on for IA-32 would allow the non-IA-32 cores to be presented to external software as if they were IA-32. This virtualization of compute resources opens up another door for the future.One simulation Intel ran on a Tera-scale chip of the future involved replacing a 130-processor e-commerce system with a single Tera-scale CPU. The real-world system was comprised of 63 boxes and 130 processors. Intel accomplished the same workload and throughput with 1 Tera-scale processor, which housed 32 cores and 128 threads, Bautista told us.AvailabilityBautista indicated that research is moving forward fast. Still, there are many hurdles to be overcome and much design work to do for true production-ready chips. While he would not give a specific date when products would be available, he did inform us that the software they looked at in their early analysis work was 5-10 years out. It is likely they're positioning this chip to be there when the software workloads are really needed. This could make Tera-scale available sometime in that 5-10 year timeline, possibly as early as 2012.
          • SergioT scrive:
            Re: Intel 80-core nel 2010.. prima 32-core..
            Bastava che mettessi un link per riportareun articolo o una una mail apparsa in un Newsgroup.Visto che non hai scritto niente di tuo devo immaginre che gli ultimi tuoi post mi volessero far notare che il test chip fa parte del "progetto Terascale" giusto?Ok, supponiamo che lo sia, mi sembra che il cuore di questo thread su questo forum non fosse su questo argomento..o almeno non solo su questo. :)Sergio
          • chojin scrive:
            Re: Intel 80-core nel 2010.. prima 32-core..
            http://www.eetindia.co.in/ART_8800469752_1800008_NT_0618ca72.HTMIntel displays tera-scale silicon prototypePosted: 26 Jun 2007 Intel Corp. has displayed what it claims as the "first tera-scale silicon prototype." The 80-core processor, 13-by-22mm, is equivalent in power to a teraflop supercomputer that 10 years ago would have filed a room 40-by-10 feet. Paolo Aseron, a hardware engineer at Intel's microprocessor lab in Hillsboro, said, "This is a proof of concept, numbers-crunching monster." Intel displayed the prototype at its Santa Clara headquarters researchers and prototypes to dazzle reporters and analysts with what it hopes will be the next big thing.Built using a 65nm manufacturing process, each core has 5KB of cache and two floating-point units. Compared to Intel's quad-core processors today, the prototype has 40 times the processing power, Aseron said.Tera-scale computing is the future for Intel chips and platforms. The company currently has more than 100 R&D projects worldwide dedicated to addressing hardware and software challenges associated with systems that would be based on processors with dozens of cores.Justin Rattner, chief technology officer for Intel, told attendees the company's first tera-scale processor, codenamed Larrabee, would be capable of processing "well in excess" of a teraflop of data. The processor is set for release in 2010, but could show up in 2009, he said. Power efficiencyWith tera-scale computing comes the need for power efficiency. For some time, Intel has developed chips that are more powerful, but consume the same amount of energy as previous versions.To help continue that trend in tera-scale computing, Intel is developing "adaptive circuits" within a processor that would determine the minimum amount of performance required for a task. "We have a brain in the chip," Bryan Casper, principal engineer for Intel's circuit research lab in Hillsboro, said. All power associated with a task is turned down to a "just-enough" level.A prototype of the technology was demonstrated in a PCI Express card with a chip that consumed one-tenth the power of a card with today's chip technology, or 2.7mW versus 20- to 30mW. Reducing power consumption is critical, given that using today's technology to power a PCI Express card with a bandwidth of a terabit per second would require 100W of energy, Casper said.
          • chojin scrive:
            Re: Intel 80-core nel 2010.. prima 32-core..
            Leggi altro oltre Arstechnica. Non esiste solo quel sito e vi sono interviste a tecnici Intel che specificano come Larrabee sia derivato dal progetto Terascale.
          • SergioT scrive:
            Re: Intel 80-core nel 2010.. prima 32-core..
            Ok ok!Quel link che ti ho dato era solo un esempio!Smettila di postare interi articoli qui, basta un link!Se tutti facessero cosi' i poveri dischi di Punto Informatico scoppierebbero! :DOk, il chip 80-core fa parte del "progetto Terasclae"!!Comunque non mi hai detto cosa ne pensi del resto che ho scritto...Sergio
      • Trunk scrive:
        Re: Intel 80-core nel 2010.. prima 32-core..

        Ciascun core puo' al massimo eseguire
        contemporaneamente due thread.So what?1 thread per 80 CPU fa 80 thread in parallelo in esecuzione: se tu ne metti 5 per core (e non ci riesci neanche per scherzo) su un quad-core non fai che la metà della metà
        Tra l'altro piu' per un problema di power che per
        un problema di integrazione.è da vedere è molto probabile che se tu tieni più computer accesi per fare lo stesso lavoro (vedi ragionamento precedente) spendi più energia.
    • -ToM- scrive:
      Re: Intel 80-core nel 2010.. prima 32-core..
      - Scritto da: chojin
      Così sembra stando a quanto è uscito fuori dalle
      slide Dell riguardo le prossime CPU Intel.


