Assange: i governi vogliono Internet

Il founder di Wikileaks è intervenuto via Skype all'ultimo News World Summit. Rivendicando la sua appartenenza alla categoria dei giornalisti. Le autorità di Washington vorrebbero trasformare il web in uno strumento da 1984

Roma – “Certo che sono un dannato giornalista”. Parole di Julian Paul Assange, recentemente intervenuto via Skype nel corso dell’ultimo News World Summit in terra cinese. Le pubblicazioni del founder di Wikileaks sarebbero più che sufficienti a dimostrare la sua appartenenza alla categoria, messa in dubbio soltanto dall’ostile governo di Washington .

Autorità come quelle statunitensi, in collaborazione con le grandi corporazioni del pianeta, vorrebbero trasformare Internet in una pericolosa arma per la sorveglianza globale . Nella visione di Assange, il Dipartimento di Giustizia non avrebbe alcuna intenzione di tollerare un sito come Wikileaks. Giornalisti e mass media si sarebbero ormai piegati al potere di aziende e governi .

L’australiana Walkley Foundation ha da poco assegnato al founder di Wikileaks un prestigioso riconoscimento per il suo contributo al giornalismo. Assange ha dunque attaccato società di credito come Visa e Mastecard, ree di aver ostruito illegalmente i canali di pagamento verso il sito delle soffiate . “Tematiche che dovrebbero essere dibattute in pubblico sono invece affrontate in segreto a Washington”, ha spiegato.

Nel frattempo sono arrivate buone notizie per l’ex-militare Bradley Manning, in attesa del suo processo davanti alla Corte Marziale degli Stati Uniti. Una recente analisi della Casa Bianca avrebbe concluso che le soffiate a Wikileaks non siano state effettivamente dannose per la sicurezza nazionale. Le informazioni rilasciate da Manning sarebbero per lo più datate o già diramate in precedenti pubblicazioni pubbliche.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • hghg scrive:
    Generazione 140 caratteri
    Che pena, a 40 anni si esprimeranno a suon di rutti anglofoni tipo "imho", "afaik", "oic", oltre agli italiani "xchè", "c6", ecc...Oltre ai gravissimi problemi di privacy, i social networks stanno lentamente rincretinendo le menti dei giovani (ho 29 anni, non sono vecchio).Rivoglio la internet corsara degli anni '90, era meglio quando chiunque avesse un modem a 56K era considerato un nerd.
  • Osvy scrive:
    La ragazza farà strada..
    Di primo acchito mi è venuto da pensare "brava Emma!",poi ho letto l'articolo e notando che la ragazza ha raccontato una falsità, adesso mi viene da pensare che la politica fa proprio per lei..Poi mi pare "originale" il ragionamento "ma spero che questo permetta ai comuni cittadini di esprimere le proprie opinioni e di essere ascoltati" (con beneficio della traduzione, eh),cioè per farsi ascoltare occorre insultare.. vabbè, io sono vecchiotto, pensate che ai miei tempi erano i professori a picchiare gli studenti e non viceversa... :-) che tempi incivili
    • Sgabbio scrive:
      Re: La ragazza farà strada..
      - Scritto da: Osvy
      Di primo acchito mi è venuto da pensare "brava
      Emma!",
      poi ho letto l'articolo e notando che la ragazza
      ha raccontato una falsità, adesso mi viene da
      pensare che la politica fa proprio per
      lei..
      Poi mi pare "originale" il ragionamento "ma spero
      che questo permetta ai comuni cittadini di
      esprimere le proprie opinioni e di essere
      ascoltati" (con beneficio della traduzione,
      eh),
      cioè per farsi ascoltare occorre insultare..
      vabbè, io sono vecchiotto, pensate che ai miei
      tempi erano i professori a picchiare gli studenti
      e non viceversa... :-) che tempi
      inciviliDove sarebbe la falsità ?
      • Osvy scrive:
        Re: La ragazza farà strada..
        - Scritto da: Sgabbio
        - Scritto da: Osvy
        Dove sarebbe la falsità ?Hai letto l'articolo?
        • Sgabbio scrive:
          Re: La ragazza farà strada..
          - Scritto da: Osvy
          - Scritto da: Sgabbio

          - Scritto da: Osvy


          Dove sarebbe la falsità ?

          Hai letto l'articolo?ah si, hai ragione, ma non è questo il punto. Bisogna vedere poi se l'ha detto dalla platea :D
          • Osvy scrive:
            Re: La ragazza farà strada..
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: Osvy

            - Scritto da: Sgabbio


            - Scritto da: Osvy




            Dove sarebbe la falsità ?



