Assegno Unico: disponibili nuove funzionalità per le domande

Assegno Unico: nuove funzionalità per le domande

INPS comunica di aver implementato nuove funzionalità nella procedura relativa alla trasmissione delle domande per l'Assegno Unico.
INPS comunica di aver implementato nuove funzionalità nella procedura relativa alla trasmissione delle domande per l'Assegno Unico.

Mentre si avvicina il pagamento della rata di maggio per l’Assegno Unico e Universale, arriva direttamente da INPS l’avviso relativo all’inclusione di nuove funzionalità nella procedura utile per la trasmissione della domanda. A renderlo noto è un messaggio appena pubblicato dall’Istituto. Vediamone i dettagli più importanti.

Tre nuove funzionalità per le domande dell’Assegno Unico

La volontà è quella di migliorare il servizio, anche rispondendo ad alcune delle esigenze fin qui manifestate dai cittadini. Ricordiamo che l’introduzione del nuovo sostegno economico è recente e che va a sostituire altri contributi riconosciuti in passato alle famiglie. Ecco le novità annunciate oggi.

  • Modifica della domanda: consente di variare alcuni campi. Ad esempio quelli relativi alla condizione di disabilità dei figli, la frequenza scolastica, la separazione dei genitori, il codice fiscale, i criteri di ripartizione dell’assegno, la spettanza delle maggiorazioni e le modalità di pagamento prescelte.
  • Visualizzazione dei pagamenti: mostra l’elenco dei pagamenti disposti suddivisi per competenza mensile e modalità utilizzata.
  • Evidenza delle posizioni con anomalie o incompletezze: mette a conoscenza di eventuali criticità emerse durante la fase istruttoria.

A proposito delle domande bloccate in fase istruttoria, possono essere sbloccate solo a seguito dell’intervento da parte del richiedente stesso a cui viene richiesto, ad esempio, di fornire ulteriore documentazione di supporto ovvero di precisare la permanenza di un requisito.

Se le evidenze sono più di due, la lista completa delle criticità che impediscono il completamento dell’istruttoria può essere visualizzata accedendo al dettaglio della domanda e selezionando il tab “Evidenze”.

L’accesso all’area riservata in cui è possibile controllare lo stato delle proprie domande e gestirle può essere effettuato con SPID, CIE o CNS. Per maggiori informazioni a proposito delle nuove funzionalità invitiamo a consultare il comunicato comparso sul sito ufficiale (messaggio n° 1962 del 09-05-2022). Invece, per conoscere tutti i dettagli sul calcolo dell’importo, rimandiamo a un approfondimento dedicato o al simulatore INPS.

Fonte: INPS
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 10 mag 2022
Link copiato negli appunti