      80-core nel 2010 e forse 32-core prima ... Si, poi le prestazioni di un OS desktop sembrano quelle di 20 anni fa...Windows, linux se lo usi con KDE, OSX ecc...mbah...si decidessero a scrivere tutto per SMP
  • asd scrive:
    Potenza buttata
    Alla fine per ora nessuna applicazione e' scritta per 2 proc figuraimoci per 7 -.- per non parlare di windows che gestisce solo 2 o 4 con vista (la utlimate)
    • chojin scrive:
      Re: Potenza buttata
      - Scritto da: asd
      Alla fine per ora nessuna applicazione e' scritta
      per 2 proc figuraimoci per 7 -.- per non parlare
      di windows che gestisce solo 2 o 4 con vista (la
      utlimate)?? Ma scherzi ? Ma che stai dicendo ?Non hai idea di come funzionano i thread, evidentemente.
      • mah scrive:
        Re: Potenza buttata
        Microsoft ha presentato a Los Angeles la ctp (community tecnology preview) delle librerie necessarie ad implementare la programmazione parallela ( su più cpu ).Quindi, l'utilizzo dei thread non mi sembra ottimizzato per sfruttare i multicore
        • chojin scrive:
          Re: Potenza buttata
          - Scritto da: mah
          Microsoft ha presentato a Los Angeles la ctp
          (community tecnology preview) delle librerie
          necessarie ad implementare la programmazione
          parallela ( su più cpu
          ).
          Quindi, l'utilizzo dei thread non mi sembra
          ottimizzato per sfruttare i
          multicoreMicrosoft, Intel, AMD, Sun.. stanno creando SDK, API e compilatori che possano rendere il più trasparente possibile la programmazione dei thread ai programmatori perchè non è semplice scrivere degli scheduler efficienti per i thread. Non perchè non esistano, ma perchè in assenza di uno standard unico ogni software house deve scriversi le proprie librerie e solo i programmatori migliori sanno gestire i thread in maniera corretta. Il che non significa che non esistano programmi in multithread al giorno d'oggi, anzi.
          • mah scrive:
            Re: Potenza buttata
            Forse mi sono spiegato maleNon ho detto che non ci siano programmi che funzionano in multithread, ho detto che l'utilizzo dei thread non indica automaticamente un corretto sfruttamento dei multicore, anzi...
          • pabloski scrive:
            Re: Potenza buttata
            dipende dalle politiche di scheduling dell'OS e dell'applicazionela realtà è che i programmatori preferiscono sempre scegliere la strada più cortapensa ai giochi che tanto avrebbero bisogno di implementare serie politiche di multithreading e invece prendono la scorciatoia
    • Silvio B. detto Testa DAsfalto scrive:
      Re: Potenza buttata
      - Scritto da: asd
      Alla fine per ora nessuna applicazione e' scritta
      per 2 proc figuraimoci per 7 -.- per non parlare
      di windows che gestisce solo 2 o 4 con vista (la
      utlimate)Un qualunque application server fa ampio uso del multithreading.Un qualunque web server fa ampio uso del multithreading.Un qualunque moderno cad 3d fa uso del multithreading....
    • -ToM- scrive:
      Re: Potenza buttata
      - Scritto da: asd
      di windows che gestisce solo 2 o 4 con vista (la
      utlimate)No, arriva almeno fino ad 8.
      • ... scrive:
        Re: Potenza buttata
        ma che dite...windows supporta fino ad un massimo di 64 processori su x86/x64, molti di più su ia64, ed eventualmente dietro donazione di organi la ms vi builda un immagine per supportarne ancora di piùil problema è che i programmatori non sanno niente di thread e processi, per loro esiste, quando va bene, "int main"spesso non hanno mai sentito parlare di meccanismi di locking e sharing delle risorseun tempo misi mano al sorgente di un driver per osx, scritto da un idiota, che non sapendo usare i lock li aveva commentati tutti "perché altrimenti non funziona", col risultato che funzionava su un single core, ma come lo mettevi su un dual core esplodeva (e a ragione)non date alla tecnologia la colpa per la stupidità di chi la usa
        • -ToM- scrive:
          Re: Potenza buttata
          Si, non mi ricordavo di preciso quanti, ma me ne ricordavo almeno 8 perchè nel task manager sul dual xeon di un tipo che conosco si vedono 8 CPU :)
    • Sardugno scrive:
      Re: Potenza buttata
      - Scritto da: asd
      Alla fine per ora nessuna applicazione e' scritta
      per 2 proc figuraimoci per 7 -.-Ma che cazzo dici? Guarda che nel Core i7 ci sono 4 core e 8 thread, mica 7 core.E comunque applicazioni scritte per i multiprocessore ce ne sono: i videogames.
  • Ricky scrive:
    Ma servono veramente?
    La domanda che mi chiedo ad ogni uscita di novita' intel/amd/nvidia e'proprio questa:MA SERVONO!?Tolta una quantita' di smanettoni e di personaggi ricolmi di soldi da cacciare,per tutto il resto del pianeta, serve avere dei QUAD CORE con HT di simile potenza?!Il detto recita :di potenza cpu non ce n'e' mai abbastanza.Ma e' veramente cosi'?A parte talune necessita' specifiche, dove sia cpu che GPU sono in uso al 100% (rendering, progettazione cad et simila) il resto vive benissimo con processori persino piu' lenti di quelli attualmente in uso.Quindi tutta questa enfasi sulle incredibili potenzialita' delle nove cpu e' solo MERCATO...a noi non servono veramente ma ad INTEL serve che ce le comperiamo.Non manchero' di menzionare anche il discorso legato all'inquinamento,piu' cose cacci in discarica (e il materiale elettronico e' altamente inquinante) piu' schifezze ci ritroviamo sotto il naso.Daltronde viviamo in un mondo in cui le cose si fanno solo per profitto e per niente altro,dimenticando che alla fine dei conti sono altre le cose realmente importanti.Per quanto mi riguarda evitero' con molta cura di comperare qualsiasi cosa mi sia fondamentalmente inutile,rispermiero' soldi e vivro' meglio.Quando il mercato creera' software talmente pesante da COSTRINGERE all'acquisto disistemi piu' potenti allora vagliero' la cosa, considerando comunque che piu' le CPU si potenziano , piu' i software diventano pesanti e ingobranti.Sembra quasi che lo facciano apposta...
