Assolto per curiosità

di V. Frediani (Consulentelegaleinformatico.it) - Consultare per fini personali un database pubblico a cui si ha accesso per motivi d'ufficio può essere considerato reato. Ma se il motivo è la curiosità, allora le cose possono cambiare

Roma – Costituisce reato consultare il data base aziendale senza alcun specifico motivo di lavoro? Cioè solo per dare un’occhiata ai fatti altrui? No, sembrerebbe proprio di no.
A stabilirlo è stato il Giudice delle Indagini Preliminari presso il Tribunale di Nola, che ha ritenuto non perseguibile un dipendente dell’Agenzia delle Entrate che potendo accedere per motivi di ufficio nel data base dell’Agenzia, è andato a dare una fugace occhiata ai redditi di Prodi e Signora.

Il reato contestato dal Pubblico Ministero era quello di accesso abusivo all’Anagrafe Tributaria. Ricordiamo che la fattispecie contestata al dipendente statale è quella di cui all’art. 615 ter codice penale, che dispone: “Chiunque abusivamente si introduce in un sistema informatico o telematico protetto da misure di sicurezza ovvero vi si mantiene contro la volontà espressa o tacita di chi ha il diritto di escluderlo, è punito con la reclusione fino a tre anni. La pena è della reclusione da uno a cinque anni se il fatto è commesso da un pubblico ufficiale o da un incaricato di un pubblico servizio, con abuso dei poteri o con violazione dei doveri inerenti alla funzione o al servizio.”
Non un reato da prendere sottogamba, insomma.

Nei fatti, il dipendente dell’Agenzia delle Entrate evidentemente incuriosito dal verificare la pressione fiscale gravante sul Premier e la coniuge, ha “approfittato” della sua qualità di operatore con accesso ad una delle banche dati più interessanti a livello nazionale, ed ha visionato dati senza alcuna autorizzazione. In suo soccorso però, in sede giudiziale, ha giocato proprio la famigerata legge sulla privacy, potendosi definire i dati visionati, non riservati né sensibili, ma solo personali e peraltro conoscibili. Il Giudice competente ha così ragionato escludendo la sussistenza dell’introduzione abusiva, in quanto assente una espressa volontà dell’Amministrazione dall’escluderlo dall’accesso.

E qui si apre un dubbio, tutto giuridico, ma inevitabile: sicuramente l’accesso abusivo al sistema non è reato configurabile, ma quello di trattamento illecito dei dati, sì. Difatti, anche la sola consultazione al di fuori dello svolgimento delle proprie mansioni, soprattutto se sussistente una nomina ad incaricato ad hoc , può certamente costituire un trattamento illecito secondo le previsioni riferite alle fattispecie penali del decreto legislativo n. 196/2003.

Ma questa legge sulla privacy non sembra essere percepita per la portata che inizialmente il legislatore le aveva riservato. Allo stato attuale è difficile che un privato o le procure procedano penalmente per violazioni penali della normativa in materia di riservatezza, eppure quando scattano i controlli da parte della Guardia di Finanza, l’attenzione sul rispetto di questa normativa non è di basso livello.

La notizia-sentenza è singolare, perché apre le porte ad una scriminante di nuova generazione: la curiosità. In sostanza essere curiosi ed agire sulla scia di tale curiosità, può esimere da dover applicare tassativamente la normativa sulla privacy. Sarebbe curioso sapere cosa ne pensa l’Autorità Garante in materia di protezione di dati personali, considerata la grande attenzione che ultimamente si sta dando al concetto di riservatezza, e sarebbe altrettanto interessante capire qual è il confine tra trattamento lecito e trattamento illecito, quando un soggetto compie delle operazioni anche di sola consultazione, di nascosto dal titolare del trattamento e senza specifica autorizzazione.

Nessuno vuol essere colpevolista su una “sciocchezza” di questo tipo, ma sarebbe ora di dare una identità alla normativa in materia di privacy e non tirarla fuori solo per multare mancanze di informative o telecamere non a norma!

