Apple TV, qualcosa in più

Cupertino stipula un accordo per una tecnologia utile per la sincronizzazione e la produzione di guide TV interattive. Tasselli per la TV del futuro?

Roma – Apple ha raggiunto un accordo pluriennale di licenza per le tecnologie di Rovi Corp, azienda IT specializzata nella produzione di guide interattive per la televisione e programmi di sincronizzazione.

I dettagli sono riservati, bisogna ora attendere l’approvazione da parte della SEC. Secondo gli osservatori sarebbe comunque un indizio sulle intenzioni future di Apple per la sua TV : in particolare l’introduzione di live TV e opzioni DVR.

Si parla ora, infatti, di una televisione con la mela tutto compreso entro i prossimi 2-4 anni . Anche se questa tempistica metterebbe Apple alla mercé di Google, attesa sul mercato già ad autunno.

Intanto, per la verità, è attesa per le prossime settimane la nuova Apple TV annunciata nell’ evento di settembre di Cupertino: ma per mancanza di tuner e memoria sufficiente , le due funzionalità non possono ancora essere supportate, così come non appare esservi ancora un’offerta di contenuti all’altezza, non essendo ancora stati conclusi accordi specifici.

Per il momento, comunque, Apple è riuscita a tagliare il prezzo fino a 99 dollari. Insomma, la nuova Apple TV sarebbe solo un antipasto. Le tecnologie Rovi e gli accordi (attesi anch’essi) con i distributori di contenuti come Netflix dovrebbero completare l’offerta permettendo a Apple di raggiungere finalmente la sua idea di TV tutto incluso e facendola uscire dal settore degli hobby di Cupertino per farla diventare un business remunerativo.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mettiuz scrive:
    Ma il completamento non c'era già?
    Come da oggetto, il completamento e la "predizione" della query finale mi pare ci fosse già da un po' la novità dell'istant search è che contemporaneamente alla digitazione aggiorna anche i risultati.A quanto leggo nell'articolo questa funzione non piace a Yahoo che ha deciso di non implementarlo, quindi in fin dei conti quali brevetti ha violato Google? Se sono quelli sui suggerimenti direi che ci hanno messo un bel po' di tempo per accorgersene...
  • bertuccia scrive:
    bambini
    buttano il giocattolo nella spazzatura,poi se passa un altro bambino e lo prende....
    • Star scrive:
      Re: bambini
      hanno voluto un sistema di brevetti stupido ed insensato ?ora ne pagano tutti le conseguenze... e gli studi legali hanno sempre la bava alla bocca...
      • W.O.P.R. scrive:
        Re: bambini
        Quoto.Assurdo poter brevettare uno script js che usano anche i bambini nei loro siti dell'oratorio. Fra un po' non si portanno più usare certe parole quando si chiacchera perchè si correrà il rischio di venire denunciati per violazione di brevetto.E' un sistema perverso che va fermato.
Chiudi i commenti