    • pabloski scrive:
      Re: Ma servono veramente?
      ma infatti per questo MS appesantisce sempre di più i suoi OS, proprio per giustificare l'esborso per l'acquisto di nuovo hardwaree dopo quello che è venuto fuori nel caso "Vista capable", mi sa che i signori di Redmond sono letteralmente ricattati della strapotere di Intel e devono per forza operare in un certo modoquel che è certo è che tanta potenza non serve al niubbo nè al ragazzino brufoloso, ma si sa meglio poter guardare 8 DivX in contemporanea piuttosto che 3 :D
    • Caribe 1999 scrive:
      Re: Ma servono veramente?
      Si chiama "progresso".
    • Michele Montanari scrive:
      Re: Ma servono veramente?
      Senzap profitto tu non prendi uno stipendio. Le logiche di mercato sono spesso distorsive, ma fino a prova contraria fanno vivere un sacco di persone.Peccato che questi i7 consumino così tanta corrente...
      • Ricky scrive:
        Re: Ma servono veramente?
        Sbagliato,le logiche di mercato fanno acqua da tutte le parti...infatti siamo nella merda tutti.RECESSIONE, mai sentito perima?Bolle esplose per questo modo di intendere la vita e il mercato.La verita' e' che esiste un modo per gestire le cose meglio per TUTTI ma la cupidigia di pochi al potere impedisce la gestione ottimale, impone quella che fa ricchi pochi e poveri molti.Il lavoro esiste da sempre,il commercio anche, si dovrebbe gestire questo in modo tale da dare a tutti un po ed ottimizzare le risorse in modo da far vivere degnamente tutti.Al momento quelle logiche che ti danno il lavoro rovinandoti la salute, rubandoti tutto il tuo tempo e facendoti fare una vita mediocre,piu' simile alla sopravvivenza che al vivere PIENO della vita, sono le trainanti.Trainanti perche' ci fanno credere che siano le migliori , le uniche, ma non e' vero.Per il benessere di poca gente a milioni muoiono di fame e stenti, vallo a dire a loro che hai un lavoro e tutto questo E' BENE COSI'!Ipocrisia, superficialita', egoismo sono alla base di quello che vedi.Vanne fiero...
        • chojin scrive:
          Re: Ma servono veramente?
          - Scritto da: Ricky
          Sbagliato,le logiche di mercato fanno acqua da
          tutte le parti...infatti siamo nella merda
          tutti.
          RECESSIONE, mai sentito perima?
          Bolle esplose per questo modo di intendere la
          vita e il
          mercato.
          La verita' e' che esiste un modo per gestire le
          cose meglio per TUTTI ma la cupidigia di pochi
          al potere impedisce la gestione ottimale, impone
          quella che fa ricchi pochi e poveri
          molti.
          Il lavoro esiste da sempre,il commercio anche, si
          dovrebbe gestire questo in modo tale da dare a
          tutti un po ed ottimizzare le risorse in modo da
          far vivere degnamente
          tutti.
          Al momento quelle logiche che ti danno il lavoro
          rovinandoti la salute, rubandoti tutto il tuo
          tempo e facendoti fare una vita mediocre,piu'
          simile alla sopravvivenza che al vivere PIENO
          della vita, sono le
          trainanti.
          Trainanti perche' ci fanno credere che siano le
          migliori , le uniche, ma non e'
          vero.
          Per il benessere di poca gente a milioni muoiono
          di fame e stenti, vallo a dire a loro che hai un
          lavoro e tutto questo E' BENE
          COSI'!
          Ipocrisia, superficialita', egoismo sono alla
          base di quello che
          vedi.
          Vanne fiero...Ma che stupidaggini dici ?Proponi di tornare all'età della pietra e di fermare la ricerca e sviluppo ? Fermiamo tutto, che poi staremo tanto meglio,eh! Ma per favore!Ma cresci.
          • rockroll scrive:
            Re: Ma servono veramente?
            A Chojin.Hai risposto così al tuo interlocutore (che oltretutto ha detto cose sacrosante): Ma che stupidaggini dici ?Proponi di tornare all'età della pietra e di fermare la ricerca e sviluppo ? Fermiamo tutto, che poi staremo tanto meglio,eh! Ma per favore!Ma cresci. Forse non hai capito la differenza tra la vera ricerca ed il vero progresso al servizio dell'umanità, e quel misto di furberie e di forzature pubblicitarie che ci vorrebbe tutti schiavi di un consumismo irresponsabile igenerandoci necessità globali che almeno nel 90% dei casi proprio non avremmo! Se qualcuno deve ancora crescere non è certo lui; e questo senza contare il tono sprezzante dei tuoi interventi: ti sei meritata una segnalazione di abuso...
    • attonito scrive:
      Re: Ma servono veramente?
      - Scritto da: Ricky
      La domanda che mi chiedo ad ogni uscita di
      novita' intel/amd/nvidia e'proprio questa:MA
      SERVONO!?1. a che insegue l'ultimo grudo teNNologico e gode a cambiare pc ogni 8/10 mesi2. a che fa calcolo DURO e insegue le prestazioni perche gli servono veramente.3. a far girare software scemo (vista)ovvio che gli unici comprensigili sono quelli di tipo 2.
    • rockroll scrive:
      Re: Ma servono veramente?
      quoto completamente Ricky.
      • 1234 scrive:
        Re: Ma servono veramente?
        anche io quoto rickytra poco, quando non ci sarà più acqua e cibo me lo venite a ridire che questo è progresso e non pazzia
        • Shu scrive:
          Re: Ma servono veramente?
          - Scritto da: 1234
          anche io quoto ricky