Avv. Valentina Frediani
www.consulentelegaleinformatico.it
www.consulentelegaleprivacy.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mukkaccio scrive:
    commento da rofessionista fotografo
    era ora e lo sarà anke x le C.Flash, magari + veloci e con gittata da fucile di preisione, 80ga Lexar x 1 milione di foto in hi-def scaricate da 5km alla velocità della luce.sto sognando, ma non sognavano forse i ns avi di poter un giorno volare ?
  • carlo baitieri scrive:
    risp
    sono un fotografo ke vorrebbe da sempre Lexar con q.tecnologia, ma + veloce e + potente, con gittata da fucile di alta precisione ! verrà tempo anke x le CFlash memories...
  • Giuseppe I scrive:
    Target
    Qualcuno a quanto pare non ha capito il target di riferimento per questo apparecchietto qui....non è destinato alla gente comune, ma ai FOTOGRAFI che possono scattare centinaia di foto in studio e vederle trasferite istantaneamente su un portatile...così come succede con le macchine fotografiche che hanno il wifi incorporato...è inutile che spariate a zero su un oggetto semplicemente perchè a VOI non serve, c'è sempre qualcuno che lo potrebbe trovare utile
    • Spiderman scrive:
      Re: Target
      verissimo, se consideriamo poi oltre ai professiionisti gli appassionati non e' raro vedere gente che gira con hdd portatili con interfaccia per sd o mmc, cosi' una volta riempita la memoria la attaccano all'hdd portatile, scaricano tutto e poi continuano a fare foto...e non pensate che i 4-8 gb di una sd possa bastare... se si incomincia a fare foto in raw magari salvando anche la copia in jpeg si inizia ad occupare un bel po, come ad esempio sulla mia eos 400d.Certo poi ci servirebbe un dispositivo dedicato per la ricezione, perche' se devo usare un portatile salta tutto il discorso...
    • Buaaaaahhhh hh scrive:
      Re: Target
      - Scritto da: Giuseppe I
      Qualcuno a quanto pare non ha capito il target di
      riferimento per questo apparecchietto
      qui....
      non è destinato alla gente comune, ma ai
      FOTOGRAFI che possono scattare centinaia di foto
      in studio e vederle trasferite istantaneamente su
      un portatile...così come succede con le macchine
      fotografiche che hanno il wifi
      incorporato...
      è inutile che spariate a zero su un oggetto
      semplicemente perchè a VOI non serve, c'è sempre
      qualcuno che lo potrebbe trovare
      utileTi sfugge un "piccolo" dettaglio : non supportano il formato raw .... penserai mica che le foto non dico un professionista ma un appassionato un minimo sgamato le faccia in jpeg !!!Per l'utente evoluto quest'affare è inutile, porta un sacco di limitazioni e non da nessun vantaggio.
  • bpoooooooo scrive:
    Va programmata preventivamente ?
    L'essere compatibile con tutte le fotocamere, mi fa capire che questa scheda vada opportunamente programmata al fine di conoscere gli AP giusti. E' così ?
  • Wargames scrive:
    Link con giudizi utenti
    Questo un link con un'ottima recensione di un utente che l'ha comprata e la usa con le sue due digitali (reflex e standard):http://www.amazon.com/review/RE84EE6R0JBV4/ref=cm_cr_rdp_perm
    • Buaaaaahhhh hh scrive:
      Re: Link con giudizi utenti
      the pros on this product are:*moves images in the background to internet without USB acquire wizard.*greatly enhances the convenience of still image photography*works with all cameras*works with 17 online servicesthe cons are*reduced battery life*no way to see what the card is doing or control the card from the camera*does not handle video*does not handle raw*does not automatically connect to open public access points Ovvero= inutile, almeno dal mio punto di vista. :-)
  • Buaaaaahhhh hh scrive:
    Sostanzialmente inutile
    Oramai i lettori di memorie hanno sostituito i floppy, sui portatili li trovi integrati ovunque, specialmente per le sd. Di fatto ci metti meno a passare la memory card dalla macchina fotografica al pc che ad accendere la macchina fotografica per fare la connessione wi-fi, senza contare il fatto che se sei a giro non ha senso scaricare le batterie.
  • Funz scrive:
    A che serve poi?
    Il PC devo averlo acceso comunque per scaricarci le foto, la macchina fotografica devo averla accesa quindi in ogni caso devo tirarla fuori dalla custodia e metterla sul tavolo. A questo punto non ci vuole nulla ad attaccarla ad uno dei cavetti che spuntano dal mazzo che tengo dietro al monitor. Sono arrivato a 3 cavetti per 3 macchine foto (accidenti ai produttori e ai loro "standard", quando arriva un amico con la sua macchina dei 3 non ce n'è uno che vada bene), 1 prolunga USB per la chiavetta, 1 prolunga firewire per la videocamera, 1 prolunga audio per cuffie e stereo.Anche nel caso di un portatile non mi sembra granché utile: già te lo porti dietro in vacanza per scaricarci le foto, un cavetto in borsa in più non fa nessuna differenza, ad attaccarlo ci va un attimo.In definitiva 'sto aggeggio è una comodità minima e decisamente superflua.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 gennaio 2008 09.17-----------------------------------------------------------