            Hai letto l'articolo?

            ah si, hai ragione, ma non è questo il punto.
            Bisogna vedere poi se l'ha detto dalla platea
            :DOk, ha un po' "esagerato" :-)Scusa, ma ho Sharon Stone che mi aspetta(vabbè, devo vedere un suo film... ;-) )
  • attonito scrive:
    in italia, invece...
    il Giovanardi di turno l'avrebbe querelata per 5 milioni di Euro.
    • Osvy scrive:
      Re: in italia, invece...
      - Scritto da: attonito
      il Giovanardi di turno l'avrebbe querelata per 5
      milioni di Euro.Importi a parte, ritengo che la Cassazione avrebbe stabilito che "fai schifo" è una espressione calunniosa, tipo queste sentenze:http://avvrenatodisa.wordpress.com/2011/10/18/corte-di-cassazione-sezione-v-sentenza-17-ottobre-2011-n-37380-condannato-per-ingiuria-il-collega-di-lavoro-che-apostrofa-l%E2%80%99altro-di-dire-%E2%80%9Csolo-XXXXXXXte%E2%80%9D/http://www.fondfranceschi.it/cogito-ergo-sum/per-la-cassazione-si-puo-insultare-un-collega-non-il-capoanche se il rapporto elettore vs/ politico può avere una sua specificità di netta "minore offesa". ciao
      • iome scrive:
        Re: in italia, invece...
        - Scritto da: Osvy
        - Scritto da: attonito

        il Giovanardi di turno l'avrebbe querelata
        per
        5

        milioni di Euro.

        Importi a parte, ritengo che la Cassazione
        avrebbe stabilito che "fai schifo" è una
        espressione calunniosa, tipo queste
        sentenze:
        http://avvrenatodisa.wordpress.com/2011/10/18/cort
        http://www.fondfranceschi.it/cogito-ergo-sum/per-l

        anche se il rapporto elettore vs/ politico può
        avere una sua specificità di netta "minore
        offesa".
        ciaoE se al posto di "fai schifo" io dicessi "mi fai schifo"? il "mi" dovrebbe specificare la specificita' della frase che passa da affermazione assoluta a parere relativo."Tu, a me, fai schifo" cioe' non significa che fai schifo sempre e comunque, ma solo a me. E non credo questo possa essere fatto oggetto di censura.
        • Osvy scrive:
          Re: in italia, invece...
          - Scritto da: iome
          - Scritto da: Osvy
          E se al posto di "fai schifo" io dicessi "mi fai
          schifo"? il "mi" dovrebbe specificare la
          specificita' della frase che passa da
          affermazione assoluta a parere
          relativo.

          "Tu, a me, fai schifo" cioe' non significa che
          fai schifo sempre e comunque, ma solo a me. E non
          credo questo possa essere fatto oggetto di censura.La tua osservazione mi convince, concordo. Infatti in queste cose conta sempre molto il contesto e lo specifico, certo che in generale certi tipi di affermazioni andrebbero evitate quando fatte "in senso generico",per dire se sei la vittima di una violenza sessuale, o la moglie picchiata dal marito, ci sta, ma dire ad un politico "mi fai schifo" solo per le idee che esprime è una tesi più "ardita" (ma rientra nella comune constatazione che senza nemici si vive male...).Riguardo l'Italia, la Cassazione (cito quella perché è il "non si va oltre" in genere in questo tipo di contese) si è espressa su "mi fai schifo", però poi va visto il caso specifico come si è configurato:http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/08_Agosto/03/cassazione_mi_fai_schifo.shtml(ps - e tra l'altro questa sentenza non mi lascia molto tranquillo quando ritiene la "SENTENZA D'APPELLO INCONGRUENTE", tirando diciamo gli orecchi a quei giudici).ps2 - toh, la sentenza affronta proprio il caso da te proposto: contesta che anteporre "mi" comporti l'esclusione dell'offesa... vedi che la legge è "complicata"
  • malto scrive:
    beata lei
    io sto ancora aspettando le scuse di un nano che mi ha definito cogl**ne, insieme a qualche milione di italiani, solo perchè non votavo "fozza gnocca" :D
    • attonito scrive:
      Re: beata lei
      - Scritto da: malto
      io sto ancora aspettando le scuse di un nano che
      mi ha definito cogl**ne, insieme a qualche
      milione di italiani, solo perchè non votavo
      "fozza gnocca"
      :Dah stai parlando di Silvio Berlusco.... POST ZAPPATO! mai citare i potenti, eh, mai!
Chiudi i commenti