          tra poco, quando non ci sarà più acqua e cibo me
          lo venite a ridire che questo è progresso e non
          pazziaVorrei solo farti notare che è grazie al "progresso" che vituperi se oggi hai cibo e acqua a sufficienza. Se fossimo rimasti ai sistemi di coltivazione anche solo di un secolo fa, oggi ci sarebbero 3 miliardi di persone in meno al mondo (la metà), perché sarebbero morte di fame o di malattie legate all'inquinamento o alla scarsità delle acque.Delle due l'una: o ti tieni il progresso o ammazzi 3 miliardi di persone e torni ad arare e concimare i campi come nel 1800.
          • Ricky scrive:
            Re: Ma servono veramente?
            Il progresso eh?Ok, conta quanti morti ha seminato il progresso...poi vediamo se superi i 3 miliardi di cui parli.Qui si cotruisce il futuro sulla pella della gente,in malomodo e solo per profitto.Non si ha una coscenza collettiva per il benessere degli uomini,si ragiona solo ad egoismi e fregandosene di tutto il resto.Questo e' il Mondo che abbiamo grazie alla natura umana,se secondo te e' meritevole faccelo sapere e spiegacelo per bene, spiegalo magari anche ai tre miliardi di persone che attualmente sopravvivono fra stenti e malattie, facendo una vita che non e' vita ma galera o peggio...inferno.
  • offensivo e calunnioso scrive:
    basta con 'sti svarioni tecnici !!!
    per l'ennesima volta ribadisco alla redazione che "gate metallici ad alta costante k" è una sonora baggianata ...le gate metalliche sono una cosa, mentre la costante k si riferisce ai dielettrici!Inoltre k non è una costante ma una grandezza (come la resistenza) e più è alta più il materiale è isolante!tralascio il fatto che una costante è, per definizione, costante e quindi non ha senso definirla "alta costante" ...Va bene copiare i comunicati stampa di Intel, ma dare un'occhiata al traduttore automatico ...Azagga
    • Yanez scrive:
      Re: basta con 'sti svarioni tecnici !!!
      Siete insopportabili voi pseudo precisini.Ok, ci può anche stare che sia più corretto dire gate metallico con dielettrico ad alta costante k... ma è l'unica cosa che ti concedo.per il resto....che significa che k non è una costante ma una grandezza? una costante non è una grandezza? Non può essere misurata?La costante dielettrica perchè mai viene chiamata costante???? Non è forse variabile da materiale a materiale? Non è forse variabile a seconda di altri parametri come la temperatura o la trazione meccanica?Non ti viene in mente che forse è chiamata costante perchè in determinate condizioni si suppongono fissati materiale ed altri parametri di debole dipendeza?Non ti fa pensare a nulla il fatto che k non sia altro che la costante dielettrica relativa del materiale? E quindi, perchè mai non dovrebbe essere chiamata costante?Che significa che è una grandezza come la resistenza? ma hai idea di cosa stai parlando? hai idea che k, a differenza di una resistenza, è adimensionale?Ma perchè è sempre necessario criticare? Perchè è sempre necessario aggredire le persone che cercano di fare il loro lavoro? Se si ha qualcosa da dire non sarebbe meglio farlo in modo più educato?
    • SergioT scrive:
      Re: basta con 'sti svarioni tecnici !!!
      Ciao Azzagga,Non mi trovi d'accordo con quello che hai detto.Il termine "costante dielettrica" e' corretto, in quanto all'interno del chip TUTTI i dispositivi, sia i p-mos che gli n-mos hanno lo stesso valore (pertanto costante) di resistivita' del dielettrico che ha sostituito il biossido di silicio.Questo ha permesso un netto meiglioramento del consumo statico abbattendo le correnti di leakage quando il dispositivo e' sotto-soglia.Dal momento che non pretendo che tu mi dia ragione ti posso dare qualche link dove usano il termine "costante" quando parlano di k."The effect of high-K gate dielectrics on deep submicrometer CMOS device and circuit performance"http://ieeexplore.ieee.org/stamp/stamp.jsp?arnumber=998591&isnumber=21545Poi link piu' "leggeri":www.intel.com/technology/silicon/high-k.htm("High-k" stands for high dielectric constant, a measure of how much charge a material can hold. Different materials similarly have different abilities to ..)Lieto di sapere il tuo parere e, non ti arrabbiare per cosi' poco! ;)Saluti.Sergio
  • realtebo scrive:
    Una nota sulle memorie
    C'è questa tabella NON ufficiale che anche P.I. ha scopiazzato e che non è esatta, non rende onore alla versione 965 Extremeil Core i7 920 e 940 offrono due moltiplicatori, 6 e 8. Assieme all'FSB interno di 133 MHz, questo si traduce in velocità di DDR3-800 e DDR3-1066. Il Core i7 965 supporterà moltiplicatori 10 e 12, cioè memorie DDR3-1333 e DDR3-1600.
    • Alessandro Del Rosso scrive:
      Re: Una nota sulle memorie
      Ciao, la tabella che tu definisci "NON ufficiale" proviene dal comunicato stampa UFFICIALE di Intel ;-) Quando PI "scopiazza" un'immagine, come dici tu, cita SEMPRE la fonte! Miscredente ;-)Ciau.- Scritto da: realtebo
      C'è questa tabella NON ufficiale che anche P.I.
      ha scopiazzato e che non è esatta, non rende
      onore alla versione 965
      Extreme