  • Chris scrive:
    funziona sui palmari?
    avrà la stessa funzionmalita delle SDIO per palmari?
  • Wargames scrive:
    troppo comodo
    Sí ma troppo comodo... io ogni volta devo togliere la SD, inserirla nel lettore, copiare, disconnetterla aggiungi/rimuovi hardware, toglierla fisicamente e rimetterla nella macchina fotografica.Cosí invece faccio click su un programma e stop. Unica domanda: sará possibile cancellare le foto sulla schedina? (se no bisogna comunque toglierla dalla macchina fotografica per svuotarla o formattarla da macchina fotografica).
  • Franz87 scrive:
    Sarà divertentissimo
    quando inizieremo ad avere wardriver che ti rubano tutte le più belle foto di te con fidanzata che hai scattato la sera prima durante una notte infuocata :PMa seriamente quanta fatica si fa a passare le foto a mano? Mica è una cosa che fai tutti i giorni tipo navigare col portatile mentre ti muovi in giro per casa...
    • Giulio Guidetti scrive:
      Re: Sarà divertentissimo
      ...perche' quando ti muovi col portatile in giro per la casa, sostenendo la tua tesi (e cioe' che sia cosi' semplice penetrare in una lan wifi protetta), non ti possono rubare "tutto" dall'HD o sniffare il traffico che fai sul web, o utilizzare il tuo router per commettere illeciti?Non sono inoltre d'accordo sul fatto che il wireless su una macchina fotografica sia inutile, molti dispotivi lo hanno incorporato nell'hardware, questa scheda aggiunge tale funzionalita' a quell'hardware che ne e' sprovvisto.Poi diciamocelo, non sara' essenziale.. ma vuoi mettere la comodita' di non dover ogni volta smontare la card, armeggiare con i lettori o cavetti... ma bastera' semplicemente tornare a casa e "prendere" le foto magari senza nemmeno togliere la macchina fotogratica dallo zainetto? Secondo me e' piu' comodo questo che il "fighetto" con il router wireless al quale accede esclusivamente dal PC desktop il cui case fa da piano per reggere il router di cui sopra! ...per risparmiarsi 15cm di cavo ethernet... perche' il WiFi "fa fiko"... o quelli che usano tastier e mouse wireless perche due fili sulla scrivania fanno brutto e antiquato.
      • Wargames scrive:
        Re: Sarà divertentissimo
        Concordo al 100%. Infatti io ho la rete wirless spenta( accesa solo per gli ospiti) e uso il cavo; tastiera e mouse nuovi ma standard. Ma poi anche se mi fregano le foto che faccio... mi ricattano per cosa? Perché ho fotografato la mia ragazza o una torta di compleanno? ah ah ah! Invece sarebbe comodo il trasporto da macchina digitale come ho detto sotto.
      • Franz87 scrive:
        Re: Sarà divertentissimo
        cmq non volevo essere preso molto sul serio riguardo alle foto sniffate :PPiù che altro è che... boh... x l'uso che ne fa un utente medio non mi sembrava l'indispensabile.... mi han colpito molto di più le SD da 16 GB...Poi x carità è di sicuro comodo ma la macchina dovrà essere accesa x esempio perchè sennò da dove prende corrente? quindi dallo zaino va tirata fuori cmq! :P
      • Prisco Mazzi scrive:
        Re: Sarà divertentissimo
        - Scritto da: Giulio Guidetti
        ...perche' quando ti muovi col portatile in giro
        per la casa, sostenendo la tua tesi (e cioe' che
        sia cosi' semplice penetrare in una lan wifi
        protetta), non ti possono rubare "tutto" dall'HD
        o sniffare il traffico che fai sul web, o
        utilizzare il tuo router per commettere
        illeciti?Infatti. Non bisogna nemmeno usare il wifi. Il 95% di quelli che lo usano, come hai detto giustamente, non ne avrebbero bisogno e lo fanno solo perche' fa fico (e produce un po' di elettrosmog gratis per i vicini di casa).
    • test scrive:
      Re: Sarà divertentissimo
      amico mio, non so se l'hai capito ma è così che va il mercato...ti fanno credere che di una cosa ne hai assolutamente bisogno, che senno' rischi di morire..così te ti appioppi l'ultimo aggeggino elettronico/informatico che probabilmente non ti serviva affatto e sei contento.
      • Cafonauta scrive:
        Re: Sarà divertentissimo
        E invece penso che nel mio caso potrebbe quasi essere utile...Fotosub con reflex digitale scafandrata. E' una scocciatura dover sciacquare, pulire e asciugare perfettamente la custodia per poter estrarre la scheda e scaricare le foto. Aggiungici che aprire in barca lo slot della scheda non è tanto pratico a volte. Molte volte apro la custodia solo a casa la sera in condizioni controllatissime.Con questo aggeggio potrei scaricare le foto direttamente senza dover aprire la custodia in barca. Certo, per essere perfetta dovrebbe:ciucciare poca batteriasupportare i rawcancellare le fotoAspettiamo la versione 2.0 :-)--Cafonauta
Chiudi i commenti