Asimo diventa widget

Il famoso robot umanoide di Honda può ora essere portato sui desktop sotto forma di plugin

Roma – Tra i robot con sembianze umane, Asimo di Honda gode oggi di una popolarità quasi paragonabile a quella che l’ ormai defunto Sony Aibo aveva nella categoria dei cani robot. Ma a differenza di quest’ultimo, Asimo non si acquista nei negozi di giocattoli: un esemplare costa infatti oltre un milione di dollari. Chi non ha tutti questi soldi può ora accontentarsi di interagire con una versione “virtuale”, l’Asimo Desktop Widget.

Il widget, disponibile gratuitamente sul sito ufficiale del robot, sfrutta il motore runtime Adobe AIR per visualizzare su un desktop Windows o Mac una versione in miniatura di Asimo. Questa copia virtuale del robot giapponese è programmata per andarsene a spasso per lo schermo e mimare alcune delle capacità che hanno reso celebre la sofisticata macchina di Honda, quali lo stare in equilibrio su una gamba, salutare con le mani e ballare. L’Asimo Desktop Widget include poi un blocco note, un box per la ricerca sul Web e un aggregatore di news relative a Honda.

Il programmino funziona su Windows XP, Vista e Windows 7 e su Mac OS X 10.4 o superiore, e necessita del motore runtime Adobe AIR (il cui download, nel caso non sia ancora installato nel sistema, viene proposto automaticamente).

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fanella Antonio scrive:
    Un grosso errore di rb1205
    per rb1205 No, la mia non vuol essere una risposta simil-minaccia filofascista, perché non sono filofascista, anzi... Credo però, che prima di scrivere "cose sulla Nasa", uno bisogna che si informi maggiormente, leggendo articoli dove si parla anche di quello che il Congresso vuole proporre e non dare per scontato cose che non lo sono. Credo che Obama assomigli sempre più a Nixon che ha fatto chiudere il programma Apollo stupidamente. Con il programma Apollo, oggi saremo su Marte e non a discutere che fare e dove andare... non ti sembra? Non sono un esperto statista e insider del mondo politico internazionale, ma la Nasa mi piace e non sopporto coloro che la "rovinano" siano essi Democratici o Repubblicani. L'errore sulla parola "bye bye" è stato solo perché lo scritto velocemente senza rileggerlo. Lo so benissimo come si scrive. Tu non fai mai errori? Mi preoccuperei piuttosto, di quelli che non sanno scrivere neanche in italiano sui vari siti... :-))
  • Fanella Antonio scrive:
    Un grosso errore
    SalveStarei molto attento, se fossi in lei, a non vendere la pelle del orso prima che questi non sia morto veramente. Non credo che il programma di Obama così com'è sarà approvato dal Congresso. I giochi non sembrano affatto fatti. Queste sono solo le speranze di coloro che sostengono questo presidente "avvocato" che nel 2012 andrà a casa insieme alla sua stupida politica spaziale e al generale in pensione Bolden. A novembre tutto cambierà. Il Congresso ritornerà in mano ai Repubblicani e allora diremo "by by" al nuovo programma spaziale voluto da Obama. Non mi esalterei troppo per qualche lancio del razzo Soyuz o per le future sonde europee. Anche la Nasa ne prevede in futuro. L'Esa arranca e i russi fanno oramai solo promesse da marinaio. La verità e che non hanno più soldi mentre quelli della Nasa vengono sprecati per i programmi da "bambini democratici". Senza la Nasa rimangono tutti intorno alla Terra per molti anni ancora. Lei mi dirà... e i cinesi? Bene, quelli devono ancora magiare "molta polvere" prima di arrivare sulla Luna. Qui il problema è la stupidità di Obama. Non è capace di sostituire il programma Constellation con un nuovo programma lunare meno costoso. Perché non crea una sinergia di fondi, tra la Nasa il Pentagono e i privati per arrivare sulla Luna nel 2019? Se non farà questo e meglio che se ne sita a casa il prossimo 15 Aprile. Non abbiamo bisogno della sua retorica. A titolo informativo... lo Shuttle volerà ancora, anche nel 2011. :-)Grazie.
    • rb1205 scrive:
      Re: Un grosso errore
      Sbaglio o questa risposta ha un sapore da simil-minaccia filofascista?Fa sorridere però leggere qualcuno che, scrivendo con fare da esperto statista e insider del mondo politico internazionale, sbaglia a scrivere una frase in inglese elementare come "bye bye"! :D
      • Fiamel scrive:
        Re: Un grosso errore

        Fa sorridere però leggere qualcuno che, scrivendo
        con fare da esperto statista e insider del mondo
        politico internazionale, sbaglia a scrivere una
        frase in inglese elementare come "bye bye"!
        :DFa sorridere, ma - non per difenderlo (anzi!) - é un errore tipico dei madrelingua disattenti o di vecchia data, a cui la grammatica proprio non é stata insegnata. Ad esempio ho un amico bilaureato (inglese), con la capa tanta, che non é sicuro di che forma verbale venga chiamata "passato remoto".
Chiudi i commenti