      il Core i7 920 e 940 offrono due moltiplicatori,
      6 e 8. Assieme all'FSB interno di 133 MHz, questo
      si traduce in velocità di DDR3-800 e DDR3-1066.
      Il Core i7 965 supporterà moltiplicatori 10 e 12,
      cioè memorie DDR3-1333 e
      DDR3-1600.
  • attonito scrive:
    ve rivelo un segreto...
    non serve comprare pc hardware piu' potente: basta usare software piu' leggero e dire "NO" a software che richiedono moltri di calcolo per funzionare. tutto qui. Saper dire "no".
    • chojin scrive:
      Re: ve rivelo un segreto...
      - Scritto da: attonito
      non serve comprare pc hardware piu' potente:
      basta usare software piu' leggero e dire "NO" a
      software che richiedono moltri di calcolo per
      funzionare. tutto qui. Saper dire
      "no".Sì, vabbè. Il tuo 8086 deve essere veloce,eh! Ehh!
      • attonito scrive:
        Re: ve rivelo un segreto...
        - Scritto da: chojin
        - Scritto da: attonito

        non serve comprare pc hardware piu' potente:

        basta usare software piu' leggero e dire "NO" a

        software che richiedono moltri di calcolo per

        funzionare. tutto qui. Saper dire

        "no".

        Sì, vabbè. Il tuo 8086 deve essere veloce,eh! Ehh!no, son solo un barbone con p3@800 con 256mega di ram. che ci vuoi fare, compatiscimi...
    • osvaldo scrive:
      Re: ve rivelo un segreto...
      bel segreto. troppo generalista.se il pc serve per usare word ed excel ok. mah se fau progettazione.. credimi una macchina più potente è sempre utile
    • pabloski scrive:
      Re: ve rivelo un segreto...
      dipende dall'usochiaramente il software andrebbe scelto, proprio come si fa con l'hardware e se posso metterci os e applicativi più ottimizzati, è chiaro che metto quelli invece di optare per os e applicativi scritti con i piediciò però non toglie che la potenza di calcolo giova in ogni caso
    • Homo Technicus scrive:
      Re: ve rivelo un segreto...
      - Scritto da: attonito
      non serve comprare pc hardware piu' potente:
      basta usare software piu' leggero e dire "NO" a
      software che richiedono moltri di calcolo per
      funzionare. tutto qui. Saper dire
      "no".Nel 1991 ho progettato un ripetitore ad alta frequenza usando una workstation HP costata ciorca 150 milioni di lire.Oggi ho a casa un PC più potente e non riesco a farci girare FIFA 2009.E' chiaro che a livello di pura utilità (escludendo quindi i giochini), un computer serve a una persona su 1000. E a questa un pentium con windows 95 o un Quadra con MAC OS 9 è più che sufficiente per qualunque esigenza reale.Ma le esigenze reali (i bisogni) non hanno nulla a che vedere con ciò che si compra.;-)
      • Caribe 1999 scrive:
        Re: ve rivelo un segreto...
        Ma vuoi mettere un il progetto di un ripetitore con FIFA 2009? Il secondo è molto più complesso, soprattutto perché è tutto real time. Comunque la potenza della CPU sta sul PC degli stolti.
    • Peperinix scrive:
      Re: ve rivelo un segreto...
      non sempre si puo usare software leggero io uso slackware con fluxbox come desktop ma con tutto ciò per i miei laboratori vrtuali ho bisogno sempre di piu di potenza di calcolo che aumenta all espandersi delle mie simulaizoni .Penso che gli i7 mi faranno fare un bel passo avanti nei miei studi.
      • Sathack scrive:
        Re: ve rivelo un segreto...
        No no no no! invece la potenza di calcolo è fondamentale!Io voglio un IBM-Roadrunner perchè odio vedere il video a scatti quando mi guardo i pornazzi!
    • -ToM- scrive:
      Re: ve rivelo un segreto...
      beh però su sti mostri di potenza mi piacerebbe metteci kubuntu e ricompilarmi un kernel in 30 secondi ;)
    • . . scrive:
      Re: ve rivelo un segreto...
      ok mi dai l' alternativa leggera a 3d studio?
      • -ToM- scrive:
        Re: ve rivelo un segreto...
        - Scritto da: . .
        ok mi dai l' alternativa leggera a 3d studio?Gli applicativi di grafica 3D sono talmente vasti e complessi che se hai su anni di esperienza è molto difficile passare da uno all'altro... oppure ne trovi uno fantastico (modo) ma incompleto.Io uso(avo) 3ds max, ho provato tante volte a passare a XSI ma non sono mai riuscito :)
  • attonito scrive:
    che se ne andassero affangala!
    1. che cappero significa "Gigatransfert/sec"?che possono movimentare sul bus gigabit di dati al secondo?2.i7 non sono più compatibili con le attuali schede madriOvvio! non sia mai mantenere la retrocompatibilita', eh!3.Core i7 può fornire performance fino al 40% superioriho imparato a dubitare del "fino a.."4.Il prezzo al pubblico italiano, comprensivo di IVA, è di circa 1100 euro.Solo la CPU 1100E? Un'affarone! sono gia' in coda al supermercato!5.sono in grado di consumare fino al 30% di energia in menovedi punto 3CONCLUSIONI:Allora, PI, la finisci o no di fare pubblicita' a Intel?!!??!
    • chojin scrive:
      Re: che se ne andassero affangala!
      - Scritto da: attonito
      1. che cappero significa "Gigatransfert/sec"?
      che possono movimentare sul bus gigabit di dati
      al
      secondo?E' un bus punto-punto seriale formalmente noto come CSI, come l'HyperTransport di AMD. Documentati.
      2.i7 non sono più compatibili con le attuali
      schede
      madri
      Ovvio! non sia mai mantenere la
      retrocompatibilita',
      eh!Il socket LGA775 esiste dai tempi dei Pentium D, sono passati parecchi anni.
      3.Core i7 può fornire performance fino al 40%
      superiori
      ho imparato a dubitare del "fino a.."Hai imparato male.
      4.Il prezzo al pubblico italiano, comprensivo di
      IVA, è di circa 1100
      euro.
      Solo la CPU 1100E? Un'affarone! sono gia' in coda
      al
      supermercato!Ma di che parli? Che c'entra guardare la CPU più costosa della serie Extreme che di norma comprano solo i ricchi spendaccioni e che dopo 6 mesi ha un valore dimezzato?Il Core i7 920 è un'ottima CPU ed è più veloce del Q9450 Core2.
      5.sono in grado di consumare fino al 30% di
      energia in
      meno
      vedi punto 3Vedi male perchè già i Penryn hanno abbassato il consumo in watt per core di un buon 40% rispetto alla serie precedente.
    • pabloski scrive:
      Re: che se ne andassero affangala!
      - Scritto da: attonito
      1. che cappero significa "Gigatransfert/sec"?
      che possono movimentare sul bus gigabit di dati
      al
      secondo?
      no si tratta proprio di gigatransfers/sec....solo che ogni link del qpi trasferisci 2 byte e in entrambe le direzioni contemporaneamente, quindi 4 byte x 6.4 GT/S=25.6 Gb/s
      2.i7 non sono più compatibili con le attuali
      schede
      madri
      Ovvio! non sia mai mantenere la
      retrocompatibilita',
      eh!
      non penso l'abbiano fatto apposta, visto che il controller di memoria è stato completamente stravolto
      3.Core i7 può fornire performance fino al 40%
      superiori
      ho imparato a dubitare del "fino a.."
      dai benchmark di arstechnica, xtreme, anandtech, ecc.... è venuto fuori che effettivamente spaccano
      4.Il prezzo al pubblico italiano, comprensivo di
      IVA, è di circa 1100
      euro.
      Solo la CPU 1100E? Un'affarone! sono gia' in coda
      al
      supermercato!
      per il modello 965 e poi si sa che in Italia ti fregano, in Germania costano il 20% in meno....il 920 in Italia costa 320, in Germania 260sono i soliti bottegai italiani che fanno i furbi ( e poi piangono continuamente miseria )
      5.sono in grado di consumare fino al 30% di
      energia in
      meno
      vedi punto 3
      questo non lo so
    • Trunk scrive:
      Re: che se ne andassero affangala!

      2.i7 non sono più compatibili con le attuali
      schede madri
      Ovvio! non sia mai mantenere la
      retrocompatibilita',Se non sbaglio il socket 775 è fuori da 4 anni.Dico: di cosa ci lamentiamo?
  • Funz scrive:
    Turbo boost
    Solo a me è venuto in mente K.I.T.T? :DScusate il commento scemo, ma questa mi ha fatto ridere
    • isuris scrive:
      Re: Turbo boost
      - Scritto da: Funz
      Solo a me è venuto in mente K.I.T.T? :D
      Scusate il commento scemo, ma questa mi ha fatto
      riderenon solo tu...chissà se hanno abilitato di serie la funzione "pursuit"...cmq, giusto per rimanere IT, meglio aspettare un po di tempo per l'acquisto, come sempre, del resto chi se li ricorda più i primi P4 1,4 Ghz vs PIII 1,0 Ghz?...:D
    • Stacy think positive scrive:
      Re: Turbo boost
      No no, anche a me e mi viene in mente solo una funzione associabile a questo nome... il processore in caso di troppo lavoro, salta i processi, come kitt saltava gli ostacoli azionando il "turbo boost"
  • Roberto Pizzagalli scrive:
    Logica del non senso
    Cpu sempre più "veloci" che poi si siedono ad aspettare la periferica lenta di turno!!!???Quando si riesce negli anni ad avere un sistema allineato con prestazioni bilanciate questi se ne escono con le loro trovate ..., non sono più disposto a contribuire "acquistando" le "loro novità" a fare il debug dei sistemi.
    • 200 OK scrive:
      Re: Logica del non senso
      In realtà è un problema di costi (rotfl)Il vero collo di bottiglia sono i dischi, ma qui ti fai un RAID di dischi SSD e sei a posto.Ma Core i7 è una novità, e come tale la fanno pagare cara. Non è difatti un mistero che le prime schede madri sono orientate a chi ha soldi da buttare via o necessità lavorative (neanche tanto vero perchè sembra che quelle schede madri non supportino le RAM FB).
      • gin_phreaks scrive:
        Re: Logica del non senso
        che significa fai un raid di ssd? O meglio per quale motivo dovresti guadagnarne in prestazioni? Infine, con che tipo di raid lo si fa? Io so che la tecnologia raid serve essenzialmente a due cose:1. A far vedere più dischi come fossero un unico disco (un solo filesystem)2. Ad avere dischi di backup che fanno la succitata operazione in automaticoCiao :D
        • 200 OK scrive:
          Re: Logica del non senso
          Raid 0 ;) in pratica scrive su più dischi in parallelo.Hanno messo 10 o 9 SSD in RAID 0 (stripe), e sono arrivati a quasi 1 GB/s di trasferimento dati!Il costo è però enorme.. poi quei SSD erano già performanti di loro (200MB/s mi sembra)Ps. tu parli del RAID 1 ;) (mirror)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 novembre 2008 13.27-----------------------------------------------------------
          • chojin scrive:
            Re: Logica del non senso
            - Scritto da: 200 OK
            Raid 0 ;) in pratica scrive su più dischi in
            parallelo.

            Hanno messo 10 o 9 SSD in RAID 0 (stripe), e sono
            arrivati a quasi 1 GB/s di trasferimento
            dati!

            Il costo è però enorme.. poi quei SSD erano già
            performanti di loro (200MB/s mi
            sembra)


            Ps. tu parli del RAID 1 ;) (mirror)La soluzione migliore sono i RAID 6 a ridondanza distribuita sui dischi. Con un controller con CPU Dual-Core o doppio DSP e 512MB o oltre di RAM installata per le massime prestazioni su PCI-Express 8x o 16x
          • 200 OK scrive:
            Re: Logica del non senso
            A quel punto è meglio puntare su RAID multilivello, come RAID 1+0.
          • Shu scrive:
            Re: Logica del non senso
            - Scritto da: 200 OK
            Raid 0 ;) in pratica scrive su più dischi in
            parallelo.
            ...
            Ps. tu parli del RAID 1 ;) (mirror)Anche in RAID-1 le prestazioni aumentano, anche se solo in lettura, proporzionalmente al numero di dischi usati (controller o S.O. permettendo).Il punto e` che i dischi non potranno mai essere veloci quanto la RAM, soprattutto a parita` di costo.Forse qualcosa cambierà con le nuove RAM di ui si parla nell'altro articolo.Cercare di ridurre al minimo l'accesso al disco è compito di S.O., sistemista e programmatore. La CPU deve avere bisogno meno possibile dei dati su disco, e lavorare il più possibile in RAM.Il vero collo di bottiglia per i processori, oggi, e` l'accesso alla RAM, e sembra che con questi i7 a triplo canale stiano cercando di recuperare. A quando 8 canali? :)"Peccato" che bisogna mettere tre stecche di RAM identiche alla volta.Altra "pezza" il terzo livello di cache. Dico "pezza" perché è necessaria per contenere i costi. A livello prestazionale sarebbe meglio avere 8-16 MB di cache L1 invece di averli sparsi fra L1, L2 e L3, ma costerebbe solo di cache quanto un paio di PC completi con questi processori.Bye.
          • 200 OK scrive:
            Re: Logica del non senso
            :o grazie per le dritte!
  • rockroll scrive:
    A quel prezzo no, grazie!
    A certi prezzi proprio no, se li possono tenere...Visto che un PC desktop completo che monta tanto di Q6600 e il resto in conseguenza è attualmente offerto (supermercati di TO) a 399 euro , e tale processore (lo dite voi) in OC raggiunge i 4 GHz... Se considerate che sui Core i7 vi dovete scordare l'ockabilità di cui vi siete sempre vantati (per arrivare alle frequenze dichiarate hanno un loro sistema di OC automatico che esclude il Vs. pregiato intervento), mi chiedo chi tra voi vorrà investire migliaia di euro per avere ... di meno? In ogni caso il livello della campagna pubblicitaria che accompagna questi Nehalem lo si può dedurre dall'affermazione del suo propagandista, che li vuol far credere indispensabili per vedere filmati e fare musica , cosa che si faceva già benissimo da anni su macchinette molto ma molto meno "potenti" (io ho prodotto senza problemi mp3 di musica mia con almeno 6 tracce più voce già con vecchi P II da 233 MHz, ed ho visto per anni i vari DivX su PII da 450 MHz...).
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: A quel prezzo no, grazie!
      - Scritto da: rockroll
      A certi prezzi proprio no, se li possono tenere...

      Visto che un PC desktop completo che monta
      tanto di Q6600 e il resto in conseguenza è
      attualmente offerto (supermercati di TO) a 399
      euro , e tale processore (lo dite voi) in OC
      raggiunge i 4 GHz...

      Se considerate che sui Core i7 vi dovete scordare
      l'ockabilità di cui vi siete sempre vantati (per
      arrivare alle frequenze dichiarate hanno un loro
      sistema di OC automatico che esclude il Vs.
      pregiato intervento), mi chiedo chi tra voi vorrà
      investire migliaia di euro per avere ... di meno?


      In ogni caso il livello della campagna
      pubblicitaria che accompagna questi Nehalem lo si
      può dedurre dall'affermazione del suo
      propagandista, che li vuol far credere
      indispensabili per vedere filmati e fare
      musica , cosa che si faceva già benissimo da
      anni su macchinette molto ma molto meno "potenti"
      (io ho prodotto senza problemi mp3 di musica mia
      con almeno 6 tracce più voce già con vecchi P II
      da 233 MHz, ed ho visto per anni i vari DivX su
      PII da 450
      MHz...).Come non Quotarti, dissi le stesse cose qualche giorno fa quando resero noti prezzi e benckmarc!Fui attaccato dai soliti noti , come incompetente retrogrado solo per aver fatto notare come un E8400 o a nche un Q6600 possano essere facilmente overcloccati oltre i 4Ghz e che quindi ponendo anche vero che questi processori i7 siano del 30% più veloci neanche la versione Extreme reggerebbe il paragone, con una spesa assai superiore ai 400-450 euro per avere un PC completo su uno di questi due processori citati!A me francamente non sembra che il salto prestazionale sia così elevato e anche senza ricorrere ad overclock la versione base dell'i7 quella che gira a 2.66Ghz è più lenta di altri processori Intel commercializzati a prezzo più basso!In fututo le cose miglioreranno, conviene quindi aspettare!
      • 200 OK scrive:
        Re: A quel prezzo no, grazie!

        Fui attaccato dai soliti noti , come incompetente retrogrado Dai stai scherzando spero... (ghost) altrimenti le persone che ti hanno insultato sono davvero messe male.Comunque ti quoto in pieno, e forse all'uscita delle nuove cpu AMD a 45nm (Deneb e compagnia) potrebbe aiutare a far scendere i prezzi... perlomeno delle cpu con socket LGA775 attuali (si spera!).
    • pentolino scrive:
      Re: A quel prezzo no, grazie!
      quoto, siamo assolutamente al delirio
    • PeeBee scrive:
      Re: A quel prezzo no, grazie!
      - Scritto da: rockroll
      Visto che un PC desktop completo che monta
      tanto di Q6600 e il resto in conseguenza è
      attualmente offerto (supermercati di TO) a 399
      euro , ADESSO lo trovi a 399. Prova a rivedere i prezzi del Q6600 appena uscito e ne parliamo. Se aspetti qualche mese, vedrai che anche il Core i7 cala.
      e tale processore (lo dite voi) in OC
      raggiunge i 4 GHz...Io ho letto di OC stabili fino a 3,4 GHz, non di più. Parliamo di OC STABILI, non di roba che gira tre minuti e poi inchioda...

      Se considerate che sui Core i7 vi dovete scordare
      l'ockabilità di cui vi siete sempre vantatiSbagliato. Overclockare il Nehalem non è impossibile, ma solo leggermente più complicato:http://www.cyb3rglitch.com/tutorials/Overclock-Nehalem/
      investire migliaia di euro per avere ... di meno?Al contrario. La tecnologia i7 si porta dietro un certo numero di cose in più rispetto al Kentsfield, sia in termini di consumi che di prestazioni. Ad esempio, il QuickPath consente trasferimenti da e verso la memoria dell'ordine di 5000-6000 MTransf./sec., contro i 1066 MTransf./sec. del Q6600. http://en.wikipedia.org/wiki/Core_i7


      In ogni caso il livello della campagna
      pubblicitaria che accompagna questi Nehalem lo si
      può dedurre dall'affermazione del suo
      propagandista, che li vuol far credere
      indispensabili per vedere filmati e fare
      musica , cosa che si faceva già benissimo da
      anni su macchinette molto ma molto meno "potenti"
      (io ho prodotto senza problemi mp3 di musica mia
      con almeno 6 tracce più voce già con vecchi P II
      da 233 MHz, ed ho visto per anni i vari DivX su
      PII da 450
      MHz...).Su questo concordo anch'io...
      • rockroll scrive:
        Re: A quel prezzo no, grazie!
        @PeeBee:in effetti hai ragione su tutto. Solo puntualizzo su alcuni tuoi concetti: Sbagliato. Overclockare il Nehalem non è impossibile, ma solo leggermente più complicato:http://www.cyb3rglitch.com/tutorials/Overclock-Neh.../
        investire migliaia di euro per avere ... di meno?Al contrario. La tecnologia i7 si porta dietro un certo numero di cose in più rispetto al Kentsfield, sia in termini di consumi che di prestazioni. Ad esempio, il QuickPath consente trasferimenti da e verso la memoria dell'ordine di 5000-6000 MTransf./sec., contro i 1066 MTransf./sec. del Q6600.http://en.wikipedia.org/wiki/Core_i7 Ho letto gli articoli e concordo con te, purtuttavia ritengo concorrenziale il Q6600 anche sulle prestazioni, avendo limiti di "occabilità" elevati, che vanno a compensare i nuovi miglioramenti architetturali.Al posto di "avere di meno" fai conto di leggere "avere in pratica le stesse cose".Per il resto vedremo la discesa dei prezzi, e l'effetto che faranno le nuove produzioni AMD. Ciao.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 novembre 2008 15.56-----------------------------------------------------------
    • pabloski scrive:
      Re: A quel prezzo no, grazie!
      - Scritto da: rockroll
      In ogni caso il livello della campagna
      pubblicitaria che accompagna questi Nehalem lo si
      può dedurre dall'affermazione del suo
      propagandista, che li vuol far credere
      indispensabili per vedere filmati e fare
      musica , cosa che si faceva già benissimo da
      anni su macchinette molto ma molto meno "potenti"Vista e Windows 7 permettendo :D
    • -ToM- scrive:
      Re: A quel prezzo no, grazie!
      è più scandaloso il prezzo delle MoBo.
    • Trunk scrive:
      Re: A quel prezzo no, grazie!
      Semplicemente questi sono orientati a chi fa le cose sul serio e non a chi gioca con l'overclock.Nei centri di calcolo andranno a ruba credimi.
Chiudi